WiFi per tutti dal provider francese Free

WiFi per tutti dal provider francese Free

L?Internet Service Provider d?oltralpe fa un gradito regalo ai suoi abbonati e apre la propria rete di punti di accesso WiFi sparsa per il paese. FON ha un concorrente in più
L?Internet Service Provider d?oltralpe fa un gradito regalo ai suoi abbonati e apre la propria rete di punti di accesso WiFi sparsa per il paese. FON ha un concorrente in più

Parigi – Rendendosi protagonista di quella che potrebbe essere una mossa spiazzante per i diretti concorrenti, la telecom francese Free ha appena aperto a tutti i clienti la propria rete di hot spot WiFi sparsi per il paese. Considerando che il network wireless di Free è composto da 300.000 access point sparpagliati per tutta la Francia, l’iniziativa implica una diffusione ancora più capillare della connettività senza fili, almeno sul territorio francese.

I clienti di Free potranno dunque utilizzare i 64 Kbps di banda disponibile sfruttando i dati di accesso dell’abbonamento home già sottoscritto. La connessione WiFi sarà inoltre attiva di default per tutti coloro che da ora in poi acquisteranno il pacchetto Freebox HD , interessante set-top box che, per un abbonamento mensile di soli 30 euro, offre un router e un dispositivo multimediale collegato alla tv in grado di agire da modem DSL a 24 Mbps, ricevitore del segnale della tv digitale, router WiFi con tecnologia MIMO , piattaforma VoIP con chiamate gratuite illimitate verso 28 diversi paesi e la possibilità di ricevere il segnale tv sul pc e il flusso audiovisivo del DVD dal pc alla tv.

Proprio al mondo del WiFi è rivolta poi la recente commercializzazione di due nuovi handset da parte del provider transalpino: un modello che sfrutta la sola connessione wireless (dal costo di 60 euro) e uno compatibile sia con la rete GSM che con quella WiFi (per 200 euro).

Secondo l’opinione di analisti industriali quali Yannick Laclau , se come Free facessero le altre compagnie di telecomunicazione quali France Telecom, la spagnola Telefonica o Verizon, il WiFi diverrebbe un servizio migliore e meno costoso per tutti . Per non parlare delle possibili implicazioni di un simile orizzonte di opportunità per il progetto Fon , la “WiFi Revolution” fortemente finanziata da Google e Skype . Per gli operatori tradizionali della telefonia mobile la rivoluzione in salsa WiFi e VoIP potrebbe presto rappresentare la sfida più difficile.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 10 2006
Link copiato negli appunti