Wi-Fi sale sulle navi da guerra

Un progetto dell'US Navy porterà a breve sulle principali navi da guerra americane reti wireless in standard 802.11b. Questa tecnologia verrà presto messa alla prova in situazioni critiche e simulazioni di combattimento
Un progetto dell'US Navy porterà a breve sulle principali navi da guerra americane reti wireless in standard 802.11b. Questa tecnologia verrà presto messa alla prova in situazioni critiche e simulazioni di combattimento


Washington (USA) – La US Navy ha confermato il varo di un progetto che metterà a dura prova le caratteristiche tecniche e di sicurezza di Wi-Fi, il protocollo wireless formalmente noto come 802.11b e già ampiamente utilizzato in WLAN pubbliche e private.

La Marina Americana si avvarrà delle reti locali senza fili per facilitare il controllo delle navi, ridurre il numero di personale tecnico richiesto per le manovre e migliorare il monitoraggio degli strumenti di bordo.

L’iniziativa, battezzata Total Ship Monitoring, consentirà all’equipaggio e al capitano della nave da guerra di avere sott’occhio tutti i sistemi a bordo – impianto di condizionamento, motori, radar, cannoni, ecc. – da qualsiasi punto della nave e attraverso un semplice computer portatile dotato di connessione wireless.

Il sistema prevede l’installazione, su ogni componente meccanico della nave, di sensori in grado di comunicare via wireless ad un sistema centrale che si preoccupa poi di interpretare e smistare i segnali ai vari computer di bordo.

La US Navy sostiene di aver già effettuato numerosi test sulle reti wireless e, per il prossimo futuro, ha già pianificato la simulazione di situazioni critiche, come un combattimento in alto mare. Per la tecnologia Wi-Fi, che nell’occasione verrà affiancata ad un protocollo di sicurezza migliorato e in linea con gli standard militari, si prospetta dunque una sorta di prova del fuoco.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 01 2003
Link copiato negli appunti