Xbox non fu la causa dell'incendio

Lo sostiene Microsoft, che sottolinea come in una ormai famosa denuncia presentata in Illinois si faccia riferimento a Xbox 360 che però, all'epoca dei fatti, non era ancora in commercio

Roma – Engadget ne ha parlato il 24 maggio e da quel momento è un fiorire in rete di articoli su una vicenda tristissima che è ancora tutta da chiarire: secondo la famiglia di un bimbo deceduto nel 2004 in un incendio, i responsabili dell’accaduto sono Microsoft e la sua Xbox, oltreché il negozio Wal-Mart dove la Xbox presente in quella casa era stata acquistata nonché un produttore di forniture elettriche di cui non è noto il nome.

A sostenere una relazione tra Xbox e l’incendio è la denuncia che la famiglia ha depositato presso il Tribunale di Stato dell’Illinois, in cui si legge che “l’incendio è stato un risultato diretto del surriscaldamento dei cavi elettrici e della presa di Xbox”.

Stando alla denuncia, dunque, aver lasciato Xbox agganciata alla presa avrebbe portato ad una “catastrofe” che ha causato la tragica morte di Wade Kline. La famiglia chiede almeno 50mila dollari di danni.

Gaming Today riporta come, guardando le date riportate nella denuncia e quelle di commercializzazione del prodotto Microsoft, la Xbox sotto accusa non può che essere la prima versione della console videoludica, sebbene la denuncia dica altrimenti (va detto che più di 14 milioni di cavi di alimentazione della Xbox “first edition” furono ritirati da Microsoft nel febbraio del 2005 per problemi di sicurezza).

Una incongruenza che un portavoce Microsoft sottolinea: “Microsoft ha appreso recentemente di questo tragico incidente avvenuto nel dicembre del 2004. La nostra solidarietà va alla famiglia. Ma non abbiamo alcuna prova che Xbox abbia causato quell’incendio. Inoltre, la denuncia tira esplicitamente in ballo una Xbox 360, ma questa versione del prodotto non era neppure disponibile in commercio all’epoca”.

La ricostruzione della famiglia non convince nemmeno Wal-Mart, che per ora si è limitata a chiedere che il procedimento sia spostato dal Tribunale di Stato alla Corte distrettuale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    2.10 € - felice di pagarli...
    Oggi ho aperto iTunes ho controllato quanto mi sarebbe costato togliere quella m*rda dalla mia librearia musicale....avevo sette bravi acquistati dal catalogo EMI, totale da pagare 2 e 10 cents ... click, click... bye bye DRM 8) :)Fine della storia...(apple)(linux)PS: alla facciaccia di M$ che aveva dichiarato: "the total abolition of such protections would be irresponsible since they are needed for subscription music and other new business models"PPS: ho ancora una ventina di brani con DRM, muoviti Apple prendi a calci nel c*lo quelle mayor...
  • Crazy scrive:
    Adesso si puo` prendere a Riacquistare
    CIAO A TUTTIe` da lungo tempo, anni, che non acquistavo nulla a causa dei DRM, e maledizione, ho un buco di anni nella mia musica, ma adesso che si puo` acquistare senza DRM, la cosa mi attira.Il fatto che purtroppo mi blocca e` che Io non sono un Ipod maniaco, Io gli Mp3 me li ascolto in Auto... Adesso, sarebbe ora che i CD stessi iniziassero ad essere venduti privi di limitazioni DRM,a quel punto, ricomincerei a riacquistare CD come facevo una volta.DISTINTI SALUTI
    • Straha scrive:
      Re: Adesso si puo` prendere a Riacquista
      ad 1.29 euro a brano???????ma neanche se mi regalassero dei soldi li comprerei a quel prezzo.che vadano a zappare la terra....
      • Sgabbio scrive:
        Re: Adesso si puo` prendere a Riacquista
        Crazy, guarda che cmq non sei nemmeno vincolato ad utillizare solo ipod ma anche altri lettori che leggono quel formato :DCaso mai, bisogna vedere se nel medio termina abbasino i prezzi perchè 1,25 euro sono troppi per il brano singolo... magari la major che hanno sempre tantato di alzare i prezzi hanno trovato il metodo per farlo: "vuoi la nostra roba senza DRM? PAGA DI PIU'"
    • Anonimo scrive:
      Manca ancora Dottrina di "Prima Vendita"
      Non ancora, siamo al 50% della strada.Si sono tolte le limitazioni tecniche allo spostare un file sul proprio lettore MP3/CD preferito (legalmente consentito dal concetto di Copia di Riserva personale), ora manca la reintroduzione del diritto di "prima vendita".Mi spiego: se comprate un CD IN NEGOZIO avete il diritto di spostarelo sul vostro lettore MP3 (eventualmente registrandolo "in analogico" se protetto da DRM) ma avete anche il DIRITTO di RIVENDERLO. Non avete "acquistato" la musica sul CD, ma comunque avete acquistato la "vostra copia di quella musica". Quella è stata la "prima vendita" per quel vostro CD. Voi ne siete stato il "primo acquirente" e avete il diritto di cedere quel CD ad altri, distruggendo o consegnandogli tutte le copie di backup, se ne avete fatte.Sulla dottrina della "prima vendita" si basa il mercato dell'usato.Ma per le vendite "immateriali", mancando un supporto che permetta di distinguere "l'originale" dalla "copia di riserva", si è pensato bene di risolvere il problema in modo molto semplice: eliminando la "prima vendita". In soldoni, se acquistate un brano su ITunes, con o senza DRM, non potete più rivenderlo. E' vostro finche campate o finché non lo perdete, ma niente mercatino dell'usato. Non avete nulla in mano, solo in diritto ad ascoltarvi quel brano.Prendiamo il prezzo di un CD nuovo, cerchiamo il prezzo dello stesso CD usato (ad es. su Ebay), sottraiamo i due e confrontiamo questo con il prezzo del download dello stesso brano....notare che per alcuni titoli la prima sottrazione potrebbe essere negativa (il CD nuovo viene venduto a meno del vinile di 20 anni fa...)Questa è la dottrina della "prima vendita".Finché non reintroducono il concetto che il brano acquistato "online" lo posso rivendere quando ed al prezzo che voglio io, continuerò a regalare CD/DVD fisici (io che non compro un CD/DVD per me stesso sono secoli... già non ho tempo di guardare la TV e ascoltare la Radio!)
  • Anonimo scrive:
    La vera mossa geniale
    Oramai ci siamo dimenticati il pudore. 10 anni fa un cd costava 28000 lire al media world. Un cd vergine ne costava 20, quindi la differenza per avere l'originale erano 4 euro a cd che erano secondo me ben spesi. Ora un cd costa anche di più, e al mondo sembra normale pagare 1,30 euro per una canzone, più il costo sostenuto dall'utente del download, più i supporti necessari per memorizzare il tutto.Grazie Apple, questa si che è una mossa geniale, rimuovere il DRM di cui nessuno aveva mai sentito il bisogno.Vedrò una vera mossa geniale "alla Steve Jobs" quando vedrò qualcuno che venderà le canzoni ad un prezzo normale, tale per cui possa sorgere anche un lontano dubbio che non sia meglio la pirateria.
  • Nilok scrive:
    Devo dire: "l'avevo detto pure io"?
    Ave. Ecco la dimostrazione pratica di ciò che intendevo dire quando parlavo di CHI deve pagare i Diritti d'Autore, e di quando e come, da quel momento possederne una copia E' LEGALE.Apple paga ad EMI i "diritti d'autore", rende disponibile un brano, e da quel momento in poi possederne una copia è legale .Ora la questione diventa: Apple deve pagare molto di più di quanto paga ora e l'utente finale che scarica a pagamento deve pagare nolto di meno di quanto paga ora.Infatti il mio motto è: "Essere liberi dallo sfruttamento E NON essere liberi di essere sfruttati". A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/
  • Anonimo scrive:
    I Tune U
    "Tra le novità annunciate ieri c'è anche iTunes U, dedicato ai contenuti gratuiti. Non si tratta però di musica o videoclip ma di corsi, lezioni di lingua, dimostrazioni in laboratorio, highlights sportivi e tour dei campus prodotti da college e università americani come Stanford University, UC Berkeley, Duke University e MIT."Questa si che è una gran bella notizia: soprattutto, chi se ne frega delle canzonette, questi contenuti sono molto più importanti!Del resto, paradossalmente, accanto a una cultura proibitiva sull'informazione, negli USA c'è sempre stata un'informazione positiva della cultura: paper e ricerche di cervelloni vari, delle università e della stessa Microsoft, hanno sempre circolato piuttosto liberamente in passato, e ora ITunes si propone di diffondere ulteriormente un po' di conoscenza... il lato buono della cultura americana!
    • Anonimo scrive:
      Re: I Tune U
      - Scritto da:
      ora ITunes si propone di diffondere
      ulteriormente un po' di conoscenza... il lato
      buono della cultura
      americana!Ma quale lato buono, ma non scherziamo.Sono 2 contenuti in croce per dare il contentino e far vedere che c'e' qualcosa di free. E' un biscottino per far avvicinare i fessi e succhiargli i soldi, e basta.
  • jcoltrane scrive:
    Il P2P è più avanti
    Il motivo per cui non acquistavo brani da iTunes non erano tanto i DRM, ma la bassa qualità a 128Kbps, ora a 256 se ne può discutere, ma io attendo sempre che vendano musica lossless considerando anche che la Apple ha un ottimo formato senza perdita di dati. Da questo punto di vista il P2P è sempre più avanti, lì praticamente tutto ormai si trova in APE o FLAC.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 maggio 2007 09.06-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Il P2P è più avanti
      Modificato dall' autore il 31 maggio 2007 09.06
      --------------------------------------------------Hai mai notato quei dischi di plastica lucente che chiamano CD? Ecco, quelli sono piu' avanti del P2P, credimi.E si trova tutto.
      • jcoltrane scrive:
        Re: Il P2P è più avanti
        Ne ho una collezione di circa 500 se è per questo, e tutti originali. E spendo sempre un sacco di soldi in CD.E cmq ti sfido a trovare tutto, certo se ascolti musica di m.... posso essere d'accordo con te. Ma nel P2P io ho trovato cose fuori catalogo da anni che non si trova manco su Ebay.- Scritto da:
        Hai mai notato quei dischi di plastica lucente
        che chiamano CD? Ecco, quelli sono piu' avanti
        del P2P,
        credimi.
        E si trova tutto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il P2P è più avanti
          infatti questa era lea mia più grande speranza su iTunes, il fatto che mettessero in vendita tutti i cataloghi, anche le cose che erano stampate solo su vinile in poche copie che sono, oggettivamente introvabili. ancora meglio se poi seguissero in quest'opera meritoria anche le varie televisioni di stato, tipo la rai, che si sono registrate tutti gli spettacoli fatti dagli anni sessanta in avanti... invece che tenerli in archivio dovrebbero venderli. tu non ti compreresti il live all'arena di milano della tournee di a love supreme?ps: gran bel nick
          • jcoltrane scrive:
            Re: Il P2P è più avanti
            Me lo comprerei sì! Ti dico solo che all'ingresso di casa mia c'è la copertina del vinile originale di A Love Supreme appeso al muro:-)).Comunque la Universal aveva annunciato di voler digitalizzare il suo intero catalogo (http://tinyurl.com/bonhw), compresi dischi fuori catalogo da anni, per metterli su iTunes, questa, insieme a quella della qualità e dell'assenza dei DRM è la strada da seguire. (Plauso a PI per aver citato il grande COLTRANE nell'articolo:-))- Scritto da:
            archivio dovrebbero venderli. tu non ti
            compreresti il live all'arena di milano della
            tournee di a love
            supreme?
            ps: gran bel nick
      • Anonimo scrive:
        Re: Il P2P è più avanti
        ma qualità/prezzo?
    • SardinianBoy scrive:
      Re: Il P2P è più avanti
      Modificato dall' autore il 31 maggio 2007 09.06
      --------------------------------------------------Bene bene, tutto quello che dici è vero.Perlomeno l'ho testato anche io di persona, ma bisogna istruire molta gente su come ascoltare gli APE e i FLAC, e come convertirli in mp3 a 256Kbps(almeno) per poterli masterizza su cd e tenere la qualità.Cmq in ogni caso viva il P2P e il File Sharing ! Hasta la vista baby (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • jcoltrane scrive:
        Re: Il P2P è più avanti
        Be' anche tu dovresti istruirti in quanto i FLAC e gli APE per avere un CD di qualità identica all'originale vanno convertiti in WAV(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)- Scritto da: SardinianBoy
        istruire molta gente su come ascoltare gli APE e
        i FLAC, e come convertirli in mp3 a
        256Kbps(almeno) per poterli masterizza su cd e
        tenere la qualità.
  • Anonimo scrive:
    E SONGBIRD?
    non se lo fila piu' nessuno? nessuno piu' ne parla? Il rpogetto e' maturo, e' usabile, si puo' comprare buona musica drm free? :(
  • avvelenato scrive:
    abuso di posizione dominante
    dovrebbe essere la condanna da infliggere ad apple* per il suo drm, altroche`.infatti chiunque possiede brani in formato protetto con fairplay e` svantaggiato a cambiare marca di lettore mp3 (dovrebbe bypassare le protezioni di tutti i brani acquistati, possibile ma rottura di coglioni e perdita di qualita`), e chiunque non passa ad un lettore della concorrenza e` un potenziale cliente di itunes.anziche` far passare questa mossa di rimozione del (c) come un'opzione premium per i fissati della qualita`, dovrebbe apple essere obbligata a garantire interoperabilita` tra i lettori, ed e` l'unico modo per garantire reale competizione in un mercato, quello del download musicale, stagnato su prezzi da era pre-internet (12 canzoni= 16 euro, ma sono scemi? uno si prende il cd e bòna li`... i brani dovrebbero costare 20 centesimi l'uno... almeno per i grandi acquirenti, quelli che riempirebbero volentieri l'ipod da 80gb di musica, possibilmente acquistata, se a prezzi umani.)*ho accusato apple ma bisogna riconoscerle che la "sparata" di jobs sul fatto che i DRM sono obbligati dalle case discografiche, dopo questa mossa ha perso il sapore di una bouta(na)de ad effetto, e quindi penso che l'antitrust dovrebbe si` indagare su apple per accertare eventuali abusi (il drm fa piu` comodo a lei), ma eventualmente scagionarla e multare le major qualora si dimostrasse che sono esistite trattative, fallite, per la vendita di musica non protetta.
    • MeX scrive:
      Re: abuso di posizione dominante
      - Scritto da: avvelenato
      dovrebbe essere la condanna da infliggere ad
      apple* per il suo drm,
      altroche`.
      infatti chiunque possiede brani in formato
      protetto con fairplay e` svantaggiato a cambiare
      marca di lettore mp3 (dovrebbe bypassare le
      protezioni di tutti i brani acquistati, possibile
      ma rottura di coglioni e perdita di qualita`), e
      chiunque non passa ad un lettore della
      concorrenza e` un potenziale cliente di
      itunes.primo... trovami uno che ha un iPod e vuole cambiarlo con un altro lettoresecondo... ora senza DRM c'è interoperabilità e se cambio lettore mi sproteggo i brani con DRM un po' alla volta man mano che li aggiungo al nuovo player... mica mi ri-encodo tutta la libreria di musica in una giornata...
      anziche` far passare questa mossa di rimozione
      del (c) come un'opzione premium per i fissati
      della qualita`, dovrebbe apple essere obbligata a
      garantire interoperabilita` tra i lettori, ed e`
      l'unico modo per garantire reale competizione in
      un mercato, quello del download musicale,
      stagnato su prezzi da era pre-internet (12
      canzoni= 16 euro, ma sono scemi? uno si prende il
      cd e bòna li`... i brani dovrebbero costare 20
      centesimi l'uno... almeno per i grandi
      acquirenti, quelli che riempirebbero volentieri
      l'ipod da 80gb di musica, possibilmente
      acquistata, se a prezzi
      umani.)ma li leggete gli articoli? un CD costa sempre 9,99 non 16 per 12 canzoni






      *ho accusato apple ma bisogna riconoscerle che la
      "sparata" di jobs sul fatto che i DRM sono
      obbligati dalle case discografiche, dopo questa
      mossa ha perso il sapore di una bouta(na)de ad
      effetto, e quindi penso che l'antitrust dovrebbe
      si` indagare su apple per accertare eventuali
      abusi (il drm fa piu` comodo a lei)il DRM apple l'ha sempre odiato... perchè a lei non porta alcun vantaggio... primo non vi entra in testa che le persone comprano l'iPod perchè gli piace l'iPod non perchè usano iTunes!Ci sono un sacco di statistiche che indicano come sugli iPod ci siano molti più MP3 (pirata o rippati da CD) che non acquisti da iTunes store... senza DRM apple non ha che da guadagnarci... perchè ora iTunes è appettibile anche per il restante 30% dei consumatori che non ha un iPod
      , ma eventualmente scagionarla e multare le major
      qualora si dimostrasse che sono esistite
      trattative, fallite, per la vendita di musica non
      protetta.??? :|
      • avvelenato scrive:
        Re: abuso di posizione dominante
        - Scritto da: MeX

        - Scritto da: avvelenato

        dovrebbe essere la condanna da infliggere ad

        apple* per il suo drm,

        altroche`.

        infatti chiunque possiede brani in formato

        protetto con fairplay e` svantaggiato a cambiare

        marca di lettore mp3 (dovrebbe bypassare le

        protezioni di tutti i brani acquistati,
        possibile

        ma rottura di coglioni e perdita di qualita`), e

        chiunque non passa ad un lettore della

        concorrenza e` un potenziale cliente di

        itunes.

        primo... trovami uno che ha un iPod e vuole
        cambiarlo con un altro
        lettore
        io
        secondo... ora senza DRM c'è interoperabilità e
        se cambio lettore mi sproteggo i brani con DRM un
        po' alla volta man mano che li aggiungo al nuovo
        player... mica mi ri-encodo tutta la libreria di
        musica in una
        giornata...
        una cosa che non scoraggia il cambio di marca di lettore, no?


        anziche` far passare questa mossa di rimozione

        del (c) come un'opzione premium per i fissati

        della qualita`, dovrebbe apple essere obbligata
        a

        garantire interoperabilita` tra i lettori, ed e`

        l'unico modo per garantire reale competizione in

        un mercato, quello del download musicale,

        stagnato su prezzi da era pre-internet (12

        canzoni= 16 euro, ma sono scemi? uno si prende
        il

        cd e bòna li`... i brani dovrebbero costare 20

        centesimi l'uno... almeno per i grandi

        acquirenti, quelli che riempirebbero volentieri

        l'ipod da 80gb di musica, possibilmente

        acquistata, se a prezzi

        umani.)

        ma li leggete gli articoli? un CD costa sempre
        9,99 non 16 per 12
        canzoni
        un affare!













        *ho accusato apple ma bisogna riconoscerle che
        la

        "sparata" di jobs sul fatto che i DRM sono

        obbligati dalle case discografiche, dopo questa

        mossa ha perso il sapore di una bouta(na)de ad

        effetto, e quindi penso che l'antitrust dovrebbe

        si` indagare su apple per accertare eventuali

        abusi (il drm fa piu` comodo a lei)

        il DRM apple l'ha sempre odiato... perchè a lei
        non porta alcun vantaggio... panzana colossale!
        primo non vi entra
        in testa che le persone comprano l'iPod perchè
        gli piace l'iPod non perchè usano
        iTunes!certo, vero, poi pero` quelli che comprano centinaia di brani da itunes voglio vedere se se la sentono di passare ad un lettore mp3 migliore di quello apple, ma senza fairplay.
        Ci sono un sacco di statistiche che indicano come
        sugli iPod ci siano molti più MP3 (pirata o
        rippati da CD) che non acquisti da iTunes
        store...non mi sorprende, non sono molti quelli disposti a spendere 10000$ per riempire il modello da 40gb...(vista la tua pedanteria di cui sopra, lascio a te il calcolo del costo di un ipod riempito solamente di album a 9,99$ l'uno...)
        senza DRM apple non ha che da
        guadagnarci... perchè ora iTunes è appettibile
        anche per il restante 30% dei consumatori che non
        ha un
        iPod
        con itunes apple non ci guadagna una cippa di minchia, ha fatto questa mossa solo per pararsi il culo dalle cause di abuso che gia` in norvegia iniziano a pizzicare, come volevo insinuare nel mio post... per chi e` abbastanza sveglio da cogliere....

        , ma
        eventualmente scagionarla e multare le major

        qualora si dimostrasse che sono esistite

        trattative, fallite, per la vendita di musica
        non

        protetta.

        ??? :|
        ....caratteristica che ovviamente ti e` deficitaria.senza rancore ;)
        • MeX scrive:
          Re: abuso di posizione dominante

          iosi? ah in cosa ti ha deluso il player Apple?PErchè non ti va più bene?
          una cosa che non scoraggia il cambio di marca di
          lettore,
          no?beh... non mi sembra che il possedere 100CD da rippare abbia impedito alla gente di comprare un lettore MP3...

          un affare!
          SI!! :)

          il DRM apple l'ha sempre odiato... perchè a lei

          non porta alcun vantaggio...

          panzana colossale!perchè?
          certo, vero, poi pero` quelli che comprano
          centinaia di brani da itunes voglio vedere se se
          la sentono di passare ad un lettore mp3 migliore
          di quello apple, ma senza
          fairplay.eih... tutti sanno che i brani di iTunes funzionano solo su iPod... nessuno ti costringe ad acquistare su iTunes... puoi benissimo metterci MP3 e vivere tranquillo.

          non mi sorprende, non sono molti quelli disposti
          a spendere 10000$ per riempire il modello da
          40gb...
          (vista la tua pedanteria di cui sopra, lascio a
          te il calcolo del costo di un ipod riempito
          solamente di album a 9,99$
          l'uno...)costa meno che farsi una collezione di dischi negli anni 80 :)
          con itunes apple non ci guadagna una cippa di
          minchia, ha fatto questa mossa solo per pararsi
          il culo dalle cause di abuso che gia` in norvegia
          iniziano a pizzicare, come volevo insinuare nel
          mio post... per chi e` abbastanza sveglio da
          cogliere....ho colto... secondo invece la Apple ha approfittato di questi movimenti per arrivare a ciò che voleva anche lei... musica senza DRM...


          , ma

          eventualmente scagionarla e multare le major


          qualora si dimostrasse che sono esistite


          trattative, fallite, per la vendita di musica

          non


          protetta.



          ??? :|



          ....caratteristica che ovviamente ti e`
          deficitaria.in quale caratteristica sarei deficitario?
          senza rancore ;)ma figurati... la mia FirstLife va avanti lo stesso...
        • Anonimo scrive:
          Re: abuso di posizione dominante


          primo... trovami uno che ha un iPod e vuole

          cambiarlo con un altro

          lettore



          iotroll! (senza paura di essere smentito nemmeno dal padre eterno)
          • Larry scrive:
            Re: abuso di posizione dominante
            - Scritto da:



            primo... trovami uno che ha un iPod e vuole


            cambiarlo con un altro


            lettore






            io

            troll! (senza paura di essere smentito nemmeno
            dal padre eterno)

            non mi sogno di smentire
          • avvelenato scrive:
            Re: abuso di posizione dominante
            - Scritto da: Larry

            - Scritto da:





            primo... trovami uno che ha un iPod e vuole



            cambiarlo con un altro



            lettore









            io



            troll! (senza paura di essere smentito nemmeno

            dal padre eterno)





            non mi sogno di smentire
            Lo voglio cambiare con un lettore autocostruito, vuoi mettere? 8)
        • Sandino scrive:
          Re: abuso di posizione dominante
          - Scritto da: avvelenato

          - Scritto da: MeX



          - Scritto da: avvelenato


          dovrebbe essere la condanna da infliggere ad


          apple* per il suo drm,


          altroche`.


          infatti chiunque possiede brani in formato


          protetto con fairplay e` svantaggiato a
          cambiare


          marca di lettore mp3 (dovrebbe bypassare le


          protezioni di tutti i brani acquistati,

          possibile


          ma rottura di coglioni e perdita di
          qualita`),
          e


          chiunque non passa ad un lettore della


          concorrenza e` un potenziale cliente di


          itunes.



          primo... trovami uno che ha un iPod e vuole

          cambiarlo con un altro

          lettore



          iotu vai anche allo Shelter, non fai testo.


          secondo... ora senza DRM c'è interoperabilità e

          se cambio lettore mi sproteggo i brani con DRM
          un

          po' alla volta man mano che li aggiungo al nuovo

          player... mica mi ri-encodo tutta la libreria di

          musica in una

          giornata...



          una cosa che non scoraggia il cambio di marca di
          lettore,
          no?basta scoregge!




          anziche` far passare questa mossa di rimozione


          del (c) come un'opzione premium per i fissati


          della qualita`, dovrebbe apple essere
          obbligata

          a


          garantire interoperabilita` tra i lettori, ed
          e`


          l'unico modo per garantire reale competizione
          in


          un mercato, quello del download musicale,


          stagnato su prezzi da era pre-internet (12


          canzoni= 16 euro, ma sono scemi? uno si prende

          il


          cd e bòna li`... i brani dovrebbero costare 20


          centesimi l'uno... almeno per i grandi


          acquirenti, quelli che riempirebbero
          volentieri


          l'ipod da 80gb di musica, possibilmente


          acquistata, se a prezzi


          umani.)



          ma li leggete gli articoli? un CD costa sempre

          9,99 non 16 per 12

          canzoni



          un affare!musica gratis, ma soprattutto politica gratis!





















          *ho accusato apple ma bisogna riconoscerle che

          la


          "sparata" di jobs sul fatto che i DRM sono


          obbligati dalle case discografiche, dopo
          questa


          mossa ha perso il sapore di una bouta(na)de ad


          effetto, e quindi penso che l'antitrust
          dovrebbe


          si` indagare su apple per accertare eventuali


          abusi (il drm fa piu` comodo a lei)



          il DRM apple l'ha sempre odiato... perchè a lei

          non porta alcun vantaggio...

          panzana colossale!


          primo non vi entra

          in testa che le persone comprano l'iPod perchè

          gli piace l'iPod non perchè usano

          iTunes!

          certo, vero, poi pero` quelli che comprano
          centinaia di brani da itunes voglio vedere se se
          la sentono di passare ad un lettore mp3 migliore
          di quello apple, ma senza
          fairplay.


          Ci sono un sacco di statistiche che indicano
          come

          sugli iPod ci siano molti più MP3 (pirata o

          rippati da CD) che non acquisti da iTunes

          store...

          non mi sorprende, non sono molti quelli disposti
          a spendere 10000$ per riempire il modello da
          40gb...
          (vista la tua pedanteria di cui sopra, lascio a
          te il calcolo del costo di un ipod riempito
          solamente di album a 9,99$
          l'uno...)


          senza DRM apple non ha che da

          guadagnarci... perchè ora iTunes è appettibile

          anche per il restante 30% dei consumatori che
          non

          ha un

          iPod



          con itunes apple non ci guadagna una cippa di
          minchia, ha fatto questa mossa solo per pararsi
          il culo dalle cause di abuso che gia` in norvegia
          iniziano a pizzicare, come volevo insinuare nel
          mio post... per chi e` abbastanza sveglio da
          cogliere....



          , ma

          eventualmente scagionarla e multare le major


          qualora si dimostrasse che sono esistite


          trattative, fallite, per la vendita di musica

          non


          protetta.



          ??? :|



          ....caratteristica che ovviamente ti e`
          deficitaria.

          senza rancore ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: abuso di posizione dominante
        - Scritto da: MeX
        primo... trovami uno che ha un iPod e vuole
        cambiarlo con un altro
        lettoreIo e molti miei amici: mi hanno regalato un nano pensando di farmi cosa gradita, ma l'ho immediatamente messo in vendita su eBay, comprandomi un lettore che leggesse anche i file OGG. Molti miei amici hanno seguito la mia strada per il semplice fatto che nessuno di loro voleva essere obbligato ad usare un software imposto e blindato come iTunes.
        • Sgabbio scrive:
          Re: abuso di posizione dominante
          ....chi dice a quella persona che si possono usare software alternativi per mettere canzoni sull'ipod?
          • Non authenticat scrive:
            Re: abuso di posizione dominante
            - Scritto da: Sgabbio
            ....chi dice a quella persona che si possono
            usare software alternativi per mettere canzoni
            sull'ipod?Non so chi glielo dice... se lo sa bene sennò che lo impari da solo.. oppure magari glielo dice lo stesso che dice a te che si può anche usare qualcosa di diverso da un IPOD (sacrilegio!) per ascoltare musica?
        • MeX scrive:
          Re: abuso di posizione dominante
          - Scritto da:

          - Scritto da: MeX


          primo... trovami uno che ha un iPod e vuole

          cambiarlo con un altro

          lettore

          Io e molti miei amici: mi hanno regalato un nano
          pensando di farmi cosa gradita, ma l'ho
          immediatamente messo in vendita su eBay,
          comprandomi un lettore che leggesse anche i file
          OGG. Molti miei amici hanno seguito la mia strada
          per il semplice fatto che nessuno di loro voleva
          essere obbligato ad usare un software imposto e
          blindato come
          iTunes.beh di che ti lamenti? ti sei comprato il player che volevi a gratis no? e anche se ti fossi tenuto l'iPod nessuno ti impediva di metterci file mp3, se poi tu hai SOLO OGG allora iTunes non ti interesserebbe cmq... con o senza DRM...
        • Anonimo scrive:
          Re: abuso di posizione dominante
          - Scritto da:

          - Scritto da: MeX


          primo... trovami uno che ha un iPod e vuole

          cambiarlo con un altro

          lettore

          Io e molti miei amici: mi hanno regalato un nano
          pensando di farmi cosa gradita, ma l'ho
          immediatamente messo in vendita su eBay,
          comprandomi un lettore che leggesse anche i file
          OGG. Molti miei amici hanno seguito la mia strada
          per il semplice fatto che nessuno di loro voleva
          essere obbligato ad usare un software imposto e
          blindato come
          iTunes. :| :| :|get a life, esci un po di più la sera.... divertiti... magari se ci riesci scopa!(apple)(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: abuso di posizione dominante
        - Scritto da: MeX
        ma li leggete gli articoli? un CD costa sempre
        9,99 non 16 per 12
        canzoniChi fa l'upgrade dai vecchi files con drm, e' come se pagasse 16 euro. Oltre al danno, la beffa.E comunque con 14/15 euro su Play.com si comprano anche dei bellissimi CD appena usciti, con tanto di supporto fisico, musica non compressa, serigrafia, libretto stampato, cover art, etc etcIo dico che non c'e' proprio paragone.Se poi si deve promuovere la musica scaricata, preferisco di gran lunga comprare direttamente dal sito dell'artista, e finanziarlo direttamente, senza intermediari mangiasoldi. Oggi si puo' fare benissimo e infatti molti cominciano a farlo.
        il DRM apple l'ha sempre odiato... perchè a lei
        non porta alcun vantaggio... primo non vi entra
        in testa che le persone comprano l'iPod perchè
        gli piace l'iPod non perchè usano
        iTunes!Non e' vero.Moltissimi lo comprano perche' attirati dalla possibilita' di acqusitare musica ad 1 euro a brano. C'era un famoso studio pubblicato in merito in rete, adesso non lo trovo piu' purtroppo.iTunes e' il maggiore valore aggiunto percepito dai consumatori nell'ambito del settore playermp3, perche' con quel lettore acquistano pure il diritto, anche solo potenziale, ad usare una certa piattaforma. Tanto e' vero che i DRM sono ancora tutti li', Apple non li ha tolti per niente. Anzi, ora scaricare musica coi DRM per i soli lettori Apple, e' stato reso pure piu' conveniente (costa il 30% in meno!).Se una societa' pensasse che i DRM sono il male, di fronte ad una apertura di EMI cosi' epocale e incondizionata, avrebbe rimosso dal suo catalogo la doppia distribuzione. Questo dimostra in maniera lampante quanto fossero false le cose scritte da Jobs, utili solo per imbonire e i creduloni suoi fans.
        Ci sono un sacco di statistiche che indicano come
        sugli iPod ci siano molti più MP3 (pirata o
        rippati da CD) che non acquisti da iTunes
        store... Gli acquisti non c'entrnao nulla. La propensione all'acquisto di un bene tecnologico si fa anche in base alle sue potenzialita', e' risaputo. Il fatto che ci siano piu' file presi sul P2P, dimostra solo una cosa: il prezzo della musica venduta e' ancora troppo alto.
        • MeX scrive:
          Re: abuso di posizione dominante

          Chi fa l'upgrade dai vecchi files con drm, e'
          come se pagasse 16 euro. Oltre al danno, la
          beffa.ufff... l'update costa 0,30... quindi 16 brani ti costano: 4,80 :) sempre che tu non li masterizzi su un CD e li rippi in mp3... anche se con 4,80 ci guadagni anche nel doppio del bitrate :) non male :)
          E comunque con 14/15 euro su Play.com si comprano
          anche dei bellissimi CD appena usciti, con tanto
          di supporto fisico, musica non compressa,
          serigrafia, libretto stampato, cover art, etc
          etc

          Io dico che non c'e' proprio paragone.se tu la pensi così... allora non dovrebbe interessarti per nulla tutto il mondo della musica digitale.. così come ai nostalgici del vinile non interessa il CD...
          Se poi si deve promuovere la musica scaricata,
          preferisco di gran lunga comprare direttamente
          dal sito dell'artista, e finanziarlo
          direttamente, senza intermediari mangiasoldi.
          Oggi si puo' fare benissimo e infatti molti
          cominciano a
          farlo.già... molto più comodo andare in 37 siti diversi piuttosto che comprare da un sito solo... geniale...
          Non e' vero.
          Moltissimi lo comprano perche' attirati dalla
          possibilita' di acqusitare musica ad 1 euro a
          brano. in media su un iPod ci sono 25 brani iTunes, il resto sono MP3... rippati da CD o scaricati dal P2P
          C'era un famoso studio pubblicato in
          merito in rete, adesso non lo trovo piu'
          purtroppo.mmmm strano... eh :(
          iTunes e' il maggiore valore aggiunto percepito
          dai consumatori nell'ambito del settore
          playermp3, perche' con quel lettore acquistano
          pure il diritto, anche solo potenziale, ad usare
          una certa piattaforma. eih... ti dico un segreto... la musica che compri su iTunes (anche quella con il DRM) la puoi masterizzare INFINITE volte... quindi iTunes lo puoi usare anche con un autoradio o un lettore CD portatile....
          Tanto e' vero che i DRM
          sono ancora tutti li', Apple non li ha tolti per
          niente. Anzi, ora scaricare musica coi DRM per i
          soli lettori Apple, e' stato reso pure piu'
          conveniente (costa il 30% in
          meno!).???? che dici? il costo con DRM è rimasto invariato, 0,99 ma le sai le cose?
          Se una societa' pensasse che i DRM sono il male,
          di fronte ad una apertura di EMI cosi' epocale e
          incondizionata, avrebbe rimosso dal suo catalogo
          la doppia distribuzione. Questo dimostra in
          maniera lampante quanto fossero false le cose
          scritte da Jobs, utili solo per imbonire e i
          creduloni suoi
          fans.certo... da un giorno all'altro riducono di 3/4 il loro catalogo... e vendono solo EMI... ma tu sei un genio del marketing!
          Gli acquisti non c'entrnao nulla. La propensione
          all'acquisto di un bene tecnologico si fa anche
          in base alle sue potenzialita', e' risaputo. ... si... sull'iPod posso riprodurre la mia collezione di mp3... punto e basta.
          Il fatto che ci siano piu' file presi sul P2P,
          dimostra solo una cosa: il prezzo della musica
          venduta e' ancora troppo alto.
          no dimostra che tra 0,99 e 0,00 gli utenti preferiscono 0,00 chissà perchè... (newbie)
    • alexjenn scrive:
      Re: abuso di posizione dominante
      Quanto costano 12 canzoni? 16 euro? solo se le compri a uno a uno. Mi pare invece che un CD intero continui a costare 9,90, e questo mi sembra un buon prezzo per AAC senza DRM e a 256 kbps.Se poi non ti piacciono, compra altrove, no?
  • Anonimo scrive:
    Senza DRM, ma con i tuoi dati personali
    ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30/2014222&from=rssNelle tracce distribuite senza DRM, la apple include i tuoi dati personali e il tuo username, in modo da individuare chi le mette in condivisione su p2p.
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
      - Scritto da:
      ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30
      Nelle tracce distribuite senza DRM, la apple
      include i tuoi dati personali e il tuo username,
      in modo da individuare chi le mette in
      condivisione su
      p2p.Mh... credo non sia difficile toglierli o mi sbaglio? (newbie)
      • Anonimo scrive:
        Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30

        Nelle tracce distribuite senza DRM, la apple

        include i tuoi dati personali e il tuo username,

        in modo da individuare chi le mette in

        condivisione su

        p2p.

        Mh... credo non sia difficile toglierli o mi
        sbaglio?
        (newbie)Perche', li vuoi subito piratare?
        • Anonimo scrive:
          Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
          regalare è l'unica cosa che ci può salvare dalla massificazione e dall'uso elitario della cultura.Solo chi è libero può donare...
          • Anonimo scrive:
            Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
            Ma sta cazzata prova a raccontarla quando sarai capace di produrre qualcosa di vendebile e sono sicuro che diventirai il più convinto dei Kapitalisti........
          • Anonimo scrive:
            Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
            Peccato che qui i soldi non vadano a chi ha ideato l'opera, ma alle schifosissime case discografiche! O almeno la maggior parte!
      • Anonimo scrive:
        Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30

        Nelle tracce distribuite senza DRM, la apple

        include i tuoi dati personali e il tuo username,

        in modo da individuare chi le mette in

        condivisione su

        p2p.

        Mh... credo non sia difficile toglierli o mi
        sbaglio?
        (newbie)Provaci
      • Non authenticat scrive:
        Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30

        Nelle tracce distribuite senza DRM, la apple

        include i tuoi dati personali e il tuo username,

        in modo da individuare chi le mette in

        condivisione su

        p2p.

        Mh... credo non sia difficile toglierli o mi
        sbaglio?
        (newbie)No non sbagli... loro contano sul fatto che tu non lo sappia e non lo faccia...conosci la vecchia storiella delle O.S. AERLINES quella che descrive gli O.S. (linux, apple, windows...) quella del "sedile howto"?http://iansuri.wordpress.com/2006/02/02/os-airlines-2/Bene se quardi la parte che descrive l'O.S. di Apple dice :"All the stewards, stewardesses, captains, baggage handlers, and ticket agents look the same, act the same, and talk the same. Every time you ask questions about details, you are told you dont need to know, dont want to know, and would you please return to your seat and watch the movie."
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
      - Scritto da:
      ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30
      Nelle tracce distribuite senza DRM, la apple
      include i tuoi dati personali e il tuo username,
      in modo da individuare chi le mette in
      condivisione su
      p2p.E fa bene. Le stesse informazioni le trovate nei metadati degli AAC protetti comprati fino a ieri.
    • afiorillo scrive:
      Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
      - Scritto da:
      ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30
      Nelle tracce distribuite senza DRM, la apple
      include i tuoi dati personali e il tuo username,
      in modo da individuare chi le mette in
      condivisione su
      p2p.E me pare pure giusto, se uno è così cretino da pagare e poi regalare al mondo intero...
      • Anonimo scrive:
        Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
        - Scritto da: afiorillo

        - Scritto da:


        ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30

        Nelle tracce distribuite senza DRM, la apple

        include i tuoi dati personali e il tuo username,

        in modo da individuare chi le mette in

        condivisione su

        p2p.

        E me pare pure giusto, se uno è così cretino da
        pagare e poi regalare al mondo
        intero...perchè deve essere cretino??non ti piace condividere un libro o un cd o qualsiasi altra cosa con qualcun altro??credo che il termine "arido" si adatti perfettamente alla tua "persona".....
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
      e allora?Io il brano lo acquisto perchè voglio ascoltarlo io, al limite qualche amico, mica voglio diffonderlo illegalmente.La cosa marcia del DRM era la non interoperabilità tra piattaforme, se acquisti con iTunes Store non ascolti sul player creative ad esempio.La cosa antipatica di iTunes Plus è che per fare questa cosa legittimissima devi pagare di più rispetto a prima !
      • Anonimo scrive:
        Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
        - Scritto da:
        La cosa antipatica di iTunes Plus è che per fare
        questa cosa legittimissima devi pagare di più
        rispetto a prima
        !Vero, ma è anche vero che il campionamento passa da 128 256 e ti posso garantire che attaccando il mac/pc/lettore MP3 ad un impianto SERIO (nel mio caso amplificatore Harmann/Kardon e casse Bose Acoustimass) la differenza si sente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
          Eh, si, proprio quella che si chiama Alta Fedeltà... :'(
        • Anonimo scrive:
          Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person

          mac/pc/lettore MP3 ad un impianto SERIO (nel mio
          caso amplificatore Harmann/Kardon e casse Bose
          Acoustimass) la differenza si
          sente.Scusa se mi intrometto con un commento un poco OT, ma come si fa a definire un Harmann/Kardon serio.E' ECCEZIONALE.Il mio primo impianto oltre al mostro in questione montava due casse Sonus Faber.Ancora lo rimpiango.L'ho inaugurato con Wish You Were Here e mi sembrava di avere Gilmour davanti a me nella stanza che suonava dal vivo.'(Sic!!!!!:Grunch
        • Anonimo scrive:
          Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
          - Scritto da:
          Vero, ma è anche vero che il campionamento passa
          da 128 256Cosa c'entri il bit-rate con la frequenza di campionamento, immagino che ce lo spiegherai in un prossimo mirabolante post dove dimostrerai ancora di piu' grande competenza riguardo all'audio...
          • Anonimo scrive:
            Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
            Beh, dai lui ha parlato solo di "campionamento" non di "frequenza di campionamento". :-)In un certo senso quando comprimi a 256000 bit/s un flusso iniziale di circa 1.5Mbit/s lo stai in qualche modo "campionando" in un modo un po' particolare... :-)Dai, non essere pignolo! :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
      - Scritto da:
      ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30
      Nelle tracce distribuite senza DRM, la apple
      include i tuoi dati personali e il tuo username,
      in modo da individuare chi le mette in
      condivisione su
      p2p.Nulla di nuovo sotto il sole, e' Apple.Che schifo. :(
    • djnaro scrive:
      Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
      Se non sbaglio le funzioni User Tracking / Traitor Tracking fanno parte della piattaforma del Trusted Computing , perciò hanno abbandonato i DRM ma non il TC...
    • Anonimo scrive:
      Re: Senza DRM, ma con i tuoi dati person
      - Scritto da:
      ...http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30
      Nelle tracce distribuite senza DRM, la apple
      include i tuoi dati personali e il tuo username,
      in modo da individuare chi le mette in
      condivisione su
      p2p.http://it.gizmodo.com/2007/05/31/itunes_plus_niente_drm_ma_le_t_1.html(versione italiana)ps. non ci vedo niente di male, al max se uno vuole proprio condividerlo lo può sempre trasformarlo in mp3 e darlo a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Ringraziate EMI, non Apple!
    Apple che non c'entra nulla.E' EMI che ha scelto da sola di vendere senza DRM, non Apple. Tanto e' vero che EMI venderà senza DRM in tutti gli store del mondo, non solo su Itunes.Apple, invece, ha visto bene di aumentare i costi dei prodotti e di fare lo *sconto* alla roba coi suoi DRM proprietari e incompatibili.Questo si chiama prendere in giro le persone e assumersi i meriti degli altri.
    • MeX scrive:
      Re: Ringraziate EMI, non Apple!
      GRAZIE APPLE! (apple)(troll)(troll1)(troll2)(troll4)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziate EMI, non Apple!
      - Scritto da:

      Apple che non c'entra nulla.

      E' EMI che ha scelto da sola di vendere senza
      DRM, non Apple. Tanto e' vero che EMI venderà
      senza DRM in tutti gli store del mondo, non solo
      su
      Itunes.

      Apple, invece, ha visto bene di aumentare i costi
      dei prodotti e di fare lo *sconto* alla roba coi
      suoi DRM proprietari e
      incompatibili.

      Questo si chiama prendere in giro le persone e
      assumersi i meriti degli
      altri.
      Ecco bravo, ora torna a scaricare dal mulo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziate EMI, non Apple!
      Grazie Emi...Sei contento adesso?
    • Giuseppe Rossi scrive:
      Re: Ringraziate EMI, non Apple!
      "Apple che non c'entra nulla.E' EMI che ha scelto da sola di vendere senza DRM, non Apple. Tanto e' vero che EMI venderà senza DRM in tutti gli store del mondo, non solo su Itunes.Apple, invece, ha visto bene di aumentare i costi dei prodotti e di fare lo *sconto* alla roba coi suoi DRM proprietari e incompatibili.Questo si chiama prendere in giro le persone e assumersi i meriti degli altri"Quoto in pieno, basta con questa incomprensibile visione di Apple benefattrice, non se ne può più.
  • Anonimo scrive:
    Allora permettano l'itunes per linux
    Ora non ricordo bene chi cosa, ma qualcuno aveva fatto un programma per Linux che si collegava a iTunes e permetteva di comprare le canzoni.Siccome il drm lo mette il client e non il server comprando le canzoni in questo modo il drm non c'era (poi non so come è andata a finire, anzi chi lo sa dica magari ho scritto qualche inesatteza).Se un giorno dovesse sparire del tutto il drm non vedo perché Apple non deve rendere semplice la vita a un programma del genere visto che per Linux iTunes non c'è'.
    • jcoltrane scrive:
      Re: Allora permettano l'itunes per linux
      Ma ci viene in soccorso Amazon che ha annunciato che dal suo sito venderà MP3 ad alta qualità senza DRM, compreso l'intero catalogo EMI.- Scritto da:
      Se un giorno dovesse sparire del tutto il drm non
      vedo perché Apple non deve rendere semplice la
      vita a un programma del genere visto che per
      Linux iTunes non
      c'è'.
  • Anonimo scrive:
    Grande EMI
    Non posso dire altrettanto di apple perchè i MACACHI mi stanno sullo stomaco.Comunque bene così EMI.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande EMI
      - Scritto da:
      Non posso dire altrettanto di apple perchè i
      MACACHI mi stanno sullo
      stomaco.

      Comunque bene così EMI.Certo EMI, brava, ora i CD costano la meta'... grazie EMI...Anche a me stanno sullo stomaco i macachi...
  • Wakko Warner scrive:
    Bene Apple e EMI
    Finalmente incominciano a ragionare.Vero, costa un 25% in più rispetto alla stessa canzone lucchettata ma non ha restrizioni e ingiusti limiti. Questo è valore aggiunto.Sono ancora dell'opinione che le canzoni costino troppo... ma siamo sulla buona strada.Bene EMI, continua così. Abbassa i prezzi in modo sensibile e avrai un sacco di utenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene Apple e EMI
      - Scritto da: Wakko Warner
      Vero, costa un 25% in più rispetto alla stessa
      canzone lucchettata ma non ha restrizioni e
      ingiusti limiti. Questo è valore aggiunto.Per me vale ancora di più il bitrate raddoppiato. Le restrizioni erano solo di facciata anche prima. Bastava farsi un CD audio, e avevi già in mano qualcosa di completamente sprotetto, copiabile, rippabile e riproducibile su qualsiasi apparecchio.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Bene Apple e EMI
        - Scritto da:
        Per me vale ancora di più il bitrate raddoppiato. Può essere... che bitrate hanno ora? Considera che a molti però questo interessa poco.
        Le restrizioni erano solo di facciata anche
        prima. Bastava farsi un CD audio, e avevi già in
        mano qualcosa di completamente sprotetto,
        copiabile, rippabile e riproducibile su qualsiasi
        apparecchio.Vero, ma è una questione di principio.
        • Onslaught scrive:
          Re: Bene Apple e EMI
          - Scritto da: Wakko Warner
          Può essere... che bitrate hanno ora? Considera
          che a molti però questo interessa
          poco.256kbps
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: Onslaught

            - Scritto da: Wakko Warner


            Può essere... che bitrate hanno ora? Considera

            che a molti però questo interessa

            poco.

            256kbpsBé, sembra già abbastanza buono a me... credo che gran parte degli utenti nemmeno notino o cerchino una qualità superiore a questa.
          • Onslaught scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: Wakko Warner
            Bé, sembra già abbastanza buono a me... credo che
            gran parte degli utenti nemmeno notino o cerchino
            una qualità superiore a
            questa.Per me,a questi prezzi(1,29: eventualmente,dovendo vendere brani non compressi,potrebbero aumentare ancora il prezzo,portandolo a 1,50,ad esempio),dovrebbero vendere brani non compressi,anche perchè non so quanti vorranno spendere di più per una qualità superiore che non noterebbero,e per rimuovere il drm(che penso moltissimi non sappiano nemmeno cos'è).Con i brani non compressi,invece,andrebbero ad intercettare un segmento di mercato fatto di persone esigenti che spende volentieri qualcosa in più per una qualità maggiore.Se vendessero canzoni non compresse,svaligerei itunes.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: Onslaught

            - Scritto da: Wakko Warner


            Bé, sembra già abbastanza buono a me... credo
            che

            gran parte degli utenti nemmeno notino o
            cerchino

            una qualità superiore a

            questa.

            Per me,a questi prezzi(1,29:
            eventualmente,dovendo vendere brani non
            compressi,potrebbero aumentare ancora il
            prezzo,portandolo a 1,50,ad esempio),dovrebbero
            vendere brani non compressi,anche perchè non so
            quanti vorranno spendere di più per una qualità
            superiore che non noterebbero,e per rimuovere il
            drm(che penso moltissimi non sappiano nemmeno
            cos'è).
            Con i brani non compressi,invece,andrebbero ad
            intercettare un segmento di mercato fatto di
            persone esigenti che spende volentieri qualcosa
            in più per una qualità
            maggiore.
            Se vendessero canzoni non compresse,svaligerei
            itunes.Quoto al 100%
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI

            Se vendessero canzoni non
            compresse,svaligerei itunes.Allora puoi incominciare a svaligiare: un AAC a 256Kbps è indistinguibile dal brano 16 bit 44.1 PCM (wav).
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI


            Se vendessero canzoni non
            compresse,svaligerei
            itunes.

            Allora puoi incominciare a svaligiare: un AAC a
            256Kbps è indistinguibile dal brano 16 bit 44.1
            PCM
            (wav).Per te magari! Quale parte di NON COMPRESSO non ti è chiara? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            la differenza è udibile a 128, a 192 serve uno sforzo e con apparecchiature di grande qualità, a 256 non lo senti e basta, chi dice il contrario vuole fare il figo.
          • avvelenato scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da:
            la differenza è udibile a 128, a 192 serve uno
            sforzo e con apparecchiature di grande qualità, a
            256 non lo senti e basta, chi dice il contrario
            vuole fare il
            figo.Sai cos'e`?E' che siccome in qualche inculata parte del mondo c'e` una persona i cui modelli psicoacustici non corrispondono con la modellizzazione effettuata sul codec, e fin qui tutto normale, se non fosse che si mette a sbraitare come un forsennato che il loseless e` meglio e il resto e` merda.D'altra parte la variabilita` e` caratteristica naturale, esiste pure un caso di bambina che ha partorito a 5 anni, ma non va certo in giro a dire che tutte dovrebbero esser libere di figliare a quell'eta`!Questo sempre ammesso che il ragazzo di cui sopra non sia un bluffone e abbia sul serio passato qualche decina di doppi ciechi in aac a 256kbit...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI

            la differenza è udibile a 128, a 192 serve uno
            sforzo e con apparecchiature di grande qualità, a
            256 non lo senti e basta, chi dice il contrario
            vuole fare il
            figo.O magari vuole farsi spennare meglio, comunque se permetti vorrei scegliere IO, come sentire, non TU per me :D
          • avvelenato scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: Onslaught

            - Scritto da: Wakko Warner


            Bé, sembra già abbastanza buono a me... credo
            che

            gran parte degli utenti nemmeno notino o
            cerchino

            una qualità superiore a

            questa.

            Per me,a questi prezzi(1,29:
            eventualmente,dovendo vendere brani non
            compressi,potrebbero aumentare ancora il
            prezzo,portandolo a 1,50,ad esempio),dovrebbero
            vendere brani non compressi,anche perchè non so
            quanti vorranno spendere di più per una qualità
            superiore che non noterebbero,e per rimuovere il
            drm(che penso moltissimi non sappiano nemmeno
            cos'è).
            Con i brani non compressi,invece,andrebbero ad
            intercettare un segmento di mercato fatto di
            persone esigenti che spende volentieri qualcosa
            in più per una qualità
            maggiore.
            Se vendessero canzoni non compresse,svaligerei
            itunes.hai fatto dei doppio cieco e sei davvero in grado di riconoscere un aac a 256kbit da un wav?ti faccio i miei complimenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI

            hai fatto dei doppio cieco e sei davvero in grado
            di riconoscere un aac a 256kbit da un
            wav?
            ti faccio i miei complimenti.Fatti una cultura:http://www.hydrogenaudio.org/
          • avvelenato scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da:

            hai fatto dei doppio cieco e sei davvero in
            grado

            di riconoscere un aac a 256kbit da un

            wav?

            ti faccio i miei complimenti.
            Fatti una cultura:
            http://www.hydrogenaudio.org/Cocco, ci sono passato prima di te.E non ti credere che perche` in un forum su internet ci sono 30 persone a dire che riescono a riconoscere artefatti su files compressi a millemila kilobps, significa che lo sappiano fare tante persone in percentuale, nel mondo.Non e` come distinguere l'originale da un mp3 scaricato dal mulo, dove basta non avere problemi d'udito e un minimo di allenamento, e questo me lo devi concedere.Poi i fanatici del loseless si sono dimenticati che lo stesso processo di campionamento e` lossy di natura, per non parlare dell'antialiasing su cd per farlo stare nella banda dei 44khz, quindi filtri passabanda che magari non cambiano nulla al comune mortale, ma e` lo stesso che sente trasparente un aac a 128kbps, quindi non capisco come mai prendersela tanto con i file lossy quando l'alternativa loseless non e` che sia tanto meglio... a questo punto o vi fate il sacd, oppure telefonate alla band che vi suoni live in camera, diobono, sta maniacalita` radicale non la sopporto!ps: i complimenti erano sinceri.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI

            - Scritto da:


            hai fatto dei doppio cieco e sei davvero in

            grado


            di riconoscere un aac a 256kbit da un


            wav?


            ti faccio i miei complimenti.

            Fatti una cultura:

            http://www.hydrogenaudio.org/


            Cocco, ci sono passato prima di te.
            E non ti credere che perche` in un forum su
            internet ci sono 30 persone a dire che riescono a
            riconoscere artefatti su files compressi a
            millemila kilobps, significa che lo sappiano fare
            tante persone in percentuale, nel
            mondo.Ciccio se TU sei sordo è un problema TUO.Io voglio poter SCEGLIERE!!!P.S. grazie per i complimenti ;)
          • Non authenticat scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            hai fatto dei doppio cieco e sei davvero in


            grado



            di riconoscere un aac a 256kbit da un



            wav?



            ti faccio i miei complimenti.


            Fatti una cultura:


            http://www.hydrogenaudio.org/





            Cocco, ci sono passato prima di te.

            E non ti credere che perche` in un forum su

            internet ci sono 30 persone a dire che riescono
            a

            riconoscere artefatti su files compressi a

            millemila kilobps, significa che lo sappiano
            fare

            tante persone in percentuale, nel

            mondo.
            Ciccio se TU sei sordo è un problema TUO.
            Io voglio poter SCEGLIERE!!!
            P.S. grazie per i complimenti ;)
            Ciccio (non sono quello di prima) il LOSELESS non esiste! già sul campionamento e sulla conversione digitale analogico e analogico digitale PERDE!Cosa diavolo vuoi scegliere?... tu non scegli da un pezzo!Ai tempi del vinile potevi (forse) fare certe discussioni (comunque al 99% fuffa) sull'impianto la testina la dinamica (che sul digitale ti fotti per questione di banda!) e altre mezze SOLE di quel genere!Quello che oggi scegli (o credi scegliere) è largamente identico in termini di qualità effettiva.Tra l'altro la qualità e la capacità di chi ha fatto il campionamento pesa verosimilmente diversi ordini di grandezza più dell'algoritmo di encoding che usi quando ascolti un pezzo!C'è differenza tra scegliere e "credere" di scegliere come c'è differenza tra "sentire" e credere di sentire...Buona notte ciccio e tienti bene stretto il tuo "lossless" pieno di "loss" che stanno a monte dell'algoritmo di encoding!
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI

            Ciccio (non sono quello di prima) il LOSELESS non
            esiste!Scritto così no di sicuro :D
            Quello che oggi scegli (o credi scegliere) è
            largamente identico in termini di qualità
            effettiva.Quindi continuiamo a dimunire di qualità da un passaggio all'altro, tanto TU non senti la differenza? :D
            Buona notte ciccio e tienti bene stretto il tuo
            "lossless" pieno di "loss" che stanno a monte
            dell'algoritmo di
            encoding!Buona notte caro amplifon...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI

            Mi aspetto insulti dai cosidetti puristi, ma
            questo purtroppo per loro non cambia le leggi
            della
            fisica! Insultarti, perchè? Se sei sordo non è colpa tua :o
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI

            In effetti questi "puristi" del suono che dicono
            di avere un orecchio da mostri sovrumani, sarebbe
            meglio che si studiassero un po' di fisica del
            suono e della sua propagazione e di fisiologia
            dell'orecchio umano.Mai detto niente del genere! Chi sei TU per dire quello che posso/voglio sentire/pagare?Io voglio SCEGLIERE!!! Se tu non vuoi nessuno ti obbliga :D
          • Onslaught scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: avvelenato
            hai fatto dei doppio cieco e sei davvero in grado
            di riconoscere un aac a 256kbit da un
            wav?
            ti faccio i miei complimenti.
            Su un impianto da 3000-4000 sì,e ci riusciresti senza problemi anche tu.
          • Non authenticat scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: Onslaught

            - Scritto da: avvelenato


            hai fatto dei doppio cieco e sei davvero in
            grado

            di riconoscere un aac a 256kbit da un

            wav?

            ti faccio i miei complimenti.



            Su un impianto da 3000-4000 sì,e ci riusciresti
            senza problemi anche
            tu.Panzane!
          • Onslaught scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: Non authenticat
            Panzane!Melanzane!Seriamente: argomenta,altrimenti il tuo è un post un pò deboluccio.Su impianti di quel livello,secondo me,la differenza si sente(non credo di essere io ad avere un orecchio più fino di tanto),certo è che se,invece,parliamo di impianti da 300-400,è inutile portsi il problema: la differenza non credo sia udibile.
          • Non authenticat scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: Onslaught

            - Scritto da: Non authenticat


            Panzane!

            Melanzane!
            Seriamente: argomenta,altrimenti il tuo è un post
            un pò
            deboluccio.
            Su impianti di quel livello,secondo me,la
            differenza si sente(non credo di essere io ad
            avere un orecchio più fino di tanto),certo è che
            se,invece,parliamo di impianti da 300-400,è
            inutile portsi il problema: la differenza non
            credo sia
            udibile.okkey lo avevo già detto sopra!caro il mio "sceglitore"http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=2011086&id=2009476
          • Onslaught scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: Non authenticat
            okkey lo avevo già detto sopra!
            caro il mio "sceglitore"
            http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=2011086&iMi pare un cavillare in maniera inutile: una traccia a 256kbps è sicuramente "più compressa",se la vuoi mettere in questi termini.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da: Onslaught
            Su impianti di quel livello,secondo me,la
            differenza si sente(non credo di essere io ad
            avere un orecchio più fino di tanto)ho un impianto da 6.000.000 delle vecchie lirette ed è difficile distinguere un CD da un m4v di iTunessu alcuni brani in particolare è facile, su altri è quasi impossibile
            ,certo è che
            se,invece,parliamo di impianti da 300-400,è
            inutile portsi il problema: la differenza non
            credo sia
            udibile.dove eravate tutti voi puristi dell'audio quando hanno abolito il vinile a favore dei CD? allora si che si sentiva la differenza!!!!(apple)(linux)
          • Onslaught scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da:
            dove eravate tutti voi puristi dell'audio quando
            hanno abolito il vinile a favore dei CD? allora
            si che si sentiva la
            differenza!!!!

            (apple)(linux)Io ero in fasce(nel senso che,a quell'età non mi interessavo assolutamente di queste cose,andava bene qualunque cosa producesse "rumore simile a musica") :DNon è dipeso da me ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 maggio 2007 20.00-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI

            dove eravate tutti voi puristi dell'audio quando
            hanno abolito il vinile a favore dei CD? allora
            si che si sentiva la
            differenza!!!!Già se gratta, salta o "fruscia" è un vinile :$
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene Apple e EMI
          - Scritto da: Wakko Warner
          Può essere... che bitrate hanno ora? Considera
          che a molti però questo interessa
          poco.
          Voi ragazzi di oggi con i vosti emmepicosi e le vostre cuffiette e il vostro emmenem coso che rappeggia o come accidenti si dice! Ai miei tempi la musica, se la volevi sentire, te la dovevi suonare da solo con gli spartiti e il pianoforte, e ogni mattina andavamo a scuola con spartiti e pianoforte sulle spalle, nella neve 365 giorni all'anno, e in salita sia all'andata che al ritorno!
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            mi spiace per te...che brutta infanzia!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da:
            mi spiace per te...
            che brutta infanzia!!Pprobabilmente in quella "brutta" infanzia qualcuno ha provato soddisfazioni che tu non avrai mai.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene Apple e EMI
            - Scritto da:
            la musica, se la volevi sentire, te la dovevi
            suonare da solo con gli spartiti e il pianoforte,Ehhh ! Beata gioventu' !!Noi ogni volta si doveva attraversare la savana con le trombe ricavate da femori di mammut sulle spalle, schivare le tigri dai denti a sciabola, scalare il vulcano e finalmente all'interno della caverna potevi leggere le note scolpite sulle pareti !
  • pikappa scrive:
    Il mio primo acquisto su iTMS
    L'ho fatto oggi, proprio perchè quei brani erano senza DRM, le singole tracce costano di più è vero, ma è sempre meglio che tribolare con un prodotto menomato, e in ogni caso se fanno i furbi e alzano i prezzi smetto di comprare, cosa che dovremmo fare tutti.In ogni caso il prezzo degli album completi è lo stesso con o senza DRM
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mio primo acquisto su iTMS
      Bravo, sei stato coerente.Ora aspettiamo cosa faranno tutti quelli che dicevano "io ce l'ho su con il DRM SOLO perchè mi limita la libertà di utilizzo", e non, come in realtà penso sia (per la maggioranza) una semplice scusa per giustificare la pirateria.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mio primo acquisto su iTMS
        - Scritto da:
        Bravo, sei stato coerente.

        Ora aspettiamo cosa faranno tutti quelli che
        dicevano "io ce l'ho su con il DRM SOLO perchè mi
        limita la libertà di utilizzo", e non, come in
        realtà penso sia (per la maggioranza) una
        semplice scusa per giustificare la
        pirateria.Ma quale pirateria...Il problema e' la distribuzione che comunque rimane malata, itunes o meno.Sono gli autori che devono vendere la loro roba in rete, direttamente, ormai puo' farlo chiunque con costi ridicoli. Quella e' la rivoluzione, non itunes che e' solo la trasposizione in rete del meccanismo schifoso delle Major.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mio primo acquisto su iTMS

          Ma quale pirateria...

          Il problema e' la distribuzione che comunque
          rimane malata, itunes o
          meno.

          Sono gli autori che devono vendere la loro roba
          in rete, direttamentegia' lo fanno tutti gli artisti indipendenti, ho comprato diversi brani dei "cage 9", "spins", "black lab" .. le major continuano ad esistere ma se cominci a sentire materiale degli indipendenti ti assicuro che puoi fare a meno dei loro protetti (e condizionati) per cominciare scarica e ascolta il podcast "rockcastitalia"
    • gerry scrive:
      Re: Il mio primo acquisto su iTMS
      - Scritto da: pikappa
      L'ho fatto oggi, proprio perchè quei brani erano
      senza DRM, le singole tracce costano di più è
      vero, ma è sempre meglio che tribolare con un
      prodotto menomato, e in ogni caso se fanno i
      furbi e alzano i prezzi smetto di comprare, cosa
      che dovremmo fare
      tutti.
      In ogni caso il prezzo degli album completi è lo
      stesso con o senza
      DRMMa per comprare bisogna scaricarsi per forza il software di iTunes?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mio primo acquisto su iTMS
        - Scritto da: gerry

        - Scritto da: pikappa

        L'ho fatto oggi, proprio perchè quei brani erano

        senza DRM, le singole tracce costano di più è

        vero, ma è sempre meglio che tribolare con un

        prodotto menomato, e in ogni caso se fanno i

        furbi e alzano i prezzi smetto di comprare, cosa

        che dovremmo fare

        tutti.

        In ogni caso il prezzo degli album completi è lo

        stesso con o senza

        DRM

        Ma per comprare bisogna scaricarsi per forza il
        software di
        iTunes?Sì, devi obbligatoriamente utilizzare iTunes. Le tracce sono in formato AAC che non so quanti lettori oltre ad iTunes e QuickTime riescano ad aprire... forse VLC.
        • gerry scrive:
          Re: Il mio primo acquisto su iTMS
          - Scritto da:
          Sì, devi obbligatoriamente utilizzare iTunes. Le
          tracce sono in formato AAC che non so quanti
          lettori oltre ad iTunes e QuickTime riescano ad
          aprire... forse
          VLC.Winamp e qualche vecchia versione di TCPMP per palmare. Mi basta.Speriamo almeno non sia il solito programma rompiscatole che pretende di avviarsi col PC consumando un ettolitro di RAM e predende di accaparrarsi tutti i files audio che hai.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mio primo acquisto su iTMS
            - Scritto da: gerry
            Speriamo almeno non sia il solito programma
            rompiscatole che pretende di avviarsi col PC
            consumando un ettolitro di RAM e predende di
            accaparrarsi tutti i files audio che
            hai.Io, nel dubbio, l'ho installato sul secondo PC.Su quello principale non ci finirà mai, perchè installa obbligatoriamente quicktime (probabilmente per i video), e lo mette pure in precaricamento dopo il boot dell'OS.Il rispetto per le macchine altrui è una cosa di cui in futuro le software house dovranno tenere conto.Per il resto Itunes è più che buono.
          • pikappa scrive:
            Re: Il mio primo acquisto su iTMS
            - Scritto da: gerry

            - Scritto da:


            Sì, devi obbligatoriamente utilizzare iTunes. Le

            tracce sono in formato AAC che non so quanti

            lettori oltre ad iTunes e QuickTime riescano ad

            aprire... forse

            VLC.

            Winamp e qualche vecchia versione di TCPMP per
            palmare. Mi
            basta.

            Speriamo almeno non sia il solito programma
            rompiscatole che pretende di avviarsi col PC
            consumando un ettolitro di RAM e predende di
            accaparrarsi tutti i files audio che
            hai.No quello fortunatamente no, all'avvio ti mette solo il quickloader di quicktime nel systemtray che puoi tranquillamente disabilitare.Le tracce ho provato al leggerle con vlc e funzionano senza problemi, altri programmi per windows non ne conosco. e se non sbaglio sono leggibili anche sui cellulari nokia
          • Anonimo scrive:
            Re: Il mio primo acquisto su iTMS

            Le tracce ho provato al leggerle con vlc e
            funzionano senza problemil'AAC e' un formato audio standard del consorzio mpeg, non ha nulla a che vedere con apple, l'unica cosa non standard e' (quando c'e') il DRM http://it.wikipedia.org/wiki/Advanced_Audio_Coding
          • Sgabbio scrive:
            Re: Il mio primo acquisto su iTMS
            Viene letto pure dal Winamp.Però Itunes installa pure il quick time, ma non solo per visualizzare i filmati ma anche per le librerie multimediali su cui si basa itunes (hmmm se mi sbaglio ditemelo :P ).Però non sarebbe male se apple prendesse in considerazione di fare itunes anche per linux, visto che c'erano delle persone che si erano create un client alternativo per comprale le canzoni nel loro negozio senza avere il DRM, che si scopri che li metteva iTunes.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il mio primo acquisto su iTMS
          Nokia 6230 e 6230i sicuramente, per esperienza diretta (ovviamente senza DRM).
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mio primo acquisto su iTMS
      anche io ho acquistato un album per la prima volta su iTunes Store, l'album raccolta di David Bowie, si sente bene, e costa 10 euro, posso ascoltarlo anche sul pc con windows media player.Spero che i numeri diano ragione ad Apple ed EMI così anche gli altri store e le altre case discografiche si allineeranno e magari abbasseranno i prezzi (magari !)Ciao a tutti
  • Anonimo scrive:
    funzionasse, non sarebbe male!
    apro il nuovo itunes e clicco su itunes plus.risultato? se vuoi le canzoni drm free devi sborsare 25,50 euro.ok, mi sta bene.. ma quando clicco su acquistasi apre una candida finestrella che mi informa:il prezzo dell'articolo è cambiato.e nonostante ricarichi un numero imprecisato di volte lo store, dopo aver tentato il riavvio prima dell'applicazione 3 volte e poi del mio fido powerbook 2 volte,non cambia niente.decisione:aspetto un pò di giorni, non mi servono subito.
    • afiorillo scrive:
      Re: funzionasse, non sarebbe male!
      - Scritto da:
      apro il nuovo itunes e
      clicco su itunes plus.

      risultato? se vuoi le canzoni drm free devi
      sborsare 25,50
      euro.

      ok, mi sta bene..
      ma quando clicco su acquista
      si apre una candida finestrella che mi informa:

      il prezzo dell'articolo è cambiato.
      e nonostante ricarichi un numero imprecisato di
      volte lo store, dopo aver tentato il riavvio
      prima dell'applicazione 3 volte e poi del mio
      fido powerbook 2
      volte,
      non cambia niente.

      decisione:
      aspetto un pò di giorni, non mi servono subito.Guarda, che i soldi li hanno già presi dalla tua CC. ;-)Il problema è che i server Apple sono bombardati da mezzo mondo che si converte la libreria in Plus.Se vai sotto il menu di iTunes, voce "Store"-
      "Verifica gli acquisti", vedrai che ti mette in download tutti i brani "Plus" della tua libreria.Ma porta pazienza, ci vorrà un botto di tempo; in più, dopo qualche tentativo fallito di scaricare un file, iTunes si ferma con un messaggio di errore che aspetta l'OK. Quindi, manco si può lasciarlo la notte.
  • Anonimo scrive:
    Che ladri...
    Ovviamente non era possibile abbassare il prezzo di quelli con il DRM, hanno alzato quelli free..15 euro per un mucchio di mp3, sinceramente mi compro il CD originale su play.com..
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ladri...
      - Scritto da:
      15 euro per un mucchio di mp3, sinceramente mi
      compro il CD originale su play.com..Ovviamente, se prima ti documentavi, evitavi di fare figuracce e scrivere fesserie. Per il CD intero il PREZZZO E' INVARIATO, costa sempre 9.99, cioè COME PRIMA, CON IL DRM.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che ladri...
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        15 euro per un mucchio di mp3, sinceramente mi

        compro il CD originale su play.com..

        Ovviamente, se prima ti documentavi, evitavi di
        fare figuracce e scrivere fesserie. Per il CD
        intero il PREZZZO E' INVARIATO, costa sempre
        9.99, cioè COME PRIMA, CON IL
        DRM.
        Se invece ti documentavi tu evitavi di fare la figura del saccente...Se vuoi convertire i tuoi album devi spendere 30 cent a pezzo. E penso che comunque restino ad un bps minore.Hai perso una buona occasione per stare zitto!
        • Anonimo scrive:
          Re: Che ladri...
          - Scritto da:
          Se invece ti documentavi tu evitavi di fare la
          figura del saccente...Se invece stavi attento a quello che scrivevi, prima, evitavi di fare, per la seconda volta, la figura dell'idiota.
          Se vuoi convertire i tuoi album devi spendere 30
          cent a pezzo. E penso che comunque restino ad un
          bps minore.Tu hai scritto "15 Euro per una manciata di brani, a quel punto mi compro il CD su play.com", E' EVIDENTE, quindi, che ti riferivi ad un CD non ancora comprato, NON all'upgrade di una serie di brani sfusi, perchè per fare 15 Euro in upgrade, devi aggiornare 45 brani, che difficilmente ci stanno su un CD "comprato su play.com". Che, per caso, play.com vende a meno di 15 Euro compilation già pronte PROPRIO con gli STESSI 45 brani che avevi comprato tu su iTunes con DRM ???
          Hai perso una buona occasione per stare zitto!Esattamente, vale per te, per la seconda volta. Genio...
          • Anonimo scrive:
            Re: Che ladri...
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Se invece ti documentavi tu evitavi di fare la

            figura del saccente...

            Se invece stavi attento a quello che scrivevi,
            prima, evitavi di fare, per la seconda volta, la
            figura
            dell'idiota.



            Se vuoi convertire i tuoi album devi spendere 30

            cent a pezzo. E penso che comunque restino ad un

            bps minore.

            Tu hai scritto "15 Euro per una manciata di
            brani, a quel punto mi compro il CD su play.com",
            E' EVIDENTE, quindi, che ti riferivi ad un CD non
            ancora comprato, NON all'upgrade di una serie di
            brani sfusi, perchè per fare 15 Euro in upgrade,
            devi aggiornare 45 brani, che difficilmente ci
            stanno su un CD "comprato su play.com".


            Che, per caso, play.com vende a meno di 15 Euro
            compilation già pronte PROPRIO con gli STESSI 45
            brani che avevi comprato tu su iTunes con DRM ???




            Hai perso una buona occasione per stare zitto!

            Esattamente, vale per te, per la seconda volta.
            Genio...Si va beh, non c'è peggior sordo di chi non vuol capire.Oppure, parafrasando, non c'è peggior "capente" di chi non vuol capire..
          • Forum dei troll scrive:
            Re: Che ladri...
            Bravo, ora mettiti ad abbaiare che e` solo un winaro e non capisce la grandiosita` di Jobs, poi vai a mangiarti un'altra mela bacata....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 maggio 2007 11.38-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Che ladri...
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:




          15 euro per un mucchio di mp3, sinceramente mi


          compro il CD originale su play.com..



          Ovviamente, se prima ti documentavi, evitavi di

          fare figuracce e scrivere fesserie. Per il CD

          intero il PREZZZO E' INVARIATO, costa sempre

          9.99, cioè COME PRIMA, CON IL

          DRM.



          Se invece ti documentavi tu evitavi di fare la
          figura del
          saccente...
          Se vuoi convertire i tuoi album devi spendere 30
          cent a pezzo. E penso che comunque restino ad un
          bps
          minore.Vengono riscaricati a 256Kbit, quelli vecchi "protetti" a 128Kbit .. finiscono nel cestino.Quelli che tu "ricompri" (ovvero riscarichi senza DRM a 256kbit) c'hanno "stampato" dentro una sorta di watermark, in pratica hanno il tuo identificativo, così se ti passa per la testa di mandarli in giro sul p2p ... ti vengono a beccare !!!.http://www.engadget.com/2007/05/30/itunes-plus-and-emis-drm-free-music-hands-on/http://yro.slashdot.org/article.pl?sid=07/05/30/2014222 "Apple Hides Account Info in DRM-Free Music"
    • Anonimo scrive:
      Re: Che ladri...
      - Scritto da:
      Ovviamente non era possibile abbassare il prezzo
      di quelli con il DRM, hanno alzato quelli
      free..

      15 euro per un mucchio di mp3, sinceramente mi
      compro il CD originale su
      play.com..Assolutamente d'accordo.Non solo: se devo comprare la musica di un autore in download, preferirei di granlunga comprarla direttamente da lui sul suo sito, senza schifosi intermediari succhiasoldi.
  • Anonimo scrive:
    E' un primo passo ma...
    ...finché il prezzo sarà un'esagerazione come lo è ora... ALLOFMP3 RULEZ
    • MeX scrive:
      Re: E' un primo passo ma...
      - Scritto da:
      ...finché il prezzo sarà un'esagerazione come lo
      è ora... ALLOFMP3
      RULEZinvece di pagare come un fesso scarica dal Mulo... che allofmp3 prende i soldi a te e se li tiene... e agli artisti non arriva nulla...
      • Non authenticat scrive:
        Re: E' un primo passo ma...
        - Scritto da: MeX

        - Scritto da:

        ...finché il prezzo sarà un'esagerazione come lo

        è ora... ALLOFMP3

        RULEZ

        invece di pagare come un fesso scarica dal
        Mulo... che allofmp3 prende i soldi a te e se li
        tiene... e agli artisti non arriva
        nulla...Be più o meno è quello che fanno tutti gli editori e SIAE agli autori non arriva quasi nulla!Che c'è di strano?Il business è quello si chiama "diritto di autore" (per confondere le acque)In realtà è un "diritto di copia" (copyright) e si concretizza in un diritto di sfruttamento commerciale delle suddette "copie"...Del ricavato di tale operazione all'autore vanno (se e quando ci vanno) 3 lirette scarse!In cambio il resto va a "coprire" le spese di distribuzione (che è costosissima :) ma guarda caso non la mollano).Della pubblicità (quella che dicono loro e anche quella costosissima... ma guarda caso neppure lì mollano) Del coto di produzione (risibile.... ma si poi c'è la cover... e il libretto ... mica bubbole... e anche liì non mollano)...Insomma tutto un piangere sui costi!... poverini... e le vendite in crisi!...Aripoverini....!Vabbe! ma allora se questi diritti commerciali non rendono se è tutto un problema!Se ti servono addirittura leggi draconiane e pressioni sui governi!Insomma tutto un pianto!Mi viena da chiedermi... ma perchè allora non mollano ?Perchè non si tolgono dai 00 e ci lasciano nella nostra solitudine?...Che crepino! in silenzio... senza pianti ... e se rimarremo senza "artisti"... ci pentiremo oh si giuro che mi pento!(anche se non credo che rimmarremo senza artisti)....Nel frattempo e in attesa del nostro pentimento toglietevi pure dalle 00Va bene così? :D :p :D :p :D :p
        • MeX scrive:
          Re: E' un primo passo ma...

          Be più o meno è quello che fanno tutti gli
          editori e SIAE agli autori non arriva quasi
          nulla!"quasi nulla" è già molto diverso da "nulla" e che ci sia del marcio su cui indagare sono il primo a sostenerlo!
          Che c'è di strano?
          Il business è quello si chiama "diritto di
          autore" (per confondere le
          acque)
          In realtà è un "diritto di copia" (copyright) e
          si concretizza in un diritto di sfruttamento
          commerciale delle suddette
          "copie"...
          Del ricavato di tale operazione all'autore vanno
          (se e quando ci vanno) 3 lirette
          scarse!beh sulla vendita dei CD è l'unica cosa che la SIAE fa bene e ti arrvano i soldi che devono arrivare perchè le vendite nei negozi sono monitorabili... il problema è nella gestione dei live (concerti e discoteche) passagi radio e TV e la patata bollente del "calderone" SIAE (non pretendo che tu sappia di cosa parlo)
          In cambio il resto va a "coprire" le spese di
          distribuzione (che è costosissima :) ma guarda
          caso non la
          mollano).stai confondendo la SIAE con le case discografiche e le major
          Della pubblicità (quella che dicono loro e anche
          quella costosissima... ma guarda caso neppure lì
          mollano)non capisco cosa vuoi dire? che non fanno pubblicità? che la pubblicità x loro è gratis?
          Del coto di produzione (risibile.... ma si poi
          c'è la cover... e il libretto ... mica bubbole...
          e anche liì non
          mollano)...per produzione di un artista non devi pensare al la produzione del packaging.... così come produrre un film non vuol dire produrre la custodia di plastica del DVD...
          Insomma tutto un piangere sui costi!...
          poverini... e le vendite in
          crisi!...i costi sono sempre quelli .... le vendite sono diventate irrisorie, soprattutto tra i piccoli e gli emergenti
          Aripoverini....!
          Vabbe! ma allora se questi diritti commerciali
          non rendono se è tutto un
          problema!
          Se ti servono addirittura leggi draconiane e
          pressioni sui
          governi!
          Insomma tutto un pianto!
          Mi viena da chiedermi... ma perchè allora non
          mollano
          ?perchè è il loro lavoro
          Perchè non si tolgono dai 00 e ci lasciano nella
          nostra
          solitudine?...perchè dovrebbero?
          Che crepino! in silenzio... senza pianti ... e se
          rimarremo senza "artisti"... ci pentiremo oh si
          giuro che mi
          pento!
          (anche se non credo che rimmarremo senza
          artisti)....
          Nel frattempo e in attesa del nostro pentimento
          toglietevi pure dalle
          00
          Va bene così?
          :D :p :D :p :D :pse va bene a te... siamo tutti contenti
    • Anonimo scrive:
      Re: E' un primo passo ma...
      Il prezzo è sicuramente ancora un problema, ma in teoria in una economia di mercato (come non è sicuramente quella della musica recente, visto che è retta da MONOPOLI LEGALI della assurda durata di circa 100-150 anni, a seconda di quando muore l'autore, ma che potrebbe essere per quella classica) si dovrebbe regolare tra domanda ed offerta.Invece il problema maggiore che rimane è che la vendita ONLINE fa fuori il mercato dell'usato, unico vero "mercato" della musica ed ad oggi unico canale d'acquisto non controllato/controllabile da parte di una Major.Se hai un vinile di Srg. Pepper dei Beatles, prova ad andare su Ebay a vedere quanto ti offrono. Poi esci e comprati un CD nuovo di Srg. Pepper. Secondo me ti avanzano dei soldi.Se quarant'anni fa avessi invece scaricato online (se fosse esistito il servizio) oggi potresti ancora ascoltarti Srg. Pepper, ma non potresti rivenderlo a nessuno. Nemmeno regalarlo. Nemmeno ai tuoi figli.No DRM è sicuramente il primo passo, ora manca la reintroduzione della dottrina di "prima vendita".
      • Anonimo scrive:
        Re: E' un primo passo ma...
        - Scritto da:
        Il prezzo è sicuramente ancora un problema, ma in
        teoria in una economia di mercato (come non è
        sicuramente quella della musica recente, visto
        che è retta da MONOPOLI LEGALI della assurda
        durata di circa 100-150 anni, a seconda di quando
        muore l'autore, ma che potrebbe essere per quella
        classica) si dovrebbe regolare tra domanda ed
        offerta.

        Invece il problema maggiore che rimane è che la
        vendita ONLINE fa fuori il mercato dell'usato,
        unico vero "mercato" della musica ed ad oggi
        unico canale d'acquisto non
        controllato/controllabile da parte di una
        Major.

        Se hai un vinile di Srg. Pepper dei Beatles,
        prova ad andare su Ebay a vedere quanto ti
        offrono. Poi esci e comprati un CD nuovo di Srg.
        Pepper. Secondo me ti avanzano dei
        soldi.

        Se quarant'anni fa avessi invece scaricato online
        (se fosse esistito il servizio) oggi potresti
        ancora ascoltarti Srg. Pepper, ma non potresti
        rivenderlo a nessuno. Nemmeno regalarlo. Nemmeno
        ai tuoi
        figli.Come no !!!Io regalo un sacco di CD pieni di Mp3 a parenti ed amici !!!
        No DRM è sicuramente il primo passo, ora manca la
        reintroduzione della dottrina di "prima
        vendita".
  • Pejone scrive:
    Oltre il danno la beffa!
    cito: pagando 30 centesimi per ogni canzone da convertire, potranno ottenerne una versione DRM-free. Bene: prima hanno acquistato un prodotto dalle funzionalità limitate e ora devono pure pagare un sovraprezzo per usarlo appieno!Va beh, consoliamoci con la bella notizia che finalmente hanno tolto sto DRM.Speriamo che altre major seguano l'esempio..
    • Anonimo scrive:
      Re: Oltre il danno la beffa!
      io non vedo alcun danno nè beffa!Vuoi la musica senza DRM e ad una qualità superiore ? Paga di più!
      • Onslaught scrive:
        Re: Oltre il danno la beffa!
        Già il prezzo era altino prima(e lo dice qualcuno che itunes ha comprato alcune canzoni),quello delle canzoni drm free lo trovo davvero eccessivo.Se fossero file non compressi,troverei il prezzo adeguato,ma per file compressi no,assolutamente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre il danno la beffa!
          - Scritto da: Onslaught
          Già il prezzo era altino prima(e lo dice qualcuno
          che itunes ha comprato alcune canzoni),quello
          delle canzoni drm free lo trovo davvero
          eccessivo.
          Se fossero file non compressi,troverei il prezzo
          adeguato,ma per file compressi
          no,assolutamente.il prezzo altino??ma perchè non ti compri gli album interi come facevi nell'era pre-iTunes?daccordo che l'orpello è un pretesto per guadagnare sul vecchio, ma vuoi mettere la comodità di acquistare singolarmente i brani che ti piacciono?
          • Onslaught scrive:
            Re: Oltre il danno la beffa!
            - Scritto da:
            il prezzo altino??
            ma perchè non ti compri gli album interi come
            facevi nell'era
            pre-iTunes?

            daccordo che l'orpello è un pretesto per
            guadagnare sul vecchio, ma vuoi mettere la
            comodità di acquistare singolarmente i brani che
            ti
            piacciono?Infatti,quando voglio il cd(cioè l'80% delle volte),compro il cd.La comodità del comprare i brani singoli non c'entra niente col prezzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre il danno la beffa!
            - Scritto da: Onslaught
            - Scritto da:


            il prezzo altino??

            ma perchè non ti compri gli album interi come

            facevi nell'era

            pre-iTunes?



            daccordo che l'orpello è un pretesto per

            guadagnare sul vecchio, ma vuoi mettere la

            comodità di acquistare singolarmente i brani che

            ti

            piacciono?

            Infatti,quando voglio il cd(cioè l'80% delle
            volte),compro il
            cd.
            La comodità del comprare i brani singoli non
            c'entra niente col
            prezzo.Ah no? Allora cosa fai, compri un pezzetto di CD?Gli album su iTunes costano la meta' di un CD, e il prezzo sarebbe altino?Torna al mulo anche tu.
          • Straha scrive:
            Re: Oltre il danno la beffa!
            - Scritto da:

            - Scritto da: Onslaught

            - Scritto da:




            il prezzo altino??


            ma perchè non ti compri gli album interi come


            facevi nell'era


            pre-iTunes?





            daccordo che l'orpello è un pretesto per


            guadagnare sul vecchio, ma vuoi mettere la


            comodità di acquistare singolarmente i brani
            che


            ti


            piacciono?



            Infatti,quando voglio il cd(cioè l'80% delle

            volte),compro il

            cd.

            La comodità del comprare i brani singoli non

            c'entra niente col

            prezzo.
            Ah no? Allora cosa fai, compri un pezzetto di CD?eccone un altro condizionato dalla pubblicità...
            Gli album su iTunes costano la meta' di un CD, e
            il prezzo sarebbe
            altino?sì, è SEMPRE alto.al massimo 5 euro, +o- 10.000 delle vecchie care lirette....
            Torna al mulo anche tu.non l'ho MAI lasciato (rotfl)(rotfl)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 31 maggio 2007 22.28-----------------------------------------------------------
          • Onslaught scrive:
            Re: Oltre il danno la beffa!
            - Scritto da:
            Ah no? Allora cosa fai, compri un pezzetto di CD?
            Gli album su iTunes costano la meta' di un CD, e
            il prezzo sarebbe
            altino?No: la possibilità di comprare canzoni slegate dal cd è una comodità,ma se il prezzo diventa troppo alto me ne frego altamente della comodità,visto che non ho comunque un prodotto equivalente al cd.
            Torna al mulo anche tu.Mai usato,sorry,non ascolto schifezzuole compresse dal primo che passa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre il danno la beffa!
            - Scritto da:

            - Scritto da: Onslaught

            Già il prezzo era altino prima(e lo dice
            qualcuno

            che itunes ha comprato alcune canzoni),quello

            delle canzoni drm free lo trovo davvero

            eccessivo.

            Se fossero file non compressi,troverei il prezzo

            adeguato,ma per file compressi

            no,assolutamente.


            il prezzo altino??
            ma perchè non ti compri gli album interi come
            facevi nell'era
            pre-iTunes?Perche' mi copiavo le cassette !!!(rotfl)
            daccordo che l'orpello è un pretesto per
            guadagnare sul vecchio, ma vuoi mettere la
            comodità di acquistare singolarmente i brani che
            ti
            piacciono?
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre il danno la beffa!
          - Scritto da: Onslaught
          Già il prezzo era altino prima(e lo dice qualcuno
          che itunes ha comprato alcune canzoni),quello
          delle canzoni drm free lo trovo davvero
          eccessivo.
          Se fossero file non compressi,troverei il prezzo
          adeguato,ma per file compressi
          no,assolutamente.L'aumento e' del 30% netto, e da un giorno all'altro.Non e' tanto, e' TANTISSIMO, un aumento semplicemente folle.Hanno trovato la scusa per approfittare della scarsa intelligenza di chi abbocchera' a questo ricatto schifoso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre il danno la beffa!

            Non e' tanto, e' TANTISSIMO, un aumento
            semplicemente
            folle.

            Hanno trovato la scusa per approfittare della
            scarsa intelligenza di chi abbocchera' a questo
            ricatto
            schifoso.Ecco bravo, vai a comprae i CD.
      • Pejone scrive:
        Re: Oltre il danno la beffa!
        - Scritto da:
        io non vedo alcun danno nè beffa!
        Vuoi la musica senza DRM e ad una qualità
        superiore ? Paga di
        più!Ok, ora si. Ma fino a ieri non era possibile.
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre il danno la beffa!
          - Scritto da: Pejone

          - Scritto da:

          io non vedo alcun danno nè beffa!

          Vuoi la musica senza DRM e ad una qualità

          superiore ? Paga di

          più!

          Ok, ora si. Ma fino a ieri non era possibile.E allora?Io vivo oggi, non ieri. Tu?
      • Anonimo scrive:
        Re: Oltre il danno la beffa!
        - Scritto da:
        io non vedo alcun danno nè beffa!
        Vuoi la musica senza DRM e ad una qualità
        superiore ? Paga di
        più!Perche' dovrei pagare di piu?Io voglio comprare la musica e sentiral come voglio io, senza dover pagare nessuna sovrattassa, e' un mio diritto di consumatore. Oggi EMI ha capito che questa era una cavolata, e Apple se ne sta prendendo i meriti (tra l'altro CONTINUANDO a vendere musica col suo drm non interoperabile e a prezzi pure scontati!). Vergogna.Qui mi sa che ormai vi hanno veramente fatto il lavaggio del cervello.937498
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre il danno la beffa!

          Perche' dovrei pagare di piu?
          Infatti, chi ti obbliga? Nessuno.
          Io voglio comprare la musica e sentiral come
          voglio io, senza dover pagare nessuna
          sovrattassa, e' un mio diritto di consumatore.
          Oggi EMI ha capito che questa era una cavolata, e
          Apple se ne sta prendendo i meriti (tra l'altro
          CONTINUANDO a vendere musica col suo drm non
          interoperabile e a prezzi pure scontati!).
          Vergogna.Vergogna?Quindi "vergogna" se vende i brani piu' cari, "vergogna" se vende i meno cari...

          Qui mi sa che ormai vi hanno veramente fatto il
          lavaggio del
          cervello.

          937498Se stai cercando la scusa per continuare a piratare la musica, caschi male.Pensa che io continuero' a comprare la musica protetta con DRM: costa meno e non mi da alcun problema. Ed e' legale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Oltre il danno la beffa!
      Non vedo dove sta il problema. Gli mp3 col DRM vanno bene per il 99.9% delle esigenze.Poi se proprio uno necessita di un file di qualità superiore (es. estrazione di campioni, remix amatoriale) può anche permettersi di pagare 30 centesimi in più. Ma come rimangono pure sempre dei casi isolati
      • Anonimo scrive:
        Re: Oltre il danno la beffa!
        - Scritto da:
        Non vedo dove sta il problema. Gli mp3 col DRM
        vanno bene per il 99.9% delle
        esigenze.Ma che dici???caso mai il contrario!un mp3 con drm va bene solo nello 0,00001% dei casi ovvero SOLO alla major che lo distribuisce e che non rappresenta niente in termini di utenza.Siamo seri per favore.......
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre il danno la beffa!
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          Non vedo dove sta il problema. Gli mp3 col DRM

          vanno bene per il 99.9% delle

          esigenze.


          Ma che dici???
          caso mai il contrario!
          un mp3 con drm va bene solo nello 0,00001% dei
          casi ovvero SOLO alla major che lo distribuisce e
          che non rappresenta niente in termini di
          utenza.
          Siamo seri per favore.......Ecco bravo, torna al mulo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Oltre il danno la beffa!
        - Scritto da:
        Non vedo dove sta il problema. Gli mp3 col DRM
        vanno bene per il 99.9% delle
        esigenze.
        Proprio per niente! Io uso anche il cellulare e l'autoradio per sentire gli MP3 e ovviamente gli AAC di apple, per colpa dei DRM ovviamente, non funzionano. Certo, puoi masterizzarli e ripparli, ma comporta sbattimenti e perdita di qualità, per quale ragione devo accollarmeli quando già pago profumatamente? I DRM sono solo un intralcio, inficiano la qualità e la longevità della musica e ne manomettono le possibilità d'uso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre il danno la beffa!
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          Non vedo dove sta il problema. Gli mp3 col DRM

          vanno bene per il 99.9% delle

          esigenze.



          Proprio per niente! Io uso anche il cellulare e
          l'autoradio per sentire gli MP3 e ovviamente gli
          AAC di apple, per colpa dei DRM ovviamente, non
          funzionano. Certo, puoi masterizzarli e ripparli,
          ma comporta sbattimenti e perdita di qualità, per
          quale ragione devo accollarmeli quando già pago
          profumatamente? I DRM sono solo un intralcio,
          inficiano la qualità e la longevità della musica
          e ne manomettono le possibilità
          d'uso.Io ascolto tranquillamente la musica con DRM sull'autoradio: iPod e cassetta falsa. E non e' l'unico modo. Il cellulare lo uso per telefonare, non per giocare. E credi di rappresentare la maggioranza, in questo caso.Tu sai cosa devi fare? Comprare i CD. Non sono mica stati ritirati dal mercato, sai?
          • Anonimo scrive:
            Re: Oltre il danno la beffa!
            - Scritto da:
            Io ascolto tranquillamente la musica con DRM
            sull'autoradio: iPod e cassetta falsa.Ma per favore!
      • Anonimo scrive:
        Re: Oltre il danno la beffa!
        - Scritto da:
        Non vedo dove sta il problema. Gli mp3 col DRM
        vanno bene per il 99.9% delle
        esigenze.

        Poi se proprio uno necessita di un file di
        qualità superiore (es. estrazione di campioni,
        remix amatoriale) può anche permettersi di pagare
        30 centesimi in più. Ma come rimangono pure
        sempre dei casi
        isolatiun mio amico aveva delle canzoni in formato wma che aveva fatto utlizzando windows media player.tempo fa ha avuto dei gravi problemi e alla fine ho fatto piazza pulita per una reinstallazione.ho scoperto che di serie il wmp ha (o aveva? non l'ho mai usato) l'inserimento del drm sui files prodotti (c'è il pulsante di disabilitazione da qualche parte). conclusione licenze cancellate e file inutilizzabili.se questi fossero stati pagati? (non conosco il drm apple)
      • avvelenato scrive:
        Re: Oltre il danno la beffa!
        - Scritto da:
        Non vedo dove sta il problema. Gli mp3 col DRM
        vanno bene per il 99.9% delle
        esigenze.
        non vedo dove hai tratto questa percentuale.semmai (al massimo) andranno bene al 99% dei proprietari di iPod. Che non sono mica il 99% delle persone.
        Poi se proprio uno necessita di un file di
        qualità superiore (es. estrazione di campioni,
        remix amatoriale) può anche permettersi di pagare
        30 centesimi in più. Ma come rimangono pure
        sempre dei casi
        isolatiqua non si tratta di qualita`, ma di utilizzare un drm per mantenere una situazione monopolistica in maniera illecita.
        • Anonimo scrive:
          Re: Oltre il danno la beffa!
          - Scritto da: avvelenato

          - Scritto da:

          Non vedo dove sta il problema. Gli mp3 col DRM

          vanno bene per il 99.9% delle

          esigenze.



          non vedo dove hai tratto questa percentuale.

          semmai (al massimo) andranno bene al 99% dei
          proprietari di iPod. Che non sono mica il 99%
          delle
          persone.No, ma sono il 70% degli utilizzatori di musica al computer, di qualunque provenienza (visto che quasi tutti questi hanno un player portatile).




          Poi se proprio uno necessita di un file di

          qualità superiore (es. estrazione di campioni,

          remix amatoriale) può anche permettersi di
          pagare

          30 centesimi in più. Ma come rimangono pure

          sempre dei casi

          isolati

          qua non si tratta di qualita`, ma di utilizzare
          un drm per mantenere una situazione monopolistica
          in maniera
          illecita.Lecita, prego: nessuno ti obbliga a comprare da iTunes e l'iPod funziona anche con la musica rippata dai CD.
    • Anonimo scrive:
      Re: Oltre il danno la beffa!
      - Scritto da: Pejone
      Va beh, consoliamoci con la bella notizia che
      finalmente hanno tolto sto
      DRM.Lo ha tolto EMI, non Apple.Apple ha invece visto bene di fare lo sconto sulla roba col suo DRM non interoperabile, davvero un grande segnale di contrapposizione ai DRM... :
      • Anonimo scrive:
        Re: Oltre il danno la beffa!
        - Scritto da:
        - Scritto da: Pejone


        Va beh, consoliamoci con la bella notizia che

        finalmente hanno tolto sto

        DRM.

        Lo ha tolto EMI, non Apple.Lo ha tolto CHI lo poteva togliere. Ma su invito (o pressione, chiamalo/a come ti pare) di Apple. O forse ti sei perso la lettera aperta di Steve Jobs?

        Apple ha invece visto bene di fare lo sconto
        sulla roba col suo DRM non interoperabile,
        davvero un grande segnale di contrapposizione ai
        DRM...

        :Nessun sconto, il prezzo rimane quello di prima. E non lo decide Apple da sola, visto che deve pagare EMI...
Chiudi i commenti