Wikipedia, più facile per tutti

Grazie ad un finanziamento la foundation dell'enciclopedia online potrà semplificare l'utilizzo della propria creatura, attirando anche gli utenti meno esperti

Roma – Wikipedia annuncia una piccola rivoluzione, volta ad abbattere le barriere architettoniche che impediscono agli utenti meno esperti di condividere la propria conoscenza. Nelle previsioni dell’enciclopedia libera, c’è soprattutto quella di rendere più semplice il suo utilizzo, attualmente limitato solo ai netizen più avvezzi al web e alle sue tecnologie, nonché alle sue dinamiche.

foto di nojhan Per semplificare le modalità di inserimento delle voci, Wikimedia Foundation potrà contare su un finanziamento di 890mila dollari stanziato dall’ente filantropico dedicato alla memoria dell’ex-presidente di CBS Frank Stanton , grazie al quale l’interfaccia di inserimento di articoli e voci sarà resa più user-friendly, permettendo così ai novizi di contribuire alla crescita del sapere.

Stando a quanto sostenuto dallo staff di Wikipedia, ad oggi processi e norme che regolano l’inserimento sono comprensibili ed attuabili soltanto da utenti navigati, a svantaggio di utenti meno esperti che in mancanza di semplici linee guida, si tirano indietro: “In genere gli utenti che scrivono su Wikipedia sono dotati di un livello medio-alto di conoscenze tecniche, ma il nostro sistema esclude automaticamente molta gente culturalmente valida che paga per le scarse conoscenze informatiche” spiega Sue Gardner, direttore esecutivo di Wikimedia Foundation. “Uno nei nostri obiettivi principali è quello di attirare questo genere di utenti e persuaderli affinché contribuiscano per far crescere l’enciclopedia. Sono molto eccitata dall’idea che la Stanton Foundation abbia riconosciuto l’importanza del nostro lavoro, aiutandoci a realizzarlo al meglio”.

In particolare, il finanziamento verrà utilizzato per creare un team costituito da tre software developer, un designer di interfaccia utente e un project manager, cui sarà affidato l’incarico di svolgere una ricerca analitica per scovare le barriere tecnologiche che impediscono l’accesso ai newbie, trovando le soluzioni per ridurle o per eliminarle. Una delle ipotesi avanzate dallo staff di Wikimedia è quella di semplificare l’interfaccia nascondendo gli strumenti di editing più sofisticati agli utenti entry level.

Il progetto di semplificazione inizierà nel 2009 e terminerà, salvo imprevisti agli inizi del 2010, dividendosi in due fasi. La prima fase, che dovrebbe terminare alla fine della prossima estate, sarà focalizzata sulla ricerca e sulla consequenziale eliminazione degli elementi che comportano difficoltà nell’utilizzo, “rendendo ad esempio più visibile il bottone per l’edit”. Terminata questa fase saranno visibili al pubblico i primi cambiamenti alla struttura. La fase due, che dovrebbe terminare ad aprile 2010, sarà interamente focalizzata sull’analisi del codice wiki, per identificarne le parti più complesse al fine di integrarle comunque nell’interfaccia finale, ma solo dopo l’apporto di alcune modifiche che non ostacolino gli utenti meno esperti.

Come spiegato dal comunicato stampa rilasciato dalla Foundation stessa, questo finanziamento non ha nulla a che vedere con la campagna di raccolta fondi messa in piedi per sviluppare ulteriori progetti e per mantenere in vita tutto l’organismo di Wikipedia.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • marco cuozzo scrive:
    sciopero insegnanti
    gli insegnanti di mia figlia (ELEMENTARI) mi hanno comunicato che venerdì 23 accompagnando i figli a scuola bisognerà attendere per accertarsi che gli insegnanti aderiscano o meno allo sciopero. quindi fino alla mattina stessa non saprò se dovrò comunicare un ritardo al lavoro o se dovrò chiedere un giorno di ferie (senza un preavviso).non sarbbe più corretto comunicare almeno il giorno prima se gli insegnanti aderiscono o meno allo sciopero e se i bambini verranno fatti entrare o meno??
  • casadei mario scrive:
    la mrtinelli di storia dice parolacce
    ho frequentato il primo anno geometri presso l istituto leonardo da vinci di cesena e vorrei raccontare una storia alla dott.Gelmini durante l'anno scolastico siamo stati maltrattati dalla insegnante di storia tenendo in classe un linguaggio molto spinto noi studenti ci siamo riuniti ed abbiamo scritto una lettera alla prof.martinelli di storia ' quando le abbiamo consegnato la lettera lei ci ha dato il compito di punizione ed ha messo un bel tre per tutti morale della favola ciha dimandati tutti ha settembre e tutto l'istituto non ha aperto bocca . ora io mi chiedo se io mi comporto male mi danno una nota ,ma se l'insegnante mi offende io devo subire le sue violenze verbali .QUESTA INSEGNANTE ANDREBBE PUNITA e sono d'accordo con la GELMINI NON SI NASCE INSEGNANTI BRAVI. grazie per l'attenzione ma io sono proprio deluso dal comportamento di questi prof.
  • ssecci scrive:
    politica scolastica
    è necessario un chiarimento: è mai possibile che si pensi di nominare un Direttore dell'IRRE Sardegna, che è un oppositore della Sua riforma della Scuola, oltre che una persona talmente poco indicato come dirigente che nessuno penserebbe mai di affidargli di amministrare neppure un pollaio! Ma chi sono i suoi consiglieri? Se pensate di far funzionare con siffatti "dirigenti" la complessa struttura scolastica e di ricerca temo che andremo ben poco avanti. Sempre gli stessi personaggi chiaccherati, incapaci oltre che presuntuosi e ignoranti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 maggio 2009 00.13-----------------------------------------------------------
  • KATYA FRANCESCHE TTO scrive:
    INFORMAZIONE
    MIO FIGLIO FREQUENTA LA PRIMA MEDIA AL G.D'ANNUNZIO A JESOLO VENEZIA E HA DEGLI INSEGNANTI PRECARI VERAMENTE VALIDI , CHE SI SONO PROPOSTI AI RAGAZZI CON VOGLIA DI FARE, PERSONALIA' E PROFFESIONALITA',E MI CHIEDEVO COME FARE PER POTER DAR LORO UNA MANO AFFINCHE' POSSANO ANCHE IN FUTURO LAVORARE NELLA NOSTRA SCUOLA PERCHE' FANNO PARTE DI QUEI INSEGNANTI VERAMENTE MERITEVOLI . SPERO MI POSSIATE DARE UNA RISPOSTA .
  • pantaleo melone scrive:
    prenda visione del video melone51
    La prego di leggere il mio video.E' un esempio di comeancora prima del Suo arrivo la cultura sia stata maltrattata. Faccia giustizia. Ciao Maristella.
  • Cuvello scrive:
    depressione totale
    Sono un insegnante di scienze motorie,precario da 20 anni.VOrrei fare delle domande:1)perchè non dare la possibilità agli insegnanti di scienze motorie di insegnare alla scuola elementare?Anche perchè le maestre non hanno il titolo per farlo.2)Perchè non diminuire gli alunni per classe a 20?Si formerebbero centinaia di classi e si insegnerebbe meglio.3)Come si fa a insegnare la mia materia nelle scuole dove non c'è palestra?Grazie ,aspetto una risposta
  • roberta albanesi scrive:
    chiarimenti
    Egregio Ministro sono una ragazza che che sta frequentando il corso di laurea in "INFERMIERISTICA" volevo chiederle se era previsto qualche provvedimento per regolarizzare la nostra situazione all'interno degli Ospedali, dato che con il tirocinio noi rappresentiamo una forza lavoro, invece di imparare la nostra professione, siamo costretti sempre più a sostituire il personale mancante,senza ottenere ALMENO il previsto programma per la prevenzione secondaria, dato che anche noi studenti siamo esposti all'infezioni nosocomiali. La ringrazio per la VS cortese attenzione. Distinti saluti
  • gianfranco belisari scrive:
    dilettanti allo sbaraglio.
    Non si può portare avanti una riforma per mesi al limite della guerra civile sul fronte del maestro unico e poi, quando ormai la battaglia era vinta, venirsene fuori adesso che il maestro unico è facoltativo e lo decideranno le famiglie! Ma non potevate dirlo subito? Perchè ci avete fatto sgolare a vostra difesa per poi trovarci come degli imbecilli? Ma sapete quello che fate o fate le cose a casaccio?
  • Mario Pasquato scrive:
    Censura, commenti e scelta di Youtube
    Scrivo perché ho provato assiduamente a commentare sul canale del ministro inserendo un breve messaggio di testo. La mia domanda era semplice: perché il ministro non si é presentato alla cerimonia di consegna dei diplomi di licenza (l'equivalente della laurea) della Scuola Normale Superiore di Pisa, il 9 ottobre 2008? Come risponde alle critiche che in quell'occasione le sarebbero state mosse dagli studenti normalisti? La domanda sorge perché l'unico rappresentante del governo alla cerimonia, a differenza di quanto era avvenuto in passato, é stato il prefetto di Pisa, alla presenza del quale é stato comunque letto un documento di protesta. Per un governo che parla di meritocrazia, le critiche degli studenti della Normale potrebbero essere rilevanti. Come risponde allora a tali critiche, da cui si é sottratta abilmente fino ad ora?Non mi sembra però che possiate trovare la mia domanda tra i commenti al video. Ho l'impressione che questo commento sia stato censurato, sebbene io lo abbia inserito ripetutamente. Impressione condivisa da altri utenti per i propri commenti. Prima una censura diretta, in tempo reale, poi una censura retroattiva, con commenti che scompaiono dopo alcuni minuti. Frattanto sul canale appare un tentativo di giustificazione, che ammette la censura, ma afferma che riguarderebbe solo gli insulti.Non solo: credo che Youtube sia la piattaforma sbagliata per questo genere di confronto, dal momento che i commenti testuali sono limitati a 500 caratteri e non permettono di inserire collegamenti esterni (le fonti sono essenziali per una dibattito costruttivo).
  • Maurizio Gaudioso scrive:
    Tragliare sì ma con criterio
    Il Ministro farebbe bene a distinguere le tipologie di scuole superiori ed ad esaminarle nelle loro problematiche reali.Aumentare il numero degli alunni fino ad arrivare a 30 o più alunni?Ma quante sono le aule capaci di ospitare 30 alunni nelle scuole italiane (lo avete verificato?)!Nei professionali aumentare il numero degli alunni significherebbe aumentare la dispersione, l'ignoranza (si può curare solo la scolarizzazione e non la didattica con un numero di alunni superiori a 20) ecc.Quanti laboratori sono attrezzati per ospitare più di 20 alunni.Quanti soldi si spendono per progetti inutili o per una formazione che lascia il tempo che trova?Riflettete, i soldi si possono recuperare ma sulle spese inutili non sul numero degli insegnanti.
  • Erik scrive:
    il confronto
    Caro sig. Ministro.YouTube come qualsiasi altro mezzo di comunicazione su internet non va inteso come sistema per scappare dal confronto diretto.Ha forse paura di parlare viso a viso con gli studenti?Non vuole incontrarsi con loro dentro le scuole per paura che crolli il soffitto?Ha forse timore che qualche provocatore con la spranga rivestita del tricolore le faccia fare brutta figura?Se vuole acquistare un po' di autorevolezza occorre avere un minimo di coraggio e saper reggere il confronto diretto. Diversamente può rimanere nel suo ufficio al ministero e farsi dire da Tremonti come gestire scuola e università. Magari collegandosi ad internet...
    • saimonegarf anchel scrive:
      Re: il confronto
      - Scritto da: Erik
      Caro sig. Ministro.
      YouTube come qualsiasi altro mezzo di
      comunicazione su internet non va inteso come
      sistema per scappare dal confronto
      diretto.
      Ha forse paura di parlare viso a viso con gli
      studenti?Un po come il blog di Grillo no ? :D
      • Erik scrive:
        Re: il confronto
        Non mi sembra l'esempio più appropriato.Grillo è sempre in mezzo al pubblico (spettacoli, manifestazioni, ecc..) ed è andato anche tra gli studenti prendendosi tra l'altro le critiche che hanno ritenuto di fargli.La ministra invece "scappa" proprio.
        • saimonegarf anchel scrive:
          Re: il confronto
          - Scritto da: Erik
          Non mi sembra l'esempio più appropriato.
          Grillo è sempre in mezzo al pubblico (spettacoli,
          manifestazioni, ecc..) ed è andato anche tra gli
          studenti prendendosi tra l'altro le critiche che
          hanno ritenuto di
          fargli.
          La ministra invece "scappa" proprio.A me invece sembra proprio di si:pubblico pagante suo, conferenze stampa sue, meeting che organizza lui dove invita chi dice lui, blog dove alcune persone/parole sono censurateSuvvia :PNon l'ho mai visto dialogare con altri in nessuna trasmissione televisiva o tribuna politica quello che e'. Ogni volta che gli si fa "notare" qualcosa lui comincia con la lagna dell'informazione di regime bla bla bla bla la casta blablabla :P
          • Erik scrive:
            Re: il confronto
            Le manifestazioni in piazza non erano a pagamento nè persone scelte da lui... ;)
          • saimonegarf anchel scrive:
            Re: il confronto
            - Scritto da: Erik
            Le manifestazioni in piazza non erano a pagamento
            nè persone scelte da lui...
            ;)E chi ha hai mai detto che le manifestazioni in piazza erano a pagamentoE' ovvio che il pubblico non lo sceglie lui, MA le persone da invitare a parlare si e non mi pare di aver visto nessuno di idee opposte alle sue con il quale fare un dibattito costruttivo. Erano le solite lagne antiberlusconiane che ovviamente lasciano il tempo che trovano.Buon biowashball ;)
  • GoldenBoy scrive:
    Fa proprio ridere...
    Sue parole: Ho deciso di aprire un canale su YouTube perchè intendo confrontarmi con voi sulla Scuola e sull'Università - spiega il ministro, in piedi davanti alla scrivania del suo studio - Voglio accogliere idee, progetti, proposte, anche critiche.Non le bastano le critiche e proteste fatte fin d'ora?? Confronto poi? hahaha, quella che appena c'era un corteo spariva dicendo "la cosa si farà, punto"...nascondendosi dietro al solito slogan "è colpa della sinistra" e altre baggianate del genere...vai a zappare va, altro che canale su youtube, quei video si che sarebbero da censurare.
    • Marco scrive:
      Re: Fa proprio ridere...
      è assolutamente ridicolavuole il confronto? riceva le delegazioni degli studenti e degli insegnantiquesta cerca solo di apparire dove può, come gli ha insegnato il suo padronema presto si accorgerà che internet non è la TV
      • alter ato scrive:
        Re: Fa proprio ridere...
        un confronto? con chi? con gli studenti? hahaha
        • GoldenBoy scrive:
          Re: Fa proprio ridere...
          basterebbe che avesse almeno il coraggio di mostrarsi in pubblico, non a matrix al sicuro da tutto o porta a porta...ma per favoreeee, continua così che un posto da giullare ce anche per te!
    • alter ato scrive:
      Re: Fa proprio ridere...
      studente? finisci in fretta la sQuola e buttati nel mondo del lavoro dove avrai modo di apprezzare cosa vuol dire far fatica. invece di protestare a priori qualunque cosa. mariastella sta facendo la cosa giusta. lo scoprirai quando inizierai a pagare le tasse.
      • Marco scrive:
        Re: Fa proprio ridere...

