Windows Mobile? Un faro per il Mondo

Lo dice Microsoft. Il suo sistema operativo - sostiene - è il migliore. E lo sarà anche per le prossime generazioni di smartphone: iPhone? Ce lo mangiamo in un sol boccone. Il big di Redmond ci crede

Roma – Con un approccio disinteressato, paragonabile solo a quello di un macellaio a cui si chiede se la carne che vende è buona, Scott Rockfeld – product manager di Microsoft per il mobile communications business – ha delineato nelle scorse ore la situazione del mercato degli smartphone . In cui le migliori garanzie non saranno offerte dai sistemi operativi che più spesso finiscono sulle cronache, ma da quello che ha rosicchiato nel tempo una quota consistente di mercato, vale a dire Windows Mobile, la creatura che Microsoft ha ideato per coloro a cui non basta avere Windows sulla scrivania, e che devono portarselo appresso, anche in tasca.

Gli apparecchi con Windows Mobile sono tuttora sulla breccia e nel panorama degli smartphone rappresentano l’esempio da seguire e imitare. Così la pensa Rockfeld, secondo cui nonostante l’ hype generato dal lancio dell’iPhone 3G, nell’anno fiscale appena concluso (il 30 giugno, ndr), Microsoft ha registrato il raggiungimento del traguardo di 20 milioni di licenze Windows Mobile . Come a dire, cioè, che un conto sono le tendenze un conto sono i numeri .

Rockfeld, riporta Crunchgear , ha dichiarato che la piattaforma mobile sviluppata da Microsoft non teme la concorrenza , grazie anche a nuove funzionalità di sicurezza e protezione dei dati memorizzati su schede removibili. Non solo: forte delle previsioni di IDC, il dirigente Microsoft ritiene che la “sua” creatura vincerà su iPhone per 9 a 1, ossia per ogni iPhone venduto sarebbero commercializzati 9 smartphone con Windows Mobile.

Nonostante i numeri vantati dal big di Redmond, in realtà nel mercato smartphone a cui fa riferimento la mamma di Windows lo share di maggiore rilievo lo ha conquistato da tempo BlackBerry . Microsoft, dunque, rincorre e lo fa facendo buon viso a cattivo gioco, ribadendo in queste ore che gli smartphone con sistema operativo Microsoft sono comunque stati acquistati da sette delle dieci più grandi aziende del mondo (secondo quanto rilevato da Fortune ).

A rendere vincente la piattaforma Windows Mobile, sostiene Rockfeld, è anche il suo modello di sviluppo: oggi – dice – esistono 18mila applicazioni utilizzabili con Windows Mobile, a fronte delle 500 proposte dall’App Store di Apple, che risentirebbe di una strategia che secondo Rockfeld limita gli sviluppatori impegnati a creare software ad hoc.

L’ottimismo è il profumo della vita , ricorda qualcuno, e di fronte ai numeri notevoli, e mutevoli, del mercato degli smartphone c’è qualcuno che fa il nome di Android , una piattaforma che sembra aver perso l’appeal iniziale per gli sviluppatori, in origine dovuto al fatto che a promuoverla fosse Google.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti