WinHEC/ Longhorn e concept PC

Bill Gates ha rivelato alcune caratteristiche di Longhorn, come un nuovo formato di documento basato su XML, e ha mostrato nuovi prototipi di PC più o meno futuristici


Seattle (USA) – Windows Longhorn e concept PC sono due dei temi chiave discussi dai dirigenti di Microsoft alla Windows Hardware Engineering Conference (WinHEC) di Seattle, lo stesso evento che lunedì ha fatto da sfondo al lancio delle edizioni x64 di Windows .

Durante la conferenza, il chairman di Microsoft Bill Gates ha mostrato una nuova anteprima di Longhorn che, rispetto alla precedente versione preliminare, aggiunge poche novità sostanziali. Gates non ha tuttavia rinunciato ad anticipare alcune nuove caratteristiche che faranno parte delle future versioni beta del sistema operativo. Tra queste c’è Metro , nuovo formato di file basato sullo standard XML che promette di semplificare e migliorare la stampa e la condivisione dei documenti.

L’idea di Microsoft è quella di fornire agli utenti di Longhorn la possibilità di leggere, stampare e scambiarsi documenti senza la necessità di disporre di una particolare applicazione o viewer. Un documento in formato Metro potrà infatti essere aperto, ad esempio, con Internet Explorer e stampato mediante un driver compatibile: il colosso ha spiegato che per supportare Metro i produttori non dovranno apportare alcun cambiamento all’hardware o al firmware delle proprie stampanti. Oltre a conservare la formattazione e l’aspetto dei documenti creati con Office, Microsoft sostiene che il suo nuovo formato ridurrà i tempi di stampa e consentirà di ottenere copie su carta più fedeli alla versione digitale. Per molti aspetti Metro sembra designato a rivaleggiare da vicino con le tecnologie PostScript e PDF (Portable Document Format) di Adobe, pur tenendo in considerazione come queste ultime si rivolgano a fasce di mercato professionali a cui Metro non sembra per il momento ambire.

La tecnologia Metro poggerà sulle API di Avalon , il sottosistema grafico di Longhorn, e la sua specifica sarà rilasciata da Microsoft sotto una licenza libera da royalty.

Gates ha poi accennato ad alcune delle nuove funzionalità di ricerca dei file integrate nel futuro Windows, funzionalità che a suo dire “permetteranno di organizzare i file in modo decisamente migliore di oggi”. Sebbene il file-system di nuova generazione WinFS sia destinato a non far parte di Longhorn , il fondatore di Microsoft ha detto che nel nuovo sistema operativo la tradizionale tecnologia di indicizzazione dei file verrà spinta ai suoi estremi limiti: sarà ad esempio possibile ordinare i file in cartelle virtuali, applicare filtri di ricerca e ordinamento a collezioni dinamiche di documenti e condividerne la lista con altri utenti, eventualmente in modo automatico per mezzo dello standard RSS (Really Simple Syndication).

Tra le novità dell’Explorer di Longhorn Gates ha mostrato una funzione che permette di navigare tra i documenti di una cartella vedendone immediatamente una piccola anteprima : in pratica funziona in modo simile all’anteprima già integrata in Longhorn per immagini e video, ma si applicherà a file di Office, di testo e in altri formati.

