Windows Live vara filtri antiorco

Microsoft vuole conquistare l'attenzione delle famiglie e competere con i rivali più quotati: per questo rivela che Live.com offrirà sistemi gratuiti per il controllo dei minori online
Microsoft vuole conquistare l'attenzione delle famiglie e competere con i rivali più quotati: per questo rivela che Live.com offrirà sistemi gratuiti per il controllo dei minori online


Redmond (USA) – L’azienda fondata da Bill Gates è pronta a fornire servizi gratuiti per il controllo dei minori online. Un sistema di filtri salvabambini verrà implementato in Windows Live , il progetto targato Microsoft destinato al promettente mercato degli applicativi online.

“Niente è più importante della sicurezza dei bambini che utilizzano Internet”, si legge nel sito di Windows Live Family Safety Settings . Il sistema sarà integrato nei meccanismi del nuovo Windows Vista, nato nell’ottica di un’unione tra piattaforme operative off ed online . La data del rilascio del servizio non è ancora stata annunciata, ma è prevista per l’estate del 2006.

“Le famiglie potranno sapere esattamente ciò che i bambini hanno fatto durante la navigazione di pagine web”, sostengono i portavoce, “così come ottenere un rapporto dettagliato sulle applicazioni e sui videogiochi utilizzati”. La funzione Family Safety darà modo di filtrare l’accesso al web e monitorare attentamente il contenuto delle comunicazioni personali.

Microsoft intende sfruttare l’ onda emotiva dell’antipedofilia su Internet, nella speranza di catturare l’attenzione dei genitori preoccupati: in un lancio pubblicato dall’agenzia Reuters , i portavoce della software house rendono noto che “il sistema potrà essere utilizzato per scampare da aggressori e maniaci che frequentano comunità virtuali come MySpace “.

Un attacco deliberato contro la punta di diamante della divisione Internet dell’azienda di Rupert Murdoch? MySpace è da poco entrato in competizione diretta con la comunità di MSN e la battaglia tra i due giganti si giocherà anche sul fronte della sicurezza web per i più piccoli. Negli ultimi tempi, peraltro, alcune vicende di cronaca nera legate al social network del gruppo NewsCorp hanno innalzato una bufera di polemiche .

Adriano Freschi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 03 2006
Link copiato negli appunti