Xs4all: quello spammer danneggia la rete

Il celebre provider olandese vuole i danni da un'azienda che invia email in opt-out. Opt-in unica soluzione. Negli USA AOL aveva fatto lo stesso
Il celebre provider olandese vuole i danni da un'azienda che invia email in opt-out. Opt-in unica soluzione. Negli USA AOL aveva fatto lo stesso


Amsterdam – A testimonianza che la piaga dello spam e della posta non richiesta è sempre più centrale nelle attività internet, il celebre provider olandese Xs4all ha deciso di trascinare in tribunale un’azienda denunciandola come spammer e accusandola di danneggiare i propri network.

In una nota pubblicata sul sito del provider, Xs4all accusa la società Adfab Interactive Media Group di aver inviato enormi quantità di spam ai propri utenti attraverso i propri network. E il 22 febbraio della questione si occuperà il Tribunale di Amsterdam.

Secondo il provider, lo spam generato dall’azienda viola la privacy e rappresenta un costo sia in termini economici che di tempo tanto per Xs4all quanto per gli utenti spammati. Anche per questo sono quattro i clienti del provider ad essersi costituiti assieme a Xs4all in questo procedimento.

Xs4all ha anche sferrato un attacco contro la politica “opt-out” delle email di Adfab, considerando opt-out un “via libera” all’invio di spam. “L’unica soluzione accettabile – si legge nella nota – è un sistema opt-in, dove le aziende possano inviare email commerciali solo agli utenti internet che hanno esplicitamente e chiaramente dato il loro permesso”.

Una traduzione in inglese delle carte processuali è disponibile qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 02 2002
Link copiato negli appunti