Xerox celebra il suo fondatore

Ha inventato il processo da cui l'azienda ha preso il nome, oggi alla base di una quantità enorme di dispositivi elettronici utilizzati in case e uffici. Ecco come la società ricorda Chester Carlson, nato 100 anni fa

Roma – Riceviamo e volentieri pubblichiamo la nota con cui Xerox ha deciso di celebrare il 100esimo anniversario della nascita di Chester Carlson, a cui è attribuita l’invenzione della xerografia

Cento candeline per l’inventore della xerografia
Ricorre in questi giorni il centesimo anniversario della nascita di Chester Carlson, l’inventore della xerografia, il processo con cui oggi viene prodotta la maggior parte dei documenti, dagli estratti conto al direct mailing, fino a memorandum e ricevute. La xerografia, infatti, è il fondamento tecnologico di copiatrici, stampanti laser e stampanti digitali di produzione: nel 2004 circolavano nel mondo circa 4 milioni di miliardi di pagine stampate da apparecchiature rese possibili da questa invenzione.

Dopo esser riuscito a conseguire un diploma in fisica, nonostante i forti debiti, Carlson trovò lavoro come assistente di uno studio legale specializzato in brevetti: un’attività circondata dalla carta nella quale Carlson poté ben presto rendersi conto della necessità di un metodo semplice e comodo per produrre copie.

L'inventore della xerografia Iniziò quindi a sperimentare cariche elettrostatiche e materiali fotoconduttivi le cui proprietà elettriche si modificavano se esposte alla luce. Il 22 ottobre 1938, all’età di 32 anni, Carlson aveva finalmente creato la sua prima immagine xerografica – un processo il cui nome deriva dalle parole greche “secco” e “scrittura”.

Servirono altri due decenni e l’investimento di una piccola ditta di New York chiamata The Haloid Company – divenuta Xerox Corporation nel 1961 – prima che le persone potessero sfruttare il processo di Carlson per ottenere copie in bianco e nero su carta comune in maniera semplice e rapida. Il prodotto che rese possibile questa rivoluzione, la fotocopiatrice automatica a carta comune Xerox 914, venne salutato dalla rivista Fortune come “il prodotto di maggior successo mai venduto sul mercato americano”.

“Oltre a essere un inventore, Chester Carlson era anche una persona impegnata ad aiutare gli altri. Nella sua vita ha elargito più di 100 milioni di dollari a varie organizzazioni di beneficenza”, ha ricordato sua figlia, Catherine Carlson.

Quella che si dice un’eredità di tutto rispetto. Buon centesimo compleanno, Chester.

Xerox Europe

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti