Wal-Mart dà il via libera agli RFID

La più grossa catena di negozi americana rompe gli indugi e adotta la tecnologia RFID in alcuni suoi centri di distribuzione e magazzini all'ingrosso


Chicago (USA) – Sebbene sulla tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) gravi l’ ombra sollevata in Europa dai garanti per la privacy , la più grande catena americana di negozi, Wal-Mart , ha deciso di iniziare ad adoperare i chippetti radio in alcuni suoi magazzini e punti vendita all’ingrosso.

Dopo aver sperimentato a lungo la tecnologia, Wal-Mart si è detta pronta a passare alla fase due e preparare il terreno all’installazione di dispositivi per la lettura degli RFID lungo tutta la sua vasta catena distributiva: entro la fine dell’anno conta di estendere l’uso dei chip radio ad almeno 150 negozi. Wal-Mart ha anche fissato una data, il gennaio del 2005, entro la quale i suoi 100 maggiori fornitori – fra cui Gillette, HP, Johnson & Johnson, Procter & Gamble e Unilever – dovranno utilizzare le etichette “intelligenti”, dette “smart tag”, per identificare ogni imballaggio.

RFID è una tecnologia su cui si stanno fiondando un po’ tutti, dai fornitori ai produttori di beni, dai chipmaker agli sviluppatori di software: fra questi ultimi si contano Microsoft, che si è impegnata nello sviluppo di standard per il settore , e Oracle, che proprio di recente ha annunciato ingenti investimenti sui radiochippetti.

Come noto, RFID è un sistema di identificazione elettronica dei prodotti che si avvale di etichette capaci di emettere segnali radio a corto raggio per monitorare, attraverso speciali lettori, i prodotti lungo ogni passaggio della catena di distribuzione fino al momento in cui vengono acquistati.

Oltre a comportare vantaggi per i produttori, soprattutto nel campo della logistica e della distribuzione, le tecnologie wireless applicate ai beni di consumo promettono di portare con sé diversi benefici anche per i consumatori, che avranno ad esempio la possibilità di evitare le file al supermercato: qui un lettore (un’antenna ricevente) sarà infatti in grado di individuare direttamente il contenuto del carrello, con conseguente addebito diretto della spesa effettuata.

L’appoggio di Wal-Mart alla tecnologia RFID potrebbe dare una forte spinta all’adozione delle smart tag non solo nel settore della vendita all’ingrosso, ma anche in quello al dettaglio. Wal-Mart ammette che questa tecnologia richiede investimenti non trascurabili, che però dovrebbero essere ammortizzati nel lungo periodo attraverso i risparmi introdotti nel controllo degli inventari e nel tracking della merce.

