William H. lancia il decennio africano

Dieci anni di fuoco: sotto il sole del continente nero si svilupperanno nuove reti, elettriche ed elettroniche, e una nuova cultura digitale. Lavoriamo insieme, questo il motto del founder di Microsoft. Si parte dalla formazione IT

Roma – Africa online, promessa di Bill Gates. Grazie allo sviluppo della tecnologia wireless, il fondatore del colosso di Redmond fissa l’obiettivo: portare il web nel continente nero a prezzo e condizioni accessibili.

Parla di certezze Bill Gates, fondatore di Microsoft e insieme alla moglie titolare della Bill & Melinda Gates Foundation , il più ricco ente benefico del pianeta. Certezze basate non solo sulla notevole risorsa economica di cui dispone la fondazione, ma anche sui recenti passi in avanti nella ricerca tecnologica. Portare internet in Africa è cosa possibile, assicura, ma bisogna innanzitutto migliorare ed ottimizzare le carenti risorse tecniche dell’area: in Africa in pochi vivono in luoghi raggiunti da energia elettrica e per molti una linea telefonica è un vero e proprio lusso.

A corroborare lo sviluppo infrastrutturale dovrà intervenire la formazione IT : con partnership pubbliche e private Gates prevede sul lungo termine, da qui ad una decina d’anni, la possibilità di introdurre all’informatica almeno 45 milioni di persone .

Sul piano della connettività, la soluzione individuata è incentrata sullo sviluppo della rete wireless. “L’accesso ad internet costa molto di più nelle zone dove vi sono meno utenti connessi” dichiara Gates ai leader africani intervenuti al Microsoft Government Leaders Forum for Africa di Johannesburg, un incontro presenziato anche dall’ex presidente degli USA Bill Clinton. “Nelle zone urbane i costi d’accesso al web sono elevati e nelle zone rurali lo sono ancora di più, mentre in altre zone il servizio è semplicemente non disponibile. Noi guideremo quest’incremento delle risorse nel mondo in via di sviluppo”.

Progetto a lungo termine quello portato avanti dalla sua fondazione: incrementando la capacità e capillarità della rete elettrica si creeranno nuovi scenari e la domanda di mercato di servizi telematici crescerà con il successivo abbassamento dei costi di fornitura dei servizi e produzione. La visione di Gates dovrebbe concretizzarsi nei prossimi 5-10 anni : “Anche se adesso ogni particolare sembra difficoltoso, guardando verso il futuro, in un decennio saremo in grado di ottenere una situazione tale da permettere di sfruttare tecnologie molto più economiche di quelle attuali”.

Gates torna sul suo cavallo di battaglia di sempre: internet e tecnologia come chiavi di volta per la crescita dei paesi in via di sviluppo, marce in più che permetterebbero di abbattere i muri del digital divide . “La tecnologia – ribadisce Gates – rende il mondo un posto meno vasto e, in particolar modo per gente che non vive nei centri urbani, (il wireless, ndr.) potrebbe essere rivoluzionario”. “Il costo esorbitante necessario per connettere i computer al World Wide Web è stato spesso citato come il fattore che più inibisce l’accesso all’autostrada dell’informazione, soprattutto in Africa”, prosegue il fondatore di Microsoft.

Ma sono collaborazione e cooperazione i tasti su cui preme di più il chairman Microsoft. “Perché l’Africa divenga davvero competitiva nell’economia globale, è essenziale una collaborazione strategica tra aziende, governi e organizzazioni non governative”. Parole che pesano, visto il peso del personaggio e della sua Foundation.

Gli fa eco, peraltro, Bill Clinton , dichiarando ai giornalisti come la tecnologia abbia permesso di espandere le opportunità di milioni di persone in tutto il mondo: “Sia che favorisca l’incrementarsi dell’accesso all’informazione, all’educazione o alla sanità, sia che permetta la crescita del potere collettivo del singolo permettendone una maggiore e migliore aggregazione, la tecnologia ha un ruolo importante per creare e rendere dinamica e competitiva l’Africa”. Clinton ha anche reso omaggi alle politiche sanitarie di lungo periodo che la Gates Foundation porta avanti in Africa soprattutto sul fronte di AIDS e Malaria.

Lo stesso Clinton in compagnia di Gates si è recato poi nel Lesotho, ancora una volta per spingere a nuove politiche e nuove consapevolezze sulla diffusione delle malattie, in particolare l’AIDS, in queste aree ancora una gravissima piaga.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mwAMVAhbWqt g scrive:
    zWbiZMAtUpkKAF
    I work here http://www.testwall.com/products/ Abbott Tricor Americans, unlike the majority of Brits, have a true willingness to gamble. Perhaps it’s passed down from generation to generation, an echo of when their ancestors set out to try their luck in a new country. In those days a sore loser was rare, a bet was a bet and a win was fair and square.
  • BNQnHfgTTfW Uq scrive:
    qpRRQmNRpEbdcA
    I'm not interested in football http://www.ccnnews8.com/index.php/about-ccn hydrochlorothiazide price The Indianapolis Star found two takeover schools that would have benefited if they'd received the same treatment that DeHaan's school did, and school superintendents said the revelations this week should invalidate all the grades Bennett issued.
  • RFAruSwiWKp FKjNDZP scrive:
    UoEffIJoMbenIM
    Do you know what extension he's on? http://www.electricskyline.ie/renewable-energy 90 day instant loans Those divisions carry across attitudes on the subject. But there are differences in intensity. Just 49 percent of Democrats strongly approve of Obama’s handling of the law’s implementation, for instance, while 80 percent of Republicans strongly disapprove. And 60 percent of Republicans favor repealing the law, vs. a third of independents and 10 percent of Democrats.
  • wQgMmqSSEm scrive:
    qQLarlCnsAg
    LwsnDm http://www.QS3PE5ZGdxC9IoVKTAPT2DBYpPkMKqfz.com
  • grandmaster scrive:
    si tratta di gioco di abilita'
    Trattandosi di gioco di abilita' , non possono bloccare il chess game.sempr operativo e vincente e' www.betonchess.net
  • Anonimo scrive:
    betting exchange
    come faranno a bloccare anche i bet exchange.Tipo sugli scacchi o sportivi?www.betonchess.net
  • m00f scrive:
    Italia - Cina - USA
    Mancano l'Iran e la Korea del nord e siamo al completo! Ah no! da loro è già vietato da tempo.i 5 paesi + liberali del mondo ... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Italia - Cina - USA
      - Scritto da: m00f
      Mancano l'Iran e la Korea del nord e siamo al
      completo! Ah no! da loro è già vietato da
      tempo.

      i 5 paesi + liberali del mondo ... :Dsi si molto liberali.....infatti ammettono che solo 5-6 famiglie potenti possano gestire le cose "sporche" così da far soldi a palate mentre tutti i poveri fessacchiotti si spaccano la schiena per farli mangiare a sbafo...poi chissà perchè sono sempre questi "nobiluomini" a finire sotto processo per reati abominevoli....
      • Anonimo scrive:
        Re: Italia - Cina - USA
        - Scritto da:

        - Scritto da: m00f

        Mancano l'Iran e la Korea del nord e siamo al

        completo! Ah no! da loro è già vietato da

        tempo.



        i 5 paesi + liberali del mondo ... :D

        si si molto liberali.....

        infatti ammettono che solo 5-6 famiglie potenti
        possano gestire le cose "sporche" così da far
        soldi a palate mentre tutti i poveri
        fessacchiotti si spaccano la schiena per farli
        mangiare a
        sbafo...

        poi chissà perchè sono sempre questi
        "nobiluomini" a finire sotto processo per reati
        abominevoli....Parli dell'Italia vero? Però poi i processi, o vengono annullati, o finiscono a favore dei criminali...e anzi, vengono pure votati dagli stessi italiani
  • Anonimo scrive:
    Re: (Dis)informazione
    Errata corrige :-) Le leggi sono state votate dalla Camera, per poi arenarsi al Senato. Il Congresso USA comprende Camera e Senato.
  • Anonimo scrive:
    La globalizzazione solo per loro
    La globalizzazione serve solo a lor signori per riempirci di immigrati afro-islamici che distruggeranno il nostro tessuto sociale e per livellare verso il basso i nostri stipendi/salari portandoli ai livelli del terzo mondo.Ma guai che della globalizzazione si avvantaggi un umile piccolo singolo uomo, evidentemente buono solo per lavorare come un somaro, comprare, guardare la tele e soprattutto pagare le tasse. Guai che si giochi in un casinò on line, reato di lesa maestà, non si passa dallo stato sovrano! Dallo stato che tutto comanda.La deriva degli stati nella società moderna è sotto gli occhi di tutti.Mi auguro una futura crisi profonda del così chiamato stato-nazione (da non confondere con nazione che è un'altra cosa molto più sana e pulita), mi auguro una crisi nera della democrazia rappresentativa. Mi sembra evidente che le cose non vanno e devono cambiare.La società occidentale e soprattutto europea sta vivendo una decadenza come mai si era vista.Signori, o si cambia o si muore.E quando dico "si muore" intendo proprio sparire, estinguersi.Le avvisaglie ci sono tutte. Mancanza di forza, mancanza di stimolo, mancanza di speranza, stanchezza morale, rassegnazione, crescita demografica 0, fortissima immigrazione selvaggia.Ripeto, o si cambia o si muore.
    • Anonimo scrive:
      Re: La globalizzazione solo per loro

      La società occidentale e soprattutto europea sta
      vivendo una decadenza come mai si era
      vista.Per forza per te non si era mai vista, sei giovane, non hai mai visto la decadenza dell'impero romano, quello si che e' stato un volo in picchiata.Per me che sono vecchio e per chi ha un minimo di vedute storiche piu' ampie, non e' certo un periodo di decadenza, anzi il contrario.Il peso europeo dalla fine della seconda guerra oggi' e' andato rafforzandosi ogni anno, soprattuo dalla fine del blocco sovietico. Germania unita, paesi dell'est in fioritura, paesi dell'ovest avanzati e arricchitisi (Spagna, Italia, Irlanda ad esempio), unione europea... c'e' crescita e vivacita', e notevole anche.
      Signori, o si cambia o si muore.prego accomodati, cambiati o muori.
      E quando dico "si muore" intendo proprio sparire,
      estinguersi.
      Le avvisaglie ci sono tutte. Mancanza di forza,A chi e come manca la forza? Che cos'e'?
      mancanza di stimolo,A chi e come manca lo stimolo? Che cos'e'?
      mancanza di speranza,A chi e come manca la speranza? Che cos'e'?
      stanchezza morale,Ma che diavolo e' la stanchezza morale??!?
      rassegnazione,Sei molto rassegnato?
      crescita
      demografica 0,La popolazione italiana e' passata da 56 a 58 milioni, notizia di questa settimana.
      fortissima immigrazione
      selvaggia.E questa crescita e' dovuta proprio all'immigrazione.
      Ripeto, o si cambia o si muore.Ripeto, cambiati o muori, ma risparmiaci i predicozzi distaccati dalla realta'.
      • Anonimo scrive:
        Re: La globalizzazione solo per loro
        - Scritto da:

        La società occidentale e soprattutto europea sta

        vivendo una decadenza come mai si era

        vista.

        Per forza per te non si era mai vista, sei
        giovane, non hai mai visto la decadenza
        dell'impero romano, quello si che e' stato un
        volo in
        picchiata.Sei COSI' vecchio?
        Per me che sono vecchio e per chi ha un minimo di
        vedute storiche piu' ampie, non e' certo un
        periodo di decadenza, anzi il
        contrario.
        Il peso europeo dalla fine della seconda guerra
        oggi' e' andato rafforzandosi ogni anno,
        soprattuo dalla fine del blocco sovietico.
        Germania unita, paesi dell'est in fioritura,
        paesi dell'ovest avanzati e arricchitisi (Spagna,
        Italia, Irlanda ad esempio), unione europea...
        c'e' crescita e vivacita', e notevole
        anche.Bello mio, che i Paesi siano più ricchi da allora è una cosa, ma le persone?

        Signori, o si cambia o si muore.

        prego accomodati, cambiati o muori.Eh già... cambiare o morire. Cambiare (in peggio) o morire.

        E quando dico "si muore" intendo proprio
        sparire,

        estinguersi.

        Le avvisaglie ci sono tutte. Mancanza di forza,

        A chi e come manca la forza? Che cos'e'?Mettila così: un tale vende libri, lavora 10 ore al giorno, guadagna mica male, ci paga sopra le tasse, gli resta in tasca di che far vivere se stesso, la sua famiglia, far continuare la sua attività di libraio, magari ingrandire un po' la sua libreria, assumere qualche dipendente, pagarlo il giusto e farlo lavorare 8 ore al giorno, se vuole, o part time se vuole, e gli resta anche qualche risparmio.Poi arriva l'ipersuperteramercato che grazie alle liberalizzazioni gli apre proprio a 50 metri dal suo negozio. Tutti i libri più commerciali li trovi anche lì al 20% in meno del prezzo che faceva il libraio.... che deve calare i suoi prezzi su quei libri rinunciando di fatto al suo profitto. Vabbè, guadagnerà meno da Harry Potter, ma ci sono sempre i testi scolastici, i manuali tecnici, libri meno noti... ma parte della clientela ormai va a prendere il libro assieme alla frutta e al latte. Poi lui lavora 10 ore al giorno ma vorrebbe anche passare qualche ora con la sua famiglia... qualche settimana di vacanza... nisba. Se lo fa, il cliente che gli avrebbe comprato i libri va al superiper che è aperto 24 ore al giorno grazie al turnover di impiegati sfruttati alla Fantozzi se non peggio (vatti a leggere il post di Beppe Grillo di oggi...). Superiper che in tanto si è attrezzato per fornire anche i testi scolastici (una delle migliori fonti di reddito del piccolo libraio), e molta altra roba meno commerciale, giusto una copia da tenere lì se qualcuno la vuole. Così mentre il superiper si arricchisce, ammazzando di lavoro malpagato i suoi dipendenti col tacere dei sindacati (magari è pure un supeiper 'rosso'...), il libraio perde clienti, deve ribassare i prezzi annullando i guadagni sul poco che riesce ancora a vendere, niente più ferie, sempre meno tempo libero, i dipendenti ormai superflui se li deve pagare lo stesso anche a far niente se no il sindacato ti fa un c**o così, i costi e i fornitori se li deve pagare, le tasse pure anche se non guadagna quasi più niente (grazie a Irap e studi di settore)...Finché, ammazzato dalla concorrenza degli altri tre ipersuper che intanto hanno aperto, svende tutto quel che gli resta, mobili compresi, e chiude.Cosa farà ora? cambierà, ovvio: magari andrà a fare il commesso all'ipersuper per 18 ore al giorno tra precarietà, umiliazioni e sfruttamento (se lui anche solo alzava la voce con un dipendente vedeva i sorci verdi...), i suoi dipendenti.. non si sa. Ecco come si crea un nuovo povero. Ma chi povero lo era già, cosa ci ha guadagnato a parte il mal comune mezzo gaudio?

        mancanza di stimolo,

        A chi e come manca lo stimolo? Che cos'e'?Beh, sapere di diventare sempre più povero per dover 'competere' se no sei morto... alla fine alcuni preferiscono la morte. Non scherzo.

        mancanza di speranza,

        A chi e come manca la speranza? Che cos'e'?Un tempo il garzone che imparava il mestiere poi se era bravo lo esercitava in proprio. Questa era la speranza. Magari ereditava la fabbrichetta/bottega del padrone. Ma il dipendente del megaiper che speranze ha? di trovare un posto dove lo sfruttino un po' meno?

        stanchezza morale,

        Ma che diavolo e' la stanchezza morale??!?Preso alla fame sei disposto a tutto, anche a prostituirti

        rassegnazione,

        Sei molto rassegnato?Può capitare.


        crescita

        demografica 0,

        La popolazione italiana e' passata da 56 a 58
        milioni, notizia di questa
        settimana.Ma ci sei o ci fai?Non ti è passato per la testa che non è perché facciamo più figli ma perché troppa gente viene qui a caccia di false speranze?

        fortissima immigrazione

        selvaggia.

        E questa crescita e' dovuta proprio
        all'immigrazione.E tu credi che sia un bene? Vediamo se sarai tanto contento quando il 'fratello' ti fotterà il lavoro perché disposto a dormire per terra assieme ad altri 40 in 100 mq di appartamento

        Ripeto, o si cambia o si muore.

        Ripeto, cambiati o muori, ma risparmiaci i
        predicozzi distaccati dalla
        realta'.No caro. Qui quello distaccato dalla realtà sei tu. E sta attento che a morire di competitività potresti essere proprio tu.
        • Anonimo scrive:
          Re: La globalizzazione solo per loro


          Per forza per te non si era mai vista, sei

          giovane, non hai mai visto la decadenza

          dell'impero romano, quello si che e' stato un

          volo in

          picchiata.

          Sei COSI' vecchio?Oppure sono COSI' istruito da avere le vedute storiche.

          Germania unita, paesi dell'est in fioritura,

          paesi dell'ovest avanzati e arricchitisi
          (Spagna,

          Italia, Irlanda ad esempio), unione europea...

          c'e' crescita e vivacita', e notevole

          anche.

          Bello mio, che i Paesi siano piu` ricchi da allora
          e` una cosa, ma le persone?Pure. Anche a parita' di miseria con i nostri nonni, abbiamo servizi migliori, piu' salute, un mercato piu' ampio (se la tua banca ti tiranneggia, puoi aprire un conto all'estero ad esempio).Ci sono piu' fonti di informazione, piu' prodotti (banane e kiwi non c'erano 50 anni fa al mercato - avere piu' prodotti significa nuovi settori e nuovi lavori), insomma non manca chi e' nella miseria piu' nera, ma meno di 50 anni fa, attorno a noi la crescita e' visibile, e siamo lontani dal poter piangere il declino occidentale.


          stanchezza morale,



          Ma che diavolo e' la stanchezza morale??!?

