Windows XP fra i pacchi di Natale

Microsoft ha rilasciato o rilascerà a breve per Windows XP alcuni pacchi, pacconi e pacchetti che aggiungeranno all'OS nuove funzionalità e migliorie


Redmond (USA) – Il Natale si avvicina e agli utenti di Windows XP che si sono comportati bene Microsoft ha deciso di donare diversi pacchi aggiornamento che aggiungono, correggono o migliorano diverse funzionalità del sistema.

Uno di questi è il Windows XP Media Bonus Pack, un megapacco contenente nuovi “addobbi” per la tecnologia Windows Media. Questo bonus pack sarà disponibile per il libero download verso la fine del mese: ecco quali “sorprese” conterrà.

– Plus! MP3 Audio Converter LE: si tratta di una versione ridotta dell'”MP3 Audio Converter”, un applicativo integrato in “Plus! for Windows XP” che, come dice il nome, mette in grado l’utente di convertire i file in formato MP3 nel formato proprietario di Microsoft WMA.

– Windows Media Player (WMP) for Windows XP PowerToys: è un insieme di nuovi tool e aggiornamenti specifici per il Windows Media Player 8. Fra questi si trovano il WMP Tray Control, che offre il rapido accesso alle funzionalità del WMP direttamente dalla taskbar; il Media Library Metadata Update Wizard, che organizza ed aggiorna la Media Library e la cartella My Music; il Playlist Importer, che è capace di importare le playlist create con WMP all’interno di Excel.

– Nuovi plug-in grafici per WMP, fra cui un visualizzatore di immagini per MSN Photo.

– Nuove skin per WMP, incluse quelle “a tema” di “Stars and Stripes”, “The Sentinel” e “TDK”.

– Windows Movie Maker (WMM) Creativity Kit: è un’ampia collezione di effetti sonori professionali, loop musicali, clip e immagini per la titolazione dei propri filmati amatoriali.

Nella versione inglese del pacchetto Microsoft includerà anche delle offerte speciali per l’iscrizione a servizi on-line quali Intertainer, IFILM, e Cinemanow.

Microsoft ha poi rilasciato diversi nuovi aggiornamenti per Windows XP, incluso un secondo update di compatibilità scaricabile da Windows Update. Il pacco, grosso 1,5 MB, aggiunge o migliora il supporto ad oltre 40 vecchie applicazioni, fra cui Easy CD Creator 4.02, Norton AntiVirus 2001, Corel Draw, RealPlayer 7.0, DreamWeaver 4.0 ed il CD multimediale della Disney “Bianca Neve e i Sette Nani”.

Microsoft ha anche annunciato l’imminente supporto all’USB 2.0, un aggiornamento al noto standard di interconnessione delle periferiche che porta il transer rate massimo da 12 Mbps a 480 Mbps. Una prima beta dei driver per l’USB 2.0 è stata rilasciata lo scorso luglio.

Driver per il supporto all’USB 2.0 verranno rilasciati anche per Windows 2000, sebbene nulla faccia pensare che questi verranno già inclusi nel Service Pack 3. Gli utenti di Windows NT/9x pare dovranno invece fare a meno del supporto alla nuova versione dell’USB: per questi sistemi Microsoft non prevede nessun aggiornamento.

L’update che porterà in Windows XP la compatibilità con Bluetooth è invece stato fissato per la metà del prossimo anno. Il supporto verso questo standard wireless consentirà ad XP di comunicare con una grande varietà di dispositivi hand held.

Gli altri aggiornamenti rilasciati da Microsoft per Windows XP possono essere scaricati dal Windows Update oppure dalla sezione Downloads del sito di Microsoft. I newsgroup (in inglese) gestiti da Microsoft e dedicati a Windows XP sono accessibili da qui .

Recentemente su Punto Informatico sono stati pubblicati una sintesi dei principali aggiornamenti di Windows XP disponibili alla fine dello scorso novembre ed un articolo dedicato agli update di sicurezza.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    unbreakkkkkkable (cioccolatai)
    Forse per invulnerabile intendono che finalmente non c'e' piu' lo user oracle con password oracle di default, e tutta l'installazione 777 ? bah..
  • Anonimo scrive:
    E Hotmail gira ancora su BSD
    Ce la fanno, ce la fanno ...Non ce la fanno
    :-
    Sono passati _anni_ da quando la M$ ha dichiarato di aver iniziato la migrazione su Win2K, ma per loro stessa amissione, non sono ancora riusciti a sradicare BSD.
    • Anonimo scrive:
      Re: E Hotmail gira ancora su BSD
      - Scritto da: Giambo
      Ce la fanno, ce la fanno ...
      Non ce la fanno
      :-


      Sono passati _anni_ da quando la M$ ha
      dichiarato di aver iniziato la migrazione su
      Win2K, ma per loro stessa amissione, non
      sono ancora riusciti a sradicare BSD.fossi stato io, non avrei toccato niente...50 milioni di account non si migrano cosi', da un giorno all'altro.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: E Hotmail gira ancora su BSD


        Sono passati _anni_ da quando la M$ ha

        dichiarato di aver iniziato la migrazione

        su Win2K, ma per loro stessa amissione, non

        sono ancora riusciti a sradicare BSD.

