Wikipedia, segreti e bugie

L'intelligence francese costringe un editor a rimuovere informazioni riservate da una voce a sfondo militare. A Berlino, c'è chi vuole a tutti i costi tornare sulla popolare enciclopedia libera

Roma – Tensioni legali per alcune voci sulla popolare enciclopedia libera Wikipedia, nel mirino dell’intelligence francese dopo la pubblicazione di informazioni classificate come riservate. Sulla versione transalpina della piattaforma statunitense, la pagina dedicata alla stazione militare di Pierre-sur-Haute ha scatenato un piccolo caso diplomatico tra gli ufficiali della Direction Centrale du Renseignement Intérieur (DCRI) e la Wikimedia Foundation.

In un post pubblicato sul blog ufficiale della fondazione a stelle e strisce, la voce dedicata al sito di Pierre-sur-Haute presenterebbe numerose informazioni militari riservate. Sugli scudi, i responsabili della fondazione Wikimedia hanno espresso un netto rifiuto in seguito alla richiesta di rimozione immediata dell’articolo, per la mancanza di elementi sufficienti a corroborare le pretese dell’intelligence francese .

Estremo rimedio , gli agenti della DCRI hanno convocato il wikipediano identificato come responsabile delle fasi di editing e pubblicazione della pagina sulla stazione militare. Per evitare l’arresto, il volontario dell’enciclopedia online è stato costretto ad eliminare l’articolo originale nel vano tentativo di spiegare all’intelligence nazionale il corretto funzionamento della stessa enciclopedia libera.

Dalla Francia alla Germania, dove l’editor di origini statunitensi Benjamin Mako Hill è finito nel mirino legale del non meglio noto Institute for Cultural Diplomacy ( ICD ), organizzazione berlinese legata alla promozione del dialogo aperto fra culture. Di tono opposto una letteraccia legale spedita dal suo fondatore Mark Donfried allo stesso volontario dell’enciclopedia libera, accusato di aver partecipato attivamente alla rimozione della pagina dedicata all’ICD.

Per ragioni opposte a quelle dell’intelligence francese, l’oscuro istituto berlinese pretende dai wikipediani una sorta di riconoscimento digitale, dopo che lo stesso Hill aveva ammesso di non essere a conoscenza della sua esistenza. Gli stessi responsabili dell’ICD avevano caricato una pagina su Wikipedia con una serie di contenuti più vicini alla pubblicità che al rigore enciclopedico .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Aniello Caputo scrive:
    ma che me ne frega a me del fecebucco
    ma che me ne frega a me del fecebucco
  • mr. no scrive:
    serve approfondire...
    i cosiddetti "social" network e le loro implicazioni politiche, sociali, culturali ed economiche, sono qualcosa di molto complessoper questo (anche se costa fatica mentale) le analisi superficiali e/o limitate a singoli aspetti non bastanonon bastano assolutamente le solo considerazioni di carattere tecnico o tecnologico, o quelle relative alla sola privacy... e non bastano gli spunti (a dire il vero talvolta non particolarmente "profondi") di riflessione portati da articoli come questo...occorre analizzare le cose approfondendole molto di più e ragionandoci con un approccio a più livelli e da più angolazioni... per arrivare a "capire" a fondo il particolare (come può essere fb, o i "social" network in genere) bisogna prima conoscere il generale (occorre acquisire maggiore consapevolezza del contesto, presente e passato, in tutti i sensi)e forse allora molti avrebbero capito sin dall'inizio del web 2.0 e dell'era "social" ciò che oggi stanno cominciando a intuire e che era però evidente già da allora a guardare le cose con le "giuste" lenti: <i
    "ogni piccolo pezzetto di software che i giganti della comunicazione in rete aggiungono alle nostre vite è oggi un piccolo contributo alla riduzione della nostra libertà" </i
    ps: come spunto facilmente reperibile per questo genere di approfondimento, segnalo "nell'acquario di facebook" del collettivo ippolita: http://www.ippolita.net/it/nellacquario-di-facebookma tanto altro si trova in rete (e molto di più nei libri, anche quelli cartacei, e anche non proprio recenti)
    • Leguleio scrive:
      Re: serve approfondire...
      - Scritto da: mr. no
      i cosiddetti "social" network e le loro
      implicazioni politiche, sociali, culturali ed
      economiche, sono qualcosa di molto
      complessoEh sì.Nei forum ci limitiamo a uno o due aspetti per volta. Ci s'accontenta.
      per questo (anche se costa fatica mentale) le
      analisi superficiali e/o limitate a singoli
      aspetti non
      bastanoVediamo le analisi approfondite, allora.
      non bastano assolutamente le solo considerazioni
      di carattere tecnico o tecnologico, o quelle
      relative alla sola privacy... e non bastano gli
      spunti (a dire il vero talvolta non
      particolarmente "profondi") di riflessione
      portati da articoli come
      questo...Se non li ritieni particolarmente profondi, perché vieni a commentare qui? Il web è sterminato, un sito sulla filosofia di Facebook lo trovi di sicuro.
      occorre analizzare le cose approfondendole molto
      di più e ragionandoci con un approccio a più
      livelli e da più angolazioni...Quanti livelli, esattamente?E bastano le quattro angolazioni N S E e O, o dobbiamo calcolare anche i punti intermedi?
      per arrivare a "capire" a fondo il particolare
      (come può essere fb, o i "social" network in
      genere) bisogna prima conoscere il generale
      (occorre acquisire maggiore consapevolezza del
      contesto, presente e passato, in tutti i
      sensi)Questa prolusione mi ha già annoiato.Gli occhi cominciano a chiudersi...
      e forse allora molti avrebbero capito sin
      dall'inizio del web 2.0 e dell'era "social" ciò
      che oggi stanno cominciando a intuire e che era
      però evidente già da allora a guardare le cose
      con le "giuste" lenti: <i
      "ogni piccolo
      pezzetto di software che i giganti della
      comunicazione in rete aggiungono alle nostre vite
      è oggi un piccolo contributo alla riduzione della
      nostra libertà" </i
      Non aggiornerò più il programma µTorrent!Non voglio che la mia libertà sia ridotta. Vade retro aggiornamento.
      ps: come spunto facilmente reperibile per questo
      genere di approfondimento, segnalo "nell'acquario
      di facebook" del collettivo ippolita:

      http://www.ippolita.net/it/nellacquario-di-faceboo
      ma tanto altro si trova in rete (e molto di più
      nei libri, anche quelli cartacei, e anche non
      proprio
      recenti)Ah, ecco dove volevi arrivare: una bella marketta su un libro elettronico. Sottotitolo: "La resistibile ascesa dell'anarco-capitalismo". Tutti qui su <I
      Punto Informatico </I
      ne sentivano la mancanza...
      • mr. no scrive:
        Re: serve approfondire...
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: mr. no


        i cosiddetti "social" network e le loro

        implicazioni politiche, sociali, culturali ed

        economiche, sono qualcosa di molto

        complesso

        Eh sì.
        Nei forum ci limitiamo a uno o due aspetti per
        volta. Ci
        s'accontenta.




        per questo (anche se costa fatica mentale) le

        analisi superficiali e/o limitate a singoli

        aspetti non

        bastano

        Vediamo le analisi approfondite, allora.



        non bastano assolutamente le solo
        considerazioni

        di carattere tecnico o tecnologico, o quelle

        relative alla sola privacy... e non bastano
        gli

        spunti (a dire il vero talvolta non

        particolarmente "profondi") di riflessione

        portati da articoli come

        questo...

        Se non li ritieni particolarmente profondi,
        perché vieni a commentare qui? Il web è
        sterminato, un sito sulla filosofia di Facebook
        lo trovi di
        sicuro.



        occorre analizzare le cose approfondendole
        molto

        di più e ragionandoci con un approccio a più

        livelli e da più angolazioni...

        Quanti livelli, esattamente?
        E bastano le quattro angolazioni N S E e O, o
        dobbiamo calcolare anche i punti
        intermedi?




        per arrivare a "capire" a fondo il
        particolare

        (come può essere fb, o i "social" network in

        genere) bisogna prima conoscere il generale

        (occorre acquisire maggiore consapevolezza
        del

        contesto, presente e passato, in tutti i

        sensi)

        Questa prolusione mi ha già annoiato.
        Gli occhi cominciano a chiudersi...



        e forse allora molti avrebbero capito sin

        dall'inizio del web 2.0 e dell'era "social"
        ciò

        che oggi stanno cominciando a intuire e che
        era

        però evidente già da allora a guardare le
        cose

        con le "giuste" lenti: <i
        "ogni
        piccolo

        pezzetto di software che i giganti della

        comunicazione in rete aggiungono alle nostre
        vite

        è oggi un piccolo contributo alla riduzione
        della

        nostra libertà" </i


        Non aggiornerò più il programma µTorrent!
        Non voglio che la mia libertà sia ridotta. Vade
        retro aggiornamento.




        ps: come spunto facilmente reperibile per
        questo

        genere di approfondimento, segnalo
        "nell'acquario

        di facebook" del collettivo ippolita:




        http://www.ippolita.net/it/nellacquario-di-faceboo


        ma tanto altro si trova in rete (e molto di
        più

        nei libri, anche quelli cartacei, e anche non

        proprio

        recenti)

        Ah, ecco dove volevi arrivare: una bella marketta
        su un libro elettronico. Sottotitolo: "La
        resistibile ascesa dell'anarco-capitalismo".

        Tutti qui su <I
        Punto Informatico
        </I
        ne sentivano la
        mancanza...ostentare ottusità e ignoranza è proprio una cosa triste
        • Leguleio scrive:
          Re: serve approfondire...
          - Scritto da: mr. no
          ostentare ottusità e ignoranza è proprio una cosa
          tristeSe sottolineare una marketta è ottusità e ignoranza, sono felice di essere definito tale.
          • krane scrive:
            Re: serve approfondire...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: mr. noIo sono d'accordo con quello che ha detto mr. no.

            ostentare ottusità e ignoranza è

            proprio una cosa triste
            Se sottolineare una marketta è ottusità e
            ignoranza, sono felice di essere definito
            tale.Si trova gratis su scribdb...http://it.scribd.com/doc/94316419/Nell%E2%80%99acquario-di-Facebook-La-resistibile-ascesa-dell%E2%80%99anarco-capitalismo-%E2%80%93-Ippolita
          • Leguleio scrive:
            Re: serve approfondire...
            - Scritto da: krane
            Io sono d'accordo con quello che ha detto mr. no.



            ostentare ottusità e ignoranza è


            proprio una cosa triste


            Se sottolineare una marketta è ottusità e

            ignoranza, sono felice di essere definito

            tale.

            Si trova gratis su scribdb...

            http://it.scribd.com/doc/94316419/Nell%E2%80%99acqMa anche nel link indicato da mr. no è gratis. Non era quello il punto.Esplicitare chiaramente il titolo e che l'autore è il collettivo Ippolita qualifica perfettamente quest'operazione. Qui non siamo nel campo della pubblicità occulta, no no.
          • krane scrive:
            Re: serve approfondire...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: krane

            Io sono d'accordo con quello che ha

            detto mr. no.



            ostentare ottusità e ignoranza è



            proprio una cosa triste


            Se sottolineare una marketta è



            ottusità e ignoranza, sono felice di



            essere definito tale.

            Si trova gratis su scribdb...
            http://it.scribd.com/doc/94316419/Nell%E2%80%99acq
            Ma anche nel link indicato da mr. no è gratis.
            Non era quello il punto.
            Esplicitare chiaramente il titolo e che l'autore
            è il collettivo Ippolita qualifica perfettamente
            quest'operazione. Qui non siamo nel campo della
            pubblicità occulta, no no.Sara', ma quella mirata a volte fa piacere, io me lo leggero'. Tanto piu' che e' gratis.
  • Sa pizza scrive:
    Sedia
    Ascò, ma se anziché fare il poeta (e sai quanta catarsi nel leggere news in prosa su Facebook) spiegassi quello che fa questo XXXXX di programma ?? Magari escludendo i tuoi poetici e simpaticissimi pensieri e facendo finta di fare il giornalista ? Graaazieee...Ah, tra l'altro : uno se non lo vuole Facebook home, non se lo mette !
  • non so scrive:
    se ho capito bene
    quello di FB è "un piccolo contributo alla riduzione della nostra libertà", mentre quello di Apple è un "ecosistema"?si chiama così giusto?
    • saverio_ve scrive:
      Re: se ho capito bene
      Sono abbastanza d'accordo con te, tuttavia Apple non mi ha mai svegliato alle 3 di notte perché qualcuno mi "invita a giocare a Best Casinò"...
      • Jacopo scrive:
        Re: se ho capito bene
        - Scritto da: saverio_ve
        Sono abbastanza d'accordo con te, tuttavia Apple
        non mi ha mai svegliato alle 3 di notte perché
        qualcuno mi "invita a giocare a Best
        Casinò"...Se il tuo amico ti mandava un sms o una mail per chiederti di andare al casinò venivi svegliato comunque!Mica è colpa di FB se non disabiliti le notifiche per gli inviti inutili o altro! è colpa dei tuoi amici che ti invitano alle 3 di notte!
        • saverio_ve scrive:
          Re: se ho capito bene
          E' colpa di facebook se non mi da la possibilità di bloccare i messaggi di applicazioni terze se non dopo averli ricevuti...Ovviamente non è stato lui ad invitarmi alle 3 di notte... ma l'applicazione che ha acXXXXX alla sua lista contatti!
          • Jacopo scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: saverio_ve
            E' colpa di facebook se non mi da la possibilità
            di bloccare i messaggi di applicazioni terze se
            non dopo averli
            ricevuti...
            Ovviamente non è stato lui ad invitarmi alle 3 di
            notte... ma l'applicazione che ha acXXXXX alla
            sua lista
            contatti!Mi sembra strano tu non possa bloccare i messaggi della app, io sono andato su profilo -
            privacy -
            notifiche ed ho disabilitato tutte le notifiche che non mi interessavano! e non mi sono mai arrivati ne notifiche ne mail di nulla che non mi interessasse!
        • mr. no scrive:
          Re: se ho capito bene
          - Scritto da: Jacopo
          - Scritto da: saverio_ve

          Sono abbastanza d'accordo con te, tuttavia
          Apple

          non mi ha mai svegliato alle 3 di notte
          perché

          qualcuno mi "invita a giocare a Best

          Casinò"...

          Se il tuo amico ti mandava un sms o una mail per
          chiederti di andare al casinò venivi svegliato
          comunque!
          Mica è colpa di FB se non disabiliti le notifiche
          per gli inviti inutili o altro! è colpa dei tuoi
          amici che ti invitano alle 3 di
          notte!scusate se mi intrometto... ma così vi risolvo la diatriba in un attimo: è colpa di entrambi voi che siete tra i tanti così "poco accorti" e "diversamente intelligenti" utilizzatori di quella immondezza in blu
          • saverio_ve scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: mr. no

            scusate se mi intrometto... ma così vi risolvo la
            diatriba in un attimo: è colpa di entrambi voi
            che siete tra i tanti così "poco accorti" e
            "diversamente intelligenti" utilizzatori di
            quella immondezza in
            blua parte che sono semplicemente iscritto, non sono un utilizzatore ma mi fa piacere, visto che vivo lontano dalla mia città natale, tenere dei contatti.Ti scuso per esserti intromesso, io non so se sono "diversamente intelligente", ma sicuramente non ti scuso per essere "diversamente educato".
          • mr. no scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: saverio_ve
            a parte che sono semplicemente iscritto, non sono
            un utilizzatore se sei iscritto sei giocoforza un utilizzatore
            ma mi fa piacere, visto che vivo
            lontano dalla mia città natale, tenere dei
            contatti.telefono fisso, cellulare, sms, email, irc, carta da lettera...
            Ti scuso per esserti intromesso, io non so se
            sono "diversamente intelligente", ma sicuramente
            non ti scuso per essere "diversamente educato".fa nulla, neanche io ti scuso per i danni che gli iscritti a fb, per quanto poco lo utilizzino, procurano agli altri pur se non iscritti (come me)...
          • saverio_ve scrive:
            Re: se ho capito bene
            Sai io sono un po' vecchiotto e ho sentito fare questi discorsi contro la televisione, contro i computer, contro i cellulari, contro gli sms...Questo intellettualismo qualunquista mi fa solo sorridere.A danneggiare la società sono ben altre cose che non degli strumenti di comunicazione.Ad esempio: la chiusura mentale, la mancanza di rispetto del prossimo e di educazione in genere.Sono sicuro che fai molti più danni tu a te stesso con la tua personalità di quanti te ne possa mai fare Facebook.Saluti
          • aphex_twin scrive:
            Re: se ho capito bene
            Oh ma com'é che tutti dicono che nessuno lo usa ? E chi dice di usarlo vive "alla fine del mondo" e "deve tenere i contatti" con parenti e amici ?Sembra che sia l'unico mezzo comunicazione possibile ...Io sono iscritto e lo uso (sempre meno) e non mi vergogno minimamente a dirlo , lo uso soprattutto per le XXXXXXX. Perché vi dovete nascondere con balle assurde ?
    • Prozac scrive:
      Re: se ho capito bene
      - Scritto da: non so
      quello di FB è "un piccolo contributo alla
      riduzione della nostra libertà", mentre quello di
      Apple è un
      "ecosistema"?
      si chiama così giusto?No. Si chiama "eco sistema". In realtà loro hanno un sistema che riflette onde sonore... Chiedi a Ruppolo che è esperto di "eco sistemi"
      • Barbapapa scrive:
        Re: se ho capito bene
        L'hai... disintegrato credo...
      • saverio_ve scrive:
        Re: se ho capito bene
        non credo di aver capito il tuo commento... puoi chiarirmelo gentilmente?
        • Leguleio scrive:
          Re: se ho capito bene
          - Scritto da: saverio_ve
          non credo di aver capito il tuo commento... puoi
          chiarirmelo
          gentilmente?Non era riferito a te, ma ai commentatori che usano la parola ecosistema a sproposito.Riassunto per i distratti: "ecosistema" è un termine usato in biologia, e metaforicamente (dal 1993) anche alle aziende in competizione fra di loro. Nulla ha a che fare con l'informatica e le telecomunicazioni. È una delle tante trovate di marketing, escogitata alle spalle di persone con bassa scolarità.
          • saverio_ve scrive:
            Re: se ho capito bene
            Capisco la tua campagna contro l'uso del termine "ecosistema".Ma dal momento che è un uso "informaticometaforico" che non hanno certo inventato loro, star qui a fare il puntiglio linguistico mi sembra superfluo.Da che mondo e mondo le metafore sono sempre state usate dai commerciali, non vedo perché questa ti sconvolga tanto.Il walled garden non ha né mura né piante, il "ciclo di vita" di un prodotto non presuppone sala parto né esequie, e via di seguito.
          • Leguleio scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: saverio_ve
            Capisco la tua campagna contro l'uso del termine
            "ecosistema".
            Ma dal momento che è un uso
            "informaticometaforico" che non hanno certo
            inventato loro, star qui a fare il puntiglio
            linguistico mi sembra
            superfluo.Non è puntiglio linguistico: non significa assolutamente nulla. Se fosse puntiglio linguistico, avrei proposto un termine sostitutivo, ti pare? Qui non si può sostituire nulla che sia diverso dal nulla.
            Da che mondo e mondo le metafore sono sempre
            state usate dai commerciali, non vedo perché
            questa ti sconvolga
            tanto.Non è una metafora. È fumo negli occhi, cosa ben diversa.Ecco un esempio di una metafora in uno spot pubblicitario:http://www.youtube.com/watch?v=2kjjQiRo5oAEd ecco un cartello indicatore di divieto di un noto modo di dire:[img]http://images.wikia.com/nonciclopedia/images/a/a7/Divieto_di_rompere_i_XXXXXXXX.jpg[/img](Nota che fuori dall'Italia questo cartello sarebbe assolutamente incomprensibile).
            Il walled garden non ha né mura né piante, il
            "ciclo di vita" di un prodotto non presuppone
            sala parto né esequie, e via di
            seguito.Basta che la metafora sia comprensibile.Qui, semplicemente, siamo alla pietra filosofale e ai raggi N. Roba molto più vicina ai ciarlatani che ai prodotti informatici, e al marketing che vi sta dietro.
          • saverio_ve scrive:
            Re: se ho capito bene
            Perché incomprensibile?L'azienda in questione con "ecosistema" intende un insieme ristretto di dispositivi che convivono, inter operano, e si compensano con informazioni condivise.La metafora è accettabile e comprensibile. Mi pare francamente che il tuo sia più un giudizio di merito sull'azienda e sui prodotti in questione, che sulla scelta della metafora.Allora lasciamo perdere la metafora e parliamo dell'azienda.Questo è quello che mi aspetterei da una persona con "alta scolarità" ;)
          • Leguleio scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: saverio_ve
            Perché incomprensibile?
            L'azienda in questione con "ecosistema" intende
            un insieme ristretto di dispositivi che
            convivono, inter operano, e si compensano con
            informazioni
            condivise.Questa è la <B
            tua </B
            definizione.Se lo chiediamo a un altro utente, che ovviamente non ha letto questa conversazione, altrimenti si lascia influenzare, te ne darà un'altra.È una trovata molto simile all'"esperienza d'uso" di un noto telefonino con le iconcine. Tutti ne parlavano, e in misura minore ne parlano ancora adesso; nessuno sapeva cosa fosse esattamente.
            La metafora è accettabile e comprensibile.
            Mi pare francamente che il tuo sia più un
            giudizio di merito sull'azienda e sui prodotti in
            questione, che sulla scelta della
            metafora.Casomai su coloro che, complice la bassa scolarità, ripetono a pappagallo delle frasi senza senso.Del prodotto in sé non so quasi nulla (l'ultima volta che ho usato un Mac, perché in quel posto lì c'erano solo quelli a disposizione, è stato nel 2006) e non dico nulla; proprio non mi interessa.
          • saverio_ve scrive:
            Re: se ho capito bene
            Se un'azienda propone al mercato qualcosa di nuovo o relativamente tale, necessariamente deve in qualche modo definirlo. Fa parte del marketing ma è anche una cosa naturale.Mi si è rotto il telefonino android e in attesa che me lo riparino ho riciclato un blackberry... Ogni volta che lo prendo in mano mi chiedo (ma come diavolo si fa ad usare sta cosa?).Io non so se "user exprience" sia una definizione buona o cattiva, ma qualcosa sicuramente rappresenta.La definizione di ecosistema non è mia. E' il nome con cui Apple definisce il vantaggio di usare più dispositivi Apple sincronizzati: Iphone, Ipad, Mac, appleTv. E' una metafora che cerca di rappresentare una funzionalità ben precisa, personalmente non ci trovo nulla di linguisticamente sconvolgente né di "bassa scolarizzazione".Tutto qui.PS. magari nella prossima revisione della Treccani verrà indicata anche questa possibile metafora sotto la voce "ecosistema", in fondo anche la lingua è viva (non solo i prodotti Apple) :)
          • Leguleio scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: saverio_ve
            Se un'azienda propone al mercato qualcosa di
            nuovo o relativamente tale, necessariamente deve
            in qualche modo definirlo. Fa parte del marketing
            ma è anche una cosa
            naturale.Forse sì. Il problema si pone quando un utente questi espedienti da marketing li adotta per plasmare la propria vita e il proprio linguaggio. Faccio due esempi presi volutamente da slogan di molti anni fa: se avessi detto in pubblico a una persona che le spunta un fiore in bocca, sarei stato preso per lo scemo del villaggio. Intendevo dire che l'alito profuma di una marca di dentifricio:http://www.youtube.com/watch?v=-ANGKOqgJ9I#t=1m15sSe all'esame di chimica parlassi di polvere liquida, probabilmente il professore nemmeno mi farebbe proseguire, e mi inviterebbe a presentarmi alla prossima sessione. Eppure un noto detersivo per pareti smaltate non graffiava le superfici proprio perché era "polvere liquida":http://www.youtube.com/watch?v=dvjxusyQSNEPer tacere di un lucidante per carrozzerie d'auto, i cui componenti avevano un'"azione retromolecolare" (purtroppo non trovo lo spot su Youtube). Espressione assente da tutti i testi di fisica e di chimica, inutile dirlo. :-)Tutti questi esempi per sottolineare che la pubblicità si rivolge a persone con bassa scolarità e con scarsi o inesistenti mezzi di difesa dalla persuasione occulta, e che ignorano questi argomenti. Il fatto di evocare mondi o concetti inesistenti è del tutto irrilevante. Quando le vittime di questi slogan parlano seriamente usando uno slogan insulso come un dato scientifico, il danno è compiuto. Una volta inXXXXXttata nel suo pensiero privato, la pubblicità diventa parte del suo mondo, con risultati facilmente immaginabili.
            Mi si è rotto il telefonino android e in attesa
            che me lo riparino ho riciclato un blackberry...
            Ogni volta che lo prendo in mano mi chiedo (ma
            come diavolo si fa ad usare sta
            cosa?).La concorrenza si fa anche sulle piccole differenze.A quanti non è capitato di guidare un'auto di una marca mai usata prima e non trovare le luci o i lampeggianti o il bottone per sbrinare il lunotto? Un tempo queste differenze erano perfino più accentuate, oggi almeno i simboli sono standard (ma non la disposizione sul cruscotto).
            Io non so se "user exprience" sia una definizione
            buona o cattiva, ma qualcosa sicuramente
            rappresenta.No, ti sbagli, non rappresenta <B
            nulla </B
            . Non si mangia, non si annusa, non si misura, non è rilevabile da contatori geiger o sensori a infrarossi, non produce nuova energia oppure nuova informazione. È un vuoto slogan.
            La definizione di ecosistema non è mia. E' il
            nome con cui Apple definisce il vantaggio di
            usare più dispositivi Apple sincronizzati:
            Iphone, Ipad, Mac, appleTv.Mi citeresti il documento della Apple che definisce ecosistema? Ovviamente sul sito della Apple, non su siti esterni.
            PS. magari nella prossima revisione della
            Treccani verrà indicata anche questa possibile
            metafora sotto la voce "ecosistema", in fondo
            anche la lingua è viva (non solo i prodotti
            Apple)
            :)In attesa di questa improbabile revisione (ho ancora in mente l'incidente fra Google e lo svedese sprakrådet, che ha subito ritirato ogooglebar), trattiamo le persone con bassa scolarità come devono essere trattate: persone con bassa scolarità, appunto.
          • saverio_ve scrive:
            Re: se ho capito bene
            Attenzione perché il tuo accanimento sta diventando un rifiuto categorico della metafora. Strumento linguistico che esiste da sempre.Dato il tuo alto livello di scolarità.. non ti si addice.per quanto riguarda i documenti Apple cercare: "ecosistema site:www.apple.com" su google.Per quanto riguarda la user experience:1) Il mio livello di competenza informatica è molto alto e la mia critica al BB non è certo dovuta alla mancanza di abitudine.2) Misurare la user experience è molto semplice: prendi una persona le dai un dispositivo e questa non va mai in internet, manda giusto qualche email se proprio non può aspettare di essere al computer.Le cambi il dispositivo e questa navigherà abitualmente e risponderà alle email dal telefonino nonostante sia seduta al pc!Questo è quello che è sucXXXXX a qualche decina se non centinaio di milioni di persone nel mondo.Attento perché nella tua definizione di "nulla" ricadono un sacco di cose... Amore ? Felicità ?
            trattiamo le persone con bassa scolarità come devono essere trattate:
            persone con bassa scolarità, appunto.In effetti vedo che conosci un sacco di pubblicità! che scuole hai fatto?Tutti testi dove nessuno usava mai metafore suppongo.Ti do una notizia: le persone di bassa scolarità hanno capito benissimo che si trattava di metafore, nessuno ha mai pensato che davvero ti spuntasse un fiore in bocca ;)PS. una volta capito come trattare le persone di "bassa scolarità" bisogna capire come trattare le persone di "alta supponenza".
          • Leguleio scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: saverio_ve
            Attenzione perché il tuo accanimento sta
            diventando un rifiuto categorico della metafora.
            Strumento linguistico che esiste da
            sempre.
            Dato il tuo alto livello di scolarità.. non ti si
            addice.Rileggi attentamente ciò che ho scritto: mai parlato male delle metafore. E nemmeno delle allegorie, delle metonimie, dei chiasmi, delle preterizioni, dell' <I
            hysteron proteron </I
            e della sillessi. Mi sta un po' antipatico l'eufemismo, invece.Basta che queste figure retoriche non siano impiegate al di fuori dell'ambito in cui devono agire.
            per quanto riguarda i documenti Apple cercare:
            "ecosistema site:www.apple.com" su google.Ho trovato questo, ma non è inerente:http://www.apple.com/it/pr/library/2013/01/07App-Store-Tops-40-Billion-Downloads-with-Almost-Half-in-2012.htmlTi chiedo, di nuovo, un documento ufficiale Apple che definisca il termine "ecosistema" in maniera compatibile con la tua definizione: "un insieme ristretto di dispositivi che convivono, inter operano, e si compensano con informazioni condivise".
            Per quanto riguarda la user experience:
            1) Il mio livello di competenza informatica è
            molto alto e la mia critica al BB non è certo
            dovuta alla mancanza di
            abitudine.Allora passo alla seconda ipotesi: puzza sotto il naso.Altre ipotesi non me ne vengono. Se vuoi avanzarne tu...
            2) Misurare la user experience è molto semplice:
            prendi una persona le dai un dispositivo e questa
            non va mai in internet, manda giusto qualche
            email se proprio non può aspettare di essere al
            computer.
            Le cambi il dispositivo e questa navigherà
            abitualmente e risponderà alle email dal
            telefonino nonostante sia seduta al
            pc!
            Questo è quello che è sucXXXXX a qualche decina
            se non centinaio di milioni di persone nel
            mondo.E questo cos'è? L'opuscolo pubblicitario della mela morsicata?Saverio_ve, o mi mostri uno studio fatto in condizioni controllate di un campione alle prese con l'esperienza d'uso confrontato con un altro campione a contatto con altro, oppure le tue affermazioni sono aria fritta. Non metafore, <B
            ancora meno </B
            : vuoto spinto.
            Attento perché nella tua definizione di "nulla"
            ricadono un sacco di cose... Amore ? Felicità ?Il nulla. E basta.Non credo sia necessario definirlo in maniera filosofica.

            trattiamo le persone con bassa scolarità
            come devono essere
            trattate:

            persone con bassa scolarità, appunto.

