Vodafone, gimme Five!

L'operatore anglo-italiano lancia due nuovi piani tariffari, caratterizzati dalla tariffa di 5 centesimi al minuto più IVA


Milano – Sarà disponibile dal prossimo 9 aprile l’offerta Five, che consiste in due nuovi piani tariffari studiati da Vodafone per il business e per i privati. Vodafone Five viene presentato dall’operatore come “il piano pensato per le aziende che desiderano comunicare con tutti a 5 cent al minuto”.

Per sottoscrivere l’abbonamento è necessario essere titolari di partita IVA. La tariffa, unica per tutte le chiamate nazionali, è infatti di 5 centesimi al minuto, a cui si aggiunge lo scatto alla risposta di 12,5 centesimi (più IVA). Per le chiamate verso Europa, Canada e USA, il costo sale a 25 centesimi al minuto, mentre le chiamate internazionali verso il resto del mondo hanno un costo di 2 euro al minuto (più IVA 20%).

Altre informazioni da tenere presente sono il canone mensile, 13 euro (più IVA 20%) per ogni SIM e alcuni costi fissi, rappresentati dalla tassa di Concessione Governativa, che ammonta a 12,91 euro per ogni attivazione (per utilizzi per finalità diverse da quella “affari” sarà pari a 5,16 euro), e dall’imposta di bollo all’atto della sottoscrizione, che sarà addebitata nel primo Conto Telefonico utile.

Esiste inoltre una soglia di 2mila minuti (poco più di 33 ore) a bimestre, superati i quali, sulle telefonate sarà applicata una tariffa di 10 centesimi al minuto più IVA.

Vodafone FIVE prevede la sottoscrizione di un contratto con durata di 24 mesi e in caso di recesso anticipato una penale di 200 euro per SIM.

Esiste anche la versione “Personal” di Vodafone Five, riservata ai clienti privati. La tariffa è la stessa, 5 centesimi al minuto più IVA, ossia 6 centesimi, a cui va aggiunto lo scatto alla risposta del valore di 16 centesimi (13,33 centesimi + IVA).

Il canone mensile di questa offerta ammonta a 15 euro e anch’esso prevede un tetto massimo di mille minuti al mese, superati i quali la tariffa sulle chiamate diventa di 10 centesimi (IVA compresa) al minuto.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    uno strumento fondamentale
    non vedevo l'ora di poter controllare dalle vacanze al Cairo lo stato della mia stampante via web!
    • Shuren scrive:
      Re: uno strumento fondamentale
      Se non c'era vi lamentavate perché non c'era, ora che c'è tutti a denigrarlo... (nolove)
      • Anonimo scrive:
        Re: uno strumento fondamentale
        - Scritto da: Shuren
        Se non c'era vi lamentavate perché non c'era, ora
        che c'è tutti a denigrarlo... (nolove)tu sei sicuramente un linaro che pensa di avere tutto con 4 comandi da console... vai, vai di lpr... dai chiudi telnet..
      • Anonimo scrive:
        Re: uno strumento fondamentale
        Per rispondere al tizio che è stato castrato in OT: io uso CUPS. :D
        • Anonimo scrive:
          Re: uno strumento fondamentale
          uno strumento utile a chi vuole evitare di farsi 10 piani per controllare di persona lo stato di ogni stampante aziendale... esiste anche gente che lavora 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: uno strumento fondamentale
            - Scritto da: Anonimo
            uno strumento utile a chi vuole evitare di farsi
            10 piani per controllare di persona lo stato di
            ogni stampante aziendale... esiste anche gente
            che lavora 8)Così perdi l'unica occasione di evitare di ingrassare a 100 chili :@
Chiudi i commenti