Wind: fuori il canone, dentro l'ADSL

L'azienda dell'Arancia punta sulle tariffe per tentare di strappare utenti a Telecom Italia. Per chi passa a Wind non c'è canone telefonico e l'ADSL costa come quello Telecom. Lanciato anche il pacchetto Mobile
L'azienda dell'Arancia punta sulle tariffe per tentare di strappare utenti a Telecom Italia. Per chi passa a Wind non c'è canone telefonico e l'ADSL costa come quello Telecom. Lanciato anche il pacchetto Mobile


Roma – Sull’onda di CanoneZero, la prima offerta Wind che ha concretamente proposto agli utenti di Telecom Italia un’alternativa al servizio telefonico fornito dall’incumbent, la compagnia dell’Arancia ha ora lanciato CanoneZeroTutti, un mix voce più ADSL con cui spera di migliorare l’appeal delle proprie offerte.

L’offerta, descritta su Libero.it , punta molto, se non tutto, sul fatto che chi deciderà di adottarla potrà lasciare completamente Telecom Italia e cessare di pagare il canone telefonico, inviso a molti utenti. Purtroppo non viene detto in questa occasione che lasciare Telecom impedirà all’utente anche di utilizzare i servizi telefonici di altri operatori. Come a dire che chi sceglie di fruire dell’unbundling del local loop, e affidare a Wind o ad altri il proprio doppino , si troverà poi impossibilitato a sfruttare eventuali offerte e promozioni di altre compagnie telefoniche.

Per indurre a fare il grande salto, Wind mette in evidenza come la nuova offerta si distingua da analoghe offerte Telecom proprio per l’assenza del costo del canone telefonico e l’abbinamento ai servizi ADSL, il cui canone è di 12,95 euro al mese (Iva inclusa). Oltre a questo costo l’utente deve poi affrontare una tariffa di 0,90 euro per ogni ora di collegamento.

CanoneZeroTutti si avvale anche del già noto MinutoZero, il piano telefonico Wind che prevede un costo zero per il primo minuto di conversazione di qualsiasi chiamata urbana o interurbana. Anche con MinutoZero, però, si paga lo “scatto” alla risposta.

Entro il 30 giugno si può aderire alla nuova offerta, che è stata lanciata insieme ad un’altra proposta pensata per chi usa prevalentemente il telefono: “CanoneZeroMobile”.

Quest’ultima soluzione prevede che pagando 10,95 euro al mese (Iva inclusa), l’utente che passa a Wind possa sfruttare 30 minuti di chiamate urbane, 15 di interurbane e 60 verso i cellulari Wind senza pagare altro. Le tariffe per le chiamate verso altri cellulari sono su questa pagina .

“I nuovi servizi ‘CanoneZeroTuttì e ‘CanoneZeroMobilè – avverte Wind – permettono di conservare l’originario numero telefonico e i servizi addizionali e non richiedono modifiche all’impianto telefonico esistente”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 05 2003
Link copiato negli appunti