            In effetti vedo che conosci un sacco di
            pubblicità! che scuole hai
            fatto?Non è rilevante qui.
            Tutti testi dove nessuno usava mai metafore
            suppongo.Le metafore si usano per illustrare meglio un concetto o per rendere più convincente un'argomentazione. Ma con le metafore non si pagano le bollette. Bisogna sempre ricordarsi che sono enti non esistenti in natura.
            Ti do una notizia: le persone di bassa scolarità
            hanno capito benissimo che si trattava di
            metafore, nessuno ha mai pensato che davvero ti
            spuntasse un fiore in bocca
            ;)Non ci giurerei. :-)In ogni caso, stavo concentrandomi sull'esempio attuale dell'ecosistema. Quel vecchio esempio era solo per far capire quanto siano ridicoli gli slogan pubblicitari, se presi alla lettera.Dai commenti qui su PI, di persone che credono davvero che quello di Apple sia un ecosistema ce ne sono. E non è un buon segno, no no. :|
            PS. una volta capito come trattare le persone di
            "bassa scolarità" bisogna capire come trattare le
            persone di "alta
            supponenza".Non so di cosa tu stia parlando. Non ci sono supponenti qui sul forum.
          • saverio_ve scrive:
            Re: se ho capito bene
            Per quanto divertente questa discussione si sta trascinando un po' troppo...Documenti Apple te ne saranno usciti un centinaio almeno, dubito che tu li abbia analizzati tutti. Tu mi avevi chiesto dei documenti dove Apple usava il termine ecosistema. La scelta della metafora è dovuta alla definizione che ho dato io, a prescindere che esista o meno una definizione ufficiale...Sono un vecchio programmatore e mi occupavo di user experience quando si chiamava ancora usability, il fatto che abbiano aggiornato il termine non cambia che sia una materia ben precisa. E ti pregherei di non mettere in discussione la mia competenza, non sarebbe elegante...Non sono un fan Apple, non posseggo nulla di Apple, non vendo Apple; sviluppo su server linux, desktop Windows, e ho un tel Android.Sono intervenuto non per difendere Apple o gli Applefan, ma perché mi sembrava esagerata la tua campagna contro un termine, dato che in ambito commerciale (come tu stesso hai evidenziato) le metafore sono usate da sempre.Tutto qui.Ps. Oggi sono andato a protestare dall'alimentari perchè la redbull che ho comprato non mi ha fatto spuntare le ali! Sarà colpa della mia "bassa scolarità"? ;)
          • Leguleio scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: saverio_ve
            Per quanto divertente questa discussione si sta
            trascinando un po'
            troppo.
            ..Be', un modo per interromperla c'è.Ma non sta a me suggerirlo. :|
            Documenti Apple te ne saranno usciti un centinaio
            almeno, dubito che tu li abbia analizzati tutti.E non lo farò ora.Tu hai fatto un'affermazione, tu ne dimostri la correttezza. Ovunque funziona così.
            Tu mi avevi chiesto dei documenti dove Apple
            usava il termine ecosistema. No. Ti avevo chiesto un documento dove c'è la definizione di ecosistema da parte di Apple. È diverso.Forum canta, il commento è qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3761289&m=3762527#p3762527
            La scelta della
            metafora è dovuta alla definizione che ho dato
            io, a prescindere che esista o meno una
            definizione
            ufficiale.Il che equivale a dire che ti sei inventato una definizione tua di ecosistema, e l'hai attribuita ad Apple.La faccia tosta non ti manca.
            Sono un vecchio programmatore e mi occupavo di
            user experience quando si chiamava ancora
            usability, il fatto che abbiano aggiornato il
            termine non cambia che sia una materia ben
            precisa. E ti pregherei di non mettere in
            discussione la mia competenza, non sarebbe
            elegante.Citami tre testi adottati nelle facoltà universitarie sull' <I
            usability </I
            .
            Non sono un fan Apple, non posseggo nulla di
            Apple, non vendo Apple; sviluppo su server linux,
            desktop Windows, e ho un tel
            Android.E un naso che si allunga in questo momento, quello ce l'hai?
            Sono intervenuto non per difendere Apple o gli
            Applefan, ma perché mi sembrava esagerata la tua
            campagna contro un termine, Ma quale campagna contro un termine. Gli slogan pubblicitari non sono né buoni né cattivi.Quando la gente inizia a non riconoscere più come slogan queste parole, a ritenerle cose reali, ebbene, la cosa diventa pericolosa. Foss'anche una battuta innocua come "ti spunta un fiore in bocca", se chi la pronuncia è serio. Significa che una parte della popolazione ha perso la capacità di intendere e di volere a seguito di campagna pubblicitaria, non di trauma cranico o di malattia.
            dato che in ambito
            commerciale (come tu stesso hai evidenziato) le
            metafore sono usate da
            sempre.Proprio da sempre, no.Ai primordi della pubblicità ci si limitava a messaggi brevi come "Comprate X", "Bevete Y". O all'enunciazione del prodotto.Se vai all'archivio storico de <I
            La Stampa </I
            , e selezioni l'anno 1867, alla pagina 4 di ogni edizione trovi inserzioni pubblicitarie molto asettiche del tipo: <I
            Semi bachia bozzolo giallodi qualità distintadi provenienza esteraPresso la farmacia </I
            [segue nome e indirizzo].
            Tutto qui.No, non è tutto qui.L'effetto devastante sulle menti di alcune fasce di popolazione della pubblicità martellante tu proprio non lo vuoi considerare.
            Ps. Oggi sono andato a protestare dall'alimentari
            perchè la redbull che ho comprato non mi ha fatto
            spuntare le ali! Sarà colpa della mia "bassa
            scolarità"?
            ;)Colpa di un senso dell'umorismo che non fa ridere.
          • saverio_ve scrive:
            Re: se ho capito bene
            Il mio senso dell'umorismo fa ridere le persone normali.Mai preteso di star simpatico ad un sociopatico.Ho dato un'occhiata alla tua cronologia dei messaggi, ieri notte hai scritto l'ultimo messaggio all' 1 e ripreso alle 6.Prova a chiudere punto informatico e fare qualcos'altro, te lo dico in maniera affettuosa.Vuoi aver ragione? Va bene hai ragione! Hai ragione su tutto quello che vuoi.Sono bugiardo, incompetente e dico solo XXXXXXX.Ti senti megio ora? Sei realizzato? La tua vita ha finalmente un senso?Buona vita.
          • Leguleio scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: saverio_ve
            Il mio senso dell'umorismo fa ridere le persone
            normali.
            Mai preteso di star simpatico ad un sociopatico.Complimenti per la fine argomentazione.Mi sa che chi manca di senso dell'umorismo qui sei tu. Se ti offendi per una citazione da Pinocchio...
            Ho dato un'occhiata alla tua cronologia dei
            messaggi, ieri notte hai scritto l'ultimo
            messaggio all' 1 e ripreso alle
            6.Ti confondi, ieri sera ho staccato prima di mezzanotte.Forse hai visto la cronologia dell'altro ieri, martedì 9 aprile.
            Prova a chiudere punto informatico e fare
            qualcos'altro, te lo dico in maniera
            affettuosa.Si può fare l'uno e l'altro.
            Vuoi aver ragione? Va bene hai ragione! Hai
            ragione su tutto quello che
            vuoi.Io veramente aspetto un documento della Apple che riporta la definizione di ecosistema. Guarda che quella definizione l'hai data tu, spontaneamente, nel senso che nemmeno te l'avevo chiesta. Saprai bene di cosa stavi parlando.Sui tre testi universitari che trattano la materia <I
            usability </I
            posso anche soprassedere.
            Sono bugiardo, incompetente e dico solo XXXXXXX.Cos'è, una <I
            captatio benevolentiae </I
            ?Lascialo decidere a me cosa sei (in ogni caso non lo direi mai, perché la policy di PI non lo permette). Dimostrare la cosa passo dopo passo, commento dopo commento, è molto più interessante.
            Ti senti megio ora? Sei realizzato? La tua vita
            ha finalmente un
            senso?
            Buona vita.Non oso pensare che senso abbia la tua, di vita, se ad ogni battuta con la citazione di Pinocchio reagisci così. Comunque grazie.
          • saverio_ve scrive:
            Re: se ho capito bene
            ...No nei forum non siamo tutti uguali. Ci sono persone che contribuiscono alle discussioni, altre che non fanno che attaccare gli altri come se ci fosse qualcosa in palio....Alla rim se ne sono già accorti infatti hanno riprogettato da 0 l'interfaccia. Non mi pare che ci abbiano riso su, né loro, né i loro azionisti....Tra quelli che <b
            non </b
            parlano di informatica, tu sei uno dei più invadenti e fastidiosi....Io non ho tempo di cercare documentazione, rispondo su quello che conosco e con quello che so pensando di contribuire. Detto questo non ho bisogno di convincerti né di avere alcuna "certificazione di competenza" da te.Figuriamoci.Ribadisco, io il perché si usa il termine "ecosistema informatico" te l'ho detto! Non ti piace? Pazienza.Ti dico solo che l'uso che fai del forum non è quello per cui i forum sono stati concepiti... Nel forum non siamo tutti uguali.
          • bubba scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: saverio_ve
            (..)Legu, hai colpito ancora eh... un thread che ammazzerebbe un santo :PIl buon saverio_ve e' stato eroico a replicare cosi' tanto... e poi pero' e' capitolato

            Solo dopo mi sono reso conto che stavo
            discutendo

            con una persona che passa l'intero giorno a

            postare nel forum, tra l'altro quasi mai
            parlando

            di informatica in modo tecnico. (e
            francamente

            dubito si riesca a fare

            qualcos'altro).:-) (e magari fosse solo quello)

            <B
            Prima </B
            però la definizione
            di ecosistema, grazie. Perché parlavamo di
            quella. La questione <I
            usability
            </I
            è marginale, in questa
            discussione.Senza farci 25 msg sopra, bastava, chesso' un http://www.google.it/search?tbm=bks&hl=it&q=ecosystem+microsoft&btnG=E si vedeva subito che 'ecosistema' e' ben usato in ambito informatico. Con un senso simile ad "environment".
          • Leguleio scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: bubba
            Legu, hai colpito ancora eh... un thread che
            ammazzerebbe un santo
            :P
            Il buon saverio_ve e' stato eroico a replicare
            cosi' tanto... e poi pero' e'
            capitolatoNon dire queste cose, mi dipingi più severo di quanto sia in realtà, e poi la gente non discute più con me.
            E si vedeva subito che 'ecosistema' e' ben usato
            in ambito informatico. Con un senso simile ad
            "environment".E sta' buono! Nessuna soffiata qui! :@Deve rispondermi saverio_ve, mica tu. :|
          • bubba scrive:
            Re: se ho capito bene
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: bubba



            Legu, hai colpito ancora eh... un thread che

            ammazzerebbe un santo

            :P

            Il buon saverio_ve e' stato eroico a
            replicare

            cosi' tanto... e poi pero' e'

            capitolato

            Non dire queste cose, mi dipingi più severo di
            quanto sia in realtà, e poi la gente non discute
            più con
            me.hihi, ma povero cucciolo :P

            E si vedeva subito che 'ecosistema' e' ben
            usato

            in ambito informatico. Con un senso simile ad

            "environment".


            E sta' buono! Nessuna soffiata qui! :@
            Deve rispondermi saverio_ve, mica tu. :|Uahahehhe beh questa risposta mi ha fatto ridere, quindi ti perdono :)(pero' sei una bella lenza ;)
  • Aniello Caputo scrive:
    ma che me ne frega a me di fecebook
    ma che me ne frega a me di fecebook
  • Asvero Panciatici scrive:
    A chi serve?
    Non starei tanto a cavillare sulla privacy dato che Facebook Home non mi sembra aggiungere o togliere nulla da questo punto di vista. Piuttosto mi domando: chi dovrebbe aver voglia di installare un'app che occupa stabilmente l'interfaccia e complica (anche se on impedisce) l'uso di tutte le altre nonché l'interazione col sistema operativo?La risposta dovrebbe essere, credo: solo coloro per i quali quell'app occupa già la quasi totalità dell'uso dello smartphone. Ovvero: ad uno che passa già quasi tutto il tempo di utilizzo del proprio terminale pascolare su Fb, magari fa comodo avere un acXXXXX immediato e una presenza pervasiva di FB, a tutti gli altri no. Per quel che mi riguarda FB lo guardo qualche minuto al giorno per tenermi in contatto con alcune persone e vedere se passa qualcosa di interessante nel marasma di citazioni saccenti e frasette melense, mi basta e mi avanza l'app di FB che si apre quando serve e poi si chiude.Sono curioso di vedere quanti installano questo "coso". Anche perché darà la misura del reale peso di FB.
  • Livigno2000 scrive:
    FB, ovvero il "pastone precotto"
    "È assai difficile dire oggi se questo primo passo c'è effettivamente stato o se invece la grandissima maggioranza dei navigatori di Facebook siano rimasti a pascolare lì dentro senza sentire il bisogno di altri stimoli, vezzeggiati da una piattaforma che, piano piano, ha aggiunto strumenti di relazione tanto usuali (chat email, news) quanto rigorosamente circondati dal muro del proprio interesse commerciale."Con tutto il rispetto (Mantellini è un grande), mi sembra che chi si faceva illusioni sulla possibilità che FB "aprisse la mente" o "stimolasse" gli utenti alla "vera informatica", fosse un grande ingenuo.Personalmente ho da subito "battezzato" FB esattamente come un software fatto apposta per i "pigri" e i poco competenti, una cosa per fare ciò che altrimenti si sarebbe fatto (e prima si faceva effettivamente solo) con più "difficili" (si fa per dire ...) strumenti dedicati: un poco email, un poco messaggistica, un poco sito web, un poco newsgroup, un poco news, un poco motore di ricerca ...Un "pastone" precotto che, lungi dallo "stimolare", ha fatto pensare agli utenti che "quello è il web".Che adesso in FB cerchino di "mascherare" anche il SO non mi stupisce affatto.Mi fa vomitare, ma non mi stupisce.
    • Risposta al commento scrive:
      Re: FB, ovvero il "pastone precotto"
      - Scritto da: Livigno2000
      "È assai difficile dire oggi se questo primo
      passo c'è effettivamente stato o se invece la
      grandissima maggioranza dei navigatori di
      Facebook siano rimasti a pascolare lì dentro
      senza sentire il bisogno di altri stimoli,
      vezzeggiati da una piattaforma che, piano piano,
      ha aggiunto strumenti di relazione tanto usuali
      (chat email, news) quanto rigorosamente
      circondati dal muro del proprio interesse
      commerciale."

