Vendono TIM su eBay!

L'operatore mobile al centro delle ristrutturazioni Telecom è ora anche al centro di un'asta su web

Roma – Manca ormai una manciata di ore allo scadere di una singolarissima asta proposta sulle pagine di eBay , quella della vendita di TIM, l’operatore mobile che fa capo a Telecom Italia.

“Eccezionale occasione – recita l’inserzione – Compagnia telefonica mobile appena scorporata a partire da 1 euro! Vendesi a seguito di scorporo causa cambiamento core business della compagnia madre, che comunque gode di ottima salute, al fine di ottenere dividendi per gli azionisti e di affibbiare parte del piccolo debito contratto al compratore”.

La base d’asta è di solo 1 euro, spiega l’utente che ha messo su l’inserzione, “visto che con la compagnia compererete anche una ventina di miliardi di euro di debito. Per ogni aspirante top manager, un’occasione unica per testare le proprie abilità, per entrare nella ristretta cerchia dei player di alto livello dell’economia italiana! Affossate anche voi una grande compagnia, arricchendovi nel contempo. Potrete sempre rivenderla dopo averla indebitata maggiormente!”

Il tocco di classe è nel finale: “Attenzione, TIM Brazil non è inclusa nell’offerta”.

L’autore dell’asta ha anche ritenuto di dover pubblicare in calce un disclaimer in cui avverte che non si tratta di un’inserzione reale quanto di un’operazione “ironica e fittizia”. “Qualsiasi offerta – spiega – sarà considerata un amichevole aiuto, soprattutto morale” per i lavoratori TIM che potranno così “pagarsi una birra”, con l’opzione di “invitare il direttivo dell’azienda, che se con i sindacati non parla, magari davanti ad una birra offerta dai colleghi si scioglie”.

Mentre scriviamo sono già giunte due offerte per cui per accaparrarsi TIM tocca sborsare almeno più di 2 euro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    OO non è ancora pronto.
    Finchè aveva alle spalle la Sun è cresciuto bene. Ora come ora, basta parlare con chi lo usa, per capire come manchino una marea di tools e utility rispetto a Office. Che si muovano anche loro però...
    • Anonimo scrive:
      Re: OO non è ancora pronto.
      è vero, basta usarlo due volte per capirlo ma evidentemente questo non fa odienss.nemmeno odt è pronto, va che perle.Questo è un pezzo del contenuto di un content.xml ODT: che cacchio ci fanno nel content tutti quegli stili applicati con span? fa pena dai. ripeto, questo è content.xml, non styles.xml. Ma chi pensano di prendere per il culo?
      • Giambo scrive:
        Re: OO non è ancora pronto.
        - Scritto da:
        che cacchio ci fanno nel content tutti quegli
        stili applicati con span? fa pena dai. ripeto,
        questo è content.xml, non styles.xml. Ma chi
        pensano di prendere per il
        culo?Hai provato a chiedere a OASIS ?Perche' non ci dovrebbero essere gli stili in content.xml ?
        • Anonimo scrive:
          Re: OO non è ancora pronto.
          - Scritto da: Giambo
          Perche' non ci dovrebbero essere gli stili in
          content.xmlSe non separi contenuto e sua struttura dalla presentazione che xml sarebbe? a cosa serve xml? sono stili inline, nella più bieca tradizione del tag soup ... torniamo indietro dieci anni, bel colpo. E che dire delle misure metà in pollici metà in millimetri ...
          • Giambo scrive:
            Re: OO non è ancora pronto.
            - Scritto da:

            Perche' non ci dovrebbero essere gli stili in

            content.xml

            Se non separi contenuto e sua struttura dalla
            presentazione che xml sarebbe? a cosa serve xml?
            sono stili inline, nella più bieca tradizione del
            tag soup ... torniamo indietro dieci anni, bel
            colpo. E' vero, una minima parte degli stili puo' essere presente in content.xml (Non so perche', dovresti chiedere alla OASIS), anche se la separazione con il contenuto (Grazie a styles.xml) e' migliore rispetto al diretto concorrente (Microsoft Office Open XML)
            E che dire delle misure metà in pollici
            metà in millimetri
            ...Questo dipende da chi ha scritto il file in questione. E' come dare la colpa al C++ se qualcuno scrive cavolate :)
          • Anonimo scrive:
            Re: OO non è ancora pronto.
            - Scritto da: Giambo
            chiedere alla OASIS), anche se la separazione conNo, non è un problema di OASIS ma degli editor. Hai presente Frontpage con HTML? :-)
            il contenuto (Grazie a styles.xml) e' migliore
            rispetto al diretto concorrente (Microsoft Office Open XML)A me interessa che funzioni e non mi importa nulla di MS e/o OO, basta che funzioni bene. E per ora nessuno funziona bene ... ha senso spingere uno standard che non dispone di editor? che caspita me ne fò di uno standard se poi non riesco a utilizzarlo con un rendimento migliore rispetto ad altri? è uguale ... e allora mi tengo il software che funziona meglio, che a oggi piaccia o meno resta Office.
          • Giambo scrive:
            Re: OO non è ancora pronto.
            - Scritto da:
            A me interessa che funzioni e non mi importa
            nulla di MS e/o OO, basta che funzioni bene.Solitamente una cosa progettata bene funziona anche bene ;)
            E per ora nessuno funziona bene ...Che problemi hai avuto ?
            ha senso
            spingere uno standard che non dispone di editor?Un editor di files OpenDocument ? Ce ne sono un pacco !
            che caspita me ne fò di uno standard se poi non
            riesco a utilizzarlo con un rendimento migliore
            rispetto ad altri?Se gli altri non sono interoperabili, allora la scelta mi pare ovvia.
            è uguale ... e allora mi tengo
            il software che funziona meglio, che a oggi
            piaccia o meno resta
            Office.Non pensare che il resto del mondo abbia le tue stesse esigenze. Per il mio tipo di lavoro, per esempio, MS-Office e' improponibile.
          • Anonimo scrive:
            Re: OO non è ancora pronto.
            - Scritto da: Giambo
            Un editor di files OpenDocument ? Ce ne sono un
            pacco
            !Sì, anche di html ... se tanto mi dà tanto, per ora nemmeno OO è un buon editor.
            Se gli altri non sono interoperabili, allora la
            scelta mi pare
            ovvia.Vedi sopra ... non basta il markup, vedi html e tutto quello che è successo come incompatibilità. E HTML è un markup semplice, una manciata di tag. Qui sono una paccata ...
            Non pensare che il resto del mondo abbia le tue stesse esigenze. Per il mio tipo di lavoro, per esempio, MS-Office e' improponibile.cioè hai un lavoro di tipo Office dove non si può usare MS Office? puoi spiegare? mi incuriosisce, solo per quello.
          • Giambo scrive:
            Re: OO non è ancora pronto.
            - Scritto da:
            - Scritto da: Giambo

