Windows Intune, meccanico per il PC dalla nuvola

Un pannello di gestione unico per tutta l'azienda. Per garantire la sicurezza del parco hardware e l'efficienza. La proposta di Microsoft per convincere le PMI

Milano – La protezione del pc da virus e spyware viene gestita direttamente dalla nuvola. E lo stesso accade per l’assistenza remota e la gestione delle utenze. Microsoft continua nella sua campagna per la migrazione delle applicazioni informatiche verso il cloud con Intune , soluzione appena sbarcata sul mercato in 35 paesi, Italia compresa.

“L’utente ha a disposizione un unico pannello con tutte le funzionalità – spiega a Punto Informatico Davide Salmistraro, responsabile gruppo Windows Client Commercial – così da semplificare la gestione della macchina”. La logica sottostante a Intune è la stessa già vista per altre applicazioni cloud computing: consentire alle aziende di passare dai costi fissi (necessari per l’acquisto di hardware, software e piattaforme) ai costi variabili (legati all’effettivo utilizzo dell’applicazione), potendo contare al contempo su una gestione professionale (garantita da chi svolge professionalmente l’attività). In questo caso, l’oggetto del contendere è la manutenzione (sia in chiave prestazioni che sicurezza) del parco macchine aziendale.

Un passaggio che, secondo i big dell’IT scesi in campo nell’arena del cloud, dovrebbe consentire di conquistare le piccole e medie imprese (che in Italia costituiscono oltre il 90 per cento del totale), finora meno attirate dall’offerta di virtualizzazione e outsourcing. Un auspicio destinato a realizzarsi, almeno in teoria, perché poi nella pratica occorre fare i conti con le resistenze culturali a lasciare che un soggetto esterno si occupi di gestire le proprie macchine o applicazioni. Un sentimento che proprio tra le PMI è più avvertito.

Costi e benefici
Intune supporta Windows XP Professional (SP3), Windows Vista nelle edizioni Business, Ultimate e Enterprise e Windows 7 Professional, Ultimate e Enterprise, sia nelle edizioni a 32 che a 64 bit. Per l’utilizzo è sufficiente un browser con il supporto a Microsoft Silverlight e l’installazione di un client dedicato all’interno dei computer da gestire.

Il prezzo per accedere al servizio è di 11 dollari al mese (prova gratis per 30 giorni) per postazione collegata (aggiungendo un altro dollaro si accede anche al Microsoft Desktop Optimization Pack ), con possibilità di sconto per i pacchetti superiori alle 250 licenze d’uso e per gli atenei.

Quanto ai benefici, Microsoft ha presentato i risultati di una ricerca commissionata a IDC, secondo la quale Windows Intune consente un risparmio di 702 dollari per PC ogni anno, somma per due-terzi dovuta ai risparmi legati alla riduzione del lavoro IT, con la quota restante divisa tra i risparmi annui legati alla produttività degli utenti e un recupero dei costi legato al fatto di non dover utilizzare altri strumenti.

“A guadagnarci sono anche i partner, che non pagano quote fisse per commercializzare il servizio e guadagnano in base ai contratti conclusi, senza rischio d’impresa” aggiunge Salmistraro, quasi a voler smentire le voci degli ultimi mesi secondo cui le strategie di Microsoft nel cloud computing sarebbero un modo per fare fuori i partner (storico pilastro del business di Redmond).

Cosa cambia
Rispetto ai servizi On-Premises , pensati in primo luogo per le aziende più strutturate, Windows Intune ha il vantaggio di essere fornito interamente via Internet, quindi di essere fruibile in maniera semplificata. L’altra faccia della medaglia è costituita dalla mancanza di alcune funzionalità avanzate, come la distribuzione del sistema operativo e il deployment del software, oltre allo sviluppo della group policy. Mentre vengono confermate altre funzionalità come il monitoraggio proattivo del PC, la protezione anti-malware e la gestione degli aggiornamenti Microsoft.

Luigi Dell’Olio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandro Agostini scrive:
    Data errata
    Data errata? Forse il 2012.
    • il mio scrive:
      Re: Data errata
      Nono, giusta. L'anno scorso erano in Sud Africa. Come sai li fanno ogni 4 anni.
    • Valeren scrive:
      Re: Data errata
      2012 è divisibile per 4 -
      olimpiadi
      • ad esempio Valeria Del Monte scrive:
        Re: Data errata
        Anche 2016 è divisibile per 4. Quindi? Olimpiadi anche nel 2016?
        • ad esempio Valeria Del Monte scrive:
          Re: Data errata
          Sorry, mi sono accorta ora di avere scritto una cagata, volevo dire 2014 e in effetti non è divisibile per 4. Shame on me.
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Data errata
          - Scritto da: ad esempio Valeria Del Monte
          Anche 2016 è divisibile per 4.
          Quindi?
          Olimpiadi anche nel 2016?infatti!Rio de Janeiro! sssssssssambaaaa!
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Data errata
      - Scritto da: Alessandro Agostini
      Data errata? Forse il 2012.2022... comunque sono ancora in fase di candidatura.2014 Brasile2018 Russia
      • Alessandro Agostini scrive:
        Re: Data errata
        Urca..... si sono messi per l'avanti!
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Data errata
          - Scritto da: Alessandro Agostini
          Urca..... si sono messi per l'avanti!beh è praticamente una gara d'appalto :)ogni nazione deve presentare progetti per le strutture che ospiteranno una manifestazione sportiva che forse è la più grande dopo le olimpiadi.La sede verrà decisa dopo la fine del prossimo mondiale.
  • Motore a toast bilaterale scrive:
    Il calcio è un gioco
    Se tutti i denari che girano sul dare pedate ad una palla fossero e venissero investiti nella ricerca dell' energia alternativa a quest' ora avremmo l' NCC-1701 e il Dilithium.Con quanto letto il calcio mi stà ancora più se le bolas...
    • benkj scrive:
      Re: Il calcio è un gioco
      Domanda da ignorante: che c'entra il dilithium con l'energia? Leggo che il dilithium e' semplicemente una molecola composta da due atomi di litio...
    • hp sucks scrive:
      Re: Il calcio è un gioco
      putroppo non è solo questione di calcio ora la notizia passa inosservata ... ma ricordo che rimasi stupito al primo granpremio fatto nei paesi arabihanno detto agli arabi: ma c'è la sabbia ... il vento che la soffia sulla pista, come si fa a guidare? è pericolosogli arabi hanno tirato fuori il denaro ed ecco pronta la soluzione: sei ore prima del gp, escono con le pompe e inaffiano tutto il deserto per un raggio di cinque o dieci kilometri con la colla!, risultato: per mezza giornata la sabbia è sparita!ora le nuvole, e che ci vuole si preparano i palloncini di elio ... tipo un miglione, un aero/elicottero che li mantiene nel punto giusto, ed hanno risolto pure il problema del sole!e a due passi la gente muore di raffreddore ... sai con tutti sti soldi quante aspirine ci compravano?
      • kaiserxol scrive:
        Re: Il calcio è un gioco
        Raffreddore? Aspirine?Forse non parli del Qatar...l'emiro Hamad bin Khalifa Al Thani ha fondato Al Jazeera e la mantiene annualmente con 30 milioni di dollari, essendo sempre in perdita, per non far perdere posti di lavoro, uno dei primi paesi arabi con diritto di voto alle donne, PIL pro capite maggiore di qualunque altro paese, sussidi economici per la popolazione, forte rilancio per turismo e conseguente aumento di lavoro, disoccupazione prossima allo 0 (in costante discesa, l'ultimo dato disponibile è del 2008 con lo 0,8%, ben 2,5 punti meno dell'anno prima.Forse prima di sputare è meglio guardare cosa si colpisce! ;-)
        • Surak 2.0 scrive:
          Re: Il calcio è un gioco
          Emh, Al Jazeera è solo uno strumento propagandistico (anche piuttosto scarso se non fosse morta la dignità dei giornalisti occidentali) basta vederne l'uso fatto in appoggio alle manifestazioni tunisine ed egiziane dove ancora la cosa era accettabilmente corrispondente alla realtà, ma soprattutto la serie di notizie fasulle date nel caso libico in cui ha sostanzialmente creato il caso, montato il consenso contro Gheddafi e ancora oggi con i cessate il fuoco dichiarati da Gheddafi, l'unica fonte creduta sono le smentite date da quella tv poiché il piano e conquistare tutta la Libia (o mal che vada metà).Non esalterei troppo quell'emirato e tanto meno Al Jazeera.
          • krane scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: Surak 2.0
            Emh, Al Jazeera è solo uno strumento
            propagandistico (anche piuttosto scarso se non
            fosse morta la dignità dei giornalisti
            occidentali) basta vederne l'uso fatto in
            appoggio alle manifestazioni tunisine ed egiziane
            dove ancora la cosa era accettabilmente
            corrispondente alla realtà, ma soprattutto la
            serie di notizie fasulle date nel caso libico in
            cui ha sostanzialmente creato il caso, montato il
            consenso contro Gheddafi e ancora oggi con i
            cessate il fuoco dichiarati da Gheddafi, l'unica
            fonte creduta sono le smentite date da quella tv
            poiché il piano e conquistare tutta la Libia (o
            mal che vada
            metà).
            Non esalterei troppo quell'emirato e tanto meno
            Al Jazeera.Guarda che stai confermando quello che diceva l'amico prima: il paese e' perfettamente allineato con gli standard occidentali.
          • markoer scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: krane[...]
            Guarda che stai confermando quello che diceva
            l'amico prima: il paese e' perfettamente
            allineato con gli standard occidentali.+10 punti per te ;-)Tra l'altro se non fosse stato per Al Jazeera non avremmo saputo un sacco di cose sulla guerra del Golfo o Israele. Che poi ciascuno tiri l'acqua al suo mulino è chiaro, e che Al Jazeera non sia meglio di tante altre TV... anzi, per lo meno là i giornalisti hanno una dignità e si dimettono quando non sono d'accordo (come è sucXXXXX l'anno scroso), non come in ItaliaCordiali saluti
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: krane
            Guarda che stai confermando quello che diceva
            l'amico prima:Diceva che l'emiro (il democratico emiro, neh?)sborsava 30 milioni di dollari l'anno per non far perdere il posto ai dipendenti, invece sta solo finanziando per vie traverse una certa propaganda (e sta tranquillo che non ci rimette)
            il paese e' perfettamente
            allineato con gli standard
            occidentali.?Se manco le prese hanno uno standard, di quali "standard occidentali" parli?
          • pippO scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: Surak 2.0
            - Scritto da: krane

            il paese e' perfettamente

            allineato con gli standard

            occidentali.

            ?
            Se manco le prese hanno uno standard, di quali
            "standard occidentali"
            parli?mediaset
          • max scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: Surak 2.0
            Emh, Al Jazeera è solo uno strumento
            propagandistico (anche piuttosto scarso se non
            fosse morta la dignità dei giornalisti
            occidentali) basta vederne l'uso fatto in
            appoggio alle manifestazioni tunisine ed egiziane
            dove ancora la cosa era accettabilmente
            corrispondente alla realtà, ma soprattutto la
            serie di notizie fasulle date nel caso libico in
            cui ha sostanzialmente creato il caso, montato il
            consenso contro Gheddafi e ancora oggi con i
            cessate il fuoco dichiarati da Gheddafi, l'unica
            fonte creduta sono le smentite date da quella tv
            poiché il piano e conquistare tutta la Libia (o
            mal che vada
            metà).
            Non esalterei troppo quell'emirato e tanto meno
            Al
            Jazeera.al jazeera è riuscita a formare un'opinione pubblica nel mondo arabo... con tutti i difetti che può avere, con tutto il suo essere "di parte" va bene che ci sia.se poi gli interessi economici aiutano a far cadere i dittatori tanto meglio, meglio di quando aiutano a sostenerli.
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            Ok, ma resta il fatto che sia soprattutto uno strumento di propaganda quindi dei conti se ne fregano e non è certo questione di lavoratori a spassoN.B. I regimi li fanno cadere (a costo di menzogne palese e morti, solo dove gli pare)
          • markoer scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            Esatto, magari si occupassero anche dell'Italia, che pure ne ha bisogno
      • Fedechicco scrive:
        Re: Il calcio è un gioco
        cos'è un miglione?
    • harvey scrive:
      Re: Il calcio è un gioco
      Vabbè, stesso discorso con la guerra....Se avessero speso i soldi delle guerre per il petrolio per la ricerca per energie alternative, adesso non ci sarebbe più bisogno del petrolio ...
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Il calcio è un gioco
      - Scritto da: Motore a toast bilaterale
      Se tutti i denari che girano sul dare pedate ad
      una pallaMi considero un tizio aperto di mente, ma quando uno comincia il suo discorso così il mio interesse per la discussione cala al punto da sentirmi più interessato al cactus che ho sulla scrivania. Il calcio è bello. Invece di preoccuparti di cosa fanno con i soldi di abbonati a TV satellitari, di scommettitori sportivi e di investitori privati, mi preoccuperei di più di dove vanno a finire le mie tasse.
      • Gnak scrive:
        Re: Il calcio è un gioco
        - Scritto da: il solito bene informato
        Il calcio è bello. Punto di vista assolutamente personale.Comunque lo sport del calcio in sé è bello, mi fa vomitare invece tutto il giro di soldi e la corruzione che ci stanno intorno.
      • pippO scrive:
        Re: Il calcio è un gioco
        - Scritto da: il solito bene informato
        - Scritto da: Motore a toast bilaterale

        Se tutti i denari che girano sul dare pedate ad

        una palla

        Mi considero un tizio aperto di mente, ma quando
        uno comincia il suo discorso così il mio
        interesse per la discussione cala al punto da
        sentirmi più interessato al cactus che ho sulla
        scrivania.
        Il calcio è bello.
        Invece di preoccuparti di cosa fanno con i soldi
        di abbonati a TV satellitari, di scommettitori
        sportivi e di investitori privati, mi
        preoccuperei di più di dove vanno a finire le mie
        tasse.A costruire stadi? :D
      • markoer scrive:
        Re: Il calcio è un gioco
        A me il calcio non è mai piaciuto. Mi piace molto, molto di più il basket o il rugby - sport veri e tra l'altro molto più salutari per chi li pratica, perché sviluppano il corpo in modo molto più armonioso, equilibrato e completo.E non ho mai capito la gente che si ammassa per vedere una partita, soprattutto quando c'è bel tempo, casomai FATELA una partitella di calcio anziché GUARDARLA - mi ricorda tanto il panem et circenses degli antichi Romani.Ma si sa... (vedere da 4:23...)[yt]XkInkNMpI1Q[/yt]Cordiali saluti
        • krane scrive:
          Re: Il calcio è un gioco
          - Scritto da: markoer
          A me il calcio non è mai piaciuto. Mi piace
          molto, molto di più il basket o il rugby - sport
          veri e tra l'altro molto più salutari per chi li
          pratica, perché sviluppano il corpo in modo molto
          più armonioso, equilibrato e completo.Ma il rugby non e' quello sport dal quale se ne esce pieni di microfratture ?
          • Valeren scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            Forse ti confondi col football americano.Ma anche nel rugby non si scherza: quattro ne conosco, tre mi hanno parlato di megainfortuni tra caviglia / ginocchio / spalla.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: Valeren
            Forse ti confondi col football americano.Il rugby è molto + duro del football americano.
          • markoer scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Valeren

            Forse ti confondi col football americano.

            Il rugby è molto + duro del football americano.Il football non e' manco uno sport, e' una specie di show. E' come il baseball, e' strutturato in modo che ci siano sprazzi di gioco in mezzo alle pause per comprare la coca colaCordiali saluti
          • markoer scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: krane[...]
            Ma il rugby non e' quello sport dal quale se ne
            esce pieni di microfratture
            ?Quello che non ti uccide ti fortifica.Tutto il concetto della palestra e' FONDATO sulle micro-fratture. Quando fai pesi, rompi i tuoi muscoli, che si ricostruiscono piu' duri.Il rugby e' uno dei pochi sport dove e' necessario avere INSIEME forza, resistenza, velocita', ed atleticismo. Altri sviluppano prevalentemente una o piu' di queste caratteristiche, ma difficilmente tutte assieme. Per esempio non serve alcuna forza per giocare a calcio. Non ditemi che i calciatori sono l'esempio di mascolinita'...Cordiali saluti
          • markoer scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            Non ho capito cosa vuoi dimostrare con queste icone.Inoltre non ho mai parlato di mascolinità. Forse sei tu che associ l'atleticismo e la forza alla mascolonità...Cordiali saluti
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: markoer
            Non ho capito cosa vuoi dimostrare con queste
            icone.

            Inoltre non ho mai parlato di mascolinità. Forse
            sei tu che associ l'atleticismo e la forza alla
            mascolonità...bah... eppure l'hai scritto tu per primo
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Il calcio è un gioco
          - Scritto da: markoer
          A me il calcio non è mai piaciuto. Mi piace
          molto, molto di più il basket o il rugby - sport
          veri e tra l'altro molto più salutari per chi li
          pratica, perché sviluppano il corpo in modo molto
          più armonioso, equilibrato e
          completo.non vedo sinceramente una validità "scientifica" in questa affermazione. Se vogliamo parlare di sport che sviluppano in modo equilibrato, armonioso e completo possiamo parlare del nuoto, della ginnastica artistica o del ballo.Il calcio è lo sport più popolare al mondo (e sta crescendo anche negli USA, tra le donne ed i bambini) perché consente alle persone di tutte le corporature (ovviamente entro certi limiti) di praticarlo, non serve essere alti due metri o pesare 100 chili; e poi è il più semplice tra gli sport di squadra: niente attrezzature particolari o protezioni, da bambini giocavamo con il "Tango" di gomma e due zaini per terra a fare la porta. (che male ai piedi con i primi palloni di cuoio!) :-)
          E non ho mai capito la gente che si ammassa per
          vedere una partita, soprattutto quando c'è bel
          tempo, casomai FATELA una partitella di calcio
          anziché GUARDARLA - mi ricorda tanto il panem et
          circenses degli antichi
          Romani.E' vero... ma questo allora vale per tutti gli sport.E poi se posso condividere l'idea riguardo lo sport visto in tv, non sono d'accordo per quanto riguarda lo stadio: assistere ad un evento come una partita importante in uno stadio è un'esperienza davvero emozionante e che ha poco a che fare con l'idea di "guardare 22 tizi in mutande che corrono dietro ad un pallone"
          Ma si sa... (vedere da 4:23...)

          [yt]XkInkNMpI1Q[/yt]non mi hanno installato Flash in ufficio :-)
          • markoer scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: il solito bene informato[...]
            non vedo sinceramente una validità "scientifica"
            in questa affermazione.Guarda semplicemente il fisico di chi gioca a calcio e di chi pratica rugby o basket. C'e' scienza da vendere :-)
            Se vogliamo parlare di
            sport che sviluppano in modo equilibrato,
            armonioso e completo possiamo parlare del nuoto,
            della ginnastica artistica o del
            ballo.Sicuramente, o anche molte arti marziali :-) tutto dipende dai tuoi scopi e da cosa intendi per "completo". Un nuotatore non riesce a sollevare un peso uguale al suo peso corporeo - non sviluppa molta forza, ne' riesce a saltare molto in alto. Non credo che il nuoto da solo sia molto completo, e dipende ovviamente da cosa intendi per "ballo", forse intendi la danza svolta a certi livelli - un danzatore di liscio lo vedo ben poco propenso ad exploit ginnici
            Il calcio è lo sport più popolare al mondo (e sta
            crescendo anche negli USA, tra le donne ed i
            bambini) perché consente alle persone di tutte le
            corporature (ovviamente entro certi limiti) di
            praticarlo, non serve essere alti due metri o
            pesare 100 chili;Nemmeno il basket o il rugby. Allo stesso modo che nel calcio, se vuoi fare il portiere a livello un poco piu' cha amatoriale aiuta essere piu' alti di 1,60...
            e poi è il più semplice tra gli
            sport di squadra: niente attrezzature particolari
            o protezioni, da bambini giocavamo con il "Tango"
            di gomma e due zaini per terra a fare la porta.Per il rugby, manco questo serve. Basta il pallone.[...]
            E' vero... ma questo allora vale per tutti gli
            sport.Sicuramente!
            E poi se posso condividere l'idea riguardo lo
            sport visto in tv, non sono d'accordo per quanto
            riguarda lo stadio: assistere ad un evento come
            una partita importante in uno stadio è
            un'esperienza davvero emozionante e che ha poco a
            che fare con l'idea di "guardare 22 tizi in
            mutande che corrono dietro ad un pallone"Certo. Pure questo vale per tutti gli sport :-) con la differenza che in realta' e' molto piu' piacevole e meno rischioso per la salute vedere QUALCOS'ALTRO, non il calcio :-) e magari ci posso portare anche i bambini...
            non mi hanno installato Flash in ufficio :-)Cerca "bozzetto italia europa" su YouTube :-)Cordiali saluti
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: markoer

            Se vogliamo parlare di

            sport che sviluppano in modo equilibrato,

            armonioso e completo possiamo parlare del nuoto,

            della ginnastica artistica o del

            ballo.

            Sicuramente, o anche molte arti marziali :-)
            tutto dipende dai tuoi scopi e da cosa intendi
            per "completo". Un nuotatore non riesce a
            sollevare un peso uguale al suo peso corporeo -
            non sviluppa molta forza, ne' riesce a saltare
            molto in alto. Non credo che il nuoto da solo sia
            molto completo, e dipende ovviamente da cosa
            intendi per "ballo", forse intendi la danza
            svolta a certi livelli - un danzatore di liscio
            lo vedo ben poco propenso ad exploit
            ginniciil superuomo non esiste... quella era un'idea di un tizio coi baffetti :-)O nuoti veloce o salti molto alto o sollevi una "126" sulle spalle (comunque non ci scommetterei che un nuotatore professionista non riesca a sollevare il proprio peso, con le ore e ore di potenziamento che fanno in palestra)Ho nominato quei tre sport perché penso che rappresentino il massimo tra potenza, flessiblità e concentrazione su ogni parte del corpo per prestazioni che si protraggono anche molto a lungo.E comunque non sottovalutare il ballo liscio: "per gioco" presi 5 lezioni e ti assicuro che ogni sera arrivavo a casa con le gambe a pezzi. Un ballerino di liscio anche di 60-70 anni (parliamo comunque di "certi livelli") ha una flessiblità e una forza (sia in agilità che isometria) da far invidia ad un 18enne...

            Il calcio è lo sport più popolare al mondo (e
            sta

            crescendo anche negli USA, tra le donne ed i

            bambini) perché consente alle persone di tutte
            le

            corporature (ovviamente entro certi limiti) di

            praticarlo, non serve essere alti due metri o

            pesare 100 chili;

            Nemmeno il basket o il rugby. Allo stesso modo
            che nel calcio, se vuoi fare il portiere a
            livello un poco piu' cha amatoriale aiuta essere
            piu' alti di
            1,60...Nel basket ci sono sì casi di giocatori molto bassi ma sono degli estremi, è indubbio che essere più di 2 metri sia un vantaggio, mentre nel calcio è un estremo che, anche per un portiere, può non essere così redditizio. Il fatto è che raramente un ragazzo agli esordi vorrebbe fare il portiere, ci viene spedito dai compagni per la sua incapacità o goffaggine (o per caso, come fu per Buffon) e chi è alto è quasi inevitabilmente più goffo: quindi o sei agile come Ibrahimovic (1m e 95 x quasi 100 chili) o finisci in difesa o in porta e non è detto che tu faccia carriera perché sei alto.

            e poi è il più semplice tra gli

            sport di squadra: niente attrezzature
            particolari

            o protezioni, da bambini giocavamo con il
            "Tango"

            di gomma e due zaini per terra a fare la porta.

            Per il rugby, manco questo serve. Basta il
            pallone.solo il pallone? e che ci fai? giochi a passaggi? :) e la meta? e i pali?Poi il bello del pallone da calcio è che puoi giocarci anche da solo ed affinare la tua abilità con i palleggi (se vogliamo fare a gara a chi è più "povero" ti ricordo che Maradona e Pelè da piccoli palleggiavano con le arance)... mentre un ragazzo da solo con un pallone da rugby, che ci fa?
            Certo. Pure questo vale per tutti gli sport :-)Beh non per tutti... non voglio tirare in ballo il Curling, ma penso che anche l'atletica sia un po' pizzosa da guardare allo stadio :-)
            con la differenza che in realta' e' molto piu'
            piacevole e meno rischioso per la salute vedere
            QUALCOS'ALTRO, non il calcio :-) e magari ci
            posso portare anche i
            bambini...questo perché la polizia italiana non è in grado di gestire certe situazioni e poi dai per scontato un rischio che è infinitesimo tra tutte le partite tra A e B che vengono giocate in un anno e che coinvolgono una frangia limitata di tifosi (fonte, mia sorella che ha seguito il Venezia quando bazzicava tra A e B :))

            non mi hanno installato Flash in ufficio :-)

