Windows 7 batte Vista sui dischi flash

Ha già dimostrato di essere più veloce in più occasioni, ed ora la prossima versione del sistema operativa è emersa vincitrice anche in un test relativo ai dischi a stato solido

Una delle prime promesse fatte da Microsoft in merito a Windows 7 è che questo sistema operativo avrebbe migliorato le performance dei dischi a stato solido (SSD). La promessa sembra mantenuta: i risultati di un test condotto dal sito TweakTown mostrano come W7 riesca ad utilizzare i dischi flash in modo più efficiente di quanto faccia Vista SP1.

TweakTown ha messo a confronto le versioni a 64 bit del nuovo e del vecchio Windows utilizzando il benchmark HD Tune Pro e due veloci SSD Patriot Warp2 da 128 GB con interfaccia SATA. In media, W7 è sempre risultato dal 2% al 5% più veloce di Vista: lo scarto non è clamoroso, ma lascia ben sperare per il futuro. Durante lo scorso CES, BigM ha spiegato che W7 sarà in grado di sfruttare appieno i controller flash di prossima generazione, incrementando ulteriormente le performance degli SSD.

A differenza di Vista, W7 è in grado di distinguere un SSD da un hard disk magnetico, abilitando automaticamente tutta una serie di ottimizzazioni. La prima è la disattivazione della funzionalità di deframmentazione, praticamente inutile con i dischi flash. La seconda è un’implementazione software degli algoritmi di wear leveling , che si occupano di distribuire il più possibile le scritture per massimizzare la durata delle singole celle di memoria.

Il supporto nativo di W7 ai SSD ben si sposa con l’ambizione di questo sistema operativo di dominare il futuro mercato dei MID e dei netbook, mandando definitivamente in pensione l’ormai anziano XP e – nelle speranze di Microsoft – ricacciando indietro l'”invasore” Linux.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • franz kafka scrive:
    Re: non c'e' fuga
    non capisco di cosa si parli. non ci sono orari di lavoro, in media tra un ingegnere e il CEO ci sono 2 al massimo 3 manager/director. Ci sono 17 ristoranti con cuochi di altissimo livello che addirittura si sfidano tra loro, tutto a beneficio di chi mangia. servono colazione pranzo e cena e snack tutto il giorno. ci sono biliardi, biliardini, viedogiochi con maxischermo, prati e campi da calcio, attivita' pagate dall'azienda, viaggi pagati, hotel 4 o 5 stelle. C'e' un grosso problema economico ora, soprattutto in america, e cio' che l'azienda sta facendo non solo e' lungimirante ma soprattutto morale. contenere le spese per accumulare denaro per affrontare tempi piu' bui. i 100 licenziamenti sono dovuti a personale di recruitamento. prima di essere licenziati vengono cercate altre posizioni nell'azienda. se un candidato e' valido non viene certo licenziato. pero' G non assume piu' ai ritmi di prima, ha raggiunto un buon numero di dipendenti, per cui molti recruiter non servono piu'. se sanno re-inventarsi troveranno altre posizioni. in fondo G e' una azienda, quindi deve avere del profitto per mantenere tutto questo, cosi' come per finanziare pannelli fotovoltaici e ricerche in energia pulita per alimentare i suoi computer. incentiva su acquisti di biciclette, auto ibride e molto altro. l'unica questione di cui si dovrebbe parlare e' perche' le altre aziende, invece di imparare da G, non vedono l'ora di puntare il dito contro per dire, in fondo noi non siamo cosi' male. e invece si, sono proprio male.
  • arata lover scrive:
    Re: questione di punti di vista
    - Scritto da: Anonimo
    Conosco persone che lavorano in google e persone
    che hanno fatto il colloquio e non sono state
    prese e ti assicuro che non e' il "paradiso del
    lavoratore".
    Innanzitutto una selezione composta di 7 colloqui
    e', in primis, una perdita di tempo e, in seconda
    istanza, umiliante per qualunque professionista,
    almeno per
    me.concordo
    Le persone che lavorano in google passano quasi
    tutta la loro vita privata in google o con
    colleghi (sempre di google) il che, capisci bene,
    e' triste e
    deprimente.concordo appieno e SENTO in ogni tua parola l'essere conscio e non il solo dire una opinione.
    Gli stipendi sono un'altra nota negativa. Uno
    stipendio in google e' molto piu' basso della
    media. Ad esempio in Irlanda la differenza tra lo
    stipendio di un "ingegnere" (come piace chiamarli
    agli anglofoni) medio e un ingegnere in google
    puo' arrivare a 10.000 euro l'anno, che non sono
    bruscolini.questo è un altro dato interessante, grazie!!
    Infine, il clima di finta amicizia di cui sono
    impregnati i rapporti in tutte le grandi aziende
    americane insieme al culto dell'amministratore
    delegato, i rituali aziendali, le finte
    premiazioni e quell'aura di idiozia che ho sempre
    sentito in tutte le grandi multinazionali per cui
    ho lavorato fanno il
    resto.qui hai detto tutto, lo hai detto bene, ed è esattamente quello che io mi aspetto pensi una persona intelligente, anche emotivamente.
    Poi dare via la propria vita per un lavoro e'
    veramente un'azione nobile? Arricchire quattro
    azionisti lavorando 8+ ore al giorno e' veramente
    una "figata" perche' hai una scrivania blu e il
    tavolo da
    ping-pong?beh, io lavoro 8 ore al giorno e sono triste e prendo poco.certo non devo ANCHE beccarmi la totalizzazione totalitarista ;)la differenza è che fai qualcosa di davvero fico, non che è unaXXXXXta "essere in google".però ripeto: capisco quel che dici e lo sottoscrivo completamente: è davvero terrificante, per me.
    Questa non e' da prendersi come un'ammissione di
    carenza di passione per il mio lavoro, credo
    semplicemente che ci vogliano dei
    paletti.ti ringrazio per aver detto tutto questo
  • Billo Gatesso e Linusso Torvaldis scrive:
    E se i profitti non ci fossero?
    E se Google fosse solo una grande presa per il XXXX?
    • karmakoma scrive:
      Re: E se i profitti non ci fossero?
      Mi sa che se rispondi così non ci hai mai lavorato neanche mezzo secondo assieme....vai a chiedere aalle società SEM e SEO quanto fanno pagare le campagne online....X_X
    • arata lover scrive:
      Re: E se i profitti non ci fossero?
      - Scritto da: Billo Gatesso e Linusso Torvaldis
      E se Google fosse solo una grande presa per il
      XXXX?e se mia nonna avesse le ruote?
  • Filippo Berto scrive:
    Google Run ?
    Se 100 se ne vanno, 19.900 rimarranno.certo fanno molto rumore ma non proprio una notizia
  • Free scrive:
    i cinesi di google
    Evidentemente al googleplex hanno reinterpretato i sogni dei cinesi i quali gia' fin dai tempi di mao avevano deciso che l'uomo non deve vivere del suo lavoro ma l'uomo deve vivere nel suo lavoro, e questo non per realizzarsi nel lavoro ma per realizzare i profitti degli azionisti annullandosi in una subvita creata ad hoc per ottundere l'ambizione e lo spirito personale.
  • Giambo scrive:
    Re: Con la disoccupazione che c'è in giro ..
    - Scritto da: Alvaro Vitali
    Con i tempi che corrono, abbandonare Google e
    mollare un lavoro super pagato,Qui a Zurigo il salario era uguale se non inferiore a quanto gia' prendevo.Google non paga poi cosi' bene !
  • Anonimo scrive:
    Re: chi non è del settore non può capire
    Sì, ma impara l'italiano per favore.
  • CCC scrive:
    Luci e ombre di Google
    Sull'argomento Google, vi suggerisco una interessante lettura (gratuitamente scaricabile con licenza CC):Luci e ombre di Googlehttp://www.ippolita.net/googlehttp://www.ippolita.net/6.html
  • Prozac scrive:
    Re: chi non è del settore non può capire

