Via svela il primo chip a 0,13 micron

Il chipmaker taiwanese arriva prima sugli 0,13 micron e toglie i veli al primo chip x86 prodotto con questa nuova tecnologia. Mostrato anche il primo chipset DDR per Pentium 4, un prodotto già maturo ma orfano di licenza


Taipei (Taiwan) – Alla mostra taiwanese Computex 2001 Via era un po ‘ la fuoriclasse di casa, un gigante dei chip che, come la sua buona amica AMD, ha saputo sfruttare alcune incertezze commesse da Intel negli scorsi due anni per imporsi sul mercato dei chipset.

A Taipei, Via ha svelato due interessanti novità: il primo chipset DDR per Pentium 4 ed il primo chip x86 a 0,13 micron.

Via, a differenza delle sue concorrenti SiS e ALi non ha ottenuto ancora la licenza di produzione da Intel, tuttavia è la prima a mostrare un chipset DDR per il P4.

Il prodotto, chiamato P4X266, dovrebbe uscire sul mercato in agosto ed anticipare dunque di un paio di mesi l’i845, il chipset SDRAM per P4 svelato da Intel proprio pochi giorni fa .

Durante la manifestazione, Via ha mostrato alcuni benchmark comparando il chipset i850 di Intel (e memorie RDRAM) con il suo P4X266 (e memorie DDR): il test in cui l’X266 ha mostrato una certa superiorità rispetto al suo avversario è stato il 3D Mark 2001, dove ha sopravanzato la soluzione di Intel di circa l’8%.

Al di là di prestazioni e tecnologia, ciò che rende più interessante questo chipset è il giallo che da qualche mese lo attornia: Via, come si è detto, non ha infatti ancora ottenuto la licenza da Intel per utilizzare il bus a 400 MHz del P4, e pare non sia neppure intenzionata a chiederla.

Secondo il marketing manager di Via, Frank Jeng, con l’acquisizione di S3 l’azienda avrebbe già tutti i permessi necessari per produrre chipset per la nuova piattaforma di Intel. Dello stesso avviso non sembrano però alcuni ex dirigenti di S3, i quali sostengono che la loro vecchia società avrebbe in realtà acquisito da Intel licenze che non riguardano affatto il P4.

Da non dimenticare che Via si era già trovata ai ferri corti con Intel proprio per una vecchia questione di licenze, risoltasi poi fuori dal tribunale con un accomodamento.

Intel non ha ancora rilasciato dichiarazioni in merito, limitandosi a constatare che Via ha ancora delle cause pendenti con Intel. Secondo alcuni osservatori, Intel potrebbe non voler rischiare di portare in tribunale il suo brevetto – non si sa mai che gli sfugga di mano… – ed inoltre questa situazione potrebbe farle comodo visto che, nel rispetto dei suoi accordi con Rambus, non può ancora produrre chipset DDR. Certo ci sono SiS e ALi, ma i loro chipset potrebbero uscire molto più avanti e di certo non possono contare sulla forza di mercato di Via.

Oltre a questo chipset, Via ha poi tolto i veli al primo processore x86 a 0,13 micron e ad un nuovo chip mobile da 800 MHz.


Nei piani di Via già da molti mesi Ezra, la nuova famiglia di chip a 0,13 micron che si sostituirà agli attuali processori C3, è stata finalmente mostrata alla stampa.

Ezra adotta un nuovo core, conosciuto come C5C, che si avvale del processo produttivo a 0,13 micron di TSMC ed è equipaggiato con una cache L2 da 128 KB ed una cache L1 da 64 KB. Il chip è compatibile con il Socket 370 e supporta le estensioni SSE di Intel.

Questa famiglia di CPU dovrebbe spingersi poco oltre il GHz per poi lasciare il passo, verso la fine dell’anno o gli inizi del 2002, a chip in grado di oltrepassare gli 1,2 GHz: questi processori, basati sul futuro core C5X, potranno contare su un quantitativo di cache doppio rispetto a Ezra.

Via ha poi introdotto sul mercato un modello di processore C3 dedicato al mercato dei notebook di fascia bassa. La nuova CPU a basso consumo si avvale dell’attuale processo di produzione a 0,15 micron ed ha una frequenza di clock di 800 MHz con supporto per bus a 100 e 133 MHz.

