Web mobile, rischio assuefazione?

Nuovo studio e nuove paure in merito alla diffusione degli smartphone. Che in un modo o nell'altro ci stanno cambiando

Roma – Un nuovo studio sulle influenze della diffusione degli smartphone sulle abitudini e sulla vita degli utenti conferma che qualche controindicazione c’è . Soprattutto se se ne fa un utilizzo intensivo.

Secondo uno studio pubblicato dalla rivista Personal and Ubiquitous Computing il possesso di uno smartphone con connessione mobile spinge più facilmente gli utenti all’assuefazione e “all’abitudine al check”, alla pratica, cioè, di controllare spesso il menù, le notizie e le social app .

Si tratterebbe insomma della ripetizione di un gesto che dura meno di 30 secondi, ma che coinvolge l’utente in ogni momento della sua giornata: pratica che, con l’aggiunta di informazioni interessanti da seguire, si intensifica. Uno degli esperimenti condotti, per esempio, ha aggiunto ai contatti di rubrica dati geolocalizzati seguendone i movimenti: davanti a queste nuove informazioni l’utente si è dimostrato predisposto a controllare ancora più spesso il dispositivo.

Il ricercatore dell’Helsinki Institute Antti Oulasvirta si preoccupa del fatto che questo piccolo gesto “rappresenti inizialmente una risposta naturale ad alcune situazioni come la noia, per poi diventare un comportamento messo in atto qualsiasi cosa succeda intorno”, estraniando di fatto l’utente dalle cose del mondo reale.

Insomma, magari si tratta in gran parte “solo” di un comportamento fastidioso per i colleghi o per chi sta vicino, ma rischia anche di diventare qualcosa di più profondo con pericolose conseguenze, per esempio, per la pervasività del lavoro all’interno del tempo libero e la non piena attenzione riservata alla guida.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Roberto Pulito scrive:
    Banalizzando
    allora dovrebbe essere altrettanto sbagliato svagarsi con i soldatini di plastica, con i fucili ad aria compressa o con il Risiko. Perché poi da grandi si diventa automaticamente dei criminali con manie di conquista delluniverso. Come dire che tutte le bambine cresciute con bambolotti e pentoline oggi fanno le casalinghe con 8 figli a carico e i bigodini fissi i testa.Possibile che nessuna di loro sia diventata una donna manager?Non sopporto che lipotesi contraria non venga neppure considerata. Ok, diciamo che lintrattenimento nutre lo spirito e quindi contribuisce a formare il carattere ma perché non può essere un bene per liberarci dal male? Perché dovrei automaticamente passare al Lato Oscuro? Voglio dire chi è cresciuto a film di Rambo, Doom e GTA, da grande magari è diventato un poliziotto che protegge gli innocenti...
  • Ubunto scrive:
    Ma il TG1 perché
    Certo che bisogna essere proprio dei giornalai, come lo sono quelli del TG1, per fare confusione fra l'uso di un videogame e le motivazioni di fondo che hanno portato al gesto di un uomo dalla mente distorta.Ma il TG1 perché non si è domandato come mai quel deviato mentale avesse delle armi e le possedesse grazie a una regolare licenza?Eppure le sue tendenze violente e omofobe non erano un mistero, dato che le propagandava pure sul web.Nell'articolo del corriere si apprende che "Anders Breivik" utilizzava droge stimolanti per l'incremento di massa muscolare e aggressività, l TG1 a questo dettaglio non ha fatto caso?Nel frammento di diario, verso la fine, apprendiamo che:" <i
    Oggi, per la prima volta, ho pregato molto. Ho spiegato a Dio che, a meno che non voglia vedere lalleanza marxista islamica e alcuni islamici dEuropa distruggere la cristianità europea nei prossimi cento anni, deve far sì che i guerrieri in lotta per la cristianità europea prevalgano. Deve assicurare il sucXXXXX della mia missione; ispirare centinaia di rivoluzionari conservatori/nazionalisti anticomunisti e anti-islamici in tutta lEuropa... </i
    "Ovviamente l'idea che le convinzioni demenziali di questo tipo, siano state amplificate da campagne politiche di gruppi extra-conservatori attivi in Norvegia, non è mica venuta in mente ai giornalai del TG1 vero?I giornalai che lavorano alla RAI non fanno servizio pubblico, fanno disinformazione, sono degli incompetenti e vanno licenziati.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Ma il TG1 perché
      - Scritto da: Ubunto
      Certo che bisogna essere proprio dei giornalai,
      come lo sono quelli del TG1, per fare confusione
      fra l'uso di un videogame e le motivazioni di
      fondo che hanno portato al gesto di un uomo dalla
      mente
      distorta.

      Ma il TG1 perché non si è domandato come mai quel
      deviato mentale avesse delle armi e le possedesse
      grazie a una regolare
      licenza?
      Eppure le sue tendenze violente e omofobe non
      erano un mistero, dato che le propagandava pure
      sul
      web.

      Nell'articolo del corriere si apprende che
      "Anders Breivik" utilizzava droge stimolanti per
      l'incremento di massa muscolare e aggressività, l
      TG1 a questo dettaglio non ha fatto
      caso?

      Nel frammento di diario, verso la fine,
      apprendiamo
      che:
      " <i
      Oggi, per la prima volta, ho pregato
      molto. Ho spiegato a Dio che, a meno che non
      voglia vedere lalleanza marxista islamica e
      alcuni islamici dEuropa distruggere la
      cristianità europea nei prossimi cento anni, deve
      far sì che i guerrieri in lotta per la
      cristianità europea prevalgano. Deve assicurare
      il sucXXXXX della mia missione; ispirare
      centinaia di rivoluzionari
      conservatori/nazionalisti anticomunisti e
      anti-islamici in tutta lEuropa... </i

      "

      Ovviamente l'idea che le convinzioni demenziali
      di questo tipo, siano state amplificate da
      campagne politiche di gruppi extra-conservatori
      attivi in Norvegia, non è mica venuta in mente ai
      giornalai del TG1
      vero?

      I giornalai che lavorano alla RAI non fanno
      servizio pubblico, fanno disinformazione, sono
      degli incompetenti e vanno
      licenziati.Tra l'altro pure in italia.... cioè feltri che ha dato dell'incapace alle vittime, perchè detta da lui, potevano sopraffarlo (facile parlare con il sedere al caldo, vero ?), poi borghezzio che trova condivisibile le idee del tipo, certo per come si è espresso, sembra che giustificava il massacro. La stampa norvegese non ha tardato a parlare di borghezio, facendoci fare l'ennesima magra figura...
      • Franky scrive:
        Re: Ma il TG1 perché
        - Scritto da: Sgabbio
        - Scritto da: Ubunto

        Certo che bisogna essere proprio dei
        giornalai,

        come lo sono quelli del TG1, per fare
        confusione

        fra l'uso di un videogame e le motivazioni di

        fondo che hanno portato al gesto di un uomo
        dalla

        mente

        distorta.



        Ma il TG1 perché non si è domandato come mai
        quel

        deviato mentale avesse delle armi e le
        possedesse

        grazie a una regolare

        licenza?

        Eppure le sue tendenze violente e omofobe non

        erano un mistero, dato che le propagandava
        pure

        sul

        web.



        Nell'articolo del corriere si apprende che

        "Anders Breivik" utilizzava droge stimolanti
        per

        l'incremento di massa muscolare e
        aggressività,
        l

        TG1 a questo dettaglio non ha fatto

        caso?



        Nel frammento di diario, verso la fine,

        apprendiamo

        che:

        " <i
        Oggi, per la prima volta, ho
        pregato

        molto. Ho spiegato a Dio che, a meno che non

        voglia vedere lalleanza marxista islamica e

        alcuni islamici dEuropa distruggere la

        cristianità europea nei prossimi cento anni,
        deve

        far sì che i guerrieri in lotta per la

        cristianità europea prevalgano. Deve
        assicurare

        il sucXXXXX della mia missione; ispirare

        centinaia di rivoluzionari

        conservatori/nazionalisti anticomunisti e

        anti-islamici in tutta lEuropa... </i


        "



        Ovviamente l'idea che le convinzioni
        demenziali

        di questo tipo, siano state amplificate da

        campagne politiche di gruppi
        extra-conservatori

        attivi in Norvegia, non è mica venuta in
        mente
        ai

        giornalai del TG1

        vero?



        I giornalai che lavorano alla RAI non fanno

        servizio pubblico, fanno disinformazione,
        sono

        degli incompetenti e vanno

        licenziati.

        Tra l'altro pure in italia.... cioè feltri che ha
        dato dell'incapace alle vittime, perchè detta da
        lui, potevano sopraffarlo (facile parlare con il
        sedere al caldo, vero ?),
        Dai che c'entra lui e' un supereroe... sai che lui ha affermato che non ci sono "mafiosi" in Molise perche' ci sono i terribili "sunniti molisani" che lo hanno impedito...non ci c'e' ne sono molti perche' il Molise e' la regione piu' povera del meridione...ecco perche'...altro che sunniti molisani... ma non abbiamo dubbi che nelle sue vene scorra sangue da "sunnita molisano" e che lui possa disarmare senza armi un cecchino con la forza del pensiero... dai un vero "sunnita molisano" puo' fare questo e altro...(rotfl)
      • Franky scrive:
        Re: Ma il TG1 perché
        - Scritto da: Sgabbio
        La stampa norvegese non ha tardato a
        parlare di borghezio, facendoci fare l'ennesima
        magra
        figura...a noi? E che c'entriamo con lui? Al suo partito caso mai...ma se leggi la stampa internazionale sai che in Nord Europa sanno molto piu' di quanto non sappiamo noi stessi...quindi ovviamente saranno incavolati...ma non tanto sorpresi...(dopo tutto gli ultranazionalisti c'e' li hanno pure loro!!! solo che non hanno partiti al governo i cui membri condividono le loro idee...)
      • Ubunto scrive:
        Re: Ma il TG1 perché
        Borghezio per le sue affermazioni è stato sopeso da nonsochecosa per 3 mesi, ma lui di sospeso ha già il cervello, è quello il problema.
    • Franky scrive:
      Re: Ma il TG1 perché
      - Scritto da: Ubunto
      Certo che bisogna essere proprio dei giornalai,
      come lo sono quelli del TG1, per fare confusione
      fra l'uso di un videogame e le motivazioni di
      fondo che hanno portato al gesto di un uomo dalla
      mente
      distorta.

      Ma il TG1 perché non si è domandato come mai quel
      deviato mentale avesse delle armi e le possedesse
      grazie a una regolare
      licenza?
      Eppure le sue tendenze violente e omofobe non
      erano un mistero, dato che le propagandava pure
      sul
      web.

      Nell'articolo del corriere si apprende che
      "Anders Breivik" utilizzava droge stimolanti per
      l'incremento di massa muscolare e aggressività, l
      TG1 a questo dettaglio non ha fatto
      caso?

      Nel frammento di diario, verso la fine,
      apprendiamo
      che:
      " <i
      Oggi, per la prima volta, ho pregato
      molto. Ho spiegato a Dio che, a meno che non
      voglia vedere lalleanza marxista islamica e
      alcuni islamici dEuropa distruggere la
      cristianità europea nei prossimi cento anni, deve
      far sì che i guerrieri in lotta per la
      cristianità europea prevalgano. Deve assicurare
      il sucXXXXX della mia missione; ispirare
      centinaia di rivoluzionari
      conservatori/nazionalisti anticomunisti e
      anti-islamici in tutta lEuropa... </i

      "

      Ovviamente l'idea che le convinzioni demenziali
      di questo tipo, siano state amplificate da
      campagne politiche di gruppi extra-conservatori
      attivi in Norvegia, non è mica venuta in mente ai
      giornalai del TG1
      vero?

      I giornalai che lavorano alla RAI non fanno
      servizio pubblico, fanno disinformazione, sono
      degli incompetenti e vanno
      licenziati.lo fanno di proposito... "ultraconservatori nazionalisti"...non ti ricordano proprio nessuno....guarda un po' qua...:-------------------------------------------------------------------- <<Borghezio: ''Idee di Breivik condivisibili''E Calderoli chiede scusa alla Norvegia

      qui:http://www.repubblica.it/politica/2011/07/26/news/borghezio_norvegia-19635604/ma soprattutto:"Sconcertante intervento dell'onorevole leghista durante la trasmissione 'La zanzara' di Radio24, a proposito dell'assassino terrorista norvegese: "Molte sue idee sono buone, alcune ottime. E' per colpa dell'invasione degli immigrati se poi sono sfociate nella violenza." Ecco una parte dell'intervista "http://tv.repubblica.it/dossier/oslo-attentato-norvegia/borghezio-idee-di-breivik-condivisibili/73350/71641--------------------------------------------------------------------------
    • Franky scrive:
      Re: Ma il TG1 perché
      - Scritto da: Ubunto
      I giornalai che lavorano alla RAI non fanno
      servizio pubblico,ma non e' un "servizio pubblico" mica se tu gli chiedi di dire qualcosa ti invitano e te la fanno dire...non e' mica un autobus o un treno che e' un servizio rivolto a chiunque...e' semplicemente un "televisione di stato" come c'e' ne sono tante altre che rispecchia le opinioni di chi e' in quel momento al governo ed in minima parte le opinioni dei vari partiti che l'hanno lottizzata... mettetevi in quella testaccia dura che "azienda statale" vuol dire qualcosa che e' controllata direttamente dalla politica... ( in realta' in Italia sia che una cosa sia pubblica sia che sia privata loro ci mettono sempre lo zampino...quindi la differenza non si nota molto...)...ed ovviamente tenendo presente questo traete le vostre conclusioni da voi...su cosa e' bene che sia pubblico e cosa e' bene che sia privato...(ossia non controllato dalla partitocrazia)
      fanno disinformazionecome tutte le televisioni di stato del resto...
      • Ubunto scrive:
        Re: Ma il TG1 perché
        Parafrasavo certe affermazioni utilizzate riguardo l'operato di giornalisti veri, che oltre a fornire i loro commenti, hanno spesso documentato con riprese sul campo (anche in luoghi difficili e rischiosi per la vita degli operatori) le cose che cercavano di comunicare; e che tuttavia sono stati gambizzati perché mostravano realtà scomode.
    • Be&O scrive:
      Re: Ma il TG1 perché
      Menzolini fa solo il lavoro per cui il Premier lo paga!
  • TADsince1995 scrive:
    Forse una minima percentuale...
    Ho visto pure io l'altro giorno questo delirante servizio al telegiornale. Ero con mia madre e sono rimasto in silenzio a osservare le sue reazioni. Ovviamente per i primi minuti la vocina angosciata della cronista e le immagini accuratamente selezionate hanno fatto il loro effetto su una persona di un'altra generazione e teledipendente. Alla fine del pietoso servizio ho detto a mia madre: mi hai comprato il C64 quando avevo 6 anni e giocavo a Cauldron e Barbarian, ma non sono diventato ne uno stregone, ne ho mai tagliato la testa a nessuno. Sull'Amiga ho giocato a Mortal Kombat e a Cannon Fodder, sul PC ho giocato a Doom, Quake, Sin, Carmageddon, Hitman vari, Postal, Painkiller, Crysis e chissà quanti altri giochi violenti.Insomma più di un quarto di secolo di videogiochi violenti, dovrei essere come minimo una sorta di Hannibal Lecter armato fino ai denti. A quel punto mia madre ha cambiato idea e ha ammesso che forse questo tipo di giochi possono essere stimolanti su persone che già non sono sane di mente. Ma a quel punto che facciamo? Vietiamo la produzione di giochi violenti perché c'è uno 0.1% di persone che potrebbero esserne deviate? Aggiungiamo un bollino PEGI che indica che il gioco non è vendibile agli squilibrati a prescindere dall'età?E' chiaro che una stimolazione audiovisiva di altissimo impatto come quelle dei videogiochi moderni possano amplificare la follia presente in un cervello malato. Ma NON esserne la causa.Ma, nel caso specifico, prima di dare la colpa ai videogiochi chiediamoci come ha fatto questo tizio a comprare legalmente un arma automatica (assolutamente illegale in italia, almeno per uso civile, non so in Norvegia) con una quantità di munizioni che gli ha permesso di sparare per un'ora e mezza (in Italia anche l'acquisto di munizioni deve essere registrato, se non mi sbaglio) Chiediamoci come ha fatto a dotarsi della divisa di poliziotto e a camminare con mitraglietta, fucile e pistole senza che nessuno si insospettisse. Chiediamoci come mai nessuno è intervenuto per un'ora e mezza a Utoya, mentre questo uccideva dozzine di ragazzini (e tanti altri nel frattempo chiamavano la polizia!), un ritardo che forse non sarebbe sucXXXXX nemmeno qui in Italia.
    • ThEnOra scrive:
      Re: Forse una minima percentuale...
      - Scritto da: TADsince1995
      A quel
      punto mia madre ha cambiato idea e ha ammesso che
      forse questo tipo di giochi possono essere
      stimolanti su persone che già non sono sane di
      mente.Sintesi perfetta! Per renderla più generale al posto di "giochi" metterei "contenuti".Complimenti alla mamma! :D
  • prova123 scrive:
    Non mi risulta ....
    che gli antichi romani giocassero a Crysis...avessero imparato a gestire e schiavizzare la gente giocando da Age of Empires...è dal medioevo che diamo la caccia alle streghe, quando c'è qualcosa che non sappiamo controllare incolpiamo sempre la novità (veramente i videogiochi esistono da più di 30 anni per i meno informati) ...Jack lo squartatore a che videogioco si ispirava?La storia dell'umanità è andata avanti con bagni di sangue ... molto prima di Space War del 1961."I videogiochi che generano violenza" sono le classiche argomentazioni da psicologi da spiaggia.A questi spiego semplicemente cosa accade quando un videogiocatore gioca ad un gioco violento :| come crysis:Inizia il gioco, maledetto alieno .... muori, muori ... maledetti C.E.L.L. vi eliminerò tutti... Fine della sessione di gioco si spegne il PC e si ritorna alle normali attività.Quando si esce dal gioco, ma la persona rimane nel gioco, il problema è della persona non del gioco (il gioco è SPENTO!!!!!). Anzichè sparare ca**ate, fate riaprire i manicomi e curate seriamente le persone che hanno di questi problemi.
    • prova123 scrive:
      Re: Non mi risulta ....
      Le luci psichedeliche evidenziano problemi di epilessia, non la causano.Allo stesso modo i videogiochi violenti potrebbero essere un sistema diagnostico per persone che hanno disturbi relativi alla personalità ed alla relazione con l'esterno. Per favore, adesso iniziate a lavorare veramente.
      • Burp scrive:
        Re: Non mi risulta ....
        - Scritto da: prova123
        Le luci psichedeliche evidenziano problemi di
        epilessia, non la
        causano.
        Allo stesso modo i videogiochi violenti
        potrebbero essere un sistema diagnostico per
        persone che hanno disturbi relativi alla
        personalità ed alla relazione con l'esterno. Per
        favore, adesso iniziate a lavorare
        veramente.Bravo! Che si inizi a lavorare sulle cause vere, sui veri problemi di fondo, anziché cercare il facile capro espiatorio di turno.
      • rudy scrive:
        Re: Non mi risulta ....
        l'idea di sistema diagnostico sarebbe carina, non fosse che i nostri solerti serissimi e preparatissimi psicologi ci mettrebbero tutti dentro dopo pochi secondi di prova..
        • prova123 scrive:
          Re: Non mi risulta ....
          No! Perchè a questo punto utilizzerei la nanosuit in modalità Power!!! Col cavolo che mi tengono dentro!!!! (rotfl)
  • Ilvio scrive:
    Strano che...
    ...invece non abbiano dato la colpa a Silvio. Oramai e' sport nazionale.
    • Sergio scrive:
      Re: Strano che...
      - Scritto da: Ilvio
      ...invece non abbiano dato la colpa a Silvio.
      Oramai e' sport
      nazionale.no. i TUO Silvio si fa le minorenni e compra i giudici. non ha tempo per massacrare i giovani.... almeno fisicamente intendo.......voi di forza Italia siete patetici.....
      • Burp scrive:
        Re: Strano che...
        - Scritto da: Sergio
        - Scritto da: Ilvio

        ...invece non abbiano dato la colpa a Silvio.