    Sono d'accordo. Io ho lavorato in un'azienda dove
    c'era un ENORME open space, con tavoli al centro
    a forma di fagiolo con due o tre persone che ci
    lavoravano e altri tavoli isolati sparsi nello
    stanzone. Io lavoravo, per fortuna, in un'altra
    stanza con le porte
    insonorizzate.Lo stesso vale per me... Lavoro per una società che ha una sorella (che si occupa di tutt'altro). Le due aziende sono situate all'interno di due edifici attaccati. Noi con uffici di 2/4 persone, loro con l'open-space centrale... All'inizio quando passavo da loro, e vedevo questo enorme spazio, pensavo fosse carina come cosa... Col passare del tempo mi sono accorto (e loro molto più di me) che il mio ufficio insonorizzato è 100.000 volte meglio :D
  • Att scrive:
    Re: chi non è del settore non può capire
    Se un minatore dovesse usare solo le 8 ore di lavoro alla settimana impiegherebbe anni per tirare fuori tutta quella roba...
  • xxxxxxxxxx scrive:
    In breve...
    ...come in tutte le enormi imprese si puo' capitarebenissimo, malissimo e con tutte le sfumature in mezzo.Ma va'? :-)
  • gervasio scrive:
    Re: chi non è del settore non può capire
    Ti raccomando di lavorare in qualche open-space in Telecom prima o poi e poi mi dirai cosa ci trovi di cosi' bello, 12-14-16 ore di lavoro sono insostenibili in "quegli" spazi.
  • Marco V. scrive:
    Re: Evidentemente...
    Si ma tu finito l'orario di lavoro vai a casa e sul lavoro ci metti una pietra sopra, prova pensare ad essere agganciato alla tua professione 24ore/24 è una prigione dorata...come essere agli arresti domiciliari! Esci dall'azienda e non c'e' niente come in molte realtà italiane... al massimo un centro commerciale, niente ferie in quanto in america le ferie non sono pagate, anzi è leggermente amorale prendersele ,dov'e' la qualità della vita?
    • Giovanni E scrive:
      Re: Evidentemente...
      ti risulta che in Italia le ferie siano pagate?ormai tutte le aziende fanno contratti a progetto e le ferie non esistono...se non vai al lavoro perchè c'è il ponte di ferragosto allora te le paghi da solo le giornate che ti prendi.
  • TomZ scrive:
    Re: questione di punti di vista
    - Scritto da: Anonimo
    Conosco persone che lavorano in google e persone
    che hanno fatto il colloquio e non sono state
    prese e ti assicuro che non e' il "paradiso del
    lavoratore".Scusa ma gli hai anche chiesto perché non vanno via??Perché visto che lavorano lì avremmo i due lati, quello positivo e quello negativo. Il 2ndo lo hai descritto in maniera accurata ma il motivo per cui rimangono a lavorare lì lo hai tralasciato....
  • The Punisher scrive:
    Re: chi non è del settore non può capire
    - Scritto da: rassegnix
    Se un programmatore dovrebbe usareusasse
    • cxar scrive:
      Re: chi non è del settore non può capire
      Ehhh, che vuoi che sia, l'uso del congiuntivo (PURTROPPO) non fa curriculum nell'IT, quindi c'è chi lo sostituisce col più economico condizionale... anche se fa' molto "Pino dei palazzi"! ;)PS: certo che è meglio un bravo coder che parla l'itaGLiano, piuttosto che uno zappacodice che frequenta l'Accademia della Crusca, ma a tutto c'è un limite. :D
      • andrea scrive:
        Re: chi non è del settore non può capire

        PS: certo che è meglio...forse un pò di "itagliano" dovresti ripassarlo anche tu... sempre sul congiuntivo si cade...andrea
      • Marco V. scrive:
        Re: chi non è del settore non può capire
        L' itaGliano è una lingua morta,così come l'inglese visto che non lo parlano neanche negli USA!A proposito "Ho letto e approvato la POLICY ?????"Ma che roba è la policy!!!
  • HuSkY scrive:
    Re: chi non è del settore non può capire

    perciò deve impegnare almeno 10-12-14 ore al
    giorno per riuscire a stare nei giorni di
    consegna...
    e quindi non si riesce ad avere una famiglia o
    altro oltre il
    lavoro...infatti è per questo che quando senti qualcuno dire di trovarsi bene nell'IT è perchè qualcun'altro sta spalando XXXXX al posto suo...
    • skyeye scrive:
      Re: chi non è del settore non può capire
      ti do un aiuto per esprimere il concettohttp://it.wikipedia.org/wiki/Crumiro
  • skyeye scrive:
    Re: chi non è del settore non può capire
    chi lavora nel campo dell'informatica capisce ben altro dal tuo post...
    • maestrina scrive:
      Re: chi non è del settore non può capire
      io capisco che una persona che scrive "se un programmatore dovrebbe usare" potrebbe più proficuamente utilizzare il suo tempo (quello che eccede le 8 ore) per una ripassatina alla grammatica itaGliana :)
      • skyeye scrive:
        Re: chi non è del settore non può capire
        hai ragione anche tu ma io non mi riferivo alla grammatica.. mi riferivo piu' al senso di "cowboy coding" che trasmette. Al programmatore si dovrebbero applicare le stesse leggi dei camionisti in merito alle ore di lavoro (non come in italia che poi non vengono rispettate!): 4 ore di coding, 2 ore di pausa e 3 di review; in questo modo non si perde a sonnecchiare e fare altro e non introduce mille bug mentre dorme. E la produtivita' sarebbe la stessa se non maggiore!!
      • 01234 scrive:
        Re: chi non è del settore non può capire
        nomen omen, eh? :-)
  • Costantino scrive:
    Re: chi non è del settore non può capire
    Se si é costretti a fare ogni giorno gli straordinari, vuol dire che la pianificazione non va bene e che bisgnona riparlarne con il proprio capo o direttamente con il cliente, altrimenti va sempre a finire male, anche se un lavora 12 ore al giorno.Nella mia azienda é possibile, e anche il caffé e le bevande sono gratis. Dimentivao di dire che ora lavoro in Germania.
  • Antonio scrive:
    Re: chi non è del settore non può capire
    Stupidaggine, se hai bisogno di 10-12-14 ore di lavoro due sono le cose:.1 Non sei adeguato alle richieste del progetto, e ci impieghi di piu a fare il tuo lavoro.2 Il management non è in grado di stabilire i giusti tempi di realizzazione di un lavorato IT. In ogni caso è un problema di persone, non di settore
  • H5N1 scrive:
    Punti di vista
    Come da titolo...
  • dilbert68 scrive:
    Re: questione di punti di vista
    finalmente un post che vale la pena di leggere... grazie.
  • patrestov scrive:
    Don't be evil
    Non mi sorprende leggere storie di dipendenti scontenti di aver lavorato all'interno del Googleplex. Un po' di tempo fa l'Economist pubblicò un approfondimento su Google ed incluse nell'articolo la storia di una dipendente che venne vessata durante il lavoro da e-mail minatorie su come doveva vestirsi. "Se indossi la pelliccia ti uccideranno". "Non mettere i tacchi alti". Ogni dipendente viene "sollecitato" a non apparire come il diavolo che veste Prada.Mi ricorda un po' una frase che lessi tempo fa riguardo le organizzazioni che richiedono o il lavoro che spezza la schiena oppure quello che richiede il tuo totale coinvolgimento: "Prima chiedevano tutto il tuo sudore, adesso vogliono la tua anima".
    • The Punisher scrive:
      Re: Don't be evil
      Bah, ti diro', io una persona che lavora qui nella sede di Londra di Google la conosco.Non mi sembra particolarmente stressato e/o schizoide.Certo, e' un po' nerd ma che ci vuoi fare..
      • petrestov scrive:
        Re: Don't be evil
        - Scritto da: The Punisher
        Non mi sembra particolarmente stressato e/o
        schizoide.e chi ti dice che devono essere questi i sintomi da cercare? Magari sono i divorzi oppure l'assoluta impossibilità di uscire dalla rete sociale interna all'organizzazione.Ad ogni modo suggerisco la lettura di Engineering Culture di Gideon Kunda.
    • 01234 scrive:
      Re: Don't be evil
      effettivamente una mia amica a un colloquio si sentì dire "voglio l'anima" :-D (meglio che voglio ** ****, credo)
      • petrestov scrive:
        Re: Don't be evil
        - Scritto da: 01234
        effettivamente una mia amica a un colloquio si
        sentì dire "voglio l'anima" :-D (meglio che
        voglio ** ****,
        credo)si tratta di una frase che intende sottolineare come prima per lavorare dovevi faticare, non ti chiedevano di seguire una ideologia corporativa, al pari del cristianesimo e della religione musulmana. costringere una donna ad indossare un lenzuolo quand'è in pubblico o a non indossare acXXXXXri vistosi o una pelliccia per me è la stessa cosa. solo perché la promessa della corporazione al pubblico è "don't be evil".
  • Mammamia scrive:
    Google sposterà la sua sede in Italia
    Scusate...ma...lavorare per piu di 8 ore per essere sottopagati rispetto al mercato e far la fortuna di pochi azionisti...frequentare molte persone della propria azienda...non far carriera...Non vi sembra che in Italia sia la norma?Se google apre in italia ALMENO avremo la piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non i pare?
    • Tom scrive:
      Re: Google sposterà la sua sede in Italia
      - Scritto da: Mammamia
      Scusate...

      ma...

      lavorare per piu di 8 ore per essere sottopagati
      rispetto al mercato e far la fortuna di pochi
      azionisti...

      frequentare molte persone della propria azienda...

      non far carriera...

      Non vi sembra che in Italia sia la norma?

      Se google apre in italia ALMENO avremo la
      piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non i
      pare?TI STRAQUOTO FRATELLO
    • gips scrive:
      Re: Google sposterà la sua sede in Italia
      - Scritto da: Mammamia
      Scusate...

      ma...

      lavorare per piu di 8 ore per essere sottopagati
      rispetto al mercato e far la fortuna di pochi
      azionisti...

      frequentare molte persone della propria azienda...

      non far carriera...

      Non vi sembra che in Italia sia la norma?

      Se google apre in italia ALMENO avremo la
      piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non i
      pare?Difatti non c'è differenza tra il mio lavoro ed il lavoro tanto schifato offerto da google se non i benefit che derivano solo in esso (piscina, etc...) e scusate se è poco...Ma forse tra i molti che scrivono qui, sono l'unico che si lamenta... che volete? sono italiano e mi piace lamentarmi....gips
    • thomas carnacki scrive:
      Re: Google sposterà la sua sede in Italia


      Se google apre in italia ALMENO avremo la
      piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non i
      pare?straquoto....Anzi invitiamoli a passare almeno un anno da noi in una tipica IT italiana...
      • XYZ scrive:
        Re: Google sposterà la sua sede in Italia
        - Scritto da: thomas carnacki



        Se google apre in italia ALMENO avremo la

        piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non
        i

        pare?

        straquoto....

        Anzi invitiamoli a passare almeno un anno da noi
        in una tipica IT
        italiana...Quoto! Sperimenteranno una nuova forma di terrore! ghghghgh!
    • Cell scrive:
      Re: Google sposterà la sua sede in Italia

      Se google apre in italia ALMENO avremo la
      piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non i
      pare?Se trattasi di Italia, dubito fortemente.
    • Lero scrive:
      Re: Google sposterà la sua sede in Italia
      E' già realtà. Una mia amica lavora per la sede di Google di Milano. Devo chiederle quante cose ha gratis!
    • Beppe scrive:
      Re: Google sposterà la sua sede in Italia
      - Scritto da: Mammamia
      Scusate...

      ma...

      lavorare per piu di 8 ore per essere sottopagati
      rispetto al mercato e far la fortuna di pochi
      azionisti...

      frequentare molte persone della propria azienda...

      non far carriera...

      Non vi sembra che in Italia sia la norma?

      Se google apre in italia ALMENO avremo la
      piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non i
      pare?Ti quoto ma nel contempo vi pongo una domanda, nella vita cosa volete fare? solo questa è la risposta, solo voi la potete dare questa risposta.Le alternative sono due, avere una vita sociale, magari farsi una famiglia, o semplicemente mantenere quella che si ha, o passare una vita creativa insieme ai colleghi, creativa ma vuota di sentimenti, o instaurate un rapporto con una collega, che però sarà fallimentare in quanto non si può stare al lavoro e a casa sempre con la stessa persona, o vi troverete a scegliere tra lavoro e famiglia, sarà senza dubbio una ottima esperienza per un neo laureato che non pensa ancora a queste cose, ma se me lo proponessero adesso a 100.000 euro l'anno, gli direi di no, perchè preferisco passare il tempo libero con i miei figli e cani anzichè con gente che ti fa i sorrisini davanti e ti incula alla prima occasione, perchè qui non avete trattato l'argomento competività, che in questi posti è a livelli assurdi, la carrierà si fa anche li, fregando i colleghi, segnalando ai manager tutto, essendo praticamente una XXXXX ti meriti il posto da capo.Se il tutto forse super pagato ok, ma pure ridotto all'osso, no grazie, non invidio nemmeno chi ci lavora, io il cibo biologico ce l'ho al ristorante sotto l'ufficio, e se voglio giocare nella pausa pranzo nessuno me lo vieta, ma dopo le mie 7,5 ore me ne vado a fare quello che voglio con chi voglio, questo per me non ha prezzo!!!.
      • Dove vivo io scrive:
        Re: Google sposterà la sua sede in Italia
        io lavoro in un'azienda di 50 dipendenti (piccola) lavoro 8 ore per una paga normalissima e anche se in pochi devi stare attento a camminare ben aderente ai muri perché se ti sbagli un attimo lo prendi in quel posto dal vicino di scrivania, quindi direi che i dipendenti di Google posso andare a quel paese invece di lamentarsi è meglio che si guardino un po' in giro...
    • curioso scrive:
      Re: Google sposterà la sua sede in Italia
      Ma Google non ha già una sede in Italia? Se non sbaglio dovrebbe essercene una a Milano...
    • DR.House scrive:
      Re: Google sposterà la sua sede in Italia
      - Scritto da: Mammamia
      Se google apre in italia ALMENO avremo la
      piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non i
      pare?Google ItaliaCorso Europa, 2, Milano (Milano) - 02 3661 8300Google Italia SrLP.le Biancamano, 8, Milano - 02 6203 3005
      • nome e cognome scrive:
        Re: Google sposterà la sua sede in Italia
        - Scritto da: DR.House
        - Scritto da: Mammamia

        Se google apre in italia ALMENO avremo la

        piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non
        i

        pare?

        Google Italia
        Corso Europa, 2, Milano (Milano) - 02 3661 8300

        Google Italia SrL
        P.le Biancamano, 8, Milano - 02 6203 3005Se sei un buon commerciale / marketing non e' una brutta azienda per cui lavorare.
    • arata lover scrive:
      Re: Google sposterà la sua sede in Italia
      - Scritto da: Mammamia
      Scusate...

      ma...

      lavorare per piu di 8 ore per essere sottopagati
      rispetto al mercato e far la fortuna di pochi
      azionisti...

      frequentare molte persone della propria azienda...

      non far carriera...

      Non vi sembra che in Italia sia la norma?

      Se google apre in italia ALMENO avremo la
      piscina, il ping pong ed il cibo biologico, non i
      pare?e anche dei colloqui seriahahahahahahah hahahahahah :Dfatti da persone competenti!!! eccezionale!
  • Antonio Mela scrive:
    Da come viene descritta nell'articolo...
    ...a me Google più che una società commerciale sembra qualcos'altro, una specie di psicosetta con una società parallela completamente isolata dal resto del mondo, con le sue rigide gerarchie e l'ideologia buonista (salvare il mondo, non fare milioni di dollari di profitti) pensata per condizionare le menti dei suoi aderenti.Da come è stata descritta sembra quella setta piena di vip famosi con i tizi che giocano a vestirsi da marinaretti sulla nave da crociera, che incassa un fottio di milioni di dollari al solo nobile scopo di "chiarire" il pianeta: c'è da sperare che non pratichino anche il "fair game" contro i critici come i crocieristi di cui sopra...
    • giuseppe scrive:
      Re: Da come viene descritta nell'articolo...
      ma finiscila , è ovvio più si diventa grandi più aumenta la burocrazia, è come se studi ad hardware , devi sgobbare se vuoi essere notato
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Da come viene descritta nell'articolo...
        io ho studiato a software!
        • Steve Austin scrive:
          Re: Da come viene descritta nell'articolo...
          - Scritto da: Nome e cognome
          io ho studiato a software!uahahahahaha io a Wireless
          • malostato scrive:
            Re: Da come viene descritta nell'articolo...
            - Scritto da: Steve Austin
            - Scritto da: Nome e cognome

            io ho studiato a software!
            uahahahahaha io a Wirelessma dai anche io! io abitavo nel palazzo Wi-Fi del campus!!!
      • Gianburrasc a scrive:
        Re: Da come viene descritta nell'articolo...
        - Scritto da: giuseppe
        ma finiscila , è ovvio più si diventa grandi più
        aumenta la burocrazia, è come se studi ad
        hardware , devi sgobbare se vuoi essere
        notatoIo ho studiato a software, ti assicuro che non è così... ;)
      • asd scrive:
        Re: Da come viene descritta nell'articolo...
        Io invece studiavo a firmware, ma ho lasciato. I corsi erano troppo di basso livello :)
      • dilbert68 scrive:
        Re: Da come viene descritta nell'articolo...
        HAHAHAHA "Hardware" è una delle migliori università americane, vero....
  • Google Fan scrive:
    Viva Google, lunga vita a Google
    Laciare un posto di lavoro come quello che offre Google, sopratutto in questo periodo non mi pare molto sensato. Google è Internet, ne ha determinato l'affermazione e la rapida diffusione.Viva Google, lunga vita a Google.
    • Gnomone scrive:
      Re: Viva Google, lunga vita a Google
      Mai pensato a disintossicarti? E' vero, ha un costo sociale, ma il costo sociale sostenuto per lasciarti così come sei sarà di gran lunga maggiore.
    • CCC scrive:
      Re: Viva Google, lunga vita a Google
      - Scritto da: Google Fan
      Laciare un posto di lavoro come quello che offre
      Google, sopratutto in questo periodo non mi pare
      molto sensato.

      Google è Internet, ne ha determinato
      l'affermazione e la rapida
      diffusione.
      Viva Google, lunga vita a Google.Se lo dici tu...Magari leggiti qualcosina e poi ne riparliamohttp://www.ippolita.net/googlehttp://www.ippolita.net/6.html
    • anonymous scrive:
      Re: Viva Google, lunga vita a Google

      Google è Internet, ne ha determinato
      l'affermazione e la rapida
      diffusione.
      Viva Google, lunga vita a Google.Verissimo, e' stata google che ne ha determinato la rapida diffusione e affermazione.... soprattutto grazie ai suoi 2 motti:"we put the DOT in the DOT COM" e"we make the net work"ma va là :)Il re e' morto... evviva il re :)
  • Phil scrive:
    Re: questione di punti di vista
    - Scritto da: Anonimo
    Conosco persone che lavorano in google e persone
    che hanno fatto il colloquio e non sono state
    prese e ti assicuro che non e' il "paradiso del
    lavoratore".
    Innanzitutto una selezione composta di 7 colloqui
    e', in primis, una perdita di tempo e, in seconda
    istanza, umiliante per qualunque professionista,
    almeno per
    me.
    Le persone che lavorano in google passano quasi
    tutta la loro vita privata in google o con
    colleghi (sempre di google) il che, capisci bene,
    e' triste e
    deprimente.

