Wind punta ancora sulla promozione GPRS

L'operatore dell'arancia decide di prolungare i termini della promozione per l'offerta GPRS. Il lancio commerciale definitivo è però imminente


Milano – Sarà possibile connettersi ai servizi GPRS di Wind gratuitamente ancora fino al 22 ottobre. E’ stata quindi decisa un’ulteriore proroga della promozione, che sarebbe dovuta scadere il 31 agosto; l’offerta di Wind prevede la possibilità di connettersi in rete tramite il GPRS, scaricando fino a 300MB al mese, pagando soltanto il costo dell’attivazione del servizio (10mila lire).

Gli altri operatori di telefonia mobile concorrenti hanno già provveduto a prorogare le proprie offerte GPRS oltre il periodo estivo (stabilito in un primo momento come termine ultimo delle promozioni): con Blu si potrà navigare gratis ancora fino al 31 ottobre e con TIM fino al 2 dicembre; i canoni di attivazione per questi due operatori sono rispettivamente di 20mila e di 25mila lire. La data di scadenza stabilita durante l’estate da Omnitel Vodafone è ancora valida: la promozione terminerà il 22 ottobre (non è previsto alcun costo di attivazione, ma si possono scaricare fino a 100 MB al mese).

Anche Wind ha deciso quindi di prorogare la promozione per l’usufrutto forfetario dei servizi GPRS, scegliendo come data finale dell’iniziativa la stessa fissata da Omnitel Vodafone.

Wind continua la sua campagna commerciale per sostenere la diffusione della tecnologia GPRS, proponendo anche l’offerta GoWind, che comprende la vendita un cellulare 2,5G Motorola T260 a 699.000 lire (IVA inclusa); nella confezione GoWind è inclusa inoltre una scheda con 50mila lire di credito telefonico.

Non è ancora terminata la prima fase per le offerte GPRS lanciate da tutti gli operatori: per Wind il GPRS diventerà un appuntamento importante con il grande pubblico soltanto a fine anno, quando sarà lanciata la campagna di Natale. Ancora non è disponibile sul mercato un numero sufficiente di terminali 2,5G che permetta l’effettivo lancio commerciale di questa tecnologia, tuttavia per dicembre è probabile che molti operatori propongano il proprio piano tariffario definitivo per regolare le connessioni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    LIMITI TECNICI
    Ho lavorato per un periodo con WAP,ma ho trovato dei limiti tecnici nonfacilmente superabili che limitavanol'operatività fino a quasi zero.Il piu' enorme dei problemi riguardava la dimensione dei deck a 1400 byte compressi.Siccome generavo dinamicamente lepagine in formato testo (wml) non sapevo a priori se queste fossero visualizzabili oppure no.Spero che questa DEFICENZA che l'architetturaha sicuramente ereditato dai suoi progettisti sia stata superata con le nuove implementazioni.
Chiudi i commenti