Il chip può contare su di una cache L1 da 128 KB e una cache L2 da 64 KB, più il supporto verso MMX e 3DNow!. Via ha poi integrato, in alcuni modelli del chip, la tecnologia LongHaul per la gestione dei consumi: come la SpeedStep di Intel e la PowerNow! di AMD, anche la tecnologia LongHaul è capace di ridurre dinamicamente il voltaggio del processore e la frequenza di clock per massimizzare la durata della batteria.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    WinMx RuLeZZ
    raga usate WinMx rulezza di brutto io trovo tutto quello che cerco e a valanga il programma Freeware lo trovate sul sito www.winmx.com .E buttate nel cesso il Napster che non vale più una ceppa ..e in culo alle MajorZ
  • Anonimo scrive:
    UNA SOLA PAROLA SI SENTI' URLARE DALLA RETE
    ANDATEAFFANCULOqualsiasi commento a ciò che ho espresso fatelo purenotte
  • Anonimo scrive:
    Re: Info&Diritti/2
    Guarda, io parlo per me.Quello che ti dico, se per caso suona come uno slogan, deriva dalla mia scarsa proprietà di linguaggio, forse anche io inglobato nella cultura televisiva in cui sono cresciuto. Scusami, per questo.Per il resto ho suonato, ho disegnato, ho fatto grafica, ho mixato, sono andato a concerti, ho visto, ho sentito, ho letto, ho assistito: ho vissuto di ciò di cui ti parlo.Detto questo, il mondo di cui parli, qualsiasi cifra e qualsiasi evento: è questo che critico.E' proprio il fatto che qualunque ragionamento venga fatto in questo come unico modo possibile.Non ci sono produzioni, non ci sono case discografiche, non ci sono promozioni che non faccio io o i miei fan, non ci sono pubblicità miliardarie e mazzette, regali e puttane, non ci sono intermediari nell'arte di cui ti parlo.E' questo ciò di cui ti parlo.Se cresci l'Italia a Ruota della Fortuna e Studio Aperto, nessuno capirà più niente.Se cresci la gente facendogli credere che gli 883 sono fighissimi, penseranno davvero che gli YES fanno solo "roba strana, non la capisco".Nessuno arriverà più in la di "la musica dei Levis... sai quella ... non so di chi sia... boh".Ecco.Vorresti essere quel "non so di chi sia"?Forse per i diritti che si becca si, certo...Ma per il resto?Certo, se pensi a guadagnarti la pagnotta in un modo accettabile... per carità. Ma credo che questo contribuisca a far andare avanti tutta questa baracca di percentuali, di siae, di gente in mezzo.Io suono, tu paghi, entri, mi ascolti.Gli altri non dovrebbero servire.Io cucino, tu passi al ristorante, mangi, paghi.Al massimo della promozione trovi scritto sull'elenco telefonico "ristorante".Su internet mi trovi sotto l'elenco "musicisti".in totale amicizia ti dico quello che penso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Info&Diritti/2
    un botta e risposta tra le righe, eccomi.- Scritto da: Piccolo Guccio
    Grazie a tutti per la civiltà e la pacatezza
    con cui hanno espresso lo loro idee, non è
    cosa da poco, ve lo garantisco.sono d'accordo.[+cut]Qui si fa un po' difficile dire tutto...Ci provo.
    Quanto a chi diceva che con i concerti si
    recupera il "costo" delle prove, dei
    tentativi, bè questo è sicuramente vero per
    mee credo che questo già abbia il 90% dell'importanza.Come cercherò di dire sotto, è il meccanismo perverso che si è generato con il tempo, con il mercato, che ti spinge a fare il confronto... ma in fondo sei un artigiano, un creatore della tua arte ... e se la vuoi vendere... beh, sei anche un mercante.Altrimenti non ti importa di venderla.Se invece ti importa, fallo nel modo più giusto e umano... credo che sia giusto, coerente con l'umanità e la sua storia.
    meno per la casa discografica che non ha
    nessun controllo e nessun provento dai miei
    concerti.e quindi, lasciala perdere! sii la tua casa discografica. Certo, se non ne hai voglia... beh.Io preferisco fare promozione. Funziona sempre.Se il gruppo funziona, non ci sono problemi.C'è comunque gente che vive senza registrare e senza fare dischi, di musica. Viaggia per tutto il mondo e fa grande musica, sa suonare.
    Senza contare che i miei concerti
    hanno un benefico ritorno dalla promozione
    che la mia casa discografica mi fa.Cosa che avresti potuto fare tu stesso, diminuendo nel contempo il prezzo dei tuoi CD (se ne fai). Sai bene infatti che il prezzo, per guadagnarci, con packaging e tutto, è attorno alle 15mila.
    Insomma
    ai nostri concerti fino a qualche anno fa
    c'erano parenti, amici, passanti e qualche
    curioso.Anche ai concerti degli U2 di Boy. Corriere intere! :-)Comunque a parte questo, lascia perdere la promozione con i parenti.Gli amici, se la musica non gli piace, non fanno promozione. Dopo il 2O passaparola, se la musica non piace, sei scomparso.Quindi... se piace, è il miglior modo.
    E continua a essere così per molti
    amici che suonano benissimo, che sono sulla
    piazza da anni e sono ben conosciuti ma
    devono comunque tenersi un altro lavoro e
    considerare il tutto un hobby.In tutto questo c'è di mezzo anche il genere e in questo ancora di più c'entra la cultura.Se ad un certo punto la tendenza a cui ci ha portato li marketing è stata quella di fare soldi a qualsiasi costo e non di produrre buona musica (questa sarebbe stata concorrenza!), la gente ascolterebbe altra roba. Non accetterebbe un playback. Non accetterebbe una canzone che dice "oooh - goodbye - na na na" in tutto il suo testo.Sarebbe ben diverso.Deriderebbe qualsiasi cosa del genere. Si tratta di educare la gente. Se la gente è educata a mangiare merda, la mangia - come prima cosa - e ne vuole ancora, sempre di peggiore e se gli dai qualcosa di buono storcono il naso.
    Per carità, che nessuno mi taccia ora di
    essere un cane scodinzolante davanti
    all'osso che mi porge il padrone (la casa
    discografica) semplicemente ho gli occhi per
    vedere che - per come stanno le cose ora -
    senza avremmo avuto una vita ben peggiore.Purtroppo, pur non spingendomi agli eccessi di accusarti ingiustamente in maniera estremistica, devo ammettere che nella vera ricerca della giustizia ... beh, si fa fatica, si rischia, si va avanti anche senza guadagnare.Altrimenti non puoi parlare di arte. Puoi parlare di produzione, come una fabbrica di preservativi o di candele. (ovvio, puoi parlare di quello che vuoi! basta che tu sia iscritto all'ordine dei giorn ... opz! scusa, sono fuori tema!)
    Diciamo che so cos'è la gratitudine a
    differenza di molti miei colleghi che
    sparano a zero nonostante si prendano il 10%
    del prezzo del cd e pretendano minimi
    garantiti altissimi...Credo che i tuoi colleghi invece, si trovino in un mondo in cui devi combattere le regole sbagliate, ma rispettarle. Perciò io non penso che sputino nel piatto in cui mangino. Oppure si, perché devono comunque mangiare... ma possono sputare finché vogliono.Anzi, dovrebbero dire "quello che mangio - perché DEVO mangiare - FA SCHIFO! Ho diritto a mangiare CAVIALE E SALMONE!"In pratica... se le regole dicono che esiste un diritto d'autore, una casa discografica, un produttore, un'editore musicale e che la stampa del MIO testo è "gentilmente concessa" da parte di qualcuno diverso da me... beh, va bene, chiniamo il capo e guadagnamoci la pagnotta... ma protestiamo, crispio santo! Facciamo qualcosa per poter essere felici, orgogliosi, onesti, produttivi, artisti, ascoltatori, fieri e giusti.Non eroi ... uomini, in tutto.Te ne parlo in questo modo, perché qui ho un po' più cuore... ma in tutti campi dello scire umano siamo messi così, in tutti i campi dell'essere in generale.Mi sta bene che si possa vendere tutto... ma non che ci guadagnino solo pochi, figli, amici, parenti o conoscenti di altri pochi... ecc ecc ecc....Cypz
  • Anonimo scrive:
    RISONANZA
    Conosco un fottio di gente che ha comprato il pc solo perché esistevano masterizzatori e napster.Conosco poi un miliardaio-e-mezzo di persone che passeranno a linux perché non hanno alcun altro scopo di tenere un pc con winzox che non funziona e che è il braccio informatico dei danarosi.Napster ha ripercussioni infinite su un bel po' di soldoni, cari amici.Napster e il resto dei network simili.:-)Grande Shawn, grazie.Spero che tu ti sia preso la tua gloria.CIAO!
  • Anonimo scrive:
    Musica come porno funziona
    Accesso con password a normali siti e il download fatto con getright e simili.Senza problemi, senza sapere se la musica c'è o non c'è: ci deve essere; ti collegi alla tal casa di distribuzione e scarichi.Ti colleghi alla Emi, alla Polygram, alla SOnymusic ... a quello che ti serve.Hai il tuo nome utente/password, scarichi il tuo Mp3 ALLA QUALITA' CHE PREFERISCI (se non lo hanno già codificato lo prenoti per il giorno dopo) e hai pieno diritto a masterizzartelo finché KAZZO VUOI.Ti mandano un bel certificato a casa che puoi farlo e ogni tanto ti mandano un resoconto.Basta.Secondo me farebbero i milardi loro e noi saremmo felici e ancora felici.Ovviamente si continuerebbe con il file sharing illegale, ma giuro che io se non trovo dopo 30 minuti un pezzo e LO VOGLIO, -nomeutente-password-1 dollaro? perfetto! - CLICK - DOWNLAOD.10 minuti di getright - finito.Arrivederci e grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Musica come porno funziona

