WatchPad, e Linux diventa da polso

Si tratta di un computer indossabile come un comune orologio e capace, grazie al suo cuore Linux, di svolgere una grande varietà di funzioni


Tokyo (Giappone) – IBM e Citizen hanno dimostrato un prototipo di WatchPad 1.5, un wearable computer poco più grande di un normale orologio da polso e capace di sostituire, per diversi compiti, un ben più ingombrante computer hand held.

WatchPad è dotato di un monitor LCD monocromatico da 320×240 pixel, un processore ARM a 32 bit ed un quantitativo di memoria suddiviso fra 8 MB di DRAM e 16 MB di flash. Il “cervello” di questo computerino da polso è Linux, qui presente in una sua versione embedded basata sul kernel 2.4, mentre l’interfaccia grafica adottata è Microwindows for Embedded .

Sul perché IBM abbia scelto proprio Linux per il suo orologio-PDA, Yoichi Takao, direttore del Tokyo Research Lab di IBM, si è così espresso: “Linux non richiede il pagamento di una licenza ed è quindi più economico. Inoltre può contare su programmatori di alto livello ed è un sistema operativo estremamente affidabile e sicuro”.

Pur con dimensioni così contenute – 65 mm di altezza, 46 mm di larghezza e 16 mm di spessore – ed un peso di poco superiore ai 40 grammi, WatchPad integra due sistemi di comunicazione wireless come Bluetooth e IrDA (infrarossi) e una varietà di dispositivi di I/O come un sensore di impronte digitali, un microfono, uno speaker ed un display touch-screen.

Per il futuro IBM ipotizza l’adozione di un processore PowerPC al posto di quello attuale, basato su architettura ARM.

Annunciato per la prima volta nell’estate del 2000, WatchPad è il primo prodotto sviluppato in modo autonomo dalla divisione giapponese di IBM con la recente collaborazione di Citizen.

“Con questo progetto vogliamo sviluppare il pervasive computing per l’era post-PC”, ha detto Takao, che ha aggiunto: “Abbiamo bisogno di creare un nuovo fattore di forma. Questo non è solo un prodotto di consumo, questa è una tecnologia embedded”.

Sebbene nulla si sappia su prezzi e date di uscita, IBM sembra intenzionata a rilasciare la prima versione commerciale di WatchPad entro la fine del 2002 ad un prezzo che dovrebbe attestarsi, secondo Takao, su quello di un PDA di fascia alta.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma si può essere così scemi ?
    Con questi proclami, si favorisce l'ingegno degli idioti che danneggiano anni di lavoro nelle aziende. Il tipo che lancia la sfida, sarebbe da multare pubblicamente, in quanto se Linux fosse davvero inattaccabile, non sarebbe da dirlo ai 4 venti, così da favorire il solito matto che con tutte le sue genialità, dopo poco lo bucherebbe SICURAMENTE!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma si può essere così scemi ?
      - Scritto da: Winladen
      Con questi proclami, si favorisce l'ingegno
      degli idioti che danneggiano anni di lavoro]zac[Se come no, anni di lavoro a cercare di fregare gli utenti.Comunque a parte che e' evidente che si tratta di una mossa pubblicitaria, nel mondo linux vige una filosofia diversa, del e' sicuro perche' e' costruito bene non perche' vengono tenuti nascosti i bug.E' la stessa filosofia che ha fatto del PGP il miglior sistema di criptatura esistente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma si può essere così scemi ?
      - Scritto da: Winladen
      Con questi proclami, si favorisce l'ingegno
      degli idioti che danneggiano anni di lavoro
      nelle aziende. Il tipo che lancia la sfida,
      sarebbe da multare pubblicamente, in quanto
      se Linux fosse davvero inattaccabile, non
      sarebbe da dirlo ai 4 venti, così da
      favorire il solito matto che con tutte le
      sue genialità, dopo poco lo bucherebbe
      SICURAMENTE!Bah a me sembra che la "sfida2 sia verso una particolare macchina... e non danneggerebbe gli utenti che dovrebbero essere su un'altra.Di contro se qualcuno effettivamente riuscisse a bucare il server si avrebbero informazioni aggiuntive su come migliorare la configurazione.... (perlomeno io la vedo in questo modo!!!).
  • Anonimo scrive:
    porc**e M$
    ma vi sembra che se linux avesse dei bachi nella sicurezza qualche smanettone M$ non li avrebbe gia' trovati e messi in circolo?il loro ufficio comunicazione e' andato avanti da mesi a dire che linux non era sicuro... e non era vero niente... figuriamoci se avessero avuto mezza possibilita'
    • Anonimo scrive:
      Re: porc**e M$

      ma vi sembra che se linux avesse dei bachi
      nella sicurezza qualche smanettone M$ non li
      avrebbe gia' trovati e messi in circolo?Forse perchè lavorano per costruire e non distruggere ?
      • Anonimo scrive:
        Re: porc**e M$
        M$ non lavora per costruire ma per distruggere (la concorrenza). come le ultime manovre su IE confermano.quindi se non hanno ancora scoperto e pubblicizzato bachi di linux e' perche' DA QUESTO PUNTO DI VISTA la superiorita' del pinguì e' + che netta. noo?
        • Anonimo scrive:
          Re: porc**e M$

          M$ non lavora per costruire ma per
          distruggere (la concorrenza). come le ultime
          manovre su IE confermano.

          quindi se non hanno ancora scoperto e
          pubblicizzato bachi di linux e' perche' DA
          QUESTO PUNTO DI VISTA la superiorita' del
          pinguì e' + che netta. Siiii. Linux è proprio superiore in tutto e per tutto. Infatti, a breve vedremo Linux come unico SO. A partire dagli orologi.
          • Anonimo scrive:
            Re: porc**e M$
            perche' travisi le cose che una persona scrive?e' maleducazione anche questa.io ho scritto (e in modo chiaro)limitatamente all'aspetto sicurezza
        • Anonimo scrive:
          Re: porc**e M$ bravo f.... se credi questo
          - Scritto da: goldeneagle

          M$ non lavora per costruire ma per
          distruggere (la concorrenza). come le ultime
          manovre su IE confermano.

          quindi se non hanno ancora scoperto e
          pubblicizzato bachi di linux e' perche' DA
          QUESTO PUNTO DI VISTA la superiorita' del
          pinguì e' + che netta.

          noo?scusami ma linux e pieno di bachi e virus scritti per infettarlo gia esistono (solo per alcune distribuzioni).quando linux avrà suff. distribuzione pensi che le case produtrici di antivirus corporate staranno a guardare i loro profitti scendere bravo testina di vitello :-).ci sarà da divertirsi con i virus per linux che usciranno infatti visto che e un so molto sicuro sarà sicuramente necessaria una nuova generazione di virus (multipiattaforma autocompilanti ecc..) perche ragazzi si sfotte sul monopolio della MS ma il potere delle varie societa antivirus dove lo mettiamo, società che non si fanno scrupolo di avere laboratori segreti nel terzo mondo e in russia dove questi virus vengono e verranno creati.
  • Anonimo scrive:
    (in)competenza
    noi produciamo e gestiamo siti.siamo passati da windows a linux.i due sistemi hanno pregi e difetti diversi.ma chiunque sostenga che la windows (ben configurato)sia paragonabile per sicurezza a linux e' incompetente o ignorante o in malafede.tengo a precisare che non sono un talebano di linux ma certe cose mi domando come si faccia a scriverle.
    • Anonimo scrive:
      Re: (in)competenza

      i due sistemi hanno pregi e difetti diversi.Giusto.
      ma chiunque sostenga che la windows (ben
      configurato)sia paragonabile per sicurezza a
      linux e' incompetente o ignorante o in
      malafede.Sbagliato. Abbiamo un sistema web su cluster Windows 2000 con dbms SQL server 2000 e IIS che gira da oltre 1 anno senza mai essere stato riavviato (gode ancora di ottima salute). Inoltre è stato testato da una società specializzata in certificazioni sulla sicurezza ed è risultato come sito inviolabile. Ovviamente abbiamo usato gli strumenti giusti, e non tutti sono MS.Quindi, chi è l'incompetente ? Dovresti pensare prima di parlare.
      • Anonimo scrive:
        Re: (in)competenza
        - Scritto da: Antibufala

        i due sistemi hanno pregi e difetti
        diversi.
        Giusto.

        ma chiunque sostenga che la windows (ben

        configurato)sia paragonabile per

        sicurezza a linux e' incompetente

        o ignorante o in malafede.
        Sbagliato. Abbiamo un sistema web su cluster
        Windows 2000 con dbms SQL server 2000 e IIS
        che gira da oltre 1 anno senza mai essere
        stato riavviato (gode ancora di ottima
        salute). Inoltre è stato testato da una
        società specializzata in certificazioni
        sulla sicurezza ed è risultato come sito
        inviolabile. Ovviamente abbiamo usato gli
        strumenti giusti, e non tutti sono MS.
        Quindi, chi è l'incompetente ? Dovresti
        pensare prima di parlare.Fico....Ci dai l'IP ????
        • Anonimo scrive:
          Re: (in)competenza

          Fico....

          Ci dai l'IP ???? Sta in una extranet e non è disponibile al consumer.
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza
            - Scritto da: Antibufala

            Fico....



            Ci dai l'IP ????

            Sta in una extranet e non è disponibile al
            consumer.Ed e' per questo che non e' mai stato bucato ???
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza


            Sta in una extranet e non è disponibile al

            consumer.

            Ed e' per questo che non e' mai stato bucato
            ???No. Per 6 mesi era disponibile al consumer. Dopo, il cliente ha scelto di limitarlo al B2B per sue scelte strategiche di vendita.Ciò non toglie che abbia passato agevolmente i test di security.
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza Maperfavore
            - Scritto da: Antibufala

            Fico....



            Ci dai l'IP ????

            Sta in una extranet e non è disponibile al
            consumer.CVD
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza Maperfavore
            Vedi risposta a Caine- Scritto da: maperfavore
            - Scritto da: Antibufala


            Fico....





            Ci dai l'IP ????



            Sta in una extranet e non è disponibile al

            consumer.

            CVD
      • Anonimo scrive:
        Re: (in)competenza
        io non so se tu sia competente o incompetente.di certo sei un poco limitato e non capisci.qui non si parla di riavviare i webserver.qui si discute di resistenza dagli attacchi di hacker.e io i siti su w2000 li ho avuti per un bel pezzo. e sotto attacco non danno garanzie. perche' sono dei colapasta. e per dimostrartelo scommetto che posso installarti l'opera omnia dei pinkfloyd in mp3 sul tuo cazzo di webserver quando vuoi!!! e non sono neanche bravissimo.
        • Anonimo scrive:
          Re: (in)competenza

          io non so se tu sia competente o
          incompetente.

          di certo sei un poco limitato e non capisci.Limitato sarai tu, COGLIONE.
          qui non si parla di riavviare i webserver.Qui si parla di sicurezza e affidabilità.
          e io i siti su w2000 li ho avuti per un bel
          pezzo. e sotto attacco non danno garanzie.Vorrà dire che sei imbranato.
          perche' sono dei colapasta. e per
          dimostrartelo scommetto che posso
          installarti l'opera omnia dei pinkfloyd in
          mp3 sul tuo cazzo di webserver quando
          vuoi!!! e non sono neanche bravissimo.Appunto, sei imbranato. Rileggiti il testo che ho scritto.
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza
            - Scritto da: Antibufala

            io non so se tu sia competente o

            incompetente.



            di certo sei un poco limitato e non
            capisci.

            Limitato sarai tu, COGLIONE.


            qui non si parla di riavviare i webserver.

            Qui si parla di sicurezza e affidabilità.


            e io i siti su w2000 li ho avuti per un
            bel

            pezzo. e sotto attacco non danno garanzie.

            Vorrà dire che sei imbranato.


            perche' sono dei colapasta. e per

            dimostrartelo scommetto che posso

            installarti l'opera omnia dei pinkfloyd in

            mp3 sul tuo cazzo di webserver quando

            vuoi!!! e non sono neanche bravissimo.

            Appunto, sei imbranato. Rileggiti il testo
            che ho scritto....E a me non rispondi ??
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza
            - Scritto da: Caine
            ...E a me non rispondi ??Cainbe, lo sai che a fare il grande hacker in giro poi si perdono gli appuntametni con le ragazze ?http://punto-informatico.it/pol.asp?mid=95050&fid=37560
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza
            non me la prendo per i tuoi insulti...si vede che ce la metti tutta
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza

            non me la prendo per i tuoi insulti...

            si vede che ce la metti tuttaHai iniziato tu...
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza
            - Scritto da: Antibufala

            non me la prendo per i tuoi insulti...



            si vede che ce la metti tutta

            Hai iniziato tu...PINGUINI? ANDATE A DAR VIA IL CULO, CORNUTONI!
      • Anonimo scrive:
        Re: (in)competenza. Maperfavore
        - Scritto da: Antibufala

        ma chiunque sostenga che la windows (ben

        configurato)sia paragonabile per sicurezza a

        linux e' incompetente o ignorante o in

        malafede.

        Sbagliato. Abbiamo un sistema web su cluster
        Windows 2000 con dbms SQL server 2000 e IIS
        che gira da oltre 1 anno senza mai essere
        stato riavviato (gode ancora di ottima
        salute).Si stava parlanco di sicurezza, non di stabilità.Senza contare che ci sono server che fanno migliaia (se non decine di migliaia) di accessi al giorno, e altri che ne fanno 2 o 3 alla settimana.Così come ci sono server "sensibili" ad attacchi e altrino (in base al tipo di server e alle persone che lofrequentano). Infine un anno non è un tempo cosìlungo...
        Inoltre è stato testato da una
        società specializzata in certificazioni
        sulla sicurezza ed è risultato come sito
        inviolabile. Nulla è inviolabile...
        Ovviamente abbiamo usato gli
        strumenti giusti, e non tutti sono MS.Uh?
        Quindi, chi è l'incompetente ? Dovresti
        pensare prima di parlare.Idem con patate...
        • Anonimo scrive:
          Re: (in)competenza. Maperfavore

          Si stava parlanco di sicurezza, non di
          stabilità.Parlo di entrambi.
          Senza contare che ci sono server che fanno
          migliaia (se non decine di migliaia) di
          accessi al giorno,
          e altri che ne fanno 2 o 3 alla settimana.Uno dei siti più visitati al mondo gira con IIS.
          Infine un anno non è un tempo
          così
          lungo... Che bel ragionamento !! Se è nato un anno fa, come fa ad essere on-line da più tempo.

          Inoltre è stato testato da una

          società specializzata in certificazioni

          sulla sicurezza ed è risultato come sito

          inviolabile.

          Nulla è inviolabile...Nemmeno Linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza. Maperfavore
            - Scritto da: Antibufala

            Si stava parlanco di sicurezza, non di

            stabilità.

            Parlo di entrambi.No: tu parli di stabilità di un server che non ha neanche un accesso "consumer"...

            Senza contare che ci sono server che fanno

            migliaia (se non decine di migliaia) di

            accessi al giorno,

            e altri che ne fanno 2 o 3 alla settimana.

