VoIP fuorilegge su T-Mobile

Telefonia su internet e Instant messaging sono stati banditi dall'offerta web dell'operatore. Motivazione ufficiale: il VoIP su reti mobili non funziona bene
Telefonia su internet e Instant messaging sono stati banditi dall'offerta web dell'operatore. Motivazione ufficiale: il VoIP su reti mobili non funziona bene

Londra – Niente VoIP, siamo tedeschi, anzi inglesi. È questa, in una battuta, la scelta attuata da T-Mobile UK sulle proprie reti mobili GPRS e UMTS.

Per la precisione, VoIP e Instant Messaging saranno “banditi” dalla sua offerta di connettività “Web n Walk Professional”. Lo si legge proprio nella pagina di presentazione dell’offerta: “L’uso di VoIP e di Messaging è proibito da T-Mobile. Qualora T-Mobile ne rilevi l’uso, l’operatore ha facoltà di rescindere i contratti in essere con l’utente e disattivarne le SIM card”.

Il servizio Web’n’Walk Professional, come detto sopra, fornisce connettività web su reti mobili (con supporto alla tecnologia HSDPA) e pertanto può essere utilizzato anche con data card inserite in notebook per essere connessi in mobilità e nelle aree non coperte da banda larga.

È verosimile supporre che il veto rappresenti, per T-Mobile UK, un modo per tutelare la propria offerta “voce”. La motivazione ufficiale di questo “proibizionismo” è però diversa: l’operatore ha infatti dichiarato che sulle reti mobili i sistemi VoIP non offrono una qualità soddisfacente. Una ragione che forse potrebbe convincere qualcuno, ma che non spiega le feroci conseguenze previste per chi intende farne uso.

Quanto all’Instant Messaging, meno influente sulle prestazioni della rete, stando ad alcuni rumors pare che T-Mobile abbia in cantiere una propria soluzione, da offrire all’utenza nel corso di quest’anno.

Dario Bonacina

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 05 2006
Link copiato negli appunti