      Ti colleghi alla Emi, alla Polygram, alla
      SOnymusic ... a quello che ti serve.
      Hai il tuo nome utente/password, scarichi il
      tuo Mp3 ALLA QUALITA' CHE PREFERISCI (se non
      lo hanno già codificato lo prenoti per il
      giorno dopo) e hai pieno diritto a
      masterizzartelo finché KAZZO VUOI.
      Ti mandano un bel certificato a casa che
      puoi farlo e ogni tanto ti mandano un
      resoconto.e non rimpiangeresti nemmeno un po' il bel cd con copertina e libertto ben stampati, magari un bel disegno pure sul cd stesso...?già con il passaggio da vinile a cd si è perso molto in quanto a cura dei dettagli nel package (ok, ci sono anche i cd cartonati, ma se permettete non è la stessa cosa), qusto passo sarebbe la mazzata definitiva...preferisci un bel libro stampato su buona carta e con una copertina disegnata da qualche bravo autore, oppure un plico di fotocopie ?
      • Anonimo scrive:
        ragionevole dubbio

        rek scrive:
        e non rimpiangeresti nemmeno un po' il bel
        cd con copertina e libertto ben stampati,
        magari un bel disegno pure sul cd stesso...?No, questo no.Mi sono accorto che la musica la apprezzo nella notte, al buio, in treno con il walkman, in giro guradando il mondo... la musica passa per l'udito, non per la vista. La musica si sente.Se vuoi pensa che sono un antico, ma quando io suono, ascolto, e quando vado ad un concerto, tranne una volta (volevo vedere se quei quattro cosetti erano veramente gli U2) , mi metto dove si SENTE bene, non dove si vede.Ho scoperto dei bellissimi dischi DOPO averli sentiti masterizzati. La copertina mi avrebbe allontanato. Una scrittina nera su un quadrato bianco "Simon & Garfunkel Live in central Park" senza la stampa pessima dell'originale ... mi ha attizzato ... era ottimo, come se fosse stato registrato oggi. Eppure era vecchiotto!
        già con il passaggio da vinile a cd si è
        perso molto in quanto a cura dei dettagli
        nel package (ok, ci sono anche i cd
        cartonati, ma se permettete non è la stessa
        cosa), qusto passo sarebbe la mazzata
        definitiva...Vero. Ma il package mi importa poco, se ascolto la musica. A dirtela tutta, se voglio, mi faccio un pakage come dico io, fatto con le mie mani... ancora più personale e sentito. E altrimenti carta buona, stampante buona et-voilà. Non costa più molto.
        preferisci un bel libro stampato su buona
        carta e con una copertina disegnata da
        qualche bravo autore, oppure un plico di
        fotocopie ?Ah, qui ti posso dare ragione. In quanto illustratore comprendo questo sentimento ... io vorrei una ottima stampa adeguata... Ma ci sono i *MA*.Se me lo dai in PDF con buona qualità grafica ... allora posso tentennare.Anche perché lo posso trattare come voglio e non temo che mi sgualciscano le pagine se lo presto.Certo, se non è un PDF del menga, protetto. In quel caso nono lo voglio nemmeno.
        • Anonimo scrive:
          Re: ragionevole dubbio


          e non rimpiangeresti nemmeno un po' il bel

          cd con copertina e libertto ben stampati,

          magari un bel disegno pure sul cd
          stesso...?

          No, questo no.
          Mi sono accorto che la musica la apprezzo
          nella notte, al buio, in treno con il
          walkman, in giro guradando il mondo[cut]capisco quello che vuoi dire, e sono assolutamente d'accordo sul fatto che l'importante è il contenuto e le sensazioni che ti da (ci mancherebbe altro), ma volevo sottolineare anche l'importanza di tutto quello che sta attorno...non so sei hai presente quell'album degli Emerson Lake & Palmer con in copertina un'illustrazione i HR Giger e con la confezione costruita in quel modo un po' particolare?bè, io non riuscirei ad immaginarmelo in altro modo...è un po' una cosa da feticisti, lo ammetto ^__^ma secondo me la confezione ha la sua importanza, se non altro per una questione di collezionismo...ovvio che, anche se le Spice Girls facessero un album con la copertina più curata del mondo non mi sognerei mai di acquistarlo. allo stesso modo, se i Dream Theater facessero uscire un album con la copertina orrenda, lo comprerei lo stesso...
          • Anonimo scrive:
            ci siamo quasi :-)
            - Scritto da: Rek


