Wales: viva gli arabi online

Non più estremismi, ma voglia di cultura, di normalità. L'opinione di Sua Eccellenza il Founder

Roma – Aumenta il numero di utenti Internet nel Medio Oriente e questo è un segno che gli estremismi sono, appunto, tali, mentre a crescere è la voglia di conoscenza, cultura e scambio di informazione. Questa l’opinione di Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia, che ne ha parlato con i reporter a latere del World Economic Forum focalizzato appunto sull’area mediorientale.

il fondatore di Wikipedia “Presto – ha spiegato – inizieremo a sentire il peso della presenza della gente comune. Credo che questa sia molto più moderata e molto più normale di quanto disegnato fino ad oggi da posizioni purtroppo polarizzate agli estremi”.

Secondo Wales la prossima ondata di utenti Internet non arriverà dai mercati sviluppati, non “saranno utenti di Stati Uniti, Europa o Giappone” quanto appunto utenti di paesi in via di sviluppo, come molti del Middle East .

“Nel tempo – ha preconizzato Wales – la gente inizierà a vedere il Medio Oriente in un modo molto diverso e non come un’area piena di problemi”. Lo vedranno – ha dichiarato – “come un posto come qualsiasi altro, con i suoi punti di forza e le sue debolezze, con milioni di persone che cercano solo di vivere una vita migliore”.

( fonte immagine )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Simona scrive:
    Pazzesco
    ciao, pochi giorni fa al mio ragazzo è successa la stessa cosa del 22enne di torino. Davvero è tutto così assurdo e incredibile che non potevo crederci quando me lo ha detto. Dico ma siamo matti? le accuse che hanno mosso sono infamanti. Ho timore che possano accusarlo di chi sa cosa quando scaricando un file col nome "giochi gameboy..." (non ricordo di preciso) si è ritrovato (c'erano a dire della polizia) 1690 foto pedo... ora lui non ricorda di aver mai visto tale file (forse cancellato prima che fosse scaricato completamente) e assurdamente accusato di cose gravissime. io non posso permettere che per una cosa simile gli venga rovinata la vita a lui e a me visto che è lui la mia vita. vi prego se qualcuno può tranquillizzarmi o spiegarmi come funziona precisamente. Secondo quali parametri decidono il da farsi? Credetemi svegliarsi al mattino e leggere messaggi del proprio ragazzo di questo genere non ha prezzo. Vi ringrazio in anticipo se risponderete.
  • loziorso punto com scrive:
    e se lo facessoro apposta le mayor per i
    e se fossero le major che vogliono combattere il p2p a metter in giro questi file per terrorizzare chi utilizza i programmi di condivisione e farli smettere o al limite se sei recidivo anche per farli ingalerare . Al capone fini in galera per evasione fiscale non per omicidio. Quindi se non riescono a farti arrestare per il p2p prima ti spaventano poi ti fanno arrestare per pedofilia
  • FMX gbh scrive:
    Al supermercato
    Prendete sull'apposito scaffale un pacco di farina di grano tenero, con tanto di etichetta. Pagate alla cassa, uscite fuori, guarda caso c'è il cane antidroga e scopre che nel pacchetto non c'era farina ma cocaina. Chi vi salva da diversi anni di galera? Ma se in casi come questo vale la buona fede perchè non dovrebbe valere anche quando scarico "Guerre stellari" e mi ritrovo invece film di contenuto schifoso?
  • kanji scrive:
    Pederasti
    non c'entra direttamente con l'articolo ma spessissimo ci si riferisce all'antica grecia quando si parla di pedoporno:http://en.wikipedia.org/wiki/Erastes (sono studente di lettere antiche e vi posso garantire che quella paginetta su wikipedia en è fatta bene)cmq da notare che già allora per legge l'amato doveva avere più di 12 anni.per il resto credo che in questo caso i giudici si siano dimostrati poco lungimiranti
  • TheSandman scrive:
    Re: Vi ricordate il servizio delle Iene?
    Per chi volesse, ho semplificato il lavoro.ecco i link al servizio delle iene.vi sono alcune veniali inesattezze in ciò che ho riportato e il servizio, dovute al fatto che lo ho visto 2 anni fà, ma non sono poi così tante.prima partehttp://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&data=2006/04/27&id=1591&categoria=&from=ieneSeconda partehttp://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&data=2006/04/27&id=1592&categoria=&from=ieneterza partehttp://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&data=2006/04/27&id=1593&categoria=&from=ieneSaluti
    • si_Ballmer scrive:
      Re: Vi ricordate il servizio delle Iene?
      - Scritto da: TheSandman
      Per chi volesse, ho semplificato il lavoro.

      ecco i link al servizio delle iene.
      vi sono alcune veniali inesattezze in ciò che ho
      riportato e il servizio, dovute al fatto che lo
      ho visto 2 anni fà, ma non sono poi così
      tante.

      prima parte
      http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&

      Seconda parte
      http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&

      terza parte
      http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&

      Salutisti caz... mi sento male solo a pensarci, grazie per il post...
    • mr_setter scrive:
      Re: Vi ricordate il servizio delle Iene?
      - Scritto da: TheSandman
      Per chi volesse, ho semplificato il lavoro.

      ecco i link al servizio delle iene.
      vi sono alcune veniali inesattezze in ciò che ho
      riportato e il servizio, dovute al fatto che lo
      ho visto 2 anni fà, ma non sono poi così
      tante.

      prima parte
      http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&

      Seconda parte
      http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&

      terza parte
      http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=iene&

      SalutiDavvero un ottimo post Sandman, illuminante ma altrettanto INQUIETANTE!!!! :| :| :|Certo che servizi del genere dovrebbero essere pane quotidiano di giornalisti della carta stampata e dei principali programmi "informativi" televisivi.... :$ :$ :$LV&P O)
      • helloworld scrive:
        Re: Vi ricordate il servizio delle Iene?
        la cosa più inquietante è che comunque chi indaga pensa di aver fatto bene... e quindi applicherà lo stesso procedimento per altre indagini, rovinando la vita ad altre persone innocenti.
  • djechelon scrive:
    E il dolo? Leggete qui un esempio...
    Ciò che spaventa di più di questa normativa è che il reato di pedofilia, essendo considerato reato contro la persona (un delitto a dire il vero, nello specifico di gravità dell'ordine dell'omicidio), non prevede che venga dimostrato il dolo dall'accusa, ovvero la reale intenzione di compiere il fatto. E i reati di cui parliamo rientrano nella pedofilia.Qui bisogna apportare delle modifiche. Scaricare (intenzionalmente), detenere e diffondere certi tipi di materiale è giusto e sacrosanto considerarlo reato, NULLA da obiettare. Ma rendiamoci conto che reati del genere devono per forza richiedere che venga dimostrato il dolo.Ecco l'esempio di assurdità:Paradossalmente, se in discoteca conosco una ragazzina di 15 anni ben truccata che si spaccia per neo-diciottenne e me la porto a letto VENGO ASSOLTO perchè sono stato ingannato dall'apparenza in tutta buona fede.Allora, per cortesia, cerchiamo di venire in contro a chi ha cercato di scaricare fosse anche Cloverfield pirata ma ha INVOLONTARIAMENTE preso contatto con contenuti pedo. Poi la pirateria è reato a sè (ed è contro la cosa, non contro la persona).
    • Esperienza Personale scrive:
      Re: E il dolo? Leggete qui un esempio...
      non siamo mica negli stati uniti...In italia fare sesso con un minorenne consenziente, che abbia compiuto i 14 anni di età, non è reato. (altrimenti i liceali/universitari sarebbero davvero nei guai...) :)per i minori di 14 anni il reato si configura se e solo se la differenza di età è maggiore di 3 anni.
  • Ualler scrive:
    Ma quanto ci mettono?
    Mi chiedevo una cosa,quanto ci mettono le forze dell'ordine dal momento in cui uno scarica un file illegale al momento in cui poi vengono a casa tua a perquisirti?Nell'articolo della stampa,dicono "alcuni mesi",ma mi sembra un controsenso,in quanto se uno volesse davvero disfarsi di tutte le traccie sul suo hd,di tempo ne avrebbe a sufficenza,e nel caso della caccia ai veri criminali mi sembra molto penalizzante per le polpost!
    • pluto scrive:
      Re: Ma quanto ci mettono?
      non hai capito un acca tu!non devono prendere un criminale, devono rovinare la vita alla gente per fare la loro crociata di caccia alle streghe!per quanto si è passato il 2000 cmq sia una sorta di caccia alle streghe per sterminare le vite di alcuni ignari la devono assolutamente fare sennò non godono!il tutto per poter far vedere che il loro pil sarebbe in crescita e che quello negativo è un'altro."Ti vendo acqua aromatizzata al prezzo delle arance, guarda è più salutare e più controllata delle arance vere per cui dovresti esser fiero che costa di più (per te, a me costa di meno) di un'arancia. è pure dietetica che è acqua sintetica!!!"
      • Ualler scrive:
        Re: Ma quanto ci mettono?
        chiariamo bene una cosa,io ho capito il tuo discorso(solo un tonto non lo avrebbe capito,basta leggere gli articoli di PI),volevo dire che la cosa strana è che di solito, per reati per i quali bisogna mettere sotto sequestro,perquisire...come ad esempio lo spaccio di droga, i carabinieri agisco in tempi brevissimi,per evitare appunto che le prove vengano distrutte.Mi pare quindi strano che ci vogliano "alcuni mesi" per partire a perquisire un abitazione...
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: Ma quanto ci mettono?
          Per trovare un file "cancellato" dal proprio hd?Se non si usano tool specifici, le tracce restano del passaggio del file... fosse anche solo il nome del file memorizzato in un file database ( di sistema ) ( su windows funziona piu' o meno cosi )...Quindi, se cercano un file del tipo "Forza giuseppina da milano", ecco che se tu l'hai scaricato anche 2 anni fa e cancellato 1 anno e mezzo fa, loro ti ritrovano il nome del file nel pc e a quel punto dovresti dimostrare che cosa ne hai fatto di tale file...
          • Ualler scrive:
            Re: Ma quanto ci mettono?
            non credo sia quello il problema,se non bastassero i vari tool per la cancellazione e la pulizia del sistema,basta procedere alla reinstallazione del so per cancellare quasi tutte le tracce(qualcosa rimane sempre ma non credo che un impiegato della polpost si metta a ricercare tracce fantasma,magari utilizzando macchinari non facilmente reperibili su un hd pulito),senza poi dimenticare il fatto che basta cambiare suppurto di memoria per risolvere il problema...però ancora nessuno mi ha risposto,quanto ci mettono?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma quanto ci mettono?
            contenuto non disponibile
  • John scrive:
    Kad aiuta solo in parte
    Non conosco bene PeerGuardian ed in particolare le differenze rispetto ad un firewall classico, però ho una certa conoscenza della rete Kad.Purtroppo non è vero che l'indirizzo IP degli utenti non compare mai se si utilizza la rete Kad. In realtà qualsiasi connessione diretta tra due client (necessaria per upload e download) avviene conoscendo i rispettivi indirizzi IP. Kad aiuta solo per il fatto che non necessita di contenitori centralizzati (server) in cui viene memorizzata in maniera stabile la lista di collegamenti "File - IP" degli utenti connessi. Non è quindi sufficiente sequestrare un server per ottenere tutte le informazioni su IP e file condivisi di ogni utente che si è connesso.Però è abbastanza semplice creare "trappole" come quella capitata al ragazzo in questione per monitorare gli IP di chiunque tenti di scaricare un certo file.Per una spiegazione più dettagliata riferisciti a: - http://www.p2psicuro.it/mute/mute_privacy.htm - http://it.wikipedia.org/wiki/Kademlia
  • Get Real scrive:
    Re: ecco come tutelarsi
    See, perchè la polizia non lo sa, certo. Non sanno che esiste TrueCrypt. Siete tutti così intelligenti che nessuno vi può fregare, vero?Le carceri sono piene di gente che pensava di essere tanto furba. Non sono i vostri giocattolini da bambini che possono fermare la legge.
    • Reolix scrive:
      Re: ecco come tutelarsi
      Certo che lo sanno, lo sanno tanto bene che fanno concorsi nazionali su truecrypt per la sua difficoltà, il problema è come lo si usa truecrypt e se lo usi bene.....
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco come tutelarsi
      Ma se è notizia dell'altro giorno che durante le sue indefesse indagini la polizia postale si è imbattuta in questo "nuovo" software usato dai pedofili... vuoi sapere il nome? Shareaza :D
  • unaDuraLezione scrive:
    Re: Poniamo Caso Limite - Me stesso on line!
    contenuto non disponibile
    • iRoby scrive:
      Re: Poniamo Caso Limite - Me stesso on line!
      Taci tu!Che io sono stato denunciato, processato e per fortuna assolto per non essermi auto-soccorso; cioè omissione di soccorso in un incidente stradale in cui l'unico ferito ero io!Per cui non mi stupisco più di nulla. Anche perché la minchiata mi è costata 1800 euro tra avvocati e spese istruttorie.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Poniamo Caso Limite - Me stesso on line!
        contenuto non disponibile
      • TheSandman scrive:
        Re: Poniamo Caso Limite - Me stesso on line!
        - Scritto da: iRoby
        Taci tu!

        Che io sono stato denunciato, processato e per
        fortuna assolto per non essermi auto-soccorso;
        cioè omissione di soccorso in un incidente
        stradale in cui l'unico ferito ero
        io!

