Wikipedia, Bonaventura Di Bello e le autobiografie

Il celebre game designer e divulgatore informatico, già citato dalla Wikipedia internazionale, denuncia di non riuscire a far apparire una voce a suo nome sulla Wikipedia italiana. Che risponde: il motivo c'è
Il celebre game designer e divulgatore informatico, già citato dalla Wikipedia internazionale, denuncia di non riuscire a far apparire una voce a suo nome sulla Wikipedia italiana. Che risponde: il motivo c'è

Ho aspettato a scrivere questo messaggio per dare la possibilità agli interessati di poter dimostrare la loro equità e apertura al dialogo, ma direi che il tempo è scaduto. Vorrei denunciare un piccolo, ma significativo “disservizio” che ho potuto notare tentando di inserire in Wikipedia (edizione italiana) una versione della mia “biografia minima” più o meno simile a quella presente nell’edizione inglese/internazionale della famosa enciclopedia libera (che a quanto pare tanto libera non è, almeno qui in Italia).

Il 5 febbraio scorso ho deciso di creare una ” voce “, partendo dal mio nome nella scheda di Zzap presente nell’ enciclopedia in edizione italiana, riguardo al mio ruolo nel settore dei giochi di IF, alias avventure testuali, e della divulgazione informatica di cui mi occupo da oltre due decenni, avendo scritto un libro (Internet Tour 95) e creato numerose pubblicazioni per le edicole, sia su carta sia multimediali, alcune delle quali prime in Italia nel loro settore.

Durante la stesura della bozza, tuttavia, due “amministratori” sono intervenuti cancellando integralmente il testo senza alcun preavviso, a al terzo tentativo di ripristinarlo ho ricevuto un minaccioso messaggio in cui mi si intimava di non insistere altrimenti il mio IP sarebbe stato bannato.

Premetto che non sono un esperto di Wiki ma ho cercato di seguire tanto le regole quanto la sintassi nel creare la voce di enciclopedia suddetta, tanto è vero che sull’edizione in inglese non ci sono stati problemi, né credo ci fossero dubbi su quanto scrivevo visto che basta cercare le tre parole che compongono il mio nome e cognome in Google per avere conferme circa la mia identità e quanto ho fatto dagli anni Ottanta a oggi nel campo videoludico e informatico-divulgativo.

Ho anche scritto per rispondere ai commenti dei due “amministratori” e far capire che il loro intervento era inopportuno pregandoli di verificare, ma il mio messaggio è lì ormai da settimane, ignorato (mentre quando si è trattato di “castrare” il mio intervento l’azione non si è fatta attendere).

L’assurdità della situazione, oltretutto, deriva non solo dal fatto che la mia “scheda” esiste su Wikipedia in inglese, ma che sono citato anche su IF Wiki e che su Wikipedia Italia esiste una voce inerente le avventure testuali , di cui senza falsa modestia posso ritenermi il più noto e prolifico autore e creatore qui nel nostro Paese.

Come ho scritto sul mio blog questa è l’ennesima riprova di come certe cose (molte cose) una volta arrivate qui da noi in Italia finiscono con lo sfiorire e perdere di valore, anzi marciscono.

Naturalmente ho conservato traccia di tutto quanto è successo, sia come codice sia come “istantanee” catturate sullo schermo, qualora fosse necessario fornire della documentazione.
Con rammarico e disillusione,

Bonaventura Di Bello
IF Game Designer, divulgatore informatico, italiano

Caro BdB, trovo molto interessante la tua mail e l’ho girata a Frieda Brioschi di Wikimedia, che mi ha cortesemente replicato a strettissimo giro di posta.
Pubblico qui di seguito la sua risposta, ringraziando moltissimo entrambi per l’opportunità di dibattito che si è così aperto a favore di tutti,
Paolo De Andreis
Caro Paolo,
la lettera del signor Di Bello apre tantissimi spunti, provo a rispondere a tutti.
Partiamo innanzitutto dal “caso” in esame: un’autobiografia. Inserire la propria biografia su Wikipedia è assolutamente lecito ma fortemente sconsigliato dalle nostre policy perché essere autori e argomento di una voce troppo spesso fa perdere l’obiettività nell’esposizione e nel confronto con gli altri. Non di rado capita di sviluppare troppo attaccamento alla voce che scriviamo, quasi fosse una proprietà privata.

Su Wikipedia quello che si valuta è la voce così com’è scritta nel momento in cui la stiamo guardando, in questo caso invece le critiche mosse alla autobiografia del signor Di Bello hanno offeso lui come persona e non hanno raggiunto lui come autore, come invece doveva essere; alla richiesta di chiarimento sulla cancellazione della voce, Squattaturi ha risposto “era una biografia che secondo me non è enciclopedica: si può considerare alla stregua di un curriculum vitae, non leggo nulla che possa configurarsi come attività che ti renda famoso da poter stare su un’enciclopedia” a cui Di Bello risponde “Senza falsa modestia, per quanto non ami vantarmi, credo di aver diritto e meritare una voce in WikiPedia”. Squattaturi commenta il testo che ha letto, Di Bello risponde in prima persona.

L’altra grossa critica che riceviamo riguarda le comunicazioni: il sig. Di Bello scrive, domanda e nessuno gli risponde. Qui la questione è meramente tecnica: se sto discutendo con qualcuno e il mio interlocutore mi risponde nella sua pagina di discussione, ci sono buone probabilità che io non me ne accorga. La prassi vuole che per parlare con qualcuno io gli scriva nella sua pagina di discussione e lui risponda nella mia; in tal modo le funzioni software che mi avvisano che qualcuno mi sta contattando funzionano correttamente. Di Bello in effetti ha inizialmente contattato un amministratore sulla sua pagina di discussione e ha ottenuto risposta, ma poi ha continuato a scrivere senza più cambiare pagina. Come se io oggi scrivessi a Di Bello sul mio blog invece di commentare sul suo.

Quello che mi preoccupa nell’uso di Wikipedia è la partecipazione cieca: avvicinarsi e usare e partecipare ad un progetto senza essere consapevoli di quel che si sta facendo, senza dare una veloce lettura al manuale o alle linee guida, come si può dedurre da alcune “pretese”.

“Sono su en.wiki non capisco perché non posso essere anche su it.wiki”: essere presenti sull’edizione inglese non dà automaticamente diritto ad apparire su altre edizioni. Sebbene il progetto sia lo stesso, le comunità che animano le due edizioni e che sono sovrane per tutte le decisioni, sono diverse. Per quanto riguarda l’apparire su IFWiki non conosco, onestamente, il progetto né le sue scelte editoriali. Le diverse edizioni sono indipendenti.

“Ma quale enciclopedia libera, hanno censurato la mia voce”: “Enciclopedia” e “quello che voglio” non sono due concetti che si sposano. Libera ha diversi significati ( elencati e dettagliati qui ) principalmente legati alla licenza adottata, alla libertà di partecipazione (tutti possono scrivere!) e all’organizzazione interna, alla gratuità, alla neutralità. Nessuna “libertà” riguarda il contenuto delle voci.

Mi rendo conto che scrivo da un po’ e ancora non ho detto nulla sul contenuto della voce.
In quanto amministratore del progetto ho la facoltà tecnica di andare a vedere le voci cancellate, quindi posso leggermi cosa c’era scritto nella voce “Bonaventura Di Bello”. Quel che noto ad una prima occhiata è la totale assenza di date (non viene detto quando è nato, in che periodo opera, ecc.); poi noto che mancano le fonti, mancano i fatti (si citano i giochi scritti ma c’è solo un nome, di tutto il lavoro nel settore editoriale non è citato nemmeno un libro) e il taglio non ha nulla di enciclopedico (la sua carriera è “storica”, una delle riviste a cui partecipa è anch’essa “storica”, ecc.). L’autobiografia (suppongo che l’utente Bonaventura sia sempre il sig. Di Bello) sull’edizione inglese è scritta meglio ma contiene affermazioni discutibili: “Bonaventura was the most active Italian writer of adventure-style game for personal computers”, “He could be defined as the Italian Scott Adams”. Senza una fonte o un’attribuzione le due frasi che cito non hanno ragione di stare su Wikipedia.

Se il signor Di Bello ha voglia di riprovarci, lo invito a contattarmi: possiamo scrivere insieme la sua voce. Ma non posso garantire che rimanga.

Frieda Brioschi
Wikimedia Italia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 03 2008
Link copiato negli appunti