Durante la conferenza WinHEC, Microsoft ha mostrato alcuni nuovi concept PC che dovrebbero anticipare le future tendenze nella progettazione dei personal computer. I due prototipi di riferimento rimangono Athens per i client aziendali (introdotto nel 2003) e Windows Home Concept per i PC consumer (introdotto lo scorso anno). Athens pone soprattutto l’accento sulle funzionalità di messaggistica e comunicazione audio/video e sull’integrazione con i servizi wireless e i telefoni cellulari. Windows Home Concept rappresenta invece un PC media center di nuova generazione che gli utenti potranno utilizzare in modo sempre più simile ad una set-top box. Microsoft ha pubblicato maggiori dettagli in questo comunicato .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Useremo le fosse biologiche!!!
    Forse, come nelle fattorie cinesi adpereremo il gas delle fosse biologiche per preparare la cena!!
  • Anonimo scrive:
    Una buona notizia!
    Finalmente almeno si va nella giusta direzione per ottenere l'idrogeno. Aspettiamo di avere maggiori dettagli ma messa così sembra promettente.Che ne dite?Ciao, Mirco
    • Anonimo scrive:
      Re: Una buona notizia!
      Dico che è un'ottima notizia specie se si pensa che tutti vogliono l'idrogeno e poi non pensano che si finirebbe per estrarlo dal petrolio perchè altrimenti costerebbe troppo...E poi chissà magari in un futuro non lontano magari ci saranno centrali ad idrogeno che sfrutteranno questi batteri per distruggere la nostra spazzatura... (una cosa molto simile è già presente da decenni nei depuratori)
  • Anonimo scrive:
    SILOS
    Elio e le Storie tese qualche anno fa hanno scritto la canzone "SILOS" che ci dice di conservare i rifiuti del nostro corpo per le carestie del futuro. Ora abbiamo un altro motivo per conservarli!!!!
  • Anonimo scrive:
    Authorization required ???
    volevo leggere tutto il testo ma ci vuole una password!uff....poi dicono che su internet impari tante cose::ma che e ..roba segreta?Authorization RequiredYou have requested an item from the ACS Publications Web Server that requires authorization with a User ID and Password.
  • Sandro kensan scrive:
    Non mi pare una soluzione
    Credo sia un contributo e non una soluzione. Comunque quello di cui si sta parlando non è una fuel cell ma un reformer, trasforma un combustibile in idrogeno che poi una fuel cell trasformerà in elettricità.La questione è molto antica ed elementare, le "fuel Cell" di qualche anno fa (1900) erano i cavalli che andavano a biada, la massima espansione di queste macchine animali è stata di un cavallo ogni cento abitanti. In soldoni questo è quello che i campi offrono e sostengono.Attualmente si hanno produzioni di biada maggiori ma si usa il petrolio (concimi chimici a quintali per ettaro). Meglio non entrare nel dettaglio e volare alto. La fotosintesi clorofilliana ha efficienze bassissime intorno all'un per cento del sole che gli arriva, un pannello fotovoltaico ha efficienze intorno al 12%.Non ho fatto conti ma credo che noi mangiamo in energia per i nostri veicoli tutto quello che i campi italiani generano, così fanno i francesi, gli americani, i giapponesi e sono sulla buona strada pure i cinesi. Per fortuna che c'è il petrolio altrimenti dovremmo rimanere a dieta ferrea per alimentare l'auto.Quindi queste fuel cell se arriveranno sul mercato saranno un aiuto e non una soluzione sempre che non si decida di passare dal trasporto privato a quello pubblico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non mi pare una soluzione
      Be, il problema è che chi ha le fonti di energia in mano ha i soldi (e le leve per farli) e chi ha i soldi ha in mano la ricerca per le fonti future...considera che le ricerche sulle batterie elettriche sono state stoppate 100 anni fa per favorire la lobby dei motori a combustione, considera che i primi esperimenti sulla fusione fredda e sulla sonoluminescenza (con produzione di plasma potenzialmente fissile) non sono nate negli anni 90 con Fleishman e Pons ma ci sono addirittura esempi degli anni 30... considera che con le biomasse e l'agricoltura intensiva odierna si ha una efficienza per ettaro 100 volte superiore che con le agricolture tradizionali, utilizzabili ed utilizzate da mezzo secolo a Cuba per fare andare le auto ad alcool (e la formula Indy, tutta USA, dove le auto ad alcool, facilissimo da produrre da fonti rinnovabili sono dei veri bolidi).Forse sono troppo ottimista riguardo le risorse e troppo pessimista riguardo l'uomo, ma quello che credo è che sia tutta una colossale truffa organizzata per venderci quello che a loro conviene di più nel momento in cui gli conviene... e gli effetti collaterali o a lunga scadenza gli interessano poco o niente... anche essi sono un businness (sanità, qualità, bioarchitettura, depurazione, smaltimento e riciclaggio dei rifiuti)Insomma, questi magnaccia sono molto peggio dei batteri (e chiedo scusa ai batteri per il paragone), tutto fa brodo, tutto si mangia: energia, guerre per le risorse, salute, inquinamento...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non mi pare una soluzione
        - Scritto da: Anonimo
        Be, il problema è che chi ha le fonti di energia
        in mano ha i soldi (e le leve per farli) e chi ha
        i soldi ha in mano la ricerca per le fonti
        future...
        considera che le ricerche sulle batterie
        elettriche sono state stoppate 100 anni fa per
        favorire la lobby dei motori a combustione,
        considera che i primi esperimenti sulla fusione
        fredda e sulla sonoluminescenza (con produzione
        di plasma potenzialmente fissile) non sono nate
        negli anni 90 con Fleishman e Pons ma ci sono
        addirittura esempi degli anni 30... considera che
        con le biomasse e l'agricoltura intensiva odierna
        si ha una efficienza per ettaro 100 volte
        superiore che con le agricolture tradizionali,
        utilizzabili ed utilizzate da mezzo secolo a Cuba
        per fare andare le auto ad alcool (e la formula
        Indy, tutta USA, dove le auto ad alcool,
        facilissimo da produrre da fonti rinnovabili sono
        dei veri bolidi).
        Forse sono troppo ottimista riguardo le risorse e
        troppo pessimista riguardo l'uomo, ma quello che
        credo è che sia tutta una colossale truffa
        organizzata per venderci quello che a loro
        conviene di più nel momento in cui gli
        conviene... e gli effetti collaterali o a lunga
        scadenza gli interessano poco o niente... anche
        essi sono un businness (sanità, qualità,
        bioarchitettura, depurazione, smaltimento e
        riciclaggio dei rifiuti)
        Insomma, questi magnaccia sono molto peggio dei
        batteri (e chiedo scusa ai batteri per il
        paragone), tutto fa brodo, tutto si mangia:
        energia, guerre per le risorse, salute,
        inquinamento...Francamente credo che esageri. Personalmente ritengo che sia una conseguenza del sistema. Se appartieni ad una grande organizzazione, e hai velleità di carriera, scopri rapidamente ciò che paga e ciò che non va fatto. Nel ciò che non va fatto è compreso uscire dal seminato, o peggio cambiare i semi. Quindi se ti occupi di petrolio, non azzardarti a parlare di fotovoltaico. Perchè ci sono almeno tre livelli di arrivati (o comunque meglio piazzati di te) che ti fucileranno sul posto ("meglio ucciderli da piccoli, se crescono potrebbe essere più difficile") se ti azzardi a cercare di cambiare le regole del gioco. Un po' come succede nell'ambito accademico. Sempre ricerche al centro della zona illuminata (dagli eminenti) perchè se ti avvicini alla zona d'ombra ti stroncano. E' comprensibile. Se sono il massimo esperto di X e arriva qualcuno a mettere in discussione X con Y, se avesse ragione io diverrei il massimo esperto in qualcosa che non è più vera, e lui il nuovo massimo esperto. Questo spiega perchè la ricerca è sempre più evolutiva e fa sempre meno salti (cambi di paradigma).Quindi non "sono state stoppate" le ricerche. Semplicemente si è seguita la strada di minore resistenza. I politici lungimiranti che creavano anticorpi a questi comportamenti insiti nella natura umana (esempio il brevetto per remunerare chi investiva, non come oggi il brevetto come arma d'interdizione; il copyright per stimolare la creatività, non come oggi per restringere il mercato, e potrei continuare per ore), questi politici, dicevo, non esistono più.Gente come Lessig (che si batte per impedire un uso distorto di strumenti nati con scopi differenti) sono mosche bianche. E quei pochi che capiscono spesso se ne sbattono (mi includo, anche se capisco poco). E così si va di male in peggio....
      • Chernobyl scrive:
        Re: Non mi pare una soluzione
        - Scritto da: Anonimo
        considera che le ricerche sulle batterie
        elettriche sono state stoppate 100 anni fa per
        favorire la lobby dei motori a combustione,
        considera che i primi esperimenti sulla fusione
        fredda e sulla sonoluminescenza (con produzione
        di plasma potenzialmente fissile) non sono nate
        negli anni 90 con Fleishman e Pons ma ci sono
        addirittura esempi degli anni 30... considera cheVedo con (dis)piacere che non conosci un bel nulla di energia nucleare. Sapresti che la prima reazione nucleare controllata e' stata fatta nel 1942, e che plasma ha a che fare con la fusione nucleare
        con le biomasse e l'agricoltura intensiva odierna
        si ha una efficienza per ettaro 100 volte
        superiore che con le agricolture tradizionali,
        utilizzabili ed utilizzate da mezzo secolo a Cuba
        per fare andare le auto ad alcool (e la formula
        Indy, tutta USA, dove le auto ad alcool,
        facilissimo da produrre da fonti rinnovabili sono
        dei veri bolidi).Il tuo predecessore ha ben spiegato come e' la situazione: 3 mila machine possono usare alcool estratto dalle biomasse, 3 miliardi di machine NO
        Forse sono troppo ottimista riguardo le risorse e
        troppo pessimista riguardo l'uomo, ma quello che
        credo è che sia tutta una colossale truffa
        organizzata per venderci quello che a loro
        conviene di più nel momento in cui gli
        conviene... e gli effetti collaterali o a lunga
        scadenza gli interessano poco o niente... anche
        essi sono un businness (sanità, qualità,
        bioarchitettura, depurazione, smaltimento e
        riciclaggio dei rifiuti)
        Insomma, questi magnaccia sono molto peggio dei
        batteri (e chiedo scusa ai batteri per il
        paragone), tutto fa brodo, tutto si mangia:
        energia, guerre per le risorse, salute,
        inquinamento...Piuttosto di guardare la pagliuzza (grande quanto vuoi, ma comunque pagliuzza) degli altri, guarda la TUA trave nell'occhio ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Non mi pare una soluzione
          Questa stronzata della pagliuzza e quell'altra del "meditate gente, meditate" hanno veramente rotto all'inverosimile.
  • Anonimo scrive:
    Napoli...
    ... risolvera tutti i suoi problemi di inquinamento... e otterrà anche un sacco di energia elettrica ... magari piu di quella che avrebbero ottenuto facendo costruire gli inceneritori ;-) (che se non altro sarebbero serviti a fare un po di pulizia oltre che a produrre elettricità)
  • Anonimo scrive:
    Se posso dire la mia....
    ....sarà anche roba "biologicamente studiata" ma leggendo il testo ed i thread mi è venuta voglia di rigettare.Scusate, potevo anche risparmiarmelaPaolo
  • Akiro scrive:
    ...totalmente ecologiche
    finalmente una buona notiziasperiamo.
  • Anonimo scrive:
    arabi
    finche ci saranno gli arabi .........
  • Anonimo scrive:
    Oggi ho la tosse. Può servire ?
    ***
  • Anonimo scrive:
    Ritorno al..
    vi ricordate quando a ritorno al futuro per far andare la macchina la pienano di lezzo :D.a meno che le mutinazionali alla fine non ci facciano pagare escrementi raffinati l'idea che i miei bisogni mastodontici possano portarmi in germania mi piace alquanto unisce l'utile al dilettevole.(chi è stitico deve portarsi dietro il fagotto di roba organica)Già vedo al futuro quando i gabinetti pubblici e le discariche saranno oggetto di sciacalli con raffinerie fuorilegge (rotfl)
    • pioneer981 scrive:
      Re: Ritorno al..
      finche' non avranno spremuto fino all'ultima goccia le riserve di petrolio, non metteranno mai in commercio mezzi di trasporto che convenga acquistare.Basta vedere cosa fanno ora... Piuttosto che proporre ANCHE alternative, investono il 90% nel cercare di rendere meno inquinanti i mezzi di trasporto a carburante, e poco o niente per proporre mezzi di trasporto ecologici a pari prestazioni.
  • Anonimo scrive:
    Ma alla fine...
    Con questi batteri sporcaccioni, l'energia ricavata dall'idrogeno prodotto è maggiore o minore di quella impiegata per produrlo?Mi sembra un informazione fondamentale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma alla fine...
      E' talmente fondamentale da essere del tutto ovvia. Per questo non è specificata.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma alla fine...
        - Scritto da: Anonimo
        E' talmente fondamentale da essere del tutto
        ovvia. Per questo non è specificata.Non credo che sia così ovvia. Dipende cosa si intende nel dire "per produrlo". Il vantaggio, se questa tecnologia funziona, è che la produzione di materiale organico per la fuel cell avviene indipendentemente ad essa, quindi il costo puo' essere considerato 0.Che poi le calorie spese per fare 1 kg di m**** siano inferiori all'energia ricavata da essa, non mi di primaria importanza... :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma alla fine...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          E' talmente fondamentale da essere del tutto

          ovvia. Per questo non è specificata.

          Non credo che sia così ovvia. Dipende cosa si
          intende nel dire "per produrlo". Il vantaggio, se
          questa tecnologia funziona, è che la produzione
          di materiale organico per la fuel cell avviene
          indipendentemente ad essa, quindi il costo puo'
          essere considerato 0.
          Che poi le calorie spese per fare 1 kg di m****
          siano inferiori all'energia ricavata da essa, non
          mi di primaria importanza... :-)Veramente mi riferivo alla corrente introdotta nel processo:... senza la necessità di introdurre nella cella ossigeno dall'esterno. Al posto di quest'ultimo gli scienziati utilizzano una piccola corrente elettrica con tensione di 0,25 Volt che consente ai batteri...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma alla fine...
        - Scritto da: Anonimo
        E' talmente fondamentale da essere del tutto
        ovvia. Per questo non è specificata.A me invece la definizione di recupero degli elettroni come idrogeno al 92% ha lasciato qualche dubbio.Ma non sono un intelligentone come te:"By augmenting the electrochemical potential achieved by bacteria in this MFC with an additional voltage of 250 mV or more, it was possible to produce hydrogen at the cathode directly from the oxidized organic matter. More than 90% of the protons and electrons produced by the bacteria from the oxidation of acetate were recovered as hydrogen gas, with an overall Coulombic efficiency (total recovery of electrons from acetate) of 60-78%. This is equivalent to an overall yield of 2.9 mol H2/mol acetate (assuming 78% Coulombic efficiency and 92% recovery of electrons as hydrogen). "
  • Anonimo scrive:
    La catastrofe è in agguato!
    Un superbatterio sterminerà l'umanità e la trasformerà in idrogeno?
    • Anonimo scrive:
      Re: La catastrofe è in agguato!
      - Scritto da: Anonimo
      Un superbatterio sterminerà l'umanità e la
      trasformerà in idrogeno?lule' piu' probabile che ci trasformi tutti in grey goo una roba scappata dai laboratori hp :asd:
    • Anonimo scrive:
      Potrebbe anche essere vero......
      - Scritto da: Anonimo
      Un superbatterio sterminerà l'umanità e la trasformerà in
      idrogeno?Potrebbe anche essere vero.........
  • Anonimo scrive:
    non sono fuel cell
    una fuel cell e' un sistema che produce energia elettrica e consuma idrogeno o metanolo o altro combustibile.Queste producono idrogeno e non producono energia elettrica
    • Anonimo scrive:
      Re: non sono fuel cell
      - Scritto da: Anonimo
      una fuel cell e' un sistema che produce energia
      elettrica e consuma idrogeno o metanolo o altro
      combustibile.
      Queste producono idrogeno e non producono energia
      elettricaè arrivato the djiin
    • deepblu scrive:
      Re: non sono fuel cell
      meno male che ci sei tu, altrimenti come faremmo....
  • Anonimo scrive:
    Useremo il prosciuto andato a male...
    Se ho capito bene si produrra' energia col prosciutto andato a male, i calzini sudici e le zanzare schiacciate x ricare il cellulare... Sono molto contento :)(Mi ricorda "Ritorno al Futuro II")
    • Anonimo scrive:
      Re: Useremo il prosciuto andato a male..
      ...Batterie al "PILU", automobili a PILU, treni a "PILU" autobus a PILU ... tutto a PILU !!Katzu, katzu...iu, iu!
    • enne30 scrive:
      Re: Useremo il prosciuto andato a male..
      - Scritto da: Anonimo
      Se ho capito bene si produrra' energia col
      prosciutto andato a male, i calzini sudici e le
      zanzare schiacciate x ricare il cellulare... Sono
      molto contento :)

      (Mi ricorda "Ritorno al Futuro II")Anche a me è venuto subito in mente "Ritorno al Futuro II" :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Useremo il prosciuto andato a male..
      ...tanto di quel prosciutto sugli occhihttp://img114.exs.cx/img114/4552/prosciutto3cx.jpg
    • SklErø scrive:
      Doc!!!
      Siiiiiii!!!!!!!!Io voglio un portatile che vada a bucce di banana!!!!Lo voglio davvero!!!!!!!!
      [...]
      (Mi ricorda "Ritorno al Futuro II")
    • Anonimo scrive:
      Re: Useremo il prosciuto andato a male..
      Dalle mie parti .. il prosciutto NON VA MAI A MALE ..eheheheheh si finisce prima.:-D- Scritto da: Anonimo
      Se ho capito bene si produrra' energia col
      prosciutto andato a male, i calzini sudici e le
      zanzare schiacciate x ricare il cellulare... Sono
      molto contento :)

      (Mi ricorda "Ritorno al Futuro II")
      • deepblu scrive:
        Re: Useremo il prosciuto andato a male..
        ...vai a spiegarlo alle persone, vai.......vai in campania, spiegaglielo....:-(
      • Anonimo scrive:
        Re: Useremo il prosciuto andato a male..
        ciaoallora è energia pulita in quanto- l'energia che si ricava dall'inceneritore è energia,fine NON è come la carta riciclata(di 2* qualità)per questo è energia puliuta.le emussioni considerate NOCIVE sono quasi 0, per via di tutto i lrpocesso batterico di depurazione.io ti parlo logicmanente di impianti NUOVI
      • Anonimo scrive:
        Re: Useremo il prosciuto andato a male..

        siguo plus di energia e genera molta più entropia rispetto al
        reciclaggio "tradizionale" ti spagli e di grosso.come già detto basta un giornale con residuo organico per mandare in pappa tutta la partita.
      • Dem-f scrive:
        Re: Useremo il prosciuto andato a male..
        - Scritto da: Anonimo
        Non credo che in Italia sarebbero garantite le
        manutenzioni e quindi scordati che ci beviamo la
        storia (che sarà anche vera dove sia agisce
        seguendo le regole, ma non quì da noi e
        sopratutto nel pubblico). Però sarebbe un pò come dire che non volo alitalia perchè la manutenzione è all "italiana".Per me il tuo è un approccio totalmente cannato, e per di più pericoloso perchè lassista.dotF
  • Anonimo scrive:
    Per redazione
    "consentirà di costruire fuel cell a betteri (Microbial Fuel Cell, MFC) "bAtteri :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Per redazione
      - Scritto da: Anonimo
      "consentirà di costruire fuel cell a betteri
      (Microbial Fuel Cell, MFC) "
      bAtteri :Dsi, batterie a batteri, ehehehehehe
  • Anonimo scrive:
    batterie puzzolenti ? :D
    eheheh :D
    • jokanaan scrive:
      Re: batterie puzzolenti ? :D
      - Scritto da: Anonimo
      eheheh :Dabbiamo pensato alla stessa cosa!Per lo meno il combustibile sarà tutt'altro che irreperibile, anzi mi immagino i coraggiosi pionieri di questa interessante tecnologia barcamenarsi con bizzarre spiegazioni una volta scoperti uscire dalla toilette con la batteria del portatile ancora sporca di marrone... (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: batterie puzzolenti ? :D
        - Scritto da: jokanaan
        Per lo meno il combustibile sarà tutt'altro che
        irreperibile, anzi mi immagino i coraggiosi
        pionieri di questa interessante tecnologia
        barcamenarsi con bizzarre spiegazioni una volta
        scoperti uscire dalla toilette con la batteria
        del portatile ancora sporca di marrone... (rotfl)Ahah qualcuno si potrà soddisfare all'infinito :s
Chiudi i commenti