Wind leva il canone e lancia la superflat

L'azienda dell'Arancia entra nel dettaglio dell'offerta che consentirà agli utenti di lasciare Telecom Italia, di non pagare più il canone e di chiamare con tariffe flat comprensive anche di Internet. La fine del monopolio


Roma – Atteso, ma non per questo meno clamoroso, l’annuncio che ieri l’amministratore delegato di Wind, Tommaso Pompei, ha espresso in una conferenza stampa: Wind lancia l’Ultimo miglio che prevede annullamento del canone telefonico e superflat per voce e dati.

Con l’accordo firmato ieri da Wind con Telecom Italia, ha spiegato Pompei, tutti gli utenti telefonici potranno lasciare l’ex monopolista e darsi alle Arance.

Ma ci vorrà tempo, perché fino a maggio potranno farlo solo gli utenti di Roma e Milano e poi, progressivamente, tutti gli altri. Entro la fine dell’anno si prevede, ha detto Pompei, che i servizi alternativi a Telecom forniti da Wind potranno raggiungere il 50 per cento dei distretti telefonici italiani.

La svolta è epocale, anche se la maggioranza degli utenti che intendono lasciare Telecom Italia dovranno comunque attendere che la propria centralina sia abilitata a fare il “trasferimento”. Cioè a trasferire la connessione dal domicilio alla rete telefonica dalle apparecchiature Telecom a quelle di Wind o degli altri gestori concorrenti, che in queste settimane si preparano a lanciare offerte analoghe a quelle di Wind.

Già da oggi, comunque, Wind inizia a collegare i primi clienti, che da domani non dovranno più pagare il canone di Telecom Italia scegliendo una delle offerte approntate dall’azienda delle Arance per “attirare” il maggior numero possibile di utenti fissi. Utenti che, passando a Wind, non devono cambiare il numero di telefono.

“Da oggi – ha spiegato Pompei – i cittadini e le famiglie di Roma e Milano potranno contattare il servizio clienti Wind al 158 e al 159 e le aziende al 1928, e prenotare il loro abbonamento alla “rete arancione”, che verrà allacciato gradualmente nei prossimi mesi, compatibilmente alla disponibilità di collegamento alle centrali Telecom che il gestore ex-monopolista fornirà a Wind”.

Sul piano “tecnico”, gli utenti potranno disdire il contratto con Telecom Italia subito prima di accedere ai servizi Wind.


“Oggi – si è entusiasmato Pompei – è un giorno storico per la liberalizzazione del mercato delle telecomunicazioni in Italia. Per la prima volta esiste la possibilità di avere un fornitore di telefonia fissa, residenziale e aziendale, completamente diverso da Telecom Italia”.

Pompei ha poi descritto nel dettaglio le offerte che Wind, con la nuova opportunità dell’Ultimo miglio, intende porre all’attenzione degli utenti.

Chi accetterà queste condizioni è bene che sappia che, almeno per i primi tempi, non potrà accedere alle tariffe e alle linee di altri operatori. Per esigenze commerciali, infatti, Wind non intende al momento offrire questa possibilità.

Per le famiglie e l’utenza residenziale, Wind ha approntato “LineaWind”. Si tratta di una fornitura di servizi integrati fissi, mobili ed Internet che verranno “conteggiati” in una bolletta unica.

Con 105 mila lire al mese, si potranno effettuare in maniera illimitata telefonate urbane e interurbane, si avranno a disposizione 20 ore di collegamento Internet, ci sarà uno sconto del 10% sulle chiamate internazionali, e una tariffa ridotta per tutti i cellulari Wind pari a 2,5 lire al secondo, senza scatto alla risposta e Iva inclusa.

Ma la novità più interessante è senza dubbio l’assenza del canone telefonico. Un’assenza che Wind motiva spiegando semplicemente di aver integrato quel costo ai servizi offerti trovando un equilibrio che consente di eliminare uno dei balzelli più invisi agli utenti telefonici.

Per la prima fase della liberalizzazione, Wind offre LineaWind solo ai clienti dotati di linee analogiche. “Successivamente – avverte l’azienda – sarà possibile allacciare linee ISDN e ADSL, attualmente disponibili mediante altre offerte di Wind”.


Altra tariffa integrata lanciata ieri da Wind è quella chiamata TuttoWind e sarà attiva dalla prossima estate. Si tratta di un servizio che permette di abbinare in una sola bolletta l’intera spesa telefonica di un’utenza familiare.

Con un contributo mensile di 20.000 lire (Iva inclusa), sarà possibile attivare un numero di rete fissa Wind e un abbonamento ai servizi di telefonia mobile di Wind.

Una volta raggiunte le 120.000 lire di spesa telefonica mensile complessiva – fisso più mobile – si otterrà il rimborso delle 20.000 lire di contributo per l’accesso alla rete e delle 10.000 lire equivalenti alla tassa di concessione governativa, necessarie per l’abbonamento mobile.

L’altra “trovata” per attirare anche quegli utenti che non possono fin da subito lasciare Telecom Italia, Wind l’ha infilata nell’offerta “WindFlat”. Una opzione che partirà il 26 febbraio e che consiste in un piano tariffario a forfait.

In pratica, per 90 mila lire al mese (Iva inclusa), sarà possibile per gli utenti telefonici ancora abbonati a Telecom Italia, effettuare telefonate urbane e interurbane illimitate, ottenere uno sconto del 10 per cento sulle telefonate internazionali e chiamare i cellulari Wind a 4 lire al secondo, senza scatto alla risposta e Iva inclusa.

Il “plus” sta nel fatto che chi sceglie questa opzione avrà “precedenza nell’attivazione dell’offerta diretta Wind che avverrà gradualmente nelle principali città italiane”.

Alle aziende, inoltre, Wind offre profili tariffari modulari che puntano all’integrazione dei servizi di comunicazione fissa e mobile e della connettività Internet.


Per i clienti con un minimo di 10 linee, Wind pensa al piano tariffario “WindTop”, che prevede un contratto della durata minima di un anno e la realizzazione dell’accesso diretto. Il piano WindTop prevede una scala sconti regressiva e non prevede costi di attivazione.

Per gli utenti business con un numero di linee inferiori a 10, Wind offrirà la connessione alla rete telefonica diretta attraverso il piano tariffario “WindOffice”.

Le offerte per le aziende sono modulari e dunque, ha spiegato Wind, possono essere personalizzate con l’integrazione di prodotti e servizi in modo da risolvere le diverse esigenze di telecomunicazioni dell’azienda (VPN Voce e Dati, PABX, sicurezza Internet, etc.).

Va detto, in conclusione, che le offerte di Wind sono le prime di un operatore nazionale “sostitutivo”, laddove possibile, di Telecom Italia. Ma è certo che nelle prossime settimane a queste offerte si affiancheranno quelle degli altri principali operatori, che sono già pronti a partire.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Gli Scienziati Telecom
    Sono un sistemista informatico, e proprio per questo mi vengo a trovare in contatto con i cosidetti "tecnici" telecom, vagli a spiegare che il tuo sofisticatissimo e costosissimo hardware funziona perfettamente e che magari in centrale c'è qualche intoppo, magari c'è solo da resettare la linea, oppure dolo da ricontrollare la configurazione della linea in centrale, NON NE VOGLIONO SAPERE!! ,il risultato? ,ti fanno perdere ore ed ore a fare decine di prove inutili, mandano in loco altri "tecnici",anche loro scienziati che si mettono ad armeggiare con con la borchia senza sapere cosa ti serve e che cosa dovrebbe fare quella linea, a che CUG appartiene, e via dicendo.Ma dove li trovano dico io, ma cambiate lavoro!!!, ci sono tanti posti di lavoro vacanti adatti a queste persone.........Insomma mi sento molto vicino al signore al quale hanno traslocato l'ISDN per dei fantomatici problemi di spazio......in bocca a lupo a chiunque debba servirsi di telecom!
  • Anonimo scrive:
    telecom e rimborsi
    anche io ho avuto problemi con isdn...non voglio parlare di questo ma dei rimborsi telecom per i ritardi nell'installazione dell'impianto e simili...io ho ricevuto il rimbroso (quasi 150 mila lire) per un mese di ritardo nell'attivazione (devo ancora fare i conti per vedere se e quanto hanno rimborsato era corretto) ma ero convinto che non l'avrei mai ricevuto...niente di scritto, nessuna data certa, nemmeno il tecnico che e' arrivato mi ha rilasciato ricevute, fatture o simili.. niente...c'e' qualcuno che in termini legali sa spiegarmi se queste procedure sono corrette?
  • Anonimo scrive:
    Speriamo che con la fine del monopolio...
    Speriamo che con la liberalizzazione del mercato il servizio migliori. Vi ricordate quando uscirono i primi cellulari GSM quanti giorni ci voleva perchè la TIM attivase la linea? Oggi se vuoi attivare un nuovo numero basta solo il pensiero...Potere della concorrenza!
  • Anonimo scrive:
    Ma sono tutti così?
    Allora, un bel giorno chiamo Interbusiness (sempre Telecom è), e richiedo l'intervento di un tecnico per montaggio HDSL... Dopo 2 settimane richiamo protestando che il tecnico non si sia fatto vedere. La centralinista, in perfetto romano mi dice che le richieste vengono evase dopo almeno 15 giorni... beh ok, saranno troppi, ma basta dirlo prima che uno si adegua.Cmq ad oggi non si è visto...Sono passati ormai forse 5 mesi.....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma sono tutti così?
      - Scritto da: TNT
      Allora, un bel giorno chiamo Interbusiness
      (sempre Telecom è), e richiedo l'intervento
      di un tecnico per montaggio HDSL... Dopo 2
      settimane richiamo protestando che il
      tecnico non si sia fatto vedere. La
      centralinista, in perfetto romano mi dice
      che le richieste vengono evase dopo almeno
      15 giorni... beh ok, saranno troppi, ma
      basta dirlo prima che uno si adegua.
      Cmq ad oggi non si è visto...Sono passati
      ormai forse 5 mesi.....E che pretendi? Capirai, io sono solo 7 mesi che HO GIA' PAGATO un preventivo all'ACEA (ente erogatore di acqua ed elettricita' romano) per un allaccio idrico e ancora non ce l'ho.Maledetti, devono mori' tutti agonizzando, uno dopo l'altro!
  • Anonimo scrive:
    A volte fanno le cose anche abbastanza bene...
    Dopo 5gg da richiesta a 182 arriva il tecnico, smonta la linea analogica (trasformazione di linea) mi spiega se volevo spostarmi la borchia come fare (allora non sapevo se la volevo tenere dove era la vecchia presa), collega il tutto, chiama in centrale per farsi mandare il segnale e scopre che in centrale non c'e' nessuno, allora va' lui in centrale, mi chiama sul cellulare mi dice diverificare se c'e' segnale sulla borchia (led verde), il segnale c'e' ma gli dico che non riesco ne a chiamare ne a ricevere telefonate. Ammette che questo e' colpa sua per colpa del fatto che ha staccato piu' volte la borchia, (oggni volta che viene staccata la linea viene bloccata per 20'), se ne scusa, dopo 4 ore la mia linea funziona perfettamente. Il giorno dopo tale tecnico passa da me per verificare che funzioni tutto......insomma ogni tanto c'e' gente che sa fare il suo mestiere!
    • Anonimo scrive:
      Re: A volte fanno le cose anche abbastanza bene...
      - Scritto da: Riccardo
      Dopo 5gg da richiesta a 182 arriva il
      tecnico, smonta la linea analogica

      ...insomma ogni tanto c'e' gente che sa fare
      il suo mestiere!Beh... a me il lavoro lo ha fatto bene non certo Telecom. Mai vista, loro non fanno questi lavori, almeno qui' da noi. Ma una ditta appaltatrice Rete Gamma. Mi hanno cambiato persino il cavo che da casa mia va alla centralina in strada.
    • Anonimo scrive:
      Re: A volte fanno le cose anche abbastanza bene...
      Si, ma...Perchè non c'era nessuno in centrale?!?!- Scritto da: Riccardo
      Dopo 5gg da richiesta a 182 arriva il
      tecnico, smonta la linea analogica
      (trasformazione di linea) mi spiega se
      volevo spostarmi la borchia come fare
      (allora non sapevo se la volevo tenere dove
      era la vecchia presa), collega il tutto,
      chiama in centrale per farsi mandare il
      segnale e scopre che in centrale non c'e'
      nessuno, allora va' lui in centrale, mi
      chiama sul cellulare mi dice diverificare se
      c'e' segnale sulla borchia (led verde), il
      segnale c'e' ma gli dico che non riesco ne a
      chiamare ne a ricevere telefonate. Ammette
      che questo e' colpa sua per colpa del fatto
      che ha staccato piu' volte la borchia,
      (oggni volta che viene staccata la linea
      viene bloccata per 20'), se ne scusa, dopo 4
      ore la mia linea funziona perfettamente. Il
      giorno dopo tale tecnico passa da me per
      verificare che funzioni tutto...

      ...insomma ogni tanto c'e' gente che sa fare
      il suo mestiere!
      • Anonimo scrive:
        Re: A volte fanno le cose anche abbastanza bene...
        - Scritto da: James T. Kirk
        Si, ma...
        Perchè non c'era nessuno in centrale?!?!Semplice! Perche' (da perfetti ex statali :) erano al bar a bersi un cappuccino.BeRToZ
    • Anonimo scrive:
      Re: A volte fanno le cose anche abbastanza bene...
      - Scritto da: Riccardo
      Dopo 5gg da richiesta a 182 arriva il
      tecnico, smonta la linea analogica
      (trasformazione di linea) mi spiega se
      volevo spostarmi la borchia come fare
      (allora non sapevo se la volevo tenere dove
      era la vecchia presa), collega il tutto,
      chiama in centrale per farsi mandare il
      segnaleFarsi mandare il segnale??? Ma che stai ancora con quelli di fumo per caso? T'assicuro che se t'ha detto una bestialita' del genere (e tu te la sei pure bevuta) altro non ha fatto che prenderti in giro (non esiste che debba essere mandato alcun segnale).
      e scopre che in centrale non c'e'
      nessuno, allora va' lui in centrale, mi
      chiama sul cellulare mi dice diverificare se
      c'e' segnale sulla borchia (led verde), ilFerma tutto, il led verde di borchia si accende in presenza di alimentazione a 220V (ovvero se la spina di corrente della borchia e' infilata in una presa), e' quindi indipendente da un discorso di centrale (la linea e' presente quando il led rosso e' acceso).
      segnale c'e' ma gli dico che non riesco ne a
      chiamare ne a ricevere telefonate. Ammette
      che questo e' colpa sua per colpa del fatto
      che ha staccato piu' volte la borchia,
      (oggni volta che viene staccata la linea
      viene bloccata per 20'), se ne scusa, dopo 4
      ore la mia linea funziona perfettamente.Ti ha ripreso in giro, NON S'E' MAI VISTO che se uno "resetta" una borchia essa venga isolata per 20 minuti! Ma siamo matti?!? Con tutte le volte che HO DOVUTO resettare io la borchia! Oltretutto se il tecnico stava veramente in centrale (invece che al bar) e avesse avuto le competenze per farlo avrebbe potuto anche resettarti manualmente la linea, senza dover aspettare queste fantomatiche 4 ore. Secondo me molto piu' probabilmente dopo 4 ore ci ha messo le mani qualcuno che ne capiva piu' della scimmia che t'hanno mandato a casa per montarti la borchia.
      ...insomma ogni tanto c'e' gente che sa fare
      il suo mestiere!Momento, che tu non ti sia accorto del fatto che probabilmente ti ha preso in giro su molte cose non vuol certo dire che il tecnico abbia saputo fare il suo lavoro. Non dovrebbe contemplare la vendita di fumo il lavoro di tecnico telecom, anche se a volte pare essere la loro occupazione preferita.Saluti... :)
      • Anonimo scrive:
        Re: A volte fanno le cose anche abbastanza bene...
        a me l'isdn l'hanno installato dopo 3-4 ore...senza nessun problema.....cmq,parlando con i tecnici sono venuto a sapere che manca personale a controllare la pressione nei tubi per i cavi(rischieremo di rimanere anke senza telefono forse...heheh),e che stanno liquidando tecnici a destra e a sinistra mamma telekom sembra in una situazione non tanto semplice .....meglio per la concorrenza.
  • Anonimo scrive:
    utenti "esperti"
    Situazione: torno dalle vacanze estive e l'indicatore di conteggio non funziona piu`. Telefono e faccio notare che1) non sento arrivare gli impulsi di conteggio.Mi mandano un tecnico al quale ricordo che2) non sento arrivare gli impulsi di conteggio.Lui comincia ad armeggiare col contascatti, lo smonta, va a prenderne un altro e lo monta, telefona in centrale per far fare delle prove e (ovviamente) non funziona niente; a questo punto mi permetto di far notare in modo piu` fermo che3) non sento arrivare gli impulsi di conteggio.L'omino Telecom ha come un'illuminazione, recupera tutte le sue carabattole e sparisce farfugliando qualche cosa. Poche ore dopo, magicamente tutto funziona: errore di configurazione in centrale, la prima cosa da controllare...
  • Anonimo scrive:
    Dico solo una cosa...
    Non crediate che le altre compagnie siano diverse: eh eh, ne vedremo delle belle...
  • Anonimo scrive:
    mal comune...mezzo gaudio...
    So cosa può avere provato l'utente. A me sono occorsi 2 mesi per installare ISDN e 3 mesi per farla funzionare. Beh la morale è che ho dovuto fare causa alla telecom per il risarcimento dei danni. Prima udienza 19 marzo....
    • Anonimo scrive:
      Re: mal comune...mezzo gaudio...
      - Scritto da: Loris Naldoni
      So cosa può avere provato l'utente. A me
      sono occorsi 2 mesi per installare ISDN e 3
      mesi per farla funzionare. Beh la morale è
      che ho dovuto fare causa alla telecom per il
      risarcimento dei danni. Prima udienza 19
      marzo....Facci sapere come va a finire, magari mandando una lettera a PI così la leggiamo tutti!!!Grazie!!
  • Anonimo scrive:
    La regola del tre...
    Come detto in altro commento (http://www.punto-informatico.it/pol.asp?mid=6842&fid=35054) per Telecom vale la regola del tre: le prime tre volte che si chiama per un guasto, da loro era tutto a posto...
  • Anonimo scrive:
    Tecnici Telecom????????
    A casa di mio nipote prima di riuscire a installare correttamente la borchia x ISDN,il"tecnico"ne ha bruciate un paio!!!
  • Anonimo scrive:
    Tecnici Telecom
    Se chiamate un tecnico Telecom per un guasto, andate ad accendere un cero in chiesa.La mia società ( che paga svariate decine di milioni a mamma-mafia Telecom) ha chiamato uno di questi famigerati esperti per installare il collegamento in fibra ottico e il risultato si può rissumere nelle sue parole "bho ma che è sta cosa".Mhaaa sembrava la prima volta che eseguiva quell'operazione , dopodichè è stato 2 ore al telefono con la centrale per farsi spiegare come si installava il tutto.
Chiudi i commenti