Vietnam, un'occasione di cyber-libertà

Chiede di sfruttarla Reporters sans frontières che, per il 60esimo anniversario dello stato vietnamita, chiede al regime comunista un segno di comprensione e umanità per i cyber-dissidenti


Roma – C’è chi ha scaricato un articolo sulla democrazia in inglese e lo ha tradotto e distribuito ai suoi concittadini vietnamiti, c’è chi ha tenuto contatti con organizzazioni democratiche internazionali pubblicando articoli filo-democratici e c’è chi ha scritto qualche pezzo contro alcune politiche internazionali del Governo: costoro, tre celebri cyber-dissidenti vietnamiti, da tre anni marciscono in prigione . Ma ora si potrebbe arrivare ad una svolta.

Ricorre oggi infatti il 60esimo anniversario dalla fondazione dell’attuale regime comunista vietnamita, un’occasione di festa per Hanoi, a cui si è appellata l’organizzazione internazionale di Reporters sans frontières , da sempre in prima linea per difendere la libertà di stampa nel mondo.

RSF ha così chiesto un segno di magnanimità e comprensione al regime, sostenendo che tre anni di galera per chi si è macchiato di simili offese dovrebbero essere considerati sufficienti anche per chi ritiene pericolose e sovversive quelle idee.

I tre sono Nguyen Khac Toan, Nguyen Vu Binh e Pham Hong Son e sono in realtà solo alcuni dei cyber-dissidenti detenuti nelle prigioni vietnamite. La loro scarcerazione, secondo RSF, potrebbe dare un segnale di novità e avvicinare posizioni così contrastanti come quelle dei filo-democratici e dell’oligarchia comunista. La richiesta arriva in un momento propizio: il regime ha già annunciato, in occasione dell’anniversario, un’amnistia per 10.400 detenuti, quattro dei quali colpevoli di aver svolto attività a favore dei diritti umani.

Tra i motivi dell’appello anche le precarie condizioni di salute dei tre, e in particolare di Son, che sarebbe ammalato di tubercolosi.

Per altre notizie sul Vietnam clicca qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Già mi immagino...
    ...il seguito.Ai pirati indiani meno abbienti sarà consentito risarcire le major vendendo organi.
  • Anonimo scrive:
    sempre più arroganti
    una corporazione straniera che ha ingerenza nelle scelte interne di un paese straniero è una cosa di una gravità sconcertante a mio modesto parere...
  • Anonimo scrive:
    Mpaa si commenta da sola.....
    Ma basta ! :@
  • Anonimo scrive:
    Uff.....
    Ste major! Che noia sempre con ste storie di mancati guadagni! Basta!!!!! Cambiate con altre scuse per dire che NON RIUSCITE A VENDERE LE VOSTRE SCHIFEZZE!!!! :s
    • Anonimo scrive:
      Re: Uff.....
      - Scritto da: Anonimo
      Ste major! Che noia sempre con ste storie di
      mancati guadagni! Basta!!!!! Cambiate con altre
      scuse per dire che NON RIUSCITE A VENDERE LE
      VOSTRE SCHIFEZZE!!!!
      :sE' perché i loro divi sbagliano settore, per esempio Britney Spears: come cantante fa kakà, ma in un pornazzo trucido farebbe scintille :D :p
  • Anonimo scrive:
    la solita str...
    mancati guadagni.mancati soldi di chi prende la roba pirata.è sempre il solito discorso.se dovessimo pensare così, allora ogni imprenditore riccastro del pianeta dovrebbe osservare i senzatetto come dei pirati perchè in ogni loro atto sono "mancati guadagni".tutto ciò che è bene immateriale ed è potenzialmente clonabile, lo compra chi può e chi non può invece NON LO AVREBE COMUNQUE MAI COMPRATOse vendono i cd e i dvd al quadruplo del prezzo che la gente pagherebbe, non ci sono speranze.
    • Anonimo scrive:
      Re: la solita str...
      Guarda non so bene perche'... forse appunto per il motivo che e' un bene immateriale, ma credo che se anche un dvd originale costasse che ne so, 5 euro... le cose nn cambierebbero tanto.Perche' spendere 5 euro.... quando con 60 centesimi posso avere la stessa cosa ? Perche' essendo immateriale che me frega della custodia originale o della stampa dei capitoli o sapere qual e' la trama. Al massimo, se e' di vitale importanza avere anche quella la scannerizzo...Non mi sembra che sia una questione di prezzo e basta. Giustamente se produrre un film e' costato 90 milioni e ne hanno incassati solamente distribuendo le pellicole 140... che bisogno c'e' di far pagare un DVD ? Dovrebbero regalarlo... o almeno questo e' quello che si sente dire in giro. Esempio: sentivo discutere del fatto che quando uno ci sgancia 7 euro per andare a vedere un film al cinema poi dovrebbe ricevere tipo un bigliettino che da diritto di ricevere comodamente a casa il DVD di quel film quando uscira'... Questo non significa discutere su un adeguato prezzo di vendita di un dvd, significa che la mentalita' della gente e': un DVD non si dovrebbe pagare! Pagare 20-25 euro un DVD non va bene... ma fare come dicono sti signori si ?
      • Anonimo scrive:
        Re: la solita str...
        quello dei dvd gratis e' un discorso che non ha ne' capo ne' piedi. Ha un senso inveco quello dei DVD a 5 euro. Perche'? Perche' c'e' MOLTA gente che compra a 5 eurocd e/o dvd masterizzati dal marocchino di turno. Ed e' un dato di fatto, visto che ogni tanto si sente "arrestati 2 tizi con 20 masterizzatori e 5 immigrati clandestini che vendevano i cd, sequestrati 10.000 supporti blablabla"...ora, il mancato guadagno, dal MIO punto di vista, non e' chi si scarica il divx. Il mancato guadagno, e' colui che a 5 euro avrebbe COMUNQUE comprato quello ORIGINALE (magari piu' volentieri, custodia, libretto...). Ora io dico: ogni tanto si sentono notizie come quella che ho scritto poco fa, e in genere certi giri di pirateria durano anni: quindi supponiamo che 10.000 cd li vendano in quanto? 1 settimana? 1 mese? facciamo 2 mesi per comodita'. In un anno di attivita' possiamo presumere 60.000 supporti. 60.000 * 5 = 300.000 di mancati INCASSI. Supponiam un guadagno netto di 1 solo euro. 60.000 euro di mancati guadagni. Ed e' per questo che secondo me tali organizzazioni criminail e' GIUSTISSIMO punirle, pero' finche' i prezzi rimarrano 25 euro un dvd tantissime persone continueranno a prendere quelli tarocchi in giro :|
Chiudi i commenti