Wi-Fi, irresistibile in spiaggia

Un'iniziativa californiana trasforma il wireless veloce e distribuibile in un affare turistico. Costa poco, copre vaste aree e piace a tutti. La prossima estate si prevede il delirio


Roma – C’è un brillante futuro di asso pigliatutto per la connettività wireless a banda larga da mesi sulla bocca, la penna e soprattutto le tastiere di molti. Lo sperano gli amministratori comunali di una di quelle città il cui nome è evocatore d’altri climi e altri mari: Long Beach. Nella città che si affaccia sulla più celebre delle spiagge californiane, foriera di tendenze che spesso si riverberano in tutto il grande paese a stelle e strisce, un nuovo surf è la novità del momento. Il suo nome è wi-fi.

Il Comune di Long Beach ha infatti finanziato con una spesa di soli 3mila dollari all’anno la realizzazione di un network wi-fi pubblico, liberamente accessibile da chiunque si trovi nella zona di Pine Avenue, circa quattro isolati dal centro cittadino. In sostanza, chiunque si trovi nell’area e disponga del device di connessione necessario può sfruttare il broad band wireless messo a disposizione della città.

Il network per surfare nella nuova maniera , che è stato realizzato e verrà alimentato da una serie di aziende cittadine, in sé rappresenta un’estensione logica e funzionale delle installazioni più tipiche del wi-fi, come quelle che portano il wireless in aree pubbliche quali aeroporti o altre stazioni. Nel caso di Long Beach sembra però profilarsi qualcosa di nuovo, perché l’installazione del wi-fi, grazie ad una serie di partnership, costa al comune davvero poco e viene contestualmente trasformata in un plus turistico dai locali della zona. Per attirare nuovi visitatori la prossima estate si punterà sul sole, sulle onde, sulla rete.

Uno dei funzionari del comune responsabile del progetto ha spiegato che il ritorno economico in termini di tasse locali presso gli esercenti della zona ripagherà ampiamente il comune della spesa, oltre a consentire, attraverso un portale dedicato, una pubblicizzazione ancora maggiore dei servizi e delle opportunità offerte dalla città ai suoi turisti.

In estate, quando la città si affolla decisamente, qualcuno prevede lo scatenarsi del “delirio” del broadband wireless. E in tanti ci sperano.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carletto scrive:
    E in italia invece caleremo le brache
    Da noi il provvedimento previsto in finanziaria a favore del software libero è stata affossata. E' evidente che non piaceva agli stati uniti ed il nostro governo si è immediatamente inchinato.
  • Anonimo scrive:
    E' iniziata la privatizzazione scolastic
    Il ministro Moratti l'aveva detto e lo sta facendo: la scuola italiana sarà privatizzata. I corsi di cui si parla nell'articolo sono stati presentati a chi lavora nella scuola come corsi di aggiornamento. In realtà, come ho appreso adesso dall'articolo, si tratterà di un breafing pubblicitario o poco di più...Un prof deluso
  • Anonimo scrive:
    Eccoli i missionari Microsoft....
    a diffondere il Verbo di Gates.Ok si dira'... anche gli "altri" , i sostenitori dell' Open S. fanno la stessa cosa ma mentre i primi lo fanno per ottenere potere e soldi (ma sostanzialmente potere, commerciale, culturale ecc. ecc.) almeno i secondi lo fanno per un' ideale di liberta'... E' vero che c'e' gente tra gli OpenSourcer che giocano a fare gli integralisti (e questo lo considero francamente deleterio per l' Op. S. stesso) pero' nonsono tutti cosi' ... il movimento e' eterogeneo ricco di sfumature anche se compatto nei suoi intenti fondamentali e questa, se si mantiene l' unione degli intenti di base, e' una forza ed una garanzia.Il polo M$ e' tutto compatto verso un' unico obbiettivo, secondo il quale il reale interesse dell' utenza finale e' cosa secondaria.Ma quando vedo scritte affermazioni del genere:"seminari di mezza giornata "durante i quali saranno illustrate le nozioni per amministrare e gestire una rete di Internet e Intranet all'interno di una scuola". " Rimango francamente perplesso... inuna mezza giornata si elencano gli argomenti (anche dettagliati ) dell' amministrazione e gestione delle reti...San DoKan
    • pikappa scrive:
      Re: Eccoli i missionari Microsoft....
      - Scritto da: Anonimo
      a diffondere il Verbo di Gates.