            Un editor di files OpenDocument ? Ce ne sono un

            pacco

            !
            Sì, anche di html ... se tanto mi dà tanto, per
            ora nemmeno OO è un buon
            editor.Questione di gusti. Ce ne sono altri, provali.

            Se gli altri non sono interoperabili, allora la

            scelta mi pare

            ovvia.
            Vedi sopra ... non basta il markup, vedi html e
            tutto quello che è successo come incompatibilità.Infatti qui si parla di standard approvato da OASIS. Niente piu' "standard" industriali dettati da monopolisti.
            E HTML è un markup semplice, una manciata di tag.

            Non pensare che il resto del mondo abbia le tue
            stesse esigenze. Per il mio tipo di lavoro, per
            esempio, MS-Office e'
            improponibile.

            cioè hai un lavoro di tipo Office dove non si può
            usare MS Office? puoi spiegare? mi incuriosisce,
            solo per
            quello.Necessita' di interoperabilita', necessita' di formato aperto, necessita' di fare un versioning con SVN.
          • Anonimo scrive:
            Re: OO non è ancora pronto.

            Questione di gusti. Ce ne sono altri, provali.Mica tanti altri ... per quel che riguarda il testo Abiword fa un po' meglio di OO, ma siamo lì. Che altro?
            Infatti qui si parla di standard approvato da
            OASIS. Niente piu' "standard" industriali dettati da monopolisti.Mi sembra che non ci capiamo ... io sto parlando di html, uno standard sicuramente aperto e non dettato da monopolisti come sono i formati di MS. Ma questa cosa da sola non garantisce nulla, se il software non rispetta gli standard, come è successo con html e come sembra succedere con gli editor in grado di gestire odf. Oasis di per sè non è in grado di garantire che l'uso del suo markup produrrà un buon risultato e non ha alcuna responsabilità in questo, nè può approvare alcunchè. Che significa approvato da oasis? oasis ha creato quel markup, ma non può approvare un bel niente, se con approvare intendi certificare uno standard. Nemmeno il fatto che odf sia uno standard ISO/IEC garantisce agli utenti qualcosa. Abbiamo già visto come il fatto di disporre di un markup standard non garantisca in alcun modo un uso standard e soluzione dei conseguenti problemi di interoperabilità.Quindi a oggi quando qualcuno dice usiamo odf per la pubblica amministrazione non so, mi viene come da ridere. Ok, tutti a usare odf, ma con cosa? pasticcio di odf è comunque un pasticcio, non è che siccome è odf allora è buono e bello ...
          • Giambo scrive:
            Re: OO non è ancora pronto.
            - Scritto da:

            Questione di gusti. Ce ne sono altri, provali.
            Mica tanti altri ... per quel che riguarda il
            testo Abiword fa un po' meglio di OO, ma siamo
            lì. Che
            altro?KWrite, mi pare, e poi ce n'era ancora un'altro.Non ho ancora capito che cosa non ti piace di OOo, dato che e' molto simile a MS-Office ...

            Infatti qui si parla di standard approvato da

            OASIS. Niente piu' "standard" industriali
            dettati da
            monopolisti.

