WebTheatre/ Know Your Meme

di Gabriele Niola - Il meme è l'unità minima di informazione, che si propaga da una mente ad un'altra nello stesso modo in cui un gene si propaga da un organismo ad un altro in quanto unità minima genetica. E loro lo sanno
di Gabriele Niola - Il meme è l'unità minima di informazione, che si propaga da una mente ad un'altra nello stesso modo in cui un gene si propaga da un organismo ad un altro in quanto unità minima genetica. E loro lo sanno

Così come non è possibile generare a tavolino un video virale (al massimo si possono fare dei video e sperare che diventino virali, ma non ne esiste la ricetta), allo stesso modo non è possibile dare il via ad un meme scientemente. Questo non significa però che non valga la pena studiarne e conoscerne le caratteristiche. Lo scopo non deve necessariamente essere di poterne creare a tavolino, ma può anche semplicemente essere quello di capire qualcosa di più del pubblico attraverso lo studio a posteriori di ciò di cui fruisce.
Tutto questo è Know Your Meme , uno spin-off di Rocketboom (lo show tv per internet più visto e scaricato in assoluto), che con il medesimo stile divertito, informale ma anche fortemente documentato che ha reso popolare il notiziario di Andrew Baron cerca di indagare le origini, i punti di forza e i percorsi verso la fama che hanno segnato la vita mediatica di alcuni dei più famosi meme della rete.

Innanzitutto la definizione. Nel proprio wiki quelli di Rocketboom forniscono prima la definizione condivisa da tutti del termine, quella cioè coniata dal biologo ed evoluzionista Richard Dawkins nel suo libro del 1976 Il Gene Egoista: il meme è l’unità minima di informazione, i mattoni della conoscenza che si propagano da una mente ad un’altra nello stesso modo in cui un gene si propaga da un organismo ad un altro in quanto unità minima genetica .
Un meme dunque può essere tutto: da un modo per fare qualcosa (quindi una ricetta) ad una barzelletta, da un modo di dire ad un vestito di moda. Tutto quanto si propaghi consentendo una rielaborazione personale.

In seconda battuta viene fatta una distinzione più utile nel campo dei video in rete, quella tra un meme e un video virale . Sostanzialmente mentre il secondo è qualcosa che gira e si propaga sempre nella medesima forma, il primo è qualcosa che viene continuamente ridefinito, remixato, riusato e rimesso online in maniera diversa da persone diverse. Uno spot pubblicitario può diventare un video virale mentre l’esperimento Mentos e Coca Cola era un meme perchè esistono centinaia di video di persone che l’hanno rifatto, rielaborato o anche solo citato.

In ogni puntata dello show un meme diverso viene affrontato dal punto di vista storico (come, quando e a partire da cosa si è diffuso), dal punto di vista tecnico (che idea nuova mette in piedi e che competenza richiede) e dal punto di vista sociologico (che attrattiva ha e perchè è diventato così famoso e diffuso). Come detto l’approccio è molto divertito e scanzonato, ma le cose che vengono suggerite sono molto serie.

meme

Know Your Meme allarga l’idea alla base di Rocketboom: raccontare la rete attraverso i suoi fatti e le sue storie per capirla . I meme più importanti e conosciuti segnano brevi periodi temporali, si diffondono a macchia d’olio e poi scompaiono lasciando ampie tracce in rete (tanto che spesso ritornano). Si tratta di video come quello del Technoviking (rielaborato in mille forme), quelli che risottotitolano La Caduta (il film su Adolf Hitler) o quello degli Star Wars Kid , per citarne solo alcuni dei più noti, ma in maniera ancora più pervasiva sono meme la tendenza a cantare in playback canzoni altrui oppure a realizzare video in un’unica ripresa o infine la grande attrattiva che hanno i video di “reazione” , quelli cioè in cui si filma la reazione di qualcuno a qualcos’altro.

Raccontare i meme cercando di spiegarli e capirli vuol dire raccontare il presente di un medium come internet per capire qualcosa di più sulle persone che questo medium lo usano e soprattutto su ciò che li spinge ad essere attivi. Mettendo in scena ciò che accade su internet si compie indirettamente una riflessione su chi sta dietro alla rete, sulla parte attiva degli utenti e su un pezzo di cultura popolare che si può propagare unicamente solo su un mezzo simile, incrociando le nuove potenzialità di produzione amatoriale (girare, montare, rippare, editare e musicare) con le nuove potenzialità di distribuzione (YouTube).

I meme per come li intende e li mette in scena Know Your Meme sono una caratteristica esclusiva della modernità, una forma pratica (sebbene immatura) della rielaborazione dell’unità minima di informazione delineata da Dawkins. I meme della rete rimangono sui fragili supporti digitali e non volano come le idee del mondo reale lasciando un segno che permette la ricostruzione dell’evoluzione di un’idea e dello scorrere dell’informazione. Anche se poi questa è di carattere assolutamente futile.
Sono la quintessenza dello User Generated Content perché misteriosamente attraenti in maniera totalmente involontaria, video che vengono letti dalla maggioranza delle persone in una maniera completamente diversa rispetto al modo in cui chi li ha filmati voleva che fossero letti.

KNOW YOUR MEME – LE CANZONI CANTATE IN PLAYBACK

KNOW YOUR MEME – UN’UNICA RIPRESA
KNOW YOUR MEME – TECHNOVIKING

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 01 2009
Link copiato negli appunti