Waymo al debutto ufficiale

Presentata la veste finale del VAN frutto della collaborazione tra FCA e Google. Una flotta di 100 veicoli destinati al test della guida automatica, a partire dal 2017

Milano – Dopo lo scorporo da Alphabet, la newco Waymo si presenta con la sua nuova flotta di vetture nuova fiammante: il frutto della collaborazione con FCA è una versione inedita del minivan Chrysler Pacifica , con motorizzazione ibrida e un set completo di sensori desinati a consentire la sperimentazione e lo sviluppo del sistema di guida automatica nato nei laboratori di Google.

I primi prototipi hanno già iniziato a circolare negli scorsi mesi, sin dalla firma dell’accordo tra le due aziende, ma è solo adesso che si è giunti all veste estetica e funzionale definitiva che si incarnerà in 100 veicoli: nel frattempo sono state completate oltre 200 ore di test sulle strade della California in condizioni climatiche estreme , che si aggiungono a test più abituali che comprendono sessioni su circuito e in mezzo al traffico cittadino (non solo a San Francisco e dintoni, ma pure in Arizona e Michigan).

È proprio il Michigan, a ogni modo, il luogo scelto per la base operativa della newco: è lì che sarà sviluppato il prodotto frutto della joint venture, ed è lì che Google ha fatto convergere parte del personale che in questi anni ha seguito lo sviluppo dell’auto-robot in California. La scelta ovviamente non è casuale : la vicinanza con lo storico distretto dell’auto nordamericano è voluta per garantire la prossimità di tutto l’indotto e dei partner tradizionali dell’industria automobilistica.

Il nuovo CEO di Waymo, John Krafcik, esalta il frutto dell’accordo tra FCA e Google: appena sei mesi per arrivare al prodotto finito è in effetti un tempo record , merito senz’altro però delle precedenti esperienze di integrazione dell’hardware e del software necessario a bordo di altre vetture maturate in questi anni da Google. Il debutto ufficiale avverrà all’inizio del 2017, ma non ci sono (ancora) indicazioni precise sui tempi di sviluppo di un prodotto pronto per il mercato.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    Anzichè brontolare tra di noi
    è più utile diffondere la notizia a parenti e amici tramite qualsiasi mezzo social o non social ... è ancora il 23 dicembre ...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Anzichè brontolare tra di noi
      E che dovremo dirgli, figliol prodigo?
      • prova123 scrive:
        Re: Anzichè brontolare tra di noi
        Di non lasciarsi abbindolare dai prezzi bassi dei vecchi televisori, ma di acquistare solo televisori con il nuovo decoder integrato.Così i vecchi televisori gli rimbalzano su per il cul*!... essendo natale mi sento troppo buono ...
  • John Titor scrive:
    Passato e futuro
    solite fregature che arrivano dall'orgia tra governi produttori per far spendere soldi alle persone che non ne hanno i politici si beccano le tangentii produttori fanno cassai cittadini la prendono nel c**o lo standard pal è durato 50 anni un televisore con meno di 10 anni avrà bisogno dall'accrocchio per farlo funzionare altrimenti niente, quando in passato durava 30 anni lo si poteva riparare facilmente ora te lo fanno sbattere nel XXXXX alla velocità della luce 50 anni fa Carlo Vichi (mivar) andava a prendere i ragazzi in periferia per dargli un lavoro e un futuro, forniva ricambi e riparazioni per televisori vecchi decine di anni favorendo l'economia locale ed in più il cliente risparmiava soldi, ora ti fanno comprare televisori usa e getta assemblati in Cina rivenduti dai tedeschi facendoti diventare ancora più poveroPensate bene al vostro futuro
  • Marco Ravich scrive:
    I governanti fanno...
    ...sempre il contrario di quello che servirebbe: ai produttori dovrebbero obbligarli a NON integrare alcun decoder, così poi ognuno sceglie quello che più gli serve/aggrada (IPTV, DVB, ecc.) !Poi - all'eventuale ulteriore aggiornamento delle codifiche - basterebbe cambiare il solo decoder...
    • user_ scrive:
      Re: I governanti fanno...
      Ho un 19" lcd tv con vga (no hdmi) e con decoder integrato dvb t1.Quando verrà il DVbT T2 come lo potrò mettere? Funzionerà un decoder esterno dvb t2 via scart ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 dicembre 2016 14.26----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 dicembre 2016 14.26-----------------------------------------------------------
      • Garson Pollo scrive:
        Re: I governanti fanno...
        Sei spacciato. inizia subito a pregare
      • ... scrive:
        Re: I governanti fanno...
        Modificato dall' autore il 22 dicembre 2016 14.26
        --------------------------------------------------tu non lo potrai mettere da nessuna parte perche loro te lo hanno gia messo in XXXX.spegli il televisore e accendi il cervello.
  • Garson Pollo scrive:
    Gente che guarda TV
    Esiste ancora? A parte qualche 70 enne che si vuole sparare i pacchi alla sera? Siamo seri via.. è solo un magna magna. Se il TV ha futuro sarà solamente in iptv no dvb o sat. Baci
  • ... scrive:
    suggerimento a PI
    in questi megamarchettoni che fate, (cellulari, televisori, schede video, ecc) manca solo il tastone "AQUISTALO SUBITO!" bello in evidenza.Se dovete dare il XXXX, almeno datelo bene.
  • ... scrive:
    fantastico!
    se penso alle migliaia di euro risparmiati nel non inseguire la moda annuale del 1K, 2K, 4K, 8K, maquanteXXXXXXXdikappavuoiK.... be e' una soddisfazione pazzesca!Buttato via il televisore quando ci fu il passaggio analogico-
    digitale, mai decisione fu migliore!
  • iRoby scrive:
    Chromecast
    Sinceramente io piuttosto che in un decoder dvb/t2 spenderei più volentieri 30 euro in una Chromecast o tecnologia simile.La TV può viaggiare tranquillamente via internet e IP, e un apparecchietto come il cast si va a prendere i contenuti dalla rete.Per cui a coloro che non vogliono cambiare la TV consiglio di non aggiornare e iniziare ad utilizzare tecnologie migliori.Il problema sicuramente è la scarsa alfabetizzazione della maggior parte della popolazione.
    • bubba scrive:
      Re: Chromecast
      - Scritto da: iRoby
      Sinceramente io piuttosto che in un decoder
      dvb/t2 spenderei più volentieri 30 euro in una
      Chromecast o tecnologia
      simile.
      ma qualcosa senza il tecnocontrollo da IP + telco + ads interattivi lo possiamo tenere? :P
      • giaguarevol issimevolm ente scrive:
        Re: Chromecast
        - Scritto da: bubba
        ma qualcosa senza il tecnocontrollo da IP + telco
        + ads interattivi lo possiamo tenere?
        :Pcioè?IP=tecnocontrollo=telco?(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ma chi te lo ha detto il lupo?
        • bubba scrive:
          Re: Chromecast
          - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
          - Scritto da: bubba


          ma qualcosa senza il tecnocontrollo da IP +
          telco

          + ads interattivi lo possiamo tenere?