            Mi sembra che non ci capiamo ... io sto parlando
            di html, uno standard sicuramente aperto e non
            dettato da monopolisti come sono i formati di MS.Ahem ... Anche io stavo parlando di HTML, uno "standard" bistrattato da Netscape e da Microsoft. Basta vedere come IE interpreta lo "standard" ...
            Ma questa cosa da sola non garantisce nulla, se
            il software non rispetta gli standard, come è
            successo con html e come sembra succedere con gli
            editor in grado di gestire odf.Uh, che problemi hai avuto con odf ?
            Oasis di per sè
            non è in grado di garantire che l'uso del suo
            markup produrrà un buon risultato e non ha alcuna
            responsabilità in questo, nè può approvare
            alcunchè. Che significa approvato da oasis? oasis
            ha creato quel markup, ma non può approvare un
            bel niente, se con approvare intendi certificare
            uno standard.Non credo che un produttore che non rispetti lo standard possa fregiarsi del titolo "OASIS APPROVED".
            Nemmeno il fatto che odf sia uno
            standard ISO/IEC garantisce agli utenti qualcosa.Ti da' le garanzie di uno standard, che non e' poco.
            Quindi a oggi quando qualcuno dice usiamo odf per
            la pubblica amministrazione non so, mi viene come
            da ridere. Ok, tutti a usare odf, ma con cosa?
            pasticcio di odf è comunque un pasticcio, non è
            che siccome è odf allora è buono e bello
            ...Se hai una proposta migliore, falla.Ma non mi parlare di formati chiusi, quelli per definizione le PA non li vogliono.
          • Anonimo scrive:
            Re: OO non è ancora pronto.

            Non ho ancora capito che cosa non ti piace di
            OOo, dato che e' molto simile a MS-Office
            ...Di OpenOffice nulla, tutta la discussione è sul futuribile uso di odf in ambito office. il pezzo di codice che ho postato, un seplice documento con un titolo e un elenco puntato, mostra come gli editor (in quel caso abiword) non siano ancora in grado di gestirlo.
            Ahem ... Anche io stavo parlando di HTML, uno
            "standard" bistrattato da Netscape e da
            Microsoft. Basta vedere come IE interpreta lo
            "standard"Ecco, appunto, quello che accadrà anche con odf, se la discussione continua a rimanere politica e nessuno si occupa di verificare se davvero funziona.
            Non credo che un produttore che non rispetti lo
            standard possa fregiarsi del titolo "OASIS
            APPROVED".Hai voglia ... basta guardare il web e relativi bollini. certo, se è una palla ci sono gli strumenti per dire uè che cacchio dici, ma niente di più.
            Ti da' le garanzie di uno standard, che non e'
            poco.Ce ne sono bizzeffe di standard, ma questo non ha certo migliorato il mondo ...
            Ma non mi parlare di formati chiusi, quelli per definizione le PA non li vogliono.Diglielo, che forse non se ne sono accorti :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: OO non è ancora pronto.
            - Scritto da:

            Non ho ancora capito che cosa non ti piace di

            OOo, dato che e' molto simile a MS-Office

            ...
            Di OpenOffice nulla, tutta la discussione è sul
            futuribile uso di odf in ambito office. il pezzo
            di codice che ho postato, un seplice documento
            con un titolo e un elenco puntato, mostra come
            gli editor (in quel caso abiword) non siano
            ancora in grado di
            gestirlo.bene, la discussione sembrava vertere su un pezzo preso da OpenOffice.org, mentre qui riveli che invece è stato generato da AbiWord ... ma hai per lo meno controllato a che livello è la versioen di AbiWord che hai usato con l'integrazione del formato Open Document Format (ODF)?Hai verificato se con l'ultima versione di OpenOffice.org succede altrettanto o se questi problemi non sono presenti?Come si fa a criticare tutti i programmi che implementano ODF quando si è preso un caso senza nemmeno specificare che versione di programma si è utilizzato e se tale programma riporta piena compatibilità o meno con ODF?
    • Anonimo scrive:
      Re: OO non è ancora pronto.
      - Scritto da:
      Finchè aveva alle spalle la Sun è cresciuto bene.
      Ora come ora, basta parlare con chi lo usa, per
      capire come manchino una marea di tools e utility
      rispetto a Office. Che si muovano anche
      loro
      però...Qui non si sta parlando di Open Office... ma è possibile che non manchi mai chi non sa far altro che criticare?Qui si sta parlando di utilizzo di un formato aperto. Poi, ognuno userà quello che gli pare, anche Microsoft Word come ha fatto fino a adesso.Ma la differenza è che le pubbliche amministrazioni la smetteranno finalmente di distribuire i loro documenti come fogli Excel o Word assumendo che tu abbia per forza installato un software Microsoft. E' un atteggiamento veramente fastidioso, che a volte può mettere la gente di fronte all'alternativa fra copiare illegalmente Office o rinunciare a usufruire di alcuni servizi.Open Office indietro? Mancano tool rispetto a Office? Non per il 90% dei compiti che fai quotidianamente. Te lo dice uno che lo usa con soddisfazione. Ma soprattutto voglio essere io a decidere cosa usare. Se uno vuole usare Office, pagando la licenza o usando una copia pirata, è libero di farlo. A me non interessa, e non mi interessa alcuna crociata Office-OpenOffice, Windows-Linux eccetera.Voglio semplicemente che le PA forniscano i documenti in un formato che non sia legato ad un particolare prodotto commerciale, tanto più quando non vi è alcuna motivazione tecnica per farlo se non l'incompetenza.Giova ricordare anche che le PA sono finanziate dalle nostre tasse e acquistano le licenze di Office con i nostri soldi, quindi in realtà ci si potrebbe spingere oltre e forzarle a utilizzare, dove possibile (nel 90% dei casi, dunque) un software libero, ma per ora mi accontenterei di questo semplice piccolo progresso.
      • Anonimo scrive:
        Re: OO non è ancora pronto.

        Qui non si sta parlando di Open Office... ma è
        possibile che non manchi mai chi non sa far altro
        che
        criticare?
        Qui si sta parlando di utilizzo di un formato
        aperto.Qui sono d'accordo.Infatti anche alla Ms inseriranno un plugin per leggere i formati open.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo 1 scelta politica
    - Scritto da:
    Se il Loro problema sono gli odiati yankees,
    perché questi burocrati EU nostalgici di non
    proibiscono la vendita dei prodotti MS in nome
    del "libero mercato"?Gli "yankee" a volte sono molto simpatici, ma tu non li hai mai sentiti disprezzare gli europei? Io si, e direi che a stima stiamo alla pari...Se credi che nel mondo i mercati siano aperti, sei troppo ottimista. Prova a informarti su cosa deve fare una azienda europea per vendere negli USA un prodotto... se non hai sul posto un'azienda USA che ti consenta di presentarti sul mercato sono affari impossibili in molti settori.Comunque la scelta è politica, ma nel senso nobile del termine: un ente sopra le parti ha definito uno standard documentale aperto e senza royalties. Microsoft non ha alcun ostacolo ad implementarlo in Office e vendere tranquillamente il suo prodotto. Microsoft non potrà più usare un formato di dati proprietario per rendere difficile a un cliente il cambio di prodotto, se vuole.Questo non è chiudere il mercato, ma si tratta di impedire l'abuso di una posizione dominante e di pratiche lesive della concorrenza; a meno di avere le fette di salame sugli occhi o avere in portafoglio azioni Microsoft, allora puoi dire quello che ti pare... :)
  • Anonimo scrive:
    Oggi ho scritto al mio gestore telefonic
    Praticamente il sito del gestore in questione (wind) può creare dei file con la specifica della chiamate. I files sono .xls quindi excel. Io ho a disposizione solo Openoffice che non apre questo file (solo questo, tutti gli altri file excel che ho provato vengono aperti).Ho scritto una mail e ho ricevuto una telefonata dall'oparatore che mi ha detto che "non è che perchè lei ha solo openoffice che non ci dobbiamo adattare". Chiaro, sono io che devo spendere centinaia di euro per comprare office solo per il loro file.Se fossero obbligati ad usare formati aperti: 1. io potrei aprire il mio file2. essendo formati aperti, MS non avrebbe nessuna difficoltà ad integrarli in office3. il prezzo di office, grazie alla concorrenza, scenderebbe parecchioIo ci vedo solo lati positivi
    • Anonimo scrive:
      Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef

      Praticamente il sito del gestore in questione
      (wind) può creare dei file con la specifica della
      chiamate. I files sono .xls quindi excel. Io ho a
      disposizione solo Openoffice che non apre questo
      file (solo questo, tutti gli altri file excel che
      ho provato vengono
      aperti).Puoi scaricare il reader gratuito di file .xls dal sito di Microsoft
      • Anonimo scrive:
        Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
        - Scritto da:


        Praticamente il sito del gestore in questione

        (wind) può creare dei file con la specifica
        della

        chiamate. I files sono .xls quindi excel. Io ho
        a

        disposizione solo Openoffice che non apre questo

        file (solo questo, tutti gli altri file excel
        che

        ho provato vengono

        aperti).

        Puoi scaricare il reader gratuito di file .xls
        dal sito di
        Microsoftio ho provato non funziona, non sono l'autore del post prima...in altra occasione stessa situazione
        • Anonimo scrive:
          Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
          Provato in questo momento.Funziona
          • Anonimo scrive:
            Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
            Ovviamente esiste anche la versione per Linux, BSD, etc.. di questo portentoso reader, vero?(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
            Sono l'autore del post principale... Io uso linux e non ci sono reader excel per linux
          • Anonimo scrive:
            Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
            benvenuto nel ghetto
          • Anonimo scrive:
            Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
            - Scritto da:
            benvenuto nel ghettoper la serie: apritemi che voglio entrare ...(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
            - Scritto da:
            Sono l'autore del post principale... Io uso linux
            e non ci sono reader excel per
            linuxse lasci un link possono provare anche quelli che non hanno wind? c'e' qualche altra pagina che fa le stesse cose?Potremmo mandare un messaggio a wind, a quale indirizzo lo hai mandato? per quanto mi riguarda e' una ragione in piu' per non usarla, la qualita' di un servizio si capisce anche da quando li contatti al telefono, in questo la teleconnn e' fastidiosa, ma forse ancora la migliore. Salvo poi spiarti quando telefoni per fatti tuoi ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
            Purtroppo per mandare il messaggio devo loggarmi. Idem per scaricare il file. E poi il file ocntiene le chiamate dei miei ultimi 3 mesi e non mi va di pubblicarlo così ;)In ogni caso, questo pomeriggio il mio capo è venuto a parlarmi chiedendomi di procurarmi un certo Openoffice :D da installare su un computer per cui non si volgiono spendere soldi e che viene usato solo per poche lettere e file excel.è un buon segno, almeno sapeva già il nome del programma :D
          • pippo75 scrive:
            Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
            - Scritto da:
            Sono l'autore del post principale... Io uso linux
            e non ci sono reader excel per
            linuxHai provato con wine?Non e' che hai il link al file, vorrei provare a scaricarlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
            Allora, il file non è scaricabile, viene creato su richiesta del clinte in modo automatico. Praticamente clicco su scarica specifica telefonate e il file viene creato in tempo reale tramite il database delle mie ultime chiamate.Non è un file pubblico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
          - Scritto da:
          - Scritto da:




          Praticamente il sito del gestore in questione


          (wind) può creare dei file con la specifica

          della


          chiamate. I files sono .xls quindi excel. Io
          ho

          a


          disposizione solo Openoffice che non apre
          questo


          file (solo questo, tutti gli altri file excel

          che


          ho provato vengono


          aperti).



