VIA Eden, 1,5 GHz e non sentirli

Il gigante dei chip made in Taiwan ha svelato una nuova famiglia di processori x86 a basso consumo capaci di funzionare fino a 1,5 GHz senza la necessità di alcuna ventola di raffreddamento


Taipei (Taiwan) – Sul piccolo ma sempre più fertile mercato dei processori x86 senza ventola (fanless), adatti ad una varietà di sistemi che spaziano dai mini PC ai server blade, per passare attraverso appliance domestiche e di rete, Via ha introdotto una nuova generazione di chip embedded capaci di girare alla velocità di 1,5 GHz con un consumo massimo di 7,5 watt.

Basati sullo stesso core Esther e lo stesso bus V4 dei più “pompati” processori C7 , le nuove versioni di CPU Eden e Eden ULV (Ultra-Low Voltage) si avvalgono per la prima volta di un processo produttivo a 90 nanometri .

Specificamente pensati per thin client, desktop silenziosi, dispositivi di rete e set-top box, la nuova linea di processori Eden è disponibile con velocità di clock che vanno da 400 MHz a 1,2 GHz: il massimo consumo energetico, indicato come Thermal Design Power (TDP), varia dai 2,5 watt del modello meno veloce ai 7 watt del modello top di gamma.

Il processore a bassissimo consumo Eden ULV arriva in due modelli da 1 e 1,5 GHz : il primo ha un TDP di 3,5 watt mentre il secondo di 7,5 watt .

Tutti i processori della famiglia Eden, sia quelli ULV che a voltaggio standard, sono dotati di un compatto package nanoBGA2 da 21 x 21 mm, contengono 128 KB di cache L1 e L2 on-die, hanno un bus di sistema a 400 MHz e supportano le istruzioni estese MMX, SSE2 e SSE3. Come i cugini C7, inoltre, gli Eden integrano la tecnologia di risparmio energetico PowerSaver , che consente alla CPU di passare in un solo ciclo di clock dalla massima velocità del processore a quella minima (400 MHz), del motore crittografico PadLock, e del supporto alla tecnologia No eXecute (NX).

I processori Eden non richiedono alcun sistema di dissipazione del calore di tipo attivo , e per questo sono particolarmente indicati per l’uso in sistemi sottili, da incasso e silenziosi. VIA afferma che i suoi chip sono perfettamente compatibili con tutti i principali sistemi operativi oggi sul mercato.

“La possibilità di garantire una velocità del processore fino a 1,5 GHz ed allo stesso tempo consumi così bassi è un significativo passo avanti per il mercato x86”, ha affermato Richard Brown, vice president of Corporate Marketing di VIA Technologies. “Con questi livelli di performance ed efficienza energetica senza precedenti, il nuovo processore VIA Eden sembra pronto ad estendere la nostra leadership in mercati come quello dei thin client, dove dispositivi x86 sempre più “intelligenti” ed eleganti richiedono ancora più potenza ma allo stesso tempo basse temperature”.

Sebbene sul mercato dei processori x86 VIA detenga una quota minuscola se paragonata a quella di Intel e AMD, il chipmaker taiwanese si sta facendo sempre più largo in segmenti come quello dei thin client aziendali e dei PC ultracompatti : quest’ultimo, in particolare, sembra destinato a decollare grazie al crescente successo dei media center e dei computer “alla Mac mini”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma ki lo usa
    pensate che il manuale di una vecchia versione di word perfetc per mac era stato convertito in pdf attraverso word...la tristezza e ke lo si leggeva nelle info da acrobat reader....prodotto da Word con Distiller....senzaparole
  • Anonimo scrive:
    oggi ho dovuto comprare MsOffice
    qualcosa dentro di me diceva NO NO NO,ma l'idea di utilizzare OpenOffice nel nostro piccolo ufficio si è rivelata fallimentare, l'installazione della versione 2.0 non ha convinto i miei soci della bontà della scelta Open.. come dargli torto: forse qualche patch avrebbe migliorato le cose, ma la nuova release si è rivelata difettosissima specialmente nel'importazione di file provenienti da msoffice... sta infatti qui il vero snodo problematico, che ci ha afflitto anche nelle versioni precedenti: moltissimi piccoli difetti che aggiungono al lavoro lungaggini e problemi nell'aggiustamento delle formattazioni di file provenienti (o da esportare verso) dalla piattaforma microsoft (la totalità dei nostri clienti ci lavora)
    • VITRIOL scrive:
      Re: oggi ho dovuto comprare MsOffice

