WebUSB, API per accesso hardware via Web

Due ingegneri Google propongono un nuovo standard Web, una tecnologia teoricamente in grado di facilitare la gestione di quelle periferiche USB non dotate del tradizionale supporto nativo integrato negli OS moderni

Roma – Da Reilly Grant e Ken Rockot arriva la proposta di standardizzazione per WebUSB , una API (Application Program Interface) pensata per fornire capacità di accesso diretto all’hardware USB da parte di siti e pagine Web. La sicurezza è garantita, dicono i proponenti.

Grant e Rockot sono due ingegneri di Google, e una tecnologia come WebUSB sarebbe prevedibilmente l’ideale in ambienti progettati su misura per il business pubblicitario di Mountain View come ChromeOS e i terminali Internet-dipendenti commercializzati sotto il marchio Chromebook. La nuova API dovrebbe infatti fornire un modo per accedere direttamente all’hardware delle periferiche basate su cavo, una procedura che da anni non richiede più particolari complicazioni sui sistemi operativi per PC ma che lascerebbe fuori i dispositivi non standard o “inusuali”.

Diversamente da mouse, tastiere e unità di storage, spiegano i proponenti di WebUSB, dispositivi di recente fabbricazione come le stampanti 3D o i gadget IoT potrebbero richiedere un lavoro di configurazione aggiuntivo da parte dell’utente.

La nuova API semplifica tutto, almeno in teoria, e permette agli sviluppatori di interfacciarsi con i dispositivi di cui sopra tramite server remoto, semplificando la configurazione e l’installazione dei driver o addirittura aggiornando il firmware del gadget USB collegato al sistema.

Con WebUSB si semplifica tutto e lo si fa in maniera sicura, dicono Grant e Rockot, il supporto all’hardware USB diventa multi-piattaforma e “Web-ready” sostituendo il codice e gli SDK nativi necessari in precedenza. Al momento il progetto è un “work-in-progress” e gli sviluppatori terzi sono invitati a contribuire con il loro lavoro. Google e ChromeOS ringraziano in anticipo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giancarlo finesso scrive:
    BACKUP DEI DATI LA SOLA PROTEZIONE
    Sarebbe opportuno evidenziare che il miglior metodo per la protezione dei dati è una soluzione di backup avanzata. Per questo stiamo proponendo una soluzione basata sul software opensource URBACKUP e hardware ODROID - vedasi sito http://www.bakappa.it
  • ... scrive:
    nuovo modello di business
    e' un vero e proprio furto che un brufoloso senza ne' arte ne' parte ficchi il naso nei randsomeware, nuovo modello di business del terzo millennio, un sistema che tra diretto ed indotto, occupa centinaia di persone nel comparto del terziario avanzato generando profitti a tutto vantaggio dell'Economia. E' vietato il reverse del codice software, possibile che non se ne rispetti l'eula?Speriamo un una nuova version che non presti il fianco a irresponzabili attentatori del profitto sul web.
    • Il fuddaro scrive:
      Re: nuovo modello di business
      - Scritto da: ...
      e' un vero e proprio furto che un brufoloso senza
      ne' arte ne' parte ficchi il naso nei
      randsomeware, nuovo modello di business del terzo
      millennio, un sistema che tra diretto ed indotto,
      occupa centinaia di persone nel comparto del
      terziario avanzato generando profitti a tutto
      vantaggio dell'Economia. E' vietato il reverse
      del codice software, possibile che non se ne
      rispetti
      l'eula?
      Speriamo un una nuova version che non presti il
      fianco a irresponzabili attentatori del profitto
      sul
      web.Che animo puro che sei, rispettoso del lavoro altrui.
      • panda rossa scrive:
        Re: nuovo modello di business
        - Scritto da: Il fuddaro
        - Scritto da: ...

        e' un vero e proprio furto che un brufoloso
        senza

        ne' arte ne' parte ficchi il naso nei

        randsomeware, nuovo modello di business del
        terzo

        millennio, un sistema che tra diretto ed
        indotto,

        occupa centinaia di persone nel comparto del

        terziario avanzato generando profitti a tutto

        vantaggio dell'Economia. E' vietato il reverse

        del codice software, possibile che non se ne

        rispetti

        l'eula?

        Speriamo un una nuova version che non presti il

        fianco a irresponzabili attentatori del profitto

        sul

        web.

        Che animo puro che sei, rispettoso del lavoro
        altrui.Certo. Lui e' uno come l'editore dell'altro giorno, quello che viene qua a dire: "io ho lavorato, adesso mi pagate!"Stessa cosa di quelli del ramsonware: loro hanno lavorato e hanno il diritto di essere pagati.
Chiudi i commenti