        Per cui non mi stupisco più di nulla. Anche
        perché la minchiata mi è costata 1800 euro tra
        avvocati e spese
        istruttorie.A questo punto, per sottolineare ancora di più il paradosso giuridico, potevi anche costituirti parte civile nel processo penale contro te stesso.Saluti
      • Calibano scrive:
        Re: Poniamo Caso Limite - Me stesso on line!
        - Scritto da: iRoby
        Taci tu!

        Che io sono stato denunciato, processato e per
        fortuna assolto per non essermi auto-soccorso;
        cioè omissione di soccorso in un incidente
        stradale in cui l'unico ferito ero
        io!

        Per cui non mi stupisco più di nulla. Anche
        perché la minchiata mi è costata 1800 euro tra
        avvocati e spese
        istruttorie.Azz...! E io che pensavo di fare una "stupida" speculazione (leggesi anche sega mentale)!Non ho parole. Uno puo' denunciare se stesso e mandare avanti un processo??? Ma neppure un malato di bipolarismo (la malattia mentale intendo!!!) arriverebbe a tanto!Pero' anche te! Te la potevi fare la respirazione "bocca in bocca" o un auto massaggio cardiorespiratorio.Via giu' vo a donare il sangue che ho bisogno di farmi una trasfusione. Speriamo di non beccare l'epatite! Sai come e', con tutti questi me malati a giro per il mondo.
  • brusuillis scrive:
    Re: ecco come tutelarsi
    A- sei obbligato a dare la password. Se non la dai è una chiara ammissione di colpa. E prima o poi decritteranno l'hard disk. Poi professati innocente.B- Io ho la coscienza pulita, non ho bisogno di simili artefatti. E se li implementi, poi giura di non aver nulla da nascondere...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: ecco come tutelarsi
      contenuto non disponibile
      • Get Real scrive:
        Re: ecco come tutelarsi
        - Scritto da: unaDuraLezione
        - Scritto da: brusuillis

        A- sei obbligato a dare la password.

        mi citi l'articolo di legge?
        Ti ci vedo proprio a parlare così dopo qualche ora di interrogatorio.

        Se non la

        dai è una chiara ammissione di colpa.

        mi citi l'articolo di legge?
        Vedrai come piangerai davanti allo sguardo severo del magistrato che ti spiegherà come la tua esistenza sarà annientata dall'implacabile potere della Legge.
        auguri.Ce la faranno, non dubitare. I professionisti non si lasciano fuorviare dai giocattoli che i saccentoni scaricano da internet. Se TrueCrypt fosse tanto efficace, il suo ideatore sarebbe morto, in prigione, o comunque non certo libero di diffondere quella che i governi di tutto il mondo considerano un'arma.
        visto che nel mio non troveranno nulla (di quello
        che cercano), mi professerò
        innocente
        Fai pure. Intanto la tua vita è finita, sei disoccupato e nessuno ti darà mai un lavoro, non potrai affittare una casa, non potrai chiedere un prestito, non potrai avviare un'attività. Si chiama Morte Civile, è un'arma che lo Stato tiene, continuamente, puntata alla testa di ognuno di noi e che ci costringe a rigare diritto.
        E piuttosto di farli vedere ad estranei sono
        disposto ad andare in
        galera.
        Chiaro?Chiaro che non sai di cosa parli.
        E se devo andare in galera per non aver fatto
        nulla, prendo uno a caso e l'ammazzo di botte,
        almeno poi una ragione per mandarmici ce
        l'hanno.
        Chiaro?Chiaro che non sai di cosa parli, ancora una volta.
    • imorgillo scrive:
      Re: ecco come tutelarsi
      - Scritto da: brusuillis
      A- sei obbligato a dare la password. Se non la
      dai è una chiara ammissione di colpa. E prima o
      poi decritteranno l'hard disk. Poi professati
      innocente.All'universita' c'e' stato un seminario qualche mese fa. Abbiamo discusso proprio di questo con il Sostituto Procuratore che teneva la lezione. Dopo ore di animate discussioni, ci ha dato la soluzione all'enigma."Nel caso le chiedano la password, lei e' sotto giuramento: le basta dire 'Ho dimenticato la password' ".Il cerchio si chiude.Dove finisce l'ingegnere ed inizia l'avvocato...Ciauz
      • Reolix scrive:
        Re: ecco come tutelarsi
        - Scritto da: imorgillo
        - Scritto da: brusuillis

        A- sei obbligato a dare la password. Se non la

        dai è una chiara ammissione di colpa. E prima o

        poi decritteranno l'hard disk. Poi professati

        innocente.

        All'universita' c'e' stato un seminario qualche
        mese fa. Abbiamo discusso proprio di questo con
        il Sostituto Procuratore che teneva la lezione.
        Dopo ore di animate discussioni, ci ha dato la
        soluzione
        all'enigma.

        "Nel caso le chiedano la password, lei e' sotto
        giuramento: le basta dire 'Ho dimenticato la
        password'
        ".
        Il cerchio si chiude.
        Dove finisce l'ingegnere ed inizia l'avvocato...
        CiauzCon TrueCrypt non hai neanche bisogno di dimenticarla la dai e basta, voglio proprio vedere come trovano "l'altra", entriamo nel campo entropia, plausible deniability...ci vediamo in tribunale con potrebbe essere ma....
        • imorgillo scrive:
          Re: ecco come tutelarsi
          - Scritto da: Reolix
          Con TrueCrypt non hai neanche bisogno di
          dimenticarla la dai e basta,La mia curiosita' fu proprio sul fatto di essere obbligato a darla. Lei "sparo'" subito la soluzione con una lucidita' disarmante.Ciao
  • helloworld scrive:
    PeerGuardian e Kad?
    dite che si potrebbe limitare il problema usando Kad e PeerGuardian sempre aggiornato, no?
    • Fratello Berengario scrive:
      Re: PeerGuardian e Kad?
      Guarda, io ne dubito molto.Ma anche se fosse, mi rifiuto di credere che si debba ricorrere a "stratagemmi" come filtrare gli IP per dimostrare la mia innocenza e buona fede.Sarebbe come se ti nascondessi appena vedi un'auto della polizia per strada, perché anche se non hai fatto niente di male sai che possono romperti le balle anche solo perché indossi una maglietta degli Iron Maiden, e possono persino metterti dentro per 24 ore senza essere tenuti a formulare alcuna accusa.E' un'idea schifosa, da vomitare. Eppure, forse siamo arrivati a quel punto: che una persona perbene debba nascondersi solo perché non sa se potrà far valere la propria innocenza dinanzi al Sistema.
    • dank scrive:
      Re: PeerGuardian e Kad?
      - Scritto da: helloworld
      dite che si potrebbe limitare il problema usando
      Kad e PeerGuardian sempre aggiornato,
      no?che serve o meno non ha importanza, così non si risolve la questione, vanno cambiate le regole "fuori"
    • Anonimo scrive:
      Re: PeerGuardian e Kad?
      E che te ne fai?La polizia postale controlla il tuo traffico direttamente alla fonte, ovvero al tuo ISP, quindi non servono proxy, Kad, e altre cagate che ho letto qui.L'unica è proteggere le partizioni con sistemi di crittazione
    • gherni scrive:
      Re: PeerGuardian e Kad?
      l'unico sistema è pagare 5 euro al mese e collegarsi a relakks che cambia il nr di Ip e con quello sei tranquillo
  • Akiro scrive:
    Re: Capita più di quanto pensate

    Soprattutto se si scarica porno dal p2p è facile
    che possa succedere.per fortuna: mai successo!ed è strano dato il traffico... 8D
  • Chitto scrive:
    Re: Lo spirito della legge
    - Scritto da: Anonimo
    E allora mi chiedo: cosa vuole ottenere questa
    legge? qual è lo spirito della
    legge?Più o meno questo:[img]http://www.zaymyname.com/wp-content/uploads/2007/10/witch-hunt.jpg[/img]
  • Anonimo scrive:
    A difesa dei politici
    Va detto, a difesa dei politici, che qualcuno che capisce la differenza tra pedofilia e child molesing, che difende i diritti dei pedofili c'è stato.Si tratta del solito Marco Cappato, e il suo intervento è bastato per far meritare al suo partito l'epiteto di "partito dei pedofili".http://radicicristiane.spaces.live.com/blog/cns!F8E0AB21C0FC7EA9!522.entry
  • SardinianBoy scrive:
    IL P2P deve rimanere !
    Il p2p non è così pericoloso come dicono,perchè il p2p è utile a tutti per promuovere la propria musica ec.... ma è pericolso il fatto che,agenti mascherati da utenti normali,invece propagano in rete file pedopornografici per fare cadere nella rete (rovinando di porposito altre persone) ignari utenti che vorrebbero vedere in santa pace un film.La vera condanna è questa.Non fatevi ingannare da file che sembrano innocui e poi ti mandano in galera.Il tutto è fatto di proposito per mettere un bavaglio ad internet,che seppure è un grande fratello,vogliono chiudere tutto.Persino le informazioni come questa. Oggi società come RIAA e...stro*** vari si stanno accanendo per vendere ancora meglio la loro fott***issima cacca ...ma non saranno mai dalla parte dell'artista.MAI. Basta poco per premunirsi, io ormai da diverso tempo uso Utorrent e con una configurazione sicura. Sono d'accordo però,quando viene punita quella moltitudine di persone che scaricano dalla rete ai fini di lucro,allora si che ci vuole la galera. Ok,scusate se vi ho annoiato....buona giornata :-)
  • fred scrive:
    Re: Capita più di quanto pensate
    Solo per farti un esempio, meta' o piu' dei film che contengono la parola "paperino" sono porno di vario titolo...Facilissimo beccare falsi e talvolta pedoporno; poi a seconda del network p2p ci sono oppure non possibilita' di avere un preview o aquisire informazioni utili.
  • alhana scrive:
    Problemi anche per i tecnici
    Caso già accaduto e noto (non a noi per fortuna,ma che a messo non poco in difficoltà noi che ripariamo computer): cliente porta il pc a riparare; il tecnico, nell'operazione di trasferimento dati (non so dire con che metodo, ma anche facendo un semplice copia/incolla a volte i nomi dei files sono così espliciti che non ci si può far caso ..) si accorge che il cliente ha una cospicua quantità di materiale pedopornografico: alza il telefono e chiama la polizia postale.Subito parte la controdenuncia del cliente per "violazione della privacy". Risultato: cliente libero come l'aria, tecnico denunciato in tribunale ..Da quando ho saputo questo, sinceramente ogni volta che faccio il backup di un cliente spero di non trovare mai niente: 1 perché probabilmente non mi reggerebbe lo stomaco; 2 perché dovrei decidere tra denunciare il cliente ed essere a mia volta denunciata, o far finta di niente (cosa che però penso in quel caso mi sarà impossibile ..)
    • brusuillis scrive:
      Re: Problemi anche per i tecnici
      Perchè ti senti "tenuta" a guardare l'oggetto della tua azione di backup?
      • Mr.God scrive:
        Re: Problemi anche per i tecnici
        - Scritto da: brusuillis
        Perchè ti senti "tenuta" a guardare l'oggetto
        della tua azione di
        backup?E' donna.
        • marto tortio scrive:
          Re: Problemi anche per i tecnici
          Ed anche della peggio specie in quanto non sà farsi gli affari propri, un pò come quelle che sono attirate da tutto ciò che luccica, ecco lei è attirata da tutto ciò che non deve riguardarla...Comunque per fare un backup da quando in quà bisogna prendere file per file?Si telefona al propietario del pc,gli si chiede di quali CARTELLE ha bisogno(non i file!!se vengono esplicitamente chiesti i file gli si fà capire che TU non sei tenuto a leggerli e a sapere quali file detiene il cliente) si prendono le cartelle e le si trasferiscono STOP.
          • Akiro scrive:
            Re: Problemi anche per i tecnici
            avete ragione anche voi, fermo restando che il cliente colpevole di tale crimine andrebbe "appeso per le balls".
  • fred scrive:
    Re: ecco come tutelarsi
    Create una partizione nascosta dentro quella normale, piazzate materiale di poco interesse su quella normale e il materiale che va condiviso su quella nascosta.Se vi chiedono di accedere ai dati fornite la password per la partizione normale.
  • John scrive:
    Cosa dice esattamente la legge?
    A quanto mi risulta il testo della legge definisce come pedopornografico tutto quel materiale che rappresenta minori in atteggiamenti sessualmente espliciti. La semplice nudità non comporta automaticamente che si tratti di materiale pedopornografico.Stabilisce inoltre che rappresentano reato la detenzione e la diffusione di suddetto materiale.Come si traduce tutto ciò in termini concreti? Un utente è processabile unicamente se viene trovato in possesso di suddetto materiale da parte delle autorità? Oppure è sufficiente che il proprio indirizzo IP risulti collegato in qualche modo al download di un file incriminato?A me sembrano due scenari decisamente differenti.Nel primo caso si evidenzia l'intenzione dell'utente a conservare tale materiale per il proprio divertimento, eventualmente con l'aggravante della diffusione.Il secondo caso può invece racchiudere tutta una serie di scenari in cui la colpevolezza dell'utente è decisamente più discutibile.Si pensi al caso in questione: a download completato l'utente si rende conto dell'errore commesso e cancella il file. Non è dimostrabile la detenzione del materiale, il soggetto è comunque colpevole e condannabile? Forse.Si pensi invece al caso in cui il download non venga nemmeno completato, anche in questo caso è condannabile per aver iniziato lo scaricamento, favorendone la condivisione per quei pochi minuti?Come si può poi dimostrare l'intenzionalità del fatto? Non vi è mai capitato di effettuare una ricerca con una parola chiave del tutto legale e mettere in download i primi 10 o 20 risultati selezionandoli in gruppo senza esaminarli uno ad uno? Potrebbe capitare che uno di quei file sia a contenuto pedopornografico, mentre tutti gli altri siano video o immagini del tutto legali. Come si può dimostrare che l'utente abbia intenzionalmente voluto scaricare (parzialmente o tolamente) tale file?Secondo me è necessario chiarire bene ciò che consegue, in termini pratici, dalla legge attuale affiché sia possibile definire meglio il problema ed eventualmente studiare una soluzione migliore.Saluti.
    • Star scrive:
      Re: Cosa dice esattamente la legge?
      Non lo faranno mai.Sia ai politici che alle forze dell'ordine fa comodo che la legge sia così inadatta e rigida.Devono pure sbattere qualche mostro in prima pagina per far credere alla gente (stupida) che loro lavorano bene e beccano i criminali !Poco importa se con questi metodi alla "sparo a raffica chi becco becco" poi a farne le spese sono più gli innocenti dei veri criminali... questo la "massa" che guarda i TG non lo comprende.
    • fred scrive:
      Re: Cosa dice esattamente la legge?
      Scaricato con nome errato e poi cancellato anche se verificabile con dei tools di forensic e' comunque non punibile poiche' non vi e' il possesso ne' vi e' stata l'intenzione, questa storia si ferma alle preliminari salvo non ci sia altro che non sappiamo.Al massimo gli possono contestare solo il fatto di non avere fatto denuncia, non ricordo il nome specifico; come se tu vedi commettere un omicidio ma non lo segnali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa dice esattamente la legge?
        Sei un illusohttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=2290951&m=2292863#p2292863nel caso in questione gli "esperti" della polizia hanno decancellato dal disco altri file, contestandone il possesso (si trattava di foto private in cui si vedeva solo il sedere della ragazza del soggetto... sedere che tra l'altro aveva più di 30 anni)
        • Sgabbio scrive:
          Re: Cosa dice esattamente la legge?
          ma se io cancello AKA non ho più non ci dovrebbe essere il reato, anche se il file è ricuperabile con sofisticati software....al massimo si fa la cancellazione sicura...
          • Anonimo scrive:
            Re: Cosa dice esattamente la legge?
            Non fa niente.In passato hai detenuto l'oggetto incriminato e quindi hai commesso un reato.Finché non cade in prescrizione, sei passibile di denuncia e le autorità possono fare quello che ritengono opportuno per recuperare le prove.Altrimenti sarebbe come dire che se hai ucciso qualcuno in passato non lo stai uccidendo adesso e quindi non tai commettendo un reato.
  • unaDuraLezione scrive:
    non c'è consapevolezza --
    non c'è reato
    contenuto non disponibile
    • jrandom scrive:
      Re: non c'è consapevolezza --
      non c'è reato
      Così dice la legge.Prima ti sequestrano tutto, poi devi affrontare il processo. Magari il giudice dopo anni di processo ti da anche ragione, ma intanto tu hai passato un calvario che ha pochi pari. E per cosa? Per delle immagini e niente altro.
      quindi, se capita una volta non credo neppure che
      si disturbino.Credi male e il caso di questo ragazzo lo dimostra.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: non c'è consapevolezza --
        non c'è reato
        contenuto non disponibile
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: non c'è consapevolezza --
          non c'è reato
          contenuto non disponibile
          • Anonimo scrive:
            Re: non c'è consapevolezza --
            non c'è reato
            Mi inserisco nella discussione solo per riportare alcuni dati di un fatto vero.File scaricato per sbaglio, era uno zip con quasi 2000 foto dentro.Unzippato e mai guardato.*Il giorno dopo* arriva la polizia (ore 7 del mattino), accede al computer e, distruggendo la prova che le foto non erano mai state visualizzate, visualizza le foto e contesta il reato di possesso di materiale pedopornografico con l'aggravante della ingente quantità.Le spese legali arrivano a superare i 10000 euro e dopo un mese di arresto preventivo e altri 4 di arresti domiciliari (peraltro anche se erano stati concessi dal giudice in prigione facevano finta di non sentire, tenendo indebitamente il soggetto in carcere per altre tre giorni) si arriva al processo in cui viene patteggiata una pena di due anni.Perché? perché l'avvocato ha detto "so benissimo che posso vincere, ma non rischio il culo degli altri".Quando si parla di certezza della pena, io vorrei che si parlasse anche di certezza dell'innocenza, ch in Italia non esiste (esiste la presunzione di non colpevolezza, che è qualcosa di diverso dalla presunzione di innocenza)
          • Chitto scrive:
            Re: non c'è consapevolezza --
            non c'è reato
            Mi inserisco nella discussione
            solo per riportare alcuni dati di un fatto
            vero.

            File scaricato per sbaglio, era uno zip con quasi
            2000 foto
            dentro.
            Unzippato e mai guardato.
            *Il giorno dopo* arriva la polizia (ore 7 del
            mattino), accede al computer e, distruggendo la
            prova che le foto non erano mai state
            visualizzate, visualizza le foto e contesta il
            reato di possesso di materiale pedopornografico
            con l'aggravante della ingente
            quantità.

            Le spese legali arrivano a superare i 10000 euro
            e dopo un mese di arresto preventivo e altri 4 di
            arresti domiciliari (peraltro anche se erano
            stati concessi dal giudice in prigione facevano
            finta di non sentire, tenendo indebitamente il
            soggetto in carcere per altre tre giorni) si
            arriva al processo in cui viene patteggiata una
            pena di due
            anni.
            Perché? perché l'avvocato ha detto "so benissimo
            che posso vincere, ma non rischio il culo degli
            altri".

            Quando si parla di certezza della pena, io vorrei
            che si parlasse anche di certezza dell'innocenza,
            ch in Italia non esiste (esiste la presunzione di
            non colpevolezza, che è qualcosa di diverso dalla
            presunzione di
            innocenza)Grazie per la tua testimonianza.
          • Anonimo scrive:
            Re: non c'è consapevolezza --
            non c'è reato
            - Scritto da: Chitto
            Grazie per la tua testimonianza.Prego.Aggiungo che i sequestro del materiale informatico ha riguardato anche cavi, stampante e qualunque altra cosa fosse nelle immediate vicinanze del computer (chissà come si comporterebbero in case dotate solo di collegamenti wi fi) e che alla fine del procedimento il computer è stato confiscato e distrutto.
          • Chitto scrive:
            Re: non c'è consapevolezza --
            non c'è reato
            - Scritto da: Chitto

            Grazie per la tua testimonianza.

            Prego.
            Aggiungo che i sequestro del materiale
            informatico ha riguardato anche cavi, stampante e
            qualunque altra cosa fosse nelle immediate
            vicinanze del computer (chissà come si
            comporterebbero in case dotate solo di
            collegamenti wi fi) e che alla fine del
            procedimento il computer è stato confiscato e
            distrutto.Questo è un'altro aspetto assurdo.Posso capire la distruzione di supporti non riscrivibili, ma la distruzione non solo dell'HD (che già sarebbe assurda di suo) ma dell'intero computer ha del pazzesco e dimostra con quanta razionalità si svolgano questi fatti.
        • Star scrive:
          Re: non c'è consapevolezza --
          non c'è reato

          Prima di pronunciarti, aspetta di vedere cosa
          troveranno nei suoi dischi.Nei suoi dischi troveranno quello che a loro farà comodo trovare.Tu lo sai che la legge italiana non ti permette neppure se non a tue spese (carissime) di avere una copia fisica legalmente valida di tutto il materiale che ti viene sequestrato prima che i loro "espertoni" ci mettano sopra le mani ?Questo significa che se le forze dell'ordine per semplificarsi la vita o evitare qualche figura riempissero i tuoi dischi fissi di immagini pedopornografiche mentre sono nelle loro mani tu non avresti alcun sistema legale per dimostrare il contrario.Meditate gente... meditate...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: non c'è consapevolezza --
            non c'è reato
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: non c'è consapevolezza --
            non c'è reato
            contenuto non disponibile
          • Sgabbio scrive:
            Re: non c'è consapevolezza --
            non c'è reato
            Non credo che dice di arrendersi, ma dice realtà tristemente vere :(
      • fred scrive:
        Re: non c'è consapevolezza --
        non c'è reato
        si ferma alle preliminari ma richiede comunque molto tempo e il non riavere il materiale per un bel po'; c'e' anche il rischio che riscontrino nel materiale sequestrato altri tipi di violazione, motivo per cui insisto sulla crittografia delle partizioni.
    • Pinco pallonzo scrive:
      Re: non c'è consapevolezza --
      non c'è reato
      Così dice la legge.MA PER PIACERE.Trovami dove hai letto una simile corbelleria (ma cita articolo e comma, non limitarti a far piovere l'affermazione dal cielo o a sostenere che è una norma di buonsenso), e poi ne riparliamo.Il reato è tale sempre e comunque, indipendentemente dal fatto che chi lo compie ne sia consapevole o meno. Possiamo eventualmente parlare di *attenuanti*, ma siamo in un altro campo.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: non c'è consapevolezza --
        non c'è reato
        contenuto non disponibile
      • Anonimo scrive:
        Re: non c'è consapevolezza --
        non c'è reato
        Sulla consapevolezza ha ragione luiArt. 600-quater. - (Detenzione di materiale pornografico). - Chiunque, al di fuori delle ipotesi previste dall'articolo 600-ter, *consapevolmente* si procura o detiene materiale pornografico realizzato utilizzando minori degli anni diciotto, e' punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa non inferiore a euro 1.549.La pena e' aumentata in misura non eccedente i due terzi ove il materiale detenuto sia di ingente quantità.http://www.camera.it/parlam/leggi/06038l.htmIl problema è che l'onere della prova passa all'imputato.
        • Pinco pallonzo scrive:
          Re: non c'è consapevolezza --
          non c'è reato
          - Scritto da: Anonimo
          Il problema è che l'onere della prova passa
          all'imputato.APPUNTO.
          • GGLaTr8la scrive:
            Re: non c'è consapevolezza --
            non c'è reato
            no "appunto". è una cosa diversa da quella che tu affermavi.hai detto una cavolata, stacci...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: non c'è consapevolezza --
      non c'è reato
      contenuto non disponibile
    • otacon87 scrive:
      Re: non c'è consapevolezza --
      non c'è reato
      lol insomma se ti capita una volta meglio che cambi HD sennò se ti ricapita sei nella merda
  • Nimus scrive:
    Il Reato di Guardare
    Qualcuno mi deve spiegare bene e con parole semplici dove esisterebbe il reato nel guardare un immagine ?Se un giorno un tizio affiggesse di notte un bel cartellone pubblicitario in mezzo ad una strada con un immagine pedo a casoi cc dovrebbero arrestare tutte le macchine e i pedoni che passeranno di lì la mattina ?E chi vorrebbe evitare il reato dovrebbe viaggiare lì sotto con una mano sugli occhi, rischiando di investire qualcuno ?
    • pincus scrive:
      Re: Il Reato di Guardare
      il reato non è guardare, ma condividere...!
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Il Reato di Guardare
        contenuto non disponibile
        • Mi scoccio di loggare scrive:
          Re: Il Reato di Guardare
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: pincus

          il reato non è guardare, ma condividere...!

          no. ci sono due reati:
          1) procurarsi ni modo cosapevole
          2) distribuireMa il problema posto era diverso :- Se io condivido materiale pedo perche' scaricato "inconsapevolmente" da un programma p2p, che reato commetto? E perche'?Perche' devo esser sbattuto io in galera che quel file l'ho scaricato e condiviso inconsapevolmente, invece di verificare CHI ha girato quei filmini e magari metterli sulla sedia elettrica?Non deve essere PUNITO chi VEDE quelle cose (anche perche' NEI FATTI non commette violenza a nessuno), ma CHI FA quelle cose.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Il Reato di Guardare
            contenuto non disponibile
          • Mi scoccio di loggare scrive:
            Re: Il Reato di Guardare
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Mi scoccio di loggare


            Non deve essere PUNITO chi VEDE quelle cose

            (anche perche' NEI FATTI non commette violenza a

            nessuno), ma CHI FA quelle

            cose.

            non sono d'accordo.
            chinuque contribuisca a chi scatta le foto (es:
            pagando)Nel P2P nessuno paga nessuno.Quindi di fatto, anche se condivido ( e sottolineo che ritengo indegno quel materiale e chi lo produce ), non porto alcun "lucro" a chi quelle immagini le scatta.E Ripeto : se le scarico inconsapevolmente ( e al limite anche consapevolmente ), dato che sul p2p non viaggiano soldi.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Il Reato di Guardare
            contenuto non disponibile
  • UltraFox scrive:
    anche no p2p: ecco un caso!
    Dove vivo un fotografo è stato querelato per pedofilia (e immediatamente sbattuto in prima pagina in un modo che comunque fa capire perfettamente chi sia); il fatto - per come lo dice lui - si è svolto in questo modo:una cliente con la quale ha avuto a che fare molte volte gli ha chiesto di andare a prendere il suo bambino all'asilo; questo bambino sicuramente è stato più volte fotografato (come richiesto!!!!) in quello studio; la madre in quell'occasione ha detto esplicitamente al fotografo di andare a prenderlo. Questi, come è abituato, entra in rapporto amichevole coi soggetti (come sa qualsiasi ritrattista!!) e dato che dedica il suo lavoro ai bambini (anche come calcolo: tutti vogliono le foto dei propri bambini) un po' li vizia, li fa ridere e giocare.Quando il bambino è stato riportato alla madre piangeva PERCHE' NON VOLEVA TORNARE CON LEI ma stare col fotografo. Questo comportamento, disse la madre, era anomalo e non era mai successo e quindi sicuramente era successo qualcosa : denuncia, zac e tac.Ovviamente il bambino non voleva tornare dove non veniva coccolato e viziato così tanto, mi pare la cosa più classica del mondo. Eppure questo è costato il sequestro di ogni dispositivo di storage presente nel negozio del fotografo: tutte le schede di memoria, gli hard disk di tutta la rete interna di pc e dei macchinari, comprese le macchine per la stampa con i software specifici.Ricomprare tutto non è uno scherzo per chi ha una attività. L'altro giorno un tipo gli ha chiesto un CDrom con le foto di un evento dell'anno scorso... ovviamente ha dovuto essere evasivo ma: come farà ad andare in questura ogni volta che gli serve il materiale di eventi passati da vendere ai clienti??Lui ovviamente ha detto che non ha nessun problema e che il sequestro non lo spaventa di certo per i contenuti perché lui è un serio professionista... ma è un durissimo colpo per i suoi costi e l'attività.Come si fa ad andare a chiedere il materiale col quale si stava lavorando?Magari va a finire che ti maltrattano poi perchè "li disturbi"... ? Non dappertutto sono gentilissimi... Un invito ai professionisti: pensateci PRIMA, non lamentatevi DOPO, se le leggi e le prassi degli organi di legge e giustizia non funzionano perfettamente: non solo quando tocca a voi!
  • ninjaverde scrive:
    CavalloDiTroia
    E' un'esca o un cavallo di troia per combattere o vincere su chi usa P2P?Non sarà mica qualche furbone interessato che mette simili files mascherati su quelle reti? Non trovate che la faccenda "puzzi" in pò?Ciò detto al di la della cosidetta "pirateria" che può essere discutibile ecc. ecc.Qui si compie un atto criminale, ed è simile al terrorismo bombarolo della serie chi cojo cojo.Perciso: terrorismo informatico.
  • Ricky scrive:
    politici,inetti e conniventi...
    Come da titolo,non sono capaci, non ne capiscono un fico,non possono fare di meglio ignoranti come sono.Dovrebbero appoggiarsi a persone informate,che conoscono bene i fenomeni della rete e possono dare una mano a sistemare le cose.Pero' non lo fanno, anche perche' e' loro interesse non toccare potentati e non dare fastidio a chi imperversa sulla rete minacciando e trascinando in tribunale qualsiasi cosa abbia a che fare con il P2P.Nulla cambiera' sino a quando non capitera' qualche cosa che fara' MUOVERE finalmente i politici pertinenti...
  • marco villa scrive:
    sono cavoli suoi
    vada al cinema invece di scaricarsi i film
    • K.Mitnick scrive:
      Re: sono cavoli suoi
      - Scritto da: marco villa
      vada al cinema invece di scaricarsi i filmFaccia in modo che il cinema abbia un costo ADEGUATO !O che almeno si effettuino delle riduzioni famiglia !!perchè andare al cinema io mia moglie e i miei due figli mi costerebbe ben 30 euro e se me lo permette è una spesa abbastanza importante ! E alla cultura mia e dei miei figli non rinuncio. quindi fintanto che il cinema costa cosi ce li porto una volta al mese e gli altri film li guardiamo scaricandoli.
    • Star scrive:
      Re: sono cavoli suoi
      Ti auguro di non ricevere mai in vita tua una e-mail che contenga in allegato una immagine pedopornografica o un file illegale altrimenti il cinema tu lo guarderai a scacchi per lo stesso identico principio ;)
      • UltraFox scrive:
        Re: sono cavoli suoi
        - Scritto da: Star
        Ti auguro di non ricevere mai in vita tua una
        e-mail che contenga in allegato una immagine
        pedopornografica o un file illegale altrimenti il
        cinema tu lo guarderai a scacchi per lo stesso
        identico principio
        ;)si, e imparerà a usare l'e-mail invece della posta.anzi, gli manderanno delle immagini pedoporno in busta e poi dopo averlo visto ritirare la posta gli arriveranno in casa dopo 10 secondie io verrò li di fianco a dire "così impari a usare la posta invece di fare qualcos'altro"quando uno è così ... si merita davvero la malevolenza doppia di quella che sputa fuori bilioso
    • Marco scrive:
      Re: sono cavoli suoi
      Magari non stava scaricando materiale coperto da diritto d'autore. Potresti non crederci ma pensa che io in questo momento sto usando i torrent per scaricare un DVD di Linux debian e i cinegiornali Luce della seconda guerra mondiale.Magari anche lui stava facendo la stessa cosa (di sicuro senza i torrent, ma magari cercava qualcosa disponibile legalmente gratis)
  • FDG scrive:
    Una soluzione?
    Denuncia a scopo cautelativo. Cioè, se si scopre che un certo file ha contenuti non desiderati, si potrebbe sporgere denuncia per cauterlarsi. Non so però se sarebbe sufficiente per evitare problemi.
    • UltraFox scrive:
      Re: Una soluzione?
      - Scritto da: Bool
      ti sbattono
      in prima pagina nel giornale locale rovinandoti
      la vita, poi dopo cinque anni di indagini ti
      assolvono ma sul giornale non ho mai letto in
      prima pagina "ASSOLTO RAGAZZO INGIUSTAMENTE
      ACCUSATO DI
      PEDOFILIA"assolutamente ragione; forse sarebbe il caso di tempestare i giornali di richieste in tal senso, specie se conoscete le persone che vivono il dramma
    • Anonimo scrive:
      Re: Una soluzione?
      Se tu denunci una cosa del genere, automaticamente ammetti di aver posseduto il file incriminato, quindi sei a tua volta passibile di denuncia.La legge è questa, ed è ridicola.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Una soluzione?
        contenuto non disponibile
        • Anonimo scrive:
          Re: Una soluzione?
          E chi l'ha detto che ne esci?Magari l'hai cercato consapevolmente e solo per tiratene fuori denunci quello da cui l'hai scaricato.Vuoi vedere che il giudice pensa così?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Una soluzione?
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Una soluzione?
            contenuto non disponibile
          • Anonimo scrive:
            Re: Una soluzione?
            si perderebbero fonti di indagine.E infatti è proprio per questa paura che nessuno fa denuncia.In Italia non esiste la presunzione di innocenza, leggiti un po' di giurisprudenza in merito.Esiste la presunzione di non colpevolezza, ovvero tu non sei colpevole di un determinato reato, ma non sei innocente, quindi la polizia, proprio come si dice nell'articolo, può continuare a indagare su di te per altre questioni che non c'entrano un fico con la denuncia originaria.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Una soluzione?
            contenuto non disponibile
  • Venkman scrive:
    Cancellato tutto con Gutmann-35
    Ma ancora non capisco perché non venga utilizzato su vasta scala l'algoritmo di Peter Gutmann per cancellare in modo SICURO tutti i file che non desideriamo assolutamente mantenere sui nostri supporti magnetici...La stessa Polizia Postale mi ha confermato con neanche loro possono recuperare nulla una volta cancellato con questo algoritmo...Ci vorrà un po' di tempo, ma la tranquillità è assicurata...In alternativa, alche il DoD-7 (wipe) è considerato dalla stessa polizia postale italiana come metodo per cancellare in modo sufficientemente irreversibile qualunque file (98%).
    • K.Mitnick scrive:
      Re: Cancellato tutto con Gutmann-35
      Oppure c'è il mio algoritmo molto piu rozzo... senti che la polizia postale è alla porta prendi il tuo hardisk esterno e lo butti in strada. a quel punto loro, anche se lo trovano, e riescono a tirarci fuori qualcosa, non potranno mai provare che sia tuo.
      • Pinco pallonzo scrive:
        Re: Cancellato tutto con Gutmann-35
        - Scritto da: K.Mitnick
        Oppure c'è il mio algoritmo molto piu rozzo...
        senti che la polizia postale è alla porta prendi
        il tuo hardisk esterno e lo butti in strada.Augurandoti di non centrare in pieno con l'hard disk l'auto della PolPost che è stata appena parcheggiata sotto alla tua finestra... :D
      • altri url scrive:
        Re: Cancellato tutto con Gutmann-35
        - Scritto da: K.Mitnick
        a tirarci fuori qualcosa, non potranno mai
        provare che sia tuo.A parte le impronte digitali, certo. A parte il fatto che quando suonano alla porta hanno un mandato. A parte il fatto che per avere un mandato devono dimostrare di avere delle prove.Poi il ragionamento fila.
      • Gabriele scrive:
        Re: Cancellato tutto con Gutmann-35
        - Scritto da: K.Mitnick
        Oppure c'è il mio algoritmo molto piu rozzo...
        senti che la polizia postale è alla porta prendi
        il tuo hardisk esterno e lo butti in strada. a
        quel punto loro, anche se lo trovano, e riescono
        a tirarci fuori qualcosa, non potranno mai
        provare che sia
        tuo.Oppure un hard disk di rete con interfaccia wi-fi, de tenere in un armadio :)G.
    • none scrive:
      Re: Cancellato tutto con Gutmann-35
      E certo, se cancelli tutto la Polizia non arriva in casa e la procura non apre nessun fasciscolo...
    • UltraFox scrive:
      Re: Cancellato tutto con Gutmann-35
      - Scritto da: Venkman
      Ma ancora non capisco perché non venga utilizzato
      su vasta scala l'algoritmo di Peter Gutmann per
      cancellare in modo SICURO tutti i file che non
      desideriamo assolutamente mantenere sui nostri
      supporti
      magnetici...
      La stessa Polizia Postale mi ha confermato con
      neanche loro possono recuperare nulla una volta
      cancellato con questo
      algoritmo...
      Ci vorrà un po' di tempo, ma la tranquillità è
      assicurata...

      In alternativa, alche il DoD-7 (wipe) è
      considerato dalla stessa polizia postale italiana
      come metodo per cancellare in modo
      sufficientemente irreversibile qualunque file
      (98%).veramente non ho mai visto smentire il fatto che i moderni hard disk (da una decina di anni, mica ieri) rendono totalmente inutili quei sistemi per il modo in cui gestiscono la cache.lo dissero proprio qui dentro
      • Alessio scrive:
        Re: Cancellato tutto con Gutmann-35
        Non credo che il problema della cache renda questi algoritmi completamente inutili. Se non sbaglio il programma bcwipe per linux consente di impostare un intervallo di tempo tra un ciclo di scrittura e l'altro per far svuotare la cache dell'hard disk e rendere efficace la riscrittura.
  • Star scrive:
    Re: politici del c***o
    Quando mai un politico in Italia ha legiferato con cognizione di causa ?In Italia i politici sono lì solo per scaldare una sedia, percepire uno stipendio (ed una pensione) che un onesto operaio non vede in tutta la sua vita.Se per restare incollato sulla sedia ogni tanto deve dimostrare di fare qualcosa allora mette la firma su leggi studiate, scritte e volute da chi ha interesse a colpire i cittadini e non a proteggerli (le Major discografiche, le forze dell'ordine incapaci di trovare i veri criminali ecc...).Questi sono i risultati... veri pedofili, stupratori ed assassini a piede libero e ragazzini di 22 che rischiano il carcere per aver involontariamente scaricato una immagine pedopornografica dal Mulo...
  • Giordano scrive:
    Evitare questi problemi non è difficile
    Scusate, ma da quel che so io non è poi così difficile identificare un fake, tutt'altro.Basta guardare i nomi alternativi del file.Supponiamo io metta in scaricamento il file "Ubuntu.iso" che ha 100 fonti. Il mulo ci metterà un paio di minuti a contattare il 90% di queste fonti e a quel punto basta dare uno sguardo ai dettagli del file.Se i nomi alternativi del file sono al 99% del tipo "ubuntu_8.04.iso", "Ubuntu.iso", etc.. si è praticamente sicuri. Se invece ci sono 30 fonti col nome "Cicciolina e i sette nani.avi", 40 con "Discografia_di_Mario_Miocuggino.rar", 18 di altro tipo e 2 "Ubuntu.iso" qualche dubbio dovrebbe venire.In più si possono usare i commenti per farsi un'ulteriore idea dei contenuti.La certezza del 100% di evitare il fake non c'é (magari ubuntu è il nome in codice del nuovo film di cicciolina) ma facendo così io sono anni che non scarico un fake.Tra l'altro questo controllo può essere fatto senza scaricare un byte del file...
    • Ciro scrive:
      Re: Evitare questi problemi non è difficile
      E' la stessa cosa che faccio anche io!Guardo sempre i nomi dei file in modo da non scaricare fake.
      • nomen omen scrive:
        Re: Evitare questi problemi non è difficile
        - Scritto da: Ciro
        E' la stessa cosa che faccio anche io!