      Con tutto il rispetto (Mantellini è un grande),
      mi sembra che chi si faceva illusioni sulla
      possibilità che FB "aprisse la mente" o
      "stimolasse" gli utenti alla "vera informatica",
      fosse un grande
      ingenuo.

      Personalmente ho da subito "battezzato" FB
      esattamente come un software fatto apposta per i
      "pigri" e i poco competenti, una cosa per fare
      ciò che altrimenti si sarebbe fatto (e prima si
      faceva effettivamente solo) con più "difficili"
      (si fa per dire ...) strumenti dedicati: un poco
      email, un poco messaggistica, un poco sito web,
      un poco newsgroup, un poco news, un poco motore
      di ricerca
      ...

      Un "pastone" precotto che, lungi dallo
      "stimolare", ha fatto pensare agli utenti che
      "quello è il
      web".
      Che adesso in FB cerchino di "mascherare" anche
      il SO non mi stupisce
      affatto.
      Mi fa vomitare, ma non mi stupisce.Illeggibile! Ma come cavolo scrivi? Quante parentesi e parole tra virgolette vuoi mettere in qualche riga? Prima di andare a scrivere sui forum, almeno impara a scrivere in modo degno.
    • mr. no scrive:
      Re: FB, ovvero il "pastone precotto"
      - Scritto da: Livigno2000
      "È assai difficile dire oggi se questo primo
      passo c'è effettivamente stato o se invece la
      grandissima maggioranza dei navigatori di
      Facebook siano rimasti a pascolare lì dentro
      senza sentire il bisogno di altri stimoli,
      vezzeggiati da una piattaforma che, piano piano,
      ha aggiunto strumenti di relazione tanto usuali
      (chat email, news) quanto rigorosamente
      circondati dal muro del proprio interesse
      commerciale."

      Con tutto il rispetto (Mantellini è un grande),
      mi sembra che chi si faceva illusioni sulla
      possibilità che FB "aprisse la mente" o
      "stimolasse" gli utenti alla "vera informatica",
      fosse un grande
      ingenuo.

      Personalmente ho da subito "battezzato" FB
      esattamente come un software fatto apposta per i
      "pigri" e i poco competenti, una cosa per fare
      ciò che altrimenti si sarebbe fatto (e prima si
      faceva effettivamente solo) con più "difficili"
      (si fa per dire ...) strumenti dedicati: un poco
      email, un poco messaggistica, un poco sito web,
      un poco newsgroup, un poco news, un poco motore
      di ricerca
      ...

      Un "pastone" precotto che, lungi dallo
      "stimolare", ha fatto pensare agli utenti che
      "quello è il
      web".
      Che adesso in FB cerchino di "mascherare" anche
      il SO non mi stupisce
      affatto.
      Mi fa vomitare, ma non mi stupisce.già...ricordo una interessante lettura:http://www.ippolita.net/it/nellacquario-di-facebook
  • Uqbar scrive:
    Vi prego!


    Un approccio che non ha come priorità la salvaguardia dei loro interessi.Dove s'è mai vista una società (quotata in borsa o meno) che abbia come priorità la salvaguardia degli interessi dei propri adepti/utenti?Quelle hanno come priorità il profitto e fare contenti gli investitori o, meglio, il mercato azionario.
    • mr. no scrive:
      Re: Vi prego!
      - Scritto da: Uqbar


      Un approccio che non ha come priorità la
      salvaguardia dei loro
      interessi.

      Dove s'è mai vista una società (quotata in borsa
      o meno) che abbia come priorità la salvaguardia
      degli interessi dei propri adepti/utenti?utenti? al massimo, sono clienti...
      Quelle hanno come priorità il profitto e fare
      contenti gli investitori o, meglio, il mercato
      azionario.no. non come priorità... piuttosto come UNICO obbiettivo
  • Sandro scrive:
    ...
    Ma che vada a quel paese facebook e che la gente torni a vedersi e a parlarsi faccia a faccia come una volta. Oggi i ragazzi a scuola a malapena si parlano e poi a casa comunicano tramite facebook. Io lo trovo innaturale e pericoloso (per la psiche) e sarebbe ora che qualcuno cominciasse a porsi delle domande in merito.
    • Leguleio scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Sandro
      Ma che vada a quel paese facebook e che la gente
      torni a vedersi e a parlarsi faccia a faccia come
      una volta.La vedo dura. A Zuckerberg & soci Librofacce frutta un sacco di denaro sonante. E chi ha lauti profitti non va a quel paese spontaneamente.
      Oggi i ragazzi a scuola a malapena si parlano e
      poi a casa comunicano tramite facebook. Io lo
      trovo innaturale e pericoloso (per la psiche) e
      sarebbe ora che qualcuno cominciasse a porsi
      delle domande in
      merito.Le stesse domande se le sono già poste negli anni Sessanta, quando ogni famiglia (o quasi) aveva i mezzi per un apparecchio televisivo. Io non posso riferirti del dibattito a quel tempo, visto che non c'ero, ma a vedere i risultati la risposta era "È la modernità, bellezza, e tu non ci puoi far nulla". :|
      • . . . scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Leguleio
        ... "È la modernità, bellezza, e tu non ci
        puoi far nulla".
        :|Questo è da vedere.Anche M$ sembrava intoccabile... ed invece... dalla UE fioccano multoni mica da ridere.Con la storie di IE, qualche anno fa, hanno rischiato grosso.E' facile. Basta toccarli dove fa più male. I dindi ! Nel portafoglio !Sai quanti argomenti trovi per martellare a dovere, basta volerlo e prima o poi toccherà anche a loro.Già i mercati finanziari li hanno già ridimensionati.Dai tempo al tempo.
        • Leguleio scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: . . .

          ... "È la modernità, bellezza, e tu non
          ci

          puoi far nulla".

          :|

          Questo è da vedere.
          Anche M$ sembrava intoccabile... ed invece...
          dalla UE fioccano multoni mica da
          ridere.A me Microsoft non è mai parsa intoccabile. Sarà che i piedi per terra li ho oggi, e li avevo allora, quando la causa antitrust è iniziata negli Usa, e in un primo tempo sembrava dovesse essere smembrata.
          Con la storie di IE, qualche anno fa, hanno
          rischiato
          grosso.Cos'hanno rischiato?L'UE ha imposto la scelta del browser. Fastidiosa per il loro <I
          businness </I
          , ma Microsoft esisteva prima dell'era di internet e aveva una posizione dominante già allora. E sui PC ha continuato ad averla anche dopo. Non si perdono quote di mercato per questo.
          E' facile. Basta toccarli dove fa più male. I
          dindi ! Nel portafoglio
          !Quindi proponi di multare Facebook solo per il fatto di esistere? ;-)
          Sai quanti argomenti trovi per martellare a
          dovere, basta volerlo e prima o poi toccherà
          anche a
          loro.Vediamo allora che argomenti troveranno. Io sono piuttosto scettico. Mi pare fantagiurisprudenza.
          Già i mercati finanziari li hanno già
          ridimensionati.
          Dai tempo al tempo.La finanza ha poco a che vedere con il sucXXXXX di un prodotto.Ce ne siamo accorti in Italia con l' <I
          affaire </I
          Parmalat: bruciati non so quanti milioni di euro, ma in fabbrica non si avrebbero percepito alcun cambiamento, se non avessero visto i notiziari.
          • panda rossa scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Leguleio
            Quindi proponi di multare Facebook solo per il
            fatto di esistere?
            ;-)Perche' devi avere una visione cosi' limitata?I multoni non devono mica essere vincolati solo all'esistenza.Fosse per me multerei fino a 70 anni dopo la chiusura per fallimento, estendendo la multa agli eredi, ai loro figli e ai loro nipoti.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ...
            Per agganci politici, non fu smembrata, microsoft.
          • . . . scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: . . .



            ... "È la modernità, bellezza, e
            tu
            non

            ci


            puoi far nulla".


            :|



            Questo è da vedere.

            Anche M$ sembrava intoccabile... ed invece...

            dalla UE fioccano multoni mica da

            ridere.

            A me Microsoft non è mai parsa intoccabile. Sarà
            che i piedi per terra li ho oggi, e li avevo
            allora, quando la causa antitrust è iniziata
            negli Usa, e in un primo tempo sembrava dovesse
            essere
            smembrata.Eh mi ricordo.Un'occasione d'oro grande come un palazzo sprecata !Oggi l'informatica sarebbe stata molto diversa.Peccato !

            Con la storie di IE, qualche anno fa, hanno

            rischiato

            grosso.

            Cos'hanno rischiato?
            L'UE ha imposto la scelta del browser. Fastidiosa
            per il loro <I
            businness </I
            , ma
            Microsoft esisteva prima dell'era di internet e
            aveva una posizione dominante già allora. E sui
            PC ha continuato ad averla anche dopo. Non si
            perdono quote di mercato per
            questo.Dicevano anche che il Titanic era inaffondabile... :)

            E' facile. Basta toccarli dove fa più male. I

            dindi ! Nel portafoglio

            !

            Quindi proponi di multare Facebook solo per il
            fatto di esistere?
            ;-):)

            Sai quanti argomenti trovi per martellare a

            dovere, basta volerlo e prima o poi toccherà

            anche a

            loro.

            Vediamo allora che argomenti troveranno. Io sono
            piuttosto scettico. Mi pare
            fantagiurisprudenza.Dai tempo al tempo.

            Già i mercati finanziari li hanno già

            ridimensionati.

            Dai tempo al tempo.

            La finanza ha poco a che vedere con il sucXXXXX
            di un
            prodotto.
            Ce ne siamo accorti in Italia con l' <I

            affaire </I
            Parmalat: bruciati non so
            quanti milioni di euro, ma in fabbrica non si
            avrebbero percepito alcun cambiamento, se non
            avessero visto i
            notiziari.Fb non è un prodotto tangibile come il latte !E' un servizio... servizio poi... mah è un qualcosa... forse... :)
          • Leguleio scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: . . .


            Questo è da vedere.


            Anche M$ sembrava intoccabile... ed
            invece...


            dalla UE fioccano multoni mica da


            ridere.



            A me Microsoft non è mai parsa intoccabile.
            Sarà

            che i piedi per terra li ho oggi, e li avevo

            allora, quando la causa antitrust è iniziata

            negli Usa, e in un primo tempo sembrava
            dovesse

            essere

            smembrata.

            Eh mi ricordo.
            Un'occasione d'oro grande come un palazzo
            sprecata
            !
            Oggi l'informatica sarebbe stata molto diversa.
            Peccato !La grandezza e i limiti delle leggi antitrust. È facile individuare dove c'è un monopolio di fatto; molto meno stabilire come fare per rimuoverlo.


            Con la storie di IE, qualche anno fa,
            hanno


            rischiato


            grosso.



            Cos'hanno rischiato?

            L'UE ha imposto la scelta del browser.
            Fastidiosa

            per il loro <I
            businness </I

            ,
            ma

            Microsoft esisteva prima dell'era di
            internet
            e

            aveva una posizione dominante già allora. E
            sui

            PC ha continuato ad averla anche dopo. Non si

            perdono quote di mercato per

            questo.

            Dicevano anche che il Titanic era
            inaffondabile...
            :)È una leggenda urbana. Vedi qui:http://www.snopes.com/history/titanic/unsinkable.aspE già che siamo in tema di superlativi affibbiati a posteriori, ricordo che anche la denominazione "Armada invencible" della flotta spagnola di Filippo II è un'invenzione inglese. Nessun regnante spagnolo si è mai sognato di battezzarla così. Vedi qui, ultima riga:http://www.tudorplace.com.ar/Documents/defeat_of_the_armada.htmSu Microsoft: io guardo i fatti. E l'imposizione dello schermo di scelta del browser non ha intaccato la supremazia del sistema operativo su computer fissi e portatili. Era un componente troppo marginale.


            E' facile. Basta toccarli dove fa più
            male.
            I


            dindi ! Nel portafoglio


            !



            Quindi proponi di multare Facebook solo per
            il

            fatto di esistere?

            ;-)

            :)Cos'è questo sorriso? Equivale a un sì?

            Vediamo allora che argomenti troveranno. Io
            sono

            piuttosto scettico. Mi pare

            fantagiurisprudenza.

            Dai tempo al tempo.Più che bacchettare Facebook per violazioni delle leggi sulla privacy non possono.Le autorità Usa molto raramente hanno chiuso d'imperio un'azienda.


            Già i mercati finanziari li hanno già


            ridimensionati.


            Dai tempo al tempo.



            La finanza ha poco a che vedere con il
            sucXXXXX

            di un

            prodotto.

            Ce ne siamo accorti in Italia con l'
            <I


            affaire </I
            Parmalat: bruciati non so

            quanti milioni di euro, ma in fabbrica non si

            avrebbero percepito alcun cambiamento, se non

            avessero visto i

            notiziari.

            Fb non è un prodotto tangibile come il latte !
            E' un servizio... servizio poi... mah è un
            qualcosa... forse...
            :)Anche così, guardare all'andamento in borsa per capire come stanno andando gli affari quotidiani di Facebook è fuorviante.Su alcune grandi aziende come l'IKEA nemmeno è possibile applicare questo metodo: non è quotata in borsa. :-)Mica è un obbligo.
          • . . . scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Leguleio
            - Scritto da: . . .




