Wind, una flat ADSL a meno di 20 euro

Le mosse di Wind sembrano il frutto delle strategie volute dai nuovi boss dell'azienda dell'Arancia: il quadro delle offerte che stanno per scattare

Roma – Wind ha dato avvio alla propria offensiva sul campo delle ADSL a 4 megabit e sembrerebbe intenzionata ad andare incontro al pubblico, lanciando la nuova promozione legata all’offerta Libero ADSL Flat (4 Megabit in download, 256 Kilobit in upload), proposta al prezzo di 19,95 euro al mese per coloro che si abboneranno dal 18 luglio al 30 agosto 2005 (attenzione, 30 e non 31 agosto).

Wind specifica che l’offerta sarà accessibile a tutti i nuovi clienti, annunciandone la disponibilità anche nelle zone che non sono ancora state raggiunte direttamente dalla rete a banda larga di Libero. I clienti residenti in aree che ne sono già coperte potranno navigare con Libero ADSL Flat pagando il canone di 19,95 euro al mese fino al 31 dicembre 2006 e, successivamente, pagheranno un canone mensile pari a 29,95 euro.

La promozione sarà valida, invece, fino al 30 giugno 2006 per i clienti non ancora raggiunti dalla rete di Libero.

Inoltre, a quanti avessero già attivato Libero Adsl Flat prima del 18 luglio, Wind segnala che l’upgrade alla velocità di 4 Mega avverrà entro la fine di settembre, automaticamente, in via gratuita e senza disservizi.

Questa prevista espansione delle offerte Wind ha richiesto un certo impiego di mezzi (economici e tecnologici) per aumentare la disponibilità di risorse destinate all’infrastruttura dell’operatore, e questa viene vista da alcuni come una prima conseguenza dell’ acquisizione di Wind da parte di Wheather Investments, che fa capo all’industriale egiziano Naguib Sawiris.

Alcune recenti indiscrezioni riportano inoltre che la nuova proprietà sarebbe intenzionata a far “crescere” l’operatore italiano nel settore della telefonia fissa, espandendone le potenzialità verso la tecnologia chiamata ADSL2+ (con larghezza di banda fino a 24 Mbps), con tutte le possibilità di connessione che ne conseguono (inclusi il VoIP e lo streaming video – e quindi la tv).

Tutto ciò in vista della sempre più probabile fusione con l’operatore Orascom , multinazionale che si occupa di telefonia fissa solo nel patrio suolo egiziano mentre nelle altre nazioni in cui è presente propone offerte legate essenzialmente alla telefonia mobile.

DB

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    mactel
    ecco perchè l'hanno registrato :D
  • alexjenn scrive:
    Si poteva immaginare
    È un mese che i maggiori produttori di telefoni cellulari hanno dichiarato guerra ad Apple (e all'iPod) commercializzando cellulari con supporto per MP3 e AAC (il formato preferito da Apple, nettamente superiore all'MP3) su memorie ogni volta maggiori o ampliabili da schede di memoria. Inoltre, Samsung sta per rilasciare un cellulare con HD interno, proprio per le canzoni. Apple non poteva rimanere a braccia conserte e, dopo l'esperienza (senz'altro senza paragoni dato che hanno l'81% di mercato modiale) dell'iTunes Music Store, perché non provare con la telefonia?Ma se TIM, Vodafone e compagnia bella regalano cellulari, 500 o 600 euro di chiamate, ecc., Apple regalerà iPods, che magari poi posso rivendere? VOGLIO TELEFONARE CON APPLE, magari con i futuri punti "AppleOne" si vinceranno anche un Power Mac G5 biprocessore a 2,7 GHz e due monitor Apple da 30 pollici...
    • Anonimo scrive:
      Re: Si poteva immaginare
      - Scritto da: alexjenn
      È un mese che i maggiori produttori di telefoni
      cellulari hanno dichiarato guerra ad Apple (e
      all'iPod) commercializzando cellulari con
      supporto per MP3 e AAC (il formato preferito da
      Apple, nettamente superiore all'MP3) su memorie
      ogni volta maggiori o ampliabili da schede di
      memoria. Inoltre, Samsung sta per rilasciare un
      cellulare con HD interno, proprio per le canzoni.
      Apple non poteva rimanere a braccia conserte e,
      dopo l'esperienza (senz'altro senza paragoni dato
      che hanno l'81% di mercato modiale) dell'iTunes
      Music Store, perché non provare con la telefonia?

      Ma se TIM, Vodafone e compagnia bella regalano
      cellulari, 500 o 600 euro di chiamate, ecc.,
      Apple regalerà iPods, che magari poi posso
      rivendere? VOGLIO TELEFONARE CON APPLE, magari
      con i futuri punti "AppleOne" si vinceranno anche
      un Power Mac G5 biprocessore a 2,7 GHz e due
      monitor Apple da 30 pollici...Non credo al massimo ti regaleranno qualche canzone su iTMS...
    • Anonimo scrive:
      Re: Si poteva immaginare
      - Scritto da: alexjenn
      Ma se TIM, Vodafone e compagnia bella regalano
      cellulari, 500 o 600 euro di chiamate, ecc.sul resto del messaggio sono concorde, qui permettimi di sorridere... regalano cellulari? 600 euro di telefonate? :-)Suvvia... quello e' il richiamo per il pollo, non ripetiamocelo poi tra noi ;-)
Chiudi i commenti