Wind, promozioni natalizie fisse e mobili

L'azienda dell'Arancia spera di irretire nuovi clienti proprio in occasione del Natale. Ecco pacchi, contropacchi e contropaccotti


Milano – Nuove offerte per telefonia mobile e fissa da Wind , che sta preparando i pacchettini natalizi per clienti vecchi e nuovi, sotto forma di offerte mirate contro gli agguerriti listini dei rivali.

Dopo il lancio della Special Card , arriva la promozione Winter Collection: al costo di 9,99 euro, l’offerta propone una nuova sim Wind più un CD con una compilation musicale. Su questa SIM, che include 5 euro di traffico, è possibile attivare via SMS un’ulteriore promozione per ottenere altri 15 euro (5 euro al mese per 3 mesi) di telefonate nazionali verso tutti i telefonini Wind e tutti i numeri di rete fissa.

Promozione anche sui telefonini WIND i-mode: chi ne acquista uno entro il 5 febbraio 2006, otterrà un credito pari a 60 euro in telefonate (anche qui “spalmate” su un trimestre, ossia 20 euro al mese) verso tutti i numeri Wind e i numeri di rete fissa. Chi acquisterà invece un cellulare Wind GSM otterrà un bonus “dimezzato”, ossia 10 euro al mese per 3 mesi, da consumare sempre verso telefonini Wind e numeri fissi.

Il “bonus” più allettante è ovviamente quello sugli apparecchi i-mode e, per questo motivo, l’operatore dell’Arancia offre sui portali i-mode e WAP giochi, loghi e suonerie di Natale e riserva agli aficionados i-mode, fino al 31 marzo 2006, la promozione i-mode Pass50 .

Infine, ai clienti che passeranno il Natale all’estero, Wind propone “Special Roaming”, promozione che consente di parlare dall’estero con tariffa dimezzata rispetto alle normali tariffe di roaming. L’offerta è attivabile fino al 5 febbraio 2006 al costo di 5 euro ed è valida per un mese dalla data di attivazione.

DB

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • marcel scrive:
    C'è anche un'aziend italiana
    Sulla stessa "pista" (visto che parliamo di Olimpiadi invernali) si è lanciata una società di Pescara di cui Punto Informatico si è già occupato, la Micso (vedi sito Wadsl.it). Questa società non chiede grossi sacrifici a quelle cittadine - non coperte dall'ADSL (sono tantissime) - se non l'ospitalità fisica (cioè i locali in cui installare le apparecchiature ed un tetto dopo installare l'antenna trasmittente). Ritengo che Punto Informatico dovrebbe ritornare a parlare dell'argomento, anche se si tratta di fare pubblicità ad un'azienda, perché penso che sia l'unica speranza di utilizzare l'ADSL: "spaventare" l'incumbent Telecom....E' una speranza che Punto Informantico, sempre dalla parte di noi utenti, dovrebbe ... supportare con un'azione martellante....
  • Anonimo scrive:
    che dire
    se è vero che ci saranno velocità di 30-50 Mbps sarà davvero una tecnologia interessante. ma viene da chiedersi quali saranno i costi e quali le zone di copertura (non parlo dell'inizio, che sarà sicuramente un transitorio, ma della situazione nel medio periodo).
Chiudi i commenti