        fossi stato io, non avrei toccato niente...
        50 milioni di account non si migrano cosi',
        da un giorno all'altro.Oh, be', la prima migrazione tentata (Quella su NT4) si e' risolta con la perdita di un bel po'di caselle di posta, quindi anche se fossero stati 500 milioni :-) ...
    • Anonimo scrive:
      Re: E Hotmail gira ancora su BSD
      A parte che ci sono solo alcuni servizi di Hotmail che girano ancora su BSD a causa del software che gira sopra che è scritto per UNIX, comunque i sistemi su cui gira/girava Hotmail non erano dei sistemi standard, ma sistemi customizzati per gestire quel tipo di servizio specifico. Nemmeno Solaris, BSD o Windows 2000 ce la fanno NATIVAMENTE a reggere quel tipo di carico.- Scritto da: Giambo
      Ce la fanno, ce la fanno ...
      Non ce la fanno
      :-


      Sono passati _anni_ da quando la M$ ha
      dichiarato di aver iniziato la migrazione su
      Win2K, ma per loro stessa amissione, non
      sono ancora riusciti a sradicare BSD.
      • Anonimo scrive:
        Re: E Hotmail gira ancora su BSD


        Ce la fanno, ce la fanno ...

        Non ce la fanno
        :-




        Sono passati _anni_ da quando la M$ ha

        dichiarato di aver iniziato la migrazione
        su

        Win2K, ma per loro stessa amissione, non

        sono ancora riusciti a sradicare BSD.[Potresti PF quotare come si e' sempre fatto e non usare lo "standard" di Outllok ?]
        A parte che ci sono solo alcuni servizi di
        Hotmail che girano ancora su BSD a causa del
        software che gira sopra che è scritto per
        UNIX,Vuoi dire che _nessuno_ alla M$ e' capace ad eguagliare i programmatori UNIX :) ?
        comunque i sistemi su cui gira/girava
        Hotmail non erano dei sistemi standard, ma
        sistemi customizzati per gestire quel tipo
        di servizio specifico.Eh, la flessibilita' di un SO open source ...
        • Anonimo scrive:
          Re: E Hotmail gira ancora su BSD
          - Scritto da: Giambo

          Vuoi dire che _nessuno_ alla M$ e' capace ad
          eguagliare i programmatori UNIX :) ?
          No, vuol dire che nessuno ha voglia di fare un SO specifico per Hotmail.

          Eh, la flessibilita' di un SO open source ...Per Microsoft anche Windows è open source.
          • Anonimo scrive:
            Re: E Hotmail gira ancora su BSD
            - Scritto da: Darth Vader
            - Scritto da: pikappa

            Non mi sembra che i BSD siano stati

            scritti x Hotmail
            E infatti non sono BSD standard ma
            customizzatiPerche' esistono dei BSD "standard" :)))Che genere di customizzazioi hanno ???
          • Anonimo scrive:
            Re: E Hotmail gira ancora su BSD


            Vuoi dire che _nessuno_ alla M$ e' capace

            ad eguagliare i programmatori UNIX :) ?



            No, vuol dire che nessuno ha voglia di fare
            un SO specifico per Hotmail.Mi pare strano che una potenza come la M$ preferisca la pubblicita' negativa.

            Eh, la flessibilita' di un SO open source
            ...

            Per Microsoft anche Windows è open source.Che percentuale degli impiegati M$ ha piena visione sul codice di Windows e le API nascoste ?
    • Anonimo scrive:
      Re: E Hotmail gira ancora su BSD
      lessi tempo fa su qualche ng che i DNS sono BSD x questo se si "fingano" sembrano bsd ma dietro ci stanno dei server... nt?2000? cmq m$...ecco spiegato xke spesso la mia casella non è accessibile... "we apologize.... bla bla bla"secondo me m$ non ha interesse x hotmail... anzi, non riescce nemmeno a gestirla.... meglio che qualche anima pia se la compri prima che quei decerebrati chiudano barakka!bay
  • Anonimo scrive:
    In confronto alla oracle bill sembra un angioletto
    aspettiamo anziosamente che il sito oraculo venga sodomizzato per farci grosse risate.RICORDO AD ORACULO CHE NIENTE E SICURO egli eventi degli ultimi tempi lo hanno dimostrato.
    • Anonimo scrive:
      Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
      Già, tuttavia uno UNIX rimane sempre più sicuro di un win*; certo che prima o poi anche Oracle sarà bucato; ma i buchi che hanno subito i server di M$ con win*, senza contare i fermi macchina, sono superiori a quelli avuti da altre società. E guarda caso l'unica proprietà M$ ancora non bucata è Hotmail, ma lì nei firewalls c'è FreeBSD.
      • Anonimo scrive:
        Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
        - Scritto da: BSD_like
        Gi? tuttavia uno UNIX rimane sempre pi?
        sicuro di un win*; certo che prima o poi
        anche Oracle sar?bucato; ma i buchi che
        hanno subito i server di M$ con win*, senza
        contare i fermi macchina, sono superiori a
        quelli avuti da altre societ? E guarda caso
        l'unica propriet?M$ ancora non bucata ?
        Hotmail, ma l?nei firewalls c'?FreeBSD.SCUSAMI amico ma certe volte è necessario essere volgari: CHI SE NE FREGA se WIN o UNIX sono + veloci sicuri ecc.. sono due SO completamente diversi quindi non paragonabili in alcun modo.Un conto e paragonare la velocita di due cpu di produttori diversi usando lo stesso HW SW cosa ben diversa e paragonare due so che hanno filosofie implementative diversi che girano su HW diversi.Se e pur vero che un bsd e molto più veloce di un win in ambito server, nel confronto grafico win con bsd con su xwin i dati si ribaltano.Comunque rimango della mia opinione SO con struttura diversa ed anzianita diverse non sono paragonabili.
        • Anonimo scrive:
          Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
          Mi sembrava il tema dell'articolo....- Scritto da: quali paragoni


          - Scritto da: BSD_like

          Gi? tuttavia uno UNIX rimane sempre pi?

          sicuro di un win*; certo che prima o poi

          anche Oracle sar?bucato; ma i buchi che

          hanno subito i server di M$ con win*,
          senza

          contare i fermi macchina, sono superiori a

          quelli avuti da altre societ? E guarda
          caso

          l'unica propriet?M$ ancora non bucata ?

          Hotmail, ma l?nei firewalls c'?FreeBSD.

          SCUSAMI amico ma certe volte è necessario
          essere volgari: CHI SE NE FREGA se WIN o
          UNIX sono + veloci sicuri ecc.. sono due SO
          completamente diversi quindi non
          paragonabili in alcun modo.
          Un conto e paragonare la velocita di due
          cpu di produttori diversi usando lo stesso
          HW SW cosa ben diversa e paragonare due so
          che hanno filosofie implementative diversi
          che girano su HW diversi.
          Se e pur vero che un bsd e molto più veloce
          di un win in ambito server, nel confronto
          grafico win con bsd con su xwin i dati si
          ribaltano.
          Comunque rimango della mia opinione SO con
          struttura diversa ed anzianita diverse non
          sono paragonabili.
        • Anonimo scrive:
          Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
          hanno filosofie costruttive diverse, ed hai ragione.Ma possono tranquillamente girare sullo stesso HW. O almeno una parte dell'hw su cui girano gli UNIX è lo stesso dei BSD.La distinzione desktop-server non mi piace, tuttavia dimentichi 2 cose:uno UNIX seppur con server grafico riesce ad avviarsi anche in condizioni di risorse disperate, un win* con GUI no, a meno che non tiri fuori il 3.x.La potenza di un server grafico nei confronti di una GUI è notevolmente superiore. Hai mai provato cosa puoi fare con un server grafico in ambito server e con una rete di host UNIX?
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            scusami ma una cosa e parlare di applicazioni di uso umano altro e parlare di applicazioni cad/cam ecc...A questo punto tiriamo fuori un win2000 datacenter che a parita di hw da la paga a qualsiasi serverone unix specialmente nel rapporto prezzo prestazioni e con uptime vicini al 99.7 (altrimenti MS scioglie il contratto con il fornitore del server).
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            scusami ma una cosa e parlare di applicazioni di uso umano altro e parlare di applicazioni cad/cam ecc...A questo punto tiriamo fuori un win2000 datacenter che a parita di hw da la paga a qualsiasi serverone unix specialmente nel rapporto prezzo prestazioni e con uptime vicini al 99.7 (altrimenti MS scioglie il contratto con il fornitore del server).
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            Credo che il sito di Oracle richieda prestazioni che tu definisci fuori dell'umano.Poi anche se prendiamo win NT/2000, non è il sistema win a livello dello UNIX.Hai mai sentito parlare di armamenti nucl. controllati da server win? O di calcoli in cluster parallelo di fisica teorica, QCD, QED, in win? E potrei continuare anche in ambito commerciale, prendendo Hotmail.Che il rapporto prezzo/prestazioni sia più vantaggioso quello dei sistemi M$, è da vedere; diciamo che dipende dai casi quello dovè vantaggioso uno e dovè vantaggioso l'altro.Cmq vi sono aree dove win non può arrivare (io direi che se cerchi il max. tecnico anche nell'inezia, queste aree sarebbero tutte, ma come dici facciamo un discorso umano); c'è poco da fare, proprio perchè è stato progettato con una filosofia differente.Ciò che mi stupisce invece è la considerazione che si ha del prodotto facile.Un tempo un prodotto sw era giudicato ottimo se lo era tecnicamente; oggi magari delle schifezze di sw vengono giudicati buoni perchè sono facili, e da riviste del settore. Anzi vi sono anche tecnici che "votati" a questa facilità giudicano quel prodotto buono pur se tecnicamente scadente.
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            gia... probabilmente se riesci a far un beowulf in windoze ti danno il nobel... se poi la cosa è funzionante ti regalano direttamente m$... :))[non sto dicendo che non sia possibile... ]hahaha...
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            Guarda che ti sbagli.Datacenter è venduto per configurazioni 99.999% di uptime (garantiti da contratto).- Scritto da: datacenter
            scusami ma una cosa e parlare di
            applicazioni di uso umano altro e parlare di
            applicazioni cad/cam ecc...
            A questo punto tiriamo fuori un win2000
            datacenter che a parita di hw da la paga a
            qualsiasi serverone unix specialmente nel
            rapporto prezzo prestazioni e con uptime
            vicini al 99.7 (altrimenti MS scioglie il
            contratto con il fornitore del server).
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol

            Guarda che ti sbagli.

            Datacenter è venduto per configurazioni
            99.999% di uptime (garantiti da contratto).si e nell'uptime naturalmente non e compresa la pausa caffe e il rebboootttt...;-0)
        • Anonimo scrive:
          Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
          - Scritto da: quali paragoni
          SCUSAMI amico ma certe volte è necessario
          essere volgari: CHI SE NE FREGA se WIN o
          UNIX sono + veloci sicuri ecc.. sono due SO
          completamente diversi quindi non
          paragonabili in alcun modo.
          Comunque rimango della mia opinione SO con
          struttura diversa ed anzianita diverse non
          sono paragonabili.Perfettamente daccordo: e' meglio che Windows resti fuori dall'ambito aziendale, per la casa a far girare i giochini va benissimo.
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            bravo cosi al manager che deve inviare mail, gestire gli impegne ecc.. dai un *nix, quello dopo tre secondi prende il tuo carrozzone te lo sbatte in faccia e poi ti licenzia.win entrera oltre come pc anche come server nelle aziende alla faccia vostra
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            no coglione alla faccia tua!!!! così quando ti servirà davvero unix perche devi fare una cosa particolare che windoze non permettera (per concetto)... dovrai sborsare fior di soldoni ... haha... 2 os = 2 spese... se poi uno non serve... va be' ...amen io uso BSD! tu fai come vuoi...
      • Anonimo scrive:
        Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
        Ma quando lo capirai che non esiste il concetto di sicurezza intrinseca di un SO? Un sistema sicuro è un sistema gestito bene. Un sistema insicuro è un sistema non gestito.CRESCIIIIII!!- Scritto da: BSD_like
        Già, tuttavia uno UNIX rimane sempre più
        sicuro di un win*; certo che prima o poi
        anche Oracle sarà bucato; ma i buchi che
        hanno subito i server di M$ con win*, senza
        contare i fermi macchina, sono superiori a
        quelli avuti da altre società. E guarda caso
        l'unica proprietà M$ ancora non bucata è
        Hotmail, ma lì nei firewalls c'è FreeBSD.
        • Anonimo scrive:
          Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
          Vuoi dire che alla M$ i suoi progr/ammin. non sanno gestire win*?Scusa ma questa volta non sono io a gettare fango su M$.Dici il vero in fatto d'ammin., ma è pur vero che alla M$ hanno quanto di meglio possibile per gestire in sicurezza ed al meglio delle possibilità NT/2000.Se non ci sono riusciti, è dovuto alla filosofia di base del sistema, che è diversa da uno UNIX, diversa da un *BSD; ed in questo ha ragione chi ha postato prima, sono 2 o.s. (o meglio 2 topologie di o.s.) diverse e destinate principalmente a compiti diversi.Daltronde il compito principale che si è assunto win* è quello di essere il più usabile (per la verità se lo sono assunto anche altri non UNIX, ma vuoi la scaltrezza/furbizia di Bill, vuoi il fatto di essersi legato all'arch. IA ed al DOS, vuoi infine per il monopolio che si è venuto a creare; l'unico o.s. facile è risultato alla fine win*), la filosofia di uno UNIX è diversa, all'opposto.Ciò non significa di fondo nulla, senonchè, Bill & C. devono piantarla di definire il loro o.s. come quello che sà fare tutto: facile, sicuro, performante. È una bugia grossa quanto una montagna.Non esiste un'o.s. così, perfetto. I *BSD che riescono ad essere tecnicamente sup. sono estremamente difficili, non riescono a mantenere quel vantaggio tecnico diventando più facili, perchè è impossibile!Ma Bill questo lo sà, solo che falza sempre le carte, poi sulla lic. scrive che non si assume responsabilità (casomai ti venisse in mente d'usare NT/2000 o Xp per vere mission-critical), ma allora perchè fa simili sparate, mentendo?Perchè non dice che ad Hotmail non riescono a privarsi di FreeBSD per i firewalls e Solaris per i cluster, altrimenti gli hack se lo mangierebbero (server DNS di Redmond insegnano). Ah, già ma poi come recita Bill "quelli sono terroristi".Oltrettutto il fatto che io preferisca un'o.s. che presenti un pacchetto diverso, incentrato non sull'usabilità, ma su altro, è un discorso diverso.Di quest'user-friendly dannato, prima nel mondo dell'informatica non c'era bisogno, e un'o.s. un sw si giudicava buono o pessimo a seconda di come era sicuro, performante, stabile. Oggi magari uno schifo di sw (o o.s.) è giudicato buono solo perchè è facile, poi il prezzo da pagare alla facilità è ovv. dimenticato.
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            Approvo in pieno. Vuoi usare un'auto? prego, ti fai il corso di guida e prendi la patente, poi guidi.Perchè invece nell'informatica i s.o. devono essere facili anche per quelli che non hanno mai usato un pc? vuoi usare un pc? prego, ti fai un corso e poi usi un o.s. robusto e stabile.Darth Vader, come ti sentiresti se un concessionario ti dicesse "questa è un'auto che la può usare anche un bambino di 3 anni, è a comando vocale, però si staccano le ruote dopo 3 minuti d'utilizzo, e quest'altra ha ancora il volante, il cambio manuale e i pedali, ma è sicurissima"? tu cosa sceglieresti?
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            - Scritto da: kill -9
            Darth Vader, come ti sentiresti se un
            concessionario ti dicesse "questa è un'auto
            che la può usare anche un bambino di 3 anni,
            è a comando vocale, però si staccano le
            ruote dopo 3 minuti d'utilizzo, e
            quest'altra ha ancora il volante, il cambio
            manuale e i pedali, ma è sicurissima"? tu
            cosa sceglieresti?Certamente sceglierei la seconda. Però dovresti dimostrarmi che Windows è il primo caso e Linux il secondo.Leggi un po' di cifre di chi i conti li ha tenuti per mestiere: http://www.securityfocus.com/vulns/stats.shtmlCome vedi non è esattamente come dite voi.
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            Ma perchè non fai i conti?Questa storia che Linux et UNIX siano più bug-ati di win* è falso come una montagna, ed la bugia è sottile come solo M$ potrebbe fare.Se guardi le statistiche da te presentate sembrano più bacati i sistemi UNIX. Ma dovresti sapere che una distro UNIX ha più sw di una win* e che i bug sono riferiti alla distribuzione dell'o.s. non al sw in tot.win* di base comprende solo l'o.s. e le utility di base per l'o.s.Allora un conto invece l'ho fatto io, basandomi su quei dati; ma un conto di bug per unità di sw (in Mb). Eh, già, perchè è cosi che si fà il conto; non è appropriato, nè giusto; perchè i bug di un'o.s. e delle sue utility sono ben più importanti di bug del sw generico; ma tralasciamo.Consideriamo le annate peggiori per gli UNIX (alcuni) e quelle peggiori e migliori per NT/2000 win 3.x non è più sviluppato per cui inutile.Allora:AIX: an. pgg. 98 38 bug, 6 Gb sw
            6.3 bug/swSolaris: c.s. 99 34 bug, 6 Gb sw
            5.6 bug/swRed Hat: c.s. 00 95 bug, 20 Gb sw
            4.75NetBSD: c.s. 00 20 bug, 8 Gb sw
            2.5 bug/swwinNT/2000 c.s. 00 97 bug, 0.7 Gb sw
            138.57 bug/sw winNT an. migl. 98 8 bug, 0.4 GB sw
            20.0 bug/swPer il 98 annata migliore per win*, considero NT, perchè esisteva lui in quel periodo; a tutto vantaggio, poi di win poichè NT ha meno sw del 2000.Da notare che una distro win Nt o 2000, non comprende il famoso (per i bug) iis; mentre una distro UNIX si; anche se questo ha un peso leggero sulla stessa distro. Infatti dal 96 ad oggi Apache ha solo 6 bug in tot.; iis oltre 60; superiori a quello dell'o.s. stesso.L'iniquità con cui si guardano i dati nel complesso mi sembra debellata da semplici conti.Da notare infine; che per Red Hat, Solaris ed NetBSD, esiste il porting anche per altre piattaforme non IA; e per queste non è detto che i bug siano diversi; per cui vanno tolti i bug delle altre piattaforme; generalmente pochi; perchè innovate molto meno frequentemente delle piattaforme Intel comp.E' pesante invece per NetBSD, che sostiene più di 30 piattaforme, il cui valore di bug/sw scenderebbe probabilmente intorno ad 1.Infine, per i *BSD, vengono compresi anche relase dichiarate non affidabili, non current-stable (come FreeBSD, di cui l'ultima stable è la 4.4. uscita 3 mesi fà), e correttamente andrebbero considerate quelle relase.Non ho considerato tutti gli UNIX, ma mi sembra che i valori dati siano sufficienti.Per cui da ora in poi, cortesemente parlate di bug per unità di sw, quando vi riferite ai bug delle distribuzioni dei vari o.s.
        • Anonimo scrive:
          Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
          puoi essere bravo quanto vuoi a gestire .. che se non hai i source..... cis! i buchi che ci sono ci saranno finche qualcuno non rialscia la patch!! + che incerottare tutto il tuo bel serverone non puoi fare.... volente o nolente!in *nix il discorso cambia... decidi tu cosa si puo' fare, e cosa non si puo' fare! certo magari a installarlo ci vuol un attimino di +, e a imparare ad amministrarlo davvero anche... però----byez
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol

            puoi essere bravo quanto vuoi a gestire ..
            che se non hai i source..... cis! i
            buchi che ci sono ci saranno finche qualcuno
            non rialscia la patch!! + che incerottare
            tutto il tuo bel serverone non puoi fare....
            volente o nolente!

            in *nix il discorso cambia... decidi tu cosaquale *nix?Solaris?AIX?HP-UX?MacOSX?non tutti gli unix sono open-source, anzi, quasi nessuno....il discorso non cambia...GNU is not Unix...Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: In confronto alla oracle bill sembra un angiol
            Ti ricordo che Solaris è in licenza open di Sun, e quindi si possono vedere i sorgenti.Per gli altri UNIX closed hai parzialmente ragione.Installo e configuro anche AIX, e lavorato su Digital UNIX; e pur non vedendo i sorgenti, questi sistemi (cosi come gli altri o.s. UNIX closed) ti consentono di costruirti un kernel appropriato (certamente non a puntino come gli UNIX open source), con l'aggiunta di patch di binari del kernel già pronti, ovv., presenti nei CD della distro e tavolta, se l'azienda considera necessario aggiungerne altri, scaricabili dal sito della stessa azienda.Certo non è come compilare un Kernel a puntino (in effetti, poi non ho visto ancora sistemisti AIX, etc., fare un kernel a puntino; al max. il passaggio dal kernel a 32 a quello a 64 bit), ma il kernel risultante sarà sicuramente più appropriato alla macchina (esp. personale).
  • Anonimo scrive:
    hokkamokka!
    si però , signori, hotmail ora, NON E' RAGGIUNGIBILE se non hai IE4+ o Netscape in certe versioni.ovvero, non entri se hai , per esempio, IE3 (montato di serie su tutto, tipo su NT4).se hotmail comincia a fallare, saranno cazzi per tutti.
  • Anonimo scrive:
    DNS
    Ma sai cosa vuol dire che windows non e' in grado di gestire una rete il dns si occupa di gestire i pacchetti ip i controllarne la natura (65025) se sono superiori li taglia (il famoso nuke) di controllare la stabilita di reteQindi un attacco di hacker deve passare dal dns per arrivare a uindowsuna specia di tartaruga dal guscio duro e in mezzo la mollica (uindows) bucato il dns la rete e' im mano agli hacker e uindoes non ha difese
    • Anonimo scrive:
      Re: DNS
      Già, però M$ sui server DNS di Redmond usa Linux, o almeno, li gestisce ora una società esterna che usa Linux.E per Hotmail, hanno detto il vero che stanno cercando di sostituire FreeBSD dai server per erogare i servizi agli ut.; si sono solo dimenticati di dire che non è prevista la sostituzione di FreeBSD nei firewalls, e di Solaris nei cluster (o meglio a controllare i nodi cluster con win/iis, che devono rispondere agli ut.).Sarebbe curioso di vedere se toglieranno del tutto Apache ora su FreeBSD; se lo fanno (visto che è presente ora per prudenza: falle di iis), l'invito a (è di) sfruttare i bug per gli hack sarebbe troppo forte, e FreeBSD nei firewalls non potrebbe difendere Hotmail da pacchetti anti-iis.Si vedrebbero delle belle, gli hack potrebbe fare ad Hotmail quello che hanno fatto con i server DNS di M$ a Redmond dove esasperata per i continui fermi macchina dei server DNS con NT, sono stati costretti a farli amministrare da una società ext. (M$ non voleva sporcarsi l'immaggine), con Linux (si lo sò per i fans win* quello è terrorismo, peccato che dovrebbe essere l'o.s. win* a resistere agli attacchi terroristi o meno).Non sò di specifico se i server DNS di Hotmail utilizzino FreeBSD o Solaris, credo FreeBSD perchè Solaris ad Hotmail è sempre stato usato per i cluster; ma visto ciò che è accaduto con quelli di Redmond mi auguro che ci mettano NT/2000 (neanche questo è previsto); così un'altra figuraccia uguale non l'eviterebbero. Purtroppo sono molto prudenti a sostituire i server UNIX con NT/2000; ma se lo fanno.....
    • Anonimo scrive:
      Re: DNS

      il dns si occupa
      di gestire i pacchetti ip i controllarne la
      natura (65025) se sono superiori li taglia
      (il famoso nuke) di controllare la stabilita
      di reteUh ? Io ho sempre saputo il Domain Name Service avesse il compito di trasformare un indirizzo mnemonico ("lamer.it") in indirizzo IP (195.103.71.12).Spiegami 'sta storia dei pacchetti superiori tagliati, che mica l'ho capita ...
      Qindi un attacco di hacker deve passare dal
      dns per arrivare a uindowsNo, il DNS c'entra ben poco: Lo usi una sola volta per avere l'indirizzo IP, poi basta.
      • Anonimo scrive:
        Re: DNS
        - Scritto da: Giambo
        No, il DNS c'entra ben poco: Lo usi una sola
        volta per avere l'indirizzo IP, poi basta.
        Sei troppo ignorante di informatica per poter parlare!
        • Anonimo scrive:
          Re: DNS


          No, il DNS c'entra ben poco: Lo usi una

          sola volta per avere l'indirizzo IP, poi

          basta.


          Sei troppo ignorante di informatica per
          poter parlare!Sto' aspettando le tue spiegazioni. Ma credo proprio che tu non ne abbia, perche' l'ignorante qui sei solo tu.
  • Anonimo scrive:
    Già, ma usano DreamWeaver...
    ...invece di quello schifo di Frontpage...E per fortuna :-)Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Già, ma usano DreamWeaver...
      ma piantala. dreamweaver e' per fighetti iconizzati che vivono coi wizard.- Scritto da: MaurizioB
      ...invece di quello schifo di Frontpage...

      E per fortuna :-)

      Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Già, ma usano DreamWeaver...
        eh beh.. frontpage invece e' tanto meglio....
      • Anonimo scrive:
        Re: Già, ma usano DreamWeaver...
        ma piantala Mr. editor con 3 tasti : "0", "1" , " ".Chi parla così di dreamweaver o di ultradev sicuramente non conosce i software. Mi auguro che tu possa passare il resto dei tuoi giorni in compagnia di VI. - Scritto da: Buxer
        ma piantala. dreamweaver e' per fighetti
        iconizzati che vivono coi wizard.


