Vodafone preoccupata dalle scelte di Telecom

L'operatore auspica in uno scorporo completo della rete fissa, attuato con criteri che permettano a tutti gli operatori parità di accesso

Milano – Preoccupata da Telecom Italia , ma fiduciosa nell’ Agcom e nel Garante della concorrenza e del mercato , Vodafone affida al proprio amministratore delegato le proprie perplessità sulla strategia annunciata in questi giorni dall’incumbent.

“Desta alcune preoccupazioni – ha dichiarato ieri Pietro Guindani – la svolta strategica di ieri di Telecom Italia ma noi abbiamo fiducia nell’Autorità per le comunicazioni e nell’Antitrust (…) Attendiamo che qualsiasi infrastruttura sia aperta a tutti gli operatori sia nel mobile sia nel fisso, compreso il cosidetto next generation network”, ha detto il manager durante la presentazione dell’offerta di Vodafone che trasferisce sul cellulare il numero fisso di casa, ribadendo la sua preoccupazione per la modalità di scorporo della rete fissa di Telecom: “Deve includere la rete dorsale, l’ultimo miglio e la next generation network altrimenti l’unbundling sarà discriminante”.

Ma Guindani ha parlato anche della scelta di Telecom di rimanere single company: “C’è la necessità di scorporare la divisione commerciale fissa e mobile di Telecom per impedire all’ex monopolista di avere vantaggi competitivi per TIM e di rafforzarsi nel mobile”. Fiducioso che entrambi i temi verranno affrontati dalle Authority al fine di permettere a tutti gli operatori parità di accesso, Guindani ha poi concluso. “Ci attendiamo una convocazione dell’Autorità a breve e lì diremo la nostra opinione in dettaglio”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • MOLINARI FRANCO scrive:
    TUTELA DEL FANCIULLO EDEL GIOVANE
    Chiedo che l'AGCOM e il CODACONS si diano da fare senza cedere ai ricatti. Si assiste a trasmissioni televisive immorali che sviano i ragazzi e i giovani (vedi RAI e Mediaset in particolare). La nostra società sta andando a rotoli, perchè è sempre vero il detto "EXEMPLA TRAUNT...".Basta una volta per tutte!!. Che le istituzioni facciano il proprio dovere con tutti i mezzi che hanno a disposizione.La scuola di ogni ordine e grado è crollata, la famiglia sta scomparendo. La crisi è spirituale, dovuta al contrasto tra socializzazione esteriore e depravazione interiore. Si è persa la nozione della gerarchia dei valori. Un concetto deformato e perciò falso di libertà e di democrazia, creato da un pansindacalismo degenere, ha distrutto quella gerarchia orizzontale e piramidale che la stessa natura delle cose postula. Si deve confermare a tutti i costi - spett.li codacons e agcom - che "Ubi societas ibi ius,ubi ius ibi lex,ubi lex ibi potestas". Coraggio. Buon lavoro..."senza guardare in faccia a nessuno".Prof.Franco Molinari
  • Anonimo scrive:
    e i miei 5 euro?
    Vorrei finalmente telefonarli, quei 5 euro di taglieggio per ogni ricarica del cel...:(k1
  • Anonimo scrive:
    ecco a che serve
    http://www.agcom.it/operatori/operatori_sanzioni.htm
  • aghost scrive:
    Ma a che serve l'AGCOM?
    Giudicare Calabrò è forse troppo presto, ma io ci andrei piano con gli entusiasmi. L'AGCOM ha brillato finora per la sua inerzia, il suo immbolismo, per la sua inazione al limite con la letargia.Sfido a citare UN solo provvedimento serio, forte, concreto contro i gestori, che negli ultimi anni hanno letteralmente scippato miliardi agli utenti con le attivazioni abusive senza che nessuno muovesse un dito.Ci sono volute 200.000 (DUCENTOMILA!) denunce alla polizia postale perché i signori di AGCOM si svegliassero dal loro torpore per... avviare un'indagine conoscitiva!Ma in che paese siamo?http://www.aghost.wordpress.com/
    • aghost scrive:
      Re: Ma a che serve l'AGCOM?
      aggiungo che vorrei sapere CONCRETAMENTE quali sarebbero questi straordinari risultati raggiunti della ass. consumatori.Io capisco le difficoltà di queste associazioni senza mezzi e che spesso si basano sul puro volontariato, ma mi pare che stavolta abbiano voluto cavalcare la protesta per farsi un po' di pubblicità.ripeto, rispetto a prima cosa cambia?La fatturazione separata? Maddeché?http://www.aghost.wordpress.com/
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma a che serve l'AGCOM?
        - Scritto da: aghost
        aggiungo che vorrei sapere CONCRETAMENTE quali
        sarebbero questi straordinari risultati raggiunti
        della ass.
        consumatori.La nuova regolamentazione, fatturazione distinte tra servizi e traffico, tutela dei minori... l'Agcom dovrebbe pubblicare a breve le novità.
        • aghost scrive:
          Re: Ma a che serve l'AGCOM?

          La nuova regolamentazione, fatturazione distinte
          tra servizi e traffico, tutela dei minori...
          l'Agcom dovrebbe pubblicare a breve le
          novità.la "nuova regolamentazione" sarà altra aria fritta. Quel che serve veramente per stroncare le attivazioni abusive sono MULTE MULTE MULTE E ANCORA MULTE ...Ma multe serie, fior di stangate, mica le multe da ridere che ci sono ora...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 ottobre 2006 08.26-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma a che serve l'AGCOM?
            - Scritto da: aghost

            La nuova regolamentazione, fatturazione distinte

            tra servizi e traffico, tutela dei minori...

            l'Agcom dovrebbe pubblicare a breve le

            novità.

            la "nuova regolamentazione" sarà altra aria
            fritta. Quel che serve veramente per stroncare le
            attivazioni abusive sono MULTE MULTE MULTE E
            ANCORA
            MULTE ...

            Ma multe serie, fior di stangate, mica le multe
            da ridere che ci sono
            ora...
            Guarda, sul lato teorico ti do piena ragione, perche' e' vero che in concreto non si sa bene cosa davvero cambi per l'utente...Voglio dire : -mettono un numero o servizio da usare per bloccare senza problemi i servizi non richiesti ?-oppure mettono un nuovo tariffario, o fanno si che i servizi non richiesti in partenza non vengano mai attivati senza richiesta scritta e firmata ?insomma, non so cosa cambiera' per l'utente, pero' ti do ragione solo in teoria, perche' in pratica se a questi Signori Della Telefonia fai una megamulta, loro non fanno altro che aumentare i costi e farla pagare agli utenti.Multa piu' alta = prezzi piu' alti.Ci vorrebbe invece :Disservizio = prezzi che si abbassano (in modo obbligatorio e fino a rinnovo contratto deciso dall'utente).
          • aghost scrive:
            Re: Ma a che serve l'AGCOM?

            Guarda, sul lato teorico ti do piena ragione,
            perche' e' vero che in concreto non si sa bene
            cosa davvero cambi per
            l'utente...
            Voglio dire :
            -mettono un numero o servizio da usare per
            bloccare senza problemi i servizi non richiesti
            ?

            -oppure mettono un nuovo tariffario, o fanno si
            che i servizi non richiesti in partenza non
            vengano mai attivati senza richiesta scritta e
            firmata
            ?l'attivazione telefonica immediata può andar bene ma questa deve essere SEMPRE CONFERMATA PER ISCRITTO entro un certo lasso di tempo, diciamo 1 o 2 settimane. Senza firma non possono addebitare un bel nulla. Se nonostante ciò attivano ugualmente un servizio, pagano una salata penale al cliente.
            insomma, non so cosa cambiera' per l'utente,
            pero' ti do ragione solo in teoria, perche' in
            pratica se a questi Signori Della Telefonia fai
            una megamulta, loro non fanno altro che aumentare
            i costi e farla pagare agli
            utenti.

            Multa piu' alta = prezzi piu' alti.puo darsi ma alzare i prezzi significa diventare poco competitivi e andare fuori mercato... non credo gli convenga... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma a che serve l'AGCOM?


            Multa piu' alta = prezzi piu' alti.

            puo darsi ma alzare i prezzi significa diventare
            poco competitivi e andare fuori mercato... non
            credo gli convenga...
            :)I prezzi li alzano di comune accordo ogni tot. lo stesso (leggasi "cartello dei prezzi").La differenza e' che se ricevono multe i prezzi vengono alzati ancor di piu'.Te lo dico dati alla mano... se fai caso, ogni volta che si verifica una multa da parte delle associazioni di tutela, poco prima della fine dell'anno fiscale c'e' un rialzo significativo dei prezzi su tutto il settore.Questo anche perche' Telecom (che possiede le linee fisicamente) non deve per forza alzare i prezzi, puo' semplicemente far pagare di piu' le compagnie che affittano le linee (unbundling o come caolo si scrive)
  • Anonimo scrive:
    Ma che ringraziano?
    E i soldi che finora ci hanno rapinato da Telecom & C.???
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che ringraziano?
      - Scritto da:
      E i soldi che finora ci hanno rapinato da Telecom
      &
      C.???Infatti bisognerebbe imporre la restituzione del denaro estorto (soldi spesi per ricarica del cellulare, soldi spesi per servizi non richiesti, tempo = denaro speso al 187).Vogliamo vedere fatti concreti, fatti che incidano sulla vita quotidiana di chi usa l'adsl e il telefono.Fatti che prevedano la restituzione monetaria tramite il non pagamento delle bollette da parte dell'utenza (cosi' non ci mettono secoli a ridarci i nostri soldi).FATTI.
Chiudi i commenti