            Cerca "bozzetto italia europa" su YouTube :-)sì, lo conosco... mitico! eppure mi rende fiero di essere italiano, specie la parte del caffè :-DAllora io ti rispondo con un altro video: giocatore di basket contro ballerino (se vuoi salta al minuto 6) ;)[yt]http://www.youtube.com/watch?v=MaEssrU1r1Q[/yt]
            Cordiali saluti
          • markoer scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: il solito bene informato[...]
            il superuomo non esiste... quella era un'idea di
            un tizio coi baffettiMi sa che ti stai confondendo e pure di brutto. Il Super Uomo è un'idea di un tizio con i baffoni, ovvero Friederich Nietzsche. Hitler non c'entra nulla e l'associazione tra i due è un artificio fatto dalla sorella dopo che Nietzsche era morto, per proprio tornaconto personale.Ripassare la storia, soprattutto quella della filosofia. Voto 5-
            O nuoti veloce o salti molto alto o sollevi una
            "126" sulle spalle (comunque non ci scommetterei
            che un nuotatore professionista non riesca a
            sollevare il proprio peso, con le ore e ore di
            potenziamento che fanno in palestra)Ho visto le "ore e ore" di potenziamento fatte da Michael Phelphs - che poi non è vero semplicemente che le fanno, non gli servono - che gli sono servite per migliorare lo stacco dai blocchi. Una donna che fa amatorialmente CrossFit da un paio di anni solleva molto di più
            Ho nominato quei tre sport perché penso che
            rappresentino il massimo tra potenza, flessiblità
            e concentrazione su ogni parte del corpo
            per prestazioni che si protraggono anche molto a
            lungo.Io non ne sono convinto, soprattutto nella potenza del nuoto credo che tu prenda un grande abbaglio. Inoltre secondo me flessibilità e concentrazione non sono scopi ma un mezzi.
            E comunque non sottovalutare il ballo liscio:
            "per gioco" presi 5 lezioni e ti assicuro che
            ogni sera arrivavo a casa con le gambe a pezzi.Questo capita a chiunque intraprenda una attività motoria che non ha mai fatto prima. Probabilmente le tue gambe non sono allenate. Non credo che farebbe lo stesso effetto su di me che corro ultra-maratone, per esempio.
            Un ballerino di liscio anche di 60-70 anni
            (parliamo comunque di "certi livelli") ha una
            flessiblità e una forza (sia in agilità che
            isometria) da far invidia ad un 18enne...Se il 18enne è una patata da divano, come dicono gli inglesi, e il vecchietto fa movimento, perché no. Ma da qui ad esaltare il ballo liscio come sport... diciamo che qualsiasi cosa, anche una passeggiata dopo pranzo, è meglio che stare seduti sul divano.
            Nel basket ci sono sì casi di giocatori molto
            bassi ma sono degli estremi, è indubbio che
            essere più di 2 metri sia un vantaggio, mentre
            nel calcio è un estremo che, anche per un
            portiere, può non essere così redditizio.In realtà nel basket non è diverso. Per una guardia o un play è anche uno svantaggio essere troppo alti. Dipende da quanto sei agile e reattivo. Uno spilungone non è avvantaggiato in certi ruoli. Ma è ovvio che si parla di professionisti, a livello amatoriale puoi divertirti anche se sei 1,60.
            Il
            fatto è che raramente un ragazzo agli esordi
            vorrebbe fare il portiere, ci viene spedito dai
            compagni per la sua incapacità o goffaggine (o
            per caso, come fu per Buffon)Non è vero, quando ero piccolo a me piaceva farlo.[...]
            solo il pallone? e che ci fai? giochi a passaggi?
            :) e la meta? e i pali?I pali non servono per giocare a rugby e la meta è una linea. I pali servono soltanto per la trasformazione. Sono abbastanza opzionali per improvvisare una partitella tra amici, esattamente come le bandierine del calcio d'angolo nel calcio. Invece una porta nel calcio ti serve, anche se la fai con due giacche.
            Poi il bello del pallone da calcio è che puoi
            giocarci anche da solo ed affinare la tua abilità
            con i palleggi (se vogliamo fare a gara a chi è
            più "povero" ti ricordo che Maradona e Pelè da
            piccoli palleggiavano con le arance)... mentre un
            ragazzo da solo con un pallone da rugby, che ci
            fa?Il XXXXXXXX, esattamente come quello che palleggia da solo o tira pallonate al muro.[...]
            questo perché la polizia italiana non è in grado
            di gestire certe situazioniQuesto perché AI CLUB convengono certe situazioni.
            e poi dai per
            scontato un rischio che è infinitesimo tra tutte
            le partite tra A e B che vengono giocate in un
            anno e che coinvolgono una frangia limitata di
            tifosi (fonte, mia sorella che ha seguito il
            Venezia quando bazzicava tra A e B
            :))Resta il fatto che col cacchio che porto mio figlio allo stadio in Italia, mi vengono in mente almeno una dozzina di cose migliori da fare la domenica.Cordiali saluti
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: markoer
            - Scritto da: il solito bene informato
            [...]

            il superuomo non esiste... quella era un'idea di

            un tizio coi baffetti

            Mi sa che ti stai confondendo e pure di brutto.
            Il Super Uomo è un'idea di un tizio con i
            baffoni, ovvero Friederich Nietzsche. Hitler non
            c'entra nulla e l'associazione tra i due è un
            artificio fatto dalla sorella dopo che Nietzsche
            era morto, per proprio tornaconto
            personale.guarda che non stavo scrivendo un trattato di filosofia...e comunque Hitler queste idee ha provato ad applicarle.
            Io non ne sono convinto, soprattutto nella
            potenza del nuoto credo che tu prenda un grande
            abbaglio.ma hai mai nuotato?
            Inoltre secondo me flessibilità e
            concentrazione non sono scopi ma un
            mezzi.lo scopo è la vittoria, tutto il resto sono mezzi

            E comunque non sottovalutare il ballo liscio:

            "per gioco" presi 5 lezioni e ti assicuro che

            ogni sera arrivavo a casa con le gambe a pezzi.

            Questo capita a chiunque intraprenda una attività
            motoria che non ha mai fatto prima. Probabilmente
            le tue gambe non sono allenate. Non credo che
            farebbe lo stesso effetto su di me che corro
            ultra-maratone, per
            esempio.sei sicuro? sport diversi muovono muscoli diversi in modo diverso.

            Un ballerino di liscio anche di 60-70 anni

            (parliamo comunque di "certi livelli") ha una

            flessiblità e una forza (sia in agilità che

            isometria) da far invidia ad un 18enne...

            Se il 18enne è una patata da divano, come dicono
            gli inglesi, e il vecchietto fa movimento, perché
            no. Ma da qui ad esaltare il ballo liscio come
            sport... diciamo che qualsiasi cosa, anche una
            passeggiata dopo pranzo, è meglio che stare
            seduti sul
            divano.definisci "sport", allora

            Nel basket ci sono sì casi di giocatori molto

            bassi ma sono degli estremi, è indubbio che

            essere più di 2 metri sia un vantaggio, mentre

            nel calcio è un estremo che, anche per un

            portiere, può non essere così redditizio.

            In realtà nel basket non è diverso. Per una
            guardia o un play è anche uno svantaggio essere
            troppo alti. Dipende da quanto sei agile e
            reattivo. Uno spilungone non è avvantaggiato in
            certi ruoli. Ma è ovvio che si parla di
            professionisti, a livello amatoriale puoi
            divertirti anche se sei
            1,60.o parliamo di sport fatto seriamente o di divertimento. La "selezione naturale" del basket mette in campo comunque soprattutto giocatori alti più di due metri

            Il

            fatto è che raramente un ragazzo agli esordi

            vorrebbe fare il portiere, ci viene spedito dai

            compagni per la sua incapacità o goffaggine (o

            per caso, come fu per Buffon)

            Non è vero, quando ero piccolo a me piaceva farlo.invece è vero: un bambino che tira i primi calci sogna di fare l'attaccante e segnare, raramente di fare il portiere. Tu ed io siamo due casi.
            I pali non servono per giocare a rugby e la meta
            è una linea. I pali servono soltanto per la
            trasformazione. Sono abbastanza opzionali per
            improvvisare una partitella tra amici,sarei curioso di vedere...

            Poi il bello del pallone da calcio è che puoi

            giocarci anche da solo ed affinare la tua
            abilità

            con i palleggi (se vogliamo fare a gara a chi è

            più "povero" ti ricordo che Maradona e Pelè da

            piccoli palleggiavano con le arance)... mentre
            un

            ragazzo da solo con un pallone da rugby, che ci

            fa?

            Il XXXXXXXX, esattamente come quello che
            palleggia da solo o tira pallonate al
            muro.perché XXXXXXXX?
            Resta il fatto che col cacchio che porto mio
            figlio allo stadio in Italia, mi vengono in mente
            almeno una dozzina di cose migliori da fare la
            domenica.Scelta tua, ma non fare di ogni erba un fascio-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 aprile 2011 22.05-----------------------------------------------------------
      • Motore a toast bilaterale scrive:
        Re: Il calcio è un gioco
        Non ho detto che è brutto ma che il calcio è un gioco che consiste nel dare calci ad una palla e trovo assurdo il business di capitali che ci gira attorno nonché la trovata delle nuvole da 500milaeuro a botta PER FARE DELL' OMBRA E NON FAR SUDARE I GIOCATORI E GLI SPETTATORI, c' è gente che muore di fame e in tv continuano a chiedermi l' euro per aiutare la disgrazia di turno.Sono pensieri personali, se non ti interessano ritorna a curare il tuo cactus.ciao
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Il calcio è un gioco
          - Scritto da: Motore a toast bilaterale
          Non ho detto che è brutto ma che il calcio è un
          gioco che consiste nel dare calci ad una palla e
          trovo assurdo il business di capitali che ci gira
          attorno nonché la trovata delle nuvole da
          500milaeuro a botta PER FARE DELL' OMBRA E NON
          FAR SUDARE I GIOCATORI E GLI SPETTATORI, c' è
          gente che muore di fame e in tv continuano a
          chiedermi l' euro per aiutare la disgrazia di
          turno.
          Sono pensieri personali, se non ti interessano
          ritorna a curare il tuo
          cactus.
          ciaoti dico solo che è un ragionamento utopico e scontato: l'esistenza stessa del denaro esclude ogni possibilità di un'equa distribuzione delle risorse.
          • markoer scrive:
            Re: Il calcio è un gioco
            - Scritto da: il solito bene informato
            ti dico solo che è un ragionamento utopico e
            scontato: l'esistenza stessa del denaro esclude
            ogni possibilità di un'equa distribuzione delle
            risorse.Non sei molto ben informato, il denaro esiste da molto prima del capitalismo.Cordiali saluti
        • il solito bene informato scrive:
          Re: Il calcio è un gioco
          - Scritto da: markoer

          Se vogliamo parlare di

          sport che sviluppano in modo equilibrato,

          armonioso e completo possiamo parlare del nuoto,

          della ginnastica artistica o del

          ballo.