        - Scritto da: MaurizioB

        ...invece di quello schifo di Frontpage...



        E per fortuna :-)



        Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Già, ma usano DreamWeaver...

          ma piantala Mr. editor con 3 tasti : "0",
          "1" , " ".

          Chi parla così di dreamweaver o di ultradev
          sicuramente non conosce i software. Mi
          auguro che tu possa passare il resto dei
          tuoi giorni in compagnia di VI.
          no dai raga'...non scherziamo...se uno guarda l'html prodotto da dreamweaver o da altri software simili, viene da piangere.Per non parlare del simil-asp che lui dice di generare.E' come usare un software di traduzione automatica, il senso magari si capisce pure, ma c'e' sempre bisogno di correzioni e aggiustamenti.E a volte ci vuole piu' a correggere che a rifare da zero con le propie manine.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Già, ma usano DreamWeaver...
            allora scrivila tu una routine come MM_findObjects() che sia tanto robustda da trovare senza errori e senza eccezioni un immagine posta in un layer, annidato in un form , ed annidato in una tabella. se riesci a farla migliore di quella ... (ma devi dimostrarlo prima) allora credo che tu ti possa permettere di parlare di "codice cagata".Se poi non riesci ad interpretare un codice robusto come quelli di DW, posso sempre consigliarti degli ottimi testi sull'argomento.ciao ciao - Scritto da: maks

            ma piantala Mr. editor con 3 tasti : "0",

            "1" , " ".



            Chi parla così di dreamweaver o di
            ultradev

            sicuramente non conosce i software. Mi

            auguro che tu possa passare il resto dei

            tuoi giorni in compagnia di VI.



            no dai raga'...
            non scherziamo...
            se uno guarda l'html prodotto da dreamweaver
            o da altri software simili, viene da
            piangere.
            Per non parlare del simil-asp che lui dice
            di generare.
            E' come usare un software di traduzione
            automatica, il senso magari si capisce pure,
            ma c'e' sempre bisogno di correzioni e
            aggiustamenti.
            E a volte ci vuole piu' a correggere che a
            rifare da zero con le propie manine.

            Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Già, ma usano DreamWeaver...
            - Scritto da: giovanni
            allora scrivila tu una routine come
            MM_findObjects() che sia tanto robustda da
            trovare senza errori e senza eccezioni un
            immagine posta in un layer, annidato in un
            form , ed annidato in una tabella.

            se riesci a farla migliore di quella ... (ma
            devi dimostrarlo prima) allora credo che tu
            ti possa permettere di parlare di "codice
            cagata".
            Se poi non riesci ad interpretare un codice
            robusto come quelli di DW, posso sempre
            consigliarti degli ottimi testi
            sull'argomento.

            ciao ciao
            cell'hai sicuramente piu' lungo te.... stanne certoio non devo dimostrare nulla.Le mie routine hanno sempre funzionato piu' che bene.E senza dreamweaver.Dreamweaver serve a chi fa i rollover, ma non puo' auitare me che faccio intranet su piattaforme specifiche (IE) e che ho necessita' che non rientrano nelle possibilita' dei wizard.Come ad esempio scrivere codice che trasferisca dati via soap da client a server e viceversa, senza dover postare la pagina.Mi spiace che tu la prenda cosi' male.Non ho detto che dreamweaver faccia cagare, ho detto che usando quei tool ho passato piu' tempoa correggere, che altro...Se pensi che programmare sia una cosa da wizard, allora siamo su due mondi completamente opposti.Se vuoi, posso consigliarti io qualche testo su cosa voglia dire scrivere codice robusto, portabile e, possibilmente leggibile e manutenibile.buona giornata
          • Anonimo scrive:
            Re: Già, ma usano DreamWeaver...

            Se vuoi, posso consigliarti io qualche testo
            su cosa voglia dire scrivere codice robusto,
            portabile e, possibilmente leggibile e
            manutenibile.Molto volentieri, ti ringrazio.Leggere non fa mai male.
          • Anonimo scrive:
            Re: Già, ma usano DreamWeaver... [really OT]

            Molto volentieri, ti ringrazio.
            Leggere non fa mai male.potresti iniziare con Thinking in C++ (o Thinking in java), che, a partel'impostazione sul linguaggio, spiegano come "pensare ad oggetti", scrivere del codice migliore dal punto di vista formale e migliorarne il riuso.Il secondo e' C++ manuale di stile, di Carlo Pescio, che spiega tramite semplici regole, come evitare i classici errori di programmazione, milgiorare la leggibilita' del codice e quindi la sua manutenzione, trattando argomenti utili in qualsiasi linguaggio, dal come scegliere il nome delle variabili a come ridurre le dipendenze fra classi.Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Già, ma usano DreamWeaver... [really OT]

