Windows Server 2003, tempo di lifting

Microsoft ha messo sul mercato il primo aggiornamento a pagamento del proprio sistema operativo server, che introduce un congruo numero di nuove tecnologie e funzionalità. Rilasciato anche il secondo service pack per ISA Server 2004
Microsoft ha messo sul mercato il primo aggiornamento a pagamento del proprio sistema operativo server, che introduce un congruo numero di nuove tecnologie e funzionalità. Rilasciato anche il secondo service pack per ISA Server 2004


Roma – Con lo scoccare del nuovo mese, Microsoft ha messo a disposizione dei propri clienti due importanti update per Windows Server 2003 e ISA Server 2004.

Windows Server 2003 R2 è essenzialmente un aggiornamento al Service Pack 1 che apporta miglioramenti in varie aree del sistema operativo, tra cui la gestione centralizzata dei server e delle filiali aziendali. La versione RTM (Release to Manufacturing) era stata rilasciata all’inizio di dicembre, ed ora il prodotto è divenuto effettivamente reperibile sul mercato. Su questo fronte la novità chiave è rappresentata dalle tecnologie di replica e compressione dei dati , che permettono di ottimizzare la banda passante delle extranet e velocizzare lo scambio e la condivisione di dati tra un ufficio remoto e l’altro.

L’aggiornamento al sistema operativo enterprise di Microsoft include poi nuovi strumenti per lo storage management utilizzabili per monitorare e controllare lo spazio occupato su disco tramite directory, impedire la copia di alcuni tipi di file sui server, configurare e implementare in modo più semplice reti Storage Area Network (SAN) iSCSI o Fibre Channel.

Fanno parte della dotazione standard di R2 anche i tool di Microsoft per l’interoperabilità con i sistemi Unix , in precedenza disponibili solo come add-on. Con questi programmi i tecnici possono trasferire gli strumenti basati su UNIX e il codice delle applicazioni sulla piattaforma Windows, così come possono fornire funzionalità per l’autenticazione multipiattaforma, il file sharing e l’identity management.

E a proposito di identity e access management , Windows Server 2003 R2 fornisce tecnologie quali Active Directory Federation Services (che implementa lo standard WS-Federation) e Active Directory Application Mode che estendono il controllo della gestione delle identità a tutte le relazioni interne ed esterne: gli utenti possono quindi stabilire collaborazioni protette con i partner, adempiere alle normative in materia di sicurezza in modo più semplice, implementare sistemi di autenticazione federati single sign-on , e avvalersi degli standard web service per incrementare l’interoperabilità fra sistemi eterogenei.

L’R2 è poi la prima release di Windows Server ad integrare le nuove tecnologie di sviluppo MS.NET Framework 2.0 e ASP.NET 2.0.

Per promuovere l’uso della propria piattaforma di virtualizzazione, Microsoft ha legato al lancio del suo nuovo sistema operativo due promozioni : la prima, valida fino al 30 giugno 2006, permette a chi acquista licenze di Windows Server 2003 R2 Enterprise Edition all’interno dei contratti Open, Select e EA, di acquistare Virtual Server 2005 R2 Enterprise Edition al prezzo della versione Standard; la seconda consente agli utenti di Windows Server 2003 R2 Enterprise Edition di far girare sui propri server fino a quattro macchine virtuali senza alcun costo addizionale.

Windows Server 2003 R2 è disponibile nelle edizioni Standard, Enterprise e Datacenter.

Il Service Pack 2 per ISA Server 2004 fornisce supporto ad alcune delle nuove tecnologie introdotte da Windows Server 2003 R2, tra cui un migliore supporto delle filiali, il caching dei dati e la compressione HTTP. L’SP2 include anche il supporto al cosiddetto traffic prioritization , che permette di gestire in modo più avanzato il quality of service e assegnare priorità differenti alle diverse applicazioni che accedono alla rete.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

02 02 2006
Link copiato negli appunti