WordPerfect tornerà su Linux

Ad anni di distanza dal tentativo di spingere Linux sul desktop, Corel è pronta a rilasciare per il sistema operativo open source la propria suite per l'ufficio. Obiettivo: uccidere i fantasmi
Ad anni di distanza dal tentativo di spingere Linux sul desktop, Corel è pronta a rilasciare per il sistema operativo open source la propria suite per l'ufficio. Obiettivo: uccidere i fantasmi


Ottawa (Canada) – Messe da parte quelle velleità di conquista che, anni or sono, la portarono a sviluppare un’interessante ma sfortunata distribuzione desktop di Linux, Corel ha ora espresso l’intenzione di riavvicinarsi con prudenza alla piattaforma open source portando su Linux la propria suite per l’ufficio, WordPerfect Office.

La società canadese ha già pronta una versione preliminare per Linux del più noto componente della propria suite, l’elaboratore di testi WordPerfect, da rilasciare sul proprio negozio on-line a partire dalla metà di aprile. Questa prima release servirà a Corel per tastare l’interesse del mondo open source verso i propri software per l’ufficio e, nell’ugual tempo, saggiare la qualità del codice nativo per Linux.

In passato l’azienda rilasciò dei porting per Linux di WordPerfect 8 (anno 1998) e WordPerfect 9 (2000), entrambi sviluppati per integrarsi alla propria distribuzione Corel Linux e renderla una soluzione particolarmente appetibile per le piccole e medie imprese. Naufragato questo progetto, e sbarazzatasi del proprio sistema operativo open source, Corel si è focalizzata in modo particolare su WordPerfect Office per Windows e sui propri software per la grafica.

Grazie alle partnership con alcuni grossi produttori di PC, negli ultimi due anni Corel è riuscita ad erodere piccole quote di mercato a Microsoft Office. L’azienda spera forse di avere ugual fortuna sul mercato Linux, dove però dovrà vedersela con avversari già molto solidi e radicati come StarOffice e OpenOffice.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 04 2004
Link copiato negli appunti