            potresti iniziare con
            Thinking in C++ (o Thinking in java), che, a
            parte
            l'impostazione sul linguaggio, spiegano come
            "pensare ad oggetti", scrivere del codice
            migliore dal punto di vista formale e
            migliorarne il riuso.Thinking in java lo trovo + pertinente e cmq lo possiedo già (e l'ho anche letto addirittura)
            Il secondo e' C++ manuale di stile, di Carlo
            Pescio, che spiega tramite semplici regole,
            come evitare i classici errori di
            programmazione, milgiorare la leggibilita'
            del codice e quindi la sua manutenzione,
            trattando argomenti utili in qualsiasi
            linguaggio, dal come scegliere il nome delle
            variabili a come ridurre le dipendenze fra
            classi.Buon testo ... ma non credo sia strettamente necessario assolutamente partire da concetti così articolati per fare applicazioni che alla fine sono quasi sempre script based .Poi ciascuno è libero di complicarsi la vita come vuole. Non dico che sia sbagliato, ma credo sia quantomeno fuori luogo.
            Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Già, ma usano DreamWeaver... [really OT]

            Buon testo ... ma non credo sia strettamente
            necessario assolutamente partire da concetti
            così articolati per fare applicazioni che
            alla fine sono quasi sempre script based .
            esatto!dreamweaver puo' servire se non conosci html, dhtml o javascript, o se fai le cose sempre allo stesso modo.Non credo sia un tool che MS usi per fare qualsivoglia cosa, come non credo che usi frontpage.Il sito di MSDN potra' anche essere troppo IE dipendente, ma c'e' dietro un sacco di lavoro, che sicuramente non si puo' fare con dei tool automatici.Molti di quelli cha fanno siti web ritengono di "programmare" in HTML.E di solito usano dreamweaver o front page.Lo so che non e' l'abito che fa il monaco, ma e' come dire che uno che scrive una lettera programma in RTF, e sinceramente fa sorridere :)Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Già, ma usano DreamWeaver... [really OT]
            Però se leggi l'introduzione di D. Flannagan in Javascript the Definitive Guide (O'Reilly) , noterai come l'autore dia valide argomentazioni riguardo il verbo "programming" riferito a javascript ... Io mi trovo daccordo su quanto lui dice ...... ma è una mia opinione, naturalmente.- Scritto da: maks

            Buon testo ... ma non credo sia
            strettamente

            necessario assolutamente partire da
            concetti

            così articolati per fare applicazioni che

            alla fine sono quasi sempre script based .



            esatto!
            dreamweaver puo' servire se non conosci
            html, dhtml o javascript, o se fai le cose
            sempre allo stesso modo.
            Non credo sia un tool che MS usi per fare
            qualsivoglia cosa, come non credo che usi
            frontpage.
            Il sito di MSDN potra' anche essere troppo
            IE dipendente, ma c'e' dietro un sacco di
            lavoro, che sicuramente non si puo' fare con
            dei tool automatici.

            Molti di quelli cha fanno siti web ritengono
            di "programmare" in HTML.
            E di solito usano dreamweaver o front page.
            Lo so che non e' l'abito che fa il monaco,
            ma e' come dire che uno che scrive una
            lettera programma in RTF, e sinceramente fa
            sorridere :)

            Ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Già, ma usano DreamWeaver... [really OT]
            - Scritto da: maks
            dreamweaver puo' servire se non conosci
            html, dhtml o javascript, o se fai le cose
            sempre allo stesso modo.Per una gran parte di cose velocizza enormemente il lavoro, poi certo se uno è un developer serio sa che può creare con dreamweaver e rifinire a mano, risparmando comunque parecchio tempo piuttosto che fare totalmente tutto a mano!
            Non credo sia un tool che MS usi per fare
            qualsivoglia cosa, come non credo che usi
            frontpage.Per il primo è ovvio, per il secondo è a dir poco scontato che non lo usi del tutto...
            Molti di quelli cha fanno siti web ritengono
            di "programmare" in HTML.
            E di solito usano dreamweaver o front page.Di norma uno che usa dw sa di più di html di uno che usa fp, anche perchè molti utenti dw sono arrivati lì dopo fp, perchè oltremodo stufi di come questo si comporta. C'è da chiedersi perchè, con tutte le opinioni estremamente negative sempre date a questo prodotto, MS si ostini a continuarne lo sviluppo (che poi "sviluppo" è un po' un eufemismo)...
            Lo so che non e' l'abito che fa il monaco,
            ma e' come dire che uno che scrive una
            lettera programma in RTF, e sinceramente fa
            sorridere :)Non è proprio così. E' come dire che se tu ricevi un testo in RTF quello potrebbe averlo scritto in wordpad, ma conosce bene pure l'rtf...
      • Anonimo scrive:
        Re: Già, ma usano DreamWeaver...
        Front Page invece no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Già, ma usano DreamWeaver...
      - Scritto da: MaurizioB
      ...invece di quello schifo di Frontpage...

      E per fortuna :-)

      SalutiNon mi sembra che sia tanto meglio...Sempre roba da utonti è! (basta saper clickare quì & lì)'Iao
    • Anonimo scrive:
      Re: Già, ma usano DreamWeaver...
      - Scritto da: MaurizioB
      ...invece di quello schifo di Frontpage...

      E per fortuna :-)

      Salutidove l'hai letto?Da quello che so io usano o Visual studio o deisoftware custom sviluppati appositamente per determinati compiti, come ad esempio la pubblicazione della documentazione su MSDN.Qual'e' la tua fonte?ciao
Chiudi i commenti