W3C, il Web a scuola di lingue

Definiti i concetti base di uno standard che potrebbe svolgere un ruolo molto importante nell'abbattere le barriere linguistiche del Web a livello di applicazioni e web service


Roma – Da lungo tempo impegnata nell’abbattere le barriere linguistiche che oggi ancora dividono Internet, il World Wide Web Consortium ( W3C ) ha pubblicato una raccomandazione con cui aspira a standardizzare il modo in cui le applicazioni web si scambiano e interpretano i caratteri delle lingue di tutto il mondo.

Il W3C ha spiegato che la nuova specifica, intitolata Character Model for the World Wide Web: Fundamentals , fornisce agli sviluppatori di software e contenuti “un riferimento architetturale comune che rende possibile l’interoperabilità nella manipolazione di testi sul web”.

Gli autori della raccomandazione, tra cui figurano IBM, Microsoft, Siemens e Sun, hanno adottato come set di caratteri universali l’ Unicode , uno standard già incluso nelle specifiche HTML 4.0.

“E’ stato scelto Unicode perché permette di fare riferimento ai caratteri senza riguardo alla codifica, e perché lo standard è accuratamente aggiornato e già ampiamente adottato dall’industria”, ha scritto il W3C in un comunicato.

Il consorzio del Web ha detto che l’obiettivo del “modello di caratteri universale” proposto è quello di “facilitare l’uso del Web da parte di tutte le persone, questo indipendentemente dalla loro lingua, sistema di scrittura e convenzioni culturali”.

In sostanza, l’Universal Character Set (UCS) che forma il cuore del neo standard farà sì che il testo digitale scritto in qualsiasi lingua possa essere compreso – a livello di codici – da qualsiasi applicazione e servizio del Web e possa essere indicizzato dai motori di ricerca: questo su qualsiasi piattaforma o sistema operativo utilizzati.

La raccomandazione pubblicata ieri è solo il primo di una serie di tre documenti che definiranno il modello standard. Gli altri due, in corso di sviluppo, sono Character Model for the World Wide Web 1.0: Normalization e Character Model for the World Wide Web 1.0: Resource Identifiers .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • staicalmo scrive:
    Re: ma...?

    2 settimane fa non c'era un trollone che
    diceva che IBM avrebbe abbandonato il
    supporto a linux sui suoi server? sì ma oggi non verrà qui sul forum: è passato dall'alcool direttamente alle droghe pesanti! :D:D:D
  • Alessandrox scrive:
    Re: ma...?
    - Scritto da: Anonimo
    la questione è che , a prescindere
    dalla bontà o meno di linux come
    sistema operativo ,la sua diffusione sui
    server aziendali spaventa molti, e non solo
    per la questione della concorrenza
    commerciale : il nuovo spaventa sempre, a
    prescindere dalle sue qualità.
    ovvio che per i tecnici specializzati in
    altre piattaforme (windows, ma anche unix)
    un nuovo sistema operativo su cui studiare
    non sia qualcosa di entusiasmante.Guarda che per un tecnico Unix migrare verso Linux non e' un problema...Magari lo e' per un tecnico (solo) Windows
  • Anonimo scrive:
    Re: ma...?
    - Scritto da: Kudos

    - Scritto da: awerellwv

    2 settimane fa non c'era un trollone che

    diceva che IBM avrebbe abbandonato il

    supporto a linux sui suoi server?



    probabilmente si è reso conto della
    sua iniquità e ha fatto le valige per
    Trollandia (troll)


    :D:D:D:DCioè si è traferito a Redmond.....
  • Anonimo scrive:
    Re: arabo
    - Scritto da: Anonimo
    ma se noi si ha AS400 con OS400 ... la parte
    linux come viene fuori?

    si potrebbe parlare un po' in italiano? :-/

    scusate l'ignoranza, vorrei diminuirla un
    po' leggendo ... ma se non si capisce
    nulla......Ma qui si parla di Libertà, di Etica, di superiorità, di cosa credessi si stesse parlando?
  • Anonimo scrive:
    Linux Rulez
    http://www.pouet.net/screenshots/12120.jpg
  • Kudos scrive:
    Re: ma...?
    - Scritto da: awerellwv
    2 settimane fa non c'era un trollone che
    diceva che IBM avrebbe abbandonato il
    supporto a linux sui suoi server?
    probabilmente si è reso conto della sua iniquità e ha fatto le valige per Trollandia (troll):D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: OK.
    - Scritto da: Anonimo
    Messa cosi' e' una gran bella cosa, se IBM
    continua cosi' trarra' solo benefici da
    linux e bonifichera' il dinosaurico
    carrozzone che e', speriamo che i manager
    facciano anche qualche corso sull'open gnu
    linux e magari sull'etica. Sarebbe bello
    avere una grande azienda al servizio dei
    consumatori... ecco lo sapevo, sto
    ricominciando a sognare...:$:D(linux)è vero... IBM pensa solo al denaro, spero che un giorno la smetta di vendere questi suoi obsoleti server e si dedichi a tutto campo nello sviluppo delle comunità open source con donazioni libere e possa convincere anche i grandi colossi (perchè no anche microsoft) ad abbandonare la storia del business per sposare la causa di questo millennio: la libertà open sourcesi, quella libertà che ci è stata finora sottratta dalla spericolata e spietata corsa dell'occidenteVOGLIAMO LA LIBERTA', VOGLIAMO LINUX, VOGLIAMO LOPEN SOOORCEEEEEEEEEEE !!!(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    OK.
    Messa cosi' e' una gran bella cosa, se IBM continua cosi' trarra' solo benefici da linux e bonifichera' il dinosaurico carrozzone che e', speriamo che i manager facciano anche qualche corso sull'open gnu linux e magari sull'etica. Sarebbe bello avere una grande azienda al servizio dei consumatori... ecco lo sapevo, sto ricominciando a sognare...:$:D(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: ma...?
    la questione è che , a prescindere dalla bontà o meno di linux come sistema operativo ,la sua diffusione sui server aziendali spaventa molti, e non solo per la questione della concorrenza commerciale : il nuovo spaventa sempre, a prescindere dalle sue qualità.ovvio che per i tecnici specializzati in altre piattaforme (windows, ma anche unix) un nuovo sistema operativo su cui studiare non sia qualcosa di entusiasmante.
  • MemoRemigi scrive:
    Re: ma...?
    - Scritto da: awerellwv
    2 settimane fa non c'era un trollone che
    diceva che IBM avrebbe abbandonato il
    supporto a linux sui suoi server? Anche io mi ricordo tale asino !Chissa se oggi salterà fuori con qualche esilarante commento !
  • Anonimo scrive:
    Re: arabo
    - Scritto da: Anonimo
    ma se noi si ha AS400 con OS400 ... la parte
    linux come viene fuori?

    si potrebbe parlare un po' in italiano? :-/Inizia tu a parlare italiano, non ho capito la tua domanda....
  • Anonimo scrive:
    arabo
    ma se noi si ha AS400 con OS400 ... la parte linux come viene fuori?si potrebbe parlare un po' in italiano? :-/scusate l'ignoranza, vorrei diminuirla un po' leggendo ... ma se non si capisce nulla......
  • awerellwv scrive:
    ma...?
    2 settimane fa non c'era un trollone che diceva che IBM avrebbe abbandonato il supporto a linux sui suoi server?
Chiudi i commenti