Washington contro il voyeurismo digitale

Il Congresso sembra pronto a recepire preoccupazioni che si ritengono diffuse, come l'uso di microcamere o fotofonini per riprendere o fotografare abusivamente intimità che dovrebbero essere protette


Washington (USA) – Sono invisi ai gestori di un numero sempre più elevato di palestre, sporting center e via dicendo: sono i fotofonini , dispositivi come le microcam digitali che invadono il mercato e consentono in un attimo di catturare immagini senza essere visti, talvolta violando la privacy del soggetto ripreso. E se in Italia contro gli abusi esiste una severa legge sulla privacy , negli Stati Uniti il Congresso ha deciso di iniziare a pensarci.

Una proposta di legge sostenuta da un drappello di parlamentari americani di entrambi gli schieramenti, infatti, prende di mira per la prima volta l’uso, anzi l’abuso dei cellulari dotati di fotocamera, telefonini che si stanno diffondendo rapidamente in tutto il pianeta. Con la loro diffusione aumenta la paura di intollerabili abusi , per esempio commessi da chi, in uno spogliatoio, può scattare di nascosto una foto e inviare intimità rubate ad amici o ad un sito internet nel giro di pochi secondi o minuti.

Per evitare tutto questo vi sono alcuni paesi, come la Corea del Sud, dove si sta addirittura pensando di rendere obbligatorio un avvertimento acustico da 65 decibel ogni qual volta si effettua uno scatto. C’è anche chi pensa a sistemi di disattivazione delle fotocamere in certe aree protette. Ma la preoccupazione per gli abusi si sta diffondendo anche in Australia , in Scozia e via dicendo. A preoccupare, naturalmente, anche la diffusione di cam digitali più o meno evolute, o persino poco evolute, come quella di uno studio professionale romano che qualche tempo fa alzò un polverone per le immagini rubate che coglieva.

A suscitare nuova urgenza negli Stati Uniti per il fenomeno, il fatto che a fronte di certi abusi la legislazione federale attuale non risulti sufficientemente punitiva o specifica per garantire protezione, come ben sanno i lawmakers del Wisconsin che già nel 2001 vararono una legge statale per vietare la diffusione su internet di immagini di nudo rubate o comunque prodotte senza consenso della persona ritratta. A tutt’oggi molte denunce di abuso presentate alla polizia finiscono nel nulla a causa di una singolare vacatio legis .

Secondo i proponenti della normativa statunitense, scattare certe foto o usare illegalmente tecnologie di ripresa con queste finalità potrà portare in carcere per un anno . Ed è sufficiente peraltro una ricerca su internet per verificare che vi è chi non solo cattura certe immagini ma ritiene anche di doverle diffondere in rete, talvolta persino facendone commercio.

Comportamenti evidentemente assai discutibili che ora il Congresso sembra intenzionato a prendere di mira con severità. La legge infatti vieterà qualsiasi ripresa o foto di qualcuno nudo laddove “una persona ragionevole può ritenere di potersi spogliare in privacy”. Vietato anche scattare foto delle “parti intime” di un individuo se queste non siano visibili anche quando la persona si trovasse in un luogo pubblico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • eaman scrive:
    Re: Recapiti e link?
    Ti ringrazio dell´esauriente risposta.Cercando in rete ho trovato questo link per Romano Prodi:http://europa.eu.int/comm/commissioners/prodi/regcp/registre.cfm?CL=itSto tuttora cercando un email per Mario Monti, cercheró magari su siti come http://petition.eurolinux.org/signatures.html .Per Stanca ho trovato: http://www.innovazione.gov.it/ita/ministro/ministro.shtmlRingrazio ancora: almeo ora ho un´idea piú precisa dei riferimenti e meccanismi della questione.Have Fun!
  • Anonimo scrive:
    Che cosa diremo ai nostri figli?
    Se non interveniamo subito, scrivendo in massa, facendo manifestazioni, parlandone a tutti quelli che conosciamo, saremo colpevoli. Che cosa diremo un domani ai nostri figli quando questa legge sara' passata? Dove eravamo quando hanno tolto agli uomini la liberta' di programmare i computer con le loro idee, invece che doverle acquistare dalle grosse corporazioni che alla fine le possiederanno tutte? Che cosa avremo fatto per permettere agli studenti del futuro di imparare un linguaggio che non sia inutile, perche' tutto il codice che scriveranno sara' illegale per legge se non si pagheranno licenze sulle IDEE??? Davvero, mettiamoci una mano sulla coscienza e scriviamo, telefoniamo, stampiamo volantini all'universita'..ma fermiamo questo scempio!
    • Anonimo scrive:
      Re: Che cosa diremo ai nostri figli?
      di a tuo figlio che se deve porre domande impegnative può contattare marco corti.ciaonkg
  • Anonimo scrive:
    No, conviene votare Beppe Caravita!
    Beppe almeno ci capisce davvero di Open Source!!http://www.aronchi.org/wiki/tiki-index.php?page=BeppeCaravitaQuesto e' il suo Blog:http://blogs.it/0100206/
  • Anonimo scrive:
    Ultime dall'EU: La fine dell'OPEN SOURCE
    Ultime notizie: e' la fine dell'Open Source. L'ultima modifica del governo irlandese corrotto dalla Microsoft, hanno esteso ILLIMITATMENTE la patnetabilita' a qualsiasi software. In pratica, interi siti come Sourceforge diventeranno illegali.. ... e questo CONTRO il voto gia' espresso dai parlamento, perche' in Europa non c'e' democrazia, ma oligarchia dei governi corrotti... Leggete qui: Mandrakesoft alerts users to EU software threat Claims Irish presidency inserts extra clauses into law http://www.theinquirer.net/?article=15890
  • Anonimo scrive:
    Re: Vota Marco Cappato alle elezioni Eur
    Ma nemmeno morto. Io voto Verdi.
  • SiN scrive:
    Re: Mano sulla coscienza quando voteremo
    - Scritto da: Anonimo
    Forse se i Radicali contassero un pò
    di più, in Europa ed anche in Italia,
    certe boiate sarebbero più difficili.
    Se è vero che i radicali in questa storia stannoc ombattendo una giusta battaglia (e glien do atto) ricordo anche che gli stessi radicali si sono sempr trovati dalla parte della barricata più amata dagli spammer (v. pubblicità Bonino o opt-out)giusto per ricordare...
    • JRoger scrive:
      Re: Mano sulla coscienza quando voteremo
      - Scritto da: SiN
      Se è vero che i radicali in questa
      storia stannoc ombattendo una giusta
      battaglia (e glien do atto) ricordo anche
      che gli stessi radicali si sono sempr
      trovati dalla parte della barricata
      più amata dagli spammer (v.
      pubblicità Bonino o opt-out)

      giusto per ricordare...OK, e' vero, nessuno e' perfetto. Pero', credo sarai d'accordo che se la scelta alla fin fine sta sta la Bonino che fa "Toc, Toc..." ed il pelatino che te lo tronca diretto nel k*lo... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: spam e libertà di comunicazione

      Se è vero che i radicali in questa
      storia stanno combattendo una giusta
      battaglia (e glien do atto) ricordo anche
      che gli stessi radicali si sono sempr
      trovati dalla parte della barricata
      più amata dagli spammer (v.
      pubblicità Bonino o opt-out)

      giusto per ricordare...Beh, però la loro battaglia "spammatoria" è stata comunque in anticipo sui tempi: mentre noi ancora discutevamo di tecniche "talebane" per combattere lo spam, loro ponevano il problema che le tecniche antispam possono sconfinare in una limitazione della libertà di comunicazione e nella censura tout-court.Poco dopo, una blacklist "talebana" veniva chiusa dalla magistratura americana, il governo inglese sovvenzionava Spamhaus perchè diventasse una blacklist affidabile, negli USA si passava dalle blacklist selvagge alle leggi contro lo spam, l'Europa legiferava sullo spam commerciale ...
  • Anonimo scrive:
    Mano sulla coscienza quando voteremo
    Tutto è politica.E' inutile "turarsi il naso" per andare contro questo o contro quello, votando i grandi schieramenti che con i nostri interessi (e con gli interessi della rete della libertà - quella vera, non quella della "casa") hanno poco a che fare.Forse se i Radicali contassero un pò di più, in Europa ed anche in Italia, certe boiate sarebbero più difficili.Pensiamoci quando andremo a votare.......
  • Anonimo scrive:
    Re: Vota Marco Cappato alle elezioni Eur
    l'avevo già deciso da tempo... ;) cmq fa piacere sentirsi in compagnia.... :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Vota Marco Cappato alle elezioni Europee
    - Scritto da: Anonimo
    L'articolo si commenta da solo.
    Vota Marco Cappato o Emma Bonino. Hai ragione, in un panorama politico desolante i Radicali rimangono gli unici veri liberali e liberisti ad oltranza. Sono uno di quelli che ha votato tutti i loro referendum, anche se purtroppo nemmeno quelli vinti sono stati poi rispettati dal parlamento.
  • Anonimo scrive:
    Re: Recapiti e link?
    E' inutile agitarsi.. siamo tutti ma proprio tutti in mano a dei cazzari, assimiliati alle lobby da qualsiasi parte arrivino.. tutti prontia mettersi proni in cambio di soldi e potere.. abbiamo (in italia e in europa) una classe dirigente, di qualunque colore sia,che fa schifo ed e' incapace di proteggere gli interessi nazionali e comunitari.L'irlanda che tanto sbraita deve calare le braghe alle grosse multinazionali dell'ITC che ne hanno fatto la sede preferita in europa..e tutti gli altri pecoroni pronti a seguire.Proseguiamo sulla via del suicidio teconologico ..Bleah.
  • Anonimo scrive:
    Re: Vota Marco Cappato alle elezioni Eur
    Senti questo non è un sito di propaganda elettorale. Se io voglio votare per Cappato lo farò da solo e senza che sia tu a dirmelo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Stanca e' venduto
    - Scritto da: Anonimo
    Non l'ha capito che Stanca si e' venduto
    anima e corpo alle lobby!
    E proprio il richiamo alla regione Toscana,
    che ha deciso un'adozione massiccia
    dell'opensource, e' un segno tangibile del
    fatto che questo ministro ci ha presi per i
    fondelli coi suoi proclami su opensource e
    menate varie!
    Non e' per nulla diverso dagli altri
    corrotti, e' in malafede.
    Secondo in malafede ci sei tu......oltre che la regione toscana
    • Anonimo scrive:
      Re: Stanca e' venduto

      Secondo in malafede ci sei tu......oltre che
      la regione toscanaNo in malafede si tu!lallallalla...Dimmi un numero.... 4505006 vinto io!lalalallalla
    • Anonimo scrive:
      Re: Stanca e' venduto
      Un'altro che ha votato il cavaliere....domanda: perche' non emigri in usa ??- Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Non l'ha capito che Stanca si e' venduto

      anima e corpo alle lobby!

      E proprio il richiamo alla regione
      Toscana,

      che ha deciso un'adozione massiccia

      dell'opensource, e' un segno tangibile
      del

      fatto che questo ministro ci ha presi
      per i

      fondelli coi suoi proclami su
      opensource e

      menate varie!

      Non e' per nulla diverso dagli altri

      corrotti, e' in malafede.