          Preso alla fame sei disposto a tutto, anche a
          prostituirtiAdesso non mi dire che l'occidente e' in declino e tutti sono disposti a tutto. Non c'e' una simile "stanchezza morale" che caratterizza l'occidente.


          crescita


          demografica 0,



          La popolazione italiana e' passata da 56 a 58

          milioni, notizia di questa

          settimana.

          Ma ci sei o ci fai?
          Non ti e` passato per la testa che non e` perche´
          facciamo piu` figli ma perche´ troppa gente viene
          qui a caccia di false
          speranze?Esatto e' per l'immigrazione, ma dalla seconda e terza generazione saranno italiani.Io ho amici di origine siriana. Sono veronesi doc in tutti i modi di fare, tranne che sotto il pofilo del bagaglio genetico. Poi si mescoleranno. Lo stesso accadde con i longobardi e tutti gli altri che si stabilirono nella nostra penisola nei secoli. Non accadde in maniera sempre pacifica (guardacaso "bega" e' una parola longobarda) ma il frutto di quelle immigrazioni ed invasioni siamo noi. Pensa in lungo nel tempo, e non sempre alla bottega (riferimento al fatto che l'immigrazione porta problemi di competizione sul lavoro). Ma fregatene visto che stai facendo un discorso cosi' generale sul declino, mica si basa sull(mmigrato disposto a lavorare 16 ore, lo vorrai vedere nella giusta prospettiva temporale no? O mica prenderai in considerazione solo gli ultimi 15-20 anni?


          fortissima immigrazione


          selvaggia.



          E questa crescita e' dovuta proprio

          all'immigrazione.

          E tu credi che sia un bene?Non e' cosi' male, meglio del lento declino che descrivi di certo e'.
          Vediamo se sarai
          tanto contento quando il 'fratello' ti fottera` il
          lavoro perche´ disposto a dormire per terra
          assieme ad altri 40 in 100 mq di
          appartamentoDifficile, non sono cosi' fesso da non specializzarmi.


          Ripeto, o si cambia o si muore.



          Ripeto, cambiati o muori, ma risparmiaci i

          predicozzi distaccati dalla

          realta'.

          No caro. Qui quello distaccato dalla realta` sei
          tu.Mi fai specchio riflesso alla tua eta'? Un po' miserella come replica.
          E sta attento che a morire di competitivita`
          potresti essere proprio tu.Sempre che, immodestamente, ci sia qualcuno capace di competere con me.
        • Anonimo scrive:
          Re: La globalizzazione solo per loro

          Mettila così: un tale vende libri [...]Vedi le cose esattamente come le vedo io, tranne sulla crescita zero che, se non compensata dall'immigrazione, permetterebbe finalmente di tornare ad economie locali, basate su ciò che ogni singolo territorio produce e quanta popolazione può mantenere. Abiti a due passi da casa mia?Tu riferisci ciò che vedi accadere, mentre il tuo interlocutore è un progressista con le fette di salame sugli occhi.
  • Anonimo scrive:
    bene, avanti così!
    il gioco d'azzardo è una droga che, se non regolamentata e circoscritta ai luoghi predisposti (i casinò), rovina le famiglie e come tale va vietato e combattuto con ogni mezzo.Frank
    • Anonimo scrive:
      Re: bene, avanti così!
      - Scritto da:
      il gioco d'azzardo è una droga che, se non
      regolamentata e circoscritta ai luoghi
      predisposti (i casinò), rovina le famiglie e come
      tale va vietato e combattuto con ogni
      mezzo.

      FrankQuale parte di "Lobby di Las Vegas" non ti è chiara?
      • Anonimo scrive:
        Re: bene, avanti così!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        il gioco d'azzardo è una droga che, se non

        regolamentata e circoscritta ai luoghi

        predisposti (i casinò), rovina le famiglie e
        come

        tale va vietato e combattuto con ogni

        mezzo.



        Frank

        Quale parte di "Lobby di Las Vegas" non ti è
        chiara?Quale parte di "se non regolamentata e circoscritta ai luoghi predisposti (i casinò)", da cui "lobby di Las Vegas", non ti è chiara?
    • Anonimo scrive:
      Re: bene, avanti così!
      - Scritto da:
      il gioco d'azzardo è una droga che, se non
      regolamentata e circoscritta ai luoghi
      predisposti (i casinò), rovina le famiglie e come
      tale va vietato e combattuto con ogni
      mezzo.

      Franktoh leggiti questo http://disinformazione.it/mi6_commercio_di_droga.htme poi ne riparliamo
Chiudi i commenti