Windows Embedded 2009, una beta in assaggio

Microsoft ha rilasciato al pubblico la prima beta di una nuova versione di Windows destinata soprattutto ai dispositivi embedded multimediali, quali set-top box, appliance domestiche, console da gioco e chioschi pubblici. Le novità
Microsoft ha rilasciato al pubblico la prima beta di una nuova versione di Windows destinata soprattutto ai dispositivi embedded multimediali, quali set-top box, appliance domestiche, console da gioco e chioschi pubblici. Le novità

Il sistema operativo che il prossimo anno andrà a sostituire Windows XP Embedded è appena stato rilasciato da Microsoft in forma di beta pubblica, provabile da tutti. Il suo nome ufficiale è Windows Embedded Standard 2009 , ed il suo compito sarà quello di fornire ai produttori di device un OS sufficientemente flessibile e modulare da poter essere adattato e fatto girare su svariate tipologie di dispositivi, come appliance di rete, set-top box, chioschi interattivi, console da gioco e home server specializzati.

Con il crescere delle risorse hardware dei dispositivi embedded, e l’imminente arrivo di processori x86 in grado di competere – sui consumi – con le CPU basate sull’architettura ARM (v. Atom), le future versioni embedded del kernel di Windows potrebbero assumere un ruolo sempre più importante nel business di Microsoft.

Windows Embedded Standard 2009 è destinato a contrastare l’avanzata dei sistemi operativi embedded basati su Linux , ed in particolar modo quelli destinati alle appliance multimediali e di rete, ma anche alle slot machine, ai registratori di cassa, ai terminali ecc.

“Molti pensano a Windows come ad un sistema operativo grosso e grasso e, devo ammetterlo, questa potrebbe essere una descrizione realistica”, ha affermato Eric Traut, ingegnere di Microsoft. “Ma il suo cuore, il kernel, e i componenti che costituiscono il nucleo più intimo del sistema operativo, sono davvero molto leggeri e compatti”.

Microsoft ha cominciato l’assalto al mercato embedded con Windows CE – alla base di Windows Mobile – e con Windows NT Embedded, dedicato soprattutto ai dispositivi di rete. Con il rilascio, nel lontano 2001, di Windows XP Embedded, Microsoft ha inseguito tre obiettivi principali: incrementare il livello di componentizzazione e modularità del sistema, permettere l’inserimento tempestivo delle ultime tecnologie Windows nel campo embedded e ridurre il time-to-market grazie a nuovi tool di sviluppo e di authoring. Obiettivi che ora conta di estendere con il prossimo Windows Embedded Standard 2009, partendo alla conquista di nuovi e promettenti mercati.

Come Windows XP Embedded, anche la versione 2009 avrà un footprint di circa 40 MB , girerà esclusivamente su processori x86, sarà pienamente compatibile con le applicazioni Win32, e potrà supportare le funzionalità real-time grazie a plug-in sviluppato da terze parti. In aggiunta a XP , Windows Embedded Standard 2009 integrerà Silverlight, MS.NET Framework 3.5, Windows Media Player 11, nuovi tool per la gestione e la manutenzione dei sistemi, e il supporto a Windows Server 2008.

La beta pubblica di Windows Embedded Standard 2009, della validità di 120 giorni, può essere scaricata da qui sotto forma di immagine ISO. Per installare il sistema operativo è necessario possedere Windows XP Professional SP2 o Windows Server 2003.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

09 10 2008
Link copiato negli appunti