Xbox Live, la truffa dei punti a sbafo

Alcuni utenti del network provano a fare i furbi abusando di un promozione, danneggiando Microsoft per parecchi dollari. Ma la caccia ai truffatori è già cominciata
Alcuni utenti del network provano a fare i furbi abusando di un promozione, danneggiando Microsoft per parecchi dollari. Ma la caccia ai truffatori è già cominciata

Una promozione di 48 ore per l’assegnazione di “Microsoft Point” gratuiti su Xbox Live si è trasformata in un’occasione di truffa e mercimonio, con un numero non precisato di “furbi” impegnati ad abusare di una falla nel sistema di assegnazione dei punti extra e Microsoft subito attivatasi per sbatterli fuori e dar loro la caccia.

La falla risiedeva nella URL usata da Microsoft per la generazione dei codici rimborsabili su Xbox Live, una URL che si è poi scoperto poteva essere modificata per generare un gran numero di codici “a comando”. Alcuni utenti hanno pubblicato le istruzioni per approfittare della falla, mentre altri ancora hanno preso a creare migliaia di codici dal valore di 2 dollari ciascuno.

Le stime iniziali parlavano di danni per Microsoft nell’ordine dei milioni di dollari, ma Redmond è subito intervenuta per contestare tale stima dicendo che piuttosto occorreva parlare di cifre parecchio inferiori – nell’ordine dei 140mila euro nel peggiore dei casi .

Quale che sia la reale entità monetaria della truffa ai danni di Microsoft, la corporation si è detta pronta a perseguire i colpevoli con implacabile precisione: chi ha abusato della falla nell’assegnazione dei codici rimborsabili verrà individuato e messo al bando dal network di Xbox, promettono da Redmond, mentre resterà garantita la validità dei punti acquisiti in maniera regolare.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 03 2011
Link copiato negli appunti