            e non rimpiangeresti nemmeno un po' il
            bel
            [cut]
            capisco quello che vuoi dire, e sono
            assolutamente d'accordo sul fatto che
            l'importante è il contenuto e le sensazioni
            che ti da (ci mancherebbe altro), ma volevo
            sottolineare anche l'importanza di tutto
            quello che sta attorno...si, parecchi la pensano così.
            non so sei hai presente quell'album degli
            Emerson Lake & Palmer con in copertina
            un'illustrazione i HR Giger e con la
            confezione costruita in quel modo un po'
            particolare?
            bè, io non riuscirei ad immaginarmelo in
            altro modo...certo se avessi tanti soldini e potessi permettermi una promozione cazzuta come quella anche io contatterei Giger... ma arte per arte... li metto su Vitaminic e sono felice lo stesso...e magari gli metto un link al sito di Giger o (se esiste) di Senkyevitz! :-)capisco ... ma non mi spinge ad amare il packaging (ma sul finale dopo... ci siamo capiti - vedi sotto)
            è un po' una cosa da feticisti, lo ammetto
            ^__^
            ma secondo me la confezione ha la sua
            importanza, se non altro per una questione
            di collezionismo...ah beh, qui non ci piove.Se ti piace ti piace!;-)
            ovvio che, anche se le Spice Girls facessero
            un album con la copertina più curata del
            mondo non mi sognerei mai di acquistarlo.Vedo scritto Spice Girls, non so cosa sia.
            allo stesso modo, se i Dream Theater
            facessero uscire un album con la copertina
            orrenda, lo comprerei lo stesso...Esatto al 100%!E invece il doppio live con il superpackaging alla Pink Floyd... dove LaBrie stona a non finire... io non me lo sono cagato assolutamente.Direi che siamo abbastanza d'accordo.Solo che ... non siamo del tutto d'accordo!;-))Buon ascolto!
  • Anonimo scrive:
    PF illuminatemi
    Non uso Napster, ma mi è ben chiaro come funziona il sistema di file sharing. Quello che non capisco ora è il nuovo concetto che le majors hanno dato a Napster. Bisogna pagare per collegarsi, mettere a disposizione e quindi distribuire i file per conto delle majors?
  • Anonimo scrive:
    Ho incontrato File Sharing, sta bene e vi saluta!
    Ho 11 gb di mp3 scaricati, dei quali solo i primi 5 in circa 7/8 mesi di napster e gli altri in 5/6 mesi di programmi "alternativi"... Ultimamente la qualità media degli mp3 è aumentata notevolmente. I client che uso ora mi permettono di scambiare non solo mp3... Napster non va più? Ah si? e allora? hanno venduto l'open source? non me ne sono accorto. Secondo me napster non ci ha tradito... ha fatto il suo tempo, ha fatto le sue battaglie... a mio parere le ha vinte tutte, perchè anzichè pagare multe alle case discografiche, finirà col prendere soldi da loro... (e non è poco, come presa in giro, eh). File Sharing morto? A me pare tutto il contrario... penso che non abbia MAI goduto di cotanta salute... pensate che ha voglia anche di scherzare: mi ha detto di salutarGli MAX!!! :P
  • Anonimo scrive:
    amato e odiato Napster
    C'è chi ne ha parlato bene, chi ne ha parlato male, comunque era uno "strumento" conosciuto.Il mega-sistemone ora non c'è più (almeno come servizio gratuitoù) e piano piano moriranno anche tutti gli altri, nati sulla sua stessa base.Ma non sarà solo lo scambio di musica a morire su Internet. E' cominciata con Napster, ora di mira ci sono gli sms, poi verrà qualcos'altro.Quello che c'è da chiedersi è: quali servizi (al di fuori di quelli puramente informativi)resteranno "free" nella rete?Addio Napster, compagno di lunghe serate tra chat e canzoni...
  • Anonimo scrive:
    INFORMAZIONE E DIRITTI...
    Il diritto è anche di chi produce e di chi lavora, se io come artista non prendo nulla mi tocca a cercarmi un lavoro serio (e sarebbe ora secondo alcuni ;-)) e a quei pochi cui piace la mia musica... bè dovranno canticchiarsela da soli.Ah, quasi dimenticavo, come tutti i prodotti un cd costa naturalmente meno del prezzo di vendita al pubblico (queste cose le sapeva anche marx) ma 720 lire è solo il prezzo del pezzetto di plastica, comincia a metterci dentro le spese di registrazione (sala prove, incisione, il tempo perso a cercare l'accordo giusto, i panini e i caffè delle pause) del libretto (o ti accontenti di una pagina malfotocopiata?) delle spese di promozione (non crederai mica che le radio, quelle grosse, non si facciano pagare, vero?) e via così...Ah già, aggiungi pure 20% di IVA, 4% di Siae e un 30/35% di ricarico del negoziante e il prezzo è servito...Quando ci autoproducevamo, senza ricarico del negoziante e senza promozione riuscivamo a vendere i cd a circa 20.000, e ci guadagnavamo giusto un po' per coprire gli eventuali invenduti...In tutto questo poi vorrei che qualcuno mi spiegasse come può svilupparsi un artista con mezzi come napster dove ti vai a cercare solo chi conosci già... cioè solo se ti ha raggiunto la promozione delle tanto odiate case discografiche...
    • Anonimo scrive:
      Re: INFORMAZIONE E DIRITTI...

      2 sabati fa. Concerto di Yngwie malmsteen.
      C'era un gruppo spalla molto bravo, e
      vendeva i suoi CD in una bancarella a lato
      del palco. prezzo: 20.000, ma era
      autoprodotto, e non penso che ne vendessero
      grandi volumi. Ma di solito è una cosa
      proporzionale... con i volumi di vendita
      degli album dei Backstreet boys, potevano
      vendere i CD a 10.000 senza problemi...beh, credo che se avessi l'occasione di fare da spalla a Malmsteen, sarei così felice che quei cd li regalerei ^___^

      In tutto questo poi vorrei che qualcuno mi

      spiegasse come può svilupparsi un artista

      con mezzi come napster dove ti vai a
      cercare

      solo chi conosci già... cioè solo se ti ha

      raggiunto la promozione delle tanto odiate

      case discografiche...

      Beh.... Se nessuno ti conosce come pensi che
      qualcuno comperi i tuoi CD?infatti, non si può pensare di diventare famoso solo mettendo una propria canzone su napster... ovvio che se non ti conosco non ti cerco neppure. se invece ho come minimo sentito parlare di te, potrei decidere di scaricare una tua canzone per farmi un giudizio sul tuo gruppo.al contrario di quello che si dice su napster, io penso che la maggior parte della gente che lo usa, lo faccia per cercare canzoni di gruppi di cui si ha sentito parlare, in modo da poterli sentire col proprio orecchio e decidere se acquistare o no il loro album.mi è capitato più di una volta di comprare originale un album che magari avevo già in versione masterizzata, proprio perchè secondo me meritava di essere acquistato, per supportare l'artista, oppure solo perchè "sentivo" di doverlo avere originale.
      Solita tecnica.... Concerti, si parla di
      te... dici che sei su napster.... e
      sopratutto, ti contatti gente anche tramite
      internet.infatti: i concerti sono il modo più semplice per farsi conoscere nella propria zona.c'è poi anche la possibilità di inviare un proprio demo a qualche rivista di musica per farselo recensire... (chiaramente bisogna anche avere il coraggio di accettare un eventuale guidizio negativo)non capisco tutta questa gente che pensa utopisticamente che per diventare ricchi e famosi basti mettere su un sito, oppure mettere su napster un proprio pezzo...
      • Anonimo scrive:
        Re: INFORMAZIONE E DIRITTI...

        beh, credo che se avessi l'occasione di fare
        da spalla a Malmsteen, sarei così felice che
        quei cd li regalerei ^___^Non credere che sia stata una cosa fuori dal mondo. Il gruppo era italiano. Il palco era semplice. Impianto "normale". Sembrava quasi un concerto di quelli paesani un po' sopra la media.E' finita oramai, se mai fosse iniziata qui in italia, l'epoca dei concerti come quello di anni fa in Russia. Quindi, penso che era fattibilissimo fare da spalla a Malmsteen in concerti come quello.
        • Anonimo scrive:
          Re: INFORMAZIONE E DIRITTI...

          Non credere che sia stata una cosa fuori dal
          mondo. Il gruppo era italiano. Il palco era
          semplice. Impianto "normale". Sembrava quasi
          un concerto di quelli paesani un po' sopra
          la media.
          E' finita oramai, se mai fosse iniziata qui
          in italia, l'epoca dei concerti come quello
          di anni fa in Russia. Quindi, penso che era
          fattibilissimo fare da spalla a Malmsteen in
          concerti come quello.capisco, ma... vuoi mettere? calpestare lo stesso palco su cui pochi minuti dopo suonerà uno dei migliori chitarristi del pianeta??? ^___^ps. purtoppo non sono potuto andare alla data di brescia, ma dei miei amici mi hanno detto che è stato un gran bel concerto... vabbè almeno ho risparmiato i soldi per il Gods of Metal di dopodomani ^__^
          • Anonimo scrive:
            Re: INFORMAZIONE E DIRITTI...

            capisco, ma... vuoi mettere? calpestare lo
            stesso palco su cui pochi minuti dopo
            suonerà uno dei migliori chitarristi del
            pianeta??? ^___^Si, chi se ne intende di chitarra sa benissimo che dopo 20 anni, ancora ci si chiede come faccia a suonare così. Tecnicamente, ti dico che mentre faceva scale assurde se la parlava allegramente con il cantante....
            ps. purtoppo non sono potuto andare alla
            data di brescia, ma dei miei amici mi hanno
            detto che è stato un gran bel concerto...Io sono stato proprio a BS. Gran concerto, assolutamente divreso che non la riproposta dei suoi pezzi. dalle 10 alle 12.40!!! e avrà fatto si e no 10 pezzi suoi.... il resto.... tutto assoli. Esattamente quello che uno vuole vedere da lui, e che non troverà mai su un suo CD.
            vabbè almeno ho risparmiato i soldi per il
            Gods of Metal di dopodomani ^__^Male.... quando Malmsteen smetterà... chi è che prende il suo posto?God of Metal ce ne saranno a iosa...
          • Anonimo scrive:
            Re: INFORMAZIONE E DIRITTI...

            Si, chi se ne intende di chitarra sa
            benissimo che dopo 20 anni, ancora ci si
            chiede come faccia a suonare così.oltretutto su una stratocaster che non è che sia la chitarra più comoda del pianeta... ^___^
            Tecnicamente, ti dico che mentre faceva
            scale assurde se la parlava allegramente con
            il cantante....eheheh immagino la scena... lui può questo ed altro ^__^
            dalle 10 alle 12.40!!! e
            avrà fatto si e no 10 pezzi suoi.... il
            resto.... tutto assoli.sìsì, mi hanno raccontato... con commenti che variavano dal
  • Anonimo scrive:
    winmx
    raga' , scaricatevi winmx (www.winmx.com) e buttate nel ce*so il client napster.ciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: winmx
      te lo dico per il MIO bene: se non riesci più ad accedere ai network di napster (con qualsiasi client, non solo con napster, ma anche con Winmx) non accedi E BASTA. Se i filtri sono a livello di server, puoi usare tutti i client che vuoi.Inoltre i server massicci, come il network di music-city (ora accessibile solo usando il client Morpheus -www.musiccity.com) si sono sganciati dall'open-nap.Quindi ... pensaci!Prova gnucleus (recensito su PI), prova gnutella, prova Bearshare (ora non più spyware) ... ricordati ceh esistono anche altri programmi (groove è stato recensito su PI) ... e usali tutti e condividi tutto!Ciao amico di mp3!- Scritto da: winmx
      raga' , scaricatevi winmx (www.winmx.com)
      e buttate nel ce*so il client napster.

      ciao a tutti
      • Anonimo scrive:
        Re: winmx
        Vi riporto la descrizione del programma WinMx dal sito di Napster.it:WINMX Versione 2.51 è un potente strumento di file-sharing che fornisce accesso a molteplici server della rete Napster e a quelli delle diverse reti Opennap (attualmente non filtrati), ma introduce anche il collegamento ad una rete decentralizzata che non utilizza server centrali (cioè peer-to-peer pura, come la rete Gnutella). E' veloce, completo di caratteristiche, e molto facile da usare. Fai girare il programma e fornisci uno user name ed una password ed ottieni l'accesso a milioni di file che altri desiderano scambiare. Sebbene non si limiti alla ricerca di materiale mp3 audio, WinMX fornisce velocità filtri "bitrate" e campi di ricerca artista e titolo. I risultati vengono forniti in un batter d'occhio e possono includere facilmente migliaia di files. Altre caratteristiche includono pieno supporto per le chat, ripresa dei trasferimenti interrotti, possibilità di shut down al termine dei download.Questo vuol dire che se anche i Server Napster verrano filtrati (filtri che si possono superare tranquillamente), avrai comunque a disposizione un "mare" di Server/Client a disposizione per scaricare tutta la musica che vuoi.- Scritto da: Amico degli Mp3 (min.128)


        te lo dico per il MIO bene: se non riesci
        più ad accedere ai network di napster (con
        qualsiasi client, non solo con napster, ma
        anche con Winmx) non accedi E BASTA. Se i
        filtri sono a livello di server, puoi usare
        tutti i client che vuoi.

        Inoltre i server massicci, come il network
        di music-city (ora accessibile solo usando
        il client Morpheus -www.musiccity.com) si
        sono sganciati dall'open-nap.
        Quindi ... pensaci!
        Prova gnucleus (recensito su PI), prova
        gnutella, prova Bearshare (ora non più
        spyware) ... ricordati ceh esistono anche
        altri programmi (groove è stato recensito su
        PI) ... e usali tutti e condividi tutto!

        Ciao amico di mp3!




        - Scritto da: winmx

        raga' , scaricatevi winmx
        (www.winmx.com)

        e buttate nel ce*so il client napster.



        ciao a tutti
        • Anonimo scrive:
          Re: winmx
          uso winmx da quando è uscito.prova a pescare in quel "mare" e poi mi saprai dire.Senza l'oceano di napster, ti resta qualche laghetto.E senza l'oceano di MusicCity ti resta qualche pozzanghera ... appena meglio di quando cercavi in puro ftp in giro... Ormai li devi usare tutti assieme, tutti i sistemi. Gnucleus funziona abbastanza bene, anche con l'auto-evoluzione... Vedi un po' tu, fa quello che vuoi.Certo che se sei felice, lo sono anche io, se mi condividi un po' di robetta!:-)Ciao!- Scritto da: Cronico[cut del c&p]
          Questo vuol dire che se anche i Server
          Napster verrano filtrati (filtri che si
          possono superare tranquillamente), avrai
          comunque a disposizione un "mare" di
          Server/Client a disposizione per scaricare
          tutta la musica che vuoi.
          • Anonimo scrive:
            Re: winmx
            - Scritto da: Commie

            uso winmx da quando è uscito.

            prova a pescare in quel "mare" e poi mi
            saprai dire.
            Senza l'oceano di napster, ti resta qualche
            laghetto.
            E senza l'oceano di MusicCity ti resta
            qualche pozzanghera ... appena meglio di
            quando cercavi in puro ftp in giro... Ti sbagli di grosso!Secondo me è molto che non aggiorni la tua release di winMX.. mai sentito parlare di WPNP? Se quello lo chiami laghetto! e siamo solo agli inizi! pensa quanta gente ci si attacchera non appena i server napster diventeranno inutilizzabili! Saremo esattamente al punto di partenza.. una valanga di mp3! Poi tante belle cause contro winMX.. e intanto ne esce uno nuovo.. ecc ecc.. un bel ciclo.. ma tra una chiusura e l'altra ci possiamo scaricare quello che ci pare! ehehbyez
  • Anonimo scrive:
    Ma si puo?
    Ma può ancora esistere gente che ci trova gusto quando un diritto muore?Insieme con i grandi titoli che non potranno essere più "spacciati" la gente smetterà di conoscere e scaricare anche i piccoli, e sai chi perde con questo? NOI.Come si fa ad essere così tanto ciechi da non capire che morto Napster le major potranno ancora farci pagare "liberamente" un cd 40.000 quando a loro costa 720 L? Prima di parlare collega il cervello...
    ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)
    lo accoppavano.

    La musica del futuro la si dovrà pagare per
    forza,
    volenti o nolenti,
    APRITE GLI OCCHI

    E CERCATE DI RAGIONARE: L'EPOGA DELL'MP3
    GRATIS
    è FINITA.

    PREPARATE i soldini GENTE, ORA SI PAGA
    :-P

    E fu cosi' che il "il popolo di Internet
    dell'mp3" (COVO DI GENTE CODARDA ED EOISTA)
    fece morire il mitico Sniaps.

    LA VERITA' è UNA SOLA: TUTTI GLI UTENTI
    DELL'MP3
    NON HANNO LE PALLE PER PORTARE AVANTI I
    PROPRI IDEALI.

    SIETE UNA MASSA DI CANI URLATORI: "W LA
    LIBERTA',
    E MO DAMMI L'MP3 GRATIS, NON ME LO DAI
    GRATIS?
    E ALLORA VATTENE AFFANC*LO!"

    QUESTI SIETE, PICCOLI PARASSITI DELLA
    SOCIETA'.

    ED ORA COME VI SFOGHERETE, visto che vi
    hanno tolto il "giocattolo" Sniaps?
    :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: Si può essere tanto disinformati???
      Paolo, il diritto è anche di chi produce e di chi lavora, se io come artista non prendo nulla mi tocca a cercarmi un lavoro serio (e sarebbe ora secondo alcuni ;-)) e a quei pochi cui piace la mia musica... bè dovranno canticchiarsela da soli.Ah, quasi dimenticavo, come tutti i prodotti un cd costa naturalmente meno del prezzo di vendita al pubblico (queste cose le sapeva anche marx) ma 720 lire è solo il prezzo del pezzetto di plastica, comincia a metterci dentro le spese di registrazione (sala prove, incisione, il tempo perso a cercare l'accordo giusto, i panini e i caffè delle pause) del libretto (o ti accontenti di una pagina malfotocopiata?) delle spese di promozione (non crederai mica che le radio, quelle grosse, non si facciano pagare, vero?) e via così...Ah già, aggiungi pure 20% di IVA, 4% di Siae e un 30/35% di ricarico del negoziante e il prezzo è servito...Quando ci autoproducevamo, senza ricarico del negoziante e senza promozione riuscivamo a vendere i cd a circa 20.000, e ci guadagnavamo giusto un po' per coprire gli eventuali invenduti...In tutto questo poi vorrei che qualcuno mi spiegasse come può svilupparsi un artista con mezzi come napster dove ti vai a cercare solo chi conosci già... cioè solo se ti ha raggiunto la promozione delle tanto odiate case discografiche...- Scritto da: Paolo Pasquino
      Ma può ancora esistere gente che ci trova
      gusto quando un diritto muore?Insieme con i
      grandi titoli che non potranno essere più
      "spacciati" la gente smetterà di conoscere e
      scaricare anche i piccoli, e sai chi perde
      con questo? NOI.
      Come si fa ad essere così tanto ciechi da
      non capire che morto Napster le major
      potranno ancora farci pagare "liberamente"
      un cd 40.000 quando a loro costa 720 L?
      Prima di parlare collega il cervello...


      ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)

      lo accoppavano.



      La musica del futuro la si dovrà pagare per

      forza,

      volenti o nolenti,

      APRITE GLI OCCHI



      E CERCATE DI RAGIONARE: L'EPOGA DELL'MP3

      GRATIS

      è FINITA.



      PREPARATE i soldini GENTE, ORA SI PAGA

      :-P



      E fu cosi' che il "il popolo di Internet

      dell'mp3" (COVO DI GENTE CODARDA ED EOISTA)

      fece morire il mitico Sniaps.



      LA VERITA' è UNA SOLA: TUTTI GLI UTENTI

      DELL'MP3

      NON HANNO LE PALLE PER PORTARE AVANTI I

      PROPRI IDEALI.



      SIETE UNA MASSA DI CANI URLATORI: "W LA

      LIBERTA',

      E MO DAMMI L'MP3 GRATIS, NON ME LO DAI

      GRATIS?

      E ALLORA VATTENE AFFANC*LO!"



      QUESTI SIETE, PICCOLI PARASSITI DELLA

      SOCIETA'.



      ED ORA COME VI SFOGHERETE, visto che vi

      hanno tolto il "giocattolo" Sniaps?

      :-P
  • Anonimo scrive:
    ILLUSI!!!!
    la gente di internet non paga!!! (non si spieghere altrimenti il crollo di tutta la new economy)finchè ci sarà qualcuno che offrirà un servizio gratis tutti andranno lì.non esiste la fedeltà
  • Anonimo scrive:
    non vorrei dire: VE LO AVEVO DETTO IO....
    ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)lo accoppavano.La musica del futuro la si dovrà pagare per forza,volenti o nolenti,APRITE GLI OCCHIE CERCATE DI RAGIONARE: L'EPOGA DELL'MP3 GRATISè FINITA.PREPARATE i soldini GENTE, ORA SI PAGA:-PE fu cosi' che il "il popolo di Internet dell'mp3" (COVO DI GENTE CODARDA ED EOISTA)fece morire il mitico Sniaps.LA VERITA' è UNA SOLA: TUTTI GLI UTENTI DELL'MP3NON HANNO LE PALLE PER PORTARE AVANTI I PROPRI IDEALI.SIETE UNA MASSA DI CANI URLATORI: "W LA LIBERTA',E MO DAMMI L'MP3 GRATIS, NON ME LO DAI GRATIS?E ALLORA VATTENE AFFANC*LO!"QUESTI SIETE, PICCOLI PARASSITI DELLA SOCIETA'.ED ORA COME VI SFOGHERETE, visto che vi hanno tolto il "giocattolo" Sniaps?:-P
    • Anonimo scrive:
      Re: non vorrei dire: VE LO AVEVO DETTO IO....
      - Scritto da: MAX
      ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)
      lo accoppavano.

      La musica del futuro la si dovrà pagare per
      forza,
      volenti o nolenti,
      APRITE GLI OCCHI

      E CERCATE DI RAGIONARE: L'EPOGA DELL'MP3
      GRATIS
      è FINITA.
      basta cambiare programma client per scaricare degli mp3, nn esiste solo napster
      PREPARATE i soldini GENTE, ORA SI PAGA
      :-P

      E fu cosi' che il "il popolo di Internet
      dell'mp3" (COVO DI GENTE CODARDA ED EOISTA)
      fece morire il mitico Sniaps.

      LA VERITA' è UNA SOLA: TUTTI GLI UTENTI
      DELL'MP3
      NON HANNO LE PALLE PER PORTARE AVANTI I
      PROPRI IDEALI.

