In Cina al telegiornale c'è un'intelligenza artificiale, Xin Xiaowei

Xin Xiaowei: in Cina il telegiornale lo fa l'IA

Nata dalla collaborazione tra Sogou e Xinhua News Agency, l'intelligenza artificiale sarà impiegata per i notiziari in onda nel paese asiatico.
Nata dalla collaborazione tra Sogou e Xinhua News Agency, l'intelligenza artificiale sarà impiegata per i notiziari in onda nel paese asiatico.

Le notizie al TG le darà un’intelligenza artificiale, almeno in Cina. È quanto annunciato oggi dalla società Sogou specializzata in ricerche online, che in collaborazione con Xinhua News Agency (l’agenzia stampa ufficiale di Pechino) ha svelato Xin Xiaowei, una presentatrice in tutto e per tutto gestita da algoritmi istruiti appositamente a questo scopo.

Un’IA per il notiziario della Xinhua News Agency

Il progetto è stato realizzato partendo dal campionamento delle immagini acquisite con l’aiuto di Zhao Wanwei, una reporter in carne e ossa. Stando a quanto dichiarato dai responsabili dell’iniziativa l’IA è in grado di adattare in modo dinamico il tono della voce, le espressioni del viso, i movimenti delle labbra e la gestualità in base alla natura dell’argomento trattato, il tutto ricevendo in input solo ed esclusivamente il testo della notizia da enunciare.

Non si tratta a dire il vero di un’iniziativa del tutto inedita. Nel novembre 2018 sempre Xinhua aveva presentato un anchorman virtuale con finalità del tutto simili. La stessa intelligenza artificiale è stata messa l’anno successivo a disposizione di ITAR-TASS, agenzia stampa russa, in occasione del 70esimo anniversario dall’inizio delle relazioni diplomatiche tra i due paesi.

L’esordio odierno di Xin Xiaowei coincide con l’inizio del cosiddetto Two Sessions, il più importante meeting dell’anno per i membri del Partito Comunista Cinese. Le prime notizie riportate dall’IA saranno proprio su questo tema.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 21 mag 2020
Link copiato negli appunti