WebTheatre/ 15 secondi per le webserie

di G. Niola - Instagram e i primi esperimenti di narrazione seriale: la messa in scena è necessariamente povera, con l'obbligo di montaggio "in macchina"

Roma – Forse 15 secondi a puntata sono davvero troppo pochi (il precedente record apparteneva a 31 , in cui ovviamente ogni episodio durava 31 secondi), forse invece è solo un altro modo di fare narrativa. Da quando Instagram ha introdotto la possibilità di condividere anche video oltre alle foto e consentendo il doppio del tempo di ripresa rispetto a Vine (a fronte della medesima modalità di montaggio), qualcuno ha pensato che poteva essere un mezzo attraverso il quale raccontare storie. Ovviamente è scomodissimo (non si può linkare né il singolo video, né la singola serie), tuttavia quel che è successo dice molto sulla maniera in cui sta cambiando il racconto audiovisivo.

Tra i molti esperimenti due sembrano i più significativi. Il primo è quello rintracciabile all’account joetgold (sono i primissimi video postati), una serie di pochi episodi girata per la partecipazione ad un concorso del video via Instagram ( Instafilm ), che poi ha vinto.
È una specie di sit-com tra anziani chiamata Senior Lovin .
Le gag non sono granché, la recitazione nemmeno, ma la cosa peggiore è nettamente il montaggio, poiché Instagram non consente un ritocco dopo le riprese, tutto va fatto sul momento e i risultati si vedono.
Sembra che quel che Senior Lovin sbagli sia il fatto di voler usare Instagram come fosse YouTube, di fare quel che si fa solitamente invece di inventare qualcosa di più appropriato.

steady & shakes

E qualcosa di più appropriato è invece quello che ha fatto David Koechner , attore di Hollywood noto per ruoli comici: ha voluto sperimentare con l’amico Harland Williams una brevissima serie poliziesco-comica, praticamente l’unione di diverse gag con una blanda trama.
Koechner ha però compreso che Instagram ha delle caratteristiche e va sfruttato per quelle. Nonostante provenga da un contesto più professionale della media, il suo Steady & Shakes (registrato a luglio) è fatto appositamente male. La scelta di avere scene forzatamente dilettantesche si sposa molto bene con i problemi di montaggio di Instagram e alla fine risulta decisamente più fluida nel suo stile amatoriale di Senior Lovin .

Non siamo evidentemente lontani dal principio espresso da Michel Gondry in Be Kind Rewind?/a>, quello per il quale “i film migliori sono quelli che facciamo per noi stessi”.
Promotore di un’estetica in cui il trucco è sempre molto evidente e l’artificio si deve distinguere, Gondry è il re della messa in scena povera (anche quando ha budget grandi), cosa che lo rende santo protettore delle produzioni online. Non sembra quindi un caso che Steady & Shakes somigli a quel tipo di cinema (pur non volendone avere la forza) e forse, sebbene esasperato nella povertà di mezzi e nella brevità, è una piccola metafora di quello che cerca di fare tutto il video online.

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Con Ubuntu
    Con Ubuntu funzionano.E sono molto versatili in casa.Sui 16gb di ssd metti Ubuntu, e per i dati ti monti una partizione del nas di casa da 2-3-4 terabyte su cui stanno al "sicuro" i dati, musica, video.
    • Shiba scrive:
      Re: Con Ubuntu
      - Scritto da: iRoby
      Con Ubuntu funzionano.
      E sono molto versatili in casa.
      Sui 16gb di ssd metti Ubuntu, e per i dati ti
      monti una partizione del nas di casa da 2-3-4
      terabyte su cui stanno al "sicuro" i dati,
      musica,
      video.Potrei farci un pensierino... Di sicuro non terrei ChromeOS.
      • Phronesis scrive:
        Re: Con Ubuntu
        ciao.se non sei interessato a chromeos, onestamente ti consiglio le alternative equivalenti.Potrebbero fare strani giochi con il boot.Anche se si parla di supporto a coreboot per i baytrial, non vale per me la pena rischiare.psNon ho mai avuto fra le mani l'oggetto in discussione, prendi con le pinze questa "pulce" che ti metto nell'orecchio
  • 2014 scrive:
    questi
    http://www.intel.com/content/www/us/en/nuc/nuc-kit-d54250wyk.htmlmi sembrano decisamente meglio e meno limitanti...
    • iRoby scrive:
      Re: questi
      Il NUC a pari specifiche costa $100 in piu'
      • 2014 scrive:
        Re: questi
        - Scritto da: iRoby
        Il NUC a pari specifiche costa $100 in piu'questo:http://www.amazon.com/Intel-Next-Computing-Black-BOXDCCP847DYE/dp/B00B7I8HZ4lo danno a 145$ non mi sembrano 100 in più...
        • Phronesis scrive:
          Re: questi
          Ciao.Ovviamente si parlava di stessa configurazione.Quello che hai linkato è un celern847 (Sandy Bridge) quello dell'articolo è una cpu Haswell.Nel link che riporti si può vedere il prezzo di vendita a listino. ($285.00) poi come sai non si può fare un discorso su mercati diversi sui prezzi.Guarda è inspiegabile ma i NUC (marchiati intel) costano uno sproposito.C'è da dire che i nuovi su soc baytrial sono molto più economici. notizia di pochi giorni che ad intel costano tutto incluso sui 50$.Il prezzo è sempre stato strano dei NUC, infatti a volte le alternative costavo meno del singolo proXXXXXre che montavono al dettaglio.Ci sono stati giochi strani.Io sono arrivato all'idea che erano per gli OEM.Anche usando un fantastico (imho) case akasa conveniva (sei mesi fa feci il confronto) comprare un brix è gettare il case gigabyte.UPDATE.Non è fanless questo aggeggino presentato nell'articolo.
          • 2014 scrive:
            Re: questi
            - Scritto da: Phronesis
            Ciao.
            Ovviamente si parlava di stessa configurazione.

            Quello che hai linkato è un celern847 (Sandy
            Bridge) quello dell'articolo è una cpu
            Haswell.

            Nel link che riporti si può vedere il prezzo di
            vendita a listino. ($285.00) poi come sai non si
            può fare un discorso su mercati diversi sui
            prezzi.

            Guarda è inspiegabile ma i NUC (marchiati intel)
            costano uno
            sproposito.

            C'è da dire che i nuovi su soc baytrial sono
            molto più economici. notizia di pochi giorni che
            ad intel costano tutto incluso sui
            50$.

            Il prezzo è sempre stato strano dei NUC, infatti
            a volte le alternative costavo meno del singolo
            proXXXXXre che montavono al
            dettaglio.
            ok mi arrendo ;)
          • Phronesis scrive:
            Re: questi
            - Scritto da: 2014
            ok mi arrendo ;):)Scusa, non volevo dare l'impressione di incalzarti.Sapevo queste informazioni e le ho scritte.ciao
          • 2014 scrive:
            Re: questi
            - Scritto da: Phronesis
            - Scritto da: 2014

            ok mi arrendo ;)

            :)

            Scusa, non volevo dare l'impressione di
            incalzarti.
            Sapevo queste informazioni e le ho scritte.No, hai fatto benissimo, sono io che sono rimasto indietro su queste macchinette ;)
          • iRoby scrive:
            Re: questi
            Attenzione poi che i vecchi NUC avevano problemi di surriscaldamento del WiFi o della SSD, perché sono messe praticamente una sull'altra a contatto.I vecchi erano proprio fallati come design.
          • Funz scrive:
            Re: questi
            - Scritto da: Phronesis
            Non è fanless questo aggeggino presentato
            nell'articolo.Mi pareva strano, visto il celerone o il core che c'ha dentro.
          • Phronesis scrive:
            Re: questi
            - Scritto da: Funz
            Mi pareva strano, visto il celerone o il core che
            c'ha
            dentro.Spero solo che la ventola sia discreta, che sia buona ne dubito... sai mai :)comunque le nuove versione dei NUC (intendo le schede su cui si basano i derivati) hanno uno sata standard più una msata.Ovvero pensare di comprare un case fanless per un computer che, anche se ha una 100 in più (valutando le alternativa) nel complesso pagato per la compattezza e silenziosità estrema, potrebbe davvero essere un mini pc definitivo per lavoro e svago, e si anche lavoro, montano proXXXXXri anche di peso.Se non si videogioca la spesa (sempre intorno alle 500) per iniziare. avendo un nas per lo storage globale (backup, film, foto) potrebbe valere la resa.La cosa più "fastidiosa" e che non hanno mascherine, quindi il case deve essere predisposto per la scheda che ospita altrimenti si rischia di tappare fisicamente le porte di input.
          • sgabbello scrive:
            Re: questi
            per tutti gli sgabbi stercorari del serengeti! :o
    • Phronesis scrive:
      Re: questi
      Come dice iRobi i NUC sono immotivatamente cari.L'immotivatamente è dovuto al fatto che comprare la scheda o il "kit" costa meno che comprare gli equivalenti (basati sulla stessa scheda) di gibabyte per esempio, strano; evidentemente intel vuole venderli solo agli OEM.Anche asus li ha in listinoo con il nome vivoPC.Tornando in topic, ditemi cosa vi pare, sarà una mia fissa ma un chromiumOS sbloccato* sarebbe la distro light e per middle user perfetta.Eppure ci sono decine di distro copia-tematizza-incolla.*memore degli interventi passati, ricordo che chromeOS se non rileva la connessione ad internet non ti fa fare neanche il log-in nel sistema.
      • Phronesis scrive:
        Re: questi
        oggi avrò preso poco caffè :)- Scritto da: Phronesis
        Come dice iRob y i NUC sono immotivatamente cari.
        L'immotivatamente è dovuto al fatto che comprare
        la scheda o il "kit" costa di più che comprare gli
        equivalenti
        • ... scrive:
          Re: questi
          - Scritto da: Phronesis
          oggi avrò preso poco caffè :)[img]http://s2.punto-informatico.it/1.gif[/img]
          • Phronesis scrive:
            Re: questi
            onestamente non comprendo se mi prendi in giro, ma tant'è.Spero, nell'eventualità, l'avvenimento sia stato per te fonte di divertimento.
Chiudi i commenti