            Questo è da vedere.



            Anche M$ sembrava intoccabile... ed

            invece...



            dalla UE fioccano multoni mica da



            ridere.





            A me Microsoft non è mai parsa
            intoccabile.

            Sarà


            che i piedi per terra li ho oggi, e li
            avevo


            allora, quando la causa antitrust è
            iniziata


            negli Usa, e in un primo tempo sembrava

            dovesse


            essere


            smembrata.



            Eh mi ricordo.

            Un'occasione d'oro grande come un palazzo

            sprecata

            !

            Oggi l'informatica sarebbe stata molto
            diversa.

            Peccato !

            La grandezza e i limiti delle leggi antitrust.
            È facile individuare dove c'è un monopolio
            di fatto; molto meno stabilire come fare per
            rimuoverlo.Limiti naturali o limiti voluti ?



            Con la storie di IE, qualche anno
            fa,

            hanno



            rischiato



            grosso.





            Cos'hanno rischiato?


            L'UE ha imposto la scelta del browser.

            Fastidiosa


            per il loro <I
            businness
            </I


            ,

            ma


            Microsoft esisteva prima dell'era di

            internet

            e


            aveva una posizione dominante già
            allora.
            E

            sui


            PC ha continuato ad averla anche dopo.
            Non
            si


            perdono quote di mercato per


            questo.



            Dicevano anche che il Titanic era

            inaffondabile...

            :)

            È una leggenda urbana. Vedi qui:

            http://www.snopes.com/history/titanic/unsinkable.a

            E già che siamo in tema di superlativi affibbiati
            a posteriori, ricordo che anche la denominazione
            "Armada invencible" della flotta spagnola di
            Filippo II è un'invenzione inglese. Nessun
            regnante spagnolo si è mai sognato di
            battezzarla così. Vedi qui, ultima
            riga:

            http://www.tudorplace.com.ar/Documents/defeat_of_t:)
            Su Microsoft: io guardo i fatti. E l'imposizione
            dello schermo di scelta del browser non ha
            intaccato la supremazia del sistema operativo su
            computer fissi e portatili. Era un componente
            troppo
            marginale. Be effettivamente è vero.Infatti andrebbe eliminato il pre-installato (che cozza con il limite di cui sopra) o, seguendo la falsa riga delle scelta del browser, impostare una scelta del sistema che si vuole installare o anche nessun sistema.



            E' facile. Basta toccarli dove fa
            più

            male.

            I



            dindi ! Nel portafoglio



            !





            Quindi proponi di multare Facebook solo
            per

            il


            fatto di esistere?


            ;-)



            :)

            Cos'è questo sorriso? Equivale a un sì? :)


            Vediamo allora che argomenti
            troveranno.
            Io

            sono


            piuttosto scettico. Mi pare


            fantagiurisprudenza.



            Dai tempo al tempo.

            Più che bacchettare Facebook per violazioni delle
            leggi sulla privacy non
            possono.
            Le autorità Usa molto raramente hanno chiuso
            d'imperio
            un'azienda.Chiaro.Special modo se dietro questa "azienda" sembra ci siano proprio le autorità (o alcuni organi governativi) che rappresenta un altro dei limiti di cui sopra.



            Già i mercati finanziari li hanno
            già



            ridimensionati.



            Dai tempo al tempo.





            La finanza ha poco a che vedere con il

            sucXXXXX


            di un


            prodotto.


            Ce ne siamo accorti in Italia con l'

            <I



            affaire </I
            Parmalat: bruciati
            non
            so


            quanti milioni di euro, ma in fabbrica
            non
            si


            avrebbero percepito alcun cambiamento,
            se
            non


            avessero visto i


            notiziari.



            Fb non è un prodotto tangibile come il latte
            !

            E' un servizio... servizio poi... mah è un

            qualcosa... forse...

            :)

            Anche così, guardare all'andamento in borsa per
            capire come stanno andando gli affari quotidiani
            di Facebook è
            fuorviante.
            Su alcune grandi aziende come l'IKEA nemmeno è
            possibile applicare questo metodo: non è quotata
            in borsa.
            :-)
            Mica è un obbligo.Lo so. Infatti non ho detto che deduco l'andamento dell'"azienda" dalla borsa.A parte che qui ci sarebbe da aprire un dibattito grande come una casa, ma non è il mio campo quindi lasciamo perdere.Ho solo detto che il mercato finanziario (altro obbrobrio che andrebbe eliminato seduta stante) non ha reagito molto bene e di sicuro non ha reagito come speravano i capi in testa della nota "azienda" e questo è un dato di fatto.
      • Sandro scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Leguleio
        a vedere i risultati la risposta
        era "È la modernità, bellezza, e tu non ci
        puoi far nulla".
        :|Certo che una persona sola non ci può fare nulla. Ma se insegnanti, politici, asscociazioni ecc. prendessero posizione... vabbè ho capito, così vanno le cose. :)
        • Leguleio scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: Sandro

          a vedere i risultati la risposta

          era "È la modernità, bellezza, e tu non ci

          puoi far nulla".

          :|

          Certo che una persona sola non ci può fare nulla.
          Ma se insegnanti, politici, asscociazioni ecc.
          prendessero posizione... vabbè ho capito, così
          vanno le cose.
          :)All'inizio degli anni Ottanta le associazioni di genitori riuscirono a far espellere i cartoni animati giapponesi dalla RAI, la tv di Stato. Le tv private ringraziarono, per inciso.Pensare che le associazioni di genitori avessero il potere di abolire la TV allora, e di abolire Facebook oggi, è pura utopia.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ...
            Infatti le assocazioni dei genitori, con la loro ignoranza, hanno dato un loro contributo iniziate alla decadenza della tv italiana.Hanno in primis fatto buttare via una montagna di soldi in RAI, che aveva diritti su goldreke, ma non potevano farlo vedere, anni dopo, le tv LOCALI hanno fatto quello che doveva fare la rai, anzi molti cartoni animati giapponesi che passavano in italia in quei anni, hanno prosperato grazie alle TV locali, anche perchè molti grossi network si compravano le serie, ma poi per evitare stressamenti di palle varie, le passavano in prestito a molte reti locali.Basti pensare A "i cavalieri dello zodiaco/Saint Seiya", finivest/Mediaset, prese i diritti per l'italia, ma fu trasmessa fino ai primi del 2000, dalle tv locali.Doppiamo sempre ringraziare le associazioni dei genitori, che per vedere un anime in tv senza censure, devi aspettare la terzultima serata :D
          • Sgabbio scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Sgabbio
            Infatti le assocazioni dei genitori, con la loro
            ignoranza, hanno dato un loro contributo iniziate
            alla decadenza della tv
            italiana.

            Hanno in primis fatto buttare via una montagna di
            soldi in RAI, che aveva diritti su goldreke, ma
            non potevano farlo vedere, anni dopo, le tv
            LOCALI hanno fatto quello che doveva fare la rai,
            anzi molti cartoni animati giapponesi che
            passavano in italia in quei anni, hanno
            prosperato grazie alle TV locali, anche perchè
            molti grossi network si compravano le serie, ma
            poi per evitare stressamenti di palle varie, le
            passavano in prestito a molte reti
            locali.

            Basti pensare A "i cavalieri dello zodiaco/Saint
            Seiya", finivest/Mediaset, prese i diritti per
            l'italia, ma fu trasmessa fino ai primi del 2000,
            dalle tv
            locali.

            Doppiamo sempre ringraziare le associazioni dei
            genitori, che per vedere un anime in tv senza
            censure, devi aspettare la terzultima serata
            :DComunque per "abolire facebook" non ci vuole molto, basta dire che c'è qualche immagine pedoXXXXXgrafica è inibiscono l'acXXXXX all'intera piattaforma.
      • mr. no scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: Sandro

        Oggi i ragazzi a scuola a malapena si
        parlano
        e

        poi a casa comunicano tramite facebook. Io lo

        trovo innaturale e pericoloso (per la
        psiche)
        e

        sarebbe ora che qualcuno cominciasse a porsi

        delle domande in

        merito.

        Le stesse domande se le sono già poste "se le sono poste" chi?soggetto, predicato, complemento oggetto ecc... mai stato a scuola?
        negli anni
        Sessanta, quando ogni famiglia (o quasi) aveva i
        mezzi per un apparecchio televisivo. ed evidentemente, già da allora, si sono dati le risposte sbagliate...
        Io non posso
        riferirti del dibattito a quel tempo, visto che
        non c'ero, (e si vede)
        ma a vedere i risultati la risposta
        era "È la modernità, bellezza, e tu non ci
        puoi far nulla". :|appunto... risposte sbagliate, allora come oggi...ma, perdona, sfugge del tutto il senso del tuo interventointendi forse dire che a te sta bene perseverare nell'errore?
        • Leguleio scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: mr. no


          Oggi i ragazzi a scuola a malapena si

          parlano

          e


          poi a casa comunicano tramite facebook.
          Io
          lo


          trovo innaturale e pericoloso (per la

          psiche)

          e


          sarebbe ora che qualcuno cominciasse a
          porsi


          delle domande in


          merito.



          Le stesse domande se le sono già poste

          "se le sono poste" chi?
          soggetto, predicato, complemento oggetto ecc...
          mai stato a
          scuola?Se le sono poste parlamentari, ministri, genitori, educatori, insegnanti elementari e medi; un po' meno forse chi la televisione la faceva, chi ci guadagnava lo stipendio. :-)

          negli anni

          Sessanta, quando ogni famiglia (o quasi)
          aveva
          i

          mezzi per un apparecchio televisivo.

          ed evidentemente, già da allora, si sono dati le
          risposte
          sbagliate...Chi sei tu per giudicare le risposte date da una generazione fa?Sei qui per discutere, o per fare un proXXXXX alla Storia?

          Io non posso

          riferirti del dibattito a quel tempo, visto
          che

          non c'ero,

          (e si vede)Non ho capito il fine di questa battuta.In ogni caso te la potevi risparmiare: le contrapposizioni fra vecchi e giovani sono sempre sterili in un forum. La discussione si interrompe ancor più velocemente di quando, Godwin ci salvi, si nomina Hitler.

          ma a vedere i risultati la risposta

          era "È la modernità, bellezza, e tu non
          ci

          puoi far nulla". :|
          appunto... risposte sbagliate, allora come oggi...Cerca di aggiustarle tu, se ne hai la possibilità. Sei ancora in tempo. Hai proposte concrete?
          ma, perdona, sfugge del tutto il senso del tuo
          intervento
          intendi forse dire che a te sta bene perseverare
          nell'errore?La parola errore l'hai pronunciata tu qui, e te ne assumi la responsabilità. Il senso dell'intervento è che passare dall'esecrazione di un comportamento di gran moda oggi, cioè comunicare solo via Feissbucc, ai rimedi pratici è tutt'altro che semplice e indolore.Non mi piacciono le armi da fuoco: ma dato che nel IX secolo un anonimo cinese ha inventato la polvere pirica, ci devo convivere. Tutti ci dobbiamo convivere. A meno che si creda nella macchina del tempo e nella possibilità di cambiare gli eventi passati.
          • mr. no scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: Leguleio


            negli anni


            Sessanta, quando ogni famiglia (o quasi)

            aveva

            i


            mezzi per un apparecchio televisivo.



            ed evidentemente, già da allora, si sono
            dati
            le

            risposte

            sbagliate...

            Chi sei tu per giudicare le risposte date da una
            generazione fa?
            Sei qui per discutere, o per fare un proXXXXX
            alla Storia?1°: io c'ero, tu no... e se puoi parlare tu di queste cose, non vedo proprio su quali base mi vieni a chidere il curriculum...2°: non sto giudicando, sto semplicemente constatando dei fatti: siccome oggi stiamo qui a discutere degli stessi problemi (che sono pure peggio di allora) i queste cose, evidentemente significa che allora sono state date risposte sbagliate


            Io non posso


            riferirti del dibattito a quel tempo,
            visto

            che


            non c'ero,



            (e si vede)

            Non ho capito il fine di questa battuta.a dire che parli di cose che non sembri conoscere bene
            In ogni caso te la potevi risparmiare: le
            contrapposizioni fra vecchi e giovani sono sempre
            sterili in un forum. eh!? vecchi e giovani? e questa da dove è uscita?forse è una contrapposizione che hai tu nella testa... a me non appartiene
            La discussione si interrompe
            ancor più velocemente di quando, Godwin ci salvi,
            si nomina Hitler.ti faccio solo notare che qui sei solo tu a parlare di contrapposizioni e a nominare vecchi, giovani, e dittatori naziasti


            ma a vedere i risultati la risposta


            era "È la modernità, bellezza, e
            tu
            non

            ci


            puoi far nulla". :|


            appunto... risposte sbagliate, allora come
            oggi...

            Cerca di aggiustarle tu, se ne hai la
            possibilità. Sei ancora in tempo.ti auguro di averne più di me
            Hai proposte concrete?leggere, studiare, approfondire... tanto...dopo parlare e agire

            ma, perdona, sfugge del tutto il senso del
            tuo

            intervento

            intendi forse dire che a te sta bene
            perseverare

            nell'errore?

            La parola errore l'hai pronunciata tu qui, e te
            ne assumi la responsabilità.e come no...ti confermo che le "risposte" date a suo tempo erano errate (e insufficienti)
            Il senso dell'intervento è che passare
            dall'esecrazione di un comportamento di gran moda
            oggi, cioè comunicare solo via Feissbucc, ai
            rimedi pratici è tutt'altro che semplice e indolore.basta iniziare, senza aspettare gli altri
            Non mi piacciono le armi da fuoco: ma dato che
            nel IX secolo un anonimo cinese ha inventato la
            polvere pirica, ci devo convivere. non ho capito cosa c'entrano le armi da fuoco con fb
            Tutti ci dobbiamo convivere. antropologicamente, storicamente, culturalmente e socialmente, le armi da fuoco e fb sono cose completamente diverse
            A meno che si creda nella
            macchina del tempo e nella possibilità di
            cambiare gli eventi passati.serve la macchina del tempo per smettere di usare fb?
          • Leguleio scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: mr. no



            negli anni



            Sessanta, quando ogni famiglia (o
            quasi)


            aveva


            i



            mezzi per un apparecchio
            televisivo.






            ed evidentemente, già da allora, si sono

            dati

            le


            risposte


            sbagliate...



            Chi sei tu per giudicare le risposte date da
            una

            generazione fa?

            Sei qui per discutere, o per fare un proXXXXX

            alla Storia?

            1°: io c'ero, tu no... e se puoi parlare tu
            di queste cose, non vedo proprio su quali base mi
            vieni a chidere il
            curriculum...Non chiamiamolo curriculum, allora, ma almeno prove, indizi che negli anni Sessanta già c'eri e seguivi il dibattito. Dire "io ho più anni di te", da solo, è un po' pochino.
            2°: non sto giudicando, sto semplicemente
            constatando dei fatti: siccome oggi stiamo qui a
            discutere degli stessi problemi (che sono pure
            peggio di allora) i queste cose, evidentemente
            significa che allora sono state date risposte
            sbagliateE però non parlare per enigmi: dimmi quali sarebbero state le risposte giuste.



            Io non posso



            riferirti del dibattito a quel
            tempo,

            visto


            che



            non c'ero,





            (e si vede)



            Non ho capito il fine di questa battuta.

            a dire che parli di cose che non sembri conoscere
            beneQuali cose non conosco bene?Qui non vedo confutazioni di quanto ho scritto. Vedo solo uno che traccia una riga, da una parte le cose sbagliate, dall'altra quelle giuste.Magari si potesse avere sempre delle certezze come le hai tu...

            In ogni caso te la potevi risparmiare: le

            contrapposizioni fra vecchi e giovani sono
            sempre

            sterili in un forum.

            eh!? vecchi e giovani? e questa da dove è uscita?
            forse è una contrapposizione che hai tu nella
            testa... a me non
            appartieneLa contrapposizione fra vecchi e giovani consiste anche nel sottolineare fatti e avvenimenti vissuti personalmente, in contrapposizione a chi, nato dopo, non può nemmeno averne sentito parlare in famiglia.E tu questo hai fatto, con quella battuta.E lo hai ripetuto poco sopra: "io c'ero, tu no".



            ma a vedere i risultati la risposta



            era "È la modernità,
            bellezza,
            e

            tu

            non


            ci



            puoi far nulla". :|




            appunto... risposte sbagliate, allora
            come

            oggi...



            Cerca di aggiustarle tu, se ne hai la

            possibilità. Sei ancora in tempo.

            ti auguro di averne più di mePrima intervieni per sostenere l'erronea soluzione a certi problemi.Adesso dici che non hai tempo per porvi rimedio.Ma che ti aspetti? Che gli altri tolgano le castagne dal fuoco per te?

            Hai proposte concrete?

            leggere, studiare, approfondire... tanto...
            dopo parlare e agireUn filino vago. Mi ricorda un po' il morettiano "giro, vedo della gente, mi muovo, conosco, faccio delle cose...".


            ma, perdona, sfugge del tutto il senso
            del

            tuo


            intervento


            intendi forse dire che a te sta bene

            perseverare


            nell'errore?



            La parola errore l'hai pronunciata tu qui, e
            te

            ne assumi la responsabilità.

            e come no...
            ti confermo che le "risposte" date a suo tempo
            erano errate (e
            insufficienti)Così parlo Zarath...No: così parlò mr. No.

            Il senso dell'intervento è che passare

            dall'esecrazione di un comportamento di gran
            moda

            oggi, cioè comunicare solo via Feissbucc, ai

            rimedi pratici è tutt'altro che semplice e
            indolore.

            basta iniziare, senza aspettare gli altriE che c'entro io? Inizia tu.Io descrivo il fenomeno, non ho la presunzione di giudicarlo o di cambiarlo.

            Non mi piacciono le armi da fuoco: ma dato
            che

            nel IX secolo un anonimo cinese ha inventato
            la

            polvere pirica, ci devo convivere.
            non ho capito cosa c'entrano le armi da fuoco con
            fbDobbiamo convivere con le armi da fuoco, con le tasse, con lo smog nelle città, e coi cellulari. E anche con Facebook. Può darsi che se non fossero stati inventati sarebbe meglio, oggi; ma così è. La discussione verte solo sul come conviverci, non sul perché. Perché esistono, semplicemente.

            Tutti ci dobbiamo convivere.

            antropologicamente, storicamente, culturalmente e
            socialmente, le armi da fuoco e fb sono cose
            completamente
            diverseMa non mi dire...Socialmente non sarei così sicuro: ho fatto l'esempio di me stesso, le armi da fuoco mi piacciono poco, e Facebook ancora meno. E credo di essere in buona compagnia. :-)

            A meno che si creda nella

            macchina del tempo e nella possibilità di

            cambiare gli eventi passati.

            serve la macchina del tempo per smettere di usare
            fb?No. Serve qualcuno che convinca la gente a non usarlo. Un'"invenzione" futuribile, ma ancora lontana nella sua realizzazione.
    • Sgabbio scrive:
      Re: ...
      02/10
  • MacGeek scrive:
    Cliccata sì e tappata no?
    Non è molto coerente Mantellini. O nessuno dei due o entrambi.O forse sta solo invecchiando.
  • ... scrive:
    questione di proporzioni
    Se decine di milioni di persone amano farselo picchiare in XXXX da Apple, non vedo perche' centinaia di milioni di persone non possano fare lo stesso e di piu' con facebook.
    • nome scrive:
      Re: questione di proporzioni
      - Scritto da: ...
      Se decine di milioni di persone amano farselo
      picchiare in XXXX da Apple, non vedo perche'
      centinaia di milioni di persone non possano fare
      lo stesso e di piu' con
      facebook.Il solito ragionamento di M***a. Sei ridicolo: Ogni giorno al mondo ci sono parecchi omicidi, legalizziamo l'omicidio?Per me è più intelligente combattere tutti gli aspetti del problema piuttosto che subirlo passivamente come fai tu..
      • panda rossa scrive:
        Re: questione di proporzioni
        - Scritto da: nome
        - Scritto da: ...

        Se decine di milioni di persone amano farselo

        picchiare in XXXX da Apple, non vedo perche'

        centinaia di milioni di persone non possano fare

        lo stesso e di piu' con

        facebook.

        Il solito ragionamento di M***a. Sei ridicolo:
        Ogni giorno al mondo ci sono parecchi omicidi,
        legalizziamo
        l'omicidio?
        Per me è più intelligente combattere tutti gli
        aspetti del problema piuttosto che subirlo
        passivamente come fai
        tu..Il tuo esempio e' sbagliato.Dovresti parlare di suicidio non di omicidio.Ogni giorno avvengono migliaia di suicidi.In molti paesi il suicidio e' illegale.Che cosa vogliamo fare?
        • armstrong scrive:
          Re: questione di proporzioni
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: nome

          - Scritto da: ...


          Se decine di milioni di persone amano
          farselo


          picchiare in XXXX da Apple, non vedo
          perche'


          centinaia di milioni di persone non
          possano
          fare


          lo stesso e di piu' con


          facebook.



          Il solito ragionamento di M***a. Sei
          ridicolo:

          Ogni giorno al mondo ci sono parecchi
          omicidi,

          legalizziamo

          l'omicidio?

          Per me è più intelligente combattere tutti
          gli

          aspetti del problema piuttosto che subirlo

          passivamente come fai

          tu..

          Il tuo esempio e' sbagliato.
          Dovresti parlare di suicidio non di omicidio.

          Ogni giorno avvengono migliaia di suicidi.
          In molti paesi il suicidio e' illegale.
          Che cosa vogliamo fare?Pena capitale per chi si suicida? :D
  • Mardok scrive:
    tutti odiano fb ma ..
    .. ha un miliardo di utenti !!! smettiamola con le ipocrisie. Quello che metto su fb lo VOGLIO condividere ! se attivo il servizio di localizzazione è perchè VOGLIO far sapere dove sono! FB è pieno di persone che vanno in vacanza e passano il tempo a scrivere dove sono e postare foto invece che godersi il viaggio. SCELTE PERSONALI. Per quanto riguarda la pubblicità abbiamo preso la pessima abitudine di pretendere tutto gratis .. ma anche in quello che ci sembra gratis, quando ci viene fornito un servizio, c'è qualcuno che spende per fornirlo senza scopo di lucro oppure c'è qualcuno che ci guadagna.
    • qualcuno scrive:
      Re: tutti odiano fb ma ..
      Non ci vedo niente di male a mettere gli altri in guardia dai rischi sulla privacy, anche perché c'é il rischio che gli amici inesperti mettano a rischio la privacy degli altri.
    • . . . scrive:
      Re: tutti odiano fb ma ..
      Spero per te che ti paghino per scrivere queste cose... :D
    • panda rossa scrive:
      Re: tutti odiano fb ma ..
      - Scritto da: Mardok
      .. ha un miliardo di utenti !!! Tutti mangiano agnelli a pasqua, ma ce ne sono un miliardo ogni anno.(L'esempio dell'agnello non e' casuale, e non c'entra la pasqua, c'entrano le pecore, giusto per puntualizzare).
      smettiamola con le ipocrisie. Quello che metto su
      fb lo VOGLIO condividere ! se attivo il servizio
      di localizzazione è perchè VOGLIO far sapere dove
      sono! FB è pieno di persone che vanno in vacanza
      e passano il tempo a scrivere dove sono e postare
      foto invece che godersi il viaggio. SCELTE
      PERSONALI."Fessbuk" e "SCELTA" nella stessa frase fanno veramente a pugni. :s
      Per quanto riguarda la pubblicità abbiamo preso
      la pessima abitudine di pretendere tutto gratis
      .. ma anche in quello che ci sembra gratis,
      quando ci viene fornito un servizio, c'è qualcuno
      che spende per fornirlo senza scopo di lucro
      oppure c'è qualcuno che ci
      guadagna.Augurati di non subire mai un incidente e di non aver bisogno di una trasfusione di sangue.
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: tutti odiano fb ma ..
      - Scritto da: Mardok
      .. ha un miliardo di utenti !!!
      smettiamola con le ipocrisie. Quello che metto su
      fb lo VOGLIO condividere ! se attivo il servizio
      di localizzazione è perchè VOGLIO far sapere dove
      sono! FB è pieno di persone che vanno in vacanza
      e passano il tempo a scrivere dove sono e postare
      foto invece che godersi il viaggio. SCELTE
      PERSONALI.

      Per quanto riguarda la pubblicità abbiamo preso
      la pessima abitudine di pretendere tutto gratis
      .. ma anche in quello che ci sembra gratis,
      quando ci viene fornito un servizio, c'è qualcuno
      che spende per fornirlo senza scopo di lucro
      oppure c'è qualcuno che ci
      guadagna.quello che gli utenti di facebook vogliono non è importante. Importante è che facebook segua le normative sulla privacy. Se tu dai miei dati a facebook (dati della rubrica, per esempio), è di fondamentale importanza il come questi dati sono gestiti. Fino a che dai a facebook il tuo, sono affari tuoi, ma quando inizi a voler dare il mio, allora c'è qualcosa da chiarire.
  • prova123 scrive:
    Facebook va preso per ...
    quello che è: un social network che ti permette di rendere disponibili agli amici le "foto delle vacanze", chattare/invviare messaggi.Ovviamente lungi da me inserire i dati della carta di credito/prepagata.
    • armstrong scrive:
      Re: Facebook va preso per ...
      - Scritto da: prova123
      quello che è: un social network che ti permette
      di rendere disponibili agli amici le "foto delle
      vacanze", chattare/invviare
      messaggi.
      Ovviamente lungi da me inserire i dati della
      carta di
      credito/prepagata.Non preoccuparti lo faranno i tuoi "amici" per te... :D
    • nome scrive:
      Re: Facebook va preso per ...
      - Scritto da: prova123
      quello che è: un social network che ti permette
      di rendere disponibili agli amici le "foto delle
      vacanze", chattare/invviare
      messaggi.
      Ovviamente lungi da me inserire i dati della
      carta di
      credito/prepagata.Certo se vivi nel mondo delle favole allora il tuo ragionamento fila. Però nella realtà i social network tracciano le tue abitudini commerciali. Vendono i dati a un'industri che poi in base a quei dati alza i prezzi dei suoi prodotto fino al massimo che puoi spendere. Quindi vedi bimbetto, del numero di carta loro non sanno che farsene, tanto sei tu che gli dai i soldi spontanemente.Quello che veramente odio è che per qualche utonto che va su FB i prezzi aumentino anche per quelli che non ci vanno!
      • Skywalkersenior scrive:
        Re: Facebook va preso per ...
        - Scritto da: nome
        Quello che veramente odio è che per qualche
        utonto che va su FB i prezzi aumentino anche per
        quelli che non ci
        vanno!Fosse solo facebook... ma sono anni e anni che i produttori fanno indagini finalizzate allo scopo di adattare i prezzi. Facebook, Google, e chi più ne ha più ne metta, hanno solo aggiunto attori in questa commedia (o meglio, tragedia) in cui i consumatori sono solo meri spettatori (paganti)
      • prova123 scrive:
        Re: Facebook va preso per ...
        Tu hai la tessera punti di qualche supermercato/catena o bamcomat/carta di credito ?
  • bertuccia scrive:
    utenti android in balìa
    in balìa di un OS il cui core business sono i loro stessi dati personaliin balìa di costruttori il cui obiettivo è vender loro un terminale nuovo ogni anno, piuttosto che aggiornare il vecchioquesto è il risultato, quando a nessuno dei soggetti coinvolti interessa fornire una buona user experience, anche perché nessuno di loro può avere controllo diretto su di essa.verrebbe da dire che allora windowsPhone potrebbe essere l'alternativa, ma a quel punto gli utenti sarebbero in balìa di mediocrità e incompetenza.
    • thebecker scrive:
      Re: utenti android in balìa
      - Scritto da: bertuccia
      in balìa di un OS il cui core business sono i
      loro stessi dati
      personali

      in balìa di costruttori il cui obiettivo è vender
      loro un terminale nuovo ogni anno, piuttosto che
      aggiornare il
      vecchio

      questo è il risultato, quando a nessuno dei
      soggetti coinvolti interessa fornire una buona
      user experience, anche perché nessuno di loro può
      avere controllo diretto su di
      essa.


      verrebbe da dire che allora windowsPhone potrebbe
      essere l'alternativa, ma a quel punto gli utenti
      sarebbero in balìa di mediocrità e
      incompetenza.Nessuno mi obbliga ad installare quella specie launcher di FB inutile. Meglio essere liberi di scegliere, installado pure da altre fonti, invence di un dispositivo limitato, libero solo con il Jail Break.
      • bertuccia scrive:
        Re: utenti android in balìa
        - Scritto da: thebecker

        Nessuno mi obbliga ad installare quella specie
        launcher di FB inutile. Meglio essere liberi di
        scegliere, installado pure da altre fonti,
        invence di un dispositivo limitato, libero solo
        con il Jail Break.ovvio che il mio discorso non si applica a1. "utenti consapevoli" (1% ?)2. coloro che traggono tanto piacere dall'utilizzo di un dispositivo quanto dalla sua configurazione e personalizzazione (x% dell'1% di cui sopra)
        • mcmcmcmcmc scrive:
          Re: utenti android in balìa
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: thebecker



          Nessuno mi obbliga ad installare quella
          specie

          launcher di FB inutile. Meglio essere liberi
          di

          scegliere, installado pure da altre fonti,

          invence di un dispositivo limitato, libero
          solo

          con il Jail Break.

          ovvio che il mio discorso non si applica a

          1. "utenti consapevoli" (1% ?)
          2. coloro che traggono tanto piacere
          dall'utilizzo di un dispositivo quanto dalla sua
          configurazione e personalizzazione (x% dell'1% di
          cui
          sopra)http://goo.gl/klQHl" è un interessante articolo. Tu a che livello ti poni?
          • bertuccia scrive:
            Re: utenti android in balìa
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            http://goo.gl/klQHl" è un interessante articolo.
            Tu a che livello ti poni?parti dal presupposto che il mio obiettivo sia convincere qualcuno.dal momento che non è questo il caso,non credo di poter essere classificato con quella scala
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: utenti android in balìa
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: mcmcmcmcmc



            http://goo.gl/klQHl" è un interessante
            articolo.

            Tu a che livello ti poni?

            parti dal presupposto che il mio obiettivo sia
            convincere
            qualcuno.e su quale base dici questo?

            dal momento che non è questo il caso,
            non credo di poter essere classificato con quella
            scalapotrebbe anche essere. Solo mi diverte leggere commenti in cui si diffonde il verbo, senza che vi sia uno straccio di analisi a supporto. A questo punto si potrebbe scrivere qualsiasi cosa, sparare cavolate a gratis. Pare una pubblicità così messa.
          • bertuccia scrive:
            Re: utenti android in balìa
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            e su quale base dici questo?perchè mi hai chiesto di trovarmi una collocazione in una classifica che prende in esame il comportamento di un utente che deve convincere i suoi interlocutori di una sua opinione
            potrebbe anche essere. Solo mi diverte leggere
            commenti in cui si diffonde il verbo, senza che
            vi sia uno straccio di analisi a supporto. A
            questo punto si potrebbe scrivere qualsiasi cosa,
            sparare cavolate a gratis. Pare una pubblicità
            così messa.un commento è un commento.più sotto Sgabbio mi ha fatto delle domande a riguardo e ho cercato di dare risposte un po' più precise
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: utenti android in balìa
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: mcmcmcmcmc



            e su quale base dici questo?

            perchè mi hai chiesto di trovarmi una
            collocazione in una classifica che prende in
            esame il comportamento di un utente che deve
            convincere i suoi interlocutori di una sua
            opinionecredo tu debba leggere meglio l'articolo, che vale in ambiti decisamente più ampi di quelli da te indicati.
          • panda rossa scrive:
            Re: utenti android in balìa
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            - Scritto da: bertuccia

            - Scritto da: thebecker





            Nessuno mi obbliga ad installare quella

            specie


            launcher di FB inutile. Meglio essere
            liberi

            di


            scegliere, installado pure da altre
            fonti,


            invence di un dispositivo limitato,
            libero

            solo


            con il Jail Break.



            ovvio che il mio discorso non si applica a



            1. "utenti consapevoli" (1% ?)

            2. coloro che traggono tanto piacere

            dall'utilizzo di un dispositivo quanto dalla
            sua

            configurazione e personalizzazione (x%
            dell'1%
            di

            cui

            sopra)

            http://goo.gl/klQHl" è un interessante articolo.
            Tu a che livello ti
            poni?La questione non e' dove mi pongo io, ma dove si pone chi legge la mia risposta.Se dopo che per 100 volte che si spiega che quella e' la luna, l'interlocutore continua a guardare il dito e a lamentarsi di quello, ecco che e' necessario scendere al livello zero, o anche piu' in basso a volte.
          • armstrong scrive:
            Re: utenti android in balìa
            - Scritto da: panda rossa
            Se dopo che per 100 volte che si spiega che
            quella e' la luna, l'interlocutore continua a
            guardare il dito e a lamentarsi di quello, ecco
            che e' necessario scendere al livello zero, o
            anche piu' in basso a
            volte.O cambiare dito, in questi casi il medio funziona benissimo :D
          • panda rossa scrive:
            Re: utenti android in balìa
            - Scritto da: armstrong
            - Scritto da: panda rossa

            Se dopo che per 100 volte che si spiega che

            quella e' la luna, l'interlocutore continua a

            guardare il dito e a lamentarsi di quello,
            ecco

            che e' necessario scendere al livello zero, o

            anche piu' in basso a

            volte.
            O cambiare dito, in questi casi il medio funziona
            benissimo
            :DMannaggia, hanno cancellato l'altro thread dove si parlava delle dimensioni del display.Mi sono perso il tuo intervento.
        • tucumcari scrive:
          Re: utenti android in balìa
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: thebecker



          Nessuno mi obbliga ad installare quella
          specie

          launcher di FB inutile. Meglio essere liberi
          di

          scegliere, installado pure da altre fonti,

          invence di un dispositivo limitato, libero
          solo

          con il Jail Break.

          ovvio che il mio discorso non si applica a

          1. "utenti consapevoli" (1% ?)
          2. coloro che traggono tanto piacere
          dall'utilizzo di un dispositivo quanto dalla sua
          configurazione e personalizzazione (x% dell'1% di
          cui
          sopra)Peccato che lo stesso valga se usi facebook da iOS se lo usi dal OSX e se lo usi da PC! :DLa percentuale (ammesso e non conXXXXX che sia vera) rimane 1% :DIn compenso la percentuale di trolloni "sylvani" è piuttosto alta!
    • Sgabbio scrive:
      Re: utenti android in balìa
      - Scritto da: bertuccia
      in balìa di un OS il cui core business sono i
      loro stessi dati
      personaliIos ?
      in balìa di costruttori il cui obiettivo è vender
      loro un terminale nuovo ogni anno, piuttosto che
      aggiornare il
      vecchioIphone e ipad ?
      questo è il risultato, quando a nessuno dei
      soggetti coinvolti interessa fornire una buona
      user experience, anche perché nessuno di loro può
      avere controllo diretto su di
      essa.Apple ?
      verrebbe da dire che allora windowsPhone potrebbe
      essere l'alternativa, ma a quel punto gli utenti
      sarebbero in balìa di mediocrità e
      incompetenza.Meglio android.
      • maxsix scrive:
        Re: utenti android in balìa



        verrebbe da dire che allora windowsPhone
        potrebbe

        essere l'alternativa, ma a quel punto gli utenti

        sarebbero in balìa di mediocrità e

        incompetenza.

        Meglio android.Quando le mucche voleranno.
        • mcmcmcmcmc scrive:
          Re: utenti android in balìa
          - Scritto da: maxsix




          verrebbe da dire che allora windowsPhone

          potrebbe


          essere l'alternativa, ma a quel punto
          gli
          utenti


          sarebbero in balìa di mediocrità e


          incompetenza.



          Meglio android.

          Quando le mucche voleranno.vale anche il trasporto aereo di mucche, magari già morte?
          • panda rossa scrive:
            Re: utenti android in balìa
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            - Scritto da: maxsix






            verrebbe da dire che allora
            windowsPhone


            potrebbe



            essere l'alternativa, ma a quel
            punto

            gli

            utenti



            sarebbero in balìa di mediocrità e



            incompetenza.





            Meglio android.



            Quando le mucche voleranno.

            vale anche il trasporto aereo di mucche, magari
            già
            morte?Ovviamente si!
        • Barbapapa scrive:
          Re: utenti android in balìa
          Attentooooo!...troppo tardi! Vuoi una salviettina per pulirti?
      • bertuccia scrive:
        Re: utenti android in balìa
        - Scritto da: Sgabbio


        in balìa di un OS il cui core business sono i

        loro stessi dati

        personali

        Ios ?il core business di Apple è rappresentato da hardware e servizi, che fa pagare in denaro.il core business di google sono i servizi, che sono messi a disposizione gratuitamente. È noto che gli introiti di google derivino quasi unicamente dalla pubblicità mirata, che per essere mirata deve basarsi appunto sui dati personali degli utentila risposta è quindi ovviamente android


        in balìa di costruttori il cui obiettivo è vender

        loro un terminale nuovo ogni anno, piuttosto che

        aggiornare il

        vecchio

        Iphone e ipad ?hai guardato i dati di diffusione delle versioni dei sistemi operativi mobile?quasi la totalità degli utenti iOS ha installato una versione dell'ultimo ramo del sistema, 6.Xla metà degli utenti android è invece sul ramo 2.X, quando l'ultimo disponibile è il 4.Xquesto significa che non possono installare moltissime app, come chromeè ovvio che ai produttori non conviene aggiornare i dispositivi android


        questo è il risultato, quando a nessuno dei

        soggetti coinvolti interessa fornire una buona

        user experience, anche perché nessuno di loro
        può

        avere controllo diretto su di

        essa.

        Apple ?apple ha controllo totale sull'esperienza utente: dall'hw, al sw, alle periferiche che devono prima essere certificategoogle non ha controllo sull'hw, i produttori android non hanno controllo sull'OS, facebook non ha controllo su nessuna di queste due cose


        verrebbe da dire che allora windowsPhone
        potrebbe

        essere l'alternativa, ma a quel punto gli utenti

        sarebbero in balìa di mediocrità e

        incompetenza.

        Meglio android.per te e pochi altri forse.non di certo per il restante 99% degli utenti
        • Sgabbio scrive:
          Re: utenti android in balìa
          - Scritto da: bertuccia

          il core business di Apple è rappresentato da
          hardware e servizi, che fa pagare in
          denaro.Non mi risulta che faccia pagare gli aggiornamenti di ios e certe feature non si pagano del tutto. Vogliamo parlare di servizi gratuiti come imessage?
          il core business di google sono i servizi, che
          sono messi a disposizione gratuitamente. È
          noto che gli introiti di google derivino quasi
          unicamente dalla pubblicità mirata, che per
          essere mirata deve basarsi appunto sui dati
          personali degli
          utentiPiù che i dati, sull'utilizzo di quest'ultimo, le due cose non sempre coincidono.
          la risposta è quindi ovviamente androidMa anche no.

          hai guardato i dati di diffusione delle versioni
          dei sistemi operativi
          mobile?A me risulta che pure apple fa questi giochetti e sono pure peggiori, considerando che apple non fa di certo prodotti di cui la fascia di prezzo sia di quella bassa.
          quasi la totalità degli utenti iOS ha installato
          una versione dell'ultimo ramo del sistema,
          6.XSi, ma non tutti hanno l'ultimo modello di iphone o ipad, quindi si trovano tagliati fuori artificiosamente da certe funzionalità.perchè Siri, ad esempio non c'è per iphone 4, mentre per 4s si?
          la metà degli utenti android è invece sul ramo
          2.X, quando l'ultimo disponibile è il
          4.X

          questo significa che non possono installare
          moltissime app, come
          chromeLimite che si può saltare.
          è ovvio che ai produttori non conviene aggiornare
          i dispositivi
          androidOvvio per apple che certe funzioni nuove non conviene tenerli sui dispositivi "vecchi", ma metterli solo nei più recenti, per spingere ad un acquisto artificioso.

          apple ha controllo totale sull'esperienza utente:
          dall'hw, al sw, alle periferiche che devono prima
          essere
          certificateInsomma, ti castra e ti fa credere che non è vero.
          google non ha controllo sull'hw, i produttori
          android non hanno controllo sull'OS, facebook non
          ha controllo su nessuna di queste due
          coseNon è sempre cosi.
          per te e pochi altri forse.
          non di certo per il restante 99% degli utentiLo dico da utente che possiede un iphone: andorid per molte cose è superiore di ios.
        • gnammolo scrive:
          Re: utenti android in balìa

          il core business di Apple è rappresentato da
          hardware e servizi, che fa pagare in
          denaro.

          il core business di google sono i servizi, che
          sono messi a disposizione gratuitamente. È
          noto che gli introiti di google derivino quasi
          unicamente dalla pubblicità mirata, che per
          essere mirata deve basarsi appunto sui dati
          personali degli
          utentibullshit: http://venturebeat.com/2013/01/30/google-play-revenue-growing-10x-faster-than-apples-ios-app-store/Leggi bene e cerca di capire una volta nella tua vita: google sta investendo i guadagni ottenuti dalla pubblicità anche dal settore desktop nel tentativo (che sta riuscendo) di guadagnare dal market. Guadagnare dal market. Semplice. (perché dalla pubblicità mobile ci guadagna cmq anche se hai un bb o un ios, adword o adsense sono presenti cmq.
    • qualcuno scrive:
      Re: utenti android in balìa
      - Scritto da: bertuccia
      in balìa di un OS il cui core business sono i
      loro stessi dati personaliChi ci dice che il tuo padrone sia diverso. La sede dei servizi cloud di Apple é una specie di bunker circondato dal segreto.

      in balìa di costruttori il cui obiettivo è vender
      loro un terminale nuovo ogni anno, piuttosto che
      aggiornare il vecchio
      Sbaglio o questa é proprio l'obiettivo del tuo padrone?Se no perché insistono tanto sulla garanzia di un solo anno ?
      questo è il risultato, quando a nessuno dei
      soggetti coinvolti interessa fornire una buona
      user experience, anche perché nessuno di loro può
      avere controllo diretto su di essa.
      Sei talmente abituato al tuo walled garden che quando ne esci ti senti perso e non riesci valutare la user experience degli altri sistemi.

      verrebbe da dire che allora windowsPhone potrebbe
      essere l'alternativa, ma a quel punto gli utenti
      sarebbero in balìa di mediocrità e
      incompetenza.Sempre lo stesso problema. Servizi cloud e nessuno sa cosa ne fanno dei dati.
    • Barbapapa scrive:
      Re: utenti android in balìa
      Non hai capito un razzo o stai trollando?
  • . . . scrive:
    Quindi ?
    Non è una app. Non è un telefono. Non è un sistema operativo. Il nuovo Facebook Home presentato in settimana da Mark Zuckerberg non è nessuna di queste cose, di sicuro però è un nuovo piccolo grande problema. "Dove starebbe il problema ?!!Basta ignorarla come faccio normalmente, e con somma soddisfazione, con tutto ciò che arriva da quella inutile ed invadente specie di metastasi informatica.Perché perdere tempo a parlare dell'ovvio e fargli pubblicità, gratuita tra l'altro.Tanto i soliti cretini (saranno anche tanti, ma tanto per loro sarebbe fiato, energia e bit sprecati) la installeranno a fionda, gli altri, tipo il sottoscritto, la ignoreranno tranquillamente.Fine della storia.
    • armstrong scrive:
      Re: Quindi ?
      - Scritto da: . . .
      <i
      Non è una app. Non è un telefono. Non è un
      sistema operativo. Il nuovo Facebook Home
      presentato in settimana da Mark Zuckerberg non è
      nessuna di queste cose, di sicuro però è un nuovo
      piccolo grande
      problema. </i
      "

      Dove starebbe il problema ?!!
      Basta ignorarla come faccio normalmente, e con
      somma soddisfazione, con tutto ciò che arriva da
      quella inutile ed invadente specie di metastasi
      informatica.