      moltissimi piccoli difetti
      che aggiungono al lavoro lungaggini e problemi
      nell'aggiustamento delle formattazioni di file
      provenienti (o da esportare verso) dalla
      piattaforma microsoft (la totalità dei nostri
      clienti ci lavora)Fino a quando Microsoft non aprirà i suoi formati di documento, questo sarà inevitabile.La prossima versione di Office salverà di default in formato OpenXML e, anche se non sarà direttamente compatibile con OpenDocument, sarà un formato aperto e standardizzato.Quindi questa difficoltà è desinata a cadere. Suite alternative potranno supportare ufficialmente il nuovo formato, a tutto vantaggio degli utenti.Io credo che se non ci fosse stato OpenOffice, la Microsoft non avrebbe mai intrapreso questo passo.SalutiVITRIOL
  • Madder scrive:
    Una domanda per la corel
    La suite proposta viaggia solo su Windows, dove il dominio di MS Office è praticamente incontrastato. Perchè non provare a dare una compilata alla suite anche per OSX e le distro principali di linux/BSD (nel senso, magari non dare in giro il source, ma almeno il binario). Secondo me, lo sforzo per poter lavorare anche su altri sistemi operativi permetterebbe a Corel di entrare in un mercato dove probabilmente ha più chances di riuscire. È un discorso che vale anche per altri software "minori". MadderPS tra l'altro, se non ricordo male, Corel aveva provato a proporre una sua distro a suo tempo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda per la corel
      - Scritto da: Madder
      La suite proposta viaggia solo su Windows, dove
      il dominio di MS Office è praticamente
      incontrastato.

      Perchè non provare a dare una compilata alla
      suite anche per OSX e le distro principali di
      linux/BSD (nel senso, magari non dare in giro il
      source, ma almeno il binario).

      Secondo me, lo sforzo per poter lavorare anche su
      altri sistemi operativi permetterebbe a Corel di
      entrare in un mercato dove probabilmente ha più
      chances di riuscire.

      È un discorso che vale anche per altri software
      "minori".

      Madder

      PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel aveva
      provato a proporre una sua distro a suo tempo.Ci hanno già provato ed un po' e fallivano... alla fine li ha salvati MS.
      • LaNberto scrive:
        Re: Una domanda per la corel
        al di là delle indubbie difficltà, non sarebbe male poter mettere di nuovo le mani su WordPerfect, senza tanti aggeggi inutili intorno.Era veramente un bel programma di videoscrittura che ho usato su due o tre piattaforme diverse. Mi piacerebbe vderlo su macOSX dove, per altro esistono diversi programmi di WP (a differenza di windows).Corel Draw no, non ha chances, non ne ha mai avute.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda per la corel
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Madder

        La suite proposta viaggia solo su Windows, dove

        il dominio di MS Office è praticamente

        incontrastato.



        Perchè non provare a dare una compilata alla

        suite anche per OSX e le distro principali di

        linux/BSD (nel senso, magari non dare in giro il

        source, ma almeno il binario).



        Secondo me, lo sforzo per poter lavorare anche
        su

        altri sistemi operativi permetterebbe a Corel di

        entrare in un mercato dove probabilmente ha più

        chances di riuscire.



        È un discorso che vale anche per altri software

        "minori".



        Madder



        PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel aveva

        provato a proporre una sua distro a suo tempo.


        Ci hanno già provato ed un po' e fallivano...
        alla fine li ha salvati MS.Non esattamente. Microsoft ha acquistato la maggioranza di Corel da parecchio tempo. L'unico scopo e' stato quello di far chiudere la linea di prodotti per linux (che giravano con wine) e di affossare ancora di piu' la posizione di Corel.Prova a cercare sulla rete: CorelPHOTOPAINT9Lnx.tar.gzoppure CorelPHOTOPAINT9LnxDEB.tar.gze poi ci racconti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda per la corel
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Madder


          La suite proposta viaggia solo su Windows,
          dove


          il dominio di MS Office è praticamente


          incontrastato.