            Uno dei siti più visitati al mondo gira con
            IIS.Uno su quanti?E che servizio fa?Perché stai così vago?Dicci cos'è...Il fatto che sia tra i più visitati non significa che sia trai più stabili, né tantomeno tra i più sicuri (NIMDA)

            Infine un anno non è un tempo

            così lungo...

            Che bel ragionamento !! Se è nato un anno
            fa, come fa ad essere on-line da più tempo. Il mio server non é MAI stato riavviato, né violato danessuno. Lo uso solo io e l'ho avviato ieri...


            Inoltre è stato testato da una


            società specializzata in certificazioni


            sulla sicurezza ed è risultato come sito


            inviolabile.



            Nulla è inviolabile...

            Nemmeno Linux.Ho forse deto il contrario?Nulla è inviolabile...MS però è più violabile di altri...è un dato di fatto
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza. Maperfavore

            No: tu parli di stabilità di un server che
            non ha
            neanche un accesso "consumer"...Forse non hai letto ciò che ho scritto.

            Uno dei siti più visitati al mondo gira
            con

            IIS.

            Uno su quanti?
            E che servizio fa?
            Perché stai così vago?
            Dicci cos'è...Parlo di quello Microsoft.


            Infine un anno non è un tempo


            così lungo...



            Che bel ragionamento !! Se è nato un anno

            fa, come fa ad essere on-line da più
            tempo.

            Il mio server non é MAI stato riavviato, né
            violato da
            nessuno. Lo uso solo io e l'ho avviato
            ieri...Pura retorica.



            Inoltre è stato testato da una



            società specializzata in
            certificazioni



            sulla sicurezza ed è risultato come
            sito



            inviolabile.





            Nulla è inviolabile...



            Nemmeno Linux.

            Ho forse deto il contrario?
            Nulla è inviolabile...Allora siamo d'accordo :)
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza. Maperfavore
            - Scritto da: Antibufala

            No: tu parli di stabilità di un server che

            non ha neanche un accesso "consumer"...

            Forse non hai letto ciò che ho scritto. Forse hai scritot una cosa senza senso


            Uno dei siti più visitati al mondo gira


            con IIS.



            Uno su quanti?

            E che servizio fa?

            Perché stai così vago?

            Dicci cos'è...

            Parlo di quello Microsoft. Eh già... è il più visitato per scaricare le patch...Perché non guardi anche da quanto tempo "è su"?



            Infine un anno non è un tempo



            così lungo...





            Che bel ragionamento !! Se è nato un anno


            fa, come fa ad essere on-line da più tempo.



            Il mio server non é MAI stato riavviato, né

            violato da nessuno. Lo uso solo io e l'ho avviato

            ieri...

            Pura retorica.ROTFL...E' buffo vedere come cambia il tuo modo di vederele cose a seconda del soggetto della frase...



            Nulla è inviolabile...





            Nemmeno Linux.



            Ho forse deto il contrario?

            Nulla è inviolabile...

            Allora siamo d'accordo :)Su questo si, ma la questine era un'altra...vabbé.. lasciamo stare va
          • Anonimo scrive:
            Re: (in)competenza. Maperfavore
            Non so, se sia giusto inserirmi nel dibattito, però vorrei avvertirti:1) Nessun o.s. win* ha mai ricevuto dall'ist. gov. USA addetto al rilascio delle certificazioni di sicurezzala certificazione max (4) per il livello di sicurezza in rete, ma solo in locale e con basso punteggio. Ogni UNIX, compreso Linux la vanta ed OpenBSD è in testa come punteggio.2)I siti a Redmond della M$ (con win 2000) sono stati ripetutamente violati da pirati (in genere armati di Linux), e nell'ultima violazione sono stati visti i sorgenti di Office.3)Stanca dei continui fermi ai server DNS di Redmond (con win2000) M$ li ha affidati ad una società esterna che li fa girare ora con Linux.4)A protezione dell'Hotmail (firewalls) della M$ e per l'instradamento dei dati vi sono FreeBSD ed Sun Solaris.5)Nessun produttore di Router, visto la non alta capacità d'instradamento dei dati da parte dei win*, consiglia per router massivi (alta q.tà di dati win*) ma i BSD6)nessun win* è utilizzato in calcoli di cluster parallelo mission - critical, dove si fanno calcoli per QCD, QED agli ist. di fisica.7)Come sopra nessuna ist. come CIA, NSA, etc. usa win* in mission critical, ma UNIX (NASA usa Linux per le sue navette).
      • Anonimo scrive:
        Re: (in)competenza

        inviolabile. Ovviamente abbiamo usato gli
        strumenti giusti, e non tutti sono MS.Ecco perchè sono quelli giusti, e il sito diventa inviolabile! :o)
      • Anonimo scrive:
        Re: (in)competenza
        - Scritto da: Antibufala

        i due sistemi hanno pregi e difetti
        diversi.

        Giusto.


        ma chiunque sostenga che la windows (ben

        configurato)sia paragonabile per
        sicurezza a

        linux e' incompetente o ignorante o in

        malafede.

        Sbagliato. Abbiamo un sistema web su cluster
        Windows 2000 con dbms SQL server 2000 e IIS
        che gira da oltre 1 anno senza mai essere
        stato riavviato (gode ancora di ottima
        salute). Inoltre è stato testato da una
        società specializzata in certificazioni
        sulla sicurezza ed è risultato come sito
        inviolabile. Ovviamente abbiamo usato gli
        strumenti giusti, e non tutti sono MS.
        Quindi, chi è l'incompetente ? Dovresti
        pensare prima di parlare.Questa e' la tua esperienza , quindi proprio perchè tua non fa testo. Se quel server non e' mai stato attaccato con successo non e' detto che non lo puo' essere un altro server uguale a quello da te citato.Inoltre hai mai pensato quanto valgono le certificazioni sulla sicurezza dei server di quelle azienducce che negli ultimi anni sono nate a grappoli ?Ti rispondo io e ti dico che valgono tanto quanto facilmente negli ultimi hanni sono nate le aziende che rilasciano quei certificati.Certificati che spesso non hanno nulla a che fare con le famose certificazioni di qualita'.Di conseguenza chi ti ha garantito il sistema o non ha idea di cosa sia un attacco fatto seriamente , oppure ti ha sparato una marea di cazzate. E sai perchè ? Perchè non esiste al mondo un sistema inviolabile.Il modo per sfondare un server lo si trova sempre , a volte serve tempo , ma alla fine ci arrivi. Che sia linux o windows.Piazzalo per un pochino sulla grande rete (soprattutto in questo periodo) e vedrai i risultati. La mia non vuole essere una critica nei tuoi confronti ne tantomeno presunzione , ma solamente un grosso applauso a chi e' riuscito a intortarti con certificati , paroloni , e smanettamenti vari al fine di 'estorcerti' una gran quantita' di danaro.ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: (in)competenza della vecchiaia
      - Scritto da: tecnico
      noi produciamo e gestiamo siti.

      siamo passati da windows a linux.bravi dall'innovazione alla vechiaia, e come passare da sqlserver a cobol solo perchè e più stabile mava diamo fiducia.

      i due sistemi hanno pregi e difetti diversi.

      ma chiunque sostenga che la windows (ben
      configurato)sia paragonabile per sicurezza a
      linux e' incompetente o ignorante o in
      malafede.be qui l'unico ad esserlo sei tu, se sei un buon amministratore puoi rendere qualsiasi cosa sicura, e viceversa.in quanto alla sicurezza di linux fatti un giro su securityfocus

      tengo a precisare che non sono un talebano
      di linux ma certe cose mi domando come si
      faccia a scriverle. in definitiva è vero quello che dici winzoz e una zozzeria ma tieni conto di una cosa, sono i sw giovani e innovativi che presentano le lacune maggiori, mentre i sw vecchi e con le minori innovazioni possono vantare stabilità e sicurezza invidiabili.Linux per ironia della sorte e un so giovane (ha compiuto 10 anni) ma è stato costruito nel suo nucleo e nella sua filosofia su un qualcosa di vecchio e sorpassato raga aggiornatevi date fiducia a winzoz.Io preferisco non fermarmi e puntare sull'innovazione.
  • Anonimo scrive:
    BeOS!!!!
    Nessuno qui capisce niente... il sistema operativo piu' stabile e sicuro (e piu' migliore) e' il buon vecchio BeOS.Tutto il resto e' me##a.E non ditemi che linux e' sicuro... o che win e' sicuro... sono sistemi operativi per celebrolesi.Si, saranno nuovi, avranno piu' supporto hardware e tutto quello che volete, ma sul piano della concretezza lasciano molto a desiderare...Ascoltate il mio consiglio: usatelo e capirete perche' e' il migliore!!
    • Anonimo scrive:
      Re: BeOS!!!!
      - Scritto da: BeOSrulez
      Nessuno qui capisce niente... il sistema
      operativo piu' stabile e sicuro (e piu'
      migliore) e' il buon vecchio BeOS.
      Tutto il resto e' me##a. Io di Beos avevo ammirato la splendida integrazione delle OpenGL nel sistema, e la leggerezza del desktop in generale; poi somiglia ad Amiga, il che per me gli da' un ulteriore bonus.Ma ad applicativi come siamo messi ?
    • Anonimo scrive:
      Re: BeOS!!!!
      - Scritto da: BeOSrulez
      Nessuno qui capisce niente... Sicuramente tu non sei da meno, visto che Palm ha acquisito Be (o meglio, liquidato, visti i problemi finanziari).Amen
      • Anonimo scrive:
        Re: BeOS!!!!
        L'ho installato ieri sera, è veramente fico, e veloce, poi da utente Linux apprezzo la sua base UNIX, peccato che stia facendo una brutta fine, forse se finisse in mano alla comunità Open Source risorgerebbe come l'araba fenice, e li penso ke non ce ne sarebbe + per nessuno.Ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: BeOS!!!!
          - Scritto da: Pikappa
          L'ho installato ieri sera, è veramente fico,
          e veloce, poi da utente Linux apprezzo la
          sua base UNIX, peccato che stia facendo una
          brutta fine, forse se finisse in mano alla
          comunità Open Source risorgerebbe come
          l'araba fenice, e li penso ke non ce ne
          sarebbe + per nessuno.
          Ciaose finisce in mano alla comunità Open Source sarà per lui veramente l'inizio della fine.
    • Anonimo scrive:
      Re: BeOS!!!!
      - Scritto da: BeOSrulez
      Nessuno qui capisce niente... il sistema
      operativo piu' stabile e sicuro (e piu'
      migliore) e' il buon vecchio BeOS.si ma, più migliore?non molto stupendo?
    • Anonimo scrive:
      Re: BeOS!!!!
      - Scritto da: BeOSrulez
      Nessuno qui capisce niente... il sistema
      operativo piu' stabile e sicuro (e piu'
      migliore) e' il buon vecchio BeOS.
      Tutto il resto e' me##a.

      E non ditemi che linux e' sicuro... o che
      win e' sicuro... sono sistemi operativi per
      celebrolesi......Si dice "cerebrolesi" cerebroleso!
  • Anonimo scrive:
    Povero cocco!
    Probabilmente nessuno ha intascato il danaro in quanto al momento sono tutti occupati a fottere Windows e i Talebani...Non sa che se a Capitan Uncino girano le paxxe gli apre in due il CPU come una mela?
    • Anonimo scrive:
      Re: Povero cocco!
      - Scritto da: WAZZ UP
      Probabilmente nessuno ha intascato il danaro
      in quanto al momento sono tutti occupati a
      fottere Windows e i Talebani...

      Non sa che se a Capitan Uncino girano le
      paxxe gli apre in due il CPU come una mela?E dove sarebbe sto cpt. uncino ? E' anche lui a fottere winz e i talebani ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Povero cocco! - VUOI PARTECIPARE ?
      - Scritto da: WAZZ UP
      Probabilmente nessuno ha intascato il danaro
      in quanto al momento sono tutti occupati a
      fottere Windows e i Talebani...

      Non sa che se a Capitan Uncino girano le
      paxxe gli apre in due il CPU come una mela?se sei sicuro delle tue ragioni, dimostralo.Altrimenti le tue sono solo vuoti vaneggiamenti
  • Anonimo scrive:
    Una domanda
    So che come al solito passerò da difensore di Microsoft, ma mi domandavo una cosa: quanti utenti domestici con un normalissimo antivirus hanno mai avuto problemi con windows? Io personalmente mai, mai trovato neache un virus a dire il vero. Lo stesso vale per aziende con server Windows. Le "disgrazie" capitano effettivamente a utenti ingenui e smanettoni o a server male amministrati.Cosa voglio dire con questo? Credo semplicemente che Linux andrebbe dato in mano a "utonti" di mezzo mondo prima di dire quanto sicuro sia anche se sulla carta sembrerebbe così. La sfida di questo signore è una bufala perchè ci sono aziende in tutto il mondo che utilizzano server windows e che se si fermassero perderebbero molto più di 30 milioni al giorno di fatturato, normalmente è proprio a queste realtà che si rivolgono i virus-writer, per definizione dei no-global a mio avviso (prima che mi risponda Tex vorrei avvisarlo che non sputo sentenze, è una mia idea che sarò felice di cambiare se inesatta e che non voglio imporre a nessuno).Se parliamo di stabilità è un'altra cosa, personalmente a me si impianta anche Red-hat e Mandrake ma scommetto che ho sbagliato io...
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda
      Ciao devo dire che finalmente leggo su questo forum un post sensato ed equilibrato.Purtroppo molti della comunità Linux hanno il paraocchi e sono solo degli zucconi se pensano che Linux sia "blindato" e Windows no.Non importa lasciamoglielo credere ma attenzione ogni sistema operativo dal momento che nasce è bacato quindi è normale che ci siano problemi di sicurezza ma se ben amministrato e aggiornato il S.O è protetto tutto sta allo zelo di chi lo amministra.Queste sono mie opinioni personali che possono essere condivise o meno.Ciao e complimenti per il post.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda

      So che come al solito passerò da difensore
      di Microsoft, ma mi domandavo una cosa:
      quanti utenti domestici con un normalissimo
      antivirus hanno mai avuto problemi con
      windows? Io personalmente mai, mai trovato
      neache un virus a dire il vero. Lo stesso
      vale per aziende con server Windows. Le
      "disgrazie" capitano effettivamente a utenti
      ingenui e smanettoni o a server male
      amministrati.Grazie,col tuo ragionamento hai di fatto affermato che tutte le macchine Linux sono ben amministrate. Nello stesso tempo hai anche affermato che le macchine Windows non lo sono.Risultato: non mi sembra sensato far partire flame Linux vs Windows visto che hai fatto tutto da solo.(Quindi ti ringrazio perche' i flames mi infastidiscono),;o)
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda
        - Scritto da: Alessio Cecchin
        Grazie,
        col tuo ragionamento hai di fatto affermato
        che tutte le macchine Linux sono ben
        amministrate. Nello stesso tempo hai anche
        affermato che le macchine Windows non lo
        sono.

        Risultato: non mi sembra sensato far partire
        flame Linux vs Windows visto che hai fatto
        tutto da solo.

        (Quindi ti ringrazio perche' i flames mi
        infastidiscono),
        ;o) Grazie a te della precisazione su Linux che sarà meglio amministrato(e chi l'ha detto? ma vabè) solo che è pieno di vulnerabilità quasi quanto Windows e questo non lo dice nessuno.Lo sai qual'è il problema di fondo? Che manca l'obbiettività nelle analisi.Windows ha cose buone e Linux ha cose buone così come entrambi hanno dei punti negativi e a vulnerabilità direi che sono sullo stesso piano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda
          Sbagliato: Nel rilascio ufficiale di windows 2000, questi aveva dopo poco tempo (e la metà già segnalata da tempo) più di 60000 bug di sistema documentati (anche da M$); le distibuzioni Linux, Red Hat ad esempio la 6.2 dopo un anno (dopo un anno dal rilascio) ne aveva 300 (ed oggi c'è la 7.1).L'ist. gov. USA addetto al rilascio delle certificazioni per la sicurezza, non ha mai rilasciato ad un o.s. win* la certificazione di livello 4 per la sicurezza in rete (la max), ma solo in locale. Ed la M$ gioca su ciò, dicendo che ormai anche i suoi o.s. hanno il livello di cerificazione 4, quando ce l'hanno solo in locale, ed con un basso punteggio.Ogni UNIX (anche Linux) la vanta, ed OpenBSD ha il più alto punteggio.Se confronti infine win* con i BSd, non c'è paragone (ma non c'è neanche con Linux). I BSd sono sotto il profilo performance, stabilità e sicurezza, sopra anche agli altri fratelli UNIX. Ma essi non considerano neanche l'esistenza della facilità d'uso (al contrario di Linux che cerca di essere user-friendly il più possibile); ed i risultati si vedono, nelle stime effettuate da società gov. o indipendenti (Yahoo!! gira con FreeBSD, con win* neanche partirebbe il sistema).
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            Devi calcolare anche il fatto che ci sono molte più persone che passano il loro tempo a cercare ibug di windows rispetto a quelle che li cercano in Linux...
          • Anonimo scrive:
            non e' vero /asp/php
            non e' vero. nel mercato dei web server non c'e' assolutamente la sproporzione che esiste nel mercato client. e di gente che prova a bucare sistemi linux cene' un monte. dipende tutto se il sito e' interessante da violare...noi gestivamo siti su windows.la sicurezza era una disperazione.un buco dietro l'altro.ora siamo su linux.e ho ripreso a dormire tranquillo. senza essere diventato un mago nel frattempo(senza contare la soddisfazione di usare php invece di asp!!! 10 volte piu' sobrio/sintetico/potente!!!)
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda


          ;o)

          Grazie a te della precisazione su Linux che
          sarà meglio amministrato(e chi l'ha detto?
          ma vabè) solo che è pieno di vulnerabilità
          quasi quanto Windows e questo non lo dice
          nessuno.
          Lo sai qual'è il problema di fondo? Che
          manca l'obbiettività nelle analisi.
          Windows ha cose buone e Linux ha cose buone
          così come entrambi hanno dei punti negativi
          e a vulnerabilità direi che sono sullo
          stesso piano.In realta' la mia 'dimostrazione' era piu' che altro 'scherzosa' (ma fino ad un certo punto). Il mio pensiero, se preferisci questa versione, e' il seguente:"Qualunque giustificazione delle debolezze di Windows passante per l'inesperienza degli utenti/amministratori di sistema DATI ALLA MANO non fa che affermare indirettamente che qualunque altro sistema operativo E' configurato meglio. Siccome questa affermazione e' palesemente falsa (le macchine Linux NON POSSONO essere TUTTE configurate AL MEGLIO! Bada che dico AL MEGLIO; non MEGLIO DI Windows!) e' evidente che il problema deve essere ricercato da altre parti."Questa analisi ti sembra obbiettiva?
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda

            "Qualunque giustificazione delle debolezze
            di Windows passante per l'inesperienza degli
            utenti/amministratori di sistema DATI ALLA
            MANO non fa che affermare indirettamente che
            qualunque altro sistema operativo E'
            configurato meglio. Siccome questa
            affermazione e' palesemente falsa (le
            macchine Linux NON POSSONO essere TUTTE
            configurate AL MEGLIO! Bada che dico AL
            MEGLIO; non MEGLIO DI Windows!) e' evidente
            che il problema deve essere ricercato da
            altre parti."Non credo intendesse questo. Il punto è un'altro, e lo dimostra la sfida dei virus su Linux. Un sistema ben configurato regge sempre che sia Windows o Linux o altro ancora.Un sistema mal configurato è un vero colabrodo. Dove sta il problema ? Che il mondo informatico è composto da molto improvvisatori con poca esperienza e poca voglia di fare, quindi poca professionalità. Queste persone configurano reti sempre più deboli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: Antibufala

            "Qualunque giustificazione delle debolezze

            di Windows passante per l'inesperienza degli

            utenti/amministratori di sistema DATI ALLA

            MANO non fa che affermare indirettamente che

            qualunque altro sistema operativo E'

            configurato meglio. Non proprio

            Siccome questa

            affermazione e' palesemente falsa (le

            macchine Linux NON POSSONO essere TUTTE

            configurate AL MEGLIO! Bada che dico AL

            MEGLIO; non MEGLIO DI Windows!)Le macchine Linux sono configurate mediamente dapersone più competenti... è qui la differenza

            e' evidente

            che il problema deve essere ricercato da

            altre parti.""anche" da altre parti
            Non credo intendesse questo. Il punto è
            un'altro, e lo dimostra la sfida dei virus
            su Linux. Un sistema ben configurato regge
            sempre che sia Windows o Linux o altro
            ancora.A meno che sfrutti i bug, e di bug nel sistema MSce ne sono a iosa (vedi la diffusione di NIMDA)
            Un sistema mal configurato è un vero
            colabrodo. Dove sta il problema ? Che il
            mondo informatico è composto da molto
            improvvisatori con poca esperienza e poca
            voglia di fare, quindi poca professionalità.
            Queste persone configurano reti sempre più
            deboli.Vorresti dire che il problema stà nelle certificazioni MS?
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: unz
            - Scritto da: Antibufala


            "Qualunque giustificazione delle
            debolezze


            di Windows passante per l'inesperienza
            degli


            utenti/amministratori di sistema DATI
            ALLA


            MANO non fa che affermare
            indirettamente che


            qualunque altro sistema operativo E'


            configurato meglio.

            Non proprio



            Siccome questa


            affermazione e' palesemente falsa (le


            macchine Linux NON POSSONO essere TUTTE


            configurate AL MEGLIO! Bada che dico AL


            MEGLIO; non MEGLIO DI Windows!)

            Le macchine Linux sono configurate
            mediamente da
            persone più competenti... è qui la differenza



            e' evidente


            che il problema deve essere ricercato
            da


            altre parti."

            "anche" da altre parti


            Non credo intendesse questo. Il punto è

            un'altro, e lo dimostra la sfida dei virus

            su Linux. Un sistema ben configurato regge

            sempre che sia Windows o Linux o altro

            ancora.

            A meno che sfrutti i bug, e di bug nel
            sistema MS
            ce ne sono a iosa (vedi la diffusione di
            NIMDA)


            Un sistema mal configurato è un vero

            colabrodo. Dove sta il problema ? Che il

            mondo informatico è composto da molto

            improvvisatori con poca esperienza e poca

            voglia di fare, quindi poca
            professionalità.

            Queste persone configurano reti sempre più

            deboli.

            Vorresti dire che il problema stà nelle
            certificazioni MS?Io credo ke il problema stia nella semplicità con cui ti permette di lavorare, chiunque con Windows si può improvvisare sysadmin con i risultati che vediamo ogni giorno,sistemi windows bucati a iosa, con Linux(e qualsiasi altro UNIX) è difficile amministrare una macchina,devi essere sicuro di cio ke stai facendo(altrimenti mica funziona) e sicuramente chi ha amministrato macchine UNIX non avrà alcun problema ad amministrare in maniera sicura qualsiasi macchina. Che poi i SO nascano bucati è verissimo, vale per qualsiasi programma,chi + chi - ma tutti hanno delle vulnerabilità, solo che nel mondo Open Source queste vengono corrette nel giro di pochissimo tempo,ad esempio in questi 2gg sono uscite ben 2versioni del kernel di Linux proprio per correggere grossi bachi,mentre x M$ o chi altro occorre aspettare anche mesi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            ma kome kakkio skrivi ?¿?¿?
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: Alessio Cecchin

            In realta' la mia 'dimostrazione' era piu'
            che altro 'scherzosa' (ma fino ad un certo
            punto). Il mio pensiero, se preferisci
            questa versione, e' il seguente:

            "Qualunque giustificazione delle debolezze
            di Windows passante per l'inesperienza degli
            utenti/amministratori di sistema DATI ALLA
            MANO non fa che affermare indirettamente che
            qualunque altro sistema operativo E'
            configurato meglio. Siccome questa
            affermazione e' palesemente falsa (le
            macchine Linux NON POSSONO essere TUTTE
            configurate AL MEGLIO! Bada che dico AL
            MEGLIO; non MEGLIO DI Windows!) e' evidente
            che il problema deve essere ricercato da
            altre parti."