Per quanto riguarda le problematiche relative alla privacy, Wal-Mart ha di recente comunicato di essere intenzionata a seguire le linee guida pubblicate dall’organismo per gli standard EPC (Electronic Product Code), EPCglobal : questo standard dovrebbe fare in modo che l’industria usi la tecnologia RFID nel modo più trasparente possibile, informando adeguatamente i consumatori su quali informazioni vengono raccolte e sulle loro modalità di trattamento.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    e poi ovviamente
    non dimentichiamo mai questo http://www.phibbi.com/extra/bingo.php
  • Anonimo scrive:
    ecco qua
    Buongiorno, potresti verificare le licenze della mailing list quanto prima? Ti ricordo che sei reperibile stanotte. Mi fido, non deludermi.Scusa se ti rompo di nuovo, sei in grado di resettare i contratti di Office dell'azienda? Si, poi ti mando una mail. Questa è l'ultima cosa che ti chiedo.Apri bene le orecchie, potresti far funzionare il contenuto di quel Mac dei nostri partner? Fammi sapere, via posta pneumatica.Buonasera, hai tempo per modificare i messaggi dell'AS400 via wap? Ti consiglio di muoverti in fretta. Adesso vado, chiudi tu l'ufficio.Scusa se ti rompo di nuovo, sei in grado di configurare i contratti di quel Mac al più presto? Vorrei poterlo fare io, ma non ho tempo. E' tardi, ho un aereo che mi aspetta. Ti mando una cartolina.Buongiorno, non ti sei scordato di implementare il contenuto di Windows dei nostri partner? A mezzanotte deve partire. Scusami ancora.Scusa se ti rompo di nuovo, saresti così gentile da implementare i messaggi di Windows a mano? Domattina alle 6 deve essere pronto. Non mi dire che non puoi farlo!Ciao, hai tempo per resettare i report subito? Deve essere tutto pronto per domani. Te lo chiedo come favore personale.Scusa se ti rompo di nuovo, saresti così gentile da leggere i messaggi al volo? Ti ricordo che sei reperibile stanotte. Questa è l'ultima cosa che ti chiedo.Scusa se ti rompo di nuovo, puoi implementare i contratti del mailserver subito? Vado, parto per Bali.Buonasera, ti ho gia detto che devi sistemare le statistiche subito? Vorrei poterlo fare io, ma non ho tempo. E' tardi, ho un aereo che mi aspetta. Ti mando una cartolina.Scusa se ti chiamo a quest'ora, ti ho gia detto che devi sistemare il contenuto di Powerpoint in tempi brevi? Ti scriverò una mail di conferma. So che puoi farcela.Vedi di ascoltarmi, potresti resettare i file di log di Outlook al volo? Ricordati che mi fido di te.Ciao, non ti sei scordato di modificare le licenze del mailserver dell'azienda? Mi fido, non deludermi.Scusa se ti chiamo a quest'ora, saresti così gentile da verificare il contenuto di Excel della sede esterna? Non so da che parte cominciare, ma tanto ci sei tu. Scappo, vado a sciare. Tu lavora, mi raccomando.Scusa se ti chiamo a quest'ora, non ti sei scordato di leggere i contratti dei nostri partner? Andrebbe fatto per domani. E' tardi, ho un aereo che mi aspetta. Ti mando una cartolina.Salve, ce la fai a testare la garanzia di quel Mac in tempi stretti? Si, lo so che domani è sabato. Ce la fai a finire in tempo?Ciao, ti hanno detto che c'è da leggere le licenze al più presto? Si, potevo dirtelo anche prima. Ci tengo.Ciao, siamo ancora in tempo per testare il contenuto al più presto? Si, lo so che il Chemeri non c'è e devi fare tutto tu. Grazie mille.Ciao, hai tempo per far funzionare i settaggi del database della sede esterna? Quanto tempo ci vorrà?
  • Anonimo scrive:
    Universal Funciazza of Kaz
  • Anonimo scrive:
    Ho inventato un nuovo standard
    Le mie librerie xlmprlc si integrano perfettamente con i sistemi xltlcssd che girando su qualsiasi piattaforma e conglobano i sistemi di ecommerce in un tutt'uno capace di farvi risparmiare 2 cent a transazione.Wow ma voi fate 2.000.000.000 di transazioni al giorno !!!Yeahhh ma è incredibile !!!Potete andare a bere il caffè gratis !!!Non accendiamo sigarette oggi di fumo ne abbiamo già avuto !
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho inventato un nuovo standard
      (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho inventato un nuovo standard

      Le mie librerie xlmprlc si integrano
      perfettamente con i sistemi xltlcssd che
      girando su qualsiasi piattaforma e
      conglobano i sistemi di ecommerce in un
      tutt'uno capace di farvi risparmiare 2 cent
      a transazione.
      Wow ma voi fate 2.000.000.000 di transazioni
      al giorno !!!
      Yeahhh ma è incredibile !!!
      Diamine! Si vede che sei uno che "lavora col computer": prendi per il culo MS commentando una notizia relativa ad OASIS, che vive grazie ai soldi di Sun...Troll Detected!
Chiudi i commenti