X3D Fritz ferma Kasparov

Dopo aver pattato il primo incontro e perso il secondo, Kasparov si aggiudica il terzo ma deve pattare al quarto. Nessuna rivincita dell'uomo sullo strapotere delle macchine

New York (USA) – C’era grande, grandissima attesa ieri nelle sale predisposte da X3D Technology a ridosso di Central Park, nella Big Apple, dove il campione di scacchi Garry Kasparov ha combattuto ma non ha vinto il suo match contro uno dei software scacchistici più potenti del mondo, X3D Fritz. Una patta che impedisce agli umani di mantenere l’illusione di superiorità sui prodotti più evoluti tra le macchine.

Sebbene il dato più interessante dell’incontro disputato su quattro partite risieda nello sviluppo di X3D Fritz da parte di X3D Technologies , il match uomo-macchina ha ancora una volta sollevato l’attenzione di moltissimi appassionati di scacchi, che hanno potuto seguire gli incontri in diretta sul sito dedicato . Mossa per mossa hanno partecipato alla patta del primo incontro, alla vittoria del computer nel secondo, a quella del tutto convincente dell’umano nel terzo e, ieri, alla patta con cui si è concluso il match.

La patta, dunque, non vendica Kasparov. Il grande campione infatti era riuscito a strappare solo un pareggio nell’ultimo match contro un software estremamente avanzato, Deep Junior . Il campione azerbaijiano ha comunque motivi di soddisfazione, non ultimo quello derivante dal fatto che una versione precedente di Fritz aveva sconfitto il campionissimo e rivale Vladimir Kramnik.

Garry Kasparov Le capacità dei software scacchistici avevano spinto Kasparov recentemente a dichiarare che per i campioni umani battere i computer sarebbe stato ormai impresa quasi impossibile e che in un incontro come quello appena disputato non sarebbe stato realistico portare a casa più di una vittoria. Dunque, in un certo senso, il pronostico è stato realizzato, visto che nei quattro incontri Kasparov ha realizzato una sola vittoria.

Utilizzando un’interfaccia visiva tridimensionale per visualizzare la scacchiera e un software di riconoscimento vocale per muovere, Kasparov non ha potuto rifarsi della sconfitta a suo tempo registrata contro il figlio di Deep Blue ma ha in qualche modo rimediato alla sconfitta contro il rivale di sempre, Anatoly Karpov, in un match giocato proprio con le tecnologie virtuali di X3D.

Il match contro il monster informatico ha portato nelle tasche di Kasparov 150mila dollari. Se avesse vinto sarebbero stati 200mila.