        mariastella sta facendo la cosa giusta. lo
        scoprirai quando inizierai a pagare le
        tasse.se continua così non pagherà mai le tasse perchè non troverà mai lavoro in italia ma solo all'estero forse, coglione!
      • Lorenzo scrive:
        Re: Fa proprio ridere...
        Si si , lo scoprira quando non potra' pagare la scuola per i figli nonostante si spezzi le reni tutti i giorni , eccome se lo scoprira' .
      • GoldenBoy scrive:
        Re: Fa proprio ridere...
        gia lavoro sai, ennesimo fantoccio troll.E le tasse le pago anche io, e comunque sono azioni da regime queste, tutti protestano e loro cosa dicono? "noi andremo avanti cosi"...poi ora che si è mostrata come ennesimo burattino del diversamente onesto, zack che cerca di correggere il tiro con queste buffonate che ci credi solo te e 2 polli in croce...
    • Wolf01 scrive:
      Re: Fa proprio ridere...
      - Scritto da: GoldenBoy
      quei video si che sarebbero da censurare.Segnaliamoli in massa a google per contenuto offensivo, magari li rimuovono :D :D :D
  • pablix scrive:
    sarebbe l'ora che l'università ...
    ...funzionasse davvero e ci fosse reale meritocrazia, sia per gli studenti che per le eventuali carriere!!!I docenti dovrebbero fare i docenti e non gli uomini d'affari per cui poi insegnare è solo un diversivo di un ora alla settimana (per le altre ci sono i dottorandi....) da aggiungere agli altri impegni...percepiscono uno stipendio e non uno stipendio parziale e inoltre hanno la tra le mani il futuro dei nostri figli, dovrebbe esserci più serietà e controlli a partire proprio da loro!!!!!!!
    • xxx scrive:
      Re: sarebbe l'ora che l'università ...
      ECCO I TAGLI CHE SI DOVREBBERO FARE!!!! MANDARE A CASA QUEI DOCENTI CHE VIVONO SULLE SPALLE COME DICI TU DEI DOTTORANDI E/O PRECARI DELL'UNIVERSITA'!!!!!
      • alter ato scrive:
        Re: sarebbe l'ora che l'università ...
        parole sante! solo che poi avremmo forse lo 0.5% dell'attuale parco insegnanti.firmato: un insegnante
        • etherodox scrive:
          Re: sarebbe l'ora che l'università ...
          Nemmeno gli insegnanti riescono a non abboccare all'idiozia del merito e al gioco al massacro che spazza via una categoria (io sono bravissimo, è il mio collega che non insegna). Eppure sarebbe facile osservare che gli insegnanti seri non sono mai nelle grazie dei dirigenti e che il quadro tratteggiato da Gelmini metterà ancora di più i pochi che insegnano nelle mani di farabutti e vagabondi con amicizie altolocate. La stessa ministra è l'ossimoro vivente di una nullità intronizzata dal suo potente protettore.
  • massimo scrive:
    commenti censurati
    Tantissimi commenti sono censurati.Avevo scritto questo commento, ma non è mai apparso: "Questa parla di meritocrazia e poi va a fare l'esame a Catanzaro, dove la percentuale di abilitazione è del 94%. Spieghi i motivi.E questa buffona osa parlare di meritocrazia?Questo è il governo peggiore mai visto nella storia dell'Italia."
    • vuregghio scrive:
      Re: commenti censurati
      - Scritto da: massimo
      Tantissimi commenti sono censurati.

      Avevo scritto questo commento, ma non è mai
      apparso:

      "Questa parla di meritocrazia e poi va a fare
      l'esame a Catanzaro, dove la percentuale di
      abilitazione è del 94%. Spieghi i
      motivi.

      E questa buffona osa parlare di meritocrazia?

      Questo è il governo peggiore mai visto nella
      storia
      dell'Italia." ecco, se magari ti esprimi con civiltà e rispetto, senza essere offensivo, vedrai che nessuno ti filtra.
      • massimo scrive:
        Re: commenti censurati
        - Scritto da: vuregghio
        - Scritto da: massimo

        Tantissimi commenti sono censurati.



        Avevo scritto questo commento, ma non è mai

        apparso:



        "Questa parla di meritocrazia e poi va a fare

        l'esame a Catanzaro, dove la percentuale di

        abilitazione è del 94%. Spieghi i

        motivi.



        E questa buffona osa parlare di meritocrazia?



        Questo è il governo peggiore mai visto nella

        storia

        dell'Italia."

        ecco, se magari ti esprimi con civiltà e
        rispetto, senza essere offensivo, vedrai che
        nessuno ti
        filtra.Beh, io ho detto solo la verità
    • Bennie scrive:
      Re: commenti censurati
      - Scritto da: massimo
      Tantissimi commenti sono censurati.

      Avevo scritto questo commento, ma non è mai
      apparso:

      "Questa parla di meritocrazia e poi va a fare
      l'esame a Catanzaro, dove la percentuale di
      abilitazione è del 94%. Spieghi i
      motivi.[...] li ha già spiegati tante volte, avete rotto il cazzo
      • Tangorra scrive:
        Re: commenti censurati
        Dicci tu il perchè allora.
      • Marco scrive:
        Re: commenti censurati

        li ha già spiegati tante volte, avete rotto il
        cazzoAvava detto che non poteva rimanere sulle spalle dei genitori e che aveva bisogno di cominciare a lavorare. Tutti d'accordo su questo.Però quindi è arrivata la necessità di superare l'esame di stato. E cosa ha fatto? E' andata a fare l'esame nella zona d'Italia con il maggior numero di abilitazioni!Che dire ottimo esempio da parte di un Ministro dell'Istruzione.E questa osa parlare di MERITROCRAZIA?Ti sputo in faccia.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: commenti censurati
      - Scritto da: massimo
      Tantissimi commenti sono censurati.quoto.Io avevo scritto "nice bobs!" e non me lo hanno fatto passare :(-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 dicembre 2008 10.26-----------------------------------------------------------
  • boobie scrive:
    cambiare tanto per cambiare?
    combattere lo status quo, solo "perché si" è come difendere lo status quo "perché si"se una cosa è buona e funziona, si tiene: ed è talmente vera che volete il maestro unico come 100 anni fa.come mai, se bisogna sempre cambiare, muovere, innovare?forse che lo status-quo di 100 anni fa faceva schifo? no: infatti lo rivolete.quindi ALCUNE COSE VANNO BENE COME SONO e altre vanno risistemate.ma bisogna PRIMA DECIDERE COSA e condividere queste scelte con tutti e non per diktat e imperativi, e POI si comincierà a dire: facciamo questo su cui tutti siamo d'accordo.i dictat di qualsiasi governo, non sono DEMOCRAZIA, sono dictat.quindi : prima si discute e POI si ordina cosa fare agli esecutivi DOPO che tutti sono d'accordo.la maggioranza NON solo all'interno di una maggioranzama che parlo a fà?si salvi chi può, altro che
  • Sgabbio scrive:
    Per combattere gli sprechi
    Non bisogna di certo tagliare il tagliabile nella istruzione pubblica....Comunque che tristezza il monitor che visualizza home page di google....
    • HomoSapiens scrive:
      Re: Per combattere gli sprechi
      - Scritto da: Sgabbio
      Comunque che tristezza il monitor che visualizza
      home page di
      google....tanto più che il monitor è girato verso la telecamera, e non verso una eventuale poltrona, come a voler dar sfoggio di tecnologia e innovazione (rotfl). avrebbe fatto più bella figura se il monitor avesse visualizzato l'homepage di miur . it.
    • Caribe 1999 scrive:
      Re: Per combattere gli sprechi
      - Scritto da: Sgabbio
      Comunque che tristezza il monitor che visualizza
      home page di
      google....Avrebbe potuto mettere qualsiasi cosa, l'avreste criticata lo stesso.
      • Erik scrive:
        Re: Per combattere gli sprechi
        Ma questo commento a cosa serve?Aiuta la discussione o dovrebbe farci capire che appoggi incondizionatamente il ministro?Oppure significa che va bene così, tacere ed obbedire?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Per combattere gli sprechi
        Dicamo che la "pubblicità" ad un noto motore di ricerca in un video fatto dal governo è di una tristezza senza confini.
        • etherodox scrive:
          Re: Per combattere gli sprechi
          Sgabbio è romantico, gli fa tristezza vedere la pubblicità di un noto motore di ricerca su una pagina del governo Mediaset.
Chiudi i commenti