          Perchè non provare a dare una compilata alla


          suite anche per OSX e le distro principali di


          linux/BSD (nel senso, magari non dare in giro
          il


          source, ma almeno il binario).





          Secondo me, lo sforzo per poter lavorare anche

          su


          altri sistemi operativi permetterebbe a Corel
          di


          entrare in un mercato dove probabilmente ha
          più


          chances di riuscire.





          È un discorso che vale anche per altri
          software


          "minori".





          Madder





          PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel
          aveva


          provato a proporre una sua distro a suo tempo.





          Ci hanno già provato ed un po' e fallivano...

          alla fine li ha salvati MS.


          Non esattamente. Microsoft ha acquistato la
          maggioranza di Corel da parecchio tempo. L'unico
          scopo e' stato quello di far chiudere la linea di
          prodotti per linux (che giravano con wine) e di
          affossare ancora di piu' la posizione di Corel.
          Prova a cercare sulla rete:
          CorelPHOTOPAINT9Lnx.tar.gz
          oppure
          CorelPHOTOPAINT9LnxDEB.tar.gz
          e poi ci racconti.beh se corel avesse goduto di ottima salute, non avrebbe certo venduto tutte quelle azione a MS, evidentemente il tentativo di passare al pinguino l'ha dissanguatanel bene o nel male bill ha salvato corel
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda per la corel
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Madder



            La suite proposta viaggia solo su Windows,

            dove



            il dominio di MS Office è praticamente



            incontrastato.







            Perchè non provare a dare una compilata alla



            suite anche per OSX e le distro principali
            di



            linux/BSD (nel senso, magari non dare in
            giro

            il



            source, ma almeno il binario).







            Secondo me, lo sforzo per poter lavorare
            anche


            su



            altri sistemi operativi permetterebbe a
            Corel

            di



            entrare in un mercato dove probabilmente ha

            più



            chances di riuscire.







            È un discorso che vale anche per altri

            software



            "minori".







            Madder







            PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel

            aveva



            provato a proporre una sua distro a suo
            tempo.








            Ci hanno già provato ed un po' e fallivano...


            alla fine li ha salvati MS.





            Non esattamente. Microsoft ha acquistato la

            maggioranza di Corel da parecchio tempo. L'unico

            scopo e' stato quello di far chiudere la linea
            di

            prodotti per linux (che giravano con wine) e di

            affossare ancora di piu' la posizione di Corel.

            Prova a cercare sulla rete:

            CorelPHOTOPAINT9Lnx.tar.gz

            oppure

            CorelPHOTOPAINT9LnxDEB.tar.gz

            e poi ci racconti.

            beh se corel avesse goduto di ottima salute, non
            avrebbe certo venduto tutte quelle azione a MS,
            evidentemente il tentativo di passare al pinguino
            l'ha dissanguata

            nel bene o nel male bill ha salvato corelPassare a cosa?E poi la distro di Corel esiste ancora, anche se non è più Corel a svilupparla.E' XANDROS
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda per la corel




            beh se corel avesse goduto di ottima salute, non

            avrebbe certo venduto tutte quelle azione a MS,

            evidentemente il tentativo di passare al
            pinguino

            l'ha dissanguata



            nel bene o nel male bill ha salvato corel

            Passare a cosa?
            E poi la distro di Corel esiste ancora, anche se
            non è più Corel a svilupparla.
            E' XANDROSCorel ha dovuto dismettere tutto il settore linux perchè non era produttivo. Xandros è un'altra compagnia che ha rilevato il know-how ma con Corel non c'entra nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda per la corel
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Madder



            La suite proposta viaggia solo su Windows,

            dove



            il dominio di MS Office è praticamente



            incontrastato.







            Perchè non provare a dare una compilata alla



            suite anche per OSX e le distro principali
            di



            linux/BSD (nel senso, magari non dare in
            giro

            il



            source, ma almeno il binario).







            Secondo me, lo sforzo per poter lavorare
            anche


            su



            altri sistemi operativi permetterebbe a
            Corel

            di



            entrare in un mercato dove probabilmente ha

            più



            chances di riuscire.







            È un discorso che vale anche per altri

            software



            "minori".







            Madder







            PS tra l'altro, se non ricordo male, Corel

            aveva



            provato a proporre una sua distro a suo
            tempo.








            Ci hanno già provato ed un po' e fallivano...


            alla fine li ha salvati MS.





            Non esattamente. Microsoft ha acquistato la

            maggioranza di Corel da parecchio tempo. L'unico

            scopo e' stato quello di far chiudere la linea
            di

            prodotti per linux (che giravano con wine) e di

            affossare ancora di piu' la posizione di Corel.

            Prova a cercare sulla rete:

            CorelPHOTOPAINT9Lnx.tar.gz

            oppure

            CorelPHOTOPAINT9LnxDEB.tar.gz

            e poi ci racconti.

            beh se corel avesse goduto di ottima salute, non
            avrebbe certo venduto tutte quelle azione a MS,
            evidentemente il tentativo di passare al pinguino
            l'ha dissanguata

            nel bene o nel male bill ha salvato corelMicrosoft ha piu soldi di Corel (prima e adesso), quindi Microsoft compra Corel e la parcheggia...FINE
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda per la corel
            - Scritto da: Anonimo

            Microsoft ha piu soldi di Corel (prima e adesso),
            quindi Microsoft compra Corel e la parcheggia...
            FINEPer comprare ci deve essere qualcuno che vende. Microsoft compra perché gli altri vendono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda per la corel
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            Microsoft ha piu soldi di Corel (prima e
            adesso),

            quindi Microsoft compra Corel e la parcheggia...

            FINE

            Per comprare ci deve essere qualcuno che vende.
            Microsoft compra perché gli altri vendono.Microsoft e' piu potente di Corel perche ha piu' brevetti dalla sua parte, piu' avvocati e piu' agganci politici. Quindi Microsoft fa offerte che "non si possono rifiutare"FINE
          • pippo75 scrive:
            Re: Una domanda per la corel


            Microsoft e' piu potente di Corel perche ha piu'
            brevetti dalla sua parte, piu' avvocati e piu'
            agganci politici. Quindi Microsoft fa offerte che
            "non si possono rifiutare"
            FINEma questo corel per linux (sia os che wordperfect) quanto aveva venduto.Se non vendi..... nisba.Secondo me molto dipende da come andra' nero per linux, se questo dovesse vendere (anche in versione oem), credo che altri si metteranno nel mercato linux.Escluso la distro, in quanti hanno comprato programmi dekstop per distro linux (non conoscendoli non posso fare esempi ).
  • Anonimo scrive:
    sigle senza motivo
    ah ah ah stevejobs con i suoi imovie imac iqui ila...ah ah ah gates con i suoi mydoc myphoto mybitch...aha ah ora pure wiliam shanter con corel x3....ma perche' non BASTA SCRIVERE 1.2 1.3 1.4 SEMPLICE NO?
    • Anonimo scrive:
      Re: sigle senza motivo
      X3 = 13
      • ElfQrin scrive:
        Re: sigle senza motivo
        - Scritto da: Anonimo
        X3 = 13e probabilmente il motivo sta proprio nella tridescafobia, cioè la convinzione che il numero 13 "porti male", più forte nei paesi anglosassoni che da noi in Italia, dove è più temuto il 17.
        • Anonimo scrive:
          Re: sigle senza motivo
          - Scritto da: ElfQrin
          - Scritto da: Anonimo

          X3 = 13

          e probabilmente il motivo sta proprio nella
          tridescafobia, cioè la convinzione che il numero
          13 "porti male", più forte nei paesi anglosassoni
          che da noi in Italia, dove è più temuto il 17.17=XVII anagramma di VIXI, cioè sono morto
          • Anonimo scrive:
            Re: sigle senza motivo
            - Scritto da: Anonimo
            17=XVII anagramma di VIXI, cioè sono mortoSì, VIXI -
            vissuto -
            sono mortoMentre 13 è riferito ai commensali dell'ultima cena, dopo la quale Gesù fu tradito.
          • Anonimo scrive:
            5 --
  • Anonimo scrive:
    Vedo e stravedo.....
    Tra non molto scometto uscirà anche "Corel Painth Shop Pro X3" , eppure mi ricorda qualcosa .... gilette sensor , mach.......3 come quello delle lamette da barba ! :D (rotfl)(rotfl)
Chiudi i commenti