          Puoi scaricare il reader gratuito di file .xls

          dal sito di

          Microsoft
          io ho provato non funziona, non sono l'autore del
          post prima...in altra occasione stessa
          situazionee se ci sta gente come me che usa solo linux come inquesto momento? devo installare, configurare, wine + applicazione solo per leggere un file xls? che la stessa wind potrebbe creare allo stesso modo e nello stesso tempo usando openoffice (per esempio)
    • TheDICE scrive:
      Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef

      Ho scritto una mail e ho ricevuto una telefonata
      dall'oparatore che mi ha detto che "non è che
      perchè lei ha solo openoffice che non ci dobbiamo
      adattare".madonnna che gente che lavora nella telefonia.Che minchia se ne fa uno di office???In quei momenti vorrei teleportarmi di fronte all'operatore e dirgli: "Sono un vostro cliente, posso avere ste informazioni in formato a me leggibile o devo spaccare tutto?"ladri mangiasoldi del cacchio
      • Gusbertone scrive:
        Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
        purtroppo fra certa gente c'è la convinzione che per creare una tabella "devi usare ecseell"
      • Anonimo scrive:
        Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
        Colpa dell'ignoranza. Alla fine mi accontento se l'operatore di un call center mi risolve i problemi del cellulare, la mail l'ho inviata senza troppe speranze.Certo se il formato cominciasse a diffondersi...
    • mda scrive:
      cosa dici ???
      - Scritto da:
      Praticamente il sito del gestore in questione
      (wind) può creare dei file con la specifica della
      chiamate. I files sono .xls quindi excel. Io ho a
      disposizione solo Openoffice che non apre questo
      file (solo questo, tutti gli altri file excel che
      ho provato vengono
      aperti).Cosa dici ?Io lo apro senza difficoltà con OpenOffice !Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa dici ???
        Scherzi? Ho provato più e volte da tre mesi a questa parte... Che versione di openoffice usi? E il file a cui ti riferisci è quello della specifica chiamate?Quando cerco di aprirlo mi chiede che codifica voglio usare ( quella finestra compare solo con quetso file ) e qualunque io metta mi apre Writer con una fila di caratteri strani.Se vuoi aiutarmi please...
    • Ivi scrive:
      Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
      - Scritto da:
      Praticamente il sito del gestore in questione
      (wind) può creare dei file con la specifica della
      chiamate. I files sono .xls quindi excel. Io ho a
      disposizione solo Openoffice che non apre questo
      file (solo questo, tutti gli altri file excel che
      ho provato vengono
      aperti).

      Ho scritto una mail e ho ricevuto una telefonata
      dall'oparatore che mi ha detto che "non è che
      perchè lei ha solo openoffice che non ci dobbiamo
      adattare". Chiaro, sono io che devo spendere
      centinaia di euro per comprare office solo per il
      loro
      file.

      Se fossero obbligati ad usare formati aperti:
      1. io potrei aprire il mio file
      2. essendo formati aperti, MS non avrebbe nessuna
      difficoltà ad integrarli in
      office
      3. il prezzo di office, grazie alla concorrenza,
      scenderebbe
      parecchio

      Io ci vedo solo lati positiviSe l' operatore mi avesse risposto così lo avrei mandato a fare in culo all' istante!
    • Anonimo scrive:
      Re: Oggi ho scritto al mio gestore telef
      - Scritto da:

      Ho scritto una mail e ho ricevuto una telefonata
      dall'oparatore che mi ha detto che "non è che
      perchè lei ha solo openoffice che non ci dobbiamo
      adattare". E dire che basterebbe creare un semplice .csv come fa, ad esempio, il sito Vodafone... oppure dare la possibilità di scegliere.Una modifica da pochi euro, per gli sviluppatori del sito. Anche qui si vede quanto a volte siano ottusi i project manager italiani.
  • Anonimo scrive:
    la legislazione francese ...
    ... dice che:http://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?id=opendocumentformat#la_legislazione_francese
    • Anonimo scrive:
      Re: la legislazione francese ...
      - Scritto da:
      ... dice che:http://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?iQuel documento non si sa da chi sia redatto, non è una legge e contiene delle perle come "RIT0022Il est RECOMMANDÉ d'utiliser le langage HTML 4.01 pour la présentation en lignede documents non structurés.RIT0023Il est INTERDIT d'utiliser le langage HTML 4.01 pour les échanges de documents nonstructurés puisque il s'agit d'un langage de présentation. "complimentoni al tecnico, ha capito tutto ... trovo sia veramente disonorevole per linguistico manipolare in questo modo le informazioni, son balle, rendetevi conto.
      • Anonimo scrive:
        Re: la legislazione francese ...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... dice che:
        http://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?i