        Guardo sempre i nomi dei file in modo da non
        scaricare
        fake.Eppure guarda che qualcosa passa lo stesso. A me e' capitato con un archivio zip. Poche fonti tutte con lo stesso nome, quindi che fai non ti fidi ? Cioe' se nella ricerca metti "Free embroidery" (cercavo ricami gratis per la macchina computerizzata) ed ottieni Free embroidery.zip 2 fonti, uno subito deve pensare che si tratta di un fake oppure che e' un file raro ? Nel mio caso specifico vista la natura della ricerca ero tranquillo che si trattasse di un file raro. Invece delusione, non c'erano i ricami gratis ma un filmatino pedo (per fortuna l'unico che mi sia capitato in tanti anni di onorata "attivita'").Imho, puoi adottare tutte le tecniche che vuoi ma la sicurezza del 100% non ce la puoi avere. Di qui a dire che il p2p e' insicuro o pericoloso o che deve essere considerato illegale ce ne passa.Metti che compri qualcosa su ebay, che so "XBOX - Driver - Parallel Lines - originale". Poi a casa invece ti arriva un masterizzato con materiale illegale, dal primo caso cambia il mezzo ma non il contenuto. Quello che manca e' che nell'applicazione della legge ci dovrebbe essere spazio per la "presunzione d'innocenza" di chi riceve. Ed invece tutte queste cose vengono trattate all'italiana. Per colpire il traffico di droga si interviene sugli acquirenti, per la prostituzione sui clienti... sempre gli ultimi anelli della catena. E non serve ad un cacchio. La prostituzione c'e' ancora, il traffico di droga pure. A qualcuno viene in mente altri esempi ?
    • UltraFox scrive:
      Re: Evitare questi problemi non è difficile
      - Scritto da: Giordano
      Scusate, ma da quel che so io non è poi così
      difficile identificare un fake,
      tutt'altro.

      Basta guardare i nomi alternativi del file.
      Supponiamo io metta in scaricamento il file
      "Ubuntu.iso" che ha 100 fonti. Il mulo ci metterà
      un paio di minuti a contattare il 90% di queste
      fonti e a quel punto basta dare uno sguardo ai
      dettagli del
      file.

      Se i nomi alternativi del file sono al 99% del
      tipo "ubuntu_8.04.iso", "Ubuntu.iso", etc.. si è
      praticamente sicuri. Se invece ci sono 30 fonti
      col nome "Cicciolina e i sette nani.avi", 40 con
      "Discografia_di_Mario_Miocuggino.rar", 18 di
      altro tipo e 2 "Ubuntu.iso" qualche dubbio
      dovrebbe
      venire.

      In più si possono usare i commenti per farsi
      un'ulteriore idea dei
      contenuti.

      La certezza del 100% di evitare il fake non c'é
      (magari ubuntu è il nome in codice del nuovo film
      di cicciolina) ma facendo così io sono anni che
      non scarico un
      fake.

      Tra l'altro questo controllo può essere fatto
      senza scaricare un byte del
      file...si diceva la stessa cosa l'altro giorno ma sembrava fosse un'eresia... sono contento che tu confermi la cosa.resta il fatto che è POSSIBILE che succeda e l'articolo ha centrato perfettamente il punto.può succederti comunque di venire indagato in un certo modo e se sei un professionista non puoi più lavorare.non siamo più in un mondo di carta e la copia dell'indagato dev'essere garantita
  • abcdef scrive:
    Soluzione: relakks
    Un bel proxy anonimo, tipo questo: www.relakks.com ...e si risolve il problema perché non c'è alcuna informazione sull'IP effettivo. La polizia anche sapendo che un certo utente ha condiviso parti di un certo file, non saprebbe il suo IP vero, quindi non saprebbe dove andare ad arrestarlo.
    • abcdef scrive:
      Re: Soluzione: relakks
      Hai presente i filtri sul p2p tipo quelli di T*le2, tanto per non fare nomi?Ebbene vengono scavalcati da chi ha il servizio relakks. Vedere forum dedicati come ad esempio questo: http://www.p2pforum.it/forum/forumdisplay.php?f=86Credi che siano in pochi ad usarlo? Dovrebbero andare a casaccio dagli utenti che usano il servizio. Considera però che nemmeno il provider può sapere cosa stai facendo, quindi rischierebbero molto, perché se poi non trovano niente e non potevano avere alcun elemento in origine, penso si parli di abuso d'ufficio.
    • altri url scrive:
      Re: Soluzione: relakks
      NO, non è una soluzione: Relakks protegge i suoi utenti rispettando le leggi svedesi, che non penalizzano il download di materiale protetto dal diritto d'autore. Ma se usi quella connessione per infrangere le leggi svedesi, Relakks non ti può proteggere e ti ritrovi la polizia in casa. Rileggiti le FAQ! Ad occhio direi che in europa (svezia compresa quindi) non esistono paesi che non hanno leggi sulla pedopornografia. E poi che schifo! Basta trasferirsi nello Yemen (e convertirsi) per sposarsi qualunque minorenne! Va bene perseguire chi sta dietro un computer, ma a quelli non pensa nessuno? http://cc.msnscache.com/cache.aspx?q=73402748175360&lang=it-IT&w=66cd4b33,ce8c49da
  • Star scrive:
    Dimostrazione una legge idiota
    Se per caso uno qualsiasi di noi dovesse ricevere via E-Mail da parte di uno sconosciuto (per errore, spam o altro) contenente in allegato una immagine pornografica di fatto per la stessa legge che ha punito quel ragazzo verrebbe accusato di pedopornografia (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E' il classico reato inventato "ad hoc" dalle forze dell'ordine per poter mandare sulla forca chiunque con il benestare dei media e della popolazione (stupida): "Aveva foto di bambini nudi sul PC! Crucifige! Crucifige!"... poco importa se magari il poveretto l'ha solo scaricato per sbaglio ingannato magari da un nome diverso rispetto al contenuto oppure l'ha ricevuto involontariamente attraverso altri sistemi.Siam proprio nella Terra Dei Cachi...
  • Gesu scrive:
    ma ci va tanto?
    a usare l'anteprima?basta impostare il mulo in modo da scaricare prima parte iniziale e finale del fileuna decina di mega e si capisce già se si tratta di fakenon mi venite a dire che ti vengono a rompere per aver condiviso quei pochi brandelli di bit
    • ilmassi scrive:
      Re: ma ci va tanto?
      non mi stupirei affatto, dopotutto anche se hai il file completo ne condividi e invii solo piccole parti.
    • Marco Azzalini scrive:
      Re: ma ci va tanto?
      cioa, anch'io la uso a manetta l'anteprima e basta anche molto meno di una decina di mega... qualche volta son riuscito a capire che si trattava di robaccia con poche centinaia di Kbytes :-)Purtroppo temo che abbiano ragione, anche soli pochi kbytes gli bastano per romperti le palle :-(ciaoMarco
      • Fratello Berengario scrive:
        Re: ma ci va tanto?
        E' vero, però se fai fuori subito il file appena vista l'anteprima, di fatto quel file non è e non sarà mai stato sul tuo hard-disk.Che fanno, si mettono a calcolare hash parziali a casaccio?Meglio ancora, prima di scaricare i bytes dell'anteprima, date un'occhiata ai nomi che altri utenti hanno dato a quel file. Se sapete essere abbastanza sospettosi, vi liberate dei fake ancor prima di aver cominciato a scaricare. Mica potranno incriminarti per la semplice richiesta di un file senza averlo scaricato per nulla...... o no?
        • Sgabbio scrive:
          Re: ma ci va tanto?
          se il file è un'esca mandata dalla polizia postale, anche se lo cancelli sei fottuto.
          • Fratello Berengario scrive:
            Re: ma ci va tanto?
            - Scritto da: Sgabbio
            se il file è un'esca mandata dalla polizia
            postale, anche se lo cancelli sei
            fottuto.Ho capito, ma se fosse un'esca della polpost non si dovrebbe chiamare come qualcos'altro, ma come quello che è veramente (che ne so, "bambina di 10 anni che si fa fare questo questo e quest'altro.avi"), altrimenti sarebbe solo una trappola per farci cadere gente inconsapevole che con la pedofilia non ha nulla a che fare ed era invece in cerca di quel "qualcos'altro" che è il falso nome del file.Questo che dico ovviamente presume una (tutt'altro che ovvia e comprovata, mi rendo conto) buona fede ed onestà da parte delle forze dell'ordine. Sennò sarebbe né più né meno dello sbirro che mentre ti perquisisce ti infila la busta di cocaina in tasca o nella macchina per poi far finta di ritrovarla. A quel punto è inutile starne a parlare...
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ma ci va tanto?
            contenuto non disponibile
  • Mannagia La Miseria scrive:
    Basta poco per premunirsi
    Basta veramente poco per evitare queste cose, fate come faccio io: separate le cartelle che condividete da quelle in cui vengono scaricati i file che vi interessano.Quando un file e' stato scaricato completamente lo guardo se mi interessa lo tengo spostandolo nelle cartelle condivise, altrimenti lo cancello. In questo modo nessun file che sto scaricando (o appena scaricato) e' condiviso, ma solo quelli che ho verificato.
    • MasteringP2 P scrive:
      Re: Basta poco per premunirsi
      L'importante è crederci.In realtà tu stai condividendo *tutto* quello che scarichi, altrimenti il p2p neppure funzionerebbe.Ti consiglio di informarti meglio (se non altro per evitare di affidarti a false sicurezze). :)
      • blu e verde scrive:
        Re: Basta poco per premunirsi
        ti sbagli alla grande io uso un p2p che mi permette di non condividere i file incompleti... magari ne avete sentito parlare in passato e pensatre che sia morto e defunto il buon vecchio Winmx :)
        • K.Mitnick scrive:
          Re: Basta poco per premunirsi
          - Scritto da: blu e verde
          ti sbagli alla grande io uso un p2p che mi
          permette di non condividere i file incompleti...
          magari ne avete sentito parlare in passato e
          pensatre che sia morto e defunto il buon vecchio
          Winmx
          :)Winmx ??? ma chi è il cretino che lo usa ancora ? piu di una canzone o due non riesci a scaricarci da li
          • blu e verde scrive:
            Re: Basta poco per premunirsi
            di cretini ce ne sono tanti se vado su una media di 350/400kbs in dl e uppo a 75kbs... dimenticavo non scarico canzoni e non offendo...
        • Reolix scrive:
          Re: Basta poco per premunirsi
          Allora sei un leecher...
          • blu e verde scrive:
            Re: Basta poco per premunirsi
            si che condivide 4,5 tb di file-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 maggio 2008 16.21-----------------------------------------------------------
    • Sveglia scrive:
      Re: Basta poco per premunirsi
      Basta guardare nella lista dei file condivisi. Ci sono anche quelli non ancora finiti di scaricare (e non c'è modo di toglierli)E poi cosa vorrebbe dire "il protocollo sarebbe MOLTO più ottimizzato"?
    • Giusy scrive:
      Re: Basta poco per premunirsi
      Hai mai provato a vedere i file che sono in upload?.....
    • PiTTuPI scrive:
      Re: Basta poco per premunirsi
      Questa gente prima o poi ci costringerà tutti a passare alle reti anonime, e allora voglio proprio vedere come faranno con i criminali veri....Alcuni ancora zoppicano (vedi imule) altri però (come stealthnet o perfectdark) già funzionano bene (nonostante le poche fonti mi è capitato di scaricare a 40 k).Il P2P non è più eliminabile.....
      • krane scrive:
        Re: Basta poco per premunirsi
        - Scritto da: PiTTuPI
        Questa gente prima o poi ci costringerà tutti a
        passare alle reti anonime, e allora voglio
        proprio vedere come faranno con i criminali
        veri....
        Alcuni ancora zoppicano (vedi imule) altri però
        (come stealthnet o perfectdark) già funzionano
        bene (nonostante le poche fonti mi è capitato di
        scaricare a 40
        k).
        Il P2P non è più eliminabile.....E un bello strato di rete criptato ed anonimo su cui far passare i normali e conosciuti programmi ? :D
    • ilmassi scrive:
      Re: Basta poco per premunirsi
      che coglionazzo...poi i file cancellati normalmente sono pure recuperabili. preparati a qualche visitina.!
    • Guru Meditation scrive:
      Re: Basta poco per premunirsi
      Se tu guardi nella finestra degli upload, puoi vedere quello che gli altri utenti stanno scaricando da te e noterai che gli altri scaricano da te anche files non ancora completi, cioè tu condividi anche i files della cartella "incompleti".
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Basta poco per premunirsi
      Ecco uno che non capisce niente del P2P!tu nel momento stesso che scarichi un file condividi quel poco o tantio che ne hai gia' scaricato con tutti gli altri utenti.Quindi il tuo atteggiamento al limite puo' ridurre il tempo di esposizione ma non lo annulla!
      • Reolix scrive:
        Re: Basta poco per premunirsi
        - Scritto da: Enjoy with Us
        Ecco uno che non capisce niente del P2P!
        tu nel momento stesso che scarichi un file
        condividi quel poco o tantio che ne hai gia'
        scaricato con tutti gli altri
        utenti.
        Quindi il tuo atteggiamento al limite puo'
        ridurre il tempo di esposizione ma non lo
        annulla!Si può, basta conoscere il client giusto p) anzi, secondo la nostra lungimirante legislazione, saresti persino in regola con il copyright.....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 maggio 2008 15.14-----------------------------------------------------------
  • Enjoy with Us scrive:
    Pedopornografia reato vero?
    Secondo me questo reato se lo sono inventato per avere una scusa per avere le mani libere. Mi spiego. quante volte nella cronaca recente si è sentito che un'indagato (per tutti altri motivi) aveva nel pc immagini pedopornografiche?1.Il padre di quel povero bambino rapito e subito ammazzato2. Il fidanzato di quella ragazza trucidata nella sua villa3. Raffaele Sollecito e la ragazza americana ammazzata ecc...Non è che questo reato viene usato a mo di clava quando le prove mancano?Secondo me il reato di pedopornografia andrebbe rivisto: Solo chi viene beccato a pagare (es. carta di credito su particolari siti) per delle immagini può essere accusato, chi invece semplcemente detenga delle immagini no!E' sicuramente moralmente condannabile il possesso di tali immagini, ma se non si è pagato per averle certo non si è stimolato il commercio di tali immagini e quindi l'eventuale profitto di chi le ha prodotte!
    • anon scrive:
      Re: Pedopornografia reato vero?
      È ovvio che viene usato come arma, visto che è uno dei pochi reati in grado di infiammare l'opinione pubblica. E visto che la giustizia italiana ha modi e comportamenti praticamente criminali, non me ne stupisco.
    • Nicola B scrive:
      Re: Pedopornografia reato vero?
      Ma che cosa stai dicendo. Bisogna pagare per essere dei criminali, ma da quando?Ma neanche se si trovano immagini pedo nella cache del browser, non credo che quel tipo di immagini siano li per caso.E poi ci sono tanti modi per capire che è una fake, senza bisogno di scaricarlo tutto il file, e quindi rischiare.Si si. Dai anche la colpa alla giustizia. Bravo, Certo. Scarichi file protetti, scarichi MP3 a manetta che tanto non avrai neanche tempo di ascoltarli tutti, ti beccano e la colpa è della giustizia. Non è tua? No.La cosa che mi stupisce è che per i file pedo si, si alla tracciatura, si alla richiesta di informazioni, si all'arresto, mentre per gli altri file illegali no.Beh!!! si in effetti le carceri non reggerebbero. :(
      • Guest scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        - Scritto da: Nicola B
        Ma che cosa stai dicendo. Bisogna pagare per
        essere dei criminali, ma da
        quando?
        Ma neanche se si trovano immagini pedo nella
        cache del browser, non credo che quel tipo di
        immagini siano li per
        caso.
        E poi ci sono tanti modi per capire che è una
        fake, senza bisogno di scaricarlo tutto il file,
        e quindi
        rischiare.

        Si si. Dai anche la colpa alla giustizia. Bravo,
        Certo. Scarichi file protetti, scarichi MP3 a
        manetta che tanto non avrai neanche tempo di
        ascoltarli tutti, ti beccano e la colpa è della
        giustizia. Non è tua?
        No.

        La cosa che mi stupisce è che per i file pedo si,
        si alla tracciatura, si alla richiesta di
        informazioni, si all'arresto, mentre per gli
        altri file illegali
        no.
        Beh!!! si in effetti le carceri non reggerebbero.
        :(Cioè, nella tua ottica uno che si scarica un mp3 è uguale ad uno che scarica volontariamente un filmino pedoporno ? Mi sa che qui quello che ha qualche problema sei tu...
      • dargor17 scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        Credo ti sia sfuggito il punto della questione...Perché possedere immagini pedoporno deve essere reato, nel momento in cui NON le hai pagate, ossia nessuno ha guadagnato NULLA dallo sfruttamento dei minori rappresentati nel file?Ci sono organizzazioni criminali che lucrano sull'abuso di bambini e bambine, rivendendo le loro foto e filmati. Ci sono dei depravati che COMPRANO quelle schifezze e così si rendono COMPLICI dell'abuso. Senza i clienti disposti a pagare, questi criminali non avrebbero ragione di diffondere certo materiale.Scaricando via p2p, invece, non dai alcun supporto a questa gente. Certo, è una cosa immorale, ma in rete si trovano anche video di gente che viene torturata o ammazzata, e non mi pare che ci sia la stessa psicosi...
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Pedopornografia reato vero?
          daccordo al 100%- Scritto da: dargor17
          Credo ti sia sfuggito il punto della questione...
          Perché possedere immagini pedoporno deve essere
          reato, nel momento in cui NON le hai pagate,
          ossia nessuno ha guadagnato NULLA dallo
          sfruttamento dei minori rappresentati nel
          file?

          Ci sono organizzazioni criminali che lucrano
          sull'abuso di bambini e bambine, rivendendo le
          loro foto e filmati. Ci sono dei depravati che
          COMPRANO quelle schifezze e così si rendono
          COMPLICI dell'abuso. Senza i clienti disposti a
          pagare, questi criminali non avrebbero ragione di
          diffondere certo
          materiale.

          Scaricando via p2p, invece, non dai alcun
          supporto a questa gente. Certo, è una cosa
          immorale, ma in rete si trovano anche video di
          gente che viene torturata o ammazzata, e non mi
          pare che ci sia la stessa
          psicosi...
        • Nicola B scrive:
          Re: Pedopornografia reato vero?
          Ma cosa c'entrano i soldi. Non vuol dire niente se la pago o no.Ahh! Va bene. Io sparo alla gente per strada per puro divertimento, non ho guadagnato un soldo quindi sono pulito.I soldi non c'entranoooooooo per lucro o no è reatoooooo. Esistono pedofili amatoriali che scambiano materiale, non è necessario una organizzazione criminale.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Pedopornografia reato vero?
            scaricare un foto a gratis, che violentare e/o produrre materiale pedoporno, ne passa la differenza...
          • dargor17 scrive:
            Re: Pedopornografia reato vero?
            Se io ammazzo qualcuno e metto il video su internet, il reato è l'omicidio o la condivisione del file in rete?Parimenti se qualcuno stupra un bambino, il reato è stuprare il bambino, mi pare. E se lo fa per guadagnarci dei soldi e tu lo paghi per farlo sei suo complice.Perché devi commettere un reato scaricando un filmato, di qualsiasi contenuto esso sia?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        Il concetto di pedopornografia e' che chi e' in possesso di tali immagini indirettamente spinge qualcuno a molestare i bambini per fare le foto.Giustissimo, ma tale stimolo si verifica solo se tali immagini vengono pagate! Se non c'e' un beneficio economico non ci sarebbero certo organizzazioni criminali dedicate a questo turpe commercio!Qualcuno obbiettera' che qualcuno per suo personale piacere potrebbe lo stesso fare delle foto e farle girare gratis su internet... OK ma questo accadrebbe in ogni caso, l'aver scaricato le foto gratis non incentiverebbe in questo caso la diffusione del materiale ne cosa piu' importante ulteriori molestie ai bambini.Qui stiamo parlando di atteggiamenti penalmente rilevanti non di discutibilita' morale!Bisogna colpire quindi chi trae beneficio economico o direttamente violenta i bambini, il resto e' solo fuffa!
        • Sgabbio scrive:
          Re: Pedopornografia reato vero?
          che poi per la legge italiana c'è una certa vaghezza di pedoporno......[img]http://www.giemmegi.org/images/bambino-2.jpg[/img]Questa per la legge sarebbe pedopornografica.....
      • Nicola B scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        Ma ti dirò che io, quelle poche volte in verità forse 2, ho sempre regalato delle compilation, ma dal negoziante. Che tristezza regalare una cassettina copiata, che figuraccia con la compagna.
        • cvb scrive:
          Re: Pedopornografia reato vero?
          ma vaaaaaaaaaaaaNon hai mai vissuto il romanticismo adolescenziale di lei che ti fa la cassetta con le canzoni che le piacciono?? quelle che non ascolteresti mai se non sotto l'effetto di droghe pesantissime ma che ti ha regalato lei e quindi la metti su tutto il giorno finchè il vicino non fa scoppiare la casa col gas pur di non sentirla mai più????Sono momenti che segnano ogni giovane:D
          • MegaJock scrive:
            Re: Pedopornografia reato vero?
            - Scritto da: cvb
            Sono momenti che segnano ogni giovane:DE infatti tu ti sei limitato a sognarli, perchè eri un NERD SFIGATO. :D
      • krane scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        - Scritto da: cvb
        - Scritto da: Nicola B

        Ma che cosa stai dicendo. Bisogna pagare per

        essere dei criminali, ma da quando?

        Oddio in effetti potrebbe essere un'aggravante.
        Ma usufruire gratuitamente o a pagamento del
        frutto di un crimine è cmq secondo me un
        crimine.
        Non dica cazzate quello a cui hai risposto:
        allora una bella rete di pedofili amatoriali che
        si scambiano foto in maniera gratuita in cui
        sodomizzano il figlio di 8 anni va
        bene?
        "uff... voglio una foto nuova di pedofilia...
        aspetta che mi fotografo mentre mi trombo mio
        figlio così posso scambiare le
        foto..."
        Anche questo è un incentivo no? che sia
        criminalità organizzata o perversione hobbistica
        non fa differenza per quel povero bambino....Se per questo per il suddetto povero bambino non cambia niente neanche se beccano 10, 100 o 1000 copie della sua foto nei Pc dei "clienti".La domanda e' : quando facciamo qualcosa per il bambino ?
    • Nicola B scrive:
      Re: Pedopornografia reato vero?
      Si ma ne passa e di ben d'onde dal andare al mare a sbirciare i bambini nudi e fare delle foto o filmati a questi e poi metterli su internet con o senza lucro.Sono d'accordo che la maggior parte dei casi avviene nell'ambito familiare, ma qui si sta parlando di divulgazione di materiale pedopornografico e di gente che ne ricerca al di fuori dell'ambito familiare c'è ne e parecchia.Ciao.
      • Guest scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        - Scritto da: Nicola B
        Si ma ne passa e di ben d'onde dal andare al mare
        a sbirciare i bambini nudi e fare delle foto o
        filmati a questi e poi metterli su internet con o
        senza
        lucro.
        Sono d'accordo che la maggior parte dei casi
        avviene nell'ambito familiare, ma qui si sta
        parlando di divulgazione di materiale
        pedopornografico e di gente che ne ricerca al di
        fuori dell'ambito familiare c'è ne e
        parecchia.

        Ciao.Hai ragione. Il problema, però, è: le autorità sono in grado di distinguere se uno ha scaricato un fake o lo ha fatto volontariamente ? E soprattutto, gli interessa farlo ?
        • Nicola B scrive:
          Re: Pedopornografia reato vero?
          Sicuramente la polizia postale lo sa che il file è una fake.Diciamo che sicuramente è giusto fare ulteriori indagini perchè la polizia postale non è in grado di sapere se cercava quel file o gli è "capitato tra le mani".Ciao
    • MegaJock scrive:
      Re: Pedopornografia reato vero?
      - Scritto da: Bool

      abbiamo un intestino lunghissimo
      che non è fatto per tenersi dentro per giorni un
      pezzo di animale morto da giorni ecc.
      ecc.)Sei tu che lo inserisci dalla parte sbagliata. :D
      • Calibano scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        - Scritto da: MegaJock

        Sei tu che lo inserisci dalla parte sbagliata. :DTe invece ti sei adeguato bene a mettertelo dalla parte giusta.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Pedopornografia reato vero?
      - Scritto da: Enjoy with Us[taglio]
      3. Raffaele Sollecito e la ragazza americana
      ammazzata
      ecc...[taglio]Piccolo OT: A Raffaele Sollecito non hanno trovato pedoporno ma DEI PERICOLOSISSIMI MANGA! Come "Trigum"!![yt]-YGgvCXXqYw[/yt]
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        Certo, ma intanto la sparata mediatica e' stata che avevano trovato dei pedoporno!
    • fred scrive:
      Re: Pedopornografia reato vero?
      Puntata di Report del 16 ottobre 2005: secondo la cronaca un direttore della sede locale di una grossa azienda (cocacola) fu messo sotto controllo da un'agenzia privata d'indagine legata anche alle intercettazioni telecom; ai vicini sospettosi fu detto che era un'aindagine per pedofilia, il resto potete immaginarlo.Ma se andiamo a vedere ai casi piu' recenti e' successo anche che non abbiano trovato il materiale pedoporno e lo sfortunato rischia processo perche condivideva (c'e' il penale).
    • kkX scrive:
      Re: Pedopornografia reato vero?
      Quindi se domani mi regalano 30kg di cocaina posso prenderli tranquillamente?Tanto mica li ho pagati............
      • Sgabbio scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        Se hai trovato 30 KG di cocaina chiami la polizia e denuci la cosa...ma che ragionamento del piffero...
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        - Scritto da: kkX
        Quindi se domani mi regalano 30kg di cocaina
        posso prenderli
        tranquillamente?
        Tanto mica li ho pagati............Certo come no e' un caso frequentissimo, notoriamente gli spacciatori regalano la loro merce!
      • krane scrive:
        Re: Pedopornografia reato vero?
        - Scritto da: kkX
        Quindi se domani mi regalano 30kg di cocaina
        posso prenderli
        tranquillamente?
        Tanto mica li ho pagati............Tu prendili, tranquillo che qualche cosa ce ne facciamo...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Pedopornografia reato vero?
      contenuto non disponibile
  • Marcincus scrive:
    DirectConnect, avviso ai naviganti
    Mi sento in dovere di avvisarvi tutti che da alcuni convegni a cui ho assistito, è uscito fuori che questi tipi di indagini, col modus operandi del "fare numero" in Italia vengono effettuati praticamente solo sul DirectConnect, e per la stragrande maggioranza ci si concentra sulla rete Fastweb.Io non sono un esperto, quindi magari qualcuno dei presenti qui saprà anche spiegare il perchè ci si concentri solo sull'accoppiata DirectConnect/fastweb, ma quando io ho assistito ai summenzionati convegni si parlava solo di questa piattaforma, se non ricordo male per il fatto della facile rintracciabilità del percorso che fà il file "civetta", anche se con nome cambiato.Che dire, io vi ho avvisato, Buona Vita.
    • Mand0 scrive:
      Re: DirectConnect, avviso ai naviganti
      Confermo!!!Evitate il DC!!! La Polizia Postale e delle Comunicazioni fa controlli ma soprattutto retate solo lì, visto che è facilissimo incastrare qualcuno grazie alle regole dei server DC.
    • Franco scrive:
      Re: DirectConnect, avviso ai naviganti
      Quoto!le persone coinvolte nel caso genius usavano proprio DC per scaricare!Anche altre persone di cui ho letto essere indagate usavano DC!Meglio lasciarlo perdere - Scritto da: Marcincus
      Mi sento in dovere di avvisarvi tutti che da
      alcuni convegni a cui ho assistito, è uscito
      fuori che questi tipi di indagini, col modus
      operandi del "fare numero" in Italia vengono
      effettuati praticamente solo sul DirectConnect, e
      per la stragrande maggioranza ci si concentra
      sulla rete
      Fastweb.