      Perché perdere tempo a parlare dell'ovvio e
      fargli pubblicità, gratuita tra
      l'altro.
      Tanto i soliti cretini (saranno anche tanti, ma
      tanto per loro sarebbe fiato, energia e bit
      sprecati) la installeranno a fionda, gli altri,
      tipo il sottoscritto, la ignoreranno
      tranquillamente.

      Fine della storia.mi piace ;)
    • thebecker scrive:
      Re: Quindi ?
      - Scritto da: . . .
      <i
      Non è una app. Non è un telefono. Non è un
      sistema operativo. Il nuovo Facebook Home
      presentato in settimana da Mark Zuckerberg non è
      nessuna di queste cose, di sicuro però è un nuovo
      piccolo grande
      problema. </i
      "

      Dove starebbe il problema ?!!
      Basta ignorarla come faccio normalmente, e con
      somma soddisfazione, con tutto ciò che arriva da
      quella inutile ed invadente specie di metastasi
      informatica.

      Perché perdere tempo a parlare dell'ovvio e
      fargli pubblicità, gratuita tra
      l'altro.
      Tanto i soliti cretini (saranno anche tanti, ma
      tanto per loro sarebbe fiato, energia e bit
      sprecati) la installeranno a fionda, gli altri,
      tipo il sottoscritto, la ignoreranno
      tranquillamente.

      Fine della storia.D'accordo a quanto pare si tratta solo di un laucher, le voci di un fork di android stile FB hanno creato solo confusione. Basta satre alla larga da questa "mega app".
    • qualcuno scrive:
      Re: Quindi ?
      A questo punto non devi solo evitare di usare fb home. Devi evitare di mandare aggiornamenti perché se un tuo amico usa fb home e ha lasciato il telefono bloccato sulla sua scrivania per qualche minuto gli aggiornamenti sono visibili a tutti quelli che passano.
      • . . . scrive:
        Re: Quindi ?
        - Scritto da: qualcuno
        A questo punto non devi solo evitare di usare fb
        home. Devi evitare di mandare aggiornamenti
        perché se un tuo amico usa fb home e ha lasciato
        il telefono bloccato sulla sua scrivania per
        qualche minuto gli aggiornamenti sono visibili a
        tutti quelli che
        passano.Scusa... ma della frase:" <i
        Basta ignorarla come faccio normalmente, e con somma soddisfazione, con tutto ciò che arriva da quella inutile ed invadente specie di metastasi informatica <i
        "Cosa non hai capito ? ;)
    • nome scrive:
      Re: Quindi ?
      - Scritto da: . . .
      Non è una app. Non è un telefono. Non è un
      sistema operativo. Il nuovo Facebook Home
      presentato in settimana da Mark Zuckerberg non è
      nessuna di queste cose, di sicuro però è un nuovo
      piccolo grande
      problema. "

      Dove starebbe il problema ?!!
      Basta ignorarla come faccio normalmente, e con
      somma soddisfazione, con tutto ciò che arriva da
      quella inutile ed invadente specie di metastasi
      informatica.

      Perché perdere tempo a parlare dell'ovvio e
      fargli pubblicità, gratuita tra
      l'altro.
      Tanto i soliti cretini (saranno anche tanti, ma
      tanto per loro sarebbe fiato, energia e bit
      sprecati) la installeranno a fionda, gli altri,
      tipo il sottoscritto, la ignoreranno
      tranquillamente.

      Fine della storia.Hai ragione, però ignorare un fenomeno come quello non vuol dire che il fenomeno ignori te. Se FB avesse ripercussioni solo su chi ne fa parte il problema sarebbe risolto. Invece ha ripercussione su tutto. Quindi ignorare il problema è un po mettere la testa sotto la sabbia.
      • . . . scrive:
        Re: Quindi ?
        - Scritto da: nome
        Hai ragione, però ignorare un fenomeno come
        quello non vuol dire che il fenomeno ignori te.
        Se FB avesse ripercussioni solo su chi ne fa
        parte il problema sarebbe risolto. Invece ha
        ripercussione su tutto. Quindi ignorare il
        problema è un po mettere la testa sotto la
        sabbia.Si a prima vista potrebbe sembrare di si, e forse sarà come dici tu, però a pensarci bene non può essere.Perché fb raccoglie informazioni degli utenti registrati, delle persone di cui "parlano" questi utenti hanno ben poco da raccogliere a meno che questi non siano a loro volta registrati e anche così la soglia di complicazione dell'algoritmo sarebbe veramente alta.Ovviamente qualche tuo "amico" idiota potrebbe scrivere cose su di te, però rimarrebbe lettera morta per i signori di fb (ovviamente non per me una volta che vengo a scoprirlo).Dovrebbero usufruire di un programma troppo evoluto per cercare in tutta la rete agganci alla tua persona in tutto il web (questo ovviamente replicato per ogni persona registrata o meno).Troppo complesso !Con la miliardata di utenti (veri o presunti che siano) hanno già materiale in abbondanza gentilmente fornito in modo bovino dagli utenti smaniosi di far sapere agli altri cosa hanno fatto in vacanza (visto che sembra il leitmotiv di questo 3D). :)
      • armstrong scrive:
        Re: Quindi ?
        - Scritto da: nome
        Se FB avesse ripercussioni solo su chi ne fa
        parte il problema sarebbe risolto. Invece ha
        ripercussione su tutto. Quindi ignorare il
        problema è un po mettere la testa sotto la
        sabbia.E lasciare le chiappe scoperte e ben in vista :|
        • . . . scrive:
          Re: Quindi ?
          Anche no.
          • panda rossa scrive:
            Re: Quindi ?
            - Scritto da: . . .
            Anche no.Come puoi infilare la testa sotto la sabbia senza lasciare le chiappe bene in vista?Spiega il tuo "Anche no."
          • . . . scrive:
            Re: Quindi ?
            Facile.Disinteressarmi (nel senso di rifiuto, di non utilizzo etc) di fb e affini per me NON significa necessariamente infilare la testa sotto la sabbia.
          • . . . scrive:
            Re: Quindi ?
            Anzi... aggiungo.Significa tenera la testa ben fuori dalla merd... dalla sabbia ! :)
          • . . . scrive:
            Re: Quindi ?
            Ma la discussione la leggete dall'inizio o vi limitate al post, estrapolandolo da contesto ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Quindi ?
            - Scritto da: . . .
            Ma la discussione la leggete dall'inizio o vi
            limitate al post, estrapolandolo da contesto
            ?Io di solito, quando nessuno risponde ai miei, vado nell'elenco degli ultimi post inviati, e li leggo.Se ne trovo qualcuno che merita un intervento, rispondo a quello.Magari li ho anche letti tutti i precedenti della discussione, ma se risalgono al giorno prima, mica me li ricordo, e non vado certo a rileggere.
  • voingiappon e scrive:
    Favolosa

    può essere cliccata ogni giorno (dovrei dire tappata ma vi chiedo perdono, il neologismo mi fa orrore) Beh, ma allora devo dedurre che cliccare non sia un neologismo derivante dall'inglese informatico!? Che sia latino? No, no.. sono sicuro che derivi dal rumore del "click" del mouse. Ma perché cliccare si e tappare no? Per l'assonanza con l'azione che si fa col tappo in una bottiglia? Diciamo che le fa orrore la seconda devono farglielo entrambe e dire "lanciare" o "aprire".... per coerenza, intendo.
    • Leguleio scrive:
      Re: Favolosa
      - Scritto da: voingiappon e
      Ma perché cliccare si e tappare no? Per
      l'assonanza con l'azione che si fa col tappo in
      una bottiglia?"Tappare" in italiano significa mettere un tappo, e in senso figurato chiudere in maniera ermetica. E a parte questo, il verbo è nella grande famiglia dei termini perfettamente inutili, perché esiste già da tempo un verbo con significato identico. Ricordo che per un certo periodo gli utenti di feisssbuc usavano il termine "addare", e forse lo fanno ancora. Ma significa semplicemente aggiungere, non vi è alcuna necessità di coniare simili obbrobri.
      • Seguleio scrive:
        Re: Favolosa
        - Scritto da: Leguleio
        "Tappare" in italiano significa mettere un tappo,
        e in senso figurato chiudere in maniera ermetica.Es: "Hai visto che latin lover è quello? Tappa anche il secondo canale!"
        • Leguleio scrive:
          Re: Favolosa
          - Scritto da: Seguleio

          "Tappare" in italiano significa mettere un
          tappo,

          e in senso figurato chiudere in maniera
          ermetica.

          Es: "Hai visto che latin lover è quello? Tappa
          anche il secondo
          canale!"Questa non l'ho capita.Ma se ci sono sottintesi osceni, è meglio non spiegarla.
  • Leguleio scrive:
    Errorino
    "si impadronisce della scena a e non la molla più".Via l'A prima di E.
    • TheFluxter scrive:
      Re: Errorino
      E infatti non avevo minimamente capito la notizia! Togliendo quella A cambia tutto il senso dell'articolo! :O
      • Leguleio scrive:
        Re: Errorino
        - Scritto da: TheFluxter
        E infatti non avevo minimamente capito la
        notizia! Togliendo quella A cambia tutto il senso
        dell'articolo!
        :OEh sì, bisogna fare attenzione. Non solo alle vocali: per un punto (inteso come segno di interpunzione) Martin perse la cappa:http://curiositlessicali.blogspot.dk/2011/01/per-un-punto-martino-perse-la-cappa.html
        • attonito scrive:
          Re: Errorino
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: TheFluxter


          E infatti non avevo minimamente capito la

          notizia! Togliendo quella A cambia tutto il
          senso

          dell'articolo!

          :O

          Eh sì, bisogna fare attenzione. Non solo alle
          vocali: per un punto (inteso come segno di
          interpunzione) Martin perse la
          cappa:

          http://curiositlessicali.blogspot.dk/2011/01/per-u[IMG]http://i46.tinypic.com/2yy1ppt.jpg[/IMG]
        • attonito scrive:
          Re: Errorino
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: TheFluxter


          E infatti non avevo minimamente capito la

          notizia! Togliendo quella A cambia tutto il
          senso

          dell'articolo!

          :O

          Eh sì, bisogna fare attenzione. Non solo alle
          vocali: per un punto (inteso come segno di
          interpunzione) Martin perse la
          cappa:

          http://curiositlessicali.blogspot.dk/2011/01/per-u[IMG]http://i46.tinypic.com/2yy1ppt.jpg[/IMG]guardi, guardi il dito: lo vede come stuzzica? E prematura, anche! Ora, io potre dirle che anche le due cose come vicesindaco, capisce?
        • Izio01 scrive:
          Re: Errorino
          - Scritto da: Leguleio

          Eh sì, bisogna fare attenzione. Non solo alle
          vocali: per un punto (inteso come segno di
          interpunzione) Martin perse la
          cappa:

          http://curiositlessicali.blogspot.dk/2011/01/per-uBella! Tra le varie spiegazioni, mi piace quella dell'abate che sbaglia la scritta sulla porta, forse perché mi ricorda il: "Dite, amici, ed entrate" di tolkieniana memoria :)
        • 435491 scrive:
          Re: Errorino
          - Scritto da: Leguleio
          - Scritto da: TheFluxter


          E infatti non avevo minimamente capito la

          notizia! Togliendo quella A cambia tutto il
          senso

          dell'articolo!

          :O

          Eh sì, bisogna fare attenzione. Non solo alle
          vocali: per un punto (inteso come segno di
          interpunzione) Martin perse la
          cappa:

          http://curiositlessicali.blogspot.dk/2011/01/per-uil tarapia tapioco come se fosse antani
    • Seguleio scrive:
      Re: Errorino
      - Scritto da: Leguleio
      "si impadronisce della scena a e non la molla
      più".

      Via l'A prima di E.Facendo come dici, rimarrebbero due caratteri di spazio di seguito: una gravissima imprecisione.
      • tucumcari scrive:
        Re: Errorino
        - Scritto da: Seguleio
        - Scritto da: Leguleio

        "si impadronisce della scena a e non la molla

        più".



        Via l'A prima di E.

        Facendo come dici, rimarrebbero due caratteri di
        spazio di seguito: una gravissima
        imprecisione.già già ... come al solito.....[img]http://www.aqualcunopiacecinema.it/joomla/images/stories/a-b-c/furio.jpg[/img]
      • Abracadabra scrive:
        Re: Errorino
        In HTML, più spazi vengono comunque resi come uno.
        • Seguleio scrive:
          Re: Errorino
          - Scritto da: Abracadabra
          In HTML, più spazi vengono comunque resi come uno.Due errori non fanno una cosa corretta.
          • attonito scrive:
            Re: Errorino
            - Scritto da: Seguleio
            - Scritto da: Abracadabra

            In HTML, più spazi vengono comunque resi
            come
            uno.

            Due errori non fanno una cosa corretta.[IMG]http://i46.tinypic.com/2yy1ppt.jpg[/IMG]ma chi XXXXX sei, il "Robin" di "Batman" Leguleio? Eh no, ce ne basta (e avanza!) uno di scassaXXXXXXX.
          • Abracadabra scrive:
            Re: Errorino
            Rosso di sera, bel tempo si spera.
        • pallino pinco scrive:
          Re: Errorino
          mica crederai che gli articoli li scrivano in html... useranno qualche cms che sicuramente converte uno spazio ripetuto in &npsb; :)
          • Fragy scrive:
            Re: Errorino
            - Scritto da: pallino pinco
            mica crederai che gli articoli li scrivano in
            html... useranno qualche cms che sicuramente
            converte uno spazio ripetuto in &npsb;
            :)nbsp ...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 aprile 2013 17.48-----------------------------------------------------------
          • Abracadabra scrive:
            Re: Errorino
            Sarebbe un CMS piuttosto stupido, dato che in un normale testo scritto non esiste circostanza in cui più spazi abbiano ragion d'essere.
    • attonito scrive:
      Re: Errorino
      - Scritto da: Leguleio
      "si impadronisce della scena a e non la molla
      più".

      Via l'A prima di E.[IMG]http://i46.tinypic.com/2yy1ppt.jpg[/IMG]
Chiudi i commenti