        Quel documento non si sa da chi sia redatto, non
        è una legge e contiene delle perle come
        "RIT0022
        Il est RECOMMANDÉ d'utiliser le langage HTML 4.01
        pour la présentation en
        ligne
        de documents non structurés.
        RIT0023
        Il est INTERDIT d'utiliser le langage HTML 4.01
        pour les échanges de documents
        non
        structurés puisque il s'agit d'un langage de
        présentation.
        "

        complimentoni al tecnico, ha capito tutto ...perché cosa c'è che non va?si dice che è raccomandato l'uso dell'HTML 4.01 per la costruzione di siti e che è interdetto invece lo scambio di dati in tale formato ... infatti l'HTML non è adatto ad uno scambio di dati perché ci potrebbero essere vari motivi che potrebbero non permettere al ricevente di visualizzare correttamente il file HTML ricevuto
        trovo sia veramente disonorevole per linguistico
        manipolare in questo modo le informazioni, son
        balle, rendetevi
        conto.io trovo disonorevole invece accusare qualcuno di aver fatto qualcosa di "male", senza indicare cosa è stato "inventato" e quale invece è la "realtà".Se non sei in grado di portare delle prove, forse è meglio tacere.
      • Anonimo scrive:
        Re: la legislazione francese ...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... dice che:
        http://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?i


        Quel documento non si sa da chi sia redatto, non
        è una legge e contiene delle perle comese guardi il link vedi che proviene dal governo francese (www.ateliers.adele.gouv.fr), quindi non è di sicuro stato scritto da uno qualsiasi.Poi se hai l'accortezza di andare sul sito indicato noterai che adele è l'ente preposto alla pubblica amministrazione, penso sia paragonabile al nostro CNIPA, ed è quello che studia e stabilisce le regole che le pubbliche amministrazioni devono rispettare.
  • Anonimo scrive:
    il doc non morira' mai !
    contanto le migliaia di copie di office97 che ci sono negli uffici e nelle scuoile, altro che open document!
    • Anonimo scrive:
      Re: il doc non morira' mai !
      amen.torna a studiare ragazzino
    • Anonimo scrive:
      Re: il doc non morira' mai !
      - Scritto da:
      contanto le migliaia di copie di office97 che ci
      sono negli uffici e nelle scuoile, altro che open
      document!veramente è già morto ... ms-office 2007 usa come default un altro formato.
    • Anonimo scrive:
      Re: il doc non morira' mai !
      Contando che openoffice è gratuito e si installa in 3 minuti, direi che il passaggio sarebbe assolutamente indolore, soprattutto in virtù del fatto che ifile di office97 sono aperti alla perfezione dal nuovo openoffice2.Si imposta come default odf così quando si apre il doc questo viene ritrascritto in odf...
    • Anonimo scrive:
      Re: il doc non morira' mai !
      - Scritto da:
      contanto le migliaia di copie di office97 che ci
      sono negli uffici e nelle scuoile, altro che open
      document!Sarei molto curioso di leggere quei file con un editor ascii e spulciarli alla ricerca di qualche informazione nascosta. Sai quante informazioni riservate di un autore ci mette la microsoft dentro i suoi formati proprietari? Te ne puoi rendere conto facilmente. Crea un file con word e salvalo in doc. Poi riaprilo in openoffice e risalvalo in doc. Scoprirai che le dimensioni sono inferiori sebbene tu non abbia cambiato nulla del contenuto. Indovina perché?
    • Anonimo scrive:
      Re: il doc non morira' mai !
      E' già morto.Lo tengono vivo ancora e per inerzia oltre che per inedia i TONTOLONI.
    • mda scrive:
      cosa dici ???
      - Scritto da:
      contando le migliaia di copie di office che ci
      sono negli uffici e nelle scuole, altro che open
      document!1) Il 90% (sono buono) sono copie piratate ! 2) La stra-grande maggioranza sono copie vecchissime.3) Il nuovo (ma anche XP) Ms-Office NON è compatibile al 100% con il vecchissimo office.4) Il formato .doc è limitatissimo, la stessa Microsoft l'abbandona.5) Quelle copie di vecchio Office saranno distrutte dal passaggio alle nuove macchine !Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: cosa dici ???
        - Scritto da: mda

        - Scritto da:

        contando le migliaia di copie di office che ci

        sono negli uffici e nelle scuole, altro che open

        document!

        1) Il 90% (sono buono) sono copie piratate !

        2) La stra-grande maggioranza sono copie
        vecchissime.

        3) Il nuovo (ma anche XP) Ms-Office NON è
        compatibile al 100% con il vecchissimo
        office.

        4) Il formato .doc è limitatissimo, la stessa
        Microsoft
        l'abbandona.

        5) Quelle copie di vecchio Office saranno
        distrutte dal passaggio alle nuove macchine
        !

