Wikipedia 2.0, la collaborazione si evolve

La Fondazione che sostiene la celebre enciclopedia sta facendo incetta di server, con la prospettiva di un'evoluzione tutta visuale del progetto di editing collaborativo più importante del Web

Roma – Wikimedia Foundation , l’organizzazione che “paga le bollette” e tiene a posto i conti dell’enciclopedia collaborativa gratuita Wikipedia, è in piena fase di espansione per quel che concerne l’hardware che custodisce i vari progetti wiki fin qui attivati. I nuovi server forniti da Sun Microsystems verranno adoperati per la “next-gen” di Wikipedia e degli altri siti, una generazione “2.0” in cui la corrente possibilità di editare e modificare i contenuti testuali verrà estesa anche a materiale visivo , sia esso in forma di immagini o di veri e propri video.

La rivoluzione dovrebbe cominciare con l’estensione sino a 100 Megabyte del limite per l’upload dei file, seguita dall’implementazione di un servizio di hosting di video multimediali sui server Wikimedia . Lavorando con Kaltura , la fondazione ha messo a punto una tecnologia di editing in grado di amalgamare la tradizionale facilità e accessibilità della modifica degli articoli di Wikipedia con i video caricati dagli utenti.

Si parla di un editor di immagini on-line, con cui poter modificare e migliorare foto e quant’altro e sfogliare le varie revisioni di editing a opera degli altri wikipediani . Secondo quanto riferito da Brion Vibber, CTO di Wikimedia, il “big bang” multimediale della Internet in salsa wiki sarà favorito dall’implementazione del supporto diretto al codec open source Ogg Theora nel prossimo Firefox 3.1 .

Oltre che per la semplice banda, comunque, con l’introduzione di funzionalità multimediali si prospettano numeri in crescita anche per il peso di Wikipedia sui server: Vibber dice che attualmente tutti i file dell’enciclopedia occupano 5 Terabyte scarsi di spazio, con il testo che da solo consuma 500 Megabyte in forma compressa, mentre per la fine del 2009 le dimensioni complessive dovrebbero lievitare sino a 10-15 Terabyte .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Il Castigator e scrive:
    Europeones
    Siamo un popolo di peones
  • ocram scrive:
    www.liberliber.it
    Mi permetto di segnalare http://www.liberliber.it/ che da circa 14 anni, senza alcun finanziamento pubblico, produce e distribuisce gratuitamente libri e musica liberi da copyright.Ciao.
    • spectator scrive:
      Re: www.liberliber.it
      - Scritto da: ocram
      Mi permetto di segnalare
      http://www.liberliber.it/ che da circa 14 anni,
      senza alcun finanziamento pubblico, produce e
      distribuisce gratuitamente libri e musica liberi
      da
      copyright.

      Ciao.Bello schifo di sito, spam pubblicitario peggio di un warezio uso jamendo e tu te la prendi dove sai.
      • ocram scrive:
        Re: www.liberliber.it

        Bello schifo di sito, spam pubblicitario peggio
        di un warez io uso jamendo e tu te la prendi dove sai.Usa pure ciò che preferisci, però puoi farcelo sapere anche senza insultare. :-)La pubblicità aiuta il progetto. E' inserita in cornici facilmente identificabili (con tanto di dicitura "pubblicità"); non mi sembra così invasiva.E comunque i libri e la musica che scarichi gratis, qualcuno li ha prodotti. Molto di quello che circola ed è libero da copyright è prodotto da Liber Liber. Vedi tu...Ciao.
      • ... scrive:
        Re: www.liberliber.it
        Io questo non capisco, ti danno contenuti gratis non chiedono altro da te, ma se mettono pubblicità ti da anche fastidio? Il mantenimento di un server ha dei costi, per un progetto così ci vuole almeno un dedicato, con una spesa minima di 5000 mila euro l'anno.
    • CCC scrive:
      Re: www.liberliber.it
      - Scritto da: ocram
      Mi permetto di segnalare
      http://www.liberliber.it/ che da circa 14 anni,
      senza alcun finanziamento pubblico, produce e
      distribuisce gratuitamente libri e musica liberi
      da
      copyright.

      Ciao.bel progettopeccato solo per l'uso di formati non liberi...me perché, per esempio, usare MP3 e non OGG/VORBIS???ciao
      • ... scrive:
        Re: www.liberliber.it
        Perché restringeresti ulteriormente il numero di utenti che scaricano. I player mp3 più comuni supportano solo wav e mp3 non l'ogg, purtroppo :(
        • CCC scrive:
          Re: www.liberliber.it
          - Scritto da: ...
          Perché restringeresti ulteriormente il numero di
          utenti che scaricano. è esattamente l'oppposto!scaricare non basta: occorre che la conoscenza sia condivisa, diffusa, disponibile ed aperta a tuttie questo si ottiene solo con formati liberi, standardadizzati ed aperti, non certo con formati proprietari con limitazioni di copyright e costi di royaltiesla riproduzione di un file (testo, audio o video) codificato con formati proprietari (tipo DOC o MP3 o WMP) è soggetta a gravi limitazioni: occorre disporre di software o codec proprietari (che in genere costano) e, in molti casi, per usare certi formati occorre pagare le royalties...e che succede se il "proprietario" del formato lo ritira? o se fallisce? ecc...???usare e diffordere certi formati (tipo DOC o MP3 o WMP) equivale a farsi complici di chi vuole LIMITARE e RESTRINGERE la libera diffusione della conoscenzaciao
          • ... scrive:
            Re: www.liberliber.it
            Lo so e sono a favore dei formati aperti. Ma io faccio riferimento alla situazione pratica: se vai da Euronics e compri un lettore mp3 da 20 euro, hai supporto per file mp3 e wav, non per l'ogg.Per questo parlavo di restringimento dell'utenza perché molti sarebbero costretti alla conversione dei file.. praticamente una vittoria di pirro; si, ottieni il download del file in formato ogg ma poi questo viene convertito perché altrimenti inutilizzabile al di fuori del proprio pc.
          • CCC scrive:
            Re: www.liberliber.it
            - Scritto da: ...
            Lo so e sono a favore dei formati aperti. Ma io
            faccio riferimento alla situazione pratica: se
            vai da Euronics e compri un lettore mp3 da 20
            euro, hai supporto per file mp3 e wav, non per
            l'ogg.

            Per questo parlavo di restringimento dell'utenza
            perché molti sarebbero costretti alla conversione
            dei file.. praticamente una vittoria di pirro;
            si, ottieni il download del file in formato ogg
            ma poi questo viene convertito perché altrimenti
            inutilizzabile al di fuori del proprio
            pc.mah... permettimi di insistere e non condividere...potrei in parte capire il tuo ragionamento se, almeno, venissero resi disponibili ENTRAMBI i formaticioé, per rimenere all'esempio, sia MP3 che OGG...altrimenti più che una vittoria di pirro è una resa incondizionata... anzi... è complicità...ciao
          • CCC scrive:
            Re: www.liberliber.it
            PS: fermo restando che liberliber resta grande!ciao
          • ... scrive:
            Re: www.liberliber.it
            ovvio ;)
      • ocram scrive:
        Re: www.liberliber.it

        bel progetto
        peccato solo per l'uso di formati non liberi...
        me perché, per esempio, usare MP3 e non
        OGG/VORBIS???Sin dalla nascita abbiamo inseguito i formati aperti, che ci piacciono (non ci chiamiamo "Liber Liber" per caso... :-) ). Il problema nei primi anni è stato che nella pratica non esistevano alternative, a meno di complicare molto la vita ai nostri utenti (ci sono tanti pensionati, non vedenti, ecc.). Per gli ebook solo ora si comincia a vedere qualcosa di standard e aperto (e tecnicamente utilizzabile).Per la musica: banale problema di spazio. Abbiamo iniziato con un archivio di 10.000 file mp3 fatti dall'Università di Trento, e per ora stiamo sistemando quelli. Duplicarli richiederebbe molto, molto spazio (e comunque ormai i file sono MP3 quindi qualitativamente compromessi). Appena finito, produrremo nostri file, in OGG e con una qualità superiore.Ciao.
        • LaNberto scrive:
          Re: www.liberliber.it
          - Scritto da: ocram Appena
          finito, produrremo nostri file, in OGG e con una
          qualità
          superiore.
          Non fatelo, nessuno potrà ascoltarli se non dannandosi l'anima
          • ocram scrive:
            Re: www.liberliber.it
            Il formato OGG comincia ad essere ben supportato. La maggior parte dei player moderni lo supporta in modo nativo.Non credo ci vorranno ancora molti anni prima che sia fruibile come gli MP3 (ma in più è standard e supporta algoritmi di compressione più sofisticati). In ogni caso, per molto tempo, forniremo anche la versione MP3.Ciao.
          • LaNberto scrive:
            Re: www.liberliber.it
            beh, se il 70/75% dei lettori sicuramente non lo sopporta, e del restante 30/25 una larga parte non lo supporta comunque, codec free per codec free è molto emglio l'AAC, che oltre tutto ha valori di compressione maggiori ma qualità più alta (e impegna meno i proXXXXXri.sarebbe supportato dalla larghissima maggioranza dei lettori, se non il totale o quasila verità è che l'OGG è come il Theora: non gliene frega nulla a nessuno perché non sono un granché
          • ocram scrive:
            Re: www.liberliber.it
            Interessante, non escludo ovviamente che si adottino altri standard. A noi interessa che siano liberi e standard. Poi, vinca il migliore... :-)Ciao.
  • CCC scrive:
    Pericolo Europeana!!!
    dall'articolo: Dopo lunghe discussioni e reiterati inviti della Commissione a superare le diatribe sui diritti d'autore, su Europeana verrà reso disponibile sia materiale di pubblico dominio, sia coperto da copyright , in modalità non ancora del tutto chiarite, ma in un ambito con finalità educative e senza scopi commerciali. [...] Vari i formati di pubblicazione, si va dal classico pdf per i testi, al jpg per le immagini, fino ai formati audio e video più diffusi ( prevalentemente di tipo proprietario ). Per i testi e i manoscritti, come prevedibile, si tratta in prevalenza di riproduzioni fotografiche e non di trascrizioni. ahi ahi...stando così le cose (nonostante le (forse) buone intenzioni di qualcuo/a) europeana, in quanto veicolatrice di FORMATI E CONTENUTI NON LIBERI, potrebbe essere un PERICOLO GRAVE ED UN OSTACOLO rispetto alla diffusione libera e condivisa della conoscenza
    • 3my78 scrive:
      Re: Pericolo Europeana!!!
      La conoscenza per alcuni è bene tenerla nell'armadio. In quanto se conosci capisci e se capisci rifletti...http://3my78.blogspot.com/
    • MRobuschi scrive:
      Re: Pericolo Europeana!!!
      Ma per favore! Non mi vorrai dire che diffondendo un testo in pdf questa conoscenza non sarebbe libera e condivisa? Vorresti dire che si dovrebbero poter modificare liberamente le pagine della divina commedia? Su, dai: non scherziamo.
      • Darkat scrive:
        Re: Pericolo Europeana!!!
        ma i pdf sono facilmente modificabili già da un pezzo...cioè per chi ha linux, per chi ha altro non saprei
      • CCC scrive:
        Re: Pericolo Europeana!!!
        - Scritto da: MRobuschi
        Ma per favore! Non mi vorrai dire che diffondendo
        un testo in pdf questa conoscenza non sarebbe
        libera e condivisa?
        Vorresti dire che si
        dovrebbero poter modificare liberamente le pagine
        della divina commedia? Su, dai: non
        scherziamo.infatti non ho detto né l'una cosa né l'altra... sono solo tue errate interpretazioni, probabilmente dettate da ignoranza...pdf, da qualche tempo, è un formato standardizzato ISO (e i file PDF sono assolutamente modificabili)...il problema è altro!e sta nel fatto che parte del materiale non è liberamente utilizzabile a causa di limitazioni dovute alla licenza con cui è reso disponibile non si tratta, per esempio, di modificare la divina commedia ma di poter "passare" liberamente il file che scarichi ai tuoi amici, o di poterlo stampare e diffondere, o proiettare il testo e le immagini in una conferenza, o leggerlo in pubblico: ora, a seconda della licenza usata, tutto questo NON si può fare...inoltre, l'altro grave problema sta nel fatto che si usino formati digitali non standardizzati e/o non liberi per rendere disponibili i materialila riproduzione di un file audio o video codificato con formati proprietari (tipo MP3 o WMP) è soggetta a forti limitazioni (occorre disporre dei codec o di particolari software proprietari, che costano) e, in genere, anche a costi (per usare certi formati occorre pagare le royalties)tutto ciò limita fortemente la possibilità di usare i materiali per diffondere e condividere la conoscenzatutto questo non mi pare così difficile da capire... e se fai un piccolo sforzo magari puoi riuscirci anche tu...
  • Franciscofa rinos scrive:
    La nuova wikipedia?
    Spero proprio che soppianti del tutto wikipedia, miniera di errori, pov, inesattezze, lotte intestine, amministratori criccaioli e piena di fondamentalisti cattolici
    • CCC scrive:
      Re: La nuova wikipedia?
      - Scritto da: Franciscofa rinos
      Spero proprio che soppianti del tutto wikipedia,
      miniera di errori, pov, inesattezze, lotte
      intestine, amministratori criccaioli e piena di
      fondamentalisti
      cattolicii contenuti di wikipedia sono rilasciati con formati e licenze libere... cosa che non mi pare proprio succeda anche con europeana...per cui, sinché le cose stanno così, non credo proprio che europeana possa soppiantare alcunché... anzi: nonostante le (forse) buone intenzioni di qualcuo/a, europeana, in quanto veicolatrice di FORMATI E CONTENUTI NON LIBERI, risulta semmai un possibile PERICOLO GRAVE ED UN OSTACOLO rispetto alla diffusione libera e condivisa della conoscenza
      • Franciscofa rinos scrive:
        Re: La nuova wikipedia?
        Se quello che fa wikipedia tu la chiami libera informazione allora mi sa che hai proprio il salame sugli occhi. Per capire wikipedia bisogna averne fatto parte e scoperto i meccanismi, le lotte interne e le cricche che si vengono a formare. Non è colpa mia se credete ancora alla favola dell'enciclopedia libera, è libera solo per gli amministratori
        • CCC scrive:
          Re: La nuova wikipedia?
          - Scritto da: Franciscofa rinos
          Se quello che fa wikipedia tu la chiami libera
          informazione allora mi sa che hai proprio il
          salame sugli occhi. Per capire wikipedia bisogna
          averne fatto parte e scoperto i meccanismi, le
          lotte interne e le cricche che si vengono a
          formare. Non è colpa mia se credete ancora alla
          favola dell'enciclopedia libera, è libera solo
          per gli
          amministratoriho detto solo che "i contenuti di wikipedia sono rilasciati con formati e licenze libere..."non ho mai detto che wikipedia fa libera informazione: questa è solo una tua interpretazione... faresti bene a leggere meglio...e se poi vogliamo parlare di lotte interne, cricche, e così via... pensi forse che europeana, prodotta dalla commissione europea, ne sia esente? pensi forse che europeana faccia libera informazione???
          • Franciscofa rinos scrive:
            Re: La nuova wikipedia?
            io sto criticando wikipedia perchè la conosco bene, europeana non lo so, le lascio il beneficio del dubbio. Ho detto solo che spero che soppianti wikipedia, è un mio diritto sperarlo, perchè a mio avviso l'informazione di wikipedia è controllata da fondamentalisti cattolici
          • CCC scrive:
            Re: La nuova wikipedia?
            - Scritto da: Franciscofa rinos
            io sto criticando wikipedia perchè la conosco
            bene, europeana non lo so, le lascio il beneficio
            del dubbio. ma qui si parlava di europeana e non di wikipedia...
            Ho detto solo che spero che soppianti
            wikipedia, è un mio diritto sperarlo, certo ci mancherebbe altro
            perchè a
            mio avviso l'informazione di wikipedia è
            controllata da fondamentalisti
            cattolicimah... non lo so... e spero che non sia così, sarebbe gravissimo...
    • Paolino scrive:
      Re: La nuova wikipedia?
      - Scritto da: Franciscofa rinos
      Spero proprio che soppianti del tutto wikipedia,
      miniera di errori, pov, inesattezze, lotte
      intestine, amministratori criccaioli e piena di
      fondamentalisti
      cattoliciVabbe', ma imparare a leggere no?A che ti serve una enciclopedia se manco sai leggere un articolo?
      • Franciscofa rinos scrive:
        Re: La nuova wikipedia?
        Chi ti ha dato il permesso di offendere? Io critico wikipedia quanto mi pare e piace tu non sei nessuno per impedirmelo
      • Franciscofa rinos scrive:
        Re: La nuova wikipedia?
        Cerca di calmarti o te lo faccio passare io il piacere di nasconderti dietro un monitor per offendere la gente
        • CCC scrive:
          Re: La nuova wikipedia?
          - Scritto da: Franciscofa rinos
          Cerca di calmarti o te lo faccio passare io il
          piacere di nasconderti dietro un monitor per
          offendere la
          gentema la sai la differenza fra offesa e minacce???secondo il vigente codice penale credo che la differenza sia un bel po' di anni...fa poi sorridere sentire qualcuno come te, che parla di libertà di informazione, minacciare gli altri per una presunta offesa del tutto risibile...
          • Franciscofa rinos scrive:
            Re: La nuova wikipedia?
            in effetti ho esagerato ma sono stato provocato per aver espresso la mia opinione e sono stato tacciato per uno che non sa leggere, la mia è stata una reazione, non ho iniziato io ad offendere
          • LaNberto scrive:
            Re: La nuova wikipedia?
            Speriamo che la redazione chiuda questo thread inutile e pieno di offese fuori luogo.
    • Hamlet scrive:
      Re: La nuova wikipedia?
      - Scritto da: Franciscofa rinos
      Spero proprio che soppianti del tutto wikipedia,
      miniera di errori, pov, inesattezze, lotte
      intestine, amministratori criccaioli e piena di
      fondamentalisti
      cattoliciscusa ma cosa c'entra una grande biblioteca digitale (europeana) con una grande enciclopedia (wikipedia) liberamente modificabile da tutti? Sono 2 cose completamente diverse.Hamletmy blog http://technosoc.blogspot.com/
  • Valeria Di Tullio scrive:
    Codice dei beni culturali
    Vorrei precisare quanto esposto sul codice dei beni culturali: Art. 178 vieta la riproducibilità di opera d'arte solo in relazione al trarne profitto. Non a caso leggendo l'articolo successivo: Articolo 179Casi di non punibilità1. Le disposizioni dell'articolo 178 non si applicano a chi riproduce, detiene, pone in vendita o altrimenti diffonde copie di opere di pittura, di scultura o di grafica, ovvero copie od imitazione di oggetti di antichità o di interesse storico od archeologico, dichiarate espressamente non autentiche all'atto della esposizione o della vendita, mediante annotazione scritta sull'opera o sull'oggetto o, quando ciò non sia possibile per la natura o le dimensioni della copia o dell'imitazione, mediante dichiarazione rilasciata all'atto della esposizione o della vendita. Non si applicano del pari ai restauri artistici che non abbiano ricostruito in modo determinante l'opera originale.Inoltre per le fotografie alle opere d'arte il Codice si riferisce a quelle destinate alla produzione di cataloghi o raccolte.Per la libertà di panorame credo ci si debba riferire alle architetture moderne, e quindi alla legge sul copyright che non si applica ai beni culturali in quanto tali, ma rientre nel probleme della, tanto discussa e a mio avviso inutile, proprietà intellettuale.
    • emanuel scrive:
      Re: Codice dei beni culturali
      temo che su internet poche sono le occasioni "sostenibili" di pubblicare foto di opere d'arte italiane senza che vi sia un banner o altro .... il codice è comunque da riscrivere !!! mesi fa sono state tolte da wikipedia moltissime foto di opere in nome di questo articolo .... roba da chiodi !! serviva di spendere 100 milioni di euro per rimetterli in rete .... lascio a voi giudicare ...
  • Anna Ravano scrive:
    Traduzioni
    Ho visto il sito solo brevemente, prima che fosse chiuso, ma abbastanza per vedere due errori di traduzione in italiano nella presentazione che andrebbero corretti:"fighting" e "migrating" vanno tradotti rispettivamente con "lottare" o "lotta" e "emigrare" o "emigrazione" e non, come adesso, con "lottando" e "emigrando".Comunque, auguri per il progetto!
    • Darkat scrive:
      Re: Traduzioni
      già è un miracolo che c'è la traduzione in italiano XD si è parlato tanto se farla o no quindi già è buono che l'hanno fatto, poi come al solito(e puoi credermi questo con quasi tutto) le traduzioni italiane dall'inglese sono fatte con un vocabolario da 4 euro(mi riferisco a molti film e specialmente ad anime ma anche a vari libri) e le farebbe meglio per fino il traduttore di google...quindi si può chiudere pure un'occhio...però magari tu segnalalo comunque al sito così magari lo correggono :)
  • Nome e Cognome scrive:
    Euro..pena! Non funziona dopo 24 h!
    Un dimensionamento ragionato delle connessioni?L'ha capito anche un utonto che conosco, che ha letto la notizia su Repubblica e mi ha detto "vado sul sito di Europeana il 21, tanto il 20 non sarà raggiungibile..."Ma addirittura un rinvio di 20gg.....
    • Paolino scrive:
      Re: Euro..pena! Non funziona dopo 24 h!
      - Scritto da: Nome e Cognome
      Un dimensionamento ragionato delle connessioni?Tipo un saper postare decentemente senza aprire thread uguali per lo stesso motivo?
      L'ha capito anche un utonto che conosco, che ha
      letto la notizia su Repubblica e mi ha detto
      "vado sul sito di Europeana il 21, tanto il 20
      non sarà
      raggiungibile..."
      Ma addirittura un rinvio di 20gg.....Sai che roba...Vabbe' dai, da modo a quelli come che fanno della lamentela uno sport nazionale.
  • Utente scrive:
    Europeana è crollata
    http://lucaspinelli.com/?p=313
    • Paolino scrive:
      Re: Europeana è crollata
      - Scritto da: Utente
      http://lucaspinelli.com/?p=313E ci voleva sta spammata per spiegarci qualcosa di conosciuto???
      • zantonio scrive:
        Re: Europeana è crollata
        liberto di leggere senza insultare. mi pare che il sito è dell'autore di questo articolo quindi non vedo lo spam. anzi è un completamento interessante.- Scritto da: Paolino
        - Scritto da: Utente

        http://lucaspinelli.com/?p=313

        E ci voleva sta spammata per spiegarci qualcosa
        di
        conosciuto???
  • Simone scrive:
    Troppi accessi, tutto rinviato...
    Dal sito di Europeana:The Europeana site is temporarily not accessible due to overwhelming interest after its launch (10 million hits per hour).We are doing our utmost to reopen Europeana in a more robust version as soon as possible.We will be back by mid-December.Se ne riparla tra almeno una 20ina di giorni, quindi...
  • Star scrive:
    Sito non accessibile
    Al momento dice "Sorry. Website is temporarily not accesible.".E' una lodevole iniziativa ma temo che pure loro abbiano fatto i conti senza l'oste...
    • Andonio scrive:
      Re: Sito non accessibile
      Io entro senza difficolta' all'indiritto riportato....http://dev.europeana.eu/
    • Paolino scrive:
      Re: Sito non accessibile
      - Scritto da: Star
      Al momento dice "Sorry. Website is temporarily
      not
      accesible.".

      E' una lodevole iniziativa ma temo che pure loro
      abbiano fatto i conti senza
      l'oste...Troppe visite, non mi sembra strano ne insormontabile all'inizio
    • Darkat scrive:
      Re: Sito non accessibile
      10 miglioni di visite all'ora mi sembra che nessun sito al mondo riesca a gestirle con qualche ora di smanettamento...è ovvio che ha avuto più successo di quanto si aspettavano ma è anche molto positivo quello che è successo, vuol dire che hanno capito che si può investire ancora di più...meno male direi!un'altro passo importante per l'europa!
  • Andonio scrive:
    Ultimi della classe
    Su 113 "parners" quelli italiani sono solo 3 (e non sono siti a livello nazionale) e la parola Italia NON COMPARE MAI. Compaiono anche Cipro, Malta, Romania. E' proprio vero che siamo gli ultimi della classe. . Mandiamo i nostri governanti dietro alla lavagna
    • stanco scrive:
      Re: Ultimi della classe
      mandiamoli alla forca, altro che dietro alla lavagna...
    • Marco scrive:
      Re: Ultimi della classe
      - Scritto da: Andonio
      Su 113 "parners" quelli italiani sono solo 3 (e
      non sono siti a livello nazionale) e la parola
      Italia NON COMPARE MAI.

      Compaiono anche Cipro, Malta, Romania.

      E' proprio vero che siamo gli ultimi della
      classe.
      .