      Secondo in malafede ci sei tu......oltre che
      la regione toscana
  • allanon scrive:
    Re: Vota Marco Cappato alle elezioni Europee
    - Scritto da: Anonimo
    L'articolo si commenta da solo.
    Vota Marco Cappato o Emma Bonino.Ok, ma aggiungerei anche Fiorello Cortiana alla lista
    • Anonimo scrive:
      Re: non saprei per Cortiana ...
      I Radicali mi sono sempre piaciuti ma Cortiana purtroppo e' un Verde e anche se ora sta conducendo una battaglia giusta ... per il resto i Verdi sono sempre sul fronte opposto, quello oscurantista, contro ogni nuova tecnologia, contro la ricerca genetica ad esempio ... sono gli anti-galileani del XX secolo e sebbene nemmeno loro alla fine riusciranno a fermare il progresso della scienza, mi sentirei a disagio a votarli.
  • Anonimo scrive:
    Vota Marco Cappato alle elezioni Europee
    L'articolo si commenta da solo.Vota Marco Cappato o Emma Bonino.
  • Anonimo scrive:
    Stanca e' venduto
    Non l'ha capito che Stanca si e' venduto anima e corpo alle lobby!E proprio il richiamo alla regione Toscana, che ha deciso un'adozione massiccia dell'opensource, e' un segno tangibile del fatto che questo ministro ci ha presi per i fondelli coi suoi proclami su opensource e menate varie!Non e' per nulla diverso dagli altri corrotti, e' in malafede.
  • eaman scrive:
    Recapiti e link?
    Qualcuno potrebbe indicare email (o eventuali fax) dei rappresentanti italiani che parteciperanno a questa discussione in modo da poterli sollecitare a un contributo costruttivo?Eventualmente graditi link ai siti dei rappresentanti: voglio poi sapere chi decide e sucessivamente cosme si comportera'. C'e' qualcosa di analogo a groklaw per questa votazione?Grazie.
    • lunmarmergioven scrive:
      Re: Recapiti e link?
      - Scritto da: eaman
      Qualcuno potrebbe indicare email (o
      eventuali fax) dei rappresentanti italiani
      che parteciperanno a questa discussione in
      modo da poterli sollecitare a un contributo
      costruttivo?Allora, in sintesi in Europa ci sono: il Parlamento Europeo , Il Consiglio dell'Unione Europea e la Commissione Europea .Il Parlamento Europeo e il Consiglio hanno potere legislativo entrambi.Il Consiglio è formato dai ministri di ogni paese membro . In base al tema trattato dal consiglio viene mandato il ministro più consono. Per esempio se si parla di istruzione viene mandata la Moratti.La Presidenza del Consiglio è a turno semestrale. In questo momento la presidenza è in mano all'Irlanda che ha grosse pressioni da parte delle grandi aziende per introdurre questi brevetti.La Commissione invece è quella presieduta da Romano Prodi , i suoi membri sono chiamati "commissari" come per esempio il commissario Mario Monti e ognuno si occupa di un settore specifico. Uno dei suoi compiti è quello di proporre atti legislativi. Le proposte vengono redatte dal commissario che si occupa di quel determinato settore. Vengono poi mandate al parlamento e al consiglio per discuterle ed eventualmente modificarle.Fatto questo c'è una verifica da parte del Servizio giuridico e dal gabinetto dei commissari (praticamente dei consulenti).Se ci sono degli emendamenti da parte del parlamento la Commissione esamina le modifiche proposte. Volendo può scartare gli emendamenti che non considera necessari oppure accettarli tutti. In ogni caso se ci sono modifiche alla proposta di legge iniziale deve presentare il tutto al Consiglio. In questo caso è successo che il COREPER (Comitato dei Rappresentanti Permanenti degli Stati Membri, in cui vengono stretti accordi prima della presentazione dei lavori al Consiglio) spinto dalla presidenza irlandese è riuscito dopo aver placato un disaccordo tra il finlandese Erkki Liikanen (Commissario responsabile per le Imprese e la Società dell'informazione) e l'olandese Frits Bolkestein (Commissario del mercato interno) a presentare la legge priva di emendamenti per una votazione senza discussione al Consiglio. Solo Germania, Belgio e Danimarca si oppongono.Ecco quanto contano i voti di ciascun paese all'interno del Consiglio:Germania, Francia, Italia, Regno Unito 10Spagna 8Belgio, Grecia, Paesi Bassi, Portogallo 5Austria, Svezia 4Danimarca, Irlanda, Finlandia 3Lussemburgo 2TOTALE: 87
Chiudi i commenti