WordPerfect tornerà su Linux

Ad anni di distanza dal tentativo di spingere Linux sul desktop, Corel è pronta a rilasciare per il sistema operativo open source la propria suite per l'ufficio. Obiettivo: uccidere i fantasmi


Ottawa (Canada) – Messe da parte quelle velleità di conquista che, anni or sono, la portarono a sviluppare un’interessante ma sfortunata distribuzione desktop di Linux, Corel ha ora espresso l’intenzione di riavvicinarsi con prudenza alla piattaforma open source portando su Linux la propria suite per l’ufficio, WordPerfect Office.

La società canadese ha già pronta una versione preliminare per Linux del più noto componente della propria suite, l’elaboratore di testi WordPerfect, da rilasciare sul proprio negozio on-line a partire dalla metà di aprile. Questa prima release servirà a Corel per tastare l’interesse del mondo open source verso i propri software per l’ufficio e, nell’ugual tempo, saggiare la qualità del codice nativo per Linux.

In passato l’azienda rilasciò dei porting per Linux di WordPerfect 8 (anno 1998) e WordPerfect 9 (2000), entrambi sviluppati per integrarsi alla propria distribuzione Corel Linux e renderla una soluzione particolarmente appetibile per le piccole e medie imprese. Naufragato questo progetto, e sbarazzatasi del proprio sistema operativo open source, Corel si è focalizzata in modo particolare su WordPerfect Office per Windows e sui propri software per la grafica.

Grazie alle partnership con alcuni grossi produttori di PC, negli ultimi due anni Corel è riuscita ad erodere piccole quote di mercato a Microsoft Office. L’azienda spera forse di avere ugual fortuna sul mercato Linux, dove però dovrà vedersela con avversari già molto solidi e radicati come StarOffice e OpenOffice.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E' un'IDEA tutta ITALIANA ...
    L'APE e' stato inventato da un'universita' ITALIANA ....ma questo forum e' bazzicato solo da ..TROLLONI e IGNORANTONI ...per poterne sapere qualcosa Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: E' un'IDEA tutta ITALIANA ...
      ...E allora ILLUMINACI, sapientone dei miei calzini......Vomitaci addosso la tua supremazia culturale e facci sentire fino al midollo quanto Ti siamo sommamente inferiori.........e poi dopo ficcati un dito nel sedere, per non far uscire l'aria con cui ti sei pompato......
      • Anonimo scrive:
        Re: E' un'IDEA tutta ITALIANA ...
        - Scritto da: Anonimo
        ...E allora ILLUMINACI, sapientone dei miei
        calzini......http://www.google.com/search?q=APE+elaborazione+parallela&sourceid=mozilla-search&start=0&start=0&ie=utf-8&oe=utf-8

        Vomitaci addosso la tua supremazia culturale
        e facci sentire fino al midollo quanto Ti
        siamo sommamente inferiori.....BURP !!!!RUT !!!

        ....e poi dopo ficcati un dito nel sedere,
        per non far uscire l'aria con cui ti sei
        pompato......
        mi spiace ma non lo faccio ....di conseguenza ....PRRRRRRRRRRRRRRRRR !!!!!
  • Anonimo scrive:
    Quanta corrente cosumano...
    Tutti quei pc accesi contemporaneamente??
  • Anonimo scrive:
    Re: 12 ore

    ...bastano appena a predisporre i template
    su Mathlab per i calcoli dimaTlab non maTHlab... ;)
  • SymoPd scrive:
    Tutti espertoni qui!
    "Troppa gente in una palestra...""Hanno scoperto l'acqua calda...""Architettura vecchia...""Troppo consumo...""Troppo poco tempo..."Però non mi pare di aver mai letto, su PI, di iniziative italiane pari a queste americane, no?Come dice Marcie a Piperita Patty:"I migliori allenatori sono sempre in tribuna", vero?
  • Anonimo scrive:
    Re: e certo..
    - Scritto da: napodano
    "Stiamo dimostrando come sia possibile
    creare un supercomputer là dove la
    gente lo vuole usare, come una palestra"

    per una volta mi astengo dal commentare. Ma come? Stai negando forse che mettiamo 600 persone che vanno in palestra possano sentire di un tratto l'impellente esigenza di mettere su un cluster per un po' di sano supercomputing? Ma sei un retrogrado! Mi rifiuto di credere che tu possa affermare una cosa del genere! Io ad esempio TUTTE le volte che vado in piscina quando vedo tutte quelle persone e tutto quello spazio sprecato mi dico "Si potrebbe fare un bellissimo cluster per calcolare quante risaie si potrebbero irrigare con tutta questa acqua"... tu no?!
    • avvelenato scrive:
      Re: e certo..
      - Scritto da: sammily76

      - Scritto da: napodano

      "Stiamo dimostrando come sia possibile

      creare un supercomputer là dove
      la

      gente lo vuole usare, come una palestra"



      per una volta mi astengo dal commentare.

      Ma come? Stai negando forse che mettiamo
      600 persone che vanno in palestra possano
      sentire di un tratto l'impellente esigenza
      di mettere su un cluster per un po' di sano
      supercomputing? Ma sei un retrogrado! Mi
      rifiuto di credere che tu possa affermare
      una cosa del genere! Io ad esempio TUTTE le
      volte che vado in piscina quando vedo tutte
      quelle persone e tutto quello spazio
      sprecato mi dico "Si potrebbe fare un
      bellissimo cluster per calcolare quante
      risaie si potrebbero irrigare con tutta
      questa acqua"... tu no?!ahahhahahah rotflasc!
    • napodano scrive:
      Re: e certo..


      per una volta mi astengo dal commentare.

      Ma come? Stai negando forse che mettiamo
      600 persone che vanno in palestra possano
      sentire di un tratto l'impellente esigenza
      di mettere su un cluster per un po' di sano
      supercomputing? Assolutamente no!Mi sto solo astenendo dal commentare!Se non me ne stessi astenendo, cosa che come vedi sto tuttora facendo, mi dilungherei ampiamente nell'elencare le molteplici applicazioni del gridcomputing da serra, ed anche del supercomputing da salone della zia.È difficile, per uno come me, astenersi da un entusiastico florilegio di elegie in merito agli orizzonti che tali fenomeni possono svelarci innanzi, ma purtroppo ho solo 12 ore di tempo libero al giorno e non posso certo sprecarle per star qui a commentare..
      • Anonimo scrive:
        Re: e certo..


        è difficile, per uno come me,
        astenersi da un entusiastico florilegio di
        elegie in merito agli orizzonti che tali
        fenomeni possono svelarci innanzi, ma
        purtroppo ho solo 12 ore di tempo libero al
        giorno e non posso certo sprecarle per star
        qui a commentare..Ecco vedi che sei uno sprecone? Potresti occupare le tue 12 ore per mettere insieme un supercomputer in una palestra no? Bisogna proprio spiegarti tutto ve'
        • napodano scrive:
          Re: e certo..
          - Scritto da: sammily76

          ho solo 12 ore di tempo libero al

          giorno e non posso certo sprecarle per

          star qui a commentare..
          Ecco vedi che sei uno sprecone? Potresti
          occupare le tue 12 ore per mettere insieme
          un supercomputer in una palestra no? Bisogna
          proprio spiegarti tutto ve'ma infatti era proprio quel che stavo facendo: ho creato una grid di GameBoy per calcolare la radice quadrata delle erbacce del mio giardino mentale. La grid risiede attualmente nel mio garage mentale.Tempo impiegato: 11 ore e 45 minuti più pausa dopingGameBoy utilizzati: uno.Potenza di calcolo: 1 flop
  • Anonimo scrive:
    Senza cattiveria...
    ...ma ho i miei dubbi che il tutto si sia svolto, dalla prima stesura dei cavi al distacco dell'ultimo PC, in sole 12 ore: va bene che ci saranno state almeno 500 persone al lavoro, ma la logistica in un posto cosi' "angusto" e' di difficile gestione!Per non parlare delle richieste energetiche: 700 PC x 200 Watt medi = 140 KWh, niente male come consumo!
  • napodano scrive:
    e certo..
    "Stiamo dimostrando come sia possibile creare un supercomputer là dove la gente lo vuole usare, come una palestra"per una volta mi astengo dal commentare.
  • Anonimo scrive:
    Re: 12 ore
    - Scritto da: Anonimo
    ...bastano appena a predisporre i template
    su Mathlab per i calcoli di
    affidabilità e failure rate Cosa probabilmente preparata in precedenza...
    • Anonimo scrive:
      Re: 12 ore
      - Scritto da: Anonimo

      Cosa probabilmente preparata in precedenza...Senza sapere neppure che HW avrebbero portato, con quali power profiles, con quante ore di funzionamento già alle spalle? MA CI FACCIA IL PIACERE, non hai la benché minima idea di cosa stai blaterando..........
  • Anonimo scrive:
    Re: power user :D
    Lol :D
  • Anonimo scrive:
    12 ore
    ...bastano appena a predisporre i template su Mathlab per i calcoli di affidabilità e failure rate di un simile accrocco fatto "di pezzi che si possono comprare in qualsiasi negozio".No BIG iron ? No party...
  • Anonimo scrive:
    power user :D
    sono un po' come i super saiyan :D
Chiudi i commenti