      Mandiamo i nostri governanti dietro alla lavagnaPurtroppo è vero... avevo tristemente notato già dal video di presentazione una certa latitanza del tocco italiano.In compenso Francia e Inghilterra campeggiano in bella evidenza sin dai primi frames. Eh.. ma in Italia i soldi servono per il sottogoverno.. ovvio e deprimente. Verrà mai il giorno in cui prenderemo a calci in culo gli eroi di tanto oltraggioso spreco??
    • The_GEZ scrive:
      Re: Ultimi della classe
      Ciao Andonio !
      E' proprio vero che siamo gli ultimi della
      classe.
      .http://it.youtube.com/watch?v=TxGJ6DFocyYTrsite, ma vero.
  • Andonio scrive:
    indirizzo giusto
    http://dev.europeana.eu/
    • Andonio scrive:
      Re: indirizzo giusto
      c'e' anche la lista delle istituzioni "partners": molto interessante...............http://dev.europeana.eu/partners_list.php
      • Joliet Jake scrive:
        Re: indirizzo giusto
        E la parte interessante qual'è?Forse il fatto che non c'è NESSUNA istituzione italiana mentre ovviamente ci sono quelle dell'Islanda, della Lettonia o del Liechtenstein?Si vede che la Gelmini ha speso tutto nei grembiulini... :s
        • precisatore scrive:
          Re: indirizzo giusto
          una sicuramente c'è: l'istituto e museo di storia della scienza http://www.imss.firenze.it/indice.html
  • 3my78 scrive:
    Bellissimo
    Il progetto è bellissimo, nonché ambizioso e di notevo interesse.Mi domando l'Italia che ruolo effettivo avrà... Culturalmente abbiamo tantissimo da dare. Peccato che al tempo stesso abbiamo pure i peggiori politici del globo e freneranno questa espansione...http://3my78.blogspot.com/
    • Den Lord Troll scrive:
      Re: Bellissimo
      - Scritto da: 3my78
      Culturalmente abbiamo tantissimo da dare. e io ho visto un film alla radio ^^
      Peccato che al tempo stesso abbiamo pure i peggiori
      politici del globo e freneranno questa
      espansione...politici != abitanti
    • Joliet Jake scrive:
      Re: Bellissimo

      Mi domando l'Italia che ruolo effettivo avrà...
      Culturalmente abbiamo tantissimo da dare. Scusa ma c'è un errore di battitura. La frase esatta è "Culturalmente AVEVAMO tantissimo da dare."
    • 3my78 scrive:
      Re: Bellissimo
      Lui è portatore di idee divine!! Ma perché non è rimasto nella sua tv abusiva (Rete 4) a fare il gioco delle coppie. barbareschi è vergognoso... Un parassita proprio!http://3my78.blogspot.com/
    • pippo75 scrive:
      Re: Bellissimo

      Mi domando l'Italia che ruolo effettivo avrà...
      Culturalmente abbiamo tantissimo da dare. Peccato
      che al tempo stesso abbiamo pure i peggiori
      politici del globo e freneranno questa
      espansione...i politici non c'entrano, è solo che la maggioranza degli italiani segue la cultura della forchetta e delle veline.I politici si adeguano e basta, vanno dove si prendono i voti.
  • Billo scrive:
    100 milioni euro
    Con "solo" 100 milioni di euro, sono riusciti a fare tanto.. per realizzare italia.it si doveva dare in appalto la realizzazione alla stessa società che sta realizzando Europeana
  • Den Lord Troll scrive:
    esempio:
    Germanici - tribù in lotta fratricida ma uniti come pochi in caso di aggressione da forze esterneNoi - quelli che badavano alle cazzate (made in Rome sotto il nome di 'religione' e nn solo) pur di disinteressarsi del bene degli altri e della struttura della propria società(cit. "tanto un uomo si interessa poco dell'altro, che anche il cristianesimo raccomanda di fare del bene per amore di Dio")
  • Scaricatore occasional e scrive:
    Funzionasse...
    Credo abbiano un problemino di dimensionamento dei server...
  • francososo scrive:
    progetto ambizioso ed interessante!
    progetto ambizioso ed interessante! 8)Resterà da capire quando tale progetto sarà a pieno regime !(newbie)
Chiudi i commenti