          :P
          cioè?
          IP=tecnocontrollo=telco?
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          Ma chi te lo ha detto il lupo?credi di essere nel 1995 ? :P
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Chromecast
            - Scritto da: bubba
            credi di essere nel 1995 ? :PE tu dove credi di essere? le regole dei registri _RIR sono le stesse non del 95 ma del 80 vedi un po te.Io non devo "ringraziare" nessuno per i "miei" IP anche perchè non sono "miei" come non sono delle "telco" o di nessun altro. Sono semplicemente registrati (in questo caso da me dato che sono sotto il mio "nic handle").E io non ho niente di "speciale" a parte il sapere cosa e come si fa a ottenere una registrazione (cosa poi c'entri il '95 lo sai solo tu il mio nic handle tra le altre cose risale a molto prima addirittura al tempo in cui in italia non c'erano ancora "ISP" vedi un po te) non sono una "telco" e non sono niente di simile.Sono una persona "comune" magari non "comune" nel senso delle conoscenze dato che la rete per me non era una "novità" (per motivi di studio e lavoro) già prima che in italia se ne parlasse... ma a parte questo niente di altro o "speciale" per registrare IP essere una telco serve tanto quanto serve a un XXXXX avere le ali.
    • digitale alieno scrive:
      Re: Chromecast
      più che la scarsa alfabetizzazione, dipende anche dalla disponibilità economica e dalla praticità. per fare quello che dici tu ci vogliono 40 euro di chromecast, un 200 euro? per uno smartphone decente che faccia girare gli stream senza crashare, un 50 euro? di router wifi e un 25 euro mensili di connessione fissa a internet. Senza contare che hai attaccato alla corrente: tv, chomecast, router wifi e il telefonino se è uno che la batteria la spreme. vuoi mettere con una modesta tv lcd della hisense da 32" che ha il decoder dvb-t2 incorporato, da 200 euro e che in fatto di corrente consuma molto molto molto meno di tutta quella roba?
      • bulbo scrive:
        Re: Chromecast
        - Scritto da: digitale alieno
        per uno smartphone
        decente che faccia girare gli stream senza
        crasharelo smartphone non deve fare girare gli stream, il chromecast se li puppa direttamente da internet, infatti una volta avviata la riproduzione puoi benissimo spegnere lo smartphone.
        • digitale alieno scrive:
          Re: Chromecast
          va bene, grazie per la precisazione. ma la situazione non cambia per nulla. tutte le altre cose attaccate alla corrente ce le hai comunque. una tv con decoder incorporato rimane sempre la soluzione più pratica ed economica.
    • rockroll scrive:
      Re: Chromecast
      - Scritto da: iRoby
      Sinceramente io piuttosto che in un decoder
      dvb/t2 spenderei più volentieri 30 euro in una
      Chromecast o tecnologia
      simile.

      La TV può viaggiare tranquillamente via internet
      e IP, e un apparecchietto come il cast si va a
      prendere i contenuti dalla
      rete.

      Per cui a coloro che non vogliono cambiare la TV
      consiglio di non aggiornare e iniziare ad
      utilizzare tecnologie
      migliori.

      Il problema sicuramente è la scarsa
      alfabetizzazione della maggior parte della
      popolazione.Peccato che sulla rete non circolino liberamente e sopratutto efficientemente le normali trasmissioni TV, e ci siano comunque una serie di paletti restrittivi. O credi che valga la pena di vedere ad esempio mamma/matrigna RAI penosamente tramite quella baracca di SilverLight? Non discuto su Cromecast e simili (nel mio caso preferisco approfittare di un tablet Android da 69 euro via HDMI), ma sempre di contenuti Internet si parla, non di completa piattaforma TV disponibile gratuitamente per tutti.In ogni caso si trovano decoder (zapper) Full HD DVB/T2 hevc a cifre ben più contenute di quella proposta, così come televisori DVB/T2/C2 HEVC Full HD a cifre ben più modeste di quelle proposte dall'articolista (in settembre per un ottimo 24" Sangsug con tali caratteristiche, 2 HDMI, USB che tratta anche l'impossibile, alimentato con 45 W..., ho speso 139 euro centotrentanove; ovviamente ora è aumentato a 159). Inoltre non gradisco per niente che la Rete venga sfruttata a tappeto per trasmissioni TV HD e peggio ancora per trasmissioni di intrattenimento e per scopi ludici come se si trattasse di priorità globali: la rete serve per scopi ben più nobili che non il cazzeggio, se la inondiamo a livello planetario di flussi Video/TV HD (magari 4K, o cielo, quale primaria necessità!) la affossiamo in men che non si dica! Bel colpo al progresso umano, viva i caproni che ci forzano il 4/8/K!La TV può viaggiare tranquillamente via CAVO o SAT: l'ideale sarebbe via cavo per non intasare lo spazio con radioemissioni a gogò e bombe vaganti sulla nostra testa, ma i caproni terrestri sono attrezzati per la soluzione SAT, ignorando che a conti fatti costa di più, è più instabile come servizio e ha durata limitata un satellite in orbita piuttosto che la posa di qualche cavo, magari in fibra, perchè no? Senza contare che le potenzialità della fibra permettono di aggiungere tranquillamente segnali TV (ovviamente non transitanti per Internet) alla cablatura fibra esistente o che si amplierà. Stanno affliggendo le città con la posa di nuova fibra addirittura da 1Gb/sec di cui nessuno ha 'sta spasmodica esigenza, che ne approfittino 'sti caproni per aggiungere segnale TV. E che cribbio! PS. Il best buy sarebbe comprare ora ottimi apparecchi TV DVB/t2 deprezzati perchè non ancora hevc (+ relativo decoder H265 con PVR, magari procastinabile a quando costeranno 4 soldi); peccato che con nuovo anno i rivenditori ci marceranno su questa soluzione in bundle, visto che la legge caprona gielo permette. .-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 dicembre 2016 03.01-----------------------------------------------------------
      • bulbo scrive:
        Re: Chromecast
        - Scritto da: rockroll
        mamma/matrigna RAI penosamente
        tramite quella baracca di SilverLight?credo che quella XXXXX di silverlight sia stata rimossa... mi è capitato di vedere una diretta su rai.tv da un chromebook (quindi senza sl) e ha funzionato perfettamente.
      • Marco Ravich scrive:
        Re: Chromecast
        Evitiamo di dire stupidaggini: http://pastebin.com/raw/8GpCCkhf
    • mura scrive:
      Re: Chromecast
      - Scritto da: iRoby
      Sinceramente io piuttosto che in un decoder
      dvb/t2 spenderei più volentieri 30 euro in una
      Chromecast o tecnologia
      simile.

      La TV può viaggiare tranquillamente via internet
      e IP, e un apparecchietto come il cast si va a
      prendere i contenuti dalla
      rete.

      Per cui a coloro che non vogliono cambiare la TV
      consiglio di non aggiornare e iniziare ad
      utilizzare tecnologie
      migliori.

      Il problema sicuramente è la scarsa
      alfabetizzazione della maggior parte della
      popolazione.Si certo vallo a spiegare al settantenne che deve installarsi una connessione internet a banda larga più un dispositivo di riproduzione e chissà quali altri ammennicoli per fare tutto quello che ora fa normalmente con il telecomando della sua tv.
      • bulbo scrive:
        Re: Chromecast
        - Scritto da: mura
        tutto quello che
        ora fa normalmente con il telecomando della sua
        tv.già il passaggio da telecomando tv a tc tv + tc decoder è un trauma per l'anziano.
        • giaguarevol issimevolm ente scrive:
          Re: Chromecast
          - Scritto da: bulbo
          già il passaggio da telecomando tv a tc tv + tc
          decoder è un trauma per
          l'anziano.è pieno di "nativi digitali" ignoranti e trumatizzati da feiscbuk pure su questo forum.
        • user_ scrive:
          Re: Chromecast
          I miei genitori non riescono a imparare come risintonizzare i canali dvbt, cioè sarebbe la ricerca automatica dei canali, ogni volta devo fargliela io.Una volta glie l'ho pure scritto su un foglio come fare, ma niente...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 dicembre 2016 13.12-----------------------------------------------------------
      • giaguarevol issimevolm ente scrive:
        Re: Chromecast
        - Scritto da: mura
        Si certo vallo a spiegare al settantenne che deve
        installarsi una connessione internet a banda
        larga più un dispositivo di riproduzione e chissà
        quali altri ammennicoli per fare tutto quello che
        ora fa normalmente con il telecomando della sua
        tv.Ci sono settantenni meno presuntuosi di te e che magari ti possono spiegare (ma bisgna vedere se poi tu le capisci) alcune cose sulla rete.https://it.wikipedia.org/wiki/Vint_Cerf
  • Ministro dello zapping scrive:
    Meh!
    Quando abbiamo completato lo switch-off, il DVB-T2 era già realtà da un bel pezzo. Ci potevamo passare da subito...
    • Marco scrive:
      Re: Meh!
      Andando a controllare, lo switch off in Italia è stato fatto dal 2008 al 2010.Il codec HEVC, base del DVB T2, è stato approvato il 25 gennaio 2013.Secondo me non è proprio come dici tu.
      • Ministro dello zapping scrive:
        Re: Meh!
        A parte il fatto che il completamento dello switch-off c'è stato nel 2012. Ma poi il DVB-T2 senza HEVC esisteva da molto tempo prima e passandoci anche con gli standard attuali, ci sarebbero stati solamente vantaggi rispetto ad oggi.
        • Marco scrive:
          Re: Meh!
          Sul primo punto hai ragione, l'ultimo trasmettitore analogico è stato spendo il 4 luglio 2012. Ma ciò non toglie che lo standard DVT T2 è successivo a tale data. C'era un canale che trasmetteva in un DVB T2 come pure c'erano televisori in commercio con quello standard ma andando a vedere sono incompatibili con lo standard poi definito. (usava il codec MPEG 4 ). L'uso di uno standard più efficiente è necessario per aumentare la risoluzione delle trasmissioni e mantenere i canali esistenti.Anche se, per me, molti andrebbero chiusi visto l'alto contenuto didascalico che hanno.
          • Ministro dello zapping scrive:
            Re: Meh!
            Ti ripeto, il DVB-T2 esisteva tempo prima dello switch-off e se passavamo direttamente a quello, c'era tutto lo spazio necessario per poter fare quello che si voleva, anche con gli standard attuali... fidati.
  • xte scrive:
    Perdita di soldi e tempo
    Il trend è chiaro da tempo: convergenza verso IP(v6, multicast, nel caso della TV) le frequenze attualmente televisive passeranno pian piano alla telefonia mobile, nell'interim la tv può solo passare sul sat.In effetti al di la di lucrare con decoder&c sarei curioso di sapere perché avendo piattaforme tipo TVSat che problemi di scala non ne hanno c'è ancora gente che parla di digitale terreste: non mi si dica che la parabola è un problema da piazzare in facciata, come si fa un centralizzato terrestre lo si fa sat (il multiswitch costa più o meno uguale, l'LNB a 4 polarizzazioni sui 20euro) e le TV possono benissimo montare un decoder sat built-in come ne montano uno DTT.
    • user_ scrive:
      Re: Perdita di soldi e tempo
      un satellite a quante parabole può dare il segnale contemporaneamente ?
      • xte scrive:
        Re: Perdita di soldi e tempo
        Tutte quelle che puoi fisicamente installare nell'area di terra coperta dal satellite, per fare un esempio HotBird 13 può coprire Italia, Francia, Spagna, Svizzera, parte di UK e Germania, parte del nord Africa ecc. Non ci sono limiti del satellite per il numero di parabole che ascoltano, il limite è il numero massimo di canali trasmissibili in contemporanea alle risoluzioni richieste (ad oggi alcune decine di migliaia per satellite in SD/HD).
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Perdita di soldi e tempo
      - Scritto da: xte
      ... e le TV possono benissimo montare un
      decoder sat built-in come ne montano uno
      DTT.Quelle che ho visto io il ricevitore e il decoder sat lo montano già.Che poi in Italia non sia mai utilizzato, perché satellitare significa SKY, e SKY Italia non fornisce il modulo da inserire nell'apposito slot nella TV, per poteri imporre il suo decoder, è un altro discorso.In Germania SKY Deutschland questo giochetto non lo fa (o molto probabilmente non lo può fare), e il modulo te lo da.
Chiudi i commenti