            Questa analisi ti sembra obbiettiva?1) Ramen e Adore hanno inequivocabilmente dimostrato che anche le varie distro di Linux prestano il fianco a bug che permettono di avere virus a larga diffusione (come CodeRed e Nimda per le macchine Windows).2) E' anche vero che in molte parti "critiche" (tipo i web server) il codice di Windows è molto più complesso di quello Linux (IIS ha una quantità di funzionalità di gran lunga maggiore di quella di Apache) e quindi con un numero potenziale di bachi corrispondentemente superiore.3) Almeno fino ad oggi le distro di Linux sono più diffuse fra gli utenti più esperti mentre il livello medio di esperienza informatica degli utenti Windows è nettamente più basso.I punti 2 e 3 dovrebbero però tendenzialmente avere meno influenza nel futuro sia perché la proliferazione di distro di Linux e la competizione col mondo Windows porta alla corsa all'implementazione delle funzionalità sia perché le distro Linux acquisiranno sempre più diffusione fra gli utenti meno esperti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: Giobatta
            1) Ramen e Adore hanno inequivocabilmente
            dimostrato che anche le varie distro di
            Linux prestano il fianco a bug che
            permettono di avere virus a larga diffusione
            (come CodeRed e Nimda per le macchine
            Windows).Ma Red Code c'era anche per linux/unix (o era Nimbda?)Peccato che su linux avesse una pericolosita' bassissima, mentre su win e' stato devastante...
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            Si può banalmente rispondere a queste "oggettive" dimostrazioni, con dati oggettivi, in quanto derivanti da organizzazioni gov. ed indipendenti, soprattutto operanti in ambito tecnico/scientifico.L'ist. USA addetta al rilascio delle certificazioni di sicurezza, non ha mai rilasciato per nessun o.s. win* la certificazione di sicurezza al livello max (4)in rete, perchè win non lo merita in base ai test. Ogni UNIX (come Linux) c'è l'ha.Ist. gov. USA e non solo USA, ma di ogni paese sviluppato, con necessità di alta sicurezza, come CIA, NSA; di alte performance e stabilità come NASA, utilizzano per le loro mission-critical o.s. UNIX (NASA sicuramente Linux). L'IBM ha prodotto un nuovo mainframe supercalcolatore, destinato al controllo delle armi nucl. USA, equipaggiato con un o.s. non UNIX, (quindi non scalabile, etc.); ma sul quale si è scelto di far girare in emulazione server UNIX. Tutti questi ist. hanno selezionato l'o.s. di riferimento in base a test, che hanno confermato che gli o.s. UNIX sono i più sicuri.Nel calcolo di clusters, non esiste, e ripeto: non esiste, un sistema di cluster addetto a calcoli di QED (Quantum Electro Dynamics) o QCD (Quantum Cromo Dynamics) o FT (Field Theory),per calcolare ad esempio la massa di un quark, o il suo spin o quello di un buco nero, che sia costituito da o.s. win*. Nessun ist. di Fisica si è mai sognato (sarebbe un incubo) ciò; difatti cluster, server, ed client al CERN (ed in ist. analoghi) girano con Linux, di cui il CERN come l'NSA ha dato una propria distibuzione!Questi ist. hanno basato le loro valutazioni su test, sono oggettivi (non di parte), e questi risultati entrano a far parte della letteratura scientifica, riportati su riviste (per addetti ai lavori) come Physics Nuclear.Ora se ogni ist. scientifico/tecnica per mission-critical ha eseguito dei test, ed in base a questi ha ritenuto gli o.s. UNIX come più performanti, stabili, e sicuri; se li utilizzano sui loro server in mission-critical, rifiutando win*; se infine i risultati e gli studi compaiono su riviste destinate alla letteratura scientifica. possono 2 sconosciuti dire che è tutto falso?Sarà, ma io mi fiderei di più di scienziati (fisici, matematici, informatici) ed ingegneri (informatici ed elettronici soprattutto) che lavorano in queste strutture e per ist. governative.Un UTONTO si può anche fidare della M$ e di persone (forse anche tecnici) pro-M$ (o pro-win*, che non è la stessa cosa). Persino di Bill Gates, che cierca 2 anni fà, affermò che Linux non era adatto a mission-critical: ma ha mai fatto (allora, ed oggi) un giro presso ist. scientifici come il CERN, oppure ha mai visto con cosa sono equipaggiati i cluster per calcoli di QCD? Avrebbe (e potrebbe) scoprire che funzionavano con UNIX (e solo UNIX, non certo win*), e molti di questi UNIX erano Linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            UTONTO te lo tieni per te e per i tuoi amici, hai capito?Non ti permetto di usare simili espressioni di dileggio nei confronti di chi non la pensa come teo che non ha le tue stesse capacità tecniche.Sarai anche un genio, ma sei anche un gran maleducato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: giancarlo malandra
            UTONTO te lo tieni per te e per i tuoi
            amici, hai capito?
            Non ti permetto di usare simili espressioni
            di dileggio nei confronti di chi non la
            pensa come teo che non ha le tue stesse
            capacità tecniche.
            Sarai anche un genio, ma sei anche un gran
            maleducato.Luser e' meglio ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            Se è una definizione che ti si addice, allora si.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            L'espessione UTONTO, non l'ho coniata io, ma esiste da un pò di tempo. Per me non ha il valore a cui tu accenni, ma quello di indicare una persona appartenente al gruppo di chi non vuole studiare ed approfondire gli aspetti tecnici/scientifici del'o.s., e più in generale dell'informatica, ma che vuole e pretende la "pappa pronta". Se altri ne fanno un uso diverso non è colpa mia! Essendo studente in Fisica Teorica, ed SysAdmin di o.s. UNIX per qualche società, ho una conoscenza ed interessi puramente scientifici, per cui estendo questo termine con termini simili, anche in altri campi tecnico/scientifici, non solo informatici.Che la maggior parte (stragrande maggioranza di utenti win* non conosca l'o.s. (quanti sanno cos'è un MBR? Oppure come a livello quantistico sul disco si immagazzinano i dati e come il kernel li recupera?) non è una mia opinione ma un dato di fatto.Nel mio post non ho messo opinioni, ma dati oggettivi, sono un fisico e quindi ho una mentalità conformata ad essere oggettiva sull'esperienza. Se detti dati contraddiscono i tuoi voleri, non è colpa mia.Infine non sono un genio, genio era Albert Eistein, Newton, Heisemberg, Lebegue, Hilbert; ma non serve essere geni per analizzare i dati che ho presentato!
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: BSD_like
            L'espessione UTONTO, non l'ho coniata io, ma
            esiste da un pò di tempo.Questo non vuol dire nulla. Neanche io ho coniato il termine "coglione", però se lo uso nei tuoi confronti (per carità, è solo un esempio!!!) forse un pò ti incazzi...
            Per me non ha il
            valore a cui tu accenni, ma quello di
            indicare una persona appartenente al gruppo
            di chi non vuole studiare ed approfondire
            gli aspetti tecnici/scientifici del'o.s., e
            più in generale dell'informatica, ma che
            vuole e pretende la "pappa pronta".Il bello della tecnologia è mettere tutti in condizione di usufruire di "facilities" altrimenti non alla propria portata.Quante persone che vanno ad acquistare una automobile sanno come funziona la centralina elettronica che gestisce l'iniezione di carburante o come funziona il sensore dell'airbag?Cosa dovremmo fare a questi poveracci? Impedire di guidare? Gli facciamo fare un esame di informatica e di elettronica? Gli facciamo studiare i datasheet degli IC utilizzati nel sistema di navigazione satellitare?
            Essendo studente in Fisica Teorica, ed
            SysAdmin di o.s. UNIX per qualche società,
            ho una conoscenza ed interessi puramente
            scientifici, per cui estendo questo termine
            con termini simili, anche in altri campi
            tecnico/scientifici, non solo informatici.Quindi chi non capisce (come me) un accidente di Fisica Teorica è un UTONTO o qualcosa di simile.
            Che la maggior parte (stragrande maggioranza
            di utenti win* non conosca l'o.s. (quanti
            sanno cos'è un MBR? Oppure come a livello
            quantistico sul disco si immagazzinano i
            dati e come il kernel li recupera?) non è
            una mia opinione ma un dato di fatto.E allora? Mica è obbligatorio. A molti potrebbe bastare saper usare un ottimo tool di defrag, invece di farsi un corso su come a livello quantistico si immagazzinano i dati sul disco.
            Nel mio post non ho messo opinioni, ma dati
            oggettivi, sono un fisico e quindi ho una
            mentalità conformata ad essere oggettiva
            sull'esperienza. Se detti dati
            contraddiscono i tuoi voleri, non è colpa
            mia.
            Infine non sono un genio, genio era Albert
            Eistein, Newton, Heisemberg, Lebegue,
            Hilbert; ma non serve essere geni per
            analizzare i dati che ho presentato!Elasticità e umiltà, caro amico mio, sono essenziali per affrontare qualsiasi tipo di situazione e di ragionamento. Non tutti sono laureati in fisica, ma non per questo chi non ha una laurea è un demente o un UTONTO.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            Forse non sono stato chiaro, non disprezzo chi non ha conoscenze tecnico/scientifiche (sia nel campo informatico, sia altrove), ma chi non si adopera per acquisirle, almeno un minimo; come in questo caso, sapere un minimo sull'informatica. Se ci fossero più utenti win* che fossero veri utenti e cioè avessero un bagaglio più consistente di conoscenze, molto probabilmente Linux, soprattutto ed altri UNIX anche, occuperebbero un posto centrale anche nei pc desktop (io li uso per ogni ambito, evitando accuratamente windows, e funzionano meglio, con Linux faccio girare anche la mia scheda TV). L'utente Linux/UNIX, potrebbe finalmente trovare periferiche conformi al suo o.s. e non sperare. Oggi non è più così stretta la cosa, ma è pur sempre vero che win* ha più periferiche (3 anni fà dovevo girare per trovare periferiche conformi almeno a Linux, e non parliamo di BSD, oggi per fortuna non è più così stringente). Faccio l'admin. UNIX, eppure quando le mie società mi mandano ad un cliente, quest'ultimo oltre al server UNIX, ovv., mi fornisce un PC con cui interfacciarmi win*; e nella maggior parte dei casi mi impediscono d'installarmi uno UNIX, oppure non vi è più spazio per un'installazione. Sono così costretto a vedere UNIX, al lavoro solo sul server (generalmente), ad interfacciarmi con esso (che pure ho creato ed evoluto io) prevalentemente in rete con PC win*. Il perchè è ovvio: dopo di me il PC può essere destinato a chiunque, dal sistemista win* (+ prob.) a quello UNIX. Allora per la ditta è meglio abbracciare più utenti, ed essendo quelli win* per i motivi di cui sopra in maggioranza.....E' assurdo che un'o.s. che è migliore (mi si passi l'opinione, ma credo d'averla suffragata dai fatti), deve cedere terreno ad un'o.s. peggiore, e solo perchè è più facile. Cosa che non accadrebbe se gli utenti avessero un bagaglio migliore di preparazione.Tale bagaglio d'altronde è necessario per gli o.s. UNIX, come Linux: non mi stanco di dire che è probabile che utenti non preparati (come li sforna win*) che passino da o.s. win* a UNIX, creeranno più disastri.Ed il fondamento, che l'o.s. constringe gli utenti ad essere più preparati non è vero con gli attuali tools in Linux per facilitare gli utenti meno esperti (Slack. e Debian a parte).Credo poi di essere stato abbastanza umile, non mi ritengo migliore degli altri se si pretende un minimo di conoscenze.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: BSD_like
            Forse non sono stato chiaro, non disprezzo
            chi non ha conoscenze tecnico/scientifiche
            (sia nel campo informatico, sia altrove), ma
            chi non si adopera per acquisirle, almeno un
            minimo; come in questo caso, sapere un
            minimo sull'informatica.Scusa ma non sono d'accordo. Ti ribadisco che l'obiettivo di Microsoft è quello di portare il PC dentro le case di tutti. E' ovvio che Bill Gates non è un benefattore e che ci vuole guadagnare il più possibile!!!
            Se ci fossero più
            utenti win* che fossero veri utenti e cioè
            avessero un bagaglio più consistente di
            conoscenze, molto probabilmente Linux,
            soprattutto ed altri UNIX anche,
            occuperebbero un posto centrale anche nei
            pc desktop (io li uso per ogni ambito,
            evitando accuratamente windows, e funzionano
            meglio, con Linux faccio girare anche la mia
            scheda TV). L'utente Linux/UNIX, potrebbe
            finalmente trovare periferiche conformi al
            suo o.s. e non sperare. Oggi non è più così
            stretta la cosa, ma è pur sempre vero che
            win* ha più periferiche (3 anni fà dovevo
            girare per trovare periferiche conformi
            almeno a Linux, e non parliamo di BSD, oggi
            per fortuna non è più così stringente).Ma purtroppo non ci sono. Tornando all'esempio automobilistico del precedente messaggio, per guidare una automobile non è necessario avere l'abilità di un pilota di rally per affrontare una curva o essere Michael Schumacher per effettuare un sorpasso.C'è chi chiede il massimo al proprio mezzo e chi si accontenta di andare al Mercatone a fare la spesa. Non trovi?
            Faccio l'admin. UNIX, eppure quando le mie
            società mi mandano ad un cliente,
            quest'ultimo oltre al server UNIX, ovv., mi
            fornisce un PC con cui interfacciarmi win*;
            e nella maggior parte dei casi mi
            impediscono d'installarmi uno UNIX, oppure
            non vi è più spazio per un'installazione.
            Sono così costretto a vedere UNIX, al lavoro
            solo sul server (generalmente), ad
            interfacciarmi con esso (che pure ho creato
            ed evoluto io) prevalentemente in rete con
            PC win*. Il perchè è ovvio: dopo di me il PC
            può essere destinato a chiunque, dal
            sistemista win* (+ prob.) a quello UNIX.
            Allora per la ditta è meglio abbracciare più
            utenti, ed essendo quelli win* per i motivi
            di cui sopra in maggioranza.....E di cosa ti stupisci? Windows bene o male lo sanno usare tutti, e non è necessario addestrare le persone per spiegare loro come utilizzare il PC con Windows.
            E' assurdo che un'o.s. che è migliore (mi si
            passi l'opinione, ma credo d'averla
            suffragata dai fatti), deve cedere terreno
            ad un'o.s. peggiore, e solo perchè è più
            facile. Cosa che non accadrebbe se gli
            utenti avessero un bagaglio migliore di
            preparazione.Così è la vita. Anche nella disputa tra il sistema Betamax e il VHS vinse il secondo, nonostante la chiara superiorità in termini di qualità audio e video del Betamax.
            Tale bagaglio d'altronde è necessario per
            gli o.s. UNIX, come Linux: non mi stanco di
            dire che è probabile che utenti non
            preparati (come li sforna win*) che passino
            da o.s. win* a UNIX, creeranno più disastri.Probabile ma non certo. Un utente Windows che usa il PC per gioco o per hobby difficilmente gli può fregare qualcosa del Reiserfs o di IPchains, non trovi?E' sbagliato il punto di vista del tuo discorso, se mi permetti.Io a casa ho un PC con Windows XP e sono contentissimo, in ufficio lavoro con Windows NT e 2000 Server e sul portatile ho Linux Mandrake 8.1.Dipende tutto da cosa ci si aspetta dal proprio sistema informatico.La crociata anti-Windows la posso anche comprendere nei confronti dei sistemi server, perchè Microsoft ne ha ancora molta di strada da percorrere, ma ti posso assicurare che con Windows 2000 non ho mai avuto nessun problema di instabilità tipo schermate blu o blocchi di sistema, quindi vuol dire che la maggior parte dei problemi deriva da una scarsa professionalità di molti personaggi che si spacciano per professionisti, ma questo è un discorso che esula dalla disputa Windows-Linux.
            Ed il fondamento, che l'o.s. constringe gli
            utenti ad essere più preparati non è vero
            con gli attuali tools in Linux per
            facilitare gli utenti meno esperti (Slack. e
            Debian a parte).Su questo avrei da ridire, anche se rispetto alle distribuzioni di qualche tempo fa si sono fatti passi da gigante.
            Credo poi di essere stato abbastanza umile,
            non mi ritengo migliore degli altri se si
            pretende un minimo di conoscenze.Ok, però con la storia della fisica quantistica un pò te la stavi tirando, dai!! :))))Ciao e buon lavoro
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: giancarlo malandra
            Ma purtroppo non ci sono. Tornando
            all'esempio automobilistico del precedente
            messaggio, per guidare una automobile non è
            necessario avere l'abilità di un pilota di
            rally per affrontare una curva o essere
            Michael Schumacher per effettuare un
            sorpasso.
            C'è chi chiede il massimo al proprio mezzo e
            chi si accontenta di andare al Mercatone a
            fare la spesa. Non trovi?Gia, ma le fabbriche d'auto sono obbligate a badare alla sicurezza dei loro utenti; mentre per guidare mezzi pesanti (neiu quali ci sono controlli di sicurezza ancora maggiori), ci vuole una patente C.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            Questa distinzione server/desktop, è puramente umana, di mercato più che tecnica. Da tempo , dai 486, che le macchine IA si dimostrano efficienti (non quanto processori RISC, ALPHA, etc.), come server.Un PC casalingo, può fungere tranquillamente da server; per cui questa distinzione, io almeno non la vedo.Che Linux (parliamo solo di lui, ovv. è lo UNIX più user-friendly) non sia poi un sistema per il cosidetto desktop, o che sia distante da win*, non lo ritengo vero.Un o.s. per quanto buono sia, è sempre il frutto di compromessi tra: performance, stabilità e sicurezza, e facilità d'uso. Se si incrementa la facilità lo si fà perdendoci nelle altre 2. Per questo i *BSD sono i più performanti o.s., anche rispetto agli altri UNIX: non guardano alla facilità. Mentre a livello commerciale una certa facilità consente d'abbracciare più tecnici ed operatori possibili. Tuttavia ritengo Linux un progetto migliore, perchè nonostante una spiccata facilità, è vicino ai BSD.Ma la facilità di Linux, è diciamo, quella che serve e basta! Introdurne di più compromette in termini di performance, affidabilità e sicurezza il sistema (almeno lo compromette di più).Detto in soldoni: la facilità si paga!Per questo i win* non potranno mai (a meno di cambiamenti della filosofia costruttiva) essere a livello server performanti, affidabili e sicuri quanto gli UNIX: perchè hanno il "cancro" della facilità.Questa facilità introdotta nei win*, consente di non crearsi i devices delle periferiche (è sbagliato: una periferica che s'impiccia provoca crash, etc.), consente compatibilità con il DOS (sbagliata: sono o.s. diversi a livello architetturale, anche se comp.), consente altro, ma lo.s. risulterà così un "pacchettone", che funziona ma non è ordinato con le conseguenze....Il tuo o.s. con win 2000 che dici stabile, prova a vedere come si comporta processando dati in modo massivo: es: database relazionale per 10000000 d'utenti, con conseguenti richieste d'instradamento; oppure a passargli calcoli di QCD o QED.E' in queste mission-critical che si vede l'o.s., i win* peccano soprattutto nell'instradamento dati, e come afferma M$ un server win* dopo un certo periodo d'attività va reboottato.
          • Anonimo scrive:
            Scusi dottore...
            - Scritto da: BSD_like
            Che la maggior parte (stragrande maggioranza
            di utenti win* non conosca l'o.s. (quanti
            sanno cos'è un MBR? Oppure come a livello
            quantistico sul disco si immagazzinano i
            dati e come il kernel li recupera?)Ehm, prima di accedere al livello quantistico, tipicamente subatomico, ci sono ben altri livelli macroscopici molto più banali, dal filesystem al vero e proprio meccanismo elettromagnetico di polarizzazione delle particelle sul supporto del disco rigido, che di quantistico non ha nulla (oddio, insistendo insistendo... ma macroscopicamente è un processo altamente deterministico e ben noto). Tuttavia, quest'ultimo argomento interessa al più poche dozzine di persone al mondo, coloro che si occupano professionalmente di supporti di memorizzazione... ed è una conoscenza pragmaticamente inutile a livello sistemistico, per quanto possa svegliare il curioso interesse di qualche ingegnere elettronico o fisico in erba. Sarebbe stato meglio, senza troppa prosopopea, citare il filesystem ed amen...
            Infine non sono un genio, genio era Albert
            Eistein, Newton, Heisemberg, Lebegue,Lebesgue, si scrive Lebesgue dottore...
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            Quando scrivo di corsa sul pc non vado a cercare nomi di personaggi (anche se grandi), e purtroppo non si può ricordare sempre ciò che si impara.Questo anche se mi dispiace nei confronti di un uomo che all'inizio del 900 con il suo integrale (ma dietro c'è una nuova definizione di misura ed insieme misurabili), ha chiuso con l'analisi mat. prec. ed introdotto quella nuova, ed insieme l'analisi funzionale.Il fatto di sapere a livello quantistico (polarizzazione dgli atomi dell'hd: cioè valore dello spin degli atomi) come si immagazzinano i dati ha il suo cvalore a livello sistemistico.Infatti una conoscenza elementare della quantistica e del fenomeno, porterebbe il sistemista a capire come mai i dati si possono corrompere, perchè in tal senzo è utile un journaled files system; perchè si può incorrere in bad block, soprattutto con variazioni violente della tensione d'alimentazione o con l'uso protratto di shutdown forzati; perchè vi è un'usura del supporto magnetico del disco che porta alla sua fine.Ma una conoscenza quantistica, farebbe capire come mai alcune volte il processore non carica perfettamente i dati o non li processa correttamente (magari tocca reboottare).Potrei continuare; ma è chiara l'utilità, certo utilità secondaria quasi sempre, ma che non sia utile è falso.Il fatto di accennare alla quantistica nel post da te contestato, era per quello che qui è precisato, un'argomento di conoscenza, utile ma non determinante. E' uno che mi è passato in mente mentre scrivevo veloce; e la pretesa era ovviamente di un bagaglio minimo come ho precisato nel post successivo.Possibile che debbo precisare in 10 post, almeno, il pensiero espresso (che in quel caso voleva essere solo d'esempio e marginale, non il centro del discorso) e solo perchè utenti maliziosi, a priori giungono a proprie conclusioni.Il concetto era espresso in termini generali (ma non era quello il concetto centrale), ed poteva portare a diverse conclusioni, tra tutte ne sono state imboccate solo 2 o 3: costrincendomi a precisarlo, su un'argomento poi che non era per me quello focale del post.Non sarebbe male, se invece di scrivere post ironici, dubitassi prima delle conclusioni che raggiungi aprioristicamente, poi magari scrivi il post di critica, ricordandoti però che puoi sbagliare nelle tue conclusioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            - Scritto da: BSD_like
            Quando scrivo di corsa sul pc non vado a
            cercare nomi di personaggi (anche se
            grandi), e purtroppo non si può ricordare
            sempre ciò che si impara.Lebesgue non è certo un nome da andare a cercare: io mi sono laureato in Matematica 15 anni fa, ma come vede lo ricordo perfettamente, caro dottore... ma forse oggi si studia in modo diverso, perfino nelle facoltà scientifiche.
            Il fatto di sapere a livello quantistico
            (polarizzazione dgli atomi dell'hd: cioè
            valore dello spin degli atomi)Allora lei vuole proprio fare la pipì fuori dal vaso: la polarizzazione del rivestimento paramagnetico dell'hard disk è un fenomeno MOLECOLARE, prima che atomico, e dipende fortemente anche dalla geometria molecolare delle particelle impiegate e dal loro allineamento. Ma dove ha studiato lei ? Da un utente qualsiasi di PI ci aspettiamo di tutto, ma ci sono cose che un fisico non può non sapere...Certo il fenomeno ha le sue radici profonde nella variazione di spin dei singoli ELETTRONI (non atomi, perdio), ma questo si chiama deep digging: la ricerca di una causa ultima ad un livello inutilmente approfondito, che serve a mostrare una preparazione superflua (o idee un pò confuse), laddove il fenomeno è molto più macroscopico. Molto tipico dei fisici, aggiungo.Sono infatti macroscopiche le fluttuazioni del campo, che riguardano numerose molecole, e tutti gli effetti relativi alla affidabilità della memorizzazione.Che l'argomento sia secondario o meno, un fisico non può permettersi MAI di fare certi errori, neppure se scrive "in fretta" o sotto effetto di alcoolici... e adesso faccia il bravo, non mi costringa a credere che nelle barzellette classiche sul Matematico, il fisico e l'ingegnere c'è un gran fondo di verità !
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            - Scritto da: *BSD rulez!
            e adesso
            faccia il bravo, non mi costringa a credere
            che nelle barzellette classiche sul
            Matematico, il fisico e l'ingegnere c'è un
            gran fondo di verità ! Ma come io ero rimasto a quelle sul Francese il Tedesco e l'italiano !!!!!Raccontacene qualcuna !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            Un Matematico, un fisico ed un ingegnere stanno viaggiando in treno per raggiungere la sede di un congresso in un Paese straniero. Ad un certo punto, guardando dal finestrino, vedono una mucca nera che bruca. L'ingegnere sbotta "Perbacco ! In questo paese tutte le mucce sono nere..." Il fisico lo corregge "Non è corretto: si può però dire che in questo Paese la stragrande maggioranza delle mucche è di colore nero, tanto che prendendo un campione a caso la probabilità che sia nera come quella che abbiamo visto è molto elevata."Il matematico ridacchia divertito "Siete i soliti cialtroni. Tutto ciò che possiamo dire è che in questo luogo esiste almeno una mucca di cui almeno un lato è di colore nero..."
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            - Scritto da: *BSD rulez !
            Un Matematico, un fisico ed un ingegnereheheheheheheheBella !!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            Accanto ad un Istituto di ricerca c'è un laghetto. Il direttore del Centro desidera conoscere la superficie del lago, ed affida l'incarico a 3 ricercatori: un Matematico, un fisico ed un ingegnere.L'ingegnere si procura dei picchetti e della corda, ed in pochi minuti suddivide il laghetto in figure geometriche note, misurandone il perimetro, e consegna la risposta corretta al direttore. Il fisico appare molto più incerto: preleva campioni dell'acqua, saggia la temperatura di ebollizione, fa calcoli complessi. Poi chiede un elicottero, che gli viene dato un pò obtorto collo, e dopo un paio d'ore di volo si rende conto che sì, il laghetto ha una forma quasi circolare. Con i dati dell'altimetro di bordo ed usando venti cifre del pigreco, calcola anche lui la sua risposta, quasi corretta come quella dell'ingegnere ma con un bel pò di decimali inutli. Il matematico invece gira senza sosta attorno al laghetto, prima in un senso, poi nell'altro, si agita, si gratta la testa, poi salta su una barchetta ed inizia a remare da una sponda all'altra, poi percorre il perimetro, poi di nuovo da una sponda all'altra... ormai è sera quando si decidono a chiamarlo "Allora dottore ! Ha trovato la superficie del lago ?""Supeficie ?" fa quello di rimando "...e chi se ne frega della superficie ! Io posso dimostrare che il laghetto è chiuso e limitato, e quindi misurabile..."
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...


