Xbox, per Natale una nuova versione

Avvistati nei negozi i primi esemplari che montano la scheda madre nome in codice Jasper. Processo produttivo a 65nm, più memoria interna, meno calore e consumi ridotti

Roma – Microsoft sembra aver introdotto sul mercato i primi modelli di Xbox 360 basati su Jasper , nome in codice di una nuova revisione della scheda madre alla base della famosa console da gioco made in Redmond . A riportarlo è il noto sito Xbox-Scene , che in questo post ha pubblicato anche alcune foto della nuova mainboard.

Sebbene Microsoft non abbia divulgato le specifiche ufficiali di Jasper, le indiscrezioni affermano che la sua principale novità è data dall’integrazione di un processore grafico con circuiti a 65 nanometri . Il passaggio dall’attuale tecnologia a 90 nm verso quella a 65 nm dovrebbe ridurre i consumi energetici e la dissipazione del calore , traducendosi anche in una minore rumorosità: un fattore, quest’ultimo, piuttosto importante per una console che ambisce al ruolo di media center. Il passaggio ai 65 nm consente inoltre a BigM di incrementare le rese produttive per singolo wafer e, di conseguenza, ridurre i costi di produzione del chip.

La presenza della nuova GPU sembrerebbe confermata dall’inclusione, nell’ultima revisione di Xbox 360, di un alimentatore da 150 watt , dunque con una potenza di 25 watt inferiore a quella del modello precedente. Per evitare che il nuovo alimentatore possa essere utilizzato con le vecchie versioni della console, Microsoft ne ha modificato il connettore, ora più grande.

Oltre che dall’alimentatore, le Xbox 360 con scheda madre Jasper possono essere identificate per mezzo del numero di lotto : tutte quelle con data di produzione successiva al 23 ottobre 2008 e numero di lotto 0843X dovrebbero contenere l’ultima revisione della motherboard. Questo metodo, però, è al momento stato verificato solo con l’edizione Arcade (priva di hard disk) della console.

Le Xbox 360 Arcade di ultima generazione mancherebbero per altro della classica scheda di memoria (Memory Unit) in bundle: il motivo, secondo quanto riportato da Xbox-Scene , è che in Jasper la memoria flash interna è stata portata da 16 a 256 MB , e può essere ora utilizzata per archiviare salvataggi, giochi XBLA, video ecc.

Nella versione originale di Xbox 360 sia la CPU che la GPU erano prodotte con un processo a 90 nm, e generavano un’importante quantità di calore, tanto che il surriscaldamento dei componenti interni è stato per lungo tempo una delle più frequenti cause di malfunzionamento della console da X verde.

Gli osservatori prevedono che nella seconda parte del 2009 Microsoft introdurrà una nuova versione della GPU di Xbox 360, nome in codice Valhalla , basata su una tecnologia a 45 nm.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • qwerty scrive:
    Altro Elettrosmog !!
    Ci voleva, gia siamo immersi nell'elettrosmog di cui nessuno ci dice esattamente i danni, poi aggiungiamo anche la rete per la domotica, così il giorno che accendo il videosender la rete va giù.Oltretutto un device del genere non civoleva certo nokia per farlo, ne esistono a decine.Secondo me (Che però non sono nokia ma un semplice "merdaccia") era meglio se tiravano fuori un protocollo open che funzionasse ad onde convogliate e soprattutto con periferiche compatibili, accessibili a prezzi economici, come gia diceva qualcuno.
  • roberto scrive:
    manca di experitize nel campo
    il problema finora sono i costi dei dispositivi riceventi.a meno che non pensi al solo settore extralusso. oggi un banale dimmer (regolatore di luce) a pulsante con memoria, senza alcuna intelligenza, gia costa 100 euro. e il componente dentro e' un sigle chip gia ultra integrato.con la crisi dell'edilizia non e' uno dei momenti migliori, e nokia non mi pare abbia esperienza specifica da vantare in questo campo; anche la sua politica commerciale non e' il massimo, ve lo immaginate il ricevitore per lavatrice brandizzato TIM (che poi scopri che accende la lavatrice, ma la centrifuga la fa solo sei hai un abbonamento TIM)..
  • Grigo scrive:
    Nokia arriva tardi
    Bello e certamente interesante ma Nokia arriva un po tardi.Molte aziende hanno già a catalogo un sistema Domoticoche intrega tutti i controlli posssibili ed immaginabilidella casa (compreso sistema TV Hi-Fi e rete lan, ed ovviamente sistema di sicurezza, clima ed elettrico).E un campo dove le aziende che si occupano di impiantielettrici sono all'avanguardia (vedi B-Ticino e Vimar),e in Italia abbiamo una piccola azienda che guarda alfuturo facendo alla grande quello che Nokia tenta di fare,è la BPT di Pordenone.
    • Darkat scrive:
      Re: Nokia arriva tardi
      vabbè non è questo il punto. il fatto è che se anche ci sono tante aziende che già ci hanno lavorato su, tra cui anche microsoft, nessuna è riuscita per il momento nell'intento di far scoppiare il "bum" dell'uso di queste tecnologie...l'intento principale di nokia è proprio questo come dice nell'articolo, riuscire dove gli altri non sono riusciti
      • Funz scrive:
        Re: Nokia arriva tardi
        - Scritto da: Darkat
        vabbè non è questo il punto. il fatto è che se
        anche ci sono tante aziende che già ci hanno
        lavorato su, tra cui anche microsoft, nessuna è
        riuscita per il momento nell'intento di far
        scoppiare il "bum" dell'uso di queste
        tecnologie...l'intento principale di nokia è
        proprio questo come dice nell'articolo, riuscire
        dove gli altri non sono
        riuscitiPenso che la difficoltà di queste tecnologie sia dovuta alla scarsa utilità pratica percepita a fronte di prezzi molto elevati.Per sfondare veramente dovranno scendere, e parecchio, di costo.
        • Awesome scrive:
          Re: Nokia arriva tardi
          - Scritto da: Funz
          Penso che la difficoltà di queste tecnologie sia
          dovuta alla scarsa utilità pratica percepita a
          fronte di prezzi molto
          elevati.
          Per sfondare veramente dovranno scendere, e
          parecchio, di
          costo.Arriverà una bolletta "NOKIA communication Srl" bimestrale da 23,42 al mese, + IVA, ovviamente, perchè il segnale arriverà dai loro server... :D infatti nascerà "NOKIA communication".... credo... :Dciao
        • 593173 scrive:
          Re: Nokia arriva tardi
          - Scritto da: Funz
          Penso che la difficoltà di queste tecnologie sia
          dovuta alla scarsa utilità pratica percepita a
          fronte di prezzi molto
          elevati.
          Per sfondare veramente dovranno scendere, e
          parecchio, di
          costoEsattamente. Finche' la domotica rimarra' uno sfizio per gente ricca non sfondera' mai. Al giorno d'oggi, con la gente "comune" che fa fatica a pagare le spese per le cose comuni come elettricita', spese per la macchina, etc, non si puo' pretendere certo che la classe media possa dare priorita' all'installazione di un impianto domotico rispetto a beni molto piu' essenziali.
  • Jack scrive:
    Domotica
    Mi sembra un po' azzardato equipaggiare in qualche parte del muro praticamente un pc per la domotica, nokia farebbe bene a realizzare i vari componenti per l'interfacciamento invece; campanelli che inviano la chiamata al cellulare e/o wireless con web cam, un pc lo hanno tutti una presa ethernet e dalla propria postazione si controlla tutto, non serve centralizzare qualcosa che per definizione deve essere decentralizzato, i vari device devono essere cellule autonome, poi anche trasmissione ad onde convogliate su standar ormai collaudato e tutto ovviamente a prezzi contenuti.
  • Bob scrive:
    Re:Nokia domotica
    Penso che sia un ottimo sistema per gestire a distanza i ddispositivi di casa, NOKIA renderà sicuramente accessibile la diffusione della domotica, in modalità user friendly ed a costi sostenibili.
    • mravljica scrive:
      Re:Nokia domotica
      Mah... ormai sul domotico esiste già tanto in commercio (vedi Vimar con By-Me e la Bticino con My Home)..L'unica cosa che può fare la nokia, è produtte tutti i dispositivi domotici (attuatori, centralice ecc) ad un prezzo inferiore, per riuscire veramente ad entrare nel campo, oppure a migliorare dispositivi già esistenti.Vedremo.. sarà il mercato a decidere il risultato di questa scelta commerciale della Nokia.
Chiudi i commenti