ancora Kasparov A X3D Fritz rimane di essere stato uno dei momenti più alti della lunga storia di Fritz , software scacchistico considerato da molti il più “intelligente” in circolazione. Il futuro di X3D Fritz è nei PC X3D che arriveranno presto sul mercato, alimentati da potenti processori e mirati ad applicazioni avanzate di animazione, modeling e via dicendo. X3D Fritz è peraltro già in vendita a 50 dollari e può girare anche su processori Pentium con 32 megabyte di RAM…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    E se mo se devono fa 20 de galera!!!!
    ohh ma stiamo scherzando e i diritti civili?avranno sbagliato ma a 20 e 19 anni che cazzo capisci?secondo le major che dovevano fa i giudici, condannare due ragazzi ai lavori forzati per 20 anni!!!!
  • Anonimo scrive:
    W l'Australia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Adesso è pure estate in Australia....
    • Anonimo scrive:
      Re: W l'Australia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Adesso è pure estate in Australia....viva le Maldive, probabilmente mancosanno cosa sia il diritto d'autore :-)
  • Anonimo scrive:
    Ai pedofili in italia danno max. 4 anni
    e l'industria musicale *osa* lamentarsi per 18 mesi di carcere? Ma ci andassero loro in carcere... la sospensione della pena poi non significa certo l'annullamento... bah, mi chiedo cosa altro si possa volere dal copyright. Poi ekleptical si incazza se io dico che spero che crepino tutti...Le-Chuck che spera e spera...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ai pedofili in italia danno max. 4 anni
      E per l'omicidio colposo con omissione di soccorso (es. un disgraziato ubriaco e strafatto che viaggia mooolto al di sopra dei limiti di velocita', investe e lascia agonizzante sull'asfalto un padre di famiglia con 3 bimbi piccoli e 10 anni di mutuo da pagare, e questo muore perche' i soccorsi non sono arrivati in tempo), solo un anno di carcere con la condizionale (e quindi neppure un giorno di galera).Mi pare giusto.Non c'e' paragone con lo sharare qualche MP3.E' evidente che non solo occorre reintrodurre la pena di morte per i reati informatici, ma e' necessaria pure la tortura come aggravio di pena, per chi shara troppo.
  • Anonimo scrive:
    INDUSTRIA MUSICALE
    Secondo me c'è un'eccezionale contraddizione in termini..come può essere la musica vera una cosa che si "produce", che si "fabbrica"? a me la parola industria rimanda a questi concetti... Si ok il mondo è cambiato bla bla bla non siamo più ai tempi di beethoven o listz.. ma sinceramente un cd di britney spears o chicchessia del genere, davvero è un "prodotto manifatturiero"... MUSICA?bah... che ne pensate?MirkoMix
    • warrior666 scrive:
      Re: INDUSTRIA MUSICALE
      Ma ti rendi conto di che danno stiamo procurando all'industria del cinema e della musica.... ci sono miliardi di persone che non comprano i loro prodotti!! Vi rendete conto che perdita?Anche quest'anno non hanno incassato i loro 1000000000000 di miliardi di euro virtuali!!;)
  • Anonimo scrive:
    ATTENTATO TERRORISTICO ALL' UMANITà
    Vogliono DISTORCERE la scala dei valori, la scala che tutti possediamo e che ci permette di capire cosa è più sbagliato di qual'kosaltro.Così volgiono inclulcare che COPIARE un misero mp3 è più grave di uno stupro violento, una rapina a mano armata, un omicidio colposo, come un attentato terroristico alle libertà nazionali di tutti.COSA? Un attentato terroristico allelibertà di tutti???L'ATTENTATO TERRORISTICO è LA SUPER TASSA SIAE SU TUTTI I SUPPORTI DI REGISTRAZIONE!!!!!UN GUADAGNO ILLECITO QUELLO SI CHE è GRAVE!!!TRA POCO TASSERANNO ANCHE I MOUSE E I MONITOR CHE SERVONO PER VEDRE I FILM!!!!B*ST*RDI RICCONI ASSETATI DI TUTTO IL DENARO DEL MONDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ATTENTATO TERRORISTICO ALL' UMANITà
      Per non parlare del fatto che la SIAE continua ad essere una societa' e non un ente statale. Se devono proprio guadagnarci, almeno che i soldi vadano allo stato, cosi' puo' attrezzare meglio il nostro esercito, i nostri ospedali, costruire centrali atomiche (che comprare l'energia dalla Francia costa...), etc....
      • Anonimo scrive:
        Re: ATTENTATO TERRORISTICO ALL' UMANITà
        e aggiungo che dispone perfino del braccio armato e operativo (GdF).
      • Anonimo scrive:
        Re: ATTENTATO TERRORISTICO ALL' UMANITà
        Se devono proprio guadagnarci,
        almeno che i soldi vadano allo stato, cosi'
        puo' attrezzare meglio il nostro esercito, i
        nostri ospedali, costruire centrali atomiche
        (che comprare l'energia dalla Francia
        costa...), etc.... ahahah... immagino volessi dire che così possono sperperare e intascarsi anche quei soldi
    • Anonimo scrive:
      Re: bla bla bla

      L'ATTENTATO TERRORISTICO è LA SUPER TASSA
      SIAE SU TUTTI I SUPPORTI DI
      REGISTRAZIONE!!!!!
      UN GUADAGNO ILLECITO QUELLO SI CHE è GRAVE!!!
      TRA POCO TASSERANNO ANCHE I MOUSE E I
      MONITOR CHE SERVONO PER VEDRE I FILM!!!!

