Vola con Internet? Ma quando?

Diverse le segnalazioni su alcune comunicazioni che arrivano sui media e che non facilitano la comprensione dell'iniziativa che agevola l'acquisto dei PC


Roma – E’ incredibile, eppure continua! E’ quel messaggio totalmente inconsistente, come peraltro si sono accorti milioni di cittadini che hanno le basi elementari di aritmetica (che non le abbiano i responsabili di questa comunicazione?) che recita sui media:
“Sei anche tu dell’88? Compi anche tu 16 anni quest’anno? Allora vola con internet, bla bla bla…”. Ma da quando nel 2005 chi è nato nell’88 compirà 16 anni?

Quelli dell’88 i 16 anni li hanno già compiuti nel 2004, possono quindi aderire ancora pur essendo ora già nel 2005 (la campagna governativa era infatti del 2004)? E quelli che compiono 16 anni nel 2005, e che ovviamente non sono dell’88 ma dell’89 (come mia figlia), possono aderire loro?

Non resta che chiamare il numero verde, per scoprire l’arcano e con l’operatore che ti dice che in effetti “non è spiegata bene…” Quanto costerà questa sgangherata campagna tormentone? Soldi dei cittadini, come sempre, amministrati da chi merita di essere invitato a “volare nuovamente sui banchi di scuola, a…o!”.

Saluti
Franco O.
(Milano)

Caro Franco
nella speranza che possa essere utile a tutti, è bene sapere che l’iniziativa “Vola con Internet” per il 2005 è ancora tutta da stabilire. Se verrà confermata, come lo è stata nel 2003 e nel 2004, gli sconti arriveranno naturalmente a chi è nato nel 1989, visto che i beneficiari di questa iniziativa sono solo i 16enni.
Tutte le info sul programma governativo sono su una pagina dedicata del sito del Dipartimento all’Innovazione.
A presto, Alberigo Massucci

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sandro kensan scrive:
    Re: Si avvicina il momento...
    - Scritto da: Anonimo
    ...in cui le comunicazioni in Cina avranno
    una tale mole che per il governo sarà
    impossibile controllare tutto.Intanto vogliono bloccare windows, poi sono intenzionati a contrastare la pirateria che riguarda il mercato occidentale come i film incriminati che guarda caso sono film importati.In più occasioni i gerarchi cinesi dimostrano di avere le idee chiare e cioè contrastare l'invasione culturale, io credo (poi vedrò in futuro se è vero) che questa sarà la direzione.
  • Anonimo scrive:
    Si avvicina il momento...
    ...in cui le comunicazioni in Cina avranno una tale mole che per il governo sarà impossibile controllare tutto.Lo sanno di sicuro, ma non possono far niente per impedirlo, le comunicazioni sono ogni giorno più essenziali per lo sviluppo economico (in realtà agli attuali burocrati del partito comunista cinese non importa una fava di preservare la purezza ideologica, vogliono solo esser sicuri di avere ognuno il loro posto fra i capitalisti, e non fra operai e contadini, quando il comunismo sarà abbandonato del tutto, insomma, vogliono restare loro i padroni).
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando hai una domanda simile...
    - Scritto da: Anonimo

    ...riesci a vendere qualsiasi cosa, ANCHE
    con la
    concorrenza locale a basso costo. Gli
    italiani invece
    di lamentarsi dovrebbero imparare il cinese
    ed
    andare a vendere da quelle parti i loro
    prodotti
    (software incluso). La crisi del nostro
    paese finirebbe
    all'istante.

    Ma gli italiani sono troppo pigri......e sprovveduti, a nessuno dei nostri industriali viene in mente che se anche il made in Italy perdesse un 60% di mercato nazionale in un settore, ben difficilmente avrebbe simili perdite nei mercati esteri dove comprare italiano è una scelta di cui comprare cinese non costituisce una valida alternativa, e soprattutto che a qualsiasi settore messo in crisi in Italia basterebbe conquistare un misero 3-5% del mercato cinese per rifarsi?
  • Sandro kensan scrive:
    Sono tanti!
    e pure mi sembrano un po' troppi, un cinese su tre col cell mi sembrano molti. Aggiungo che certamente in Cina ci saranno cellulari economici, altro dato è che i 330milioni di cellulari sono circa gli abitanti americani, neonati compresi.
  • Anonimo scrive:
    Quando hai una domanda simile...
    ...riesci a vendere qualsiasi cosa, ANCHE con la concorrenza locale a basso costo. Gli italiani invece di lamentarsi dovrebbero imparare il cinese ed andare a vendere da quelle parti i loro prodotti (software incluso). La crisi del nostro paese finirebbe all'istante. Ma gli italiani sono troppo pigri...
Chiudi i commenti