Windows XP, s'allontana il pensionamento

Con una decisione dettata dai ritardi di Windows Vista, Microsoft ha rimandato di due anni la fine del supporto mainstream a Windows XP. A beneficiare della proroga sono soprattutto gli utenti consumer
Con una decisione dettata dai ritardi di Windows Vista, Microsoft ha rimandato di due anni la fine del supporto mainstream a Windows XP. A beneficiare della proroga sono soprattutto gli utenti consumer


Redmond (USA) – Buone nuove per gli utenti consumer di Windows XP. Microsoft ha infatti deciso di estendere di ulteriori due anni il periodo di supporto mainstream riservato al proprio sistema operativo, incluse le edizioni Home e Media Center.

Stando al ciclo di vita standard dei prodotti Microsoft, il servizio di assistenza mainstream di Windows XP Home e Media Center avrebbe dovuto terminare il 31 dicembre 2006 : ciò dava però agli utenti pochissimo tempo per migrare a Windows Vista, che come noto dovrebbe arrivare sul mercato nell’ultimo trimestre dell’anno. In particolare, Microsoft si è resa conto che il passaggio da XP a Vista costringerà molti clienti a cambiare o aggiornare i propri PC , e questo richiederà tempo. Il colosso ha così deciso di estendere il termine del supporto mainstream di Windows XP a ” due 2 anni dopo il rilascio della versione successiva a questo prodotto “. Se, per ipotesi, Windows Vista venisse lanciato nel novembre del 2006, il ciclo di supporto di XP verrebbe dunque esteso fino all’ottobre del 2008.

L’estensione del supporto, durante il quale continueranno ad essere rilasciati gli hotfix di sicurezza , interesserà tutte le edizioni di Windows XP ma, nel caso delle versioni business, l’intervento appare meno vitale: i prodotti d questa categoria, tra i quali rientrano Windows XP Professional e Tablet PC Edition, godono infatti di 5 anni di supporto extendend durante i quali gli aggiornamenti di sicurezza più importanti restano gratuiti. Anziché i convenzionali 10 anni, il ciclo di vita di XP Pro e Tablet durerà ora complessivamente 12 anni .

I cambiamenti appena annunciati da Microsoft si sono resi necessari a causa del grande ritardo accumulato nello sviluppo di Vista : mai, infatti, era passato tanto tempo fra il rilascio di una major release e l’altra di Windows client.

Nel recente passato Microsoft ha allungato la vita anche ai più vecchi discendenti di Windows 95 , ossia 98 e Me, estendendone parzialmente il supporto fino al 30 giugno di quest’anno. In questo caso le ragioni del provvedimento vanno cercate nell’esigenza, da parte del colosso di Bill Gates, di continuare a proteggere gli utenti dei vecchi Windows – in larga parte aziendali – dalle minacce di sicurezza più urgenti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 01 2006
Link copiato negli appunti