      Ok si dira'... anche gli "altri" , i
      sostenitori dell' Open S. fanno la stessa
      cosa ma mentre i primi lo fanno per ottenere
      potere e soldi (ma sostanzialmente potere,
      commerciale, culturale ecc. ecc.) almeno i
      secondi lo fanno per un' ideale di
      liberta'...
      E' vero che c'e' gente tra gli OpenSourcer
      che giocano a fare gli integralisti (e
      questo lo considero francamente deleterio
      per l' Op. S. stesso) pero' nonsono tutti
      cosi' ... il movimento e' eterogeneo ricco
      di sfumature anche se compatto nei suoi
      intenti fondamentali e questa, se si
      mantiene l' unione degli intenti di base, e'
      una forza ed una garanzia.
      Il polo M$ e' tutto compatto verso un' unico
      obbiettivo, secondo il quale il reale
      interesse dell' utenza finale e' cosa
      secondaria.Vero tutto questo, per me Linux e' solo un sistema operativo, non una religione, il modello Open Source mi piace, perche' e' semplicemente un buonissimo metodo per sviluppare software, non dimenticarti comunque anche gli integralisti M$, che riufiutano qualunque cosa non abbia scritto Microsoft o odori anche lontanamente di OpenSource(e peggio ancora di GPL!!!)
      Ma quando vedo scritte affermazioni del
      genere:
      "seminari di mezza giornata "durante i quali
      saranno illustrate le nozioni per
      amministrare e gestire una rete di Internet
      e Intranet all'interno di una scuola". "
      Rimango francamente perplesso... inuna
      mezza giornata si elencano gli argomenti
      (anche dettagliati ) dell' amministrazione e
      gestione delle reti... Le perplessita' aumentano quando senti spiegare che per installare un web server basta che cliccki su questa iconcina poi scegli questa opzione....e' facile, configuratutto lui :-O
      • enzogupi scrive:
        Re: morale?
        - Scritto da: pikappa
        Le perplessita' aumentano quando senti
        spiegare che per installare un web server
        basta che cliccki su questa iconcina poi
        scegli questa opzione....e' facile,
        configuratutto lui
        :-Oapt-get install apachecp homepage/* /var/www/ -rf(ovviamente scherzo!) ;-))))
        • pikappa scrive:
          Re: morale?
          - Scritto da: enzogupi

          - Scritto da: pikappa


          Le perplessita' aumentano quando senti

          spiegare che per installare un web server

          basta che cliccki su questa iconcina poi

          scegli questa opzione....e' facile,

          configuratutto lui

          :-O

          apt-get install apache
          cp homepage/* /var/www/ -rf

          (ovviamente scherzo!) ;-))))potrei dire che non sono click di mouse ma di tastiera :PPP(anche se io preferisco metterci qualche click di + per compilarlo e configurarlo a mano sulla mia bella SlackWare...si lo so sono malato :-)
  • Anonimo scrive:
    MANDATELI VIAAAAA
    Sicuramente meglio analfabeti che schiavi di winzozz e dei suoi simpatici programmini...
  • AdessoBasta scrive:
    Pensierino della Sera
    Mentori, evangelisti, guardiani, missionari, capi spirituali e adepti vari mi fanno coniare un'altro nomignolo per la company di Redmond, che ne pensate di MicroSETTA?Bah! Non fa niente. Buonanotte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pensierino della Sera
      - Scritto da: AdessoBasta
      Mentori, evangelisti, guardiani, missionari,
      capi spirituali e adepti vari mi fanno
      coniare un'altro nomignolo per la company di
      Redmond, che ne pensate di MicroSETTA?
      Bah! Non fa niente. Buonanotte.Da un'altra parte del forum ho letto "Microsoftology" e trovo che sia geniale :-)
  • Anonimo scrive:
    Andiamo tutti a scuola da Bill
    Che bello il Re dei "bidoni" ci insegna i suoi trucchi....
Chiudi i commenti