        Ciao
        purtroppo, che siano copie pirata od originali, almeno all'interno del campo scuola (ed anche uffici provinciali in parte), openoffice avrà molta difficoltà ad emergere (come altri software open) fintanto che ci saranno una marea di insegnati (prof/maestri) che non conosceranno altro che casa MS convinti che se paghi allora è cosa giusta (e se non funziona è colpa del pc o del tecnico)....mooolti di questi insegnanti fossilizzati a queste idee, difficilmente accetteranno l'idea di doversi "studiare" da capo un altro editor di testi o db o altro quando stanno già benissimo con quello che hanno (e già con quel che hanno han difficoltà tra l'altro :) )quando questa generazione di prof (sessantottini?) andranno fuori dalle madonne, ovvero in pensione, e subentrerà una nuova generazione, allora si potranno vedere delle modifiche sostanziali, sempre che questi insegnanti non siano di mente ottusa e poco propensi alle "novità"parlo con congizione di causa, lavorando già da alcuni anni nelle scuole come tecnico informatico, e vi assicuro che prof volenterosi ad imparare, curiosi, o solo interessati a far risparmiare qualche dindino alla provincia, ce ne sono veramente pochi, la maggiorn parte non è minimamente interessata a cambiare.... e guarda caso questi hanno un età avanzata, quasi prossimi alla pensione.... i prof piu giovani sono già di mentalità piu aperta....
  • Anonimo scrive:
    GRANDI!
    Finalmente i paesi europei piu' avanzati stanno capendo quanto e' iportante usare software e formati opensource, non e' piu' un fatto di fighetterai o sentirsi alternativi, ma una grande opportunita' e un fattore di sicurezza e trasparenza ormai fondamentali.Ovviamente noi arriveremo per ultimi anche in questo caso, garantito.
    • Anonimo scrive:
      Re: GRANDI!
      - Scritto da:
      Ovviamente noi arriveremo per ultimi anche in
      questo caso,
      garantito.Ovviamente quanto arriveremo noi gli altri avranno già spolpato l' osso e noi ci dovremmo accottentare di mettere sotto i denti le frattaglie avanzate e pure scotte se non slavate.
    • Anonimo scrive:
      Re: GRANDI!
      - Scritto da:

      Finalmente i paesi europei piu' avanzati stanno
      capendo quanto e' iportante usare software e
      formati opensource, non e' piu' un fatto di
      fighetterai o sentirsi alternativi, ma una grande
      opportunita' e un fattore di sicurezza e
      trasparenza ormai
      fondamentali.no, imho è invece particolarmente pericoloso del momento che annulli di fatto l'iniziativa privata che sta tra l'altro alla base dello sviluppo economico/civile dell'europa civilequesto non esclude il pericolo di monopoli di fatto privati, ma non è certo qualcosa di cui gioirepoi se a spingere verso questa direzione è solo l'odio verso m$ e tutto l'occidente, allora ok, non ho nient'altro da aggiungere

      Ovviamente noi arriveremo per ultimi anche in
      questo caso,
      garantito.boh, forse è meglio così
      • Anonimo scrive:
        Re: GRANDI!
        - Scritto da:
        no, imho è invece particolarmente pericoloso del
        momento che annulli di fatto l'iniziativa privata
        che sta tra l'altro alla base dello sviluppo
        economico/civile dell'europa
        civilee come di grazia un formato aperto a TUTTI può annullare l'iniziativa privata? Semmai è l'esatto contrario. Se poi qualcuno vuole imporre il SUO formato al mondo, questa mossa è evidentemente un beneficio per tutti. E il qualcuno può semplicemente adottare il formato e continuare a competere su altre caratteristiche, come gli altri privati.
        poi se a spingere verso questa direzione è solo
        l'odio verso m$ e tutto l'occidente, allora ok,l'occidente in tutto ciò non c'entra evidentemente una mazza.
        • Anonimo scrive:
          Re: GRANDI!
          - Scritto da:

          poi se a spingere verso questa direzione è solo

          l'odio verso m$ e tutto l'occidente, allora ok,

          l'occidente in tutto ciò non c'entra
          evidentemente una
          mazza.Aggiungo che l'ultima volta che ho guardato l'atlante, la Francia e tutta l'Europa stavano ancora alla voce "occidente"... :)Gli standard aperti non ostacolano lo sviluppo privato... anzi aiutano a incanalare le energie verso linee di progresso, non sprecandole in riscoperte dell'acqua calda (i formati documentali chiusi debbono venir imitati attraverso forme onerose di reverse engineering, solo per fornire ad un cliente un modo per recuperare i PROPRI (non della Microsoft, per es.) dati.
      • mda scrive:
        cosa dici ???
        - Scritto da:

        - Scritto da:



        Finalmente i paesi europei piu' avanzati stanno

        capendo quanto e' iportante usare software e

        formati opensource, non e' piu' un fatto di

        fighetterai o sentirsi alternativi, ma una
        grande

        opportunita' e un fattore di sicurezza e

        trasparenza ormai

        fondamentali.

        no, imho è invece particolarmente pericoloso del
        momento che annulli di fatto l'iniziativa privata
        che sta tra l'altro alla base dello sviluppo
        economico/civile dell'europa
        civileQui non si tratta d'iniziativa privata, ma di Monopolio. Infatti Bill Gtes non è un imprenditore (lo era fin al 1990) ma un MONOPOLISTA !

        questo non esclude il pericolo di monopoli di
        fatto privati, ma non è certo qualcosa di cui
        gioirePerchè no ? Il monopolio è il CANCRO dell'economia e commercio specie se di un paese estero. Infatti è vietatissimo anche dal sistema liberale !

        poi se a spingere verso questa direzione è solo
        l'odio verso m$ e tutto l'occidente, allora ok,
        non ho nient'altro da
        aggiungereSe esiste un odio ti devi domandare il perchè dell'esistenza di questo odio. L'odio non nasce spontaniamente ! Il dubbio è la leva dell'intelligenza.




        Ovviamente noi arriveremo per ultimi anche in

        questo caso,

        garantito.

        boh, forse è meglio così :-oCiao
    • Anonimo scrive:
      Re: GRANDI!
      - Scritto da:

      Finalmente i paesi europei piu' avanzati stanno
      capendo quanto e' iportante usare software e
      formati opensource, non e' piu' un fatto di
      fighetterai o sentirsi alternativi, ma una grande
      opportunita' e un fattore di sicurezza e
      trasparenza ormai
      fondamentali.

      Ovviamente noi arriveremo per ultimi anche in
      questo caso,
      garantito.Io distinugerei il discorso formati aperti, doveroso, da quello del sw opensource, opinabile
    • Anonimo scrive:
      Re: GRANDI!

      Ovviamente noi arriveremo per ultimi anche in
      questo caso, garantito.Per una volta posso dire: tutt'altro!È un decreto legislativo attuativo di legge delega, quindi non so se sia ancora valido o meno:http://www.parlamento.it/parlam/leggi/deleghe/05082dl.htmIn particolare, art.68 comma 2 e 3.Questa invece è una raccomandazione, non una legge:http://www.innovazione.gov.it/ita/normativa/allegati/indagine_os/5_2.shtmlIl punto chiave (5.2.5):* Affinché le PA e i cittadini siano tutelati, è necessario definire opportune norme che rendano obbligatoria la distribuzione delle informazioni attraverso almeno un formato aperto, di cui sia fornita adeguata documentazione (per esempio, schema o DTD nel caso di XML).* Per poter permettere ad una Amministrazione di recuperare il contenuto informativo di un proprio documento, ogni pacchetto in uso presso una PA deve poter esportare/salvare l'intero contenuto informativo del documento almeno in un formato aperto (per esempio, XML). È necessario definire opportune norme che rendano bbligatorioche l'archiviazione di lungo periodo dei documenti, ad uso interno o come interscambio tra Amministrazioni, avvenga almeno in un formato aperto.
      • Anonimo scrive:
        Re: GRANDI!
        e non solo: tutti gli archivi sul sito http://www.normeinrete.it/index.htm sono in xml da anni. Solo che star qui a dire stupidaggini è più facile che informarsi ... quanto al dibattito pro o contro odt, odt è un passo indietro, i formati xml di MS sono migliori e sono in xml, quindi chi se ne frega di tutta l'ideologia. A me serve una roba che funzioni, non altra ideologia.
  • Anonimo scrive:
    Inevitalbile. Era ora!
    Una decisione che sta nella natura delle cose oltre che nell' interesse generale.Anzi, mi chiedevo cosa si aspettasse ad arivare alla decisione di adottare Open Ducument.Presto arriverà questa decisione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Inevitalbile. Era ora!

      Anzi, mi chiedevo cosa si aspettasse ad arivare
      alla decisione di adottare Open
      Ducument.
      Presto arriverà questa decisione.mah, almeno speriamo che questa faccenda dei "documenti" sia piu' comprensibile per i politici di casa nostra, visto che il soft libero lo confondono ancora con la pirateria e la pedofilia.Boh, ma dei corsi di aggiornamento tecnologico per politici ammuffiti, bisognerebbe pur farli, no? Magari, se ha pazienza, da uno come Cortiana, anche se sembra piu' una punizione che un riconoscimento. A proposito, sto Cortiana, fatti vivo, non scomparire cosi', e che cavolo, ci sono tanti modi con internet di mantenere alta l'attenzione su temi importanti e mai cosi' attuali. Su', coraggio 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Inevitalbile. Era ora!
        prima o poi la capiranno. comunque lo spostamento verso i documenti open in italia piano piano c'è, a parte l'ottusità di certi nomi.intanto si iniziano a portare i computer riciclati nelle scuole con le distro linux e tutte le corrispettive linee evolutive, soprattutto riguardo ai formati open. ma qua si parla di elementari e medie. se la cultura dell'opendocument inizia da li ci sono buone speranze.
  • Anonimo scrive:
    ma bravi i francesi
    Persa la battaglia sulll'interoperabilità dei file musicali tentano di rifarsi con i documenti.Probabilmente la vinceranno perchè Microsoft non è potente quanto le majors
    • Anonimo scrive:
      Re: ma bravi i francesi

      Probabilmente la vinceranno perchè Microsoft non
      è potente quanto le
      majorsperche', credi che a micragn non faccia gioco la strategia delle mafie musicali, e credi che non le aiuti in tutti i modi possibili, a cominciare dal prossimo "OS" ?
    • mda scrive:
      cosa dici ???
      - Scritto da:
      Persa la battaglia sulll'interoperabilità dei
      file musicali tentano di rifarsi con i
      documenti.Persa la battaglia ??? E' in Atto !(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

      Probabilmente la vinceranno perchè Microsoft non
      è potente quanto le
      majors

      Questa poi !!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
Chiudi i commenti