      B*ST*RDI RICCONI ASSETATI DI TUTTO IL DENARO
      DEL MONDO!!!!!!!!!!!!!!!!!!bla bla bla, sniff sniff sniff, cry cry cryLe gente coma la siae esiste perche esiste gente come te che sa solo lamentarsi, piangere e sprecare fiato... oppure sai fare anche qualcos'altro? La vita è ingiusta ma stare a lamentarsi non cambia una benemerita cippa. Personalmente da quando questi signori fanno la cresta sulle memorie ho evitato perlomeno di acquistare media eccessivamente tassati (i cd a 45 cents si trovano ancora) ed evitando spese inutili sapendo che i miei soldi finivano in parte nelle bocche di questa gente. Fare a meno del superfluo non è poi così difficile e non lo faccio perchè i soldi mi mancano, semplicemente evito di nutrire chi urta i miei principi, sai farlo anche tu? E' troppo facile limitarsi a lamentele da bambini, per poi acquistare ogni cazzata che ti propinano altrimenti ti sentiresti insoddisfatto: è ora di crescere, al mondo c'è chi non ha da mangiare e tu piangi per i cd? Fanne a meno cazzo.
      • Anonimo scrive:
        Re: bla bla bla
        - Scritto da: Anonimo Fare a meno
        del superfluo non è poi così difficile e non
        lo faccio perchè i soldi mi mancano,
        semplicemente evito di nutrire chi urta i
        miei principi, sai farlo anche tu? Il punto è che molte persone non si rendono neanche conto di che potere hanno nelle mani. Noi possiamo veramente ridurre le case discografiche alla bancarotta se lo vogliamo, anche se siamo solo dei piccoli, insignificanti consumatori. Eppure sei i piccoli consumatori decidono di non comprare più CD, e lo fanno veramente, come pensi che potranno reggersi le major? Diventeranno società piccole, avranno dei mercati di nicchia oppure dovranno riciclarsi completamente, compito non facile per chi, campando sulle spalle dei musicisti, è abituato a lavorare la metà di quanto lavorano le persone normali. Questo mercato lo possiamo cambiare, modellare. Volete prezzi più bassi? Imponetevi un limite di prezzo: se il CD costa più di 15 euro voi non lo comprate dovesse anche essere il vostro artista preferito. Quando i discografici vedranno che la gente compra solo i nice price e neanche lo "zoccolo duro" ha più il coraggio di assecondare i loro furti legalizzati allora dovranno venire a più miti consigli e il nice price diventerà semplicemente il prezzo normale. Ma siete veramente capaci di farlo? La domanda è questa.Alberto
  • Anonimo scrive:
    Dimostrare al mondo quanto e` grave... ?
    Gli industriali della musica andrebbero spediti un paio di mesi in Iraq cosi` si rendono conto di cosa voglia dire la parola "grave". Pagliacci.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dimostrare al mondo quanto e` grave... ?
      No dai è GRAVISSIMO se Justin Timberlake non si può comprare una nuova villa a Malibù, insomma!
    • Anonimo scrive:
      Re: Dimostrare al mondo quanto e` grave... ?
      - Scritto da: Anonimo
      Gli industriali della musica andrebbero
      spediti un paio di mesi in Iraq Ci sono già andati. Subito dopo la presa di Baghdad, con la scusa di riscrivere l'ordinamento legislativo iracheno, sono andati là a proporre la nuova legge sul copyright iracheno (leggasi DMCA)
      • Anonimo scrive:
        Re: Dimostrare al mondo quanto e` grave... ?


        Gli industriali della musica andrebbero

        spediti un paio di mesi in Iraq

        Ci sono già andati.non nelle carceri quindi ;)
  • Anonimo scrive:
    Non è affatto una pena mite
    E questa sarebbe una pena mite? Sono 18 mesi di carcere, il che, secondo il codice penale italiano, significare evitare la galera per un pelo, nonché sporcarsi la fedina penale in ogni caso. E questo per cosa? So di gente che per omicidio colposo ha preso di meno. I 60 milioni di dollari di danno di cui parlano le major sono del tutto ipotetici, bisogna impedire alle aziende di ragionare in termini di "mancato guadagno", soprattutto in sede legale, perché le cifre a cui si riferiscono sono del tutto irreali. Gianluca Cardinale
  • Mijato scrive:
    Avete rotto le scatole!
    Ma si può tollerare ancora che questi ignobili discografici della RIAA pretendano pene INAUDITE per chi fa semplici duplicazioni? Nemmeno il furto con scasso, la rapina e altri reati gravi hanno tali punizioni, anche in Italia c'è una tale legge che converrebbe andare a rubarsi un CD nel negozio piuttosto che doppiarlo.Ora, questi CRIMINALI (si perchè i veri criminali sono loro che per proteggere il proprio lucro spingono i governi a legiferare in maniera assurda) pretendevano il carcere per due ragazzi di 19 e 20 anni che nemmeno hanno guadagnato dalla situazione!Non sono innocentista, bene ha fatto il giudice australiano a dar loro una pena severa, ma sospenderla.Oppure vogliamo friggerli sulla sedia elettrica perchè non hanno permesso a Madonna di comprarsi la 15° limousine fucsia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete rotto le scatole!
      - Scritto da: Mijato
      (...)
      Oppure vogliamo friggerli sulla sedia
      elettrica perchè non hanno permesso a
      Madonna di comprarsi la 15° limousine
      fucsia?Fosse solo Madonna già sarebbe grave. Artisti quelli come lei? Vabbé, se ci volete credere... :( . Ma la 15 limousine vogliono potersela comperare anche quei parassiti e mezzani che si sono inventati il sistema per cui gente come Madonna passa per un'artista... :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete rotto le scatole!
      ....a proposito di penehai visto cosa succedera' a chi si fumera' un paio di canne ??
      • Anonimo scrive:
        Re: Avete rotto le scatole!
        - Scritto da: Anonimo
        ....a proposito di pene
        hai visto cosa succedera' a chi si fumera'
        un paio di canne ??
        Sei maledettamente off-topic (troll)
        • Anonimo scrive:
          Re: Avete rotto le scatole!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          ....a proposito di pene

          hai visto cosa succedera' a chi si fumera'

          un paio di canne ??



          Sei maledettamente off-topic (troll)Ma ha maledettamente ragione ..... e non è del tutto off-topic !
          • Rey_ scrive:
            Re: Avete rotto le scatole!


            - Scritto da: Anonimo


            ....a proposito di pene


            hai visto cosa succedera' a chi si
            fumera'


            un paio di canne ??






            Sei maledettamente off-topic (troll)

            Ma ha maledettamente ragione ..... e non è
            del tutto off-topic !Hm... E non e' del tutto off-topic no! :) Prova a considerare... Condividi MP3 in pitupi' = VAI IN GALERA (o ti ci vorrebbero spedire). Hai in tasca (mi vien da ridere) 126mg di fumo = VAI IN GALERA (poi se invece hai poco meno di mezzo grammo di coca, giri lillero lillero, al piu' ti multano).Quindi, mi viene un dubbio.... Se:sharing & erba = repressione eacquisto & coca = sei un signore alloranon sara' appunto che il "potere", sia esso politico e/o economico, stia approfittando delle circostanze per riprendersi spazi ed autorevolezza ultimamente perduti per strada?
          • Anonimo scrive:
            Re: Avete rotto le scatole!
            mmm mi piace sto punto di vista. In effetti.. quanto costa mezzo grammo di coca e 125 mg di hashish... i conti son facili a farsi col Target che hanno voluto colpire
    • Anonimo scrive:
      Re: Avete rotto le scatole!

      Nemmeno il furto con scasso, la rapina e altri reati gravi hanno tali punizioni, anche in Italia c'è una tale legge che converrebbe andare a rubarsi un CD nel negozio piuttosto che doppiarlo. Be', in effetti... questo è un buon argomento.
  • Anonimo scrive:
    imparate ad odiare il capitalismo.
    ragazzi su,noi viviamo in una societa' capitalistica. e' kiaro ke vengano punite + severamente quelle azioni che tentino di sbilanciare da una parte il baricentro del potere. se tenete conto ke il centro del potere si trova in mano alle grandi multinazionali,se qualcuno tenta di tirarselo un po' verso di se,queste reagiranno molto male,e grazie a politici compiacenti,si faranno leggi a loro favore,molto ma molto piu' severe rispetto a quelle che dovrebbero punire altri crimini,che invece non sono ritenuti + gravi perke' non rastrellano rikkezza.
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate ad odiare il capitalismo.
      visto che c'eri potevi aggiungere anche okkupato, amerikani, e kossiga...
      • Anonimo scrive:
        Re: imparate ad odiare il capitalismo.
        - Scritto da: Anonimo
        visto che c'eri potevi aggiungere anche
        okkupato, amerikani, e kossiga...Non lamentarti, voleva battere il record dell'sms brufoloso più lungo del mondo
    • Anonimo scrive:
      Re: imparate ad odiare il capitalismo.
      - Scritto da: Anonimo
      ragazzi su,noi viviamo in una societa'
      capitalistica. e' kiaro ke vengano punite +
      severamente quelle azioni che tentino di
      sbilanciare da una parte il baricentro del
      potere. se tenete conto ke il centro del
      potere si trova in mano alle grandi
      multinazionali,se qualcuno tenta di
      tirarselo un po' verso di se,queste
      reagiranno molto male,e grazie a politici
      compiacenti,si faranno leggi a loro
      favore,molto ma molto piu' severe rispetto a
      quelle che dovrebbero punire altri
      crimini,che invece non sono ritenuti + gravi
      perke' non rastrellano rikkezza.+okkupato+ameri_cani+kossiga
  • Anonimo scrive:
    quanto grave è un crimine di questo tipo
    Prescindendo sulla questione della liceità dell'azione di questi giovani, sulle scelte del giudice e sulla (scontata) reazione dei titolari di copyrights, quello che mi lascia sempre stupefatto quando sento storie di questo tipo sono le loro dichiarazioni. In qualche modo si sta tentando di inculcare nella gente l'idea che il furto informatico equivalga al furto "reale", alla rapina a mano armata, allo scippo o al borseggio. Non volendo certo fare qui apologia di reato, mi permetto di sottolineare che c'è una sottile differenza tra le due tipologie di crimine. Se Tizio ruba una mela a Caio, Caio non mangerà più quella mela, non saprà mai quanto era buona (o cattiva) e vivrà con la tristezza di non averla mai assaggiata. E' inconfutabile che Tizio sia un cattivone. Idem se Caio puntando una pistola a Tizio gli ruba un libro: Tizio non potrà mai più accedere alle informazioni contenute in quel libro. Inoltre ha dovuto subire un'aggressione fisica, cosa per niente bella. Ma il cosiddetto furto informatico permette a chiunque di usufruire di un dato bene, di accedere alle stesse informazioni, senza che gli altri vengano danneggiati per questo, senza limitare i loro diritti a godere di un bene (che comunque non gli appartiene). Calma, so bene che un danno c'è. Ma non venitemi a raccontare che copiare e distribuire un MP3 è uguale in tutto e per tutto a rubare l'auto del nostro vicino o scippare una vecchia. Perché a volte ho l'impressione che si voglia far credere che sia la stessa cosa (se non peggio)?
    • theDRaKKaR scrive:
      Re: quanto grave è un crimine di questo
      condivido al 100%inoltre non capisco perché in tutti, dico tutti, i reati si guarda se l'imputato ha precedenti o no, e ci si regola di conseguenza, e in questo caso non si sarebbe dovuto fare così (secondo l'Associazione dei Discografici In Agonia Davanti al Correre dei Tempi).Due ragazzi incensurati, si presume anche con idee politiche morali non radicali, al loro primo reato, che ricordiamo è nato ieri, dovrebbero essere buttati in carcere per 5 anni (secondo l'Associazione Discografici Vedi Sopra)? Io continuo a non comprare CD...ciao :)==================================Modificato dall'autore il 19/11/2003 7.28.03
    • Anonimo scrive:
      Re: quanto grave è un crimine di questo tipo
      Questo significa se informaticamente qualcuno ti svuota il conto corrente non deve essere punito o è una cosa poco grave perché non è nulla di fisico.Ti ricordo che i soldi cartacei o in moneta sono di proprietà dello stato e non delle singole persone, le quali detengono solo il valore "virtuale" della carta che hanno in mano e solo se il mondo che circonda il paese riconosce questa carta come valore reale (vedi l'Argentina qualche tempo fa).
      • Anonimo scrive:
        Re: quanto grave è un crimine di questo tipo
        - Scritto da: Anonimo
        Questo significa se informaticamente
        qualcuno ti svuota il conto corrente non
        deve essere punito o è una cosa poco grave
        perché non è nulla di fisico.non hai acceso il cervello, la prossima volta sono sicuro riuscirai a fare di meglio.Se svuoti il conto corrente di qualcuno, questo qualcuno non ha piu' quei soldi (fisicamente) che adesso hai tu.Se copi, questa mancanza non si verifica.Comunque credo sia un discutere sul sesso degli angeli, c'e' chi ha la sua opinione e c'e' chi ne ha un altra.
      • warrior666 scrive:
        Re: quanto grave è un crimine di questo tipo
        Appunto premesso che non hanno svuotato il conto di nessun morto di fame, semmai hanno leso i diritti di pochi potenti che ne hanno fatto questione di principio umana...Io non dico che non hanno commesso alcun reato, ma giustamente quanto possa essere giudicato grave un reato simile? Beh non sono un giurista ma ci vuol poco per classficarlo alla pari con chi ha copiato nella sua vita un vhs o un cd da un amico....e allora tutti in carcere!!! ;)
    • warrior666 scrive:
      Re: quanto grave è un crimine di questo tipo
      ...mi sovviene una domanda (nn poi così retorica) :è più grave fare lo sgambetto a Berlusconi o tirare sotto con la macchina un povero cristo qualsiasi?beh nel secondo caso se non ci sono aggravanti credo ce la si cavi con un ritiro della patente e senza fare un giorno di carcere.. nel primo non lo so ma vorrei proprio vedere ;)
  • Anonimo scrive:
    Pirateria..vera piaga?vero reato?
    I crimini di guerra e gli omicidi sono giudicati con + clemenza della pirateria informatica,cinematografica e musicale...non c'è che dire..una vera società civile! tze! ;)"Fures privatorum furtorum in nervo atque in compedibus aetatem agunt,fures pubblici in auro atque purpura."-Catone il Censore cit. in Aulio Gellio ("Notti Attiche")mai frase fù più azzeccata...!!detesto dirlo..ma avevano ragione i latini!
    • Anonimo scrive:
      Re: Pirateria..vera piaga?vero reato?
      Fica la frase!sante parole, fratello!
    • Anonimo scrive:
      Re: Pirateria..vera piaga?vero reato?
      ragazzi su,noi viviamo in una societa' capitalistica. e' kiaro ke vengano punite + severamente quelle azioni che tentino di sbilanciare da una parte il baricentro del potere. se tenete conto ke il centro del potere si trova in mano alle grandi multinazionali,se qualcuno tenta di tirarselo un po' verso di se,queste reagiranno molto male,e grazie a politici compiacenti,si faranno leggi a loro favore,molto ma molto piu' severe rispetto a quelle che dovrebbero punire altri crimini,che invece non sono ritenuti + gravi perke' non rastrellano rikkezza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pirateria..vera piaga?vero reato?
        Vendere musica vuol dire detenere il centro del potere?Scusa ma non vedo come questo sia possibile, ne vedo come duplicare in mp3 o ogg sposti questo "centro di potere" verso la massa.
  • Anonimo scrive:
    giudice coscienzioso
    che avrebbe dovuto fare? rovinare la vita a due ragazzini per una bravata che a conti fatti non danneggia nessuno (nessuno su questo pianeta puo' dimostrare che quelli che hanno scaricato quella roba illegalmente se non avessero potuto l'avrebbero acquistata, quindi che non si venga a parlare di milioni di dollari di danni, visto che son solo congetture campate in aria)
  • Anonimo scrive:
    Parliamo dell'Italia!
    Parliamo dei fatti di casa nostra!Citiamo sentenze italiane!Denunciamo l'efferatezza e l'incompetenza con cui vengono fatte inutili indagini!Denunciamo l'ignoranza!
  • ElfQrin scrive:
    Criminalizzazione
    "È molto deludente - ha dichiarato il rappresentante dell'associazione dell'industria musicale locale - perché l'Australia aveva la possibilità di dimostrare al mondo quanto grave sia un crimine di questo tipo. Invece, il tribunale ha consentito loro di rimanere in libertà dopo aver detto che meritavano il carcere: è un invito ai pirati in Internet a trasferirsi in Australia".Invece si tratta proprio di questo... un peccato veniale trasformato in peccato mortale dai soldi delle major.Non è possibile che una violazione di copyright, il cui danno effettivo spesso è tutto da dimostrare, venga punita peggio che un omicidio.
    • warrior666 scrive:
      Re: Criminalizzazione
      "..quanto grave sia un crimine di questo tipo"fa male eh non potersi comprare l'ultima ferrari o la villetta nuova sull'oceano eh? ;)
  • Larry scrive:
    2000:400=5
    quattrocento album dei Dream Theater magari.non certo di Moby!
  • picdp scrive:
    civiltà
    l'australia ha dimostrato di essere un paese civile, anche se 18 mesi, seppur con la condizionale, mi sembrano davvero troppi.
    • Larry scrive:
      Re: civiltà
      - Scritto da: picdp
      l'australia ha dimostrato di essere un paese
      civile, anche se 18 mesi, seppur con la
      condizionale, mi sembrano davvero troppi.sono d'accordo, non si puo' definire un paese civile se li punisce con piu' di 14 giorni di carcere digitale
Chiudi i commenti