      SIETE UNA MASSA DI CANI URLATORI: "W LA
      LIBERTA',
      E MO DAMMI L'MP3 GRATIS, NON ME LO DAI
      GRATIS?
      E ALLORA VATTENE AFFANC*LO!"

      QUESTI SIETE, PICCOLI PARASSITI DELLA
      SOCIETA'.

      ED ORA COME VI SFOGHERETE, visto che vi
      hanno tolto il "giocattolo" Sniaps?
      :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: non vorrei dire: VE LO AVEVO DETTO IO....
      - Scritto da: MAX
      ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)
      lo accoppavano.
      ED ORA COME VI SFOGHERETE, visto che vi
      hanno tolto il "giocattolo" Sniaps?
      :-PSì, devo essere onesto, mi ricordavo di te e del tuo Sniaps...Ma ricordati anche che:1- come tu ben sai non c'è solo Napster e come ne bloccano uno ne nascono 10.2- la musica è libertà d'espressione e d'arte che, come tale, si trova di fronte al difficile bivio di distribuzione e retribuzione delle capacità artistiche (più o meno valide che siano) che stanno dietro ad essa, di conseguenza *SEMPRE* ci sarà una gran parte di musica a pagamento ed una gran parte di musica che gira pseudo gratuitamente (scaricare, nella fattispecie mp3, non è veramente gratuito e lo sappiamo).Sarà una lotta "eterna" e senza vincitori, almeno per i prossimi 50 anni (una stima è impossibile).Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: non vorrei dire: VE LO AVEVO DETTO IO....
      Si, Si, hai ragione tu!si, si, sei bravo tu!si, si, è vero ce lo avevi detto tu!Si ma scusami ora che mi sono terminati dei download e vado a metterne sotto degli altri!PORACCIO.CiaoXAM- Scritto da: MAX
      ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)
      lo accoppavano.

      La musica del futuro la si dovrà pagare per
      forza,
      volenti o nolenti,
      APRITE GLI OCCHI

      E CERCATE DI RAGIONARE: L'EPOGA DELL'MP3
      GRATIS
      è FINITA.

      PREPARATE i soldini GENTE, ORA SI PAGA
      :-P

      E fu cosi' che il "il popolo di Internet
      dell'mp3" (COVO DI GENTE CODARDA ED EOISTA)
      fece morire il mitico Sniaps.

      LA VERITA' è UNA SOLA: TUTTI GLI UTENTI
      DELL'MP3
      NON HANNO LE PALLE PER PORTARE AVANTI I
      PROPRI IDEALI.

      SIETE UNA MASSA DI CANI URLATORI: "W LA
      LIBERTA',
      E MO DAMMI L'MP3 GRATIS, NON ME LO DAI
      GRATIS?
      E ALLORA VATTENE AFFANC*LO!"

      QUESTI SIETE, PICCOLI PARASSITI DELLA
      SOCIETA'.

      ED ORA COME VI SFOGHERETE, visto che vi
      hanno tolto il "giocattolo" Sniaps?
      :-P
    • Anonimo scrive:
      se non lo vorresti dire allora non dircelo IDIOTA
      Per scaricare musica basta solo scegliere il programma per farlo e se ti guardi in giro ce ne sono molti, ignorantone.Inoltre cosa vuol dire "l'utente dell'MP3"???cosa vorresti dire che il formato MP3 serve solo a scaricare musica? ma allora sei proprio deficiente.ah, dimenticavo... vatti a comprare un cd da 40000 L., va...- Scritto da: MAX
      ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)
      lo accoppavano.

      La musica del futuro la si dovrà pagare per
      forza,
      volenti o nolenti,
      APRITE GLI OCCHI

      E CERCATE DI RAGIONARE: L'EPOGA DELL'MP3
      GRATIS
      è FINITA.

      PREPARATE i soldini GENTE, ORA SI PAGA
      :-P

      E fu cosi' che il "il popolo di Internet
      dell'mp3" (COVO DI GENTE CODARDA ED EOISTA)
      fece morire il mitico Sniaps.

      LA VERITA' è UNA SOLA: TUTTI GLI UTENTI
      DELL'MP3
      NON HANNO LE PALLE PER PORTARE AVANTI I
      PROPRI IDEALI.

      SIETE UNA MASSA DI CANI URLATORI: "W LA
      LIBERTA',
      E MO DAMMI L'MP3 GRATIS, NON ME LO DAI
      GRATIS?
      E ALLORA VATTENE AFFANC*LO!"

      QUESTI SIETE, PICCOLI PARASSITI DELLA
      SOCIETA'.

      ED ORA COME VI SFOGHERETE, visto che vi
      hanno tolto il "giocattolo" Sniaps?
      :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: non vorrei dire: VE LO AVEVO DETTO IO....
      - Scritto da: MAX
      ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)
      lo accoppavano.Hai mai sentito parlare di motori ftp con ricerca del tipo *.mp3?Winmix? Gnutella? Ecc. Ecc.Scusa ora ti lascio ai tuoi insensati proclami perchè ho appena terminato di downlodare l'intera raccolta dei Rolling Stones e metto sotto quella del grande Vasco......se vedemo :-))
    • Anonimo scrive:
      Re: non vorrei dire: VE LO AVEVO DETTO IO....
      LA ROBA CHE TI HANNO VENDUTO ULTIMAMENTE DOVEVA ESSERE TAGLIATA MALE ...!!!!ùA FUSOOOOOOOOO !!C'è L'HAI UN CASSETTO A CASA ???MA VATTE A RIPONNE !!!!!!!!- Scritto da: MAX
      ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)
      lo accoppavano.

      La musica del futuro la si dovrà pagare per
      forza,
      volenti o nolenti,
      APRITE GLI OCCHI

      E CERCATE DI RAGIONARE: L'EPOGA DELL'MP3
      GRATIS
      è FINITA.

      PREPARATE i soldini GENTE, ORA SI PAGA
      :-P

      E fu cosi' che il "il popolo di Internet
      dell'mp3" (COVO DI GENTE CODARDA ED EOISTA)
      fece morire il mitico Sniaps.

      LA VERITA' è UNA SOLA: TUTTI GLI UTENTI
      DELL'MP3
      NON HANNO LE PALLE PER PORTARE AVANTI I
      PROPRI IDEALI.

      SIETE UNA MASSA DI CANI URLATORI: "W LA
      LIBERTA',
      E MO DAMMI L'MP3 GRATIS, NON ME LO DAI
      GRATIS?
      E ALLORA VATTENE AFFANC*LO!"

      QUESTI SIETE, PICCOLI PARASSITI DELLA
      SOCIETA'.

      ED ORA COME VI SFOGHERETE, visto che vi
      hanno tolto il "giocattolo" Sniaps?
      :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: non vorrei dire: VE LO AVEVO DETTO IO....
      Max,te lo dico così semplicemente, nudo e crudo ma convinto e di cuore:MA VA A CAGARE, PEZZO DI RIMBAMBITO!!!--------------------------------------------------- Scritto da: MAX
      ... che prima o poi lo Sniaps (Napster)
      lo accoppavano.

