Waymo compra Latent Logic e guarda all'Europa

Latent Logic è la nuova acquisizione di Waymo: aver comprato l'azienda britannica faciliterà lo sbarco in Europa del team californiano.
Latent Logic è la nuova acquisizione di Waymo: aver comprato l'azienda britannica faciliterà lo sbarco in Europa del team californiano.

Nuova acquisizione per la guida autonoma di Waymo: questa volta il team di Mountain View ha fatto spesa nel vecchio continente, allungando le mani sulla britannica Latent Logic. Non è dato a sapere a quanto ammonti l’investimento economico messo sul piatto per finalizzare l’operazione. La natura della tecnologia sviluppata dalla startup UK è invece ben descritta dalle parole che riportiamo in forma tradotta dalla homepage del sito ufficiale.

Il 12 dicembre 2019 abbiamo annunciato che Latent Logic è stata acquisita da Waymo, un leader mondiale per la tecnologia self-driving. Fin dal 2017 Latent Logic si è concentrata sullo sviluppo di sistemi scalabili ed efficienti per il test dei veicoli utilizzando l’imitation learning per realizzare simulazioni realistiche del comportamento umano.

Latent Logic è l’acquisizione europea di Waymo

Considerazione puramente tecnologiche a parte, l’accordo consente alla realtà californiana di ampliare il proprio raggio d’azione verso l’Europa, una volontà già manifestata nei mesi scorsi con la firma della partnership che lega Waymo a Renault e Nissan. La conferma odierna in un altro estratto dal breve comunicato di Latent Logic.

Insieme a Waymo potremo accelerare i progressi verso la creazione di veicoli self-driving sicuri e affidabili. Questo segna anche la creazione dello hub ingegneristico di Waymo in Europa, a Oxford.

Latent Logic è nata un paio di anni fa come spin-off della Oxford University, un po’ come fatto in Italia da VisLab, realtà nata e cresciuta nel contesto dell’Università di Parma prima di passare sotto il controllo dell’americana Ambarella.

La tecnica dell’imitation learning citata in apertura è quella che simula, in questo caso, il comportamento di pedoni, motociclisti, ciclisti e altri conducenti che occupano la carreggiata. Solo tenendo conto di ogni possibile variabile (e imprevisto) il software in dotazione alle self-driving car sarà in grado di garantire un livello di efficienza e sicurezza adeguato.

Fonte: Latent Logic
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti