WebTheatre/ La religione che fa ridere

di G. Niola - Il demiurgo è l'animatore Astutillo Smeriglia, che mette in scena dialoghi tra due prelati. Con un'ironia pungente che solo la Rete si può permettere

Roma – L’arrivo online di Preti, un cortometraggio che nella versione YouTube è diventato una webserie, fornisce l’occasione di parlare di Astutillo Smeriglia uno degli autori più interessanti del panorama italiano, che nonostante orbiti molto intorno al cinema ha in sé tutte le caratteristiche delle migliori produzioni online.

Preti

Ha un canale YouTube, Smeriglia , sul quale i suoi prodotti finiscono con cadenze non sempre certe (anche se Preti sta uscendo con regolarità) e, sia prima che dopo i passaggi festivalieri, non si lascia mai fotografare, non parla di se stesso nelle proprie opere e ha un pallino per la religione.
Preti in particolare è fondato sull’interazione tra due prelati, uno è un novellino pieno di domande e sarcasmo, l’altro, più esperto e navigato, lo sopporta. Rispetto ad altre sue produzioni è dunque decisamente più canonica nello svolgimento e minimalista nella messa in scena, ma mostra bene il mondo di riferimento dell’autore.

Nonostante l’animazione sia una parte importantissima del mondo delle webserie, in Italia in pochi la fanno (del resto anche la nostra industria cinematografica d’animazione è praticamente inesistente), Smeriglia con la consueta economia di mezzi tipica di internet disegna e anima ogni sua produzione, demiurgo totale di qualsiasi cosa faccia (ad aiutarlo in passato sono stati I licaoni , storica realtà dell’audiovisivo in rete italiano).
Ma è chiaramente il tono, la sceneggiatura e la passione per un certo tipo di umorismo a renderlo un fondamentale per le webserie italiane (lo voglia o meno, i suoi video lo sono).

Smeriglia rappresenta in forma animata molta della produzione comica che la rete italiana esprime, il suo sarcasmo, e il bersagliare continuamente la chiesa lo accomunano a moltissimi altri umoristi (più che altro testuali) emersi spontaneamente online. La religione e la sua presenza in una certa maniera ossessiva nel nostro paese è un rimosso che i principali media non trattano o trattano più che altro dal punto di vista intellettuale, non potendosi mai permettere le prese in giro dure, cattive e violente.
È quindi evidente che online quest’esigenza (che poi si tocca con mano nella realtà, nella vita quotidiana) esplode.

Ad oggi gli argomenti censurati sono realmente pochi, in televisione, in radio, nei libri, nella musica o nei fumetti si trova praticamente tutto, non c’è quasi più opinione o elemento del reale che non sia rappresentabile o criticabile. Eccezion fatta per la religione.
Dunque se c’è un ambito in cui può essere toccata con mano l’autonomia e la libertà di internet in Italia è in tutto quello che riguarda la religione. Eppure sarebbe molto limitativo confinare l’importanza della produzione di Astutillo Smeriglia solo nei suoi contenuti, quando anche la forma, la visione, l’audacia e la forza delle scene che sa immaginare (basti pensare a Il pianeta perfetto ) non hanno assolutamente nessun paragone nella produzione italiana, tantomeno online.

PRETI – EP. 1 – La genesi

PRETI – EP. 3 – La liturgia

IL PIANETA PERFETTO

Gabriele Niola
Il blog di G.N.

I precedenti scenari di G.N. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Jack scrive:
    Telefonino smart?
    Questa segmentazione del mercato così spinta comincia ad essere ridicola: lo smartphone diverso dal telefonino smart, poi qualcuno mi spiegherà che significa. Come dire che i vecchi Nokia che accedevano all'ovi store, che consentivano ai PC di accedere ad internet tramite cavo usb, di installare software complessi come i navigatori satellitari e Skype e che avevano anche il GPS non fossero degni di chiamarsi smartphone. Senza considerare che avevano cose che neanche i cellulari moderni hanno, come l'opzione di avviarsi al boot (presente in Android ma non in iOS) e di funzionare come fax. Semplicemente esistono cellulari più o meno veloci/reattivi, con marketplace più ricchi e meno ricchi.Il mercato degli smartphone presidia da tempo anche la nicchia bassa: è vero che ormai siamo tutti rincretiniti, abbiamo cellulari da 700 euro e facciamo petizioni per risparmiare meno di un dollaro su whatsapp (!), però vorrei ricordare che lo Huawei Ascend Y300 costa MENO di 100 euro, monta Android 4.1, ha un proXXXXXre Qualcomm® MSM8225, 1.0 GHz Dual core, 512 Mb di RAM, display 4" e una batteria da 1730 Mah. Certo non è una scheggia, ma questo è uno smartphone o un telefonino smart? Non rispondete per favore.
  • maxsix scrive:
    Anche il 5c copiano
    Senza ritegno.
    • cognomenome scrive:
      Re: Anche il 5c copiano
      Ah, vero, han copiato da Apple l'idea del cellulare con le cover intercambiabili.Perché Apple non si butta nel business dei rubinetti?
      • Dr Doom scrive:
        Re: Anche il 5c copiano
        - Scritto da: cognomenome
        Ah, vero, han copiato da Apple l'idea del
        cellulare con le cover
        intercambiabili.

        Perché Apple non si butta nel business dei
        rubinetti?visto che è già in quello dei cessi? :D
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Anche il 5c copiano
        - Scritto da: cognomenome
        Ah, vero, han copiato da Apple l'idea del
        cellulare con le cover
        intercambiabili.

        Perché Apple non si butta nel business dei
        rubinetti?In effetti mi sono spesso chiesto perchè Nokia non abbia denuciato tutti i produttori di cellualri del mondo da sempre. In effetti le cover intercambiabili le ha inventate lei e poi per ogni cellualre prodotto è sempre esistito un nokia precedente che gli assomigliava...
    • Anonimament e scrive:
      Re: Anche il 5c copiano
      A me sembra simile al Moto X,presentato tra l'altro ad agosto, prima del 5C.Al massimo è ispirato ai Lumia, anch'essi precedenti al 5C.Chi copia chi quindi?
    • yupa non loggato scrive:
      Re: Anche il 5c copiano
      - Scritto da: maxsix
      Senza ritegno.Al massimo hanno copiato dal nuovissimo apple iLumia 520C.(che poi quella forma e le cover colorate già si trovavano negli anni '90)
    • collione scrive:
      Re: Anche il 5c copiano
      - Scritto da: maxsix
      Senza ritegno.il che dimostra quanto sei troll, perchè ( se fossi più onesto ed intelligente ) avresti notato che è la copia del nexus s
    • bubba scrive:
      Re: Anche il 5c copiano
      - Scritto da: maxsix
      Senza ritegno.c'e' qualcosa che Apple non ha inventato?Chesso'... la macchina a vapore... il pancreas... qualcosa.
      • krane scrive:
        Re: Anche il 5c copiano
        - Scritto da: bubba
        - Scritto da: maxsix

        Senza ritegno.
        c'e' qualcosa che Apple non ha inventato?

        Chesso'... la macchina a vapore... il pancreas...
        qualcosa.Passando fuori da casa di ruppolo sentivo da dentro urlare che Apple ha inventato Dio !
  • pentolino scrive:
    I prezzi
    "se i prezzi annunciati per il mercato USA saranno confermati anche per l'Italia"confermatissimi, però si sono sbagliati ed hanno applicato un cambio 1$ = 1,5.E ovviamente è confermato il solo modello da 8G, a parer mio abbastanza inutile vista la mancanza di slot micro SD.Farò un giro da Euronics ad ammirare gli scaffali vuoti
  • rockroll scrive:
    Lo consiglierei
    Se uno ha bisogno di uno smartphone (sperando che la gente compri se ne ha bisogno e non per sfizio), pare decisamente interessante, non direi ancora un "best buy" perchè come prestazioni/prezzo deve vedersela con la validissima concorrenza asiatica non blasonata chiamata dagli snob con disprezzo "cineseria", ma almeno un "very good buy" lo definirei.Se poi qualcuno vuole spendere il doppio, è libero di farlo...
    • get the facts scrive:
      Re: Lo consiglierei
      tra la cineseria che mi consigli? xiaomi, zopo ...etc??sono la stessa roba? ogni mese salta fuori una marca nuova
      • bubba scrive:
        Re: Lo consiglierei
        - Scritto da: get the facts
        tra la cineseria che mi consigli? xiaomi, zopo
        ...etc??
        sono la stessa roba? ogni mese salta fuori una
        marca
        nuovaxiaomi non e' esattamente una 'cineseria' ... son 3 anni che sfornano roba 'impegnativa' (fatta anche in foxconn :P) che vendono a milioni di pezzi, han creato MIUI, han pure assunto un boss Google-android per iniziare ad affrontare ufficialmente il mercato internazionale...
    • cognomenome scrive:
      Re: Lo consiglierei
      C'è qualche cineseria su cui gira CM?Il Lenovo S750 sarebbe sulla carta il telefono che fa per me, ma finchè non ci potrà girare una versione di Android compilata dai sorgenti per non vale i soldi che costa.
Chiudi i commenti