      La musica del futuro la si dovrà pagare per
      forza,
      volenti o nolenti,
      APRITE GLI OCCHI

      E CERCATE DI RAGIONARE: L'EPOGA DELL'MP3
      GRATIS
      è FINITA.

      PREPARATE i soldini GENTE, ORA SI PAGA
      :-P

      E fu cosi' che il "il popolo di Internet
      dell'mp3" (COVO DI GENTE CODARDA ED EOISTA)
      fece morire il mitico Sniaps.

      LA VERITA' è UNA SOLA: TUTTI GLI UTENTI
      DELL'MP3
      NON HANNO LE PALLE PER PORTARE AVANTI I
      PROPRI IDEALI.

      SIETE UNA MASSA DI CANI URLATORI: "W LA
      LIBERTA',
      E MO DAMMI L'MP3 GRATIS, NON ME LO DAI
      GRATIS?
      E ALLORA VATTENE AFFANC*LO!"

      QUESTI SIETE, PICCOLI PARASSITI DELLA
      SOCIETA'.

      ED ORA COME VI SFOGHERETE, visto che vi
      hanno tolto il "giocattolo" Sniaps?
      :-P
  • Anonimo scrive:
    Certo che siiiii!
    Sicuramente il servizio di Napster sara' migliore ora!! :( Non vedo l'ora di iniziare a scaricare le mie canzoni ad 1Kb al secondo, anzi spero siano rippate come si deve :((( ........ la verita' secondo me e' che Napster non e' andato alle majors, e' semplicemente morto!
  • Anonimo scrive:
    internet muore
    Grazie Napsta per averci fatto sognare... Grazie al tuo tradimento abbiamo capito che tutto è vendibile, comprese le idee... vendiamoci anche l'open source dai... dopotutto chi ce lo mette a disposizione ha diritto ad essere "ringraziato"!!! Fortunatamente Napsta muore... ma muore con lui la nostra cultura "free", su cui gire tutto l'internet amatoriale?www.namec.net
    • Anonimo scrive:
      Re: internet muore

      Fortunatamente Napsta muore... ma muore con
      lui la nostra cultura "free", su cui gire
      tutto l'internet amatoriale?

      www.namec.netNon è che napster sia Internet. E' stato solo un mezzo talmente popolare che ne ha decretato il suo successo, tanto che potevi cercare qualsiasi musica ti fosse venuta in mente, e lì la trovavi.Ma Interenet stà morendo per l'accentramento dei servizi, della smania di guadagnare e guadagnare in borsa.Nessun contenuto innovativo, nessuna utilità come poteva essere una volta.Solamente veicolo pubblicitario, stà diventanto.I news-server stanno sparendo. Una volta, tutti i provider ne fornivano uno a cui agganciarsi... ora no. Pochi, lenti... devi cercarteli in Germania se vuoi qualcosa di efficente.I siti sono IDENTICI... non uno chi si discosti dall'altro.Non solo nella grafica, che mi può andare bene un modello standard, ma soprattutto nei contenuti.Non c'è nulla che gia non si sappia. Invece che presentare personaggi nuovi, pensieri innovativi, ormai ci ritroviamo tra le balle i soliti presentatori televisivi.Spero che la gente si accorga di queta cosa. Inizi ad abbandonare lo strumento. Internet si ridimensioni. E torni a divenire quello strumento che doveva diventare, cioè un sistema per unire le persone, e non raggrupparle tutte intorno ad un megaportalone.DI TUTTO, DI PIU'....
      • Anonimo scrive:
        fuori dal portalone
        secondo me basta che ci sia chi sa fare ancora internet come si deve.lo sfigato che ha il server a casa con 1 giga in tutto, sul suo PeniumII.Che sa bene che quello che ci mette è un po' della sua vita.E gli universitari, la cultura vera.L'informazione libera (a parte le frasi pronte ... credeteci ... uno che mi racconta una cosa ... questa è informazione libera!).Certo ben venga anche l'e-commerce ... se mi interessa; bene. Sono d'accordo che i provider dovrebbero avere i newsserver. Non ci sono dubbi.COmunque se scavi, trovi. E trovi anche i siti ftp. come trovi gopher. Ma è roba rara, certo.Diffondila, spiegala, linkala!Satrebbe come dire che siccome ci sono i grattacieli e le grandi città grige e sporche, nel mondo, sia sparita la mia casetta in campagna, un garage dove suonare, una casetta dove fare le orge con persone che le vogliono fare... (!!!) ... oppure l'aria, le foglie, la terra, una talpa e una farfalla.Ci sono.Basta che non ti aspetti di avere un ascensore che ti porta a vedere l'orso e un televisore sull'albero.Che cazzo vuol dire? Vuol dire che se stai fuori dal portale, se non ti attieni solo a quello che ti mostrano ... per esempio su blogger, diceva PI, i link non sono quelli dei motori di ricerca... sono cose veramente interessanti.Bene!Se vogliamo costruire, possiamo anche mettere su motori di ricerca "all'antica", no-profit.E poi arriva freenet, arriva internet2 ... non credo che sia finita e che se non vuoi mangiare merda, basta che la tieni lontana, o almeno chiudi la bocca.
    • Anonimo scrive:
      Re: internet muore
      Bah... Napster ha cominciato a starmi "antipatico" da quando sono stato bannato grazie ai cari Metallica (ricordate?)....E dopo 50 canzoni interrotte... Trovai altri sistemi... Non x nulla NON grazie a Napster ho 260 album in mp3..... Napster di buono aveva solo che ne parlavano x telegiornale.....W i Servers IRCScen- Scritto da: www.namec.net
      Grazie Napsta per averci fatto sognare...
      Grazie al tuo tradimento abbiamo capito che
      tutto è vendibile, comprese le idee...
      vendiamoci anche l'open source dai...
      dopotutto chi ce lo mette a disposizione ha
      diritto ad essere "ringraziato"!!!
      Fortunatamente Napsta muore... ma muore con
      lui la nostra cultura "free", su cui gire
      tutto l'internet amatoriale?

      www.namec.net
      • Anonimo scrive:
        Re: internet muore
        - Scritto da: Scen


        W i Servers IRC

        ScenScusa cosa sono i server IRC? come si raggiungono?
        • Anonimo scrive:
          Re: internet muore
          - Scritto da: Newbie


          - Scritto da: Scen





          W i Servers IRC



          Scen

          Scusa cosa sono i server IRC? come si
          raggiungono?Iternet relay Chat. La chat "standard" di internet. Quasi tutte le chat si basano su di loro.Anche quelle belle e colorate, con i client Java, in fondo in fondo, hanno un "cuore" IRC.Quindi, o ti scarichi uno dei numerosi client che ci sono in giro. Oppure basta che vai su tutti i grandi portali, e ti scaricano in automatico il client Java per accedere al loro server IRC.
Chiudi i commenti