    Gli stipendi sono un'altra nota negativa. Uno
    stipendio in google e' molto piu' basso della
    media. Ad esempio in Irlanda la differenza tra lo
    stipendio di un "ingegnere" (come piace chiamarli
    agli anglofoni) medio e un ingegnere in google
    puo' arrivare a 10.000 euro l'anno, che non sono
    bruscolini.

    Infine, il clima di finta amicizia di cui sono
    impregnati i rapporti in tutte le grandi aziende
    americane insieme al culto dell'amministratore
    delegato, i rituali aziendali, le finte
    premiazioni e quell'aura di idiozia che ho sempre
    sentito in tutte le grandi multinazionali per cui
    ho lavorato fanno il
    resto.

    Poi dare via la propria vita per un lavoro e'
    veramente un'azione nobile? Arricchire quattro
    azionisti lavorando 8+ ore al giorno e' veramente
    una "figata" perche' hai una scrivania blu e il
    tavolo da
    ping-pong?

    Questa non e' da prendersi come un'ammissione di
    carenza di passione per il mio lavoro, credo
    semplicemente che ci vogliano dei
    paletti.C'e' da dire che da altre parti rischi di stare ad arricchire quattro azionisti senza tavolo da ping pong e scrivania blu :)Poi non so come sei messo tu, ma io farei cambio ad occhi chiusi...
  • Mario scrive:
    Re: questione di punti di vista
    Come no? C'è anche chi ama porre gli zebedei su un'incudine e randellarsi con un martello pneumatico....Poi oh alcuni si adattano alcuni no... ma valà...
  • Mario scrive:
    Dove sono gli avvocati di google?
    Don't be evil! E il loro motto... No? Sono l'alternativa "buona" a microsoft, apple e gli altri cattivoni, no?Don't be evil, just treat your employees like "gears"... Google human gears... Ci potrebbero fare un altro tool, dei loro. Oh rigorosamente in beta, s'intende...Saluti!
  • Ste scrive:
    Colloquio a google
    Ho avuto la fortuna (perche' in fondo e' bello che succeda) di essere contattato da google per un colloquio. Mi hanno contattato per mail, trovando info su di me in rete.La prima intervista (telefonica) dura mezz'ora, e chiedono tre domande a bruciapelo. Se si risponde correttamente, si passa al colloquio successivo, che avviene dopo alcuni giorni. L'offerta era per Mountain View, o per Zurigo se avessi desiderato restare in Europa. Ti viene chiesto se preferisci sostenere i colloqui ulteriori orientati piu' verso l'algoritmica e lo sviluppo, o verso il system administration. Ho scelto il primo.Il secondo colloquio dura un'ora, dall'altra parte c'e' un ingegnere (nel primo c'era una ragazza, mi e' sembrata una manager di un gruppo). Le domande sono complesse, e ti fanno programmare "a voce" o su un foglio di carta, inventare algoritmi sul momento, e verificare la tua capacita' di effettuare debugging di una condizione insolita che ti viene proposta. Se questo ingegnere da' parere positivo, viene fissato un terzo appuntamento telefonico per un nuovo colloquio.Il terzo colloquio e' sostanzialmente uguale al secondo. Serve per avere un doppio parere da due ingegneri diversi.Cosa succeda dopo, non lo so, ma presumo che si venga invitati sul posto. Non mi hanno fatto passare al colloquio in loco, ma gia' essere arrivato al terzo colloquio e potuto sentire di persona cosa succede ad essere intervistati da google e' un grosso premio.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Colloquio a google

      Cosa succeda dopo, non lo soLOOSER! (rotfl)
      • Sat_ scrive:
        Re: Colloquio a google
        una "O" loser.
      • HAL scrive:
        Re: Colloquio a google
        - Scritto da: Nome e cognome

        Cosa succeda dopo, non lo so

        LOOSER! (rotfl)Invidioso?
      • dilbert68 scrive:
        Re: Colloquio a google
        bè intanto tu hai scritto looser e non loser e già non saresti passato al test di inglese...
      • Ste scrive:
        Re: Colloquio a google
        - Scritto da: Nome e cognome

        Cosa succeda dopo, non lo so

        LOOSER! (rotfl)guarda, in tutta onesta', preferisco dormire. Il posto era come software engineer per l'high availability.Insomma, bella esperienza, ma non essendo laureato in computer science, posso capire che vogliano qualcuno di piu' specializzato.
    • BluEdoG scrive:
      Re: Colloquio a google
      - Scritto da: Ste
      arrivato al terzo colloquio e potuto sentire di
      persona cosa succede ad essere intervistati da
      google e' un grossoDirei di si complimenti. Cmq leggendo il post di oggi, mi sa che forse forse è meglio così, quel tipo di modalità lavorativa va bene se non hai moglie e figli, o pensi di metterne su una.
      • xxxxxxxxxx scrive:
        Re: Colloquio a google

        Direi di si complimenti. Cmq leggendo il post di
        oggi, mi sa che forse forse è meglio così, quel
        tipo di modalità lavorativa va bene se non hai
        moglie e figli, o pensi di metterne su
        una.E dunque chi e' propenso a quella vita e' geneticamentecondannateo all'estinzione.
        • BluEdoG scrive:
          Re: Colloquio a google

          E dunque chi e' propenso a quella vita e'
          geneticamente
          condannateo all'estinzione.o al divorzio
          • nome e cognome scrive:
            Re: Colloquio a google
            - Scritto da: BluEdoG

            E dunque chi e' propenso a quella vita e'

            geneticamente

            condannateo all'estinzione.

            o al divorzioIl ché, oggi, è normalità
          • xxxxxxxxxx scrive:
            Re: Colloquio a google

            Il ché, oggi, è normalitàSi, era la normalita' anche la peste nera in alcuni periodi.
    • capobecchin o scrive:
      Re: Colloquio a google
      I miei complimenti :)
    • napodano scrive:
      Re: Colloquio a google
      confermo tutto, mi sono fermato anche io al terzo colloquio. ti mettono decisamente in difficoltà psicologicamente, almeno per me così è stato specialmente nel primo e nel terzo. il secondo è stato invece molto più rilassato, purtroppo dipende molto dalla persona che ti trovi "di fronte". sicneramente trovo il colloquio telefonico davvero pessimo, ma d'altra parte non si puo' fare diversamente.
    • skyeye scrive:
      Re: Colloquio a google
      benvenuto nel mondo dei colloqui normali..
    • Giambo scrive:
      Re: Colloquio a google
      - Scritto da: nome e cognome
      Sono passato parecchie volte di domenica, e fuori
      nei vari parcheggi di Google c'era sempra e una
      quantita' di macchine impressionante mentre per
      contro in Oracle o Intel non c'era mai un cane...Infatti google punta(va?) molto sulla "geekness" dei suoi collaboratori.Un po come Apple ai tempi: Sentivi di fare parte di qualcosa di grande e ti accontenti di un salario piu' basso della media e di un'orario "prolungato".
      Molti di quelli con cui ho avuto modo di parlare
      che lavoravano nella silicon valley mi dicevano
      che chi lavora in Google non ha tutte le rotelle
      a posto, li giudicavano dei bambinoni. Opinioni
      personali
      ovviamente...Ovviamente, anche se "Google" sul CV deve fare una bella figura 8)Ma non sono disposto a sacrificare la mia vita privata, non piu'.
    • arata lover scrive:
      Re: Colloquio a google
      grazie ste per la tua testimonianza! :)
  • pinco panco scrive:
    sembra un film
    synapse, per chi l'ha visto ;)
    • DR.House scrive:
      Re: sembra un film
      - Scritto da: pinco panco
      synapse, per chi l'ha visto ;)si ho pensato la stessa cosa, mancano i sicari a randellare i concorrenti :)
      • mik.fp scrive:
        Re: sembra un film
        - Scritto da: DR.House
        - Scritto da: pinco panco

        synapse, per chi l'ha visto ;)

        si ho pensato la stessa cosa, mancano i sicari a
        randellare i concorrenti
        :)Come fai a dire che mancano? Perche' pensi che Google sia piu' rispettosa di altre entita' finanziarie o perche' LEI dice A TE che non devi essere evil?Li' fuori c'e' gente che e' stata pagata per NON scrivere piu' codice ... e persone che sono state minacciate pesantemente per NON scrivere piu' codice ... non ho notizia certa di persone che sono state addirittura ammazzate. Ma eviterei di mettere per iscritto che mancano sicari pagati da Google per randellare i concorrenti...
    • io me scrive:
      Re: sembra un film
      bellissimo film :-)o sei 1 o sei 0o sei vivo o sei morto :-)
Chiudi i commenti