            Ma come io ero rimasto a quelle sul Francese
            il Tedesco e l'italiano !!!!!

            Raccontacene qualcuna !!!Un'universita' ha compiuto una ricerca scientifica sulle capacita' di adattamento di diversi tipi di personalita' scientifiche.Un fisico, un ingegnere e un matematico sono stati chiusi a chiave ognuno in uno stanzino buio e vuoto con soltanto una barattolo di fagioli conservati. Scopo dell'esperimento era vedere, chi avrebbe resistito meglio dopo una settimana di deprivazione sensoriale (in pratica avrebbe chiuso lo stanzino per riaprirlo dopo una settimana.Passata una settimana e i tre stanzini vengono aperti. L'ingegnere, vivo e vegeto, spiega: "Al terzo giorno avevo fame, saltando sopra il barattolo sono riuscito a romperlo, i fagioli mi hanno fornito cibo a sufficienza per sopravvivvere, per quanto riguarda il bere ho bevuto la mia urina.Il fisico anche lui vivo e vegeto, e spiega "dopo tre giorni avevo fame, allora ho incominciato a fare un'analisi delle proprieta' meccaniche del muro e del barattolo. Tale analisi mi ha permesso di trovare il punto piu' duro del muro e quello piu' debole del barattolo, allora ho gettato il barattolo contro il muro. Ovviamente il barattolo si e' aperto perfettamente, i fagioli mi hanno fornito il cibo e l'acqua in cui erano conservati mi ha permesso di sopravvivereNel terzo stanzino c'e' il matematico morto. accanto a lui il barattolo integro e sul muro una scritta fatta con il sangue: "Teorema:Se non mangio e non bevo per una settimana muoio.Dimostrazione: Supponiamo per assurdo che si possa vivere senza mangiare e bere per almeno una settimana....Il ConteP.S. X Gray: ho un problema: per caso ti ho risposto all'ultima mail (quella di ieri) perche' credo di averla inviata, ma tornato dalla pausa pranzo mail.ru era aperto su una finestra compose vuota che non ricordo d'aver aperto...
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            - Scritto da: Count Zero
            P.S. X Gray: ho un problema: per caso ti ho
            risposto all'ultima mail (quella di ieri)
            perche' credo di averla inviata, ma tornato
            dalla pausa pranzo mail.ru era aperto su una
            finestra compose vuota che non ricordo
            d'aver aperto... A me non e' arrivato nulla: ne' la risposta, ne' eventuali scherzi di tuoi colleghi che hanno approfittato !!!Riprova, sarai piu' fortunato !
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            Un'altra (non c'e' il fisico ma il biologo):una grande industria casearia vuole aumentare la produzione di latte delle proprie vacche.Commissiona la studio di fattibilita' a tre laboratori: uno di biologi, uno di ingegneri e uno di matematici (okkei non esistono i laboratori di questo tipo ma poco importa).Dopo un mese i biologi portano il loro progetto:Tempo di messa in opera: 10 anniAumento produzione di latte: +20%Costo: 5 milioni di dollariDescrizione del progetto: si effettua una analisi completa del DNA delle vacche al fine di identificare le migliori produttrici, in seguito, tramite accoppiamenti selezionati si potra' ottenire una nuova razza capace di produrre piu' latteGli ingegneri consegnano il loro progetto dopo 6 mesiTempo di messa in opera: 15 anniAumento produzione casearia: +25%Costo: 20 milioni di dollariDescrizione del progetto: tramite ingegneria genetica si ottengono vacche che producono piu' latte (+20% produzione) e con mammelle ergonomiche. In seguito si realizzano mungitrici automatiche che, grazie alle mammelle ottimizzate, migliorano il processo di mungitura (+5% produzione)I matematici consegnano il loro progetto dopo un annoTempo di messa in opera: 2 giorniAumento produzione casearia: +250%Costo: 0 talleri uzbekiDescrizione del progetto: Ipotizziamo che le vacche siano tutte uguali e sferiche....ancora una ormai sono caldo (e sono appena uscito da una riunione)Un igegnere, un fisico e un matematico discutono:Ing: certo che voi fisici siete forti, caspita 'sta storia dell'universo quadridimensionale.. io non riesco mica a immaginarla una cosa del genereFisico: E' vero che sono concetti un po' esoterici a volte, ma non hai bisogno di immaginare uno spazio 4-dimensionale basta ragionare sulle equazioniil matematico guarda tutti e due con aria di sufficienza: Accidenti ma dov'e' il problema di uno spazio 4-dimensionale?Gli altri due: sarai ben d'accordo che non e' proprio comune pensare uno spazio a quattro dimensioni.Mat: E' vero che pensare non uno spazio a 4-dimensioni non e' cosa di tuttiggiorni (errore voluto), ma basta pensare a uno spazio n-dimensionale e poi ridurre n a 4!Il Conte
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            - Scritto da: Count Zero
            Un'altra (non c'e' il fisico ma il biologo):
            ancora una ormai sono caldo (e sono appena
            uscito da una riunione)Bellissime anche queste :)))
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            Il fatto che lei si ricordi perfettamente tutti i nomi dei grandi uomini le rende onore (ed è vero non è difficile), ma che lei lo ritenga essenziale credo che sia un suo demerito (ma è una mia opinione). A livello personale ho avuto un professore che avendo fatto il dottorato a Princeton, insegnato nella stessa per qualche decennio, è considerato uno dei migliori fisici mondiali in Teorie Relativistiche e dei Campi: alcuni suoi libri univ. (e non solo) sono stati publicati in USA e Giappone, come il professor Ruffini. Questi durante lezioni e discussioni fa di peggio: miscela inglese e italiano, qualche nome (pochi a dire il vero) l'ha riportato male.Ma ha una grande capacità di spiegare ed è uno dei più grandi fisici mondiali. Come vede si tratta di scelte, lui (come altri) guarda solo al succo dei discorsi, invece altri no, basta essere pignoli e sottolinearlo, io come già detto preferisco i primi!Che il comportamento quantistico degli atomi (ma non ho riportato solo quello) sia secondario, sono d'accordo e l'ho già detto (se a lei va bene: terziario), ma che sia inutile è una sua opinione.Se confronta la sua opinione con una rivista specializzata (come quelle di una biblioteca d'ist. di Fisica), si accorge che non è inutile, ed contribuisce a capire il comportamento della macchina in varie situazioni.Che il comportamento quantistico della molecola (o cristallo) sia determinato dal comportamento degli atomi della stessa (come gli spin) dovrebbe saperlo, anzi se si vuole essere più pignoli, bisognerebbe far entrare nel discorso anche: QED, QCD: teorie dei campi in generale considerando ovv. una teoria dei campi che consideri la gravità, ed oggi l'unica è la teoria della Relatività Generale, che è una teoria geometrica; ma ancora incomp. con la quantistica.Un fenomeno fisico (ma dovrebbe saperlo) non è isolato a se stesso, l'unico sistema isolato è l'Universo.Detta questa precisazione, ribadisco, senza il suo saccente acume, che come ho precisato nel post, la conoscenza quantistica che intendevo era di tipo generico, intesa a contribuire a capire il funzionamento della macchina (e se non si ricorda il perchè, rilegga il post iniziale), non ho preteso di fare di un post uno scritto di teoria dei campi, per cui non ho bisogno delle sue precisazioni (che oltrettutto in un post non mi sembrano il luogo migliore per discuterne), ben ricordando che lei è ovv. libero di farne. Ma sarebbe altrettanto cortese da leggere con attenzione il post, prima di rispondere, non mi piace ripetermi; né altrésì mi piace precisare il mio pensiero od una mia frase in 10 post. Se questi è riportato in forma generica, lo legga come tale.Le sue precisazioni non sono inutili, ma se lei le pronuncia in modo saccente, possiamo dar inizio ad una discussione, di teoria dei campi, per dimostrarle che non è il solo a saperla.Spero vivamente d'aver precisato il pensiero e le frasi espresse nei post precedenti, non vorrei scrivere altri post per precisarlo.In ultimo, le fà anche onore la preferenza per gli o.s. *BSD, desunta dal suo pseudo nome.
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            Mi spiegate cosa cavolo c'entra tutto ciò con Linux e Windows...Un umile diplomato....
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            Niente in particolare, è solo marginale!
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            Egregio, la questione è perfettamente definita per quanto mi riguarda. Potrei a mia volta citare il mio M.Sc. al St. Catherine's College di Oxford, che pure non mi impedisce di continuare a parlare italiano nè altera la memoria dei nomi notevoli (per quelli comuni, mi spiace, ma non ho altrettanta memoria, e spesso devo essere corretto).In ogni caso, le sue scelte rimangono tipicamente pragmatiche e massimaliste, da buon fisico. Ma noi matematici continuiamo a vedere una sola mucca con almeno un lato di colore nero, per rifarci all'esempio ameno... la precisione è assolutamente essenziale per il matematico ed il logico, ed anche, in maniera proiettiva, per quella sottospecie tecnologico-applicativa del matematico che è l'informatico - che venera Santa Dana Scott. Ingegneri e fisici badino pure alla sostanza senza troppa forma, d'altronde la scienza è fatta (anche) di complementarietà...
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            Ma non sono molto pragmatico (anche se è vero, che in genere i fisici lo sono), essendo un fisico teorico, forse faccio parte del gruppo dei fisici che è meno pragmatico.E poi mi piace la matematica; non dimentichiamo che generalmente sono i fisici ad introdurre i nuovi campi matematici (come Newton insegna per l'analisi), seppur in maniera "secca" talvolta (come per la funzione delta di Dirac); ma sono poi i matematici a dargli il fondamento assiomatico ed a curarne l'evoluzione logica (come Cauchy insegna).Ma tutto questo è in fondo marginale nella disputa win*/Linux (o meglio win*/UNIX).
          • Anonimo scrive:
            Re: Scusi dottore...
            - Scritto da: BSD_like
            E poi mi piace la matematica; non
            dimentichiamo che generalmente sono i fisici
            ad introdurre i nuovi campi matematici (come
            Newton insegna per l'analisi), seppur in
            maniera "secca" talvolta (come per la
            funzione delta di Dirac);Dirac inizia il suo percorso formativo come ingegnere elettrico, ma poi si dedica agli studi matematici, diventando, anche, professore di matematica.Potete trovare una sua breve biografia (in inglese) al seguente indirizzo:http://www.nobel.se/physics/laureates/1933/dirac-bio.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            Mi dimenticavo, Code Red è uscito anche per Linux, e non è il primo, eppure l'FBI ha definito Code Red :"di altissima pericolosià per o.s. win*, e di scarsa pericolosità per Linux".Non so se considerassero il fatto che gli utenti Linux sono in media, ed in generale, più esperti degli utenti win*; ma credo che si riferissero al puro aspetto tecnico del virus, partendo ovv. da un minimo d'osservanza di regole di sicurezza da parte degli utenti win*
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda
      Per quanto riguarda la stabilità di Red Hat e/o Mandrake, devo chiederti una domanda: hai ricompilato il kernel per adattarlo alla tua macchina in modo da risparmiare risorse e rendere il sistema più stabile e performante? Hai scaricato l'ultima versione del kernel e ricompilata? Sei passato al Reiserfs (Mandrake lo consente in fase d'installazione, per l'attuale Red Hat, è più complesso e devi installarla d'apprima). Se hai fatto tutto ciò ed il sistema è molto più instabile od ugualmente instabile di win*, e non molto di meno (soprattutto dopo un periodo lungo) allora c'è qualcosa che non va nel kernel di Linux per qualche driver della tua macchina.Per le società, bisogna considerare che molto spesso i sistemi sono UNIX/win* (è una blasfemia, lo so), dove gli UNIX sono usati a protezione del sistema; è una tecnica tuttavia con alcuni punti oscuri: infatti un virus essendo per win* può bipassare lo UNIX e finire sul server win*: ciò costringe gli ammin. ed programmatori UNIX ad cercare di fermare, individuandolo, il virus per win* nei Firewalls/Gateway UNIX.Lo scopo di ciò è dovuto essenzialmente a problemi economici: è molto più difficile trovare un SysAdmin UNIX che win*; ed gli o.s.win* essendo stati negli anni precedenti diffusi di più (intendo nel momento in cui è iniziata la maggior espansione informatica, UNIX esiste da decenni)molte aziende sono statiche a migrare su piattaforme/applicativi diversi.Ti ricordo che non c'è un o.s. win* che abbia ottenuto dall'ist. gov. USA addetto al rilascio delle certificazioni di sicurezza la certificazione 4 (la max), per l'inst. in rete, solo in locale e pure con un basso punteggio. Ogni UNIX la vanta (OpenBSD con alto punteggio).Va ricordato a proposito di aziende, che Yahoo!! ha testato molti o.s. win* ed UNIX, ed l'unico o.s. vincente nei test è risultato FreeBSD.Infine i win* non soono adatti (a contrario di quanto asserisce Bill) a mission - critical, a parte mission - critacal da barzelletta, in mission-critical come il trattamento di quantità massive di dati sono risultati deficitari (siti con queste esigenze come Yahoo!!, ISP come Libero, Tin utilizzano risp. FreeBSD ed Linux), tant'è vero che CISCO e gli altri produttori di router consigliano i BSD sui loro server: consiglio che diventa necessità nel caso di router per l'instradamento di dati di reti geografiche.Ti basti infine sapere che la stragrande maggioranza delle aziende non fà una politica di sicurezza vera (non la mette al primo posto tra le attività), ma preferisce poi, protestare (insieme alla M$) quando tanti ragazzini riescono a bucare i server, prendendosela magari con l'open source per aver fornito agli stessi l'o.s. per farlo (Linux) e gli strumenti. A riguardo, la stessa M$ è stata bucata più volte sui server di Redmond, nell'ultima incursione i pirati hanno visto i sorgenti di Office; non solo ma stanca dei continui fermi ai suoi server DNS di Redmond equipaggiati con NT, la M$ si è rivolta ad una ditta ext per gestirli: e guarda caso la ditta utilizza Linux come o.s.Se non lo fà la M$ (che ai fatti di sopra ha preferito protestare e prendersela con L'open Source) perchè dovrebbe farlo un'azienda educata dalla M$?E se nonn sanno porre i sistemi win* in sicurezza gli stessi programmatori della M$ che l'hanno creato, chi dovrebbe riuscirci?Basta che non protestino poi....
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda
        - Scritto da: BSD_like
        Per quanto riguarda la stabilità di Red Hat
        e/o Mandrake, devo "chiederti" una domanda: ---------E MENO MALE CHE SEI LAUREATO!
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda
          1) Non sono laureato (mi mancano 6 esami), ma studente.2) Quando scrivo questi post non vado a ricontrollare (se non velocemente) ciò che scrivo; non ne vedo la necessità, e ritengo che vadano considerati a livello di comunicazione verbale.Ciò che mi interessa è l'aspetto tecnico del discorso, su cui mi preme dibattere.Evidentemente a te interessano altre analisi; mi devi perdonare ma continuerò (se vorrò) a scrivere questi post con velocità e scarso controllo, ed a focalizzarmi sull'aspetto tecnico, piuttosto che su quello grammaticale o lessicale.Ad ognuno le sue preferenze ed il peso che riserva ad esse.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda
      - Scritto da: Lemon
      So che come al solito passerò da difensore
      di Microsoft, ma mi domandavo una cosa:
      quanti utenti domestici con un normalissimo
      antivirus hanno mai avuto problemi con
      windows? Un mio amico mi ha telefonato, sapendo che sono programmatore, chiedendomi di aiutarlo perchè nonostante l'antivirus, si era beccato un virus (probabilmente un Worm) e non riusciva a toglierlo. Io, purtroppo, non ho saputo aiutarlo, è dai tempi del "form" che non becco virus. E non ho nessun antivirus.
      Io personalmente mai, mai trovato
      neache un virus a dire il vero. Lo stesso
      vale per aziende con server Windows. http://punto-informatico.it/p.asp?i=37572"Nonostante le aziende spendano sempre di più nel settore della sicurezza, ed ormai il 90% di esse disponga di almeno un prodotto antivirus, la stragrande maggioranza, pari all'88% del campione, ha dovuto fare i conti con almeno un'infezione da virus negli scorsi 12 mesi."
      Le
      "disgrazie" capitano effettivamente a utenti
      ingenui e smanettoni o a server male
      amministrati.http://punto-informatico.it/p.asp?i=37108"Sarebbe una negligente configurazione di Windows2000 ad aver permesso ad un ignoto hacker di entrare nel network interno di Microsoft e di accedere ai contenuti dei computer aziendali della maggiore softwarehouse del mondo."- Se non lo sanno fare loro, chi dovrebbe saperlo fare?
      Cosa voglio dire con questo? Credo
      semplicemente che Linux andrebbe dato in
      mano a "utonti" di mezzo mondo prima di dire
      quanto sicuro sia anche se sulla carta
      sembrerebbe così. Semplicemente, Linux è nato con le autorizzazioni sui file di sistema. Bug permettendo, un utente o ad un programma lanciato da un utente (un virus, per es.) non è permesso rovinare la configurazione del sistema. Winzoz, di suo, non ha mai attuato nessuna policy di sicurezza su SO consumer prima di Win2000.
      La sfida di questo signore è una bufala
      perchè ci sono aziende in tutto il mondo che
      utilizzano server windows e che se si
      fermassero perderebbero molto più di 30
      milioni al giorno di fatturato.E allora? dove stà il nesso che questa è una bufala?
      normalmente
      è proprio a queste realtà che si rivolgono i
      virus-writer, per definizione dei no-global
      a mio avviso e la definizione di no-global, scusa, qual'è?
      Se parliamo di stabilità è un'altra cosa,
      personalmente a me si impianta anche Red-hat
      e Mandrake ma scommetto che ho sbagliato
      io...beh... anche a me prima di far partire in modo decente Xserver ci ho messo....poi, netscape si impalla tutt'ora in modo regolare...in nessun caso, comunque, la macchina mi ha impedito di fare un bel kill sul processo e che tutto è tornato a funziare perfettamente.Una sola volta non mi si è bootato il sistema. Dopo aver fatto uno scandisk sulla partizione dedicata a Winzoz.... sarà stato un caso.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda
      - Scritto da: Lemon
      So che come al solito passerò da difensore
      di Microsoft, ma mi domandavo una cosa:
      quanti utenti domestici con un normalissimo
      antivirus hanno mai avuto problemi con
      windows? Io personalmente mai, mai trovato
      neache un virus a dire il vero. Lo stesso
      vale per aziende con server Windows. Le
      "disgrazie" capitano effettivamente a utenti
      ingenui e smanettoni o a server male
      amministrati.
      Cosa voglio dire con questo? Credo
      semplicemente che Linux andrebbe dato in
      mano a "utonti" di mezzo mondo prima di dire
      quanto sicuro sia anche se sulla carta
      sembrerebbe così.
      La sfida di questo signore è una bufala
      perchè ci sono aziende in tutto il mondo che
      utilizzano server windows e che se si
      fermassero perderebbero molto più di 30
      milioni al giorno di fatturato, normalmente
      è proprio a queste realtà che si rivolgono i
      virus-writer, per definizione dei no-global
      a mio avviso (prima che mi risponda Tex
      vorrei avvisarlo che non sputo sentenze, è
      una mia idea che sarò felice di cambiare se
      inesatta e che non voglio imporre a
      nessuno).EHEHEHEHEH !!!Visto che ti aspetti una mia risposta, ti accontento ! :-)Penso tu abbia ragione sugli utenti domestici che difficilmetne hanno problemi con Windows. Io utilizzo anche Windows e non ho mai avuto problemi pur senza utilizzare un antivirus. Il problema semmai e' delle aziende, dove i computer sono connessi in rete, spesso con molte directory condivise, ed e' comune ricevere molte email e spesso da mittenti sconosciuti. Inoltre in azienda c'e' forse piu' leggerezza (tanto se succede qualche cosa ci pensa l'assistenza....).C'e' da dire pero' che MS non sembra fare molto per la sicurezza.
      Se parliamo di stabilità è un'altra cosa,
      personalmente a me si impianta anche Red-hat
      e Mandrake ma scommetto che ho sbagliato
      io...Non lo so se ha sbagliato tu o meno (se utilizzi Linux, anche se magari non ti piace, dimostri comunque voglia di vedere cose nuove e/o diverse e di confrontarle con cio' che si usa normalmente, e in cio' non si sbaglia mai !!). Devo dire che in Linux gli applicativi si impiantano come e forse piu' che in Windows. In qualche caso si impianta addirittura il server X, lasciando il sistema apparentemente bloccato. Pero' in genere il crollo dell'applicativo, a differenza di cio' che succede in Windows (2000 compreso) non trascina il kernel.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda
      Grazie Lemon..Finalmente qualcuno che ha qualche argomento sensato..Sinceramente mi infastidiscono queste guerre di "religione", soprattutto da parte di utenti Linux verso il mondo Windows, o meglio Winzozz, come loro lo definiscono.Già il fatto di usare termini dispregiativi la dice lunga sulla obiettività di certi personaggi..Ok, non vi piace Windows..E allora?Utilizzate quello che vi pare, senza dare dell'incompetente a questo o a quello.La mia personale opinione è che la maggior parte degli attacchi al mondo Windows viene da hacker che utilizzano SO diversi da Windows. Indubbiamente gente molto in gamba, che utilizza la propria capacità per cercare bugs sui sistemi di Microsoft al fine, chiarissimo, di dimostrare la inefficienza di tali SO.A chi gioverebbe nel mondo open source realizzare virus o attacchi mirati a smascherare bugs dei sistemi linux, free bsd o unix?IL mio punto di vista è che si sia scatenata una guerra "santa" nei confronti di Microsoft, colpevole di aver diffuso l'informatica nelle case di tutto il mondo, cosa che evidentemente infastidisce i depositari del sacro sapere informatico e coloro che giudicano "indegni" quelli che utilizzano il PC solo per navigare in Internet o ammazzare qualche avversario in Quake 3.Questi poveracci di utenti Winzozz non hanno idea di cosa sia Bash oppure come si fa a compilare correttamente il Kernel 2.4.8.Gravissimo, vero?Per quanto riguarda il discorso server, non ho nulla da ridire sulla potenza, versatilità ed affidabilità di sistemi BSD o Unix.Però pensate a quante piccole aziende si sono potute informatizzare con relativa semplicità grazie a Windows NT.E' ovvio che non basta installare NT, ma bisogna avere l'accortezza di seguire le evoluzioni del SO (patch e aggiornamenti), così come un amministratore di server Linux ricompila il proprio Kernel.Secondo me la professionalità è indipendente dal SO utilizzato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda
        - Scritto da: giancarlo malandra
        Grazie Lemon..
        Finalmente qualcuno che ha qualche argomento
        sensato..
        Sinceramente mi infastidiscono queste guerre
        di "religione", soprattutto da parte di
        utenti Linux verso il mondo Windows, o
        meglio Winzozz, come loro lo definiscono.
        Già il fatto di usare termini dispregiativi
        la dice lunga sulla obiettività di certi
        personaggi..
        Ok, non vi piace Windows..E allora?Su questo sono d'accordo. A me Windows non piace, ma non vado in giro a dire che chiunque lo utilizzi sia un utonto decerebrato.
        La mia personale opinione è che la maggior
        parte degli attacchi al mondo Windows viene
        da hacker che utilizzano SO diversi da
        Windows.Su questo non sarei così sicuro... puoi portare qualche prova di questa affermazione?
        A chi gioverebbe nel mondo open source
        realizzare virus o attacchi mirati a
        smascherare bugs dei sistemi linux, free bsd
        o unix?
        IL mio punto di vista è che si sia scatenata
        una guerra "santa" nei confronti di
        Microsoft, colpevole di aver diffuso
        l'informatica nelle case di tutto il mondo,
        cosa che evidentemente infastidisce i
        depositari del sacro sapere informatico e
        coloro che giudicano "indegni" quelli che
        utilizzano il PC solo per navigare in
        Internet o ammazzare qualche avversario in
        Quake 3.Il problema non è tanto che Microsoft ha diffuso l'informatica in tutto il mondo. Il problema è che l'ha fatto con prodotti mediocri (fai un confronto tra le prime versioni di MS-DOS e di Windows contro un Mac qualcunque) spacciandoli ogni volta per lo stato dell'arte. Questo quando la diffusione dei sistemi MS non è avvenuta con manovre anticompetitive che il processo di primo grado a MS ha dimostrato, e che il processo d'appello non ha potuto confutare.
        E' ovvio che non basta installare NT, ma
        bisogna avere l'accortezza di seguire le
        evoluzioni del SO (patch e aggiornamenti),
        così come un amministratore di server Linux
        ricompila il proprio Kernel.
        Secondo me la professionalità è indipendente
        dal SO utilizzato.
        Qui hai ragione al 100%. Ciao,Valkadesh
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda
        - Scritto da: giancarlo malandra
        Grazie Lemon..
        Finalmente qualcuno che ha qualche argomento
        sensato..
        Sinceramente mi infastidiscono queste guerre
        di "religione", soprattutto da parte di
        utenti Linux verso il mondo Windows, o
        meglio Winzozz, come loro lo definiscono.
        Già il fatto di usare termini dispregiativi
        la dice lunga sulla obiettività di certi
        personaggi..
        Ok, non vi piace Windows..E allora?
        Utilizzate quello che vi pare, senza dare
        dell'incompetente a questo o a quello.Sorry,quando posso lo faccio. Non posso sempre purtroppo (il mondo del lavoro e' una cosa brutta...) e ogni tanto capitano situazioni divertenti quali PC che danno (random) un errore genera all'avvio una volta ogni tre (non deterministico ovviamente) per colpa di "chissa cosa".La windows-soluzione prevede di reinstallare tutto. La mia soluzione e' stata quella di scrivere "mke2fs /dev/hda1", molto piu' accettabile dal punto di vita informatico.
        La mia personale opinione è che la maggior
        parte degli attacchi al mondo Windows viene
        da hacker che utilizzano SO diversi da
        Windows. Indubbiamente gente molto in gamba,
        che utilizza la propria capacità per cercare
        bugs sui sistemi di Microsoft al fine,
        chiarissimo, di dimostrare la inefficienza
        di tali SO.Boh, questa e' come "gli antiglobal sono finacheggiatori di bin laden"
        A chi gioverebbe nel mondo open source
        realizzare virus o attacchi mirati a
        smascherare bugs dei sistemi linux, free bsd
        o unix?A uno che vorrebbe 10000 sterline ad esempio.
        IL mio punto di vista è che si sia scatenata
        una guerra "santa" nei confronti di
        Microsoft, colpevole di aver diffuso
        l'informatica nelle case di tutto il mondo,
        cosa che evidentemente infastidisce i
        depositari del sacro sapere informatico e
        coloro che giudicano "indegni" quelli che
        utilizzano il PC solo per navigare in
        Internet o ammazzare qualche avversario in
        Quake 3.Colpevole di avere rotto le palle.Se qualcosa non funziona con altri SO basta andare a trovare il problema e risolverlo. Con il generatore di schermi blu devi reinstallare, dopo applicare 4 domopack e tre patch e allora forse potrebbe rprendere a funzionare.
        Questi poveracci di utenti Winzozz non hanno
        idea di cosa sia Bash oppure come si fa a
        compilare correttamente il Kernel 2.4.8.
        Gravissimo, vero?Nessuno gli chiede di saperlo fare. Ma allora invece che rompere le scatole "agliamiciofiglichehannoilpcesonobravi" si arrangino e chiamino l'assistenza M$.
        Per quanto riguarda il discorso server, non
        ho nulla da ridire sulla potenza,
        versatilità ed affidabilità di sistemi BSD o
        Unix.
        Però pensate a quante piccole aziende si
        sono potute informatizzare con relativa
        semplicità grazie a Windows NT.E la solita segretaria che amministra il sistema.(non me ne vogliano le segretarie che sono state costrette a un compito per il quale non erano state assunte)
        E' ovvio che non basta installare NT, ma
        bisogna avere l'accortezza di seguire le
        evoluzioni del SO (patch e aggiornamenti),
        così come un amministratore di server Linux
        ricompila il proprio Kernel.Vedi sopra. La segretaria alla fine della lettera scritta per il capo si deve dedicare a controllare le regole del firewall secondo te?
        Secondo me la professionalità è indipendente
        dal SO utilizzato.Certo. Ma alcuni sistemi sono venduti come semplici e poco professionali dalla casa madre.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda

          divertenti quali PC che danno (random) un
          errore genera all'avvio una volta ogni tre
          (non deterministico ovviamente) per colpa di
          "chissa cosa".
          La windows-soluzione prevede di reinstallare
          tutto.
          La mia soluzione e' stata quella di scrivere
          "mke2fs /dev/hda1", molto piu' accettabile
          dal punto di vita informatico.Niente di più sbagliato. Anche in Windows puoi cerer che cosa è successo. Ovviamente devi saperlo, così come in Linux. Il punto è che spesso un utante Linux ha una cultura sul sistema superiore a Windows perchè è il suo mondo un po' primitivo a obbligarti. Anche Windows ne ha moltissime di utilities a riga di comando, basta conoscerle e saperle usare.

          A chi gioverebbe nel mondo open source

          realizzare virus o attacchi mirati a

          smascherare bugs dei sistemi linux, free
          bsd

          o unix?

          A uno che vorrebbe 10000 sterline ad esempio.Con 10000 sterlina hai cambiato la tua vita ? Lo sforzo richiesto non vale sicuramente quei 4 soldi.
          Se qualcosa non funziona con altri SO basta
          andare a trovare il problema e risolverlo.
          Con il generatore di schermi blu devi
          reinstallare, dopo applicare 4 domopack e
          tre patch e allora forse potrebbe rprendere
          a funzionare.vedi sopra. e studi SERIAMENTE Windows è difficile che reinstalli tutto.

          Però pensate a quante piccole aziende si

          sono potute informatizzare con relativa

          semplicità grazie a Windows NT.

          E la solita segretaria che amministra il
          sistema.
          (non me ne vogliano le segretarie che sono
          state costrette a un compito per il quale
          non erano state assunte)Stupidaggine da basso profilo spicologico.

          E' ovvio che non basta installare NT, ma

          bisogna avere l'accortezza di seguire le

          evoluzioni del SO (patch e aggiornamenti),

          così come un amministratore di server
          Linux

          ricompila il proprio Kernel.

          Vedi sopra. La segretaria alla fine della
          lettera scritta per il capo si deve dedicare
          a controllare le regole del firewall secondo
          te?E tu non controlli lo stato del sistema, anche dal punto di vista sicurezza ? A che servono i sistemisti ?Bene, ai fatto molto bene a dirlo. Licenziero' i miei sistemisti Linux !

          Secondo me la professionalità è
          indipendente

          dal SO utilizzato.

          Certo. Ma alcuni sistemi sono venduti come
          semplici e poco professionali dalla casa
          madre.Semplice ? Poco professionale ? Di quale parli ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            devo dire che ti capisco...anch'io ho studiato a lungo come far funzionare il mio windoz fino a sentirmi quasi un "tecnico", per poi scoprire che esistono altri O.S. enormemente più stabili, flessibili, performanti.la mia reazione però è stata diversa: ho installato la mia bella distribuzione linux, ricominciando tutto daccapo, con pazienza e curiosità. Sono contentissimo (ma anche sconcertato dall'instabilità di quella merda di netscape per linux).Non mi è nemmeno passato per la testa di mettermi a sparare cazzate ai quattro venti per difendere l'indifendibile e il tempo che hai (con l'acca, cazzo!, il verbo avere vuole l'acca!) perso a conoscerlo e "amministrarlo".Su, non ti abbattere, la vita è una sfida!
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: Antibufala

            divertenti quali PC che danno (random) un

            errore genera all'avvio una volta ogni tre

            (non deterministico ovviamente) per colpa
            di

            "chissa cosa".

            La windows-soluzione prevede di
            reinstallare

            tutto.

            La mia soluzione e' stata quella di
            scrivere

            "mke2fs /dev/hda1", molto piu' accettabile

            dal punto di vita informatico.

            Niente di più sbagliato. Anche in Windows
            puoi cerer che cosa è successo. Ovviamente
            devi saperlo, così come in Linux. Il punto è
            che spesso un utante Linux ha una cultura
            sul sistema superiore a Windows perchè è il
            suo mondo un po' primitivo a obbligarti.
            Anche Windows ne ha moltissime di utilities
            a riga di comando, basta conoscerle e
            saperle usare.Bene.Come si fa a conoscerle?Come si fa a sapere cosa genera l'errore? E a eliminarlo?


            A chi gioverebbe nel mondo open source


            realizzare virus o attacchi mirati a


            smascherare bugs dei sistemi linux,
            free

            bsd


            o unix?



            A uno che vorrebbe 10000 sterline ad
            esempio.

            Con 10000 sterlina hai cambiato la tua vita
            ? Lo sforzo richiesto non vale sicuramente
            quei 4 soldi.Beh allora non capisco il discorso iniziale.A chi giova realizzare virus visto che non ci sono soldi (ne gloria) che si guadagnano?

            Se qualcosa non funziona con altri SO
            basta

            andare a trovare il problema e risolverlo.

            Con il generatore di schermi blu devi

            reinstallare, dopo applicare 4 domopack e

            tre patch e allora forse potrebbe
            rprendere

            a funzionare.

            vedi sopra. e studi SERIAMENTE Windows è
            difficile che reinstalli tutto. Ribadisco. Dato che di queste potenti utility da lei descritte non c'e' traccia vorrei capire dove si trovano.


            Però pensate a quante piccole aziende
            si


            sono potute informatizzare con relativa


            semplicità grazie a Windows NT.



            E la solita segretaria che amministra il

            sistema.

            (non me ne vogliano le segretarie che sono

            state costrette a un compito per il quale

            non erano state assunte)

            Stupidaggine da basso profilo spicologico.No. Deriva dal meccanismo delle icncine svolazzanti.
            E tu non controlli lo stato del sistema,
            anche dal punto di vista sicurezza ? A che
            servono i sistemisti ?
            Bene, ai fatto molto bene a dirlo.
            Licenziero' i miei sistemisti Linux !Se fai uso di un sistemista vero e' un conto. Ma con windows pare che sano difficili da trovare. Allora basta prendere una pesona la prima persona che vedi in giro.



            Secondo me la professionalità è

            indipendente


            dal SO utilizzato.



            Certo. Ma alcuni sistemi sono venduti come

            semplici e poco professionali dalla casa

            madre.

            Semplice ? Poco professionale ? Di quale
            parli ?Di quello che e' venduto come tanto semplice da non richiedere un professionista.E dopo compaiono i vari service-pack.E dopo il wizard per configurare il servicepack....Credo che continuero' a scegliere il mio mondo primitivo quando posso. E quando non posso mi rimane sempre la possibilita' di cercare un datore di lavoro piu' serio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda


            Niente di più sbagliato. Anche in Windows

            puoi cerer che cosa è successo. Ovviamente

            devi saperlo, così come in Linux. Il
            punto è

            che spesso un utante Linux ha una cultura

            sul sistema superiore a Windows perchè è
            il

            suo mondo un po' primitivo a obbligarti.

            Anche Windows ne ha moltissime di
            utilities

            a riga di comando, basta conoscerle e

            saperle usare.

            Bene.
            Come si fa a conoscerle?
            Come si fa a sapere cosa genera l'errore? E
            a eliminarlo?Ti prendi il Resource Kit e te lo leggi. Lo studio presuppone anche l'acquisto di libri.
            A chi giova realizzare virus visto che non
            ci sono soldi (ne gloria) che si guadagnano?A chi giova spaccare le vetrine dei negozi e delle banche ?
            Ribadisco. Dato che di queste potenti
            utility da lei descritte non c'e' traccia
            vorrei capire dove si trovano.Vedi sopra.

            E tu non controlli lo stato del sistema,

            anche dal punto di vista sicurezza ? A che

            servono i sistemisti ?

            Bene, ai fatto molto bene a dirlo.

            Licenziero' i miei sistemisti Linux !

            Se fai uso di un sistemista vero e' un
            conto. Ma con windows pare che sano
            difficili da trovare. Allora basta prendere
            una pesona la prima persona che vedi in
            giro.E chi lo dice ? Solo perchè ha un'interfaccia utente non significa che sia stupido. Sistemisti bravi sono difficili da trovare e basta.

            Semplice ? Poco professionale ? Di quale

            parli ?

            Di quello che e' venduto come tanto semplice
            da non richiedere un professionista.
            E dopo compaiono i vari service-pack.
            E dopo il wizard per configurare il
            servicepack.Stai parlando di server o client ?
            Credo che continuero' a scegliere il mio
            mondo primitivo quando posso. E quando non
            posso mi rimane sempre la possibilita' di
            cercare un datore di lavoro piu' serio.Perchè più serio ? Chi lavora con prodotti MS non è serio ? Allora sono seri solo i sistemisti Linux ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: Antibufala

            Bene.

            Come si fa a conoscerle?

            Come si fa a sapere cosa genera l'errore?
            E

            a eliminarlo?

            Ti prendi il Resource Kit e te lo leggi. Lo
            studio presuppone anche l'acquisto di libri.Bene. Allora visto che non ho soldi da regalare per levarmi queste curiosita' direi che non sono importanti.

            A chi giova realizzare virus visto che non

            ci sono soldi (ne gloria) che si
            guadagnano?

            A chi giova spaccare le vetrine dei negozi e
            delle banche ?Domanda interessante. Ma credo che chi fa virus abbia caratteristiche diverse da chi spacca vetrine.

            Ribadisco. Dato che di queste potenti

            utility da lei descritte non c'e' traccia

            vorrei capire dove si trovano.

            Vedi sopra.Visto.


            E tu non controlli lo stato del
            sistema,


            anche dal punto di vista sicurezza ? A
            che


            servono i sistemisti ?


            Bene, ai fatto molto bene a dirlo.


            Licenziero' i miei sistemisti Linux !



            Se fai uso di un sistemista vero e' un

            conto. Ma con windows pare che sano

            difficili da trovare. Allora basta
            prendere

            una pesona la prima persona che vedi in

            giro.

            E chi lo dice ? Solo perchè ha
            un'interfaccia utente non significa che sia
            stupido. Sistemisti bravi sono difficili da
            trovare e basta.Allora in bocca al lupo.Continuo a pensare che i sistemisti bravi non hanno speranze con i SO bacati.


            Semplice ? Poco professionale ? Di
            quale


            parli ?



            Di quello che e' venduto come tanto
            semplice

            da non richiedere un professionista.

            E dopo compaiono i vari service-pack.

            E dopo il wizard per configurare il

            servicepack.

            Stai parlando di server o client ?Dipende. Ma comunque abbiamo gia' risolto il problema. Non ho intenzione di buttare soldi in sistemi che (secondo me) non hanno speranza.

            Credo che continuero' a scegliere il mio

            mondo primitivo quando posso. E quando non

            posso mi rimane sempre la possibilita' di

            cercare un datore di lavoro piu' serio.

            Perchè più serio ? Chi lavora con prodotti
            MS non è serio ? Allora sono seri solo i
            sistemisti Linux ?Piu serio perche non basta la convinzione che ci siano due bottoni per pensare che per me e' la stessa cosa e che i risultati sono gli stessi (indipendentemente dal fatto che sono io incapace o windows bacato).
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda


            Ti prendi il Resource Kit e te lo leggi.
            Lo

            studio presuppone anche l'acquisto di
            libri.

            Bene. Allora visto che non ho soldi da
            regalare per levarmi queste curiosita' direi
            che non sono importanti.OK. E' una scelta.
            Domanda interessante. Ma credo che chi fa
            virus abbia caratteristiche diverse da chi
            spacca vetrine.Sempre distruttive.

            E chi lo dice ? Solo perchè ha

            un'interfaccia utente non significa che
            sia

            stupido. Sistemisti bravi sono difficili
            da

            trovare e basta.

            Allora in bocca al lupo.
            Continuo a pensare che i sistemisti bravi
            non hanno speranze con i SO bacati.Allora non esistono sistemisti, secondo te. I bugs li hanno tutti, è per questo che vi sono i sistemisti per controllare e mettere a posto.
            Non ho intenzione di buttare soldi
            in sistemi che (secondo me) non hanno
            speranza.Non ti abbattere così. E' vero che se tu mettessi lo stesso impegno in Windows come in Linux (ricerca e studio), allora saresti più soddisfatto.

            Perchè più serio ? Chi lavora con prodotti

            MS non è serio ? Allora sono seri solo i

            sistemisti Linux ?

            Piu serio perche non basta la convinzione
            che ci siano due bottoni per pensare che per
            me e' la stessa cosa e che i risultati sono
            gli stessi (indipendentemente dal fatto che
            sono io incapace o windows bacato).Infatti, come ti ho detto in precedenza molti strumenti non hanno interfaccia utente in Windows. Devi spatterci la testa, così come fai (facciamo) con Linux.
          • Anonimo scrive:
            CTRL+ALT+CANC
            devo dire che ti capisco...anch'io ho studiato a lungo come far funzionare il mio windoz fino a sentirmi quasi un "tecnico", per poi scoprire che esistono altri O.S. enormemente più stabili, flessibili, performanti.la mia reazione però è stata diversa: ho installato la mia bella distribuzione linux, ricominciando tutto daccapo, con pazienza e curiosità. Sono contentissimo (ma anche sconcertato dall'instabilità di quella merda di netscape per linux).Non mi è nemmeno passato per la testa di mettermi a sparare cazzate ai quattro venti per difendere l'indifendibile e il tempo che hai (con l'acca, cazzo!, il verbo avere vuole l'acca!) perso a conoscerlo e "amministrarlo".Suvvia, non ti abbattere, la vita è una sfida!
          • Anonimo scrive:
            Re: CTRL+ALT+CANC

            devo dire che ti capisco...anch'io ho
            studiato a lungo come far funzionare il mio
            windoz fino a sentirmi quasi un "tecnico",
            per poi scoprire che esistono altri O.S.
            enormemente più stabili, flessibili,
            performanti.Sono contentissimo per te.
            la mia reazione però è stata diversa: ho
            installato la mia bella distribuzione linux,
            ricominciando tutto daccapo, con pazienza e
            curiosità. Sono contentissimo (ma anche
            sconcertato dall'instabilità di quella merda
            di netscape per linux).Anch'io ho installato una distribuzione di Linux e tuttora lo sto studiando.
            Non mi è nemmeno passato per la testa di
            mettermi a sparare cazzate ai quattro venti
            per difendere l'indifendibile e il tempo che
            hai (con l'acca, cazzo!, il verbo avere
            vuole l'acca!) perso a conoscerlo e
            "amministrarlo".Il tempo dedicato allo studio non è mai perso.
            Suvvia, non ti abbattere, la vita è una
            sfida!E chi si abbatte ! Le sfide professionali si chiamano Linux, Windows , Sun Solaris, FreeBSD ecc.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: Antibufala
            Niente di più sbagliato. Anche in Windows
            puoi cerer che cosa è successo. Ovviamente
            devi saperlo, così come in Linux. Tu che sai ho una domanda:Windows Media Player x 89 quando ho tentato di far partire un filmato mi ha detto: il player non puo' essere scaricato da internet per un errore sconosciuto.Okkey, lo so non ho il modem, ma dimmi qual e' il player che me lo procuro in qualche modo: forse facendo "dettagli":Dettagli: il player non puo' essere scaricato da internet per un errore sconosciuto.Mi vorresti spiegare come faccio a capire cosa sta tentando di scaricarsi ????????????????????
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda

          La mia soluzione e' stata quella di scrivere
          "mke2fs /dev/hda1", molto piu' accettabile
          dal punto di vita informatico.Forse lo sarà per te, ma non ti pare di essere un pò troppo presuntuoso? Chi sei tu per decidere cosa è accettabile e cosa non lo è?
          Boh, questa e' come "gli antiglobal sono
          finacheggiatori di bin laden"A parte che gli antiglobal sono solamente dei dementi acefali (personalissima e contestabilissima opinione personale), ti ribadisco il concetto qui sotto di seguito....


          A chi gioverebbe nel mondo open source

          realizzare virus o attacchi mirati a

          smascherare bugs dei sistemi linux, free
          bsd

          o unix?

          A uno che vorrebbe 10000 sterline ad esempio.30 milioni? e che sono??? Spero che tu ne guadagni un pò di più....

          Colpevole di avere rotto le palle.
          Se qualcosa non funziona con altri SO basta
          andare a trovare il problema e risolverlo.
          Con il generatore di schermi blu devi
          reinstallare, dopo applicare 4 domopack e
          tre patch e allora forse potrebbe rprendere
          a funzionare.
          Quelli come te, depositari della sacra ed inviolabile cerimonia della ricompilazione del kernel, non sanno che forse esistono gli strumenti giusti per risolvere ogni tipo di problema (Microsoft Technet ti dice qualcosa? Penso di no).
          Nessuno gli chiede di saperlo fare. Ma
          allora invece che rompere le scatole
          "agliamiciofiglichehannoilpcesonobravi" si
          arrangino e chiamino l'assistenza M$.Ma hai qualche problema esistenziale? Io non ho mai rifiutato di dare una mano a qualcuno.. Ma forse tu sei troppo impegnato con Squid o Ipchains... Scusa, grande maestro, non ti disturberemo più...P.S.:Che culo che hanno i tuoi amici winzozziani!! L'uomo più simpatico e disponibile del mondo!! Ah, scusa, se hanno winzozz sicuramente li hai disconosciuti!!! Tu hai solo amici che non rompono le palle...Pensa il giorno che avrai bisogno di un idraulico o di un meccanico o di un artigiano qualsiasi, magari ci sarà qualche tuo amico (winzozziano) che ti risponde nella stessa maniera!! E gli idraulici costano, altro che riformattare il PC!!!

          E la solita segretaria che amministra il
          sistema.
          (non me ne vogliano le segretarie che sono
          state costrette a un compito per il quale
          non erano state assunte)Uhm...Almeno nei nostri ridicoli CED con Winzozz qualche segretaria bona la si può anche trovare...
          Vedi sopra. La segretaria alla fine della
          lettera scritta per il capo si deve dedicare
          a controllare le regole del firewall secondo
          te?No, tranquillo...Le regole le controllo io, poi passo a controllare qualcosa di meglio!!!!
          Certo. Ma alcuni sistemi sono venduti come
          semplici e poco professionali dalla casa
          madre.Le offerte commerciali di talune case non devono per forza essere acquistate.Basta avere un minimo di competenza, non essere necessariamente la reincarnazione del trisavolo di Linus Torvalds.Scusa per il tono ironico delle mie risposte, ma forse a volte si prende un pò troppo sul serio questa disputa che, di fronte a problemi ben più gravi che ci sono attorno, è veramente grottesca.
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: giancarlo malandra
            Quelli come te, depositari della sacra ed
            inviolabile cerimonia della ricompilazione
            del kernel, non sanno che forse esistono gli
            strumenti giusti per risolvere ogni tipo di
            problema (Microsoft Technet ti dice
            qualcosa? Penso di no). Emmm tu che sai:http://punto-informatico.it/pol.asp?mid=95004&fid=37611Mi spieghi dove sono i log o l'equivalente ?!?Grazie
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            Hai bisogno dei log per capire che chi ha scritto quella routine (da licenziare per giusta causa!!)ha dato per scontato che l'utente avesse una connessione Internet?- Scritto da: Gray
            - Scritto da: giancarlo malandra


            Quelli come te, depositari della sacra ed

            inviolabile cerimonia della ricompilazione

            del kernel, non sanno che forse esistono
            gli

            strumenti giusti per risolvere ogni tipo
            di

            problema (Microsoft Technet ti dice

            qualcosa? Penso di no).

            Emmm tu che sai:
            http://punto-informatico.it/pol.asp?mid=95004

            Mi spieghi dove sono i log o l'equivalente
            ?!?Grazie
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: giancarlo malandra
            Hai bisogno dei log per capire che chi ha
            scritto quella routine (da licenziare per
            giusta causa!!)ha dato per scontato che
            l'utente avesse una connessione Internet?Mha, sai qui tutti dicono che win dice tutto basta sapere dove !!!!!No ho bisogno che qualcuno mi dimostri che windows non e' tutto scritto cosi'.(E mi piacerebbe anche vedere il filmato :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            Non è assolutamente vero che Windows dice tutto..Ma quando mai??E poi anche Real Player (che non è Microsoft) fa la stessa cosa!!!Tra l'altro, quello è il tipico errore che WMP dà quando si cerca di visualizzare un AVI in formato Divx.Scaricati il plug-in Divx (www.divx.com) e vedrai che riuscirai a visualizzare il tuo bel filmato.Spero di esserti stato d'aiuto.Ciao.- Scritto da: Gray
            - Scritto da: giancarlo malandra

            Hai bisogno dei log per capire che chi ha

            scritto quella routine (da licenziare per

            giusta causa!!)ha dato per scontato che

            l'utente avesse una connessione Internet?

            Mha, sai qui tutti dicono che win dice tutto
            basta sapere dove !!!!!

            No ho bisogno che qualcuno mi dimostri che
            windows non e' tutto scritto cosi'.

            (E mi piacerebbe anche vedere il filmato :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Una domanda
            - Scritto da: giancarlo malandra
            Non è assolutamente vero che Windows dice
            tutto..Ma quando mai??Sto tipo :)http://punto-informatico.it/pol.asp?mid=95029&fid=37611
            Scaricati il plug-in Divx (www.divx.com) e
            vedrai che riuscirai a visualizzare il tuo
            bel filmato.
            Spero di esserti stato d'aiuto.Molte grazie
  • Anonimo scrive:
    IO OFFRO 1 PIZZA!!
    A chi INFETTA LINUX ben configurato in ROOT (quando usato come UTENTE).La sfida è rivolta a quelli che dicono che LINUX non è INFETTATO perchè "poco diffuso".Aspetto vostri VIRUS, WORM, MACRO-VIRUS.bye from Alien
    • Anonimo scrive:
      Re: IO OFFRO 1 PIZZA!!
      Io ti verso una lattina di coca cola sulla tastiera.E' abbastanza per impedirti di lavorare?Se non e' abbastanza te ne verso un'altra nel monitor.
      • Anonimo scrive:
        Re: IO OFFRO 1 PIZZA!!
        - Scritto da: il marronaio
        Io ti verso una lattina di coca cola sulla
        tastiera.

        E' abbastanza per impedirti di lavorare?

        Se non e' abbastanza te ne verso un'altra
        nel monitor.Non è abbastanza, puoi continuare a lavorare da un terminale remoto come se fossi su quella macchina. :)al massimo puoi provare con l'alimentatore...
        • Anonimo scrive:
          Re: IO OFFRO 1 PIZZA!!
          - Scritto da: Taro
          - Scritto da: il marronaio

          Io ti verso una lattina di coca cola sulla

          tastiera.

          E' abbastanza per impedirti di lavorare?

          Se non e' abbastanza te ne verso un'altra

          nel monitor.
          Non è abbastanza, puoi continuare a lavorare
          da un terminale remoto come se fossi su
          quella macchina. :)
          al massimo puoi provare con l'alimentatore...E' da queste cose che si vede come questi windowari son proprio abituati che il loro computer si ferma per qualsiasi cagatina ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: IO OFFRO 1 PIZZA!!
            e' tipico dei puzzoni che se la tirano non capire le battute!!!puzzone!
          • Anonimo scrive:
            Re: IO OFFRO 1 PIZZA!!
            - Scritto da: il marronaio
            e' tipico dei puzzoni che se la tirano non
            capire le battute!!!

            puzzone!Certo che l'ho capita: e' una battuta dire che con un po' d'h2o sulla tastiera e sul monitor non puoi piu' usare un computer.Ma forse se usi windows ...
      • Anonimo scrive:
        Re: IO OFFRO 1 PIZZA!!
        Io te ne offro un'altra se riesci a versargli lalattina tramite un collegamento remoto internet.- Scritto da: il marronaio
        Io ti verso una lattina di coca cola sulla
        tastiera.

        E' abbastanza per impedirti di lavorare?

        Se non e' abbastanza te ne verso un'altra
        nel monitor.
  • Anonimo scrive:
    Non c'è limite al peggio...
    Una proposta più id.... non potevano pensarla,le idee rotolano verso il basso, e c'è semprequalche mente semplice(primitiva) che le raccoglie...Il fatto è che distruggere è facile, costruire e migliorare, no!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è limite al peggio...
      - Scritto da: oddpip
      Una proposta più id.... non potevano
      pensarla,
      le idee rotolano verso il basso, e c'è sempre
      qualche mente semplice(primitiva) che le
      raccoglie...

      Il fatto è che distruggere è facile,Soprattutto se e' un Windowz :)))
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è limite al peggio... E' UNA SFIDA
      - Scritto da: oddpip

      Il fatto è che distruggere è facile,
      costruire e migliorare, no!la sfida è proprio questa:"distruggere con LINUX è più difficile"è una sfida che mira a evidenziare uno dei maggiori pregi di linux: la sicurezza
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è limite al peggio...
      - Scritto da: oddpip
      Una proposta più id.... non potevano
      pensarla,
      le idee rotolano verso il basso, e c'è sempre
      qualche mente semplice(primitiva) che le
      raccoglie...

      Il fatto è che distruggere è facile,
      costruire e migliorare, no!Hai ragione. Sarà per questo che Linux viene sviluppato da comunità che collaborano e windows da programmatori chiusi in una sede che tentano di proteggersi i sorgenti.Cmq a casa io ho Slackware 8.0 e win2k prof. La slack mi si è inchiodata quando ho tentato di debuggare un prog in C in cui si usano le fork(). Win2k mi si è inchiodato poco dopo quando ho aperto Esplora risorse e subito WinAmp!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non c'è limite al peggio...
        - Scritto da: mig_31
        - Scritto da: oddpip

        Una proposta più id.... non potevano

        pensarla,

        le idee rotolano verso il basso, e c'è
        sempre

        qualche mente semplice(primitiva) che le

        raccoglie...



        Il fatto è che distruggere è facile,

        costruire e migliorare, no!

        Hai ragione. Sarà per questo che Linux viene
        sviluppato da comunità che collaborano e
        windows da programmatori chiusi in una sede
        che tentano di proteggersi i sorgenti.
        Cmq a casa io ho Slackware 8.0 e win2k prof.
        La slack mi si è inchiodata quando ho
        tentato di debuggare un prog in C in cui si
        usano le fork(). Win2k mi si è inchiodato
        poco dopo quando ho aperto Esplora risorse e
        subito WinAmp!!! Mai pensato che forse hai problemi hardware?
  • Anonimo scrive:
    Mai dire mai...
    ...c'è sempre Murphy in agguato...
Chiudi i commenti