          Sicuramente, o anche molte arti marziali :-)
          tutto dipende dai tuoi scopi e da cosa intendi
          per "completo". Un nuotatore non riesce a
          sollevare un peso uguale al suo peso corporeo -
          non sviluppa molta forza, ne' riesce a saltare
          molto in alto. Non credo che il nuoto da solo sia
          molto completo, e dipende ovviamente da cosa
          intendi per "ballo", forse intendi la danza
          svolta a certi livelli - un danzatore di liscio
          lo vedo ben poco propenso ad exploit
          ginniciil superuomo non esiste... quella era un'idea di un tizio coi baffetti :-)O nuoti veloce o salti molto alto o sollevi una "126" sulle spalle (comunque non ci scommetterei che un nuotatore professionista non riesca a sollevare il proprio peso, con le ore e ore di potenziamento che fanno in palestra)Ho nominato quei tre sport perché penso che rappresentino il massimo tra potenza, flessiblità e concentrazione su ogni parte del corpo per prestazioni che si protraggono anche molto a lungo.E comunque non sottovalutare il ballo liscio: "per gioco" presi 5 lezioni e ti assicuro che ogni sera arrivavo a casa con le gambe a pezzi. Un ballerino di liscio anche di 60-70 anni (parliamo comunque di "certi livelli") ha una flessiblità e una forza (sia in agilità che isometria) da far invidia ad un 18enne...

          Il calcio è lo sport più popolare al mondo (e
          sta

          crescendo anche negli USA, tra le donne ed i

          bambini) perché consente alle persone di tutte
          le

          corporature (ovviamente entro certi limiti) di

          praticarlo, non serve essere alti due metri o

          pesare 100 chili;

          Nemmeno il basket o il rugby. Allo stesso modo
          che nel calcio, se vuoi fare il portiere a
          livello un poco piu' cha amatoriale aiuta essere
          piu' alti di
          1,60...Nel basket ci sono sì casi di giocatori molto bassi ma sono degli estremi, è indubbio che essere più di 2 metri sia un vantaggio, mentre nel calcio è un estremo che, anche per un portiere, può non essere così redditizio. Il fatto è che raramente un ragazzo agli esordi vorrebbe fare il portiere, ci viene spedito dai compagni per la sua incapacità o goffaggine (o per caso, come fu per Buffon) e chi è alto è quasi inevitabilmente più goffo: quindi o sei agile come Ibrahimovic (1m e 95 x quasi 100 chili) o finisci in difesa o in porta e non è detto che tu faccia carriera perché sei alto.

          e poi è il più semplice tra gli

          sport di squadra: niente attrezzature
          particolari

          o protezioni, da bambini giocavamo con il
          "Tango"

          di gomma e due zaini per terra a fare la porta.

          Per il rugby, manco questo serve. Basta il
          pallone.solo il pallone? e che ci fai? giochi a passaggi? :) e la meta? e i pali?Poi il bello del pallone da calcio è che puoi giocarci anche da solo ed affinare la tua abilità con i palleggi (se vogliamo fare a gara a chi è più "povero" ti ricordo che Maradona e Pelè da piccoli palleggiavano con le arance)... mentre un ragazzo da solo con un pallone da rugby, che ci fa?
          Certo. Pure questo vale per tutti gli sport :-)Beh non per tutti... non voglio tirare in ballo il Curling, ma penso che anche l'atletica sia un po' pizzosa da guardare allo stadio :-)
          con la differenza che in realta' e' molto piu'
          piacevole e meno rischioso per la salute vedere
          QUALCOS'ALTRO, non il calcio :-) e magari ci
          posso portare anche i
          bambini...questo perché la polizia italiana non è in grado di gestire certe situazioni e poi dai per scontato un rischio che è infinitesimo tra tutte le partite tra A e B che vengono giocate in un anno e che coinvolgono una frangia limitata di tifosi (fonte, mia sorella che ha seguito il Venezia quando bazzicava tra A e B :))

          non mi hanno installato Flash in ufficio :-)

          Cerca "bozzetto italia europa" su YouTube :-)sì, lo conosco... mitico! eppure mi rende fiero di essere italiano, specie la parte del caffè :-DAllora io ti rispondo con un altro video: giocatore di basket contro ballerino (se vuoi salta al minuto 6) ;)[yt]http://www.youtube.com/watch?v=MaEssrU1r1Q[/yt]
          Cordiali saluti
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Il calcio è un gioco
      Maledetto nerd.
    • Ittiointerp rete scrive:
      Re: Il calcio è un gioco
      Se cominciassero a piantare qualche chilometro quadrato di alberi, tra 11 anni ci saranno le nuvole e anche la pioggia.
      • ndr scrive:
        Re: Il calcio è un gioco
        EHHH già...hai risolto il problema del riscaldamento globale- Scritto da: Ittiointerp rete
        Se cominciassero a piantare qualche chilometro
        quadrato di alberi, tra 11 anni ci saranno le
        nuvole e anche la
        pioggia.
        • Ittioninter prete scrive:
          Re: Il calcio è un gioco
          Mha! Saranno miraggi le foreste del Negev in Israele...Caspita si vedono anche su Google Maps!
    • Funz scrive:
      Re: Il calcio è un gioco
      - Scritto da: Motore a toast bilaterale
      Se tutti i denari che girano sul dare pedate ad
      una palla fossero e venissero investiti nella
      ricerca dell' energia alternativa a quest' ora
      avremmo l' NCC-1701 e il
      Dilithium.
      Con quanto letto il calcio mi stà ancora più se
      le
      bolas...Panem et circenses.E quando manca il panem, ci sono le revolutiones, come si vede bene in Nord Africa e medioriente di questi tempi...
      • Motore a toast bilaterale scrive:
        Re: Il calcio è un gioco
        Per me, chi più chi meno, le "teste" rivoluzionare e quelle "UE/USA" vogliono il controllo su petrolio e gas, ancor di più dopo le consenguenze della situazione del nucleare in Giappone.
Chiudi i commenti