      Io non sono un esperto, quindi magari qualcuno
      dei presenti qui saprà anche spiegare il perchè
      ci si concentri solo sull'accoppiata
      DirectConnect/fastweb, ma quando io ho assistito
      ai summenzionati convegni si parlava solo di
      questa piattaforma, se non ricordo male per il
      fatto della facile rintracciabilità del percorso
      che fà il file "civetta", anche se con nome
      cambiato.

      Che dire, io vi ho avvisato, Buona Vita.
      • loose scrive:
        Re: DirectConnect, avviso ai naviganti
        Dipende sempre cosa devi scaricare. DirectConnct può essere utile e talvolta lo uso. Lo stesso discorso vale per FTP o le "pericolosissime" chat, come IRC (ma i ragazzini in Italia lo usano IRC? ho la sensazione che usino più che altro programmi come Messenger, ma questo è un altro discorso).
    • UltraFox scrive:
      Re: DirectConnect, avviso ai naviganti
      - Scritto da: Marcincus
      Mi sento in dovere di avvisarvi tutti che da
      alcuni convegni a cui ho assistito,Di che convegni si trattava?Puoi segnalarne un po'?Magari quelli di PI ci potranno andare :)
      • Ricky scrive:
        Re: DirectConnect, avviso ai naviganti
        Scusate, come cavolo fanno a beccare gente con server firewallato,filtro ip e user/password per accedere?I DC che ho visto sino ad ora sono fatti cosi'...tutti gli altrisono aperti e col culo all'aria...magari sono quelli il problema :)
  • Pinguazzo XParo scrive:
    Basta col mulo, usate torrent
    Incrociando le dita, mai beccato fake col torrent finora, le segnalazioni corrono veloci e la gente fa seccare il torrent in quattro e quattr'otto, mentre mia sorella col mulo becca fake a tonnellate...
    • Ciccio Pasticcio scrive:
      Re: Basta col mulo, usate torrent
      - Scritto da: Pinguazzo XParo
      Incrociando le dita, mai beccato fake col torrent
      finora, le segnalazioni corrono veloci e la gente
      fa seccare il torrent in quattro e quattr'otto,
      mentre mia sorella col mulo becca fake a
      tonnellate...se tua sorella usasse un po' più il cervello di fake non ne scaricherebbe.
      • ... scrive:
        Re: Basta col mulo, usate torrent
        io la conosco bene la sorella!!!!!
      • pippo scrive:
        Re: Basta col mulo, usate torrent


        Incrociando le dita, mai beccato fake col
        torrent

        finora, le segnalazioni corrono veloci e la
        gente

        fa seccare il torrent in quattro e quattr'otto,

        mentre mia sorella col mulo becca fake a

        tonnellate...


        se tua sorella usasse un po' più il cervello di
        fake non ne
        scaricherebbe.Se tua sorella li comprasse...
        • K.Mitnick scrive:
          Re: Basta col mulo, usate torrent
          - Scritto da: pippo


          Incrociando le dita, mai beccato fake col

          torrent


          finora, le segnalazioni corrono veloci e la

          gente


          fa seccare il torrent in quattro e
          quattr'otto,


          mentre mia sorella col mulo becca fake a


          tonnellate...





          se tua sorella usasse un po' più il cervello di

          fake non ne

          scaricherebbe.
          Se tua sorella li comprasse...Se costassero un prezzo giusto (1-3 euro CD, 4-6 Euro DVD)
          • pippo scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent


            Se tua sorella li comprasse...

            Se costassero un prezzo giusto (1-3 euro CD, 4-6
            Euro
            DVD)Se le ferrari costassero poco... :D
          • Sgabbio scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent
            paragone che non calza.......
          • pippo scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent

            paragone che non calza.......Come no? Sempre di furto si tratta...
          • marto tortio scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent
            Ma tua sorella ha fatto un furto, si quello di cazz...ate, apri un dizionario e cerca la parola furto invece di sparare stronzate.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent
            contenuto non disponibile
          • pippo scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent
            mi
            denuncia

            come mai, secondo te?Non gli piacciono le ferrari? :DSempre furto è!
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent
            contenuto non disponibile
          • Sgabbio scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent
            beata ignoranza...[img]http://img176.imageshack.us/img176/5526/1205946766420yg0.gif[/img]
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent
            - Scritto da: pippo

            paragone che non calza.......
            Come no? Sempre di furto si tratta...Tu compri un CD, io te lo rubo. Ora tu non puoi ascoltare il tuo CD.Tu compri un CD, io te lo copio. Ora tutti e due ci ascoltiamo il CD.Che strano, pensavo che fosse la stessa cosa, parlavi di furto...
          • alvo liquido scrive:
            Re: Basta col mulo, usate torrent
            si, costano poco come tua mamma.
      • Pinguazzo XParo scrive:
        Re: Basta col mulo, usate torrent
        - Scritto da: Ciccio Pasticcio
        - Scritto da: Pinguazzo XParo

        Incrociando le dita, mai beccato fake col
        torrent

        finora, le segnalazioni corrono veloci e la
        gente

        fa seccare il torrent in quattro e quattr'otto,

        mentre mia sorella col mulo becca fake a

        tonnellate...


        se tua sorella usasse un po' più il cervello di
        fake non ne
        scaricherebbe.Se avesse più cervello, non sarebbe un utonta :-P
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Basta col mulo, usate torrent


        se tua sorella usasse un po' più il cervello di
        fake non ne
        scaricherebbe.Quoto abbestia...
    • K.Mitnick scrive:
      Re: Basta col mulo, usate torrent
      Intanto tua sorella usa il tuo stesso ip magari intestato a tuo padre cosi se lei fa una ca22ata lo mettono in cuxo a tuo padre che romperà le paxxe a te
      • Pinguazzo XParo scrive:
        Re: Basta col mulo, usate torrent
        - Scritto da: K.Mitnick
        Intanto tua sorella usa il tuo stesso ip magari
        intestato a tuo padre cosi se lei fa una ca22ata
        lo mettono in cuxo a tuo padre che romperà le
        paxxe a
        teNone, sta per conto suo e ufficialmente non risulta neppure connessa in rete, che mi chiedo come c'è arrivata, niubba com'è in quasi tutto... O)
    • UltraFox scrive:
      Re: Basta col mulo, usate torrent
      - Scritto da: Pinguazzo XParo
      Incrociando le dita, mai beccato fake col torrent
      finora, le segnalazioni corrono veloci e la gente
      fa seccare il torrent in quattro e quattr'otto,
      mentre mia sorella col mulo becca fake a
      tonnellate...nessuno che io conosca ha mai beccato un fake in vita sua, di quel tipo.però non è impossibile. In effetti sono state beccate fake di pornazzi quando alcuni volevano dei software.inutile dire che i pornazzi sono stati comunque trattenuti :) Ma non erano certamente quelle cose!!!!
      • Pinguazzo XParo scrive:
        Re: Basta col mulo, usate torrent
        - Scritto da: UltraFox
        - Scritto da: Pinguazzo XParo

        Incrociando le dita, mai beccato fake col
        torrent

        finora, le segnalazioni corrono veloci e la
        gente

        fa seccare il torrent in quattro e quattr'otto,

        mentre mia sorella col mulo becca fake a

        tonnellate...

        nessuno che io conosca ha mai beccato un fake in
        vita sua, di quel
        tipo.

        però non è impossibile. In effetti sono state
        beccate fake di pornazzi quando alcuni volevano
        dei
        software.

        inutile dire che i pornazzi sono stati comunque
        trattenuti :) Ma non erano certamente quelle
        cose!!!!Ovviamente intendevo anch'io che becca fake contenenti normalissimi pornazzi, ma sempre fake si tratta, quindi non puoi mai sapere che non ti capiti di peggio.
    • DOG scrive:
      Re: Basta col mulo, usate torrent
      QUOTO IN TOTO- Scritto da: Pinguazzo XParo
      Incrociando le dita, mai beccato fake col torrent
      finora, le segnalazioni corrono veloci e la gente
      fa seccare il torrent in quattro e quattr'otto,
      mentre mia sorella col mulo becca fake a
      tonnellate...
  • Silenx scrive:
    L'italia di oggi
    Un semplice schemaGoverno = Buffoni e ignoranti ( non sanno cosa è il p2p e i rischi )Giudici = Ignoranti ( vedi sopra )Avvocati = Qualcuno che sa c'e' ... gli altri ignorantiUtenti/Parti possibili in causa = Gente che conosce Ovviamente a chi si da ascolto? bhe siamo in italia, quindi agli ignoranti
    • infame scrive:
      Re: L'italia di oggi
      violi la legge?paghi.non mi interessa se sei un fighetto mantenuto da mamma e papà o uno stimato professionista.
      • Guest scrive:
        Re: L'italia di oggi
        - Scritto da: infame
        violi la legge?

        paghi.
        Bello. Cos'è, l'ultimo episodio di Guerre Stellari ? Ti piace la fantascienza, eh ?
    • BluEdoG scrive:
      Re: L'italia di oggi

      Giudici = Ignoranti ( vedi sopra )Devo smentire, ho lavorato in tre tribunali per una ditta di assistenza informatica, e quindi ho conosciuto gran parte dei giudici. Devo dire che nonostante l'età erano abbastanza ferrati e ben propensi ad informarsi e sviscerare certe tematiche. Poi magari quei pochi buoni li ho beccati tutti io...
    • Pinco pallonzo scrive:
      Re: L'italia di oggi
      - Scritto da: Silenx
      Giudici = Ignoranti ( vedi sopra )I giudici si limitano a mettere in pratica le leggi. Se le leggi sono sbagliate, non compete ai giudici deciderlo.
      Ovviamente a chi si da ascolto? bhe siamo in
      italia, quindi agli
      ignorantiSiamo tutti quanti ignoranti in qualche campo. Chi in quello dell'informatica, chi in quello della giurisprudenza.
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: L'italia di oggi
        - Scritto da: Pinco pallonzo
        - Scritto da: Silenx


        Giudici = Ignoranti ( vedi sopra )

        I giudici si limitano a mettere in pratica le
        leggi. Se le leggi sono sbagliate, non compete ai
        giudici deciderlo.In gran parte vero per tribunali ordinari e corti d'appello, ma a quelli della Cassazione compete.
  • marietto2008 scrive:
    ottima arringa
    sei un mito gilberto.
    • infame scrive:
      Re: ottima arringa
      - Scritto da: marietto2008
      sei un mito gilberto.un mito che non conosce neanche l'ABC del diritto, però.è ovvio che se sull'hard disk trovano anche (o solo) le tracce di una altro reato, lo devono perseguire.mai sentito parlare dell'obbligatorietà dell'azione penale?
      • Guest scrive:
        Re: ottima arringa
        - Scritto da: infame
        - Scritto da: marietto2008

        sei un mito gilberto.

        un mito che non conosce neanche l'ABC del
        diritto,
        però.

        è ovvio che se sull'hard disk trovano anche (o
        solo) le tracce di una altro reato, lo devono
        perseguire.

        mai sentito parlare dell'obbligatorietà
        dell'azione
        penale?La cialtronata della legge, appunto, è che la violazione del diritto d'autore ha rilevanza penale, cosa che non dovrebbe essere. E' questa la critica dell'autore dell'articolo.
  • 0verture scrive:
    Ma sono veramente interessari a colpire
    ...la pedopornografia ?Per una volta tanto facciamo un discorso serio, sincero, non il solito blablabla di facciata.Farsi i bambini, come pippare a mo di aspirapolveri è una pratica vecchia come il mondo ed in voga in particolarmente tra le classi più agiate della società.Giusto qualche giorno fa su Ulisse si riportava come nell'antica Roma, fosse motivo di vanto avere il o la giovinetta (modo elegante per definire dodicenni e magari più giovani) a tiro nelle famiglie più ricche, di certo non per fare cose pulite.Adesso la morale ufficiale condanna queste cose, ma chi ce lo dice che le vecchie abitudini non continuino allegramente all'ombra (non tanto innocente ed involontaria) delle forze dell'ordine ?Cosa succederebbe se durante queste indagini non beccassero questo senatore, quel deputato, capitano d'industria, imprenditore famoso, vip senza dimenticare vecchi nobili e prelati importanti ? (chiaro che questo concetto non si applica per il piccolo personaggio ed il pretino, quelli si possono sbattere in prima pagina ed esporre al pubblico meritato ludibrio)Riuscirebbero realmente a mettere a tacere tutto ?Non sarà che invece, il campo d'azione è limitato al pretesto per colpire chi scarica dalla rete senza alcun interesse per certa porcheria ?
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Ma sono veramente interessari a colpire
      Bingo.
      • Lorenzo scrive:
        Re: Ma sono veramente interessari a colpire
        Vorrei cominciare a leggere sui giornali che hanno arrestato dei pedofili veri e non che hanno arrestato gente che spaccia/scarica pedopornografia ,non che sia meno grave mettiamolo in chiaro, pero' pare che si occupino solo di questo , forse perche' purtroppo arrestare uno perche' ha un file nel pc e' roba da prima pagina e rende famosi per un giorno ...
        • Luco, giudice di linea mancato scrive:
          Re: Ma sono veramente interessari a colpire
          - Scritto da: Lorenzo
          Vorrei cominciare a leggere sui giornali che
          hanno arrestato dei pedofili veri e non che hanno
          arrestato gente che spaccia/scarica
          pedopornografia ,non che sia meno grave
          mettiamolo in chiaro, pero' pare che si occupino
          solo di questo , forse perche' purtroppo
          arrestare uno perche' ha un file nel pc e' roba
          da prima pagina e rende famosi per un giorno
          ...E le associazioni "contro la pedofilia" poi come fanno?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma sono veramente interessari a colpire
            Pensa al povero Di noto e Ciccio Frassi, morirebbero di fame, soprattutto il secondo.
    • A reloaded scrive:
      Re: Ma sono veramente interessari a colpire
      - Scritto da: 0verture
      ...la pedopornografia ?

      Per una volta tanto facciamo un discorso serio,
      sincero, non il solito blablabla di
      facciata.
      Farsi i bambini, come pippare a mo di
      aspirapolveri è una pratica vecchia come il mondo
      ed in voga in particolarmente tra le classi più
      agiate della
      società.
      Giusto qualche giorno fa su Ulisse si riportava
      come nell'antica Roma, fosse motivo di vanto
      avere il o la giovinetta (modo elegante per
      definire dodicenni e magari più giovani) a tiro
      nelle famiglie più ricche, di certo non per fare
      cose
      pulite.
      Adesso la morale ufficiale condanna queste cose,
      ma chi ce lo dice che le vecchie abitudini non
      continuino allegramente all'ombra (non tanto
      innocente ed involontaria) delle forze
      dell'ordine
      ?
      Cosa succederebbe se durante queste indagini non
      beccassero questo senatore, quel deputato,
      capitano d'industria, imprenditore famoso, vip
      senza dimenticare vecchi nobili e prelati
      importanti ? (chiaro che questo concetto non si
      applica per il piccolo personaggio ed il pretino,
      quelli si possono sbattere in prima pagina ed
      esporre al pubblico meritato
      ludibrio)

      Riuscirebbero realmente a mettere a tacere tutto ?
      Non sarà che invece, il campo d'azione è limitato
      al pretesto per colpire chi scarica dalla rete
      senza alcun interesse per certa porcheria
      ?finalmente dici qualcosa di sensato
      • 0verture scrive:
        Re: Ma sono veramente interessari a colpire
        Io dico sempre cose sensate, se non sei abbastanza evoluto per capirle non è colpa mia.
  • Andrea_Cuomo scrive:
    É stato incastrato !
    Scarica un file pedoporno mascherato e subito dopo zac !la polizia arriva e lo arresta ?Mi sembra chiaro che a mettere in condivisione il file sia stata proprio la polizia, hanno annotato l'ip di chi scaricava e sono andati a colpo sicuro !Tipo le "sting operation" dell' FBI, di cui si parlava poco tempo fa: link a presunti siti pedo che servivano solo a farsi registrare l'IP e prenotarsi per una visita.La "polizia" italiana ha letto della puzzonata dell'FBI e non ha voluto essere da meno, che squallore !Questo comunque dimostra che le "operazioni contro la pedofilia" siano piú buffonate di regime che cose reali.http://www.cryptohacker.com/index.html#pedoballe
    • stony scrive:
      Re: É stato incastrato !
      Non hanno tutti i torti gli ultras allo stadio che se la prendono con la polizia.
      • Franco scrive:
        Re: É stato incastrato !
        - Scritto da: stony
        Non hanno tutti i torti gli ultras allo stadio
        che se la prendono con la
        polizia.Ma vai a cagare coglione!Meriti di essere derubato e pestato!poi però sii coerente,le forze dell'ordine non chiamarle!
        • Pinguazzo XParo scrive:
          Re: É stato incastrato !
          - Scritto da: Franco
          - Scritto da: stony

          Non hanno tutti i torti gli ultras allo stadio

          che se la prendono con la

          polizia.


          Ma vai a cagare coglione!Meriti di essere
          derubato e pestato!poi però sii coerente,le forze
          dell'ordine non
          chiamarle!Chiamerà gli amici pedoultras, che inchiappettino i figli di chi ha osato :-D
      • Balau scrive:
        Re: É stato incastrato !
        due torti non fanno una ragione.
    • Sgabbio scrive:
      Re: É stato incastrato !
      potrebbero anche essere state le major dell'intrattenimento, mi ricordo che volevano battere sul taso "pedoporno" per screditare il p2p...
    • fred scrive:
      Re: É stato incastrato !
      Funziona diversamente: la polizia tedesca in un caso simile (penso rapidshare) modifico' il nome di un fake e mise il nome corretto per vedere chi di fronte a quel nome proseguisse nello scaricaco.Quanto ai fake di questo genere a trovarli scaricati, e' successo anche a me; semplicemente lui e' stato meno fortunato.
  • fabio scrive:
    chi e' il ministro competente?
    chi e' il ministro competente?
    • Paolo Sabatino scrive:
      Re: chi e' il ministro competente?
      Nessuno, sono tutti abbastanza incompetenti :)Scusami, ma la battuta è venuta d'istinto...!Comunque capita molto spesso di trovare contenuti differenti da quelli che si sono cercati, visto che il nome del file non identifica assolutamente in modo univoco i contenuti, trovo improbabile che sia possibile incriminare una persona in questo modo. Diverso è il discorso se l'operazione viene ripetuta più e più volte...
    • Gigi scrive:
      Re: chi e' il ministro competente?
      - Scritto da: fabio
      chi e' il ministro competente?Il Parlamento è competente,on varie commissioni parlamentari, per la legislazione in materia.Non vorrai che questioni del genere siano decise per decreto da un ministro!
  • ABC scrive:
    Legge sbagliata?
    Se la legge è sbagliata, nessuno la metterà a posto... proprio perchè chi lo dovrebbe fare (si, quelli che stanno in Parlamento, al Governo attuale come a quello precedente), non sanno nemmeno che differenza c'è tra un sito web e il p2p... quindi non potranno mai legiferare su cose che non conoscono per niente.... figuriamoci se sanno che cosa significa "fake" (tra l'altro essendo in inglese in pochi sapranno pronunciare la parola.... :s)
  • solidale scrive:
    E ora il popolo del P2P dimostri
    che la solidarieta' e' vera.Spero che si apra al piu' presto una raccolta fondi per le spese del ragazzo (se veramente l'ha scaricato per sbaglio).Altrimenti andranno a coprire le spese legali relative alla condanna per opere protette da diritto d'autore (nessuno e' pulito al 100%)
    • enrico Strada scrive:
      Re: E ora il popolo del P2P dimostri
      Bene, in galera.e con lui tutti sti ladri "solidali"
      • ken scrive:
        Re: E ora il popolo del P2P dimostri
        Vuoi dargli anche una manganellata personalmente, a sto ragazzo?Dai tranquillo, sfogati pure, mi pare che tu ne abbia bisogno.
        • Bastard scrive:
          Re: E ora il popolo del P2P dimostri
          Una manganellata sul cranio, di quelle date ad arte in maniera da fratturare le ossa e causare danni irreversibili, sarebbe una grazia per lui. La sua vita è praticamente finita, ed è meglio per lui pensare a buttarsi dalla finestra.
          • ... scrive:
            Re: E ora il popolo del P2P dimostri
            se te la dai tu na manganellataun coglione in meno sulla rete
          • pippo scrive:
            Re: E ora il popolo del P2P dimostri

            se te la dai tu na manganellata
            un coglione in meno sulla reteSe te la dai tu, un ladro in meno :D
          • Bastard scrive:
            Re: E ora il popolo del P2P dimostri
            Ha parlato il bimbominkia che pensa che la rete sia il suo giardinetto in cui sgrufolare.
      • rockroll scrive:
        Re: E ora il popolo del P2P dimostri
        E ti pareva ....
    • mak77 scrive:
      Re: E ora il popolo del P2P dimostri
      - Scritto da: solidale
      Altrimenti andranno a coprire le spese legali
      relative alla condanna per opere protette da
      diritto d'autore (nessuno e' pulito al
      100%)Se ti sequestrano il pc per pedopornografia non possono usare il materiale sequestrato per un inchiesta sulle opere protette, dovrebbero prima dissequestrartelo, aprire una nuova indagine e sequestrarlo di nuovo.Ma l'ultima volta che è capitata una cosa simile ad un mio amico (banner pedo aperto su sito warez, chiaramente involontariamente) il pc gli è stato restituito dopo 2 anni non funzionante, quindi al max la raccolta fondi serve a comprargli un pc nuovo...
      • bohh scrive:
        Re: E ora il popolo del P2P dimostri
        Perchè?? Non lo fanno un 'rapporto' su quello che hanno trovato? file copiati protetti da copyright intendo
  • Franco scrive:
    Affidarsi ad indicizzatori
    La cosa è risolvibile,se per esempio si usa il mulo esistono vari forum che si occupano di raccogliere e catalogare i link ed2k.Il migliore,ed il più vasto al mondo è proprio italiano,si chiama:www.dduniverse.netSi trova tutto,ed il rischio fake è pari allo zero assoluto.Se si usano i torrent basta affidarsi a servizi di indicizzazione seri ed affidabili,stessa cosa che download via ftp o http(per quanto questi facciano schifo e non siano veri circuiti p2p)
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Affidarsi ad indicizzatori
      gia'...che fine hanno fatto siti tipo:http://punto-informatico.it/p.aspx?i=426029http://punto-informatico.it/p.aspx?i=552721non avevano come scopo principare proprio l'indicizzare i file per il loro *contenuto*...trovo alquanto strano non vengano menzionati in un articolo del genere: usando tali siti infatti fake non penso se ne trovassero...
      • Franco scrive:
        Re: Affidarsi ad indicizzatori
        - Scritto da: Nome e cognome
        gia'...

        che fine hanno fatto siti tipo:
        http://punto-informatico.it/p.aspx?i=426029
        http://punto-informatico.it/p.aspx?i=552721

        non avevano come scopo principare proprio
        l'indicizzare i file per il loro
        *contenuto*...

        trovo alquanto strano non vengano menzionati in
        un articolo del genere: usando tali siti infatti
        fake non penso se ne
        trovassero...Grazie per il ricordo...era tanto che non sentivo più parlare di enkey e di italianzip :(Ci sarebbe anche theblackdragon,ma di quello non mi pare si parlò...
    • www.magiesv elate.medu saworks.it scrive:
      Re: Affidarsi ad indicizzatori
      - Scritto da: Franco
      La cosa è risolvibile,se per esempio si usa il
      mulo esistono vari forum che si occupano di
      raccogliere e catalogare i link
      ed2k.
      Il migliore,ed il più vasto al mondo è proprio
      italiano,si
      chiama:

      www.dduniverse.net

      Si trova tutto,ed il rischio fake è pari allo
      zero
      assoluto.

      Se si usano i torrent basta affidarsi a servizi
      di indicizzazione seri ed affidabili,stessa cosa
      che download via ftp o http(per quanto questi
      facciano schifo e non siano veri circuiti
      p2p)oppure usate forum come dduniverse, ma che allo stesso tempo sono ANONIMI (vedi http://osiris.kodeware.net e cercate sul forum la ciurma del mulo).
      • altri url scrive:
        Re: Affidarsi ad indicizzatori
        == -- ___ release forum in italiano :D ___ -- ==== -- ___ *NIeNTe FaKe SoLO FuNN* ___ -- ==www.colombo-bt.orgwww.tntvillage.orgcorsaronero (com era l'url?)e persino www.thepiratebay.org
    • UltraFox scrive:
      Re: Affidarsi ad indicizzatori
      - Scritto da: Franco
      La cosa è risolvibile,se per esempio si usa il
      mulo esistono vari forum che si occupano di
      raccogliere e catalogare i link
      ed2k.
      Il migliore,ed il più vasto al mondo è proprio
      italiano,si
      chiama:

      www.dduniverse.net

      Si trova tutto,ed il rischio fake è pari allo
      zero
      assoluto.

      Se si usano i torrent basta affidarsi a servizi
      di indicizzazione seri ed affidabili,stessa cosa
      che download via ftp o http(per quanto questi
      facciano schifo e non siano veri circuiti
      p2p)ma ... esistono ancora quelli per l'FTP? che cosa esiste ancora?
Chiudi i commenti