        Oramai e' sport

        nazionale.

        no. i TUO Silvio si fa le minorenni e compra i
        giudici. non ha tempo per massacrare i
        giovani.... almeno fisicamente
        intendo....

        ...voi di forza Italia siete patetici.....Ma poi anche quando non c'entra nulla e non gliene frega un ca... a nessuno, ce lo mettono proprio loro, in crisi d'astinenza da Silvio? (rotfl)
    • AMEN scrive:
      Re: Strano che...
      - Scritto da: Ilvio
      ...invece non abbiano dato la colpa a Silvio.
      Oramai e' sport nazionale.Beh, vedi cosa è riuscita a ruttar fuori la Carlucci sulla Winehouse...E comunque in Norvegia è stata tutta colpa di Pisapia!
  • Rover scrive:
    Cosa c'entra Manson?
    Trovo il citare manson fuori luogo.Manson, all'epoca, era già un criminale incallito che era entrato e uscito di prigione a seguito di vari reati tutti caratterizzati da comportamenti violenti.Il norvegese invece sembrava un cittadino perfetto.E' ovvio che i comportamenti deviati e antisociali sono sempre esistiti, ma ritengo che alcune moderne tecnologie facilitino il mascheramento di queste problematiche e amplifichino al contempo i problemi che derivano da questi individui con disturbi del comportamento.La pazzia è un'altra cosa.In sostanza: non è colpa di videogiochi, eccetera, ma amplificano il disturbo aiutando al contempo a mascherarlo.E ora spazio ai soliti trolloni che devono difendere le poche idee che albergano nel loro cervello a spada tratta.Saluti e buona discussione
    • Luca scrive:
      Re: Cosa c'entra Manson?
      Dovrò stare attento a un amico allora O_O ( :P )Comunque è fantasticamente banale la psicologia di chi biasima e accusa qualcuno di qualsivoglia comportamento e brutto atteggiamento, non accorgendosi di farlo proprio perchè ne è il primo ad averli O_O Sono convinto che esistano pure detti popolari a riguardo, anche se al momento non ne ricordo ^^
    • mik.fp scrive:
      Re: Cosa c'entra Manson?
      In verita' anche tecnologie antiche come un banalissimo bastone trovato per terra ad ogni angolo di strada di campagna da sempre hanno ispirato l'uso antisociale ... eppure mi pare che la popolazione terrestre sia sempre aumentata anche e soprattutto grazie alle moderne tecnologie come l'aspirina e l'antibiotico che ne hanno permesso la crescita, e nonostante l'abuso di altre tecnologie moderne come il moschetto e la bomba atomica che sono state usate per diminuire la popolazione.Personalmente trovo antisociali e violente tutte quelle tecnologie che si prefiggono di selezionare la razza; parlo dell'eugenetica nazista, i colloqui lavorativi di selezione, gli psichiatri che decidono cosa e' normale da cosa non lo e' ... uso della tecnologia a scopo di selezione della specie. Altro che videogiochi!Per questo secondo me tu sei una mina vagante: cosi' sicuro di essere sano, che ti limiti a considerare pazzia tutto cio' che e' diverso da te. Come Hitler.- Scritto da: Rover
      Trovo il citare manson fuori luogo.
      Manson, all'epoca, era già un criminale incallito
      che era entrato e uscito di prigione a seguito di
      vari reati tutti caratterizzati da comportamenti
      violenti.
      Il norvegese invece sembrava un cittadino
      perfetto.
      E' ovvio che i comportamenti deviati e
      antisociali sono sempre esistiti, ma ritengo che
      alcune moderne tecnologie facilitino il
      mascheramento di queste problematiche e
      amplifichino al contempo i problemi che derivano
      da questi individui con disturbi del
      comportamento.
      La pazzia è un'altra cosa.
      In sostanza: non è colpa di videogiochi,
      eccetera, ma amplificano il disturbo aiutando al
      contempo a
      mascherarlo.
      E ora spazio ai soliti trolloni che devono
      difendere le poche idee che albergano nel loro
      cervello a spada
      tratta.
      Saluti e buona discussione
  • Funz scrive:
    Ne ho qualche milione sulla coscienza
    Dai tempi di Pacman ho divorato/sparato/schiacciato/fraggato/arso/esploso parecchi milioni di personaggi di pixel, tra alieni, terroristi, mostri, demoni, mafiosi, poliziotti, teppisti... chissà quanti ergastoli mi merito :DUltimamente da quando c'è Steam che tiene il conto, mi sono reso responsabile pure di centomila zombi barbaramente freddati!
  • Homo Polemicus scrive:
    Ma secondo voi...
    Come potrebbe il TG1, con i riferimenti ideologici che ha, raccontare che Breivik si definisce soprattutto "Cristiano Fondamentalista" e che è influenzato, più che dai giochi (che sono appunto giochi), dalle letture Bilbliche (che si presentano come Verità Assoluta e Divina)?
    • ciccio pasticcio quello vero scrive:
      Re: Ma secondo voi...
      - Scritto da: Homo Polemicus
      Come potrebbe il TG1, con i riferimenti
      ideologici che ha, raccontare che Breivik si
      definisce soprattutto "Cristiano Fondamentalista"
      e che è influenzato, più che dai giochi (che sono
      appunto giochi), dalle letture Bilbliche (che si
      presentano come Verità Assoluta e
      Divina)?forse ti sfugge che in Norvegia la religione di stato è Evangelico-Luterana, che ha ben poco a che fare con i "pericolosi riferimenti ideologici" del TG1 che, a detta di molti, sarebbero Cattolici data la (sempre pericolosa) sudditanza al Vaticano.Ma ovviamente è più facile parlare senza documentarsi, eh..
      • Surak 2.0 scrive:
        Re: Ma secondo voi...
        Sì, ma il tipo sembra essere dell'infima minoranza cattolica (o almeno lo accreditano come tale), solo che poi non era per niente della tipologia "bigotta" o comunque praticante e oltretutto puntava a far secco anche il Papa, quindi alla fine il riferimento al cristianesimo era solo un modo per costruire una sorta d'identificazione unitaria contro i nemici islam e marxismo.Insomma, farneticazioni pure dove ognuno può liberamente speculare politicamente.
    • Franky scrive:
      Re: Ma secondo voi...
      - Scritto da: Homo Polemicus
      Come potrebbe il TG1, con i riferimenti
      ideologici che ha, raccontare che Breivik si
      definisce soprattutto "Cristiano Fondamentalista"
      e che è influenzato, più che dai giochi (che sono
      appunto giochi), dalle letture Bilbliche (che si
      presentano come Verità Assoluta e
      Divina)?loro secondo me...hanno una sorta di rimorso di coscienza...perche' sanno che hanno propagandato per anni l'immagine dell'slamico assassino da cui difenndersi e dello straniero delinquente che invade la nazione ed impone i suoi costumi...ed ora per scaricarsi la coscienza da questo giornalismo irresponsabile che loro sanno bene di aver perpetuato provano a mettere in testa di quei 4 gatti che li guardano l'idea che loro non c'entrino niente e che la colpa sia da imputarsi ai videogiochi o ad altre cause...
    • Burp scrive:
      Re: Ma secondo voi...
      - Scritto da: Homo Polemicus
      le letture BilblicheDio ha ragione:http://lario3.splinder.com/post/25256394/dio
  • stefano scrive:
    il giovane holsen
    Tutti i serial killer aveva "il giovane holden" nelle loro librerie.Vietiamo questo libro?
    • Metal_neo scrive:
      Re: il giovane holsen
      Secondo me sì. Poi sarebbe da mettere un buon controllo sui libri, in modo che quelli non approvati da Moccia non possano essere venduti. Sarebbero da vietare tutti i giochi violenti.Anche i pokemon per esempio. È pieno di ragazzi di 10 anni che scappano di casa per girare il mondo e fare a brandelli gli animali che trovano per fargli stare dentro delle sfere. Anche quei maledetti manga sono da vietare!! Ma vi immaginate se realizzassero un videogame su Kenshiro!?!? I bambini andrebbero in giro per le strade ad urlare e a far esplodere la gente dopo averla toccata nei punti vitali!!
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: il giovane holsen
        - Scritto da: Metal_neo
        Secondo me sì. Poi sarebbe da mettere un buon
        controllo sui libri, in modo che quelli non
        approvati da Moccia non possano essere venduti.
        Sarebbero da vietare tutti i giochi
        violenti.Anche i pokemon per esempio. È
        pieno di ragazzi di 10 anni che scappano di casa
        per girare il mondo e fare a brandelli gli
        animali che trovano per fargli stare dentro delle
        sfere. Anche quei maledetti manga sono da
        vietare!! Ma vi immaginate se realizzassero un
        videogame su Kenshiro!?!? I bambini andrebbero in
        giro per le strade ad urlare e a far esplodere la
        gente dopo averla toccata nei punti
        vitali!!mitico Hokuto....
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: il giovane holsen
        - Scritto da: Metal_neo Ma vi immaginate se realizzassero un
        videogame su Kenshiro!?!? Ne hanno realizzati diversi in varie epoche.Alcuni piuttosto recenti.
        • Sgabbio scrive:
          Re: il giovane holsen
          quelli decenti però son pochi, come buona parte dei videogiochi in cui si basano su un anime...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: il giovane holsen
            - Scritto da: Sgabbio
            quelli decenti però son pochi, come buona parte
            dei videogiochi in cui si basano su un
            anime...Mi pare ne sia uscito uno nel 2009 per xbox su motore uengine3
          • Sgabbio scrive:
            Re: il giovane holsen
            Si ma è indecente come giocabilità, si basa sul concetto di Dinsaty warrior, se lo conosci sai bene a cosa alludo.Ne stanno facendo uno cosi anche per Saint seiya....(Poi vedere come hanno trasformato mamya....)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: il giovane holsen
            - Scritto da: Sgabbio
            Si ma è indecente come giocabilità, si basa sul
            concetto di Dinsaty warrior, se lo conosci sai
            bene a cosa
            alludo.

            Ne stanno facendo uno cosi anche per Saint
            seiya....

            (Poi vedere come hanno trasformato mamya....)Ma guarda non sono un consollaro quindi ho solo letto la notizia e visto un paio di screenshot e mi è sembrato uno stupido "cammina cammina squarta squarta" anche se va detto che ad esempio "wolverine" su pc è sostanzialmente la stessa cosa.
          • Sgabbio scrive:
            Re: il giovane holsen
            puoi sempre guardare i video su youtube per farti una idea :DComunque in giocabilità è un piattume, grazie ai nemici poco intelligenti...peccato... però nonostante i suoi difetti, in italia è stato apprezzato :D
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: il giovane holsen
      - Scritto da: stefano
      Tutti i serial killer aveva "il giovane holden"
      nelle loro
      librerie.
      Vietiamo questo libro?Tutti no, magari qualcuno sì, io ricordo solo quello che uccise John Lennon sì che gli si avvicinò per chiedergli un autografo sulla sua copia del Giovane Holden e non era un serial killer.Il libro ben prima di quell'evento fu inserito in una lista nera di libri che non potevano essere presenti nelle biblioteche.
      • Metal_neo scrive:
        Re: il giovane holsen
        Non sarebbe corretto. Un pò come dire di bandire i coltelli perchè sono armi, ma allora il macellaio non mi potrebbe più preparare le salsicce. Invece di accanirsi su libri e videogame, perchè non ci si accanisce contro questi pazzi o contro sette o movimenti che minano la società. È legittimo comportarsi come meglio si crede, ma se si inizia ad istigare alla violenza verso altre persone allora è meglio prendere provvedimenti. Ricorso che in europa ci sono ancora movimenti xenofobi, nazisti e in italia è ancora presente il fascismo. E per stessa amissione di politici o personaggi di spicco, non discorsi da centro sociale.
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: il giovane holsen
          - Scritto da: Metal_neo
          Non sarebbe corretto. Non ho detto che è corretto, ma che l'hanno fatto.
  • Davide scrive:
    Commento
    Sono d'accordo con il TG. Sempre più psicologi confermano che c'è un legame forte tra quello che vediamo e quello che poi pensiamo. Soprattutto per quanto riguarda i videogiochi che diventano sempre più realistici e coinvolgenti. Sono sicuro che non sono poche le menti che vengono condizionate dai videogiochi e dai cartoni animati violenti. A molti piace impersonare l'eroe del videogioco. Sono infatti numerosissime le mods che permettono di attaccare la propria faccia al personaggio. Inoltre, visto che i mondi virtuali non sono più pixelosi come ai tempi di Deatwhish 3 su c64 (che fu viatato in alcune nazioni) le scene diventano sempre più cruente.
    • styx scrive:
      Re: Commento
      - Scritto da: Davide
      Sono d'accordo con il TG. Sempre più psicologi
      confermano che c'è un legame forte tra quello che
      vediamo e quello che poi pensiamo. Soprattutto
      per quanto riguarda i videogiochi che diventano
      sempre più realistici e coinvolgenti. Sono sicuro
      che non sono poche le menti che vengono
      condizionate dai videogiochi e dai cartoni
      animati violenti. A molti piace impersonare
      l'eroe del videogioco. Sono infatti numerosissime
      le mods che permettono di attaccare la propria
      faccia al personaggio. Inoltre, visto che i mondi
      virtuali non sono più pixelosi come ai tempi di
      Deatwhish 3 su c64 (che fu viatato in alcune
      nazioni) le scene diventano sempre più
      cruente.e chissa' Luca Annunziata, autore di questo articolo di strenua difesa dei videogames, quanti ne ha ammazzati! criceti, tartarughe, lottatori ninja, militari, vecchietti che attraversano la strada, goblin e alieni di alphacentauri, ... niente e' stato risparmiato da questo giornalista aFFaFFino..
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Commento
      - Scritto da: Davide
      Sono d'accordo con il TG. Sempre più psicologi
      confermano che c'è un legame forte tra quello che
      vediamo e quello che poi pensiamo. Soprattutto
      per quanto riguarda i videogiochi che diventano
      sempre più realistici e coinvolgenti. Sono sicuro
      che non sono poche le menti che vengono
      condizionate dai videogiochi e dai cartoni
      animati violenti. A molti piace impersonare
      l'eroe del videogioco. Sono infatti numerosissime
      le mods che permettono di attaccare la propria
      faccia al personaggio. Inoltre, visto che i mondi
      virtuali non sono più pixelosi come ai tempi di
      Deatwhish 3 su c64 (che fu viatato in alcune
      nazioni) le scene diventano sempre più
      cruente.e borghezio che piu' di una volta si e' definito cavaliere celtico che passa un giorno si e uno si sul tg1 come la mettiamo ?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Commento
        - Scritto da: Picchiatell o
        - Scritto da: Davide

        Sono d'accordo con il TG. Sempre più
        psicologi

        confermano che c'è un legame forte tra
        quello
        che

        vediamo e quello che poi pensiamo.
        Soprattutto

        per quanto riguarda i videogiochi che
        diventano

        sempre più realistici e coinvolgenti. Sono
        sicuro

        che non sono poche le menti che vengono

        condizionate dai videogiochi e dai cartoni

        animati violenti. A molti piace impersonare

        l'eroe del videogioco. Sono infatti
        numerosissime

        le mods che permettono di attaccare la
        propria

        faccia al personaggio. Inoltre, visto che i
        mondi

        virtuali non sono più pixelosi come ai tempi
        di

        Deatwhish 3 su c64 (che fu viatato in alcune

        nazioni) le scene diventano sempre più

        cruente.

        e borghezio che piu' di una volta si e' definito
        cavaliere celtico che passa un giorno si e uno si
        sul tg1 come la mettiamo
        ?Beh capirei mi parlassi di persone che assurgono nei loro campi a esempi... un grande calciatore, un presentatore famoso, un politico stimato.... ma Borghezio chi lo stima?
        • Picchiatell o scrive:
          Re: Commento
          - Scritto da: Enjoy with Us

          Beh capirei mi parlassi di persone che assurgono
          nei loro campi a esempi... un grande calciatore,
          un presentatore famoso, un politico stimato....
          ma Borghezio chi lo
          stima?appunto tutta sta' bufera su un videogioco e poi si liberano in tv certi personaggi....
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Commento
      - Scritto da: Davide
      Sono d'accordo con il TG. Sempre più psicologi
      confermano che c'è un legame forte tra quello che
      vediamo e quello che poi pensiamo. Soprattutto
      per quanto riguarda i videogiochi che diventano
      sempre più realistici e coinvolgenti. Sono sicuro
      che non sono poche le menti che vengono
      condizionate dai videogiochi e dai cartoni
      animati violenti. A molti piace impersonare
      l'eroe del videogioco. Sono infatti numerosissime
      le mods che permettono di attaccare la propria
      faccia al personaggio. Inoltre, visto che i mondi
      virtuali non sono più pixelosi come ai tempi di
      Deatwhish 3 su c64 (che fu viatato in alcune
      nazioni) le scene diventano sempre più
      cruente.Forse non hai tutti i torti, effettivamente il giocare ossessivamente a certi videogiochi può esporre personalità deboli a dei rischi emulativi nella vita reale... ma nei videogiochi sparatutto è proprio necessario un certo macabro realismo nelle uccisioni o magari se ne potrebbe fare a meno?
      • panda rossa scrive:
        Re: Commento
        - Scritto da: Enjoy with Us
        ma nei videogiochi sparatutto
        è proprio necessario un certo macabro realismo
        nelle uccisioni o magari se ne potrebbe fare a
        meno?Io ho sempre e solo giocato agli sparatutto che si spara a mostri, alieni e zombi.Con l'unica eccezione di wolfstein che pero' era decisamente molto fumettoso.Non mi piacerebbe uno sparatutto dove i bersagli siano esseri umani.
        • Burp scrive:
          Re: Commento
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Enjoy with Us

          ma nei videogiochi sparatutto

          è proprio necessario un certo macabro
          realismo

          nelle uccisioni o magari se ne potrebbe fare
          a

          meno?

          Io ho sempre e solo giocato agli sparatutto che
          si spara a mostri, alieni e
          zombi.
          Con l'unica eccezione di wolfstein che pero' era
          decisamente molto
          fumettoso.

          Non mi piacerebbe uno sparatutto dove i bersagli
          siano esseri
          umani.Neanche io: preferisco una bella mazza ferrata o un'ascia bipenne, la testa spappolata o che salta via, il fiotto di sangue che pulsa dal collo reciso... Sublime! :D Ma se a uno piace il gore se lo guarda, se non gli piace, basta che ci sia l'opzione e non rompe le palle. Che si facciano opzioni e ci sia libertà di scelta. Perché mai bisognerebbe tranciare il divertimento a tanti solo perché in giro c'è qualche malato di mente che chissà potrebbe forse può darsi... e qualche moralista che vuole imporre agli altri la sua morale basata su argomenti fallaci e ragionamenti superficiali? Non parlo di te, Panda, eh?
    • Franky scrive:
      Re: Commento
      - Scritto da: Davide
      Sono d'accordo con il TG. Sempre più psicologi
      confermano che c'è un legame forte tra quello che
      vediamo e quello che poi pensiamo.
      ed ecco perche' bisognerebbe vietare tg come il tg1...che mettono nella testa delle mente piu' labili...idee come quelle che gli stranieri sono tutti delinquenti...e che gli islamici siano tutti pazzoidi...poi le sente una mente disturbata queste notizie ed ovviamente se la prendecon il primo straniero... o con la prima persona che gli viene a tiro...quindi non sono i videogiochi il problema...ma la propaganda:http://tv.repubblica.it/dossier/oslo-attentato-norvegia/borghezio-idee-di-breivik-condivisibili/73350/71641http://www.repubblica.it/politica/2011/07/26/news/borghezio_norvegia-19635604/
      • Burp scrive:
        Re: Commento
        - Scritto da: Franky
        - Scritto da: Davide

        Sono d'accordo con il TG. Sempre più
        psicologi

        confermano che c'è un legame forte tra
        quello
        che

        vediamo e quello che poi pensiamo.


        ed ecco perche' bisognerebbe vietare tg come il
        tg1...che mettono nella testa delle mente piu'
        labili...idee come quelle che gli stranieri sono
        tutti delinquenti...e che gli islamici siano
        tutti
        pazzoidi...
        poi le sente una mente disturbata queste notizie
        ed ovviamente se la
        prende
        con il primo straniero... o con la prima persona
        che gli viene a
        tiro...
        quindi non sono i videogiochi il problema...ma la
        propaganda:

        http://tv.repubblica.it/dossier/oslo-attentato-nor

        http://www.repubblica.it/politica/2011/07/26/news/Infatti poi da queste notizie arrivano sempre i fenomeni di emulazione. Un conto è la fantasia, un conto sapere che qualcun altro l'ha fatto davvero. Si... può... FARE!!
        • Franky scrive:
          Re: Commento
          - Scritto da: Burp

          Infatti poi da queste notizie arrivano sempre i
          fenomeni di emulazione. Un conto è la fantasia,
          un conto sapere che qualcun altro l'ha fatto
          davvero. Si... può...
          FARE!!appunto e l'ha detto pure il pazzoide che non vedeva l'ora di farsi arrestare per fare propaganda e proseliti attraverso la stampa...quindi se l'ha capito lui...(che e' pazzo) vuol dire che e' un concetto semplice da capire...
  • Davide scrive:
    Commento
    Sono d'accordo con il TG. Sempre più psicologi confermano che c'è un legame forte tra quello che vediamo e quello che poi pensiamo. Soprattutto per quanto riguarda i videogiochi che diventano sempre più realistici e coinvolgenti. Sono sicuro che non sono poche le menti che vengono condizionate dai videogiochi e dai cartoni animati violenti. A molti piace impersonare l'eroe del videogioco. Sono infatti numerosissime le mods che permettono di attaccare la propria faccia al personaggio. Inoltre, visto che i mondi virtuali non sono più pixelosi come ai tempi di Deatwhish 3 su c64 (che fu viatato in alcune nazioni) le scene diventano sempre più cruente.
    • Lemon scrive:
      Re: Commento
      - Scritto da: Davide
      Sono d'accordo con il TG. Sempre più psicologi
      confermano che c'è un legame forte tra quello che
      vediamo e quello che poi pensiamo. Soprattutto
      per quanto riguarda i videogiochi che diventano
      sempre più realistici e coinvolgenti. Sono sicuro
      che non sono poche le menti che vengono
      condizionate dai videogiochi e dai cartoni
      animati violenti. A molti piace impersonare
      l'eroe del videogioco. Sono infatti numerosissime
      le mods che permettono di attaccare la propria
      faccia al personaggio. Inoltre, visto che i mondi
      virtuali non sono più pixelosi come ai tempi di
      Deatwhish 3 su c64 (che fu viatato in alcune
      nazioni) le scene diventano sempre più
      cruente.Ammesso e non conXXXXX allora dovremmo vietare un sacco di cose. Da dove iniziamo?
      • La mamma del demonio scrive:
        Re: Commento
        potremmo vietare di vivere, il 100% di chi commette omicidi al momento dell'atto è vivo...
        • Fesion scrive:
          Re: Commento
          Non è vero: se ti ti avveleno la cena e prima che tu mangi mi suicido, sono morto all'atto dell'omicidio.
          • jaro scrive:
            Re: Commento
            - Scritto da: Fesion
            Non è vero: se ti ti avveleno la cena e prima che
            tu mangi mi suicido, sono morto all'atto
            dell'omicidio.Nel momento in cui mi avveleni la cena stai compiendo l'atto, non nel momento in cui io la mangio.
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Commento
      quali psicologi? sulla base di quali studi? hanno provato la diretta correlazione? e come spiegano la sterminata quantità di videogiocatori (come il sottoscritto) che non hanno mai commesso atti di violenza?http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/11_luglio_26/lite-semaforo-sperona-uccide-motociclista-1901173435420.shtmle questo settantunenne a cosa avrà giocato? carmageddon?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Commento
        - Scritto da: Luca Annunziata
        quali psicologi? sulla base di quali studi? hanno
        provato la diretta correlazione? e come spiegano
        la sterminata quantità di videogiocatori (come il
        sottoscritto) che non hanno mai commesso atti di
        violenza?
        Per ora....
        http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/1

        e questo settantunenne a cosa avrà giocato?
        carmageddon?Secondo me il settantunenne in questione ha molte attenuanti... non so se avete visto la foto della "vittima", non voglio fare il "lombroso" di turno, ma certo che il tipo palestrato, pieno di tatuaggi e che per un diverbio su una precedenza (con ogni probabilità da Lui non rispettata) che sputa sugli occhiali del settantunenne, non è che mi ispiri eccessiva pietà!Ora il settantunenne si difende dicendo che si è trattato di un incidente involontario legato alla guida in stato alterato dopo l'insulto ricevuto, condannabile certo, ma forse non siamo davanti ad un omicidio volontario ma ad uno colposo!
        • panda rossa scrive:
          Re: Commento
          - Scritto da: Enjoy with Us
          ma forse non siamo davanti ad
          un omicidio volontario ma ad uno
          colposo!Non so come sia andata, perche' pure io, come te, mi devo accontentare di quanto riportato dai giornalisti, che sono famosi per raccontar balle e cercare sensazionalismi.Ma parte che il vecchietto, dopo aver stirato il palestrato la prima volta, abbia ingranato la retro e gli sia passato sopra una seconda volta.Se questa cosa verra' accertata, c'e' ben poco di colposo a mio parere.
        • Burp scrive:
          Re: Commento
          - Scritto da: Enjoy with Us
          - Scritto da: Luca Annunziata

          quali psicologi? sulla base di quali studi?
          hanno

          provato la diretta correlazione? e come
          spiegano

          la sterminata quantità di videogiocatori
          (come
          il

          sottoscritto) che non hanno mai commesso
          atti
          di

          violenza?



          Per ora....Ah una minaccia... ok, allora quando decidi di imbracciare il fucile alla CoD per fare stragi di macachi allo zoo, dillo, che vengo a filmarti col cellulare, che poi lo metto su Youtube. Poi andiamo a rubare auto come in GTA e a fare spezzatino di pedoni come Carmageddon. Poi ci fermiamo su un cavalcavia a tirare le pietre, come... non ricordo il gioco, comunque alla sera torniamo che dobbiamo uccidere qualche studentessa inglese con la nostra amica americana, proprio come... boh, ma si vede in TV. Ma solo dopo aver tirato miniature del duomo a qualche presidente del consiglio di passaggio. Ah quello... Non ricordo neanche quello che gioco fosse. Infine concluderemo con una notte di sesso sfrenato e ti mangerò, perché ti amo. Credo che Jack lo Squartatore giocasse a Farmville.


          http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/1



          e questo settantunenne a cosa avrà giocato?

          carmageddon?

          Secondo me il settantunenne in questione ha molte
          attenuanti... non so se avete visto la foto della
          "vittima", non voglio fare il "lombroso" di
          turno, ma certo che il tipo palestrato, pieno di
          tatuaggi e che per un diverbio su una precedenza
          (con ogni probabilità da Lui non rispettata) che
          sputa sugli occhiali del settantunenne, non è che
          mi ispiri eccessiva
          pietà!Ah... quindi dici che era grande e grosso avrebbe fatto XXXXXXX con lo scooter, fatto lo XXXXXXXne, litigato col conducente di un auto e, avendo visto che era solo un vecchietto inerme, gli ha sputato pure in faccia. :10 punti!Ma come nei migliori racconti horror, la vittima non era così inerme... Capita sempre di trovare qualcuno più **** e pazzo di te. :(
          Ora il settantunenne si difende dicendo che si è
          trattato di un incidente involontario legato alla
          guida in stato alterato dopo l'insulto ricevuto,
          condannabile certo, ma forse non siamo davanti ad
          un omicidio volontario ma ad uno
          colposo!Macché! I giornalisti dicono che se lo sarebbe trascinato dietro aggrappato alla targa e quando la targa si è staccata, lui avrebbe fatto inversione per completare l'opera, mettendo sotto anche una romena in bici e poi è tornato indietro per recuperare la targa, dove è stato bloccato dai passanti. E lui "Ops, stavo cercando di parlargli!"http://www.gazzettino.it/articolo.php?id=157549&sez=ITALIA1000 punti!Se il vecchietto matto si fosse sfogato ogni tanto con una sana partita come fanno i giovinastri, forse ora il presunto gradasso palestrato (adesso pianto come vittima e martire e chissà che non gli intitolino una via o una piazza), non sarebbe cibo per vermi.O forse no: se uno è matto, è matto comunque.
      • Lucadiver scrive:
        Re: Commento
        io gioco a GTA4 quindi sono un ergastolano che sadicamente uccide tutti gli esseri viventi nel raggio di 15 km... (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Burp scrive:
        Re: Commento
        - Scritto da: Luca Annunziata
        quali psicologi? sulla base di quali studi? hanno
        provato la diretta correlazione? e come spiegano
        la sterminata quantità di videogiocatori (come il
        sottoscritto) che non hanno mai commesso atti di
        violenza?

        http://milano.corriere.it/milano/notizie/cronaca/1

        e questo settantunenne a cosa avrà giocato?
        carmageddon?Avrà fatto 1000 punti! :D
    • AMEN scrive:
      Re: Commento
      - Scritto da: Davide
      Sono d'accordo con il TG. Sempre più psicologi
      confermano che c'è un legame forte tra quello che
      vediamo e quello che poi pensiamo. Allora dobbiamo chiudere Studio Aperto, per dire
    • depredato scrive:
      Re: Commento
      in effetti e' dai tempi.... dei primi cartoni animati giapponesi (penso il 1978)..che si sentono dire ste XXXXXXXte.....ancora non capisco come posso aver fatto a non fare stragi dopo tutti i cartoni che ho visto e i videogame violenti a cui ho giocato.....forse non me ne sono accorto ma devo aver veicolato tutta la mia frustrante violenza nel fare 2 figli..andare a lavorare all'alba e pagare il mutuo...bah
      • depredato scrive:
        Re: Commento
        - Scritto da: depredato
        in effetti e' dai tempi.... dei primi cartoni
        animati giapponesi (penso il 1978)..che si
        sentono dire ste XXXXXXXte.....ancora non capisco
        come posso aver fatto a non fare stragi dopo
        tutti i cartoni che ho visto e i videogame
        violenti a cui ho giocato.....forse non me ne
        sono accorto ma devo aver veicolato tutta la mia
        frustrante violenza nel fare 2 figli..andare a
        lavorare all'alba e pagare il
        mutuo...bah.... era per davide..non avevo quotato
      • jaro scrive:
        Re: Commento
        - Scritto da: depredato
        in effetti e' dai tempi.... dei primi cartoni
        animati giapponesi (penso il 1978)..che si
        sentono dire ste XXXXXXXte.....Ma anche dal 1954(http://en.wikipedia.org/wiki/Seduction_of_the_Innocent)
  • ilfurbo2 scrive:
    allenamento dei neonazisti
    non e' cretino ma e' da farabutti scaricare sui videogiochi la colpa di aver tollerato colpevolmente i neonazisti locali (che ora chiamano pazzo, come se la cosa piu naturale di un comune pazzo sia fare una strage di 100 persone..). non sorprende che le nostre tv siano corse al volo.pero, come dicevo sotto, che uno lo usi per allenarsi alla grande per realizzare meglio la sua caxxata, indubbimente il dubbio ci sta.. vero che poi come sto stronxx si e' procurato un fucile da guerra si procurava anche un simulatore da guerra.
    • Kim Jong il scrive:
      Re: allenamento dei neonazisti
      Ma ben venga che i pazzi usino mw2 come simulatore di guerra, almeno quando sono "nell'azione" non riescono a colpire un bersaglio a mezzo metro.
  • kurtz77 scrive:
    Sto giocando a Mafia II...
    ...proprio in questi ultimi giorni e pur trovandolo valido e con una buona storia, spesso rimango interdetto dalla freddezza di Vito Scaletta nel compiere i suoi atti criminosi (anche se ai danni di altri criminali).Non penso diventerò mafioso per questo, anzi la rappresentazione di Cosa Nostra mi porta a riflettere, più che altro, sulla vita di m3*#a che deve fare sta gente per i soldi e il potere.
  • ThEnOra scrive:
    Bell'articolo!
    Complimenti!Ottimo articolo. Quasi quasi lo giro ad AESVI ed al MOIGE!
    • panda rossa scrive:
      Re: Bell'articolo!
      - Scritto da: ThEnOra
      Complimenti!
      Ottimo articolo. Quasi quasi lo giro ad AESVI ed
      al
      MOIGE!Che roba e' aesvi?
      • styx scrive:
        Re: Bell'articolo!
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: ThEnOra

        Complimenti!

        Ottimo articolo. Quasi quasi lo giro ad
        AESVI
        ed

        al

        MOIGE!

        Che roba e' aesvi?l'associazione dell'industria dei videogiochi
        • panda rossa scrive:
          Re: Bell'articolo!
          - Scritto da: styx
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: ThEnOra


          Complimenti!


          Ottimo articolo. Quasi quasi lo giro ad

          AESVI

          ed


          al


          MOIGE!



          Che roba e' aesvi?
          l'associazione dell'industria dei videogiochiNon ci sono abbastanza parassiti nel settore dell'intrattenimento?Occorre pure associarli e quindi aggiungerne degli altri.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Bell'articolo!
            esagerato.
          • Fesion scrive:
            Re: Bell'articolo!
            Di solito gli associati pagano una quota d'associazione annua e questi sono i fondi di cui vive l'associazione stessa, quindi non dovrebbero essere parassiti, a meno che non ci siano contributi statali di mezzo
          • panda rossa scrive:
            Re: Bell'articolo!
            - Scritto da: Fesion
            Di solito gli associati pagano una quota
            d'associazione annua e questi sono i fondi di cui
            vive l'associazione stessa, Quota che viene poi ricaricata sul costo del software al dettaglio, che ti credi?
            quindi non dovrebbero
            essere parassiti, a meno che non ci siano
            contributi statali di
            mezzoBasta guardare il presidente dell'associazione. Se e' un politico o amico di politici allora ci sono anche contributi statali, versati con la solita assenza di trasparenza, all'italiana.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Bell'articolo!
            Vai nel loro sito (aesvi.it - facile no?) e troverai le risposte ai dubbi che hai sollevato.
          • Lucadiver scrive:
            Re: Bell'articolo!
            Moige = <b
            M </b
            afia <b
            O </b
            rganizzata degli <b
            I </b
            ntransigenti <b
            G </b
            enitori <b
            E </b
            terosessuali
          • Franky scrive:
            Re: Bell'articolo!
            - Scritto da: Lucadiver
            Moige =

            <b
            M </b
            afia
            <b
            O </b
            rganizzata degli
            <b
            I </b
            ntransigenti
            <b
            G </b
            enitori
            <b
            E </b
            terosessualinon sono daccordo sulla "E" finale...per me vuol dire "estremisti bigotti"...non eterosessuali...anzi mi viene pure il dubbio che lo siano dato che fanno tante storie se il figlio guarda una donnina in santa pace...
      • Lucadiver scrive:
        Re: Bell'articolo!
        http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/MoigeChe schifo il moige
    • Herbert B. scrive:
      Re: Bell'articolo!
      Ah è bello!!
  • panda rossa scrive:
    I tiggi' istigatori di criminalita'
    E' un fatto accertato.Il 100% degli autori dei crimini piu' efferati ha guardato un tiggi' alla tv.E molti di loro hanno pure seguito gli approfondimenti di bruno vespa e i suoi plastici.Quindi possiamo concludere che sono i tiggi' ad istigare la criminalita' e a provocare nelle menti deboli quegli istinti omicidi che poi li portano a compiere gesti insani che coinvolgono vittime innocenti.
    • Fesion scrive:
      Re: I tiggi' istigatori di criminalita'
      Bè vendendo il TG1 quando ci sono gli editoriali di Minzolini l'istinto omicida verrebbe pure a me...
      • ciccio pasticcio quello vero scrive:
        Re: I tiggi' istigatori di criminalita'
        - Scritto da: Fesion
        Bè vendendo il TG1 quando ci sono gli editoriali
        di Minzolini l'istinto omicida verrebbe pure a
        me...eh sì, meglio il tg3... quello sì che è neutrale e indipendente :D
      • Lucadiver scrive:
        Re: I tiggi' istigatori di criminalita'
        a me viene di più l'istinto da piromane verso gli studi del suddetto tiggì (rotfl)
    • ilfurbo2 scrive:
      Re: I tiggi' istigatori di criminalita'
      collegare i videogiochi alla realizzazione omicida e' la cosa piu cretina si possa immaginare, come appunto dimostri collegandolo al guardare la TV o magari fare una abbondante colazione la mattina.Ma che uno, coll'istinto omicida (che ha per caxxi suoi, non certo per il videogioco), usi pero' un videogioco per allenarsi, e molto bene, per realizzare la sua mostruosa azione, be' direi che e' sicuro. su questo punto qualche dubbietto puo venire, a un non giocatore.. ma il vero punto e' che in nordeuropa tollerano da anni i neonazisti locali (vedi romanzi svedesi), e qui c''e da discutere molto perche', forse perche' finora al massimo ci lasciava la capocchia qualche immigrato o alternativo e gli stava abbastanza bene.ora pero gli hanno fatto una strage in casa.. e allora sono i videogiochi, si manco a mio nonno..
    • Picchiatell o scrive:
      Re: I tiggi' istigatori di criminalita'
      - Scritto da: panda rossa
      E' un fatto accertato.
      Il 100% degli autori dei crimini piu' efferati ha
      guardato un tiggi' alla
      tv.
      E molti di loro hanno pure seguito gli
      approfondimenti di bruno vespa e i suoi
      plastici.

      Quindi possiamo concludere che sono i tiggi' ad
      istigare la criminalita' e a provocare nelle
      menti deboli quegli istinti omicidi che poi li
      portano a compiere gesti insani che coinvolgono
      vittime
      innocenti.beh un criminale potrebbe benissimo trarre spunto dai tg... o condurli se preferisci
    • Franky scrive:
      Re: I tiggi' istigatori di criminalita'
      - Scritto da: panda rossa
      E' un fatto accertato.
      Il 100% degli autori dei crimini piu' efferati ha
      guardato un tiggi' alla
      tv.
      E molti di loro hanno pure seguito gli
      approfondimenti di bruno vespa e i suoi
      plastici.

      Quindi possiamo concludere che sono i tiggi' ad
      istigare la criminalita' e a provocare nelle
      menti deboli quegli istinti omicidi che poi li
      portano a compiere gesti insani che coinvolgono
      vittime
      innocenti.esattamente...e' assurdo che tanti milioni di bigotti si lamentino perche' il proprio figlio minorenne guarda i XXXXX su internet...che sono educativi insegnano a vivere sono innocui...fanno di tutto per vietare ai loro figli di guardare una donnina in tv in fascia protetta...e poi gli fanno vedere un intervento di un leghista alle 20.00 di sera o una strage...o notizie assurde di genitori che ammazzano i figli...figli che ammazzano i genitori...mariti che uccidono le mogli...mogli che uccidono i mariti... e poi naturalmente non si lamentano nemmeno se i loro figli guardano santoni,maghi...astrologi, capi religiosi...che mettono nella mente dei loro figli tanti pregiudizi e idee strane...dopotutto questa strage e' frutto di una persona che e' stata suggestionata dopo aver sentito comizi filo-leghisti a credere che le persone che credono in altro dio...sono persone pronte ad uccidere tutti ...e che le persone che accolgono queste persone...sono persone pericolose per la loro stessa sicurezza... ed allora cosa fa il "folle"?Si trasforma in uno di loro e fa una strage...quindi se non avesse visto comizi filo-leghisti e visto tg condotti da "giornalisti irresponsabili" che gli hanno messo queste idee in testa...non avrebbe fatto quello che ha fatto...quindi concordo con Panda la tv e la propaganda...sono la causa di ogni male...
      • silvan scrive:
        Re: I tiggi' istigatori di criminalita'
        Altro che filo-leghisti o giornalisti irresponsabili, se vuoi istigare alla violenza ti basta far guardare alla TV gli interventi da guerriglia dei NO-TAV, oppure quelli dei centri sociali.
  • CICCIO scrive:
    sono gli stessi ragionamenti
    degli anti armi.se un delitto è commesso con un arma da fuoco, apriti cielo, vengono messi alla gogna tutti i possessori di armi che siano cacciatorisportivi ecc.ovviamente ci si guarda bene dal riportate quelle notizie ove l'uso legittimo delle armi da fuoco ha salvato le vittime.la propria difesa personale non può essere demandata allo stato perchè complentamente inefficace.i CC arrivano DOPO che è commessa la violenza.D'altronde negli USA i cosiddetti "assalti in villa" sono molto minori percentualmente che dalle nostre parti, la i malviventi sanno che 9 volte su 10 il padrone di casa è in compagnia di Smith e Wesson!http://davekopel.org/Kopel-in-Italiano.htm
    • ilfurbo scrive:
      Re: sono gli stessi ragionamenti
      in generale piu armi ci sono piu omicidi vengono commessi, e non ci vuole molto a capirlo, chi limita il possesso di armi non e' cretino ne' pacifista. l'argomento pero' e' fuori discussione, vai a farlo su un sito dedicato alle armi, magari norvegese..
      • MegaJock scrive:
        Re: sono gli stessi ragionamenti
        - Scritto da: ilfurbo
        in generale piu armi ci sono piu omicidi vengono
        commessi, e non ci vuole molto a capirlo, chi
        limita il possesso di armi non e' cretino ne'
        pacifista.
        In Svizzera è pieno di armi. Si sta piuttosto bene.
        • Burp scrive:
          Re: sono gli stessi ragionamenti
          - Scritto da: MegaJock
          - Scritto da: ilfurbo

          in generale piu armi ci sono piu omicidi
          vengono

          commessi, e non ci vuole molto a capirlo, chi

          limita il possesso di armi non e' cretino ne'

          pacifista.



          In Svizzera è pieno di armi. Si sta piuttosto
          bene.Non tutti gli Svizzeri la pensano così...http://www.nonviolenza.ch/index.php?option=com_content&view=article&id=70:si-alla-protezione-dalla-violenza-perpetrata-con-le-armi&catid=34:newsMa il referendum è stato bocciato.
          • MegaJock scrive:
            Re: sono gli stessi ragionamenti
            - Scritto da: Burp
            Non tutti gli Svizzeri la pensano così...
            http://www.nonviolenza.ch/index.php?option=com_con
            Ma il referendum è stato bocciato.Infatti. :)Quella piccola minoranza può trasferirsi in UK e farsi sparare addosso dalle eroiche forze speciali della polizia britannica che difendono l'amata Albione dagli elettricisti brasiliani.
    • styx scrive:
      Re: sono gli stessi ragionamenti
      - Scritto da: CICCIO
      degli anti armi.
      se un delitto è commesso con un arma da fuoco,
      apriti cielo,

      vengono messi alla gogna tutti i possessori di
      armi che siano
      cacciatori
      sportivi ecc.sei italo-Texano, vero?
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: sono gli stessi ragionamenti
      - Scritto da: CICCIO
      degli anti armi.
      se un delitto è commesso con un arma da fuoco,
      apriti cielo,
      Vedi da una parte c'è il problema dei crimini commessi con le armi.Dall'altra c'è il problema di chi usa queste armi in modo legittimo e non ama una regolamentazione troppo stretta.Bastava non costruirle e il problema neanche c'era.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: sono gli stessi ragionamenti

        Bastava non costruirle e il problema neanche
        c'era.Bastava che i tuoi genitori avessero usato un contraccettivo, e molti problemi non ci sarebbero stati.
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: sono gli stessi ragionamenti
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Bastava non costruirle e il problema neanche

          c'era.

          Bastava che i tuoi genitori avessero usato un
          contraccettivo, e molti problemi non ci sarebbero
          stati.Quali problemi? Il fatto che ci sia gente che la pensi diversamente da te?Questo che dici è molto poco libertario come concetto. Vuoi eliminare il dissenso. Così come in passato hai proposto la galera per chi non pubblica con creative commons. O di fregartene di tutti quei lavoratori che sono danneggiati dalla pirateria solo perché tu ne trai molto vantaggio. Forse vorresti anche il ritorno di quello che faceva arrivare i treni in orario o del baffone sovietico.
      • Franky scrive:
        Re: sono gli stessi ragionamenti
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        Bastava non costruirle e il problema neanche
        c'era.qui il ragionamento funziona..dal momento che un'arma puo' servire solo ad una cosa...: ad ammazzare qualcuno...ed ecco che quindi non costruirle proprio... poteva essere per davvero una buona soluzione...
    • logicamente non loggato scrive:
      Re: sono gli stessi ragionamenti
      - Scritto da: CICCIO
      D'altronde negli USA i cosiddetti "assalti in
      villa" sono molto minori

      percentualmente che dalle nostre parti,Secondo le mie fonti, ultimi dati USA risalenti al 2009 - dati Italia 2003 -, è vero l'esatto opposto: si parla di circa 69 rapine per 100.000 abitanti in Italia (di queste circa l'88% in case, per strada e nei negozi) contro le circa 108 per 100.000 abitanti negli USA (la classificazione è diversa da quella italiana ma si può stimare una percentuale leggermente superiore al 90% per differenza con le altre localizzazioni). Ancora peggiori i dati che riguardano gli omicidi.
      la i
      malviventi sanno che 9 volte su 10 il padrone di
      casa è in compagnia di Smith e
      Wesson!e per questo i malviventi si sono "acXXXXXriati" con armi automatiche...Mi pare quindi che il tuo ragionamento e quello espresso nell'articolo (che invece condivido) non siano proprio coincidenti.
      • ciccio scrive:
        Re: sono gli stessi ragionamenti
        - Scritto da: logicamente non loggato
        - Scritto da: CICCIO


        D'altronde negli USA i cosiddetti "assalti in

        villa" sono molto minori



        percentualmente che dalle nostre parti,

        Secondo le mie fonti, ultimi dati USA risalenti
        al 2009 - dati Italia 2003 -, è vero l'esatto
        opposto: si parla di circa 69 rapine per 100.000
        abitanti in Italia (di queste circa l'88% in
        case, per strada e nei negozi) contro le circa
        108 per 100.000 abitanti negli USA (la
        classificazione è diversa da quella italiana ma
        si può stimare una percentuale leggermente
        superiore al 90% per differenza con le altre
        localizzazioni). Ancora peggiori i dati che
        riguardano gli
        omicidi.secondo le tue fonti , invece secondo le mie il bando totale del possesso di armi in GB non ha avuto come effetto una diminuzione dei delitti.in florida dopo l'approvazione , per i residenti, del porto occulto i crimini si indirizzarono contro i turisti, i delinquenti sapevanodi non rischiare .stati USA con legislazioni liberali sulle armi sono in testa nelleclassifiche di sicurezza per i cittadini.


        la i

        malviventi sanno che 9 volte su 10 il
        padrone
        di

        casa è in compagnia di Smith e

        Wesson!

        e per questo i malviventi si sono "acXXXXXriati"
        con armi
        automatiche...ho capito, tu sei dell'idea di non difenderti e sperare nella buonasorte o nella magnanimità del tuo assalitore.contento tu
        • logicamente non loggato scrive:
          Re: sono gli stessi ragionamenti
          - Scritto da: ciccio
          - Scritto da: logicamente non loggato

          - Scritto da: CICCIO




          D'altronde negli USA i cosiddetti
          "assalti
          in


          villa" sono molto minori





          percentualmente che dalle nostre parti,



          Secondo le mie fonti, ultimi dati USA
          risalenti

          al 2009 - dati Italia 2003 -, è vero l'esatto

          opposto: si parla di circa 69 rapine per
          100.000

          abitanti in Italia (di queste circa l'88% in

          case, per strada e nei negozi) contro le
          circa


          108 per 100.000 abitanti negli USA (la

          classificazione è diversa da quella italiana
          ma

          si può stimare una percentuale leggermente

          superiore al 90% per differenza con le altre

          localizzazioni). Ancora peggiori i dati che

          riguardano gli

          omicidi.

          secondo le tue fonti ,Il Department of Justice.
          invece secondo le mie il
          bando totale del possesso di armi in GB non ha
          avuto come effetto una diminuzione dei
          delitti.Quindi smentisci ciò che avevi scritto nel post precedente dove invece affermavi che il possesso di armi RIDUCE il numero di delitti ( questo si capisce da: " <i
          negli USA i cosiddetti "assalti in villa" sono molto minori percentualmente che dalle nostre parti </i
          ").
          in florida dopo l'approvazione , per i residenti,
          del porto occulto

          i crimini si indirizzarono contro i turisti, i
          delinquenti
          sapevano
          di non rischiare .Ma quando mai? In Florida il tasso di rapine è sostanzialmente invariato da decenni, con un trend in crescita: nel 2009 circa 167 per 100.000 abitanti. Il Texas, uno degli stati più liberali con le armi aveva 153 su 100.000 nello stesso anno...
          stati USA con legislazioni liberali sulle armi
          sono in testa
          nelle
          classifiche di sicurezza per i cittadini.Se per classifiche di sicurezza intendi quelle dove in percentuale si compiono più crimini, allora hai ragione.Secondo l'ISTAT statunitense invece:http://www.census.gov/statab/ranks/rank21.html
          ho capito, tu sei dell'idea di non difenderti e
          sperare nella
          buona
          sorte o nella magnanimità del tuo assalitore.
          contento tuTemo tu non abbia capito assolutamente niente. Per quanto mi riguarda chi deve sperare nella buona sorte è colui che maneggia armi senza addestramento specifico e aggiungo che provo compassione per quelli che per sentirsi al sicuro devono tenersi un'arma in casa.So che si tratta di una diatriba priva di risposte univoche, mi hai spiegato il tuo punto di vista, ti ho illustrato il mio e siamo andata OT entrambi. Non proseguiamo oltre. Buona giornata.
          • Izio scrive:
            Re: sono gli stessi ragionamenti
            - Scritto da: logicamente non loggato

            Quindi smentisci ciò che avevi scritto nel post
            precedente dove invece affermavi che il possesso
            di armi RIDUCE il numero di delitti ( questo si
            capisce da: " <i
            negli USA i cosiddetti
            "assalti in villa" sono molto minori
            percentualmente che dalle nostre parti </i

            ").
            Scusa, non ho voglia di dirti come la vedo al riguardo, anche perché in effetti sono molto combattuto. Però devo proprio farti notare che "delitti" != "assalti in villa", quindi i tuoi dati non smentiscono affatto i suoi. Lui si riferisce ad una specifica tipologia di crimine che in Italia mi pare effettivamente molto diffusa; sanno che sei isolato, sanno che non hai modo di difenderti... alé!
          • logicamente non loggato scrive:
            Re: sono gli stessi ragionamenti
            - Scritto da: Izio
            - Scritto da: logicamente non loggato


            Quindi smentisci ciò che avevi scritto
            nel
            post

            precedente dove invece affermavi che il
            possesso

            di armi RIDUCE il numero di delitti ( questo
            si

            capisce da: " <i
            negli USA i
            cosiddetti

            "assalti in villa" sono molto minori

            percentualmente che dalle nostre parti
            </i


            ").



            Scusa, non ho voglia di dirti come la vedo al
            riguardo, anche perché in effetti sono molto
            combattuto. Ma infatti, anche se ho le mie convinzioni sono consapevole che non esista una soluzione "reale" perfetta che si possa definire oggettivamente migliore dell'altra in tutte le situazioni.
            Però devo proprio farti notare che
            "delitti" != "assalti in villa", quindi i tuoi
            dati non smentiscono affatto i suoi. Lui si
            riferisce ad una specifica tipologia di crimine
            che in Italia mi pare effettivamente molto
            diffusa; sanno che sei isolato, sanno che non hai
            modo di difenderti...
            alé!Sono consapevole della differenza, ma ho risposto puntualmente a ciccio. Infatti i dati e le statistiche che ho riportato si riferiscono, in risposta al messaggio precedente, alle "robbery" (rapine) suddivise anche per tipologia. L'altro utente ha poi scritto nel suo messaggio un'affermazione diversa (UK, nessuna diminuzione delitti etc.) alla quale ho risposto in termini di causa effetto senza postare dati - che non ho verificato: se le armi libere garantissero maggiore sicurezza, dopo il loro bando i delitti (incluse le rapine) dovrebbero SALIRE. Se questo non avviene, ed è stato ciccio a dircelo, allora o la premessa deve essere sbagliata o non sono dati significativi per dimostrare la tesi.
          • MegaJock scrive:
            Re: sono gli stessi ragionamenti
            La criminalità ha diverse cause tra cui l'assenza dello Stato, la disparità economica e sociale, i salari bassi, il costo della vita alto, la ridotta diffusione dell'educazione.Però questi sono problemi seri che richiedono un impegno serio e questo è troppo difficile: chiedere salari dignitosi per esempio fa arrabbiare le grandi imprese che potrebbero decidere di non contribuire più alle campagne elettorali e minacciare di spostarsi all'estero.Quindi meglio dare la colpa a fumetti, videogiochi, armi e scoiattoli e dare ulteriori "giri di vite" per limitare la libertà della gente al pagare le tasse e morire.
          • depredato scrive:
            Re: sono gli stessi ragionamenti
            e aggiungo che provo
            compassione per quelli che per sentirsi al sicuro
            devono tenersi un'arma in
            casa.
            Scusa l'OT...ma quando ho i ladri in casa con l'allarme che suona .....e io barricato di sopra con moglie e figlia piccola...chiamo i carabinieri e dicono che devo andare alla mattina a fare denuncia...e i ladri continuano di sotto a buttarmi tutto all'aria.....che fai ? Vieni tu?Non confondere la difesa legittima con la sicurezza...son cose molto differenti....e non pensare che si viva bene...ma esistono modi diversi?
    • aphex twin scrive:
      Re: sono gli stessi ragionamenti
      - Scritto da: CICCIO
      percentualmente che dalle nostre parti, la i
      malviventi sanno che 9 volte su 10 il padrone di
      casa è in compagnia di Smith e
      Wesson!E i criminali si attrezzeranno meglio allora.Se ti fanno saltare i nervi (succede spesso che la gente vada fuori di capoccia) ed hai una pistola sotto mano 20 anni di carcere non te li toglie nessuno.
    • mik.fp scrive:
      Re: sono gli stessi ragionamenti
      - Scritto da: CICCIO
      i CC arrivano DOPO che è commessa la violenza.
      D'altronde negli USA i cosiddetti "assalti in
      villa" sono molto minori

      percentualmente che dalle nostre parti, la i
      malviventi sanno che 9 volte su 10 il padrone di
      casa è in compagnia di Smith e
      Wesson!Si, pero' in tutti quei pochi assalti che hanno ci scappa il morto perche' sapendo che la probabilita' di trovare in villa anche Smith e Wesson, gli assaltatori si presentano in tanti e per sicurezza personale si portano dietro Beretta e Kalasnikov.Dal mio punto di vista invece armare la popolazione e' necessario se e solo se viene meno la liberta' di espressione, perche' vuol dire che il confronto non violento non e' piu' possibile.
      • Sgabbio scrive:
        Re: sono gli stessi ragionamenti
        Mi sa che in italia si crearà una forza ribelle armata....
      • depredato scrive:
        Re: sono gli stessi ragionamenti

        Dal mio punto di vista invece armare la
        popolazione e' necessario se e solo se viene meno
        la liberta' di espressione, perche' vuol dire che
        il confronto non violento non e' piu'
        possibile.la mancanza di liberta di espressione/opinione e il disarmo dei civili viaggiano parallelamente e non inversamente....http://www.davekopel.com/Italiano/Il-controllo-di-Hitler.htm
        • mik.fp scrive:
          Re: sono gli stessi ragionamenti
          - Scritto da: depredato

          Dal mio punto di vista invece armare la

          popolazione e' necessario se e solo se viene
          meno

          la liberta' di espressione, perche' vuol
          dire
          che

          il confronto non violento non e' piu'

          possibile.


          la mancanza di liberta di espressione/opinione e
          il disarmo dei civili viaggiano parallelamente e
          non
          inversamente....Questo e' un trend storicamente provabile, ma la storia non si ripete mai uguale...
          • Healty scrive:
            Re: sono gli stessi ragionamenti
            Veramente si dice che la storia è un circolo che torna sempre .-.
  • Cesare scrive:
    Videogiochi, Giochi di ruolo e armi...
    Allora, secondo i vari servizi che si sono succeduti negli anni, chi gioca con i videogiochi, con i giochi di ruolo (quelli con dadi, carta e matita), detiene armi da fuoco e gioca a softair dovrebbe essere un maniaco omicida... io faccio tutte queste cose e non ho mai ammazzato nessuno... :)
    • Wolf01 scrive:
      Re: Videogiochi, Giochi di ruolo e armi...
      Non per il momento... non per il momento...
    • mik.fp scrive:
      Re: Videogiochi, Giochi di ruolo e armi...
      - Scritto da: Cesare
      Allora, secondo i vari servizi che si sono
      succeduti negli anni, chi gioca con i
      videogiochi, con i giochi di ruolo (quelli con
      dadi, carta e matita), detiene armi da fuoco e
      gioca a softair dovrebbe essere un maniaco
      omicida... io faccio tutte queste cose e non ho
      mai ammazzato nessuno...
      :)Datti tempo :)
  • Picchiatell o scrive:
    Piu' semplicemente...
    Al conducente non piace la rete che metterà sul lastrico anche le tv il tg1 agisce di conseguenza...internet resterà, per i media tredizionali, sempre la sede preverita di pedoterroristicomunistifascisti...
    • Lemon scrive:
      Re: Piu' semplicemente...
      - Scritto da: Picchiatell o
      Al conducente non piace la rete che metterà sul
      lastrico anche le tv il tg1 agisce di
      conseguenza...
      internet resterà, per i media tredizionali,
      sempre la sede preverita di
      pedoterroristicomunistifascisti...I videogiochi si giocano anche off-line, il tuo commento è fuoriluogo
      • Picchiatell o scrive:
        Re: Piu' semplicemente...
        - Scritto da: Lemon


        I videogiochi si giocano anche off-line, il tuo
        commento è
        fuoriluogorassegnati anche tu usi internet anche tu sei un pedoterroristicomunistifascista
      • Sgabbio scrive:
        Re: Piu' semplicemente...
        Il nocciolo della questione è quello
        • Lemon scrive:
          Re: Piu' semplicemente...
          - Scritto da: Sgabbio
          Il nocciolo della questione è quelloPer niente.Che poi sia condivisibile è un altro discorso